Sicilia, l'Eni cerca idrocarburi con esplosivi sotterranei

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Ignazio Corrao

Un progetto dell'ENI di prospezione geofisica 2D per la ricerca di idrocarburi nelle province di Caltanissetta, Catania, Enna e Ragusa con l'utilizzo di cariche esplosive da 10 kg e per un numero imprecisato, da far brillare in fori profondi fino a 30 metri per centinaia di chilometri quadrati. Morale, l’Eni cercherà idrocarburi nel nostro sottosuolo con le bombe, né più né meno. Lo abbiamo scoperto in queste ore, monitorando le AIA, ovvero le Autorizzazioni Integrate Ambientali. Stando al progetto del cane a sei zampe, i comuni che dovrebbero ospitare le esplosioni sotterranee, sono quelli di Gela, Mineo, Ramacca, San Michele di Ganzaria, Mazzarino, Aidone, Mirabella Imbaccari, Piazza Armerina, Caltagirone, Grammichele, Niscemi, San Cono. Uno scempio in piena regola firmato Eni-Crocetta, considerando che peraltro il territorio del Calatino Sud Simeto è già in parte dichiarato patrimonio dell'UNESCO. Il permesso di ricerca “Passo di Piazza” si estende per una superficie di 734,13 km e interessa i territori delle province di Caltanissetta, Catania, Ragusa ed Enna, mentre quello “Friddani” interesserà una superficie di 692 km nei territori delle province di Enna, Catania e Caltanissetta. “Secondo quanto previsto dal Piano Stralcio di Bacino per l’Assetto Idrogeologico (PAI) della Regione Sicilia, l’area di studio – si legge nella sintesi non tecnica – è interessata dalla presenza di molte zone caratterizzate da valori di pericolosità e rischio geomorfologico compresi tra il moderato e il molto elevato…”.

Inoltre, alcune zone (soprattutto concentrate a nord-est e sud-ovest dell’area di studio) sono “caratterizzate da valori di pericolosità idraulica compresi tra il basso e alto”. Ma non è tutto. All’interno dell’area dei permessi di ricerca del petrolio sono presenti: tre aree naturali protette; un IBA, acronimo di “Important Bird Areas”, ovvero aree importanti per gli uccelli; Beni culturali tutelati; (aree archeologiche); aree di notevole interesse pubblico; territori costieri compresi in una fascia della profondità di 300 metri dalla linea di battigia; fiumi, i torrenti, i corsi d’acqua iscritti negli elenchi previsti dal testo unico delle disposizioni di legge sulle acque ed impianti elettrici e le relative sponde o piedi degli argini per una fascia di 150 metri ciascuna; parchi e le riserve nazionali o regionali, nonché i territori di protezione esterna dei parchi; territori coperti da foreste e da boschi, ancorché percorsi o danneggiati dal fuoco, e quelli sottoposti a vincolo di rimboschimento.

Più in particolare, l’attività in progetto di ricerca del petrolio è interessata dalla presenza delle seguenti aree tutelate: “Bosco di San Pietro”; “Riserva Naturale Regionale Sughereta di Niscemi”; “Torre Manfria, Biviere e Piana di Gela”; “Biviere e Macconi di Gela”; “Lago Ogliastro”. Inoltre, più distanti, nella zona Nord-Ovest dell’area di studio, sono presenti i SIC (siti di importanza comunitaria) “Vallone Russomanno”, “Bosco di Piazza Armerina” e “Riserva naturale orientata Rossomanno – Grottascura – Bellia”. Siamo molto preoccupati perché non vorremmo che il presidente Crocetta, da ex dipendente ENI e da persona che si è schierata contro il referendum sulle trivellazioni lo scorso anno, prediliga le fonti fossili a quelle rinnovabili. Non permetteremo che la Sicilia venga trattata ancora come una terra da depredare e distruggere in nome del Dio denaro, ignorando la sua naturale vocazione agricola, culturale e turistica e, peggio ancora, calpestando la salute e la vita dei suoi abitanti. I colleghi portavoce M5S in Assemblea Regionale Siciliana incalzeranno la Commissione Ambiente per far convocare subito i vertici dell’Eni e lo stesso presidente Crocetta. Inoltre rivolgo personalmente un invito ai sindaci dei vari comuni coinvolti e ai cittadini di siciliani di interessarsi della vicenda.

Qui consultabili i link del Ministero dell'Ambiente e il progetto di Eni

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Piombi 7 mesi fa
    Questo messaggio si rivolge alla persona avente bisogno di prestito per affrontare le difficoltà finanziarie per uscire dal vicolo cieco che causano l'economia al giorno d'oggi. Siamo in grado di farvi prestiti in tutti i domini o che siate e con condizioni che vi faciliteranno la vita e un tasso annuale da partire dal 2%. se avete bisogno di prestito non esitate a contattarle per ulteriori informazioni sulle nostre condizioni. Personale Mail: piombiipatrizia@gmail.com Invia la nostra azienda loanprivate.invest@gmail.com ecco il nostro numero di WhatsApp: +33755015299 Grazie e buona giornata.
  • brice brice Utente certificato 7 mesi fa
    Ciao offerta di prestito serio Ho ricevuto un prestito di 30.000€ con il 2% di interesse senza protocollo con l'aiuto di Madame Roman Chouinard che il mio concesso questo prestito e due colleghi anche. Quindi, se siete mai bisogno di un indirizzo e-mail di prestito urgente e otterrete il vostro prestito in breve tempo, perché se ho poi riavviare di nuovo è la grazia. Ecco il suo email:chouinardromaine@hotmail.com
  • lidia andres Utente certificato 7 mesi fa
    Ciao Ecco la mia posta "prestitobancario2017@gmail.com" Caro Signor e la signora desiderosi di fare un prestito, con un capitale di € 28.000.000, destinare ha privati prestiti di brevi e lungo termine da 20000 a € 500.000 ha tutte persone serie, affidabile e integrate, desiderano fare un prestito. "" Il mio tasso di interesse varia dal 2% all'anno a seconda della quantità in prestito e il termine del rendimento del fondo, come essere unico e avere una banca che non voglio violare la legge sull'usura. Si può rimborsare il 5 15 anni al massimo a seconda della quantità di pronto. Hai bisogno di fare un prestito: finanziamenti immobiliari prestiti sono prestiti personali si registra vietato bancario e non avete il favore delle banche, o meglio, si ha un progetto e necessità di finanziamento, bisogno di soldi per pagare le bollette, fondo per investire in società. La nostra organizzazione non è una banca, e non abbiamo bisogno di un sacco di documenti. Prestito giusto e onesto e affidabile. Cordiali saluti.. Quindi, se avete bisogno di prestito...
  • Edmondo Alberto Russo 7 mesi fa
    Ma chi ha dato loro il permesso? Hanno forse interpellato i cittadini delle aree ed i Comuni interessati? Vogliamo nomi e cognomi e poi faremo un tour de force con i documenti alla mano fra tutti i cittadini locali ! Questo Governo è proprio come quello di Renzi, stanno svendendo il nostro territorio per farlo inquinare così da perdere tutte le nostre bellezze e soprattutto il turismo che è forse l'unico settore che ancora ci può salvare. Non ho parole decenti per definire queste bestie Infami !
    • paolo nuragus 7 mesi fa
      Comunicazioni di questo genere sono allarmistiche. manifestano grave ignoranza e scarsa capacità di analisi dei problemi.
  • Domenico . Utente certificato 7 mesi fa
    Caro Corrao, Non lo sai che da sempre le prospezioni geologiche si fanno con piccole esplosioni sotterranee? E lo sai che queste non hanno mai creato alcun problema ambientale? Allora, dov’è la notizia? Tuttavia se qualcuno volesse chiedersi perché l'Italia non funziona ed è in declino, l'articolo sopra riportato ne è una solare spiegazione. Tra IBA, SIC, API e mille altre idiozie codificate da questo o da quello, non si può più fare niente. Per non parlare dei NO TAV, NO TAP, No TRIV, NO li mortacci loro. Ed i disoccupati? che aspettino e non rompano! Quando lo capiremo che l'iper ambientalismo e l'iper regolamentazione hanno ammazzato l'Italia? Questo anche, e nonostante, il Movimento sia infestato da “iper ambientalisti e” di “iper no tutto”
    • Maria P. Utente certificato 7 mesi fa
      ma cosa vuoi? che in Italia si estragga petrolio? ma abbiamo il soloe che può essere il nostro petrolio!!!!
  • Tony G. Utente certificato 7 mesi fa
    ....ma non erano vietati i messaggi con linguaggio offensivo e lesivi delle opinioni altrui? grazie
  • angelia silya Utente certificato 8 mesi fa
    Ciao Ecco la mia posta "prestitobancario2017@gmail.com" Caro Signor e la signora desiderosi di fare un prestito, con un capitale di € 28.000.000, destinare ha privati prestiti di brevi e lungo termine da 2000 a € 500.000 ha tutte persone serie, affidabile e integrate, desiderano fare un prestito. "" Il mio tasso di interesse varia dal 2% all'anno a seconda della quantità in prestito e il termine del rendimento del fondo, come essere unico e avere una banca che non voglio violare la legge sull'usura. Si può rimborsare il 5 15 anni al massimo a seconda della quantità di pronto. Hai bisogno di fare un prestito: finanziamenti immobiliari prestiti sono prestiti personali si registra vietato bancario e non avete il favore delle banche, o meglio, si ha un progetto e necessità di finanziamento, bisogno di soldi per pagare le bollette, fondo per investire in società. La nostra organizzazione non è una banca, e non abbiamo bisogno di un sacco di documenti. Prestito giusto e onesto e affidabile. Cordiali saluti.. Quindi, se avete bisogno di prestito...
  • Dani Cap 8 mesi fa
    diciamo che per aziende così grandi è molto facile poi fare questi bei risultati se non si rispetta manco una norma, se non si rispettano gli obblighi, se si fa insomma un po come c...o ti pare (vedesi disastro ambientale in corso in Basilicata... un governo normale avrebbe certamente chiesto immediata risposta e subito danni e rimedi nonchè rimborso ai cittadini...ma si sa il governo italiano non deve rendere conto ai cittadini ma solo ai suoi padroni banche e grandi imprese) https://www.eni.com/it_IT/media/2017/04/eni-lassemblea-degli-azionisti-approva-il-bilancio-2016-e-rinnova-gli-organi-sociali
    • Paolo Z. Utente certificato 7 mesi fa
      Ovviamente anch'io ho esperienza. Sono del '64... Ma semplicemente, NON è POSSIBILE ESSERE IN REGOLA, almeno nel mio settore (automazioni elettriche x macchine industriali), perchè se tu vuoi essere in regola, hai le spese che ti poni fuori mercato. Chi spende meno? Posso chiederti una cosa, sono le grandi aziende che danno lavoro alle piccole, o viceversa? Per es la Luxottica, i dipendenti hanno anche un aiuto per i figli. La Geox uguale, dove i dipendenti hanno il nido bebè. E non parliamo della mensa. Le miriade di dittarelle che lavorano per queste ditte, col piffero danno i bonus ai dipendenti, e la mensa. E poi, sei dell'Emilia Romagna; dimmi quanti dipendenti di artigiani hanno avuto il bonus Ferrari di quest'anno? E i notai, i studi di avvocati, gli studi elettrotecnici o idraulici, che non sono mai una grande azienda, ma spesso sfruttano a €0 gli interinali. La mia risposta è: la ditta più grande spende di più x suoi dipendenti ( e ovviamente formazione, macchinari ecc), e spesso sfrutta i dipendenti delle ditte che lavorano in subappalto. Per vedere la differenza ti consiglio tubi Tenaris uscita Dalmine: a mezzogiorno i dipendenti delle ditte della manutenzione, di + degli stessi dipendenti tenaris, alla mensa si riconoscono non solo per la tuta, ma anche per gli orari; mangiano con meno tempo! Paolo TV
    • Claudio C. Utente certificato 7 mesi fa
      Paolo Z., Crocetta, La mia attività di 4 dipendenti, per mettersi in regola spende molto di piu di una medie o grande impresa. Basta fare un po di conti. Se voglio lavorare devo assolutamente tenermi aggiornato con le leggi Se non si lavorara solo per piccoli privati a cui interessa solo risparmiare, ma con propri gravi rischi, si è obbligati a usare un sacco di costosa burocrazia che spesso non serve a un piffero di niente. Inoltre, le grandi e medie imprese hanno da tempo imparato ad usare gli interinali che non hanno neppure un contratto di lavoro e pagano la gente con un tirone di palle (come si dice dalle mie parti) Per cui; chi spende di meno? Saluti Claudio
    • Paolo Z. Utente certificato 8 mesi fa
      Ma perchè parli? Ovviamente non sei un imprenditore, altrimenti sai quante regole ci sono, e quante regole le ditte piccole tralasciano, ignorano. Esempi: I dipendenti, vengono pagati a nero dalle ditte grosse? I metalmeccanici delle ditte piccole, hanno tutte le protezioni antinfortunistiche di una ditta grossa? Non voglio incensare le grosse ditte, che semplicemente per non aver tanti dipendenti, si fanno fare tutto da artigiani, dalla manutenzione dell'altoforno fino a farsi le stanghette degli occhiali. Paolo TV
  • Max Pagano 8 mesi fa
    Di ignoranza si può anche morire, e spero che chi ha scritto queso cumulo di idiozie senza senso passi le prossime settimane seduto sulla tazza del cesso a studiare; le bombe, come le chiamate voi, stupide capre ignoranti, sono deboli cariche di esplosivo che servono a fare le prospezioni di ricerca geofisica, in altre parole, misurando e monitorando la propagazione delle onde sismiche (non avvertibili dalle persone ma solo dalla strumentazione) attraverso i vari strati di roccia in profondità, si riesce a ricostruire un'immagine di quella che si chiama stratigrafia del terreno, e dell'assetto strutturale di eventuali serbatoi di idrocarburi, faglie, etc etc etc; per voi che siete dementi e non lo sapete, questo metodo di indagine è in uso da 60 anni in tutto il mondo, e non serve solo per la ricerca di idrocarburi, ma anche per monitorare tanti altri aspetti del territorio in zone ad esempio a rischio di frana, o, - pensa un po' - anche nelle ricerche di siti archeologici, insieme ad altri metodi di prospezione geofisica; in sostanza, mi fate pentire di avervi votato, dare voce a degli ignoranti come chi ha scritto questo post ridicolo, pensando di scatenare il popolo con questo qualunquismo becero da troglodita, è quanto di più imbecille e stupido potete fare, se volete conquistare e conservare credibilità, anche tra le persone che hanno qualcosa di più della licenza elementare. Il vostro ridicolo complottismo e la vostra totale ignoranza in tutto ciò che afferisce al mondo scientifico è peggio dell'inquisizione medioevale. Provate a studiare, o al massimo, se non ci riuscite, a consultarvi con chi della scienza e ricerca scientifica ha fatto una ragione e uno scopo di vita.
    • giovanni allibrio 8 mesi fa
      Serve documentarsi una pagina interessante è quella della ricercatrice ambientale indipendente M. Rita D'Orsogna con migliaia di documenti che attestano la pericolosità di estrazione in vari Stati del mondo continuando a distruggere il Pianeta con il metodo del Fracking, cariche esplosive, ecc. Gli esseri umani devono tutti i giorni ricordare che il Pianeta Terra è solo uno e dobbiamo pensare alle future generazioni.Grazie allo sblocca Italia di Renzie si può fare ricerca idrocarburi da Sud a Nord toccando siti naturalistici e centri abitati senza distinzione.Un danno incalcolabile in ordine di tempo di ENI ( il cane a sei zampe dell'energia pulita)è quello dei giorni scorsi confessando la fuoriuscita di greggio dal Centro olii di Viggiano circa 400 tonnellate nei campi. Non si può rimanere impassibili a questi scempi siamo italiani solo quando si vincono i Mondiali e ci dimentichiamo del futuro che stiamo compromettendo ai nostri figli. Voglio ricordare che una Direttiva Europea impone gli Stati membri entro il 2020 ( noi recipiamo fra 30 anni)di passare alle energie rinnovabili. Due Stati vicino a noi la Germania al 60% la Danimarca al 2020 sarà 100% rinnovabile noi dobbiamo ancora iniziare. Basta votare PD alle prossime elezioni e ci siamo scavati la tomba da soli.
    • Paolo Z. Utente certificato 8 mesi fa
      Non sono un geologo, anzi, ho solo la 3a media, ma molti "esperti" del M5S sono da coprir di pece... Dato che ho lavorato ( e studiato, ho 53 anni ), cose che riguardano l'elettricità, spesso rimango basito di come rappresentano le fonti d'energia, i rifiuti... Qualche post fa, c'era un articolo su un sistema di "eliminazione" dei rifiuti di Barcellona, senza fare calore e inquinamento... Basterebbe che chiedessero alla fine dell'impero italiano, a Treviso, come si trattano i rifiuti http://www.contarina.it/ Paolo TV
    • Maria P. Utente certificato 8 mesi fa
      potresti avere anche lo scopo di vita di insegnare senza essere offensivo
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 8 mesi fa
    Speriamo che le cariche esplosive non le mettano anche sotto il cratere dell'Etna.
  • francesca Marcellino Utente certificato 8 mesi fa
    La Sicilia è un area altamente sismica
    • Paolo Z. Utente certificato 8 mesi fa
      Allora dato che in Campania c'è il Vesuvio e i campi flegrei, bisogna fermare tutte le cave. E le cave in campania sono tante http://legambiente.campania.it/primo-piano/rapporto-cave/ Paolo TV
  • Paolo Z. Utente certificato 8 mesi fa
    Maria P., bologna hai detto "e se fosse che " il battito d'ali di una farfalla può provocare un uragano dall'altra parte del mondo?" su un commento di Giovanni F., "tanto vale sparare una scoreggia in un uragano." Ma dàì. Studia un poco di fisica, il minimio. Con tutte le atomiche che han fatto scoppiare i Russi (https://it.wikipedia.org/wiki/Bomba_Zar ...era una bomba H di tipo Teller-Ulam da 50 Mt, ovvero 3125 volte l'energia emanata da Little Boy (la bomba atomica utilizzata dagli Stati Uniti su Hiroshima), oppure 10 volte la potenza combinata di tutti gli esplosivi convenzionali usati nella seconda guerra mondiale.), gli USA, i cinesi ecc ecc.. Che cazzata... Paolo TV
  • Mauro Fraschetta Utente certificato 8 mesi fa
    Bisogna conoscere i fatti prima di dire castronerie.E' riduttivo e scorretto affermare che cercano gli idrocarburi con esplosivo! Quelle che si sentono sono cariche che vengono sotterrate e fatte esplodere per andare a cercare eventuali giacimenti petroliferi. Queste attività fanno parte della ricerca sismica e serve ad avere risposte ai geofoni messi in superficie sulla composizione della crosta terrestre ed individuare dei sinclinali dove effettuare la ricerca perforando poi un pozzo esplorativo. Altra cosa è dire basta con i combustibili fossili e tutte le attività ad essi correlate. L'olio ed il gas sono risorse ancora molto importanti e fanno affari in tutte le parti del mondo. Dovremmo governare come m5s e allora potremmo dire basta alle risorse fossili.A mio avviso allo stato attuale è pressochè impossibile in quanto è lo Stato proprietario del sottosuolo ed è anche quello che riceve soldi sia prima durante la concessione mineraria che dopo per lo sfruttamento del giacimento. Saluti
    • Michele B. Utente certificato 8 mesi fa
      I soldi che si ricevono per le concessioni sono briciole. I danni conseguenti alle estrazioni sono molto piú impattanti. Basilicata docet.
  • Giampaolo M5S Utente certificato 8 mesi fa
    Speriamo che non fanno danni al territorio.....
  • NIK98 8 mesi fa
    bravi 5 stelle avete scoperto eni che butta bombe e adesso cosa facciamo???? magari se facciamo una denuncia succede qualcosa??invitiamo tutti i sindaci o governatori a fare qualcosa?? con la carta bollata non si ottiene niente 5STELLE SVEGLIA
  • Guepart gerard Utente certificato 8 mesi fa
    Ciao Voi che vogliono un prestito alla banca per un lungo periodo di tempo ecco un Ms che è grave è che si concede la vostra domanda di prestito. Contattare la Signora Chouinard per la vostra applicazione di prestito. Ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com
  • Maria P. Utente certificato 8 mesi fa
    con tutto il sole che ha, la Sicilia non deve ricorrere agli idrocarburi
  • Giovanni F. Utente certificato 8 mesi fa
    tanto vale sparare una scoreggia in un uragano.
    • Giovanni F. Utente certificato 8 mesi fa
      questi vanno a sfottere il sottosuolo siciliano che è terra vulcanica. Ma andassero a scoreggiare in altro luogo.
    • Paolo Z. Utente certificato 8 mesi fa
      Maria P., bologna Con tutte le atomiche che han fatto scoppiare i Russi (https://it.wikipedia.org/wiki/Bomba_Zar ...era una bomba H di tipo Teller-Ulam da 50 Mt, ovvero 3125 volte l'energia emanata da Little Boy (la bomba atomica utilizzata dagli Stati Uniti su Hiroshima), oppure 10 volte la potenza combinata di tutti gli esplosivi convenzionali usati nella seconda guerra mondiale.), gli USA, i cinesi ecc ecc.. Che cazzata... Paolo TV
    • Maria P. Utente certificato 8 mesi fa
      e se fosse che " il battito d'ali di una farfalla può provocare un uragano dall'altra parte del mondo?"
    • Paolo Z. Utente certificato 8 mesi fa
      Si, anche a me sembra che la potenza sia irrisoria
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus