La demografia dell'Italia

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
demografia_italia.jpg

"Mi trovavo a Merate ed entrando all'ufficio comunale ho trovato questo foglio alla parete. Un normale censimento dei movimenti demografici. Così mi sono soffermato a leggere i dati e mi hanno colpito particolarmente. I primi sono, purtroppo, tipici del nostro Paese, scarsissima natalità e bassissimo numero di nuove famiglie (politiche sociali inadatte al XXI secolo?). Il dato preoccupante è invece l'ultimo. Il rapporto immigrati/emigrati è sostanzialmente uno a uno.
In pratica esportiamo i nostri giovani, spesso formati e pluri-laureati, e importiamo manodopera a basso costo e spesso non istruita. Il risultato è terrificante per l'economia italiana. Tra le spese sociali, infatti, c'è il comparto formazione, i soldi che lo stato spende per formare i giovani, un tale abbandono si traduce direttamente in mancanza di personale altamente qualificato fornendo, di contro, un esercito di personale che abbassa drasticamente il livello qualitativo. A ciò si unisce il dramma del lavoro sommerso, una moltitudine di disperati che accettano qualsiasi lavoro per andare avanti. Così assistiamo allo sfruttamento dei migranti nei campi di arance calabresi o per raccogliere pomodori ecc ecc, lavori pagati pochi euro al giorno che uccidono il mercato creandone, di fatto, uno parallelo fuori dalle possibilità di chi, invece, tiene standard alti in termini di gestione del personale. Un Governo lungimirante dovrebbe osservare questi dati col mio stesso stupore e investire per invertire questa tendenza. Occorrono misure urgenti di riduzione fiscale sulle imprese, serve investire pesantemente sulle start-up e aziende innovative (gli USA solo nel 2013 hanno investito 1 miliardo di dollari sull'artigianato 3D), serve snellire le procedure burocratiche per accedere ai finanziamenti e potersi avviare nel mercato della piccola imprenditoria, occorre eliminare qualsiasi tassa sulle giovani aziende di pochi dipendenti.
Va garantito alle giovani coppie il sostegno necessario per scegliere di avere un figlio, oggi non è solo un problema economico ma anche di gestione del tempo, servono in tal senso nidi aziendali e part-time ben retribuiti come avviene in Francia e Austria. Un Governo che, non solo non va in questa direzione, ma si manifesta per la scelta nei ruoli chiave dei soliti volti noti della decennale gerontocrazia parlamentare, ci porterà al definitivo tracollo. Serve aria fresca, non nei nomi ma negli schemi, i partiti non sono in grado di garantire libertà di azione ai loro eletti, basta pensare a Vendola, Pisapia, Crocetta e Renzi, tutti presentati come il "vento che cambia" per poi dimostratisi più succubi delle vecchie logiche dei loro predecessori.
I partiti devono sparire, largo alle idee e alla democrazia diretta e partecipata. Largo al M5S." Manlio Di Stefano

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • giorgio l. Utente certificato 3 anni fa
    Mai sentito nominare il PIANO KALERGI ???? leggetevelo e...tanti auguri a tutti. Venerdi 17
  • gaetano giordano Utente certificato 3 anni fa
    Sempre in tema di comunicazione. Ieri,ho assistito,durante la trasmissione "L'ARIA CHE TIRA"ad un cortometraggio,nel quale veniva mostrato BEPPE GRILLO su uno di quegli attrezzi elettrici monocicli che si vedono girare nelle fiere,aveva le spalle coperte da un drappo bianco su cui si notavano i segni del M5S,correva lungo i viali dei FORI IMPERIALI insieme alle bighe del famosissimo film che sarà stato usato per farne il fotomontaggio e urlava a vanvera,parole facenti parte del frasario di BEPPE GRILLO.Il tutto col commento infame di SGARBI che si trovava tra gli ospiti della trasmissione e posso solo immaginare l'effetto di quelle parole e di quella scena su gente poco preparata. Normalmente gli avvocati,per ridurre l'efficacia delle dichiarazioni di un teste contrario,cercano di attaccare quel teste in modo da ridurne la credibilità.Nel nostro caso non sarebbe assolutamente difficile ridurre la credibilità di un individuo che avendone la possibilità appiopperebbe l'epiteto di CCCAPRA anche a papa FRANCESCO;ma con quali mezzi può farlo il M5S? IN ATTESA DI TEMPI MIGLIORI SCATENIAMOCI SUL BLOG!
  • carla2 g. Utente certificato 3 anni fa
    Per quanto riguarda la politica per la famiglia nel nostro paese si deve ricordare che nel 1973-74 entrò in vigore la legge sul cumulo dei redditi tra coniugi, legge assurda per come era concepita a carico di donne che già lavorando erano pagate meno e di uomini che bene o male dovevano condividere il lavoro domestico con la moglie. La magistratura si accorse che anche giudici, politici, avvocati, imprenditori avevano mogli che lavoravano e anche a loro sarebbe partita una ulteriore bella fetta di reddito, perciò già nel 1976 la legge era stata dichiarata incostituzionale.
  • Consigli computer Utente certificato 3 anni fa
    Continuate cosi siete fantastici. Grazie M5S
  • Luigi P. Utente certificato 3 anni fa
    E' CHIARISSIMO A CHIUNQUE ABBIA ANCORA UN MINIMO DI SALE IN ZUCCA CHE ALMENO IL 70-80% DEGLI "IMMIGRATI" LI MANDA LA ..MAFIA!!!!!!!!!!!! LI MANDA PER POTERLI FAR LAVORARE IN NERO!!!!!!!!! TANTO I CONTROLLI QUANTI SONO??? SE CI SONO??? POI C' E' CHI USA GLI "IMMIGRATI" PER FARSI DARE I FINANZIAMENTI - SEMPRE PUBBLICI - PER ACCOGLERLI.... IN PRATICA HANNO INVENTATO UNA NUOVA E FIORENTISSIMA INDUSTRIA.. L' IMMIGRAZIONE DI MASSA GESTITA DALLA MAFIA E DALLA CARRITTASSS
  • carla2 g. Utente certificato 3 anni fa
    Caro Manlio Di Stefano, il nostro non sarà mai un paese come Francia e Austria, loro, i governanti di quei paesi tengono in considerazione i connazionali che li hanno eletti, anche i più furbi e scafati politici stranieri sono più nazionalisti dei nostri ignoranti, avidi e venduti pseudopolitici italiani. Da noi non c'è mai stata e non ci sarà mai una politica per la famiglia e in aiuto ad essa, la famiglia è solo una vacca da mungere come tutto il resto ed è per questo che sta scomparendo come l'italiano nativo, meglio nuove razze che invadano il paese sicuramente più ignoranti dei ns. problemi e quindi più manovrabili dai delinquenti al governo e non.
  • alfonsina p. Utente certificato 3 anni fa
    Ma le persone che criticano il post, si rendono conto quale danno stanno provocando questi immigrati in Italia? Io sono "terrona" e non leghista, ma ci vuole tanto a capire che, fra 10/20 anni, saremo succubi di questa gente, perché diventeremo una popolazione di vecchi bisognosi e i giovani saranno tutti extracomunitari, perché gli Italiani non si possono permettere di avere figli? Perché non avete una visione più lunga della situazione? Vi piacerebbe trascorrere la vecchiaia in mano a gente senza scrupoli, senza nessuno che vi difenda? Parlo a voi , che fate tanto i buonisti. E non mi venite a dire che anche i nostri sono emigrati, perché non venivano certo trattati bene. Comunque, in Italia devono rimanere solo gli immigrati che si sono "PERFETTAMENTE INTEGRATI", con un lavoro e una casa, gli altri possono tornate a casa loro. Questo, ripeto, lo direi anche ai norvegesi. Per i buonisti, dico che non ci sono stati mai tanti furti come in questo periodo e fra poco toccherà anche a voi. A me è già toccato. EKKEKAZZO!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Notizie informatica Utente certificato 3 anni fa
    L' unica speranza per cambiere è azzerare l' apparato politico. Vedrai come cambierà l' Italia in meglio
  • simone D. 3 anni fa
    E no che poi ci prendono per il culo. Hanno pure ragione. Chi è il genio che ha messo sto post? Lo scemo del villaggio?
  • alvise fossa 3 anni fa
    SONO DATI DAVVERO ALLARMANTI RIGUARDANTI LA NOSTRA DEMOGRAFIA IN ITALIA
  • melina musolino 3 anni fa
    Mi dispiace dirlo,visto che ho votato5 stelle,la colpa di tutto questo è anche vostra,quindi che postate a fare queste notizie?vi buttate la zappa sui piedi!
  • claudio 3 anni fa
    non ha nessun senso far paragoni con gli U.s.a che stampano moneta senza preoccuparsi di quanti $ hanno in circolazione, di un austria con 9 milioni di abitanti ( quanto la sola lombardia ) e di una francia ( 66 milioni di abitanti ) che può sempre contare sulle sue ex colonie e sulla produzione di energia nucleare ( piaccia o meno ). La mancanza di lavoro, o meglio di un tessuto produttivo in grado di crearlo, ha spinto molti italiani come in passato ad emigrare ( andate a vedere come li trattano ) e sta mettendo anche in crisi chi aveva scelto la nostra nazione per crearsi un futuro migliore. Il vero problema non è lo schiavo moderno moldavo che ruba il lavoro, ma è una generazione viziata da happy hours, con la sindrome da social network che non ha quella fame di "rubare" il lavoro, di creare impresa che probabilmente avevano i suoi genitori alla loro età. Se non cambierete marcia, sarete fottuti in quanto i risparmi accantonati dalle generazioni passate ve li state spendendo tutti.
    • Marco Marino 3 anni fa
      Io ho 30 anni e vivo all'estero. Lavoro 36 ore di orologio alla settimana e guadagno 3000 euro netti al mese (In Italia ne guadagnavo 2000 lavorando 45h alla settimana), alloggio pagato, palestra, assicurazione medica, fondo pensione. Vieni a vedere come ci trattano all'estero?
  • Luca Findeis 3 anni fa
    Amici, smettiamola di fare i leghisti. I numeri sono riferiti a chi sposta la RESIDENZA da o a Merate. Chi va a vivere a Merate non per forza è nekro e non laureato. Prima di pubblicare cose a caso forse è meglio leggere attentamente e cercare di capire. Altrimenti hanno ragione gli altri a dire che M5S fa solo facile populismo!
    • marco t 3 anni fa
      Qui non si tratta di fare i leghisti, è un dato di fatto che la manodopera qualificata italiana emigra all'estero e in Italia arriva ancora molta manodopera generica e dequalificata a basso prezzo. Al di là del caso specifico di Merate, i flusssi migratori da e verso l'estero indicano che la manodopera presente in Italia si sta fortemente dequalificando. Quindi stiamo perdendo in tecnologia e competitività.
  • Aldo Masotti Utente certificato 3 anni fa
    Ma se per certificare un prodotto nuovo devo andare in Irlanda (lo fanno in pochi giorni) mentre qui in italia occorrono anni . Restera solo questa burocrazia imperiale a guardare il deserto .
  • Eugenio Ciolli 3 anni fa
    Qui non si tratta Di razzismo,qui bisogna proteggere il nostro stile Di vita, che gia e' abbastanza minnacciato. Non pensate che il problema siano solo quelli che sfruttano una manodopera Di disperati, ma sono anche I disperati stessi. Mi spiego: guardavo Piazza Pulita che faceva un servizio sull'ascesa dell' UKIP in inghilterra.Quando hanno fatto parlare gli immigrati questi hanno risposto: ''Noi che colpa abbiamo? Siamo pagati meno degli inglesi. E' giusto che assumano noi e non loro''.Avete capito? I lavoratori immigrati non si sono lamentati del loro stipendio bassissimo, ma delle lamentele dei loro colleghi inglesi. Invece Di fare fronte comune con I lavoratori autoctoni( cioe quelli inglesi), si sono schierati dalla parte dei padroni! Perche'? Per paura Di perdere il posto? Ma per favore! Loro Sanno bene che se si ribellano tutti al padrone nessuno perdera il posto! E allora perche non lo fanno?, chiederete voi.Semplice: 1) anche se guadagnano poco prendono comunque Di piu rispetto ai loro disastrosi paesi d'origine.2) godono Di esenzioni dalle tasse e inoltre quelli messi in regola hanno una Casa pagata dallo Stato cioe' da NOI. Quindi alla fine si accontentano Di quello che hanno e vedono come minaccia I lavoratori (inglesi, italiani,ecc. )Piuttosto che I loro schiavisti. Questi stanno fuori come le scimmie!ti credo che I lavoratori autoctoni si lamentano anche Di loro e non solo dei padroni del lavoro!
    • Federico Zorzan 3 anni fa
      Salve, un pò di chiarezza. Prima di tutto occhio a parlare male degli immigrati in Inghilterra perchè gran parte di loro sono nostri connazionali. Secondo in UK esiste il salario minimo garantito quindi il datore di lavoro non può darti meno di un Inglese e raramente, se non i primi mesi di assunzione rimani con tale paga perchè circa ogni 3/6 mesi ci sono le renew del contratto con gli aumenti. Terzo In Inghilterra vige la meritocrazia, quindi che tu sia Inglese, Indiano o Italiano il datore di lavoro guarda chi è capace di fare il suo mestiere perchè ne vale al suo business. Quarto se dai retta a tutto ciò che gli esponenti UKIP dicono ti metti le mani sui capelli, dicendo cose del tipo: le donne dovrebbero guadagnare meno degli uomini perchè meno redditizie con la maternità o gli omosessuali sono come i pedofili e via dicendo. Saluti
  • annibale 52 3 anni fa
    Scusatemi amici del blog. Quando un paese favorisce le condizioni per cui un giovane laureato esce ed un giovane ignorante entra significa che il paese stesso è governato da ignoranti! Questo fenomeno come lo chiamiamo? Vogliamo chiamarla mafia? Si può dire? Come si sviluppa la mafia? Con arance (senza offesa pe gli agricoltori),è semplice coltivare la terra pagando poco la manodopera, con corruzione, (il modo più semplice per fare gli affari), con droga e prostituzione...le solite cose insomma, gli affari più banali!!! Avete mai visto un paese sviluppato, civile e allo stesso tempo mafioso?
    • Marco Marino 3 anni fa
      No, significa che il paese e' governato da persone che hanno vantaggio a mantenere la popolazione ignorante. Piu' il popolo e' ignorante, piu' e' controllabile.
  • MK ROMA Utente certificato 3 anni fa
    MANLIO!!! Ma ti sei impazzito a scrivere queste cose?! Non sarai mica diventato fascista, camerata, xenofobo, omofobo, maschilista, misogino, squadrista, seguace, adepto, sessista, amico dei terroristi?!!! Ma ti rendi conto di quanto hai scritto? Ma sei pazzo?!
  • birimbi 3 anni fa
    pare scritto da me questo post, la sinistra vuole come la destra trovare lavoro con economie da dopoguerra cemento ed ancora cemento. per cui spendiamo tanti soldi per mantenere le universita' se pur con qualche pecca, e poi si laureano i nostri giovani e fuori trovano un mercato tutto differente per cui assistiamo ad ichino dire ci sono tanti mestieri in via di scomparsa , lavori nobilissimi tipo sarti , calzolai, fabbri ecc l'allora chiudiamole queste universita, se poi i nostri ragazzi devono andare via. o forse si fanno entrare gli immigrati perche' oggi in italia ce' solo lavoro poco qualificato . se renzi dice digitalizzazione , banda larga poi cosa finazia lavori pubblici dove quasi sempre ci scappano le mazzette.non sono credibili anche questo ar 18 fara' diminuire i consumi , ma secondo voi se uno scopre che da domani che non e' piu' sicuro sul posto di lavoro credo che grossi acquisti case, macchine , non ne fara' o no. forza 5stelle niente governi con il pd , solo elezioni se no non vi voto piu' certo se ci sono traditori o traditrici se ne vadano oppure si dimettano perche' sono diventati altra cosa, su determinati argomenti si tipo la consulta , ma solo su poche cose e se loro votano le nostre leggi.
  • claudio n. Utente certificato 3 anni fa
    Vorrei portare a conoscenza dei lettori di questo Blog la mia ultima personale esperienza su questo tema. Sono disoccupato da lungo tempo non per mia scelta, ovviamente. Un paio di settimane fa, tramite annuncio sul giornalino trova lavoro locale, vengo chiamato dal titolare di una azienda agricola operante nel campo della vinificazione. Dieci-undici ore di lavoro duro nel vigneto, a cinque virgola cinque € all'ora, intruppato con una numerosa marmaglia di stranieri, in particolare Moldavi e Rumeni. Ritmi di lavoro pazzeschi, una sola pausa di mezz'ora giornaliera nel campo per bere acqua e mangiare un panino, con il padrone contadino sempre a pungolare e minacciare di lasciarti a casa se non vai svelto, io che ho 58 anni. Ogni giorno ne cacciava qualcuno sui due piedi, subito rimpiazzati da altri schiavi che evidentemente il "padrone" non aveva difficoltà a reperire, stante l'enorme serbatoio di mano d'opera di cui dispongono i padroni e padroncini, fino a ieri oscuri mezzi morti di debiti e ora grazie a questo nuovo potere che sconfina nello schiavismo, elevati al ruolo di "Kapò". Orbene, Domenica mattina ho un pesante alterco con un energumeno Moldavo che ambisce a fare il capetto, mi accusa di essere troppo lento e mi minaccia fisicamente...Dopo essere arrivato sulla linea rossa, quella che poteva portarmi a piantargli le forbici nella pancia, mi calmo e me ne vado sui due piedi, contento tutto sommato di non essere stato colpito dal Moldavo pazzo pericoloso, immaginate se mi avesse buttato fuori i denti malfermi quale danno anche economico avrei subito. Naturalmente il padrone, e me lo ha detto sul muso, teneva al Moldavo anche perchè sennò avrebbe perso gli altri schiavetti, solidali con il loro capetto. Morale della favola, io Italiano locale sono stato cacciato da un Moldavo con la complicità di un padrone leghista, avido e approfittatore. Siamo arrivati a questo punto. E non mi si parli di guerra tra poveri, qui c'è dell'altro, e molto,molto sbagliato.
  • marcello giappichelli 3 anni fa
    BENISSIMO Premessa non procrastinabile: Ripulire la stalla!
  • Giacomo 3 anni fa
    A volte penso che ci sia qualcuno che spinge e sostiene fortemente questa situazione di emigrazione ed immigrazione. Probabilmente perchè sogna ad un "Made in Italy" in cui la manodopera sia Low Cost ed un alto guadagno. Per quanto riguarda il "Made in Italy", si sa che è una garanzia ed è apprezzato in tutto il mondo. Nessuno se ne accorgerebbe se è di manifattura autoctona o da immigrati.
  • Alex B. 3 anni fa
    Ma ci fate o ci siete? Nei dati dei comuni immigrati ed emigrati sono semplicemente chi cambia residenza, quindi questa "terribile" emigrazione potrebbe essere 100% italiana.
    • Miki 3 anni fa
      miiii... quanti commenti ho dovuto scorrere per trovare uno con cervello che lo rilevava :D allora non sono proprio tutti tutti lobotomizzati
    • Giacomo A. Utente certificato 3 anni fa
      Quindi non ci sono ragazzi e intere famiglie che emigrano? Non ci sono laureati che SCAPPANO in altre realtà come l'Inghilterra, la Germania, la Svizzera (tant'è vero che le ultime due hanno promulgato leggi per prevenire il fenomeno dell'immigrazione anche da parte dei paesi comunitari)? Questo vuoi dire?
  • LEGANDRANGHETA 3 anni fa
    Ben detto!
  • alessandro b. 3 anni fa
    State commentando la fine che è già arrivata, già con gli "immigrati) (fa comodo chiamare così delinquenti che violano il nostro territorio invadendoci senza chiedere il permesso e rispettare le nostre leggi eh?) già attuali la popolazione italiana verrà dimezzata in 20 anni. Sono 25 anni che emigrano cervelli italiani ed importiamo marocchini nigeriani e birmani e che ti aspetti? Il made in Italy lo fanno in Taiwan sveglia allocchi!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus