Cosa aspetta Alfano a convocare l'Ambasciatore turco? #IoStoConGabriele

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle Europa

Gabriele Del Grande è in carcere in Turchia da 10 giorni. Non ha commesso nessun reato e nessun reato gli è contestato. Quando è stato fermato stava solo facendo il suo mestiere di documentarista e giornalista. Gabriele oggi ha iniziato lo sciopero della fame contro la sua ingiusta detenzione. Il Ministro degli Esteri Angelino Alfano cosa aspetta? Il MoVimento 5 Stelle chiede che sia convocato immediatamente l'Ambasciatore turco in Italia e che il Governo pretenda il rilascio immediato di Gabriele.

La 'sinistra frou frou' oggi si indigna e chiede la liberazione di Gabriele. Dov'era quando al Parlamento europeo denunciavamo le restrizioni delle libertà civili e la sistematica repressione messa in atto da Erdogan? Dov'era mentre Renzi metteva le mani nel portafoglio degli italiani per finanziare Erdogan tramite il vergognoso accordo sui migranti? Dov'era mentre noi chiedevamo con forza la sospensione formale dei negoziati e il blocco dei fondi europei di preadesione alla Turchia? In meno di venti anni, da quando Erdogan è salito al potere (diventa primo ministro nel 2003) fino al 2020, l'Europa ha già trasferito o promesso di stanziare alla Turchia 36,6 miliardi di euro. L'Italia dovrà sborsare 224,9 milioni solo per il barbaro accordosui migranti. Ma questo non basta: se Erdogan non otterrà anche l'esenzione dei visti per i cittadini turchi prevista da questo patto illegale (nonostante per anni la Turchia sia stata palesemente l'autostrada per decine di migliaia di jihadisti), minaccia apertamente di utilizzare di nuovo i flussi migratori per imporre la sua volontà a quest'Europa debole e codarda.

Il MoVimento 5 Stelle non cede ai ricatti:
noi stiamo con Gabriele e con la sua denuncia dell'ipocrisia europea sull'immigrazione. Il suo documentario 'Io sto con la sposa' dovrebbe essere trasmesso in ogni scuola, così da far capire a tutti le tremende conseguenze del Regolamento di Dublino e dell'accordo sui migranti con la Turchia, e nei titoli di coda dovrebbe essere aggiunto un video con le scuse di tutti quei politici che hanno siglato questi vergognosi accordi.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • ALAN MONTANARI 15 ore fa
    Su questo personaggio temo che i 5s stiano prendendo una cantonata bestiale. Questo sedicende giornalista è un uomo di soros nell'area turco siriana, ed il suo fermo non dipende certo dal fatto che abbia "raccontato la verità" ma anzi al contrario che rientri nella strategia di erdogan di limitare gli spazi per l'isis in turchia, per cui di togliere di mezzo tutti i fiancheggiatori circolanti come questo del grande. Mi sorprende che i 5s, sempre così attenti alla comunicazione, siano caduti in un simile tranello mediatico.
  • Zampano . Utente certificato 19 ore fa
    Gabriele Del Grande solidarizzo, però che ce sei annato a fa in Turchia? Che, in Italia non abbiamo i migranti e i misteri legati al loro trasporto? La prossima volta resta qua a fare le tue indagini, che oltre ad avere meno casini sei senz'altro più utile al paese...
  • angelo saracini 19 ore fa
    non è tutto oro quello che luccica! Dalla Libia alla Siria, la strana storia di un giornalista free-lance finanziato da un miliardario http://www.sinistra.ch/?p=6415
  • violante f. Utente certificato ieri
    http://www.sinistra.ch/?p=6415
  • Si Mo Utente certificato ieri
    ...e non ci dimentichiamo di Giulio Regeni... ogni volta che penso a quel povero ragazzo mi viene un nodo in gola.
    • massimo m. Utente certificato ieri
      Grande Giulio Reggeni!! (due punti esclamativi significano: ora e sempre)! E un nostro santo laico, e non a caso. Un abbraccio @Si Mo
    • marco ferro Utente certificato ieri
      regeni era una spia al soldo degli inglesi e si è ficcato in una situazione più grande di lui.
  • marco ferro Utente certificato 2 giorni fa
    dovreste informarvi meglio su questo pezzo di merda che dice essere un giornalista. in realtà è pagato da una ong di soros e fa il volontario a pagamento e si intrattiene con i terroristi pagati dall'occidente per distruggere la siria. leggetevi il pezzo di maurizio blondet di oggi https://www.rischiocalcolato.it/2017/04/litalia-che-sta-per-gabriele-regeni-e-le-due-vanesse-unitalia-speciale.html
  • mario genovesi 2 giorni fa
    I governi europei si sono sistematicamente calati le braghe di fronte ai despoti orientali, figuriamoci se Alfano fa la voce grossa. Per fortuna nel resto d'Europa avanzano le destre, la grande Marine Le Pen va sicura al ballottaggio ed il fidanzato dell'ebreo Soros Macron farà confluire il voto almeno di Fillon su di lei, ed in Germania AFD accentua il suo profilo di destra radicale per attirare i voti dei nemici della negrizzazione ed islamizzazione. Eya eya.
    • ®amarcord 2 giorni fa
      .....ALALÅ........
  • harry haller Utente certificato 2 giorni fa
    Incredibile: pensate per un attimo se avessero fermato un cittadino americano, cosa sarebbe potuto accadere.....
    • Tony 2 giorni fa
      ..indovina.... https://i0.wp.com/i57.tinypic.com/imjmyw.jpg
  • massimo m. Utente certificato 2 giorni fa
    Noi stiamo e staremo sempre a fianco di persone come il grande Gabriele e lotteremo senza esitazione per la sua liberazione. Soltanto... un Ministro degli Esteri di conclamato carisma, come Angelino Alfano...ci mette un po' di timore riguardo ai tempi che ci vorranno per l'esito favorevole della sporca vicenda
  • Tony 2 giorni fa
    Grazie alle nostre pezze da piedi "onorevoli&ministri" anche il penultimo paese delle banane ( ultimo è il nostro ) si sente in diritto di spernacchiare l'Italia...Vedi i " migranti" che pretendono diritti che neanche gli italiani hanno.... e senza doveri, anzi, vogliono anche il " resto"...
  • Vincenzo d. Utente certificato 2 giorni fa
    Logicamente queste parole valgono anche per la Russia ...... vero?
  • Maria P. Utente certificato 2 giorni fa
    Al viceconsole italiano ad Ankara è stato vietato di vedere il giornalista prigioniero, brutto segnale!!!!
    • Tony 2 giorni fa
      ...questo è buono..hanno voluto evitargli un attacco depressivo...
  • Franco Mas 2 giorni fa
    D’accordo, però io ancora non capisco come un giornalista pensi di svolgere il suo normale lavoro nella Turchia di Erdogan, un regime dittatoriale dove chi fa troppe domande finisce in galera. Sveglia!!!
  • Francesco Talucci 2 giorni fa
    ....-.Cosa mai vi aspettate da un Alfano..!Non notate l'indice di " perduto rispetto " che abbiamo totalizzato in questi decenni, con l'avvento di certi personaggi, da prima di Berlusconi, a quel tempo Maroni,un Leghista, sbatacchiato ad un posto di alta delicatezza e responsabilità,poi un Alfano,senza preparazione o esperienza,(come la maggioranza di tutti costoro),capace solo di opprimere, far picchiare; Oggi questa è la marmaglia di incapaci che pretendono di farci tirare a campare.( salvi i loro fattacci sporchi, e la protezione dei loro interessi.) ci hanno fatto diventare lo zimbello del mondo; se ne sono accorti anche i Turchi,dopo gli Indiani, ( vedi " Marò "), e gli Egiziani, che ci menano per l'aria ( vedi Reggeni)...Ormai, non siamo più rispettabili...!
  • sandro d. Utente certificato 2 giorni fa
    il mestiere del giornalista in certi posti e moto pericoloso.
    • sandro d. Utente certificato 2 giorni fa
      vrissimo.
  • Marzii Caporossi (marziettoomarziolino ) Utente certificato 2 giorni fa
    E' perché si fanno accordi e poi non si rispettano. Ovvero i fondi promessi non vengono elargiti, perché se l'intascano chi comanda. Conseguenza un innocente fermato.
  • Marcello Occhi 2 giorni fa
    Visti i buoni rapporti di M5S con la Russia, sarebbe utile che Luigi di Maio, o magari lo stesso Garante, facesse un po' di pressione su Putin affinché intercedesse con l'amico Turco. Peraltro, vista la provata sensibilità di Putin nei confronti dei giornalisti, credo che i risultati sarebbero sicuri.
    • Elisabetta 2 giorni fa
      Hai perso un'occasione per stare zitto. Peccato.
  • cosa succede a non rispettare l11 comandamento 3 giorni fa
    la sotria dei giornalai in itaglia parte da molto lonanto..... la Sgrena la ricordate? ... per salvarla morì il capo dei servizi segreti italiani.... un grande uomo al posto di una merdaccia..... poi è arrivato Regeni che puzzava di SPIA SOTTO COPERTURA lontano un miglio.... sappiamo com'è andata. ORa c'è questo.. 1 caso USA 2 caso Egitto 3 caso Turchia è evidente che la faccenda PUZZA troppo.
    • lavati 2 giorni fa
      e si..se puzza fatti un bagno.....
    • seneca 2 giorni fa
      L'unica cosa che puzza sono le sue valutazioni su questi giornalisti !
  • Alessandro Poggi 3 giorni fa
    Alfano é sempre perentorio. Lo vogliamo indietro, VIVO O MORTO!.
  • Rosa Emanuela Lo Faro 3 giorni fa
    La Turchia non rispetta i diritti umani , non rispetta il diritto internazionale, non dobbiamo cedere ai ricatti.
  • Francesco C. Utente certificato 3 giorni fa
    Lo sapevate che i nostri leaders europei sono terrorizzati da Erdogan che progetta di affondare l' Europa con ondate di milioni di migranti? In Italia, pero', i nostri politici non sembrano cosi' terrorizzati. http://pamelageller.com/2017/04/turkey-dictator-threatens-europe.html/ [IMO]
    • Zampano . Utente certificato 19 ore fa
      CHE IDEA! BISOGNEREBBE FARLO ANCHE IN ITALIA, IN ACCORDO CON LA TURCHIA. LORO SCATENANO I MIGRANTI DALL'EST E NOI DAL SUD, COSI' CE NE LIBERIAMO UNA VOLTA PER TUTTE, VISTO CHE VOGLIONO ANDARE IN NORD EUROPA E FINALMENTE POSSIAMO DIRE UN BEL VAFFA A QUESTA INUTILE UE...
  • Gerardo Marcolini 3 giorni fa
    Dopo i fatti di Regeni in Egitto, vorremmo una determinazione totale nel risolvere in un lampo la restituzione di Gabriele. Ma questo non e' cosa di quesyi governicchi fatti da yesman.
  • Adelaide C. Utente certificato 3 giorni fa
    Caro Alfano,""DATTI DA FARE"" e fai liberare Gabriele. Per una volta nella vita fai qualcosa di giusto non solo per il tuo tornaconto!!
  • Mario S. Utente certificato 3 giorni fa
    Condi vido integralmente il pensiefo ddel Movimneto sulla liberazione di Gabriele del Grande. Meno parole e più fatti nell'affrontare il caso Gabriele.
  • Pier luigi 3 giorni fa
    scommetto che se si trattava di liberare qualche mafioso siciliano..l'alfanoide avrebbe mobilitato non solo l'ambasciatore ritirato il corpo diplonmatico italiano e anche avviato una operazione di liberazione con i corpi speciali esercito areonautica e marina e tutte le forze dell'ordine comprese inclusi anche i forestali.. ma essendo un reporter quindi un giornalista sul campo non da veline di palazzo.. meglio lasciarlo li.. anche Poletti disse che se alcuni gli italiani vanno all'estero è meglio che stiano li non ci Mancheranno.. alfano fa parte di questo governo
  • Aldo B. 3 giorni fa
    Parla a Erdogan che Alfano sentirà, il nostro Gabriele lo vogliamo qui da noi, Alfano sa la verità Eppure il cielo che ci guarda da lassù Insieme a te Alfano io arresterò, ambasciatore mio, sempre così Parla a Erdogan che mandi Gabriele qui da noi Vogliam vedere gli occhi suoi vicino a noi, Alfano sa la verità è l'Ambasciatore Turco convocar lui dovrà Insieme a te Alfano io arresterò, ambasciatore mio, sempre così Parla a Erdogan che mandi Gabriele qui da noi Vogliam vedere gli occhi suoi vicino a noi, Alfano sa la verità è l'Ambasciatore Turco convocar lui dovrà..
  • filippo piombini 3 giorni fa
    Richiamare subito intero corpo diplomatico italiano dalla turchia e convocare ambasciatore turco in italia invitandolo a lasciare il nostro paese. Impossibile avere rapporti diplomatici con un paese che non rispetta i diritti umani. Certo non dovevamo attendere di arrivare a questi livelli così bassi, ma la classe politica italiana ed europea ha contribuito non poco a creare questa situazione!
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 3 giorni fa
    È' ora di prendere le distanze dalla Turchia di Erdogan, ormai fuori dal contesto delle democrazie europee. Fare i duri con Putin e gli accondiscendenti con Erdogan e' una distorsione politica intollerabile è pericolosa. Cominci l'Italia a reagire al sopruso dell'incarcerazione di un giornalista italiano, possibilmente senza chiedere prima il permesso a Trump. E l'Europa cancelli subito la finzione antistorica di una adesione della Turchia all'UE. Di Paesi quantomeno equivoci ne abbiamo imbarcati gia' troppi.
  • Clesippo Geganio Utente certificato 3 giorni fa
    ma è lo stesso alfano del caso Shalabayeva? campa cavallo che l'erba cresce!!!!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus