Ilva, la Corte Europa processi pure PD e Forza Italia

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Luigi Di Maio

La Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo sta processando l'Italia con l'accusa di non aver protetto la vita e la salute di 182 cittadini di Taranto dagli effetti negativi delle emissioni dell'Ilva.
Forse però la Corte europea non sa che in passato i titolari dell'Ilva di Taranto hanno finanziato la campagna elettorale di Bersani - 98.000 euro nel 2006 e 110.000 euro in 4 anni da Federacciai, associazione di categoria della quale fa ovviamente parte il gruppo Riva - a cui poi chiedevano favori e cortesie, come dimostrato dalle carte acquisite dai magistrati, per intervenire su un parlamentare ambientalista che aveva presentato alcune interrogazioni.
E la Corte europea non sa nemmeno che accadde lo stesso con Berlusconi, a cui dal 2004 al 2006 sono stati generosamente donati 575.000 euro per Forza Italia e nel 2006 altri 50.000 euro versati da Federacciai a Forza Italia di Imperia, feudo di Claudio Scajola. Non è quindi un caso che in questi anni il Governo Letta e il Governo Renzi abbiano emanato numerosi decreti Salva-Ilva e zero decreti a tutela dei cittadini.
Il problema è che, se non sappiamo chi li finanzia, non sapremo mai per quali interessi governano. Ma siccome in questo caso sappiamo chi li ha finanziati e per chi hanno governato, la Corte europea faccia pagare i danni a Pd e Forza Italia, non ai contribuenti italiani.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus