Se questo è un Paese

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

pdue_macht.jpg

Voi che vi disinteressate della cosa pubblica
come se vi fosse estranea e alla vita delle persone
meno fortunate che vi circondano
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il telegiornale di regime caldo e visi di mafiosi e piduisti sullo schermo
mentre mangiate insieme ai vostri figli
che educate ad essere indifferenti e servi
Considerate se questo è un Paese
che vive nel fango
che non conosce pace, ma mafia
in cui c'è chi lotta per mezzo pane e chi può evadere centinaia di milioni
di gente che muore per un taglio ai suoi diritti civili, alla sanità, al lavoro, alla casa
nell'indifferenza dell'informazione
Considerate se questo è un Paese
nato dalle morti di Falcone e Borsellino
dalla trattativa Stato mafia
schiavo della P2
Comandato da un vecchio impaurito
delle sue stesse azioni
che ignora la Costituzione
Considerate se questo è un Paese
consegnato da vent'anni a Dell'Utri e a Berlusconi
e ai loro luridi alleati della sinistra
Un Paese che ha eletto come speranza un volgare mentitore
assurto a leader da povero buffone di provincia
Considerate se questa è una donna,
usata per raccogliere voti,
per raccontare menzogne su un trespolo televisivo,
per rinnegare la sua dignità
orpello di partito
vuoti gli occhi e freddo il cuore
come una rana d'inverno.
Meditate che questo AVVIENE ORA e che per i vostri figli non ci sarà speranza
per colpa della vostra ignavia, per aver rinnegato la vostra Patria
vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
stando in casa andando per via,
coricandovi, alzandovi.
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
la malattia vi impedisca,
i vostri nati torcano il viso da voi.

Liberamente ispirata alla poesia Se questo è un uomo di Primo Levi

PS: Il nuovo candidato sindaco di Bari per il MoVimento 5 Stelle è Sabino Mangano

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
    DEDICATO A COLORO CHE SONO IN UNA FASE DI IPOCRISIA ACUTA -------------------------------------------------------- TITOLIVIO - DAL BLOG DE IL FATTOQUOTIDIANO.IT Se parli di Levi sei antisemita Se parli della Boldrini sei sessista e stupratore Se parli di Napolitano sei eversore Se parli di Slot Machines, F35, soldi alle banche sei populista Se parli di Berlusconi sei comunista Se parli del PD sei del ventennio Poi vi lamentate si gli italiani parlano solo di calcio?
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      Grande! Hai dimenticato solo "Se parli della Kyenge sei razzista", ma sei scusato: era un ministro talmente indispensabile che Renzie ha abolito sia lei (vabbè, ora la manda in Europa) sia il suo ministero, che ormai nessuno ricorda più.
    • Franco T. Utente certificato 3 anni fa
      No signor cinelli ce le insegna stocazzo !
    • marco cinelli 3 anni fa
      Certo che di boiate voi grillini ne dite, ma ve le insegna Casaleggio e Grillo?
  • Matteo S. Utente certificato 3 anni fa
    "I Piddini in salsa giudaico-ebraica non sanno più che pesci pigliare.. Se parli di Levi sei antisemita Se parli della Boldrini sei sessista e stupratore Se parli di Napolitano sei eversore Se parli di Slot Machines, F35, soldi alle banche sei populista Se parli di Berlusconi sei comunista Se parli del PD sei del ventennio Se fai post intelligenti sei un cretino.. Poi vi lamentate si gli italiani parlano solo di calcio? E` difficile descrivere tutta l'ipocrisia italiota in solo sei righe!"
  • vito asaro 3 anni fa
    tutte le volte che in tv definiscono renzi un fuoriclasse io mi sento un genio.......e pensare che mi ritenevo una persona normale.
    • Lady Dodi 3 anni fa
      Ti hanno messo cinque bollini verde che sono segno di ammirazione credo. Io invece ti dico che INDUBBIAMENTE tu sei una persona intelligente. Ti leggo sempre con interesse.
    • grethe garbus (white venus) Utente certificato 3 anni fa
      FuoriClasse era il piu' pirla, espulso al corridoio dopo dieci minuti...
    • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
      Ma Renzie è davvero un fuoriclasse assoluto, hanno solo dimenticato di aggiungere DELLE BALLE
  • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
    Se questo è un uomo Voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case, voi che trovate tornando a sera il cibo caldo e visi amici: Considerate se questo è un uomo che lavora nel fango che non conosce pace che lotta per mezzo pane che muore per un si o per un no. Considerate se questa è una donna, senza capelli e senza nome senza più forza di ricordare vuoti gli occhi e freddo il grembo come una rana d'inverno. Meditate che questo è stato: vi comando queste parole. Scolpitele nel vostro cuore stando in casa andando per via, coricandovi, alzandovi. Ripetetele ai vostri figli. O vi si sfaccia la casa, la malattia vi impedisca, i vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi (Grazie per il Post che si ispira a questa poesia di un grande poeta e scrittore, indimenticabile)
  • Sauro T. Utente certificato 3 anni fa
    Che c'è di offensivo verso la comunità ebraica in questo post? Qualcuno me lo può spiegare per favore perché onestamente non lo capisco!
    • Teresa G. Utente certificato 3 anni fa
      E' un commento forte, certo, (da sempre così,i messaggi di Grillo) ma che fa riflettere su quale strada stiamo percorrendo. Il popolo ebreo, si ferma solo sul simbolo,il resto è ampliato solo dal potere politico ed economico, forse anche l loro!Che dobbiamo dire di ciò che sta accadendo da troppi anni e che ora sta avvenendo in maniera molto più smaccata ed addirittura ostentata? E' questo che ci anestetizza? E' questa disumana normalità?... Ora le persone si uccidono da sole, ora ci si privatizza la Vita, come l'acqua, nonostante la vincita di un referendum, ci si toglie la possibilità di curarsi,i buchi del politico Storace nella sanità, nel Lazio vengono detratti da dipendenti (rimasti) e pensionati. E le scuole pubbliche rese disastrose a scapito delle private? E che dire dell'ansia che si vive per il futuro e che distrugge ed uccide piano piano,? Che dire del menefreghismo sull'ambiente, delle tragedie dei rifiuti, dell'Ilva, dell'ambiente, di cio' che mangiamo?non è questo anche uno sterminio? Certo, non c'è bisogno di paragonare questo a quello, ma il messaggio che Beppe Grillo voleva inviare, non ha niente, per me, che offenda la terribile tragedia...ma, un richiamo a noi tutti di riflettere cosa ci stanno preparando, nella realtà, Non c'è anche qua una divisione tra i sempre più ricchi, autoreferenziali (autorefeRenziani) politici che neanche fanno più vedere in TV il dramma quotidiano di tanta gente, l'arricchimento illecito di molti politici e...nessuno ha parlato più di tanto dell'evidenza più evidente del grande partito della mafia ormai radicato in ogni dove(F.I.)con longa mano di profonda sintonia con PD ed altri. La tragedia dei campi di concentramento è sempre frutto in me di orrore per cosa può arrivare a fare l'umanità. Ma oggi,usando un termine forte, non si sta "sterminando" da parte di chi avidamente ingrassa e prospera ed un' altra parte che è costretta ai margini, senza libertà di azione e di futuro? Chiacchiere, disperatamente chiacchiere!
    • Lenin Nicolaj (che fare) Utente certificato 3 anni fa
      daje è facile - la comunità ebraica è sostenitrice del "renziE pensiero" come li fu del berlusconismo in nome dell'anticomunismo .. ma davvero credete che i nazisti fossero tutti germanici di Germania ? .... ah ah ah :D
  • Antonio C. Utente certificato 3 anni fa
    Se Benigni fa un film che riesce a far ridere con l'olocausto è un genio... Se Beppe Grillo si ispira alle parole di Primo Levi per tracciare un quadro iper realistico della nostra realtà è antisemita. Le persone intelligenti capiranno che questo è l'ennesimo attacco insensato della stampa al M5S... Vinciamo noi!
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      Sai, Beppe ha scritto un post bellissimo (come lo era "Il 25 aprile è morto", ispirato a Guccini e che suscitò anch'esso l'ira dei benpensanti). Però Beppe, a differenza del paraculo piddino Benigni, non si è genuflesso indossando la kippah: https://www.google.it/?gfe_rd=cr
  • Marco V. Utente certificato 3 anni fa
    Temevo che alle europee non avremmo preso più del 23-24% ma vista la reazione scomposta, spropositata e assolutamente ridicola di alcuni senatori PD a questo post mi sono convinto che probabilmente viaggiamo già verso il 30%. Si stanno cagando sotto dalla paura, non c'è altra spiegazione. Viva Primo Levi, Viva la resistenza al nazi-fascismo, Viva la nuova resistenza alla mafia-politica.
  • gi s. Utente certificato 3 anni fa
    bellissimo post, commovente e per niente irrispettoso. Grazie
  • lorenza m. Utente certificato 3 anni fa
    Amo molto Primo Levi come autore, di cui lessi l'opera omnia ai tempi dell'Università. Credo che avrebbe concordato su ogni parola... M5S: orgoglio italiano.
  • Pierluigi c. Utente certificato 3 anni fa
    HAI TROLL PD DI MERDA..RICORDATEVI CHE SIETE NIPOTINI DI STALIN QUELLO CHE HA UCCISO 10 MILIONI DI EBREI NEL GULAG SIBERIANI ED ALTRI 60 MILIONI DI DISSIDENTI COMUNISTI.. GUARDATIVI ALLO SPECCHIO E SPUTATIVI IN FACCIA..INVECE DI INDIGNARVI PER IL NULLA
    • Carmine s. Utente certificato 3 anni fa
      Zampano, Non sono del tutto daccordo con la tua sintesi, vero è che Lenin fu' all'inizio contro il populismo perchè lo riteneva un mezzo, un'arma del capitalismo, ma è anche vero che fu' un rivoluzionario unico, tant'è cadde in disgrazia per le sue idee "avanguardiste" rispetto ai bolscevichi, reduci della rivoluzione d'ottobre e di cui Stalin fu' il disintegratore totale. Quello che accetto e che mi trova concorde con te è il fatto, ma è normale che accada, la "storia" viene edulcorata se non dimenticata dagli uomini, talvolta "aggiustata" per fini contrari ma utili ai promotori, Gli anni settanta, sono unici nella storia del nostro paese, irripetibili, dove troviamo proprio le idee rivoluzionarie che si adattano, è in special modo quelle dell'est, verso l'occidente plasmandosi all'occorrenza in mille rivoli come un fiume che esonda. Marxismo, leninismo, rivoluzioni culturali alla Tse-Tung,stalinismi vari (polpottiani compresi) ma con un unico denominatore (teorico il piu' delle volte) il popolo al centro del mondo, ma invero tutte deragliate in controriforme e dittature a scapito dello stesso popolo. Non sono sicuro se mi sono fatto capire, sinteticamente è un po' difficile "parlarne", ma quello che volevo dire, anche al commentatore "lenin de' roma", che utilizzare nomi di personaggi che identificano nel bene e nel male cambiamenti rivoluzionari di sistemi societari è da sciocchi, con i tempi che corrono e lo sfacelo di ogni ordine di aggregazione mondiale proprio perchè sono e sono stati in balia delle ideologie con il benestare del globalismo dei mercati nati sulle ceneri del vecchio capitalismo.
    • Zampano . Utente certificato 3 anni fa
      Carmine scusa se ti contraddico, ma Lenin è conosciuto in Russia come uno dei peggiori criminali che ci siano mai stati, al pari di Stalin, tant'è che lo ricordano come ''il demone rosso''. Sono i comunisti italiani ad avere edulcorato tante cose e a presentarcelo come un santo (e lo stesso facevano ieri con Stalin, se leggi i giornali anni 70). Saluti.
    • Carmine s. Utente certificato 3 anni fa
      Per errore ho "segnalato comm.inappropriato" di uno che come nik usa Lenin...dunque che fare? qualche anno addietro ebbi uno "scontro" con lui. Uno che usa, ovviamente puo' farlo, poi tocca vedere che credenziali ha depositato, il nik di "LENIN" behhhh! siamo al terzo millennio, mandarlo a cagare e' tempo sprecato, si badi che mica critico il Lenin vero, quello ha fatto storia, invece il "romano lenin" che di quello vero usa nome e cognome a " pene di cane" continua imperterrito a difenderne l'onore e "forse" il nome piu' del credo. Il romano non ha capito che comunismo, fascismo, nazismo, sionisti vari sono l'altra faccia della stessa medaglia....alla fine chi lo prende in culo e' sempre il povero, il popolo! L'ideologia, oggi e dico oggi 2014 e' come la, le religioni, e un mio vecchio ma sempre attuale amico, usava dire che le religioni sono come l'oppio (cannabis, MaryJaunn!) per i popoli.
    • Lenin Nicolaj (che fare) Utente certificato 3 anni fa
      ma perchè i sionisti chi cazzo erano e chi sono oggi ? lurido pezzo di merda nazista !!! SPLUTT ...
    • Carmine s. Utente certificato 3 anni fa
      CALMATI! MA QUALI NIPOTINI DI STALIN? QUESTI SONO IMBECILLI, IGNORANTI CHE NON SANNO NEPPURE CHI ERA STALIN, LENIN, MOLOTOV ECC. SONO SOLO POVERI COGLIONI CHE PREZZOLATI, PER INTERESSE PERSONALE, SI PROSTITUISCONO ALLE NEFANDEZZE, ABIURANDO LE VERITA' TAVOLTA CONSAPEVOLI DEL LORO "LAVORO DI PROSTITUZIONE" (IL CHE AUMENTA LE LORO COLPE) CONSAPEVOLI CHE ALIMENTANO LA LORO IGNAVIA E ANCHE LA FORZA DEI LORO BENIAMINI-LESTOFANTI, CON LA SPERANZA DI PASSARLA LISCIA QUANDO IL VENTO GIRERA'. PIU' CHE TROLL LORO SVOLGONO UNA FUNZIONE DI DISINFORMAZIONE, SPERANO DI TROVARE NEL BLOG QUALCHE DEFICIENTE (CHE SOFFRONO DI DEFICIT INTELLETTIVO) COME LORO, AL SOLO SCOPO DI RIPORTARLO NELLA PALUDE STAGNATE E PUZZOLENTE DELLA LORO CLOACA. LE LORO AZIONI (DEI TROLL) NON SONO RIVOLTE A CHI E' CONSAPEVOLE CHE BISOGNA DISTRUGGERE ANCHE FISICAMENTE LA CASTA PER RIPORTARE IN AUGE I DETTAMI COSTITUZIONALI E FAR RISORGERE IL PAESE, BENSI' AI LORO FUORIUSCITI, AGLI ALTRI DEMENTI COME LORO CHE MAGARI STANNO RINSAVENDO DAL TORPORE IN CUI SONO CADUTI DA OLTRE 20 ANNI. LORO (SEMPRE I TROLL) NON LEGGONO LA STORIA, NON "LEGGONO" IL PRESENTE, NE' SI INTERESSANO ALLE CAZZATE DEI LORO BENIAMINI DELLA CASTA, A LORO INTERESSA IL GUADAGNO FACILE, UNA PICCOLA BRICIOLA DI POTERE, VIVERE ALL'OMBRA DEL POTERE A SCAPITO DEGLI ITALIANI, GLI UNTORI DEL NOSTRO MILLENNIO. LORO SPERANO DI CAVARSELA. PER LORO CI SARA' NON I GULAG STALINIANI, MA I CAMPI DI "RIEDUCAZIONE" DI CAMBOGIANA MEMORIA, OGNI CITTADINO ONESTO SI RISCATTERA' CON I METODI ALLA "POL POT" (GIUSTO PER RIMANERE IN AMBITO COMUNISTA), IL SANGUE LAVERA' E FORMERA' LA COSCIENZA DEI FUTURI ITALIANI DELLO SFACELO CHE, NOI, ABBIAMO PERMESSO DA 25 ANNI. UN SALUTO! ps: HASTA LA VICTORIA SIEMPRE !
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    Tutti i tg della sera, alla 7 in successione, fino a quel cesso che è “Piazza Pulita”, che pulita non è, battono sul divieto di uso metaforico del linguaggio: “Arbeit macht frei” erano parole di Lutero... Questo è il secondo testo che scrivo: il primo non è andato perché mi è caduta la connessione ed è stato forse un bene, perché sono più calmo. Il testo era per tutti i 2000 caratteri... Non scendo in dettagli (e ne avrei tanti), ma mi limito al nocciolo della questione: in Italia (e non solo: nel mondo!) vi è una potentissima Lobby che vieta l’uso metaforico del linguaggio... Capite? È vietato il linguaggio metaforico!!! Spero che l’assurdità e l’enormità di questo divieto non abbia bisogno di essere da me spiegato, ché il discorso sarebbe alquanto lungo e alquanto pericoloso. Di tutto si può parlare e sparlare, ma di Quello no... e se se ne parla lo si deve fare "in ginocchio”... Io dico: basta!
    • riccardo d. Utente certificato 3 anni fa
      Anche io dico basta....ma a te e alle tue parole
  • Federico M. Utente certificato 3 anni fa
    La comunitá ebraica (soprattutto quella di Roma) ha (scusate il termine) letteralmente spaccato i coglioni! Moralisti e fanatici, fatevi un'esame di coscienza: chi é che insulta di piú la memoria della Shoa, Grillo che con un post paragona due dittature differenti per modi e periodo storico (ma 2 dittature restano) o la comunitá ebraica stessa, che grida allo scandalo per un post MA HA LECCATO IL CULO A BERLUSCONI NEGLI ULTIMI 20 ANNI!!!! Primo Levi si rivolterá nella tomba sentendo questi tromboni esagitarsi per un post MOLTO azzeccato, vedendo le reazioni della stampa. Comunitá ebraica, vergogna!
  • Luca Vi 3 anni fa
    Sono rammaricato di vedere post che criticano l'iniziativa del Blog. Premetto che non faccio parte dello staff di Beppe ma sono un sostenitore silenzioso del movimento fin dalle prime ore. La libera citazione del tragico pensiero di Levi CI STA! e ci sta proprio perché questa indifferenza alla cosa pubblica non è altro che il preludio ad indifferenze ancora più gravi che in passato (e anche oggi) hanno portato a persecuzioni, pulizie etniche massacri nella più o meno indifferenza globale. Mi meraviglio che anche portavoce importanti della comunità ebraica, invece di allarmarsi di questa indifferenza che sempre più sta avanzando nel mondo, partecipano a questo circo mediatico, a questa gara su chi tira la pietra più grossa, condannando uno scritto che, oltre a cercare di risvegliare le menti ormai da troppo tempo letargiche, risveglia un ricordo terribile della storia umana, di fatti generati dall’uomo, o meglio dal suo odio, dalla sua paura, dal suo rancore, dal suo egoismo, dalla sua ingiustizia, dalla sua INDIFERENZA! non ci rendiamo conto che siamo tornati al momento in cui il disonesto dà del ladro all’onesto? Vorrei infine solo ricordare a chi si presta a questo gioco del fango la poesia (non importa se di Martin Niemöller o di Bertolt Brecht l’importante è quello che ci dice): Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, ed io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare. un Saluto a tutti Luca
    • Alberto Tarabella Utente certificato 3 anni fa
      Parafrasare Primo Levi , facendo un paragone tra la tragedia successa 70 anni fà e ciò che accade oggi, non è un insulto alla memoria, non è un attacco agli ebrei e alle persone in difficoltà ma rappresenta uno stimolo per ragionare criticamente e cercare di non ripetere gli errori del passato. E' un omaggio a quei martiri e ai loro familiari, RENDE VIVO e ATTUALE il RICORDO , e contemporaneamente rappresenta un attacco a coloro che - strumentalmente - sfruttano il ricordo stereotipato di quegli eventi ma, nei fatti, si comportano analogamente ai carnefici e agli indifferenti di allora.
    • maurizio p. Utente certificato 3 anni fa
      ho pensato anche io Bertolt Brecht per il comportamento di taluni. Non hanno ancora capito che il M5s difende anche i loro diritti. Non hanno possibilità di soppravivenza democratica con i signori ora al potere
    • M.P. 3 anni fa
      Condivido, soprattutto riguardo l'INDIFFERENZA.
  • DanieleC55 3 anni fa
    IO NON CREDO che gli Ebrei gli zingari e tutti quelli passati per un camino si possano sentire offesi per il grido lanciato contro lo strapotere mafio-massonico-piduista che ha occupato tutti i gangli della società e come un serpe schifoso e velenoso stringe sempre di più tra le sue spira i cittadini inermi, resi innocui dalla disperazione e dalla paura. NO IO NON CREDO che un urlo di battaglia possa offendere qualcuno, salvo che non sia in malafede. Un urlo che come tale deve sconvolgere, deve farci interrogare su cosa siamo e dove vogliamo andare Ci interroga se è giusto tacere senza ribellarci come è successo a chi è passato per un camino. IO CREDO che gli Ebrei, gli zingari e tutti quelli che nei campi di sterminio hanno perso le loro vite, questo post lo avrebbero anzi accolto con gioia, ricordandoci che la LIBERTA' non è un dono, non è una cosa scontata data per diritto di nascita. La LIBERTA' va conquistata giorno per giorno e quando qualcuno prova ad imbrigliarla, a modificarla astiracchiarla, allora bisogna alzare la testa e dire NO! IO CREDO che bisogna dire No a questo teatrino quotidiano delle menzogne dei politicanti da strapazzo, ai sotterfugi dei mafiosi, dei massoni, degli incapaci dei pavidi, dei magnamose tutto e chissene frega. IO CREDO che questa sia la giusta risposta che da un popolo che pensa che il valore assoluto sia la LIBERTA' e non la democrazia rappresentativa, che la solidarietà sia un dovere e non un optional, che l'esempio sia l'unica forma pulita di POLITICA. IO CREDO che questo sia il momento buono. Un elettore.
  • Beatrice D. Utente certificato 3 anni fa
    Carissimo Beppe, qua ci sono dei parrucconi che tirano fuori l'olocausto e la "memoria" sono quando gli fa piacere, si indignano, si beccano i 10 minuti di celebrità nei tiggì e per il resto dell'anno non li senti più, fino al successivo Giorno della Memoria (quando la "memoria" all'improvviso gli ritorna). Guardano al dito e non alla luna. se si indignassero un po' meno per un post in un blog (peraltro VERISSIMO) ma di più per la violenza che questa Repubblica subisce ogni giorno, stuprata da una politica vampira e parassita e dalle lobby e dalle mafie, forse avrebbero un briciolo di dignità in più. Si preoccupano tanto dei morti, ma dei vivi non ce ne frega niente a nessuno. Delle violenze che fanno alla Costituzione, nata per altro dalla lotta partigiana e antifascista non si indignano. Quello che hai scritto è tutto vero e le persone con un briciolo di intelligenza, possono leggere e giudicare da sé. Questi hanno solo paura. Una paura fottuta. E la paura prima o poi gli farà commettere degli errori. Io sto con voi. La mia memoria per fortuna funziona benissimo. Un abbraccio
  • enzo menichetti 3 anni fa
    Mio padre e`stato prigioniero di guerra in un campo di concentramento tedesco e fortunatamente l`arrivo delle truppe sovietiche messe fine alla sua prigionia e riusci a tornare a casa.Il post di Beppe Grillo e` un omaggio alla sofferenza e non un`offesa.Purtroppo il peggior sordo e` chi non vuol sentire e il peggior cieco e` chi non vuol vedere e per quanto riguarda la comunita` ebraica dico,con tutto il rispetto,che da CAIFA in poi la loro specialita`e`"lo straciarsi le vesti"dimenticando che nei campi di cncentramento purtroppo non c`erano soltanto loro e invito tutti alla lettura di questo poist che trovo molto bello e pertinente alla situazione politica attuale.Di nuovo buana Psqua a tutti.
  • Daniele Sturba 3 anni fa
    Non rompete le scatole con il moralismo da quattro soldi! Questo post è inoppugnabile e usate quel cazzo di cervello invece di farvi suggestionare dai titoli di repubblica e dai loro moralismi da PEZZENTI!
    • Daniele Sturba 3 anni fa
      Da come parla lei invece, è evidente che la persecuzione in sè non l'ha mai capita. Si figuri che chi ha versato lacrime e sangue per affrancarsene, aveva disegnato una repubblica DECISAMENTE DIVERSA di quella che abbiamo da mani pulite ad oggi.
    • Andrea G. Pordenone 3 anni fa
      Da come parli, tu la persecuzione nazista di certo non l'hai vissuta
  • Francesco L. Utente certificato 3 anni fa
    Leggiamo i commenti urlati dai media: “oscenità”, “profanazione”, “uso criminale”. E’ spontaneo pensare: il pensiero indipendente fa paura. Grazie Beppe.
  • Gloria V. Utente certificato 3 anni fa
    Post di estrema bellezza, temo che in pochi riusciranno a capirne il senso ed il profondo amore per questo povero paese...Chissà
  • Fred B. Utente certificato 3 anni fa
    Con civiltà, trovo vergognosa questa reazione della comunità ebraica che sembra non tenere conto dell'olocausto del popolo italiano. In questo paese si può parafrasare gesù cristo ma guai a farlo con primo levi. Inqualificabile reazione.
  • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
    Chi si dice scandalizzato e/o anche solo sconcerato da questo post, è perchè traviato dai soliti preconcetti e/o malato di perbenismo... e gli si spegne il cervello... e come al solito "guarda il dito e non la luna"... e a lui mi rivolgo: Se te lo scrivessi in italiano: "La p2 rende liberi"... o se al posto dell'italiano usassi il latino per scrivere qualcosa di simile, e se al posto della foto del cancello di un lagher ti mettessi quella di uno dei dipinti dei cristiani perseguitati per diletto nei circhi dell'antica Roma... magari ci arrivi?
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      riccardo d., da rocca sinibalda: allora non ci arrivi?! continui a guardare il dito.
    • riccardo d. Utente certificato 3 anni fa
      Incredibile come si possa distorcere la storia. Non vi è nessuna prova di un'eventuale genocidio dei cristiani sotto l'impero romano,bensi un gran sospetto di propaganda !!! Da questo ad affermare che il genocidio ebraico sia statala stessa cosa è vergognoso.
  • Graziano Priotto Utente certificato 3 anni fa
    Primo Levi e la lezione non capita Tutti gli imbercilli e farisei che hanno criticato Grillo per aver richiamato il messaggio atemporale ed eterno di Primo Levi o reagiscono perché sanno che è di loro che si parla o non hanno letto nulla di Primo Levi, o se l'hanno fatto non hanno capito che la denuncia della barbarie e della degradazione umana era non solo una riflessione sull'Olocausto ma un messaggio per il futuro, per tutti i casi in cui, come appunto nell'Italietta dei poteri mafiosi, sostenuti da bigotti e corrotti privi di dignità, una società perde il senso della dignità umana. Certo che coloro ai quali il messaggio èra ed è dedicato preferirebbero vederlo limitato al passato, perché sanno anche se fingono di non capirlo, che sono loro gli imputati della perversione politica, sociale e culturale in cui è precipitata l'Italia: a causa della loro ignavia o complicità. Un bravissimo a Beppe Grillo per aver ricordato l'attualità perenne del nobile testo di Primo Levi.
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      Primo Levi è un grande scrittore proprio perché attraverso le sue opere ci ha lasciato un messaggio universale e eterno. E per questo è un patrimonio che appartiene a tutti. Chi ne circoscrive la portata per appropriarsene (le Comunità Ebraiche e la moltitudine di ipocriti indignati) sta facendo un grave torto alla memoria di un vero Intellettuale. Può darsi che molti non lo abbiano nemmeno letto (a loro basta "ebreo" e "reduce dal lager di Auschwitz" per sentirsi autorizzati a trarre conclusioni tendenziose), ma non credo che chi ha letto almeno qualcuno dei suoi scritti non ne abbia afferrato il messaggio. Semplicemente, molti fingono di non capire per malafede e sottomissione al Totalitarismo odierno: personaggi che sarebbero stati disinvoltamente fascisti, se solo fossero nati qualche decennio prima.
  • stefano r. Utente certificato 3 anni fa
    Come al solito la strumentalizzazione non conosce confini. In questo articolo, che condivido, non ce' nessun elemento contro gli ebrei! Quello che mi infastidisce e' che qualcuno si lamenta nella comunita' ebraica, ma quando parecchi di quella comunita' ha votato berluska che come alleato aveva storace non erano tanto indignati, che in questo paese sta rifiorendo l'idea nazi-fasista negazionista vedi casapound in pochi si indignano e non mi pare che i media facciano casino come per questo articolo. Tutto fa brodo contro Grillo, poi vorrei vedere quanti sarebbero disposti a difendere eventualmente la comunita' ebraica se ce ne fosse bisogno. La verita' e' che su questo tema ce' solo ipocrisia quando fa comodo in tanti fanno gli schifati di facciata poi sotto sotto sono razzisti fino al midollo. poco tempo fa i fascisti del terzo millennio hanno avuto un incontro con alba dorata e non mi pare che ci sia stato tutta questa indignazjone da parte di parecchi che ora fanno gli amici(finti) della comunita' ebraica, di cui nutro grande rispetto!! FORZA MOV.5 STELLE CI VEDIAMO ALLE EUROPEE
  • WILMA PRATO Utente certificato 3 anni fa
    Mi dispiace che la comunità' ebraica si sia sentita offesa, forse non hanno capito il senso della cosa. Non e' un'offesa ma un grido di dolore, non possiamo più' tacere di fronte ai suicidi di stato, ben nascosti dai media, di fronte alle persone private del lavoro e della dignità'. Vivere in un auto, avere il terrore che ti portino via i figli perché' non hai più' casa e lavoro, dover sottostare a mille balzelli ed imposizioni che si accavallano in una danza folle, sentire le persone scagliarsi contro gli immigrati ed i ROM come se la colpa di tutto fosse loro, non ha nulla di umano. Si può' uccidere un duomo anche togliendogli la speranza
  • Flavio Guidi 3 anni fa
    Premetto due cose: 1) sono comunista e libertario da sempre (e coerentemente antistalinista, quindi) 2) Molto spesso non sono d'accordo con varie "esternazioni" di Beppe Grillo. Detto questo, trovo veramente spregevole il linciaggio a cui è stato sottoposto per la parafrasi del grande Primo Levi. Addirittura lo si accusa di antisemitismo (magari quegli stessi, che abbondano tra i cattolici, che hanno taciuto durante la Shoah, mentre comunisti, socialisti, anarchici, azionisti di GL rischiavano la pelle per difendere sè stessi, gli ebrei, gli zingari e tutti i perseguitati dal nazifascismo). È vergognoso che, quando si toccano lor signori (da Napolitano a Renzi, da Berlusconi ad Alfano) si sollevi un polverone assolutamente irrazionale. Quando mai citare Levi (quindi esaltandone il contributo) è sinonimo di antisemitismo? Queste persone dovrebbero innanzitutto studiare la storia delle persecuzioni anti-ebraiche, e magari guardarsi intorno, tra i loro alleati di maggioranza (NCD e FI), che brulicano di ex-fascisti, post-fascisti e ognor-fascisti. Roba da pazzi! Beppe, stavolta sono con te!
  • SEBASTIANO S. Utente certificato 3 anni fa
    Zanda,PD,a proposito di questo post,rilascia la seguente dichiarazione:"FASCISMO DI STAMPO NAZISTA". Adesso mi chiedo:se parafrasando Primo Levi si è fascisti,cercare insieme alla finocchiaro di fare una legge che metterebbe il M5S fuori dai giochi alle prossime elezioni politiche,cos'è? Zanda la verità è che i veri fascisti siete voi!
  • nunzio roberto valenza (avv. n.roberto valenza) Utente certificato 3 anni fa
    Ai miei amici Ebrei Ho letto "Se questo è un Paese"tratto liberamente dalla Poesia di Primo Levi: Se questo è un uomo.Non c'è alcuna frase,alcun concetto,alcuna allusione né alla Shoa,né agli Ebrei.E' una analisi spietata se si vuole ma assolutamente pertinente rivolta alla pseudo classe dirigente italiana.Grillo in quello splendido adattamento della grande poesia di Levi alla triste condizione del nostro povero Paese manifesta il suo sdegno verso i farisei,i ladroni e i mafiosi,gli incapaci,gli egoisti e gli insensibili.Lo si può condividere o no,io lo condivido.Ciò che è inaccettabile è che certa stampa abbia gridato allo scandaloso attacco alla Shoa e agli ebrei.Ciò è falso.Ho sentito uno stralcio della conferenza stampa di Grillo accennata nei telegiornali della sera sono rimasto allibito e incuriosito non mi sembrava di credere che Beppe avesse potuto parlare come un nazista.Ho letto lo scritto e sono felice di potere concludere che Grillo ha detto la verità e che i bastardi sono i suicidi rappresentanti della stampa italiana.
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Rispettabili pareri, ma , appunto, solo pareri.
    • a.aaldo 3 anni fa
      Scusi, ma mi sembra che Lei sia in equivoco. Alcuna allusione alla Shoa con il rimando a Levi e la foto di Auschwitz? Ma soprattutto: per questo post Grillo non è stato affatto accusato di attaccare gli Ebrei: "Nessuno può permettersi di 'rivisitare' Primo Levi. Nessuno può permettersi di rivisitare Auschwitz e la Shoah. Nessuno può permettersi di adoperare la più grande tragedia del '900 e lo sterminio di milioni di esseri umani per i propri fini elettorali. A meno che Grillo non voglia sfruttare l'antisemitismo crescente in Europa e la propaganda della destra neofascista per caratterizzare la sua campagna elettorale razziale. Beppe Grillo e gli attivisti del Movimento 5 Stelle chiariscano i motivi e gli scopi di questa oscena dissacrazione". ‘Libertà e Giustizia' associazione presieduta da Gustavo Zagrebelsky e Sandra Bonsanti
  • Jano P. Utente certificato 3 anni fa
    TANTO RUMORE PER NULLA !! Nessuno, sano di mente, dovrebbe ignorare, accettare o addirittura gioire per quanto è accaduto nei campi di concentramento. Detto questo non si dovrebbe strumentalizzare questo post che non offende chi invece vuole sentirsi sempre offeso ed approfitta di ogni piccola occasione per farlo. Queste eterne vittime non sono comunque degli stinchi di santo; basta considerare ciò che stanno facendo alla popolazione palestinese in nome di un loro accampato diritto alla terra promessa. Il post di Grillo ci riporta invece alla memoria quello sterminio, non solo di ebrei, e non offende nessuno.
  • MARLI GRILLO 3 anni fa
    CHI HA STRUMENTALIZZATO TUO POST CARO BEPPE NON E' DEGNO DI ESSERE CHIAMATO UOMO , IO HO AVUTO MIO PADRE PRIGIONIERO IN GERMANIA COME SCHIAVO DI HITLER, SO' DALLE SUE PAROLE L'INFERNO IN TERRA, TU CON LA TUA SENSIBILITA' HAI FATTO TUE LE PAROLE DEL GRANDE P.LEVI PER DESCRIVERE LA NS. ATTUALE REALTA' GRAZIE SEI UN GRANDE...
  • Elio Mancuso Utente certificato 3 anni fa
    ...ma sinceramente non vedo proprio dove sia l'offesa...anzi...ribadisce che siamo sotto dittatura...e se gli italiani non se ne rendono conto...stiamo messi male proprio eh! Vabbé che le pecore che si indignano neanche lo avranno letto il post e si saranno fermati alla foto...
  • Nando Meliconi (in arte "l'americano") Utente certificato 3 anni fa
    SE QUESTO È UN PAESE. Questo non è un Pese di merxa questo è un Paese dove la merxa ha preso il controllo e siamo noi che dobbiamo tirare lo sciacquone. Basta una secchiata d'acqua per far defluire il liquami maleodoranti è gente di poco conto, senza onore e dignità gente che avvelena i propri figli, la propria terra, gente che lucra sul male brindando ai terremoti. Medici all'ergastolo, senatori espulsi e ricercati, indagati, sequestrati dei beni. Questo non è un Paese di merxa, è che noi ci siamo un po' troppo abituati al suo puzzo. Si pensava che ci si sarebbe sporcati poco, in fondo è così che ha sempre funzionato, ma ormai chiaro è che, la merxa s'è distinta Noi nella merxa fino al collo Loro merxe fino al midollo! Questo non è un Pease di merxa questo è un Paese con tanti "pezzi di merda", c'è poco da mettere le X. Arrivederci e grazie. Nando da Roma.
  • Pietro Melis Utente certificato 3 anni fa
    Io da sempre filoisraeliano, ma animalista e vegetariano, sono stato condannato ad una multa sino alla Cassazione solo per aver scritto in un mio saggio sul diritto naturale che avevo il diritto di non commuovermi nella memoria per la fine nel lager di quegli ebrei OSSERVANTI che credevano ancora nelle menzogne dell'Antico Testamento e che per questo giustificavano ancora la maggiore crudeltà della macellazione ebraico-islamica, che prescrive che il povero animale debba essere ucciso cosciente per lento dissanguamento mentre legato per terra su un fianco cerca disperatamente di liberarsi e alla fine si arrende nella lenta e atroce perdita delle forze. Come documentato e descritto nei particolari in un documento di protesta dei veterinari di Torino. Senza confonderli con tutti gli ebrei, che, se laici, appartengono alla migliore intelligenza mondiale, e riferendomi pertanto solo agli ebrei fanatici delle sinagoghe che credono ancora nelle regole di macellazione di un personaggio, Mosè, mai esistito secondo la più accreditata esegesi biblica, vi è da dire di costoro: Se questi sono uomini...Credono forse ancora di essere il popolo eletto? Chi conosce l'Antico Testamento non può non rimanere sconcertato per tutti i racconti di stragi (se pur tutti inventati o esagerati)attuate dagli antichi ebrei nei confronti delle antiche popolazioni della Palestina, tanto da poter essere considerati maestri dei nazisti, protonazisti. L'unica differenza è che i nazisti non pretesero mai che i racconti delle loro stragi fossero storia sacra, mentre invece gli ebrei delle sinagoghe pretendono ancora che i racconti delle stragi dell'Antico Testamento siano storia sacra da custodire in rotoli di seta nei tabernacoli delle sinagoghe. In onore del loro dio degli eserciti il sanguinario Jahweh. Furono essi maestri del razzismo. La"religione" ebraica non fa proselitismo. Non si può essere accettati come credenti in Jahweh senza essere ebrei. Religione razzista.
    • giulio t. Utente certificato 3 anni fa
      più che un commento questo sembra un post molto bello, ma sei sicuro di essere filoisraeliano?
  • King Tut Utente certificato 3 anni fa
    MAH !! Premesso che i campi di concentramento meritano il massimo rispetto mi da fastidio tutta questa speculazione da parte della comunità israelita su questo post. I signori ebrei non si sono scandalizzati e non hanno protestato quando il Sig. Fini, massimo rappresentante di un partito che ha per antenato il fascismo, che ha mandato a morte migliaia di cittadini colpevoli solo di essere ebrei, è stato ricevuto con gli onori di stato in Israele, e per aver incontrato ufficialmente, in Roma, Alemanno, altro esponente nero. Allora ??? Due pesi e due misure, signori ?? Il M5S non sarà mai nemico degli ebrei, che dovrebbero guardarsi invece da chi in passato, nei loro confronti, ha predicato bene e razzolato male. Meditate signori, meditate !!
  • carlo b. Utente certificato 3 anni fa
    Gli ebrei questa volta hanno veramente esagerato e sbagliato. Strumentalizzare un post per gridare all'offesa (che non c'è) verso la loro memoria... No, non mi piace, se fanno così non fanno altro che alimentare veramente quell'odioso antisemitismo fascista che cova in tutto il modno specie dopo la crisi finanziaria.Dovrebbero portarci un giusto rispetto, abbiamo sempre combattuto al loro fianco per la sconfitta del nazifascismo,molti italiani a rischio della loro pelle hanno nascosto degli ebrei in tempo di persecuzioni, abbiamo tutelato la nascita di un giusto stato per loro....Però se il contraccambio è questo, se davvero si arriva a non volere che nessuno al mondo possa anche solo permettersi di parlare (per di più in senso positivo, ci mancherebbe altro) di un dramma che hanno monopolizzato allora non va bene. Mi dispiace ma sono molto deluso dalla comunità ebraica che ho sempre ritenuto degna di ammirazione. Si stanno comportando a loro volta da fascisti, in patria, verso quei poveri palestinesi, e nel resto del mondo, con il voler mettere a tacere tutti. E' un vittimismo eccessivo e non motivato, gli amici ebrei dovrebbero fare un mea culpa per l'atteggiamento di alcuni (perchè sono sicuro che molti hanno capito il senso del post). Grillo meriterebbe delle scuse, altro che insulti. E questo indipendentemente dall'orientamento politico, ma per il solo fatto di essere stato travisato volontariamente e oltraggiato ingiustamente. Chiunque meriterebbe delle scuse pubbliche, qui non c'è niente di niente di offensivo, anzi è il contrario e chi non lo vuole capire è davvero in malafede e circondato di inopportuna piaggeria giornalistica.
  • michele barberi Utente certificato 3 anni fa
    CHE GENTE MISERA !! VERGOGNATEVI !!! - Ieri sera i TG hanno tuonato contro questo articolo del Blog inventandosi chissà quale affronto alla memoria delle vittime delle persecuzioni Fasciste e Naziste !!! In realtà l'oltraggio nei confronti di queste vittime lo COMPIONO TUTTI I GIORNI questa mandria impazzita di vagabondi delinnquenti che occupano le nostre istituzione e stanno demolendo il paese fin dalle fondamenta, seminido a piene mani, disperazione, sfruttamento ed emarginazione nella gran parte della popolazione !!! VORREI PROPRIO TROVARE IL MODO PER METTERMI IN CONTATTO CON LE VITTIME DELL'OLOCAUSTO O CON QUANTI HANNO PAGATO CON LA VITA LA LIBERAZIONE DELL'ITALIA PER CAPIRE DIRETTAMENTE DA LORO SE LA ATTUALE SITUAZIONE DEL PAESE SIA QUELLA CHE AVREBBERO IMAGINATO DI COSTRUIRE CON IL LORO SACRIFICIO !!! Contro questo apparato istituzionale, fatto di persone dedite esclusivamente ad opprimere e schiacciare senza pietà la popolazione, posso solo augurarmi : IL 25 MAGGIO SI AVVICINA E CON ESSO, SPERO, LA DEFINITIVA RESA DEI CONTI !!!
    • aaldo a. Utente certificato 3 anni fa
      Per favore, lascia stare le vittime dell'olocausto... li avete già messi in mezzo a totale sproposito.
  • elisabetta deste 3 anni fa
    e' un bellissimo post. parafrasare i versi intensi di Primo Levi e' un segno di rispetto verso il poeta e la sua comunità . La sofferenza subita non ha tempo ,ma ha sempre un colpevole : l'indifferenza delle persone verso la malvagità del potere .E quanto attuale e' questa situazione
  • Federico D. Utente certificato 3 anni fa
    nel merito delle polemiche strumentali su questo post non posso che pensarla così: "quando il saggio indica la luna lo stolto guarda il dito"
  • Giuseppe polizzi 3 anni fa
    I Professionisti del tradimento.Caro Beppe i falsi democratici ( pd in primis ) e i falsi difensori della memoria degli ebrei se la stanno prendendo con te. A questi benpensanti e soloni della democrazia rispondiamo cosi: l' Italia e' una repubblica libera e indipendente, ma solo sulla carta! Tv e giornali difensori della casta hanno paura del m5s, qualsiasi cosa dica Beppe Grillo e' motivo di scandalo o quasi! In fondo la democrazia per loro ( i politici e la casta ) equivale a esercitare il potere per i loro interessi e per quella dei loro simili. Non hanno capito che la gestione politica da parte della sinistra?!!? ( che ha malgovernato con la destra negli ultimi 20 anni ) ha impedito il cambiamento in questo paese! E' ora di dire basta! Ricordino ,questi soloni della sinistra , che Berlinguer amava dire" se il Pci cambia nome diventa uguale agli altri" Certo il Pci ha cambiato nome, ma nessuno poteva immaginare una metamorfosi simile, sono diventati peggio degli altri, basti vedere quanti indagati ci sono nel Pd, e quanti politici hanno preso in giro gli italiani. Non hanno fatto la legge sul conflitto di interessi, non hanno fatto la legge sul salario minimo garantito, non hanno difeso i lavoratori che oggi sono licenziati, mentre le ditte che delocalizzano prendono ancora soldi pubblici, si rifiutano di andare alle elezioni e fanno governare un uomo che ha tradito Letta, insomma professioni del tradimento, ma la cosa ancora più' grave e' il tradimento degli ideali! Quale democrazia è' questa che vede un partito (il Pd ) fare accordi con la destra impresentabile! E la base del partito? Penso che è' ora di cambiare! Non ci possiamo fidare di questo Pd! Forza Beppe la gente onesta e' con te!
  • Biagio C. Utente certificato 3 anni fa
    Grande post. Solo persone in grande malafede, o degli assoluti imbecilli, oppure cercatori d'esposizione mediatica avrebbero potuto "equivocarlo". Grande Beppe, come sempre. Lucido e sempre a segno. E fa molto male, sentire questi pennivendoli in completa malafede del TG1 asserire poco fa (e senza alcun timore che qualcuno li smentisca, naturalmente: loro se la cantano e loro se la suonano!) che hai voluto "correggere il tiro" durante lo spettacolo e che la "base" si stia "spaccando" in merito a ciò. Non s'è spaccato nulla, tolta qualche strana affermazione di qualcuno "confuso" o strumentalizzato. E ieri sera quegli altri inqualificabili di LA7 hanno "intervistato" gli "epurati" di Bologna... Ma và che strano! Proprio in periodo pre-elettorale! Anche queste sono tra le prove più complete che ci troviamo in un paese da radere al suolo e ricostruire ex novo: perché distruggere l'immondizia è l'unico modo per bonificare il terreno e poter costruire qualcosa di solido e pulito. E' impossibile applicare una cura, contro una malattia oramai endemica e cromosomica: occorre coventrizzare e ripartire da zero.
  • MARIA M. Utente certificato 3 anni fa
    Voglio chiedere a tutti i parassiti che ci governano: il popolo italiano, non è forse un popolo che vive, o non vive, sotto la vostra dittatura? Non è forse un popolo prigioniero, che muore di fame, senza diritti, nemmeno a curarsi o comprarsi le medicine? Non è forse un popolo allo stremo, calpestato, sputato, bastonato, messo in croce, sotto il ghigno indifferente di tutto il parlamento? Come si può chiamare, se non dittatura, un governo che per alcuni permette pensioni di centinaia di migliaia di euro al mese, mentre la restante parte del paese non ha nemmeno da mangiare? E perchè mai gli ebrei dovrebbero sentirsi offesi, quando siamo governati da una classe politica che ruba tutto quello che c'è da rubare, indifferente a tutti i patimenti dei nostri anziani, che non possono nemmeno curarsi, indifferenti davanti alla disperazione di genitori che non sanno dove trovare il pane per i propri figli? Gli ebrei, ma tutti quelli che hanno patito fame e sete per la guerra, dovrebbero aiutarci a non fare la fine che hanno fatto i loro fratelli. Quello che ha detto Grillo è poco, di fronte ad una realtà che sta disintegrando il popolo italiano. La poesia di Levi, vuole essere un monito, perchè è inaccettabile che in una terra dove non si dovrebbe morire di fame, invece di fame si muore. E di questo, la colpa è solo dei parassiti in parlamento.
    • franca s. Utente certificato 3 anni fa
      Bello!
    • stefania v. Utente certificato 3 anni fa
      Grazie Maria, per avere espresso così chiaramente un pensiero che è anche il mio. Andiamo avanti e continuiamo a sperare che ci sia ancora una luce in fondo al tunnel.
  • Adriano Perrone Utente certificato 3 anni fa
    Bellissimo post. La reazione negativa di tanti santerelli significa soltanto che hai ragione da vendere. Grande Grillo
  • Luca Lorenzelli (philfree) Utente certificato 3 anni fa
    Eppure apprezzo questa uscita perché in corso d'opera molti il nazismo come il fascismo lo hanno accettato a testa bassa voltandosi dall'altra parte facendo finta di nulla.E'un messaggio agli ignavi o a chi fà finta di non vedere. E'come con lamafia:chi a parole è a favore della mafia?Nessuno.Chi lo è nei fatti, molti.E non solo politici,non solo criminali,"si puó avere una mentalitá mafiosa senza tuttavia essere un criminale" diceva Falcone E quindi è BG il problema perché utilizza Primo Levi cercando di dare un pugno nello stomaco a tutti coloro che oggi si voltano dall'altra parte invece di maturare senso civico(e quindi di conseguenza sana indignazione)oppure sono proprio quelli a cui è rivolto il ceffone il problema? Io lo leggo così.L'antisemitismo ed il negazionismo non centrano nulla,bisogna essere in cattiva fede per leggerceli (come lo è Gattegna a mio modesto parere) BG ha riesumato appositamente vecchi fantasmi sapendo di suscitare certe reazioni da perbenisti vari ed eventuali, di cui purtroppo la nostra "sinistra" oggi è piena ma credo che ad infangare il messaggio di Levi siano loro i primi. A Gennaio sono stato a Dachau in visita al campo di concentramento, credo che quello sia il modo giusto di ricordare il genocidio e l'orrore del nazismo, non certo far finta di non capire un post di Beppe Grillo. Ascoltando l'audioguida si parlava del SILENZIO (assenso) degli abitanti della cittadina di Dachau, pure sapendo che qualcosa di orribile accadeva accanto alle loro case, a pochi chilometri dalla loro vita.L'omertà,il silenzio,la solitudine di chi cerca di combattere contro l'ingiustizia sociale,qualsiasi essa sia,è il vero negazionismo,è il vero germe che porta quelle derive.Accade oggi in questo paese,tanta gente si volta dall'altra parte e lascia correre,tanta gente fà finta di non vedere come stanno andando le cose qui da noi.Contestiamo la forma ma non ci soffermiamo MAI sulla sostanza.La forma(che è un non-valore)è davvero l'unico valore rimasto?
  • roberto bofa Utente certificato 3 anni fa
    nulla di offensivo in questo post, nulla. chi si sente leso in qualche maniera peggio per lui.
  • Piera D'Ambrogio Utente certificato 3 anni fa
    Questa poesia e' il monumento a uomini( non soltanto ebrei) deportati ad aushwitz (e nelle altre trincee di morte) in un preciso momento storico. Ma l'uomo e la sua dignita' non ha tempo, non ha termine, non si identifica in un popolo ne' in un luogo. L'uomo e' UOMO, questo vuol dire il Poeta. Cosi' l'ignoranza, unita a un falso sapere e all'esaltazione per falsi ideali, e' compagna del piu' cieco disinteressamento e porta all'annientamento del prossimo, delle idee, dei sogni. Questo senso, tradotto nelle parole di Levi e' universale e va ripetuto all'infinito, preso in prestito, ricordato in ogni sua possibile declinazione. Questo senso della dignita' della vita e' il monumento all'uomo ed e' patrimonio di tutti.
  • mario genovesi 3 anni fa
    Beppe, sei stato troppo morbido, la cagnara dei pennivenoli del regime fa vomitare. Decine di migliaia di italiani con le pezze al sedere stanno cercando di andarsene in Australia o in Canada, il debito pubblico è ai massimi da sempre, la disoccupazione reale è almeno al 20%, la pressione fiscale reale supera il 50, il valore reale dei salari è da Burkina Faso, e questi fanno gli scandalizzati.
  • CARMELO D. Utente certificato 3 anni fa
    concordo questa immagine fa riflettere ,e da condividere eccezionale !!!!!!!!!!!!!!
  • Mr Worf . Utente certificato 3 anni fa
    MORETTI, DOPO LA STRAGE DI VIAREGGIO PREMIATO A COMANDARE FINMECCANICA! Voi che vi disinteressate della cosa pubblica come se vi fosse estranea e alla vita delle persone meno fortunate che vi circondano nelle vostre tiepide case, voi che trovate tornando a sera..... 32 PERSONE SONO BRUCIATE NELLE LORO CASE! «Viareggio? Uno spiacevole episodio» http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2010/4-marzo-2010/viareggio-spiacevole-episodio-citta-si-indigna-mauro-moretti--1602597336481.shtml
  • Giovanni G. Utente certificato 3 anni fa
    io inviterei i rappresentanti della comunita' ebraica, prima di criticare, a leggerlo il post, magari riescono anche a capirne il senso... Io personalmente non vedo nessun attacco nei loro confronti. Fino a che punto siamo arrivati....
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      A chi parla di Indignazione, ma forse che noi non abbiamo il diritto di indignarci diversamente? L’indignazione è una esperienza esistenziale e personale che implica la partecipazione emotiva a un fatto, che occorre aver ben presente. Gli etruschi sono scomparsi e sono un popolo misterioso. Se me sa poco. La storia dell’umanità è una sequenza innumerevole di fatti tragici e brutti... Qui l’operazione che si sta facendo è un’altra, che suscita davvero indignazione, ma in un senso diverso. Qui si sta facendo ipostatizzazione di un fatto storico assurto a mito e a religione, cui si chiede la stesse venerazione che è propria di una religione. In più vi è un elemento speculativo che non ha nulla a che fare con la pietà che si deve SEMPRE per tutte le vittime e tutti i morti (non alcuni si e altri no, o alcuni di più e altri di meno). Questa pretesa TERRORISTICA è effettivamente qualcosa che deve farci indignare e insieme ribellare.
    • barbara bertin 3 anni fa
      Consiglio a tutti la lettura del reportage di Mario Calabresi pubblicato oggi su La Stampa "Noi le ultime bambine di Auschwitz". Poi capirete meglio, forse, l'indignazione della comunità ebraica. Dietro quell'insegna, caro Beppe, c'era la morte o meglio l'atrocità, l'orrore, quello vero, senza scampo. Il lavoro era una delle tante parole ingannevoli utilizzate per sterminare milioni di innocenti. Dovresti chiedere scusa e, almeno di fronte al più grande crimine contro l'umanità, dimostrare a chi ti ascolta e ti segue che sei un uomo intelligente che ha sbagliato e che sa porsi dei limiti di fronte al sacro.
    • Roberto T. Utente certificato 3 anni fa
      sono talmente ottusi che non ce la fanno
  • paolo orselli 3 anni fa
    Caro Beppe, hai fatto bene a non scusarti. Non ho trovato nulla di offensivo nel riproporre in ambito diverso ciò che scrisse P.Levi. Considero giusto provocare le coscienze degli italiani che accettano passivamente o si assuefanno alle parole e gesti dei presidenti di turno e dei rappresentati dei partiti politici. Ritengo che le assurde reazioni alle tue parole siano l'ennesima dimostrazione di come i partiti politici (pdmenoelle in questo caso) riescano a chiedere aiuto a istituzioni di qualsiasi rango e embito per tentare di colpevolizzare l'avversario (noi in questo caso). Sono degli zombi, e fanno di tutto per non scomparire. Vinciamo noi. paolo
  • Davide G. Utente certificato 3 anni fa
    La comunità ebraica che si indigna per questo articolo è il top del ridicolo... Immagino abbiano parecchio da perdere anche loro se salta il sistema italico di corruzione.
  • andrea o. Utente certificato 3 anni fa
    Polverone della madonna per questo post.Triste leggere della realtà in cui viviamo in Italia.Vero? Ah no!Il post non và neanche letto giusto fermarsi alla foto d'apertura!Che schifo.Il tg1 ha vomitato giudizi a scatola chiusa...come al solito...CHE SCHIFO! AVANTI GENTE AVANTI IL MOVIMENTO
  • Rosa Anna 3 anni fa
    La comunità ebraica si indigna di poco Vittorio Arrigoni ucciso a Gaza il 16 aprile 2011 ci illustrava un altro olocausto Di questo olocausto che perdura da mezzo secolo Che ne pensano i nostri indignati E della morte di Arrigoni e di altri giornalisti scomodi E ieri tutto il giorno io mi sono dovuta assorbire le demenze dei tg di regime. Ho titolo di parlare più di molti, figlia di chi ha contribuito a salvare oltre CENTOCINQUANTA persone ebree Accompagnandole attraverso due impraticabili valici di montagna in un gelido inverno di guerra Ed in silenzio dignitoso ed umile senza elogi ha vissuto la sua vita. Perché è così che si fa il bene.
    • Raffaella L. Utente certificato 3 anni fa
      Anna, con poche e commoventi parole hai racchiuso i valori sacrosanti che ogni cittadino dovrebbe avere. Un abbraccio
    • riccardo d. Utente certificato 3 anni fa mostra
      Tu hai titolo per parlare ? Ma come,dici di aver salvato ben 150 ebrei, ( ma quanti anni hai 100 ? )e poi li accusi per i Palestinesi ? Sei un altro valido motivo per lasciare il movimento 5 stelle e mi spiace molto,io ci avevo creduto a grillo e agli altri ,ma poi vedo intorno a me solo antisemitismo della peggior specie,di bassa lega,tutti filo palestinesi,ma senza la coscienza di chi vive in mezzo agli attentati,ma in casa sua al caldo.
  • cristina 3 anni fa
    davvero non vedo l'offesa al popolo ebreo! Davvero mi fa schifo tutta questa ipocrisia e finta indignazione dei media per allontanare l'attenzione dai problemi reali. Veramente c'è molto da lottare fino all'elezioni. Gli avvoltoi sono in agguato. Forza M5S
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Boh, non fateci caso. Questi qui se li ignori è perché li ignori, se li citi è perché li citi. Insomma non sono mai contenti. Io non ci vedo niente di offensivo nel citare il Grande Libro di Levi, che è patrimonio di tutti e basta. Spesso e volentieri io dico: "Lasciate ogni speranza voi ch'entrate!" Embè? Forse non posso? Vilipendio alla Divina Commedia o plagio di Dante , forse?
  • alessandra p. Utente certificato 3 anni fa
    Solo dei fasulli ipocriti buoni solo a riempirsi la bocca con stereotipi e buonismo itagliota possono vedere e leggere in questo SFOGO VERO E STRUGGENTE , razzismo antisemitismo o altra interpretazione anti-grillina. Solo usando beppe grillo e il m5s certi pennivendoli possono vedere i loro articoli RIEMPIRSI DI MIGLIAIA DI COMMENTI ...
  • Flavio del Bufalo 3 anni fa
    PRIMA TI IGNORANO POI TI DERIDONO POI TI COMBATTONO POI VINCI M.GANDHI SPENGIAMO LE TV,USCIAMO A RESPIRARE,AD INFORMARCI ED INFORMARE. ORA PIÙ CHE MAI,IN ALTO I CUORI A RIVEDER LE STELLE. STATE SERENI VINCIAMO NOI!!!!!!!
  • roberto viscione (il_barbaro) Utente certificato 3 anni fa
    E' vergognoso che il presidente dell'UCEI Renzo Gattegna, politicamente schierato, abbia approfittato di un post per attaccare il M5S gridando alla "lesa maestà" per assicurarsi crediti verso il proprio credo politico ideologico. La comunità ebraica, che il M5S sostiene, difende e soprattutto ama, si merita un rappresentante più degno di un politicante da strapazzo.
  • maurizio p. Utente certificato 3 anni fa
    Letto e riletto piu volte. Non riesco a trovare alcuna offesa nei confronti di ebrei o altri. Non sto a dire cosa avrebbe pensato o detto primo levi perchè non lo so. TRovo assurdo che certa gente non riesca a leggere ciò che vi è scritto e il fatto che tutto sua terribilmente reale. Chi urla allo scandalo ( ma tanto sono tutte finte da troll o ben pensanti con preconcetti o pregiudizi pilotati dal media system ) è complice e in malafede. Non c'è una parola di offesa, una, alla morte delle vittime naziste. Tutto il resto, sinceramente è noia. Torniamo a parlare di cose serie( nomine enti pubblici, fatti di roma, imbrogli del def e Riformare l 'europa)e lasciamo queste inutili inezie ai favia qualsiasi o troll consapevoli o meno. W san Fermin! e i 5s.
  • Carlo Q. Utente certificato 3 anni fa
    Mercoledì 16 Aprile 2014, ore 00:14 guardo matrix a canale 5 e mi vien da vomitare. La trasformazione della realtà ha raggiunto il patetico, parlano del post senza divulgarne il contenuto e probabilmente senza averlo letto. Scandalosi, vergognosi, assurdi. La cosa mi spaventa.
  • greco c. Utente certificato 3 anni fa
    Solidarietà a Beppe Grillo per le accuse infamanti!
  • susy c. Utente certificato 3 anni fa
    io sono sconcertata su come la stampa e i tg stanno strumentalizzando questo post...dov'è l'offesa agli ebrei? voglio capire... x una foto taroccata? beppe poi ha solo preso una poesia bellissima di levi e l'ha fatta sua, sostituendo delle parole con altre che io trovo pura verità...mi sa che questo post ha ferito nell'orgoglio politici, mafiosi, e pure la stampa di regime e migliaia di italiani che hanno gli occhi foderati di prosciutto!
  • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
    Amo i post di Beppe come questo che ricalca Primo Levi o come quello intitolato "Il 25 aprile è morto", a sua volta ricalcato su Guccini. Li amo perché riescono a tracciare con precisione chirurgica un DISCRIMINE tra le persone: da una parte quelli che ne afferrano la profondità del significato; dall'altra gli ottusi patologici e, ancor più numerosi, gli ipocriti che fingono di scandalizzarsi per peloso perbenismo (e magari cantano "Bella ciao" mentre regalano miliardi nostri alle amiche banche). Non c'è più "destra" e non c'è più "sinistra": sono parole destituite di ogni significato. Invece il discrimine umano che Beppe traccia con post come questo (che è UN OMAGGIO a Primo Levi, evidentemente un grande incompreso) esiste eccome, ed è bene tenerne conto per capire chi siamo e che tipo di avversario abbiamo di fronte. Questo avversario più che un gruppo di persone è un MODO DI SENTIRE, inculcato attraverso il mainstream per rendere una supposta maggioranza di ignavi docile al Regime. Curiosamente, tra coloro che si ergono a paladini della Memoria vi sono tanti EPIGONI DI GOEBBELS, abili utilizzatori delle sue teorie di manipolazione mediatica. Chissà che un anche post così -con tutte le discussioni che ne seguono- non serva a risvegliare qualche coscienza ancora intorpidita.
  • laura p. Utente certificato 3 anni fa
    dov'e' lo scandalo ???? chi si sta scandalizzando e' solo per proprio tornaconto e continuare a inveire contro Grillo!!
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
    I nazisti moderni non hanno più la svastica sul braccio ma la tessera del PD nella tasca, il partito negazionista del "voi non avete fatto niente" mentre la verità è che il Movimento 5 stelle sta cambiando non solo la politica, ma l'Italia intera
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      sempre d'accordo con te massimo!!!!
  • gian solo Utente certificato 3 anni fa
    HANNO UNA PAURA FOTTUTA CHE VINCA IL M5* !!!!!!!!
  • LUIGI T. Utente certificato 3 anni fa
    I SERVI DEL REGIME GRIDANO ALLO SCANDALO ? Ebbene, anche i Farisei si stracciarono le vesti: - Ha bestemmiato ! - dissero. Perché quell'Uomo smascherava la loro meschinità, infastidendoli. Guarda caso quei sacerdoti erano ebrei. Sappiamo pure che cosa è successo a quel malcapitato che osò sfidare l'ipocrisia di quei poteri, ricordando che, tra qualche giorno, ci accingeremo a commemorare quegli accadimenti. Ad oggi, non è cambiato molto anzi, gli ebrei italioti perseverano nei loro errori, si indignano per un post, mentre stanno zitti, quando si tratta di denunziare i crimini, i genocidi, le armi chimiche, l'arsenale atomico del loro governo di riferimento, ovvero quello di Telaviv. E se trattassimo, anche noi, questa infima minoranza come loro trattano i palestinesi ?
  • giuliano b. Utente certificato 3 anni fa mostra
    Che schifo, Grillo. Che schifo. Sai, io c'ero, da quelle parti, allora. Non avrei pensato che si potesse usare quel dolore osceno come arma politica. Mai. Pover'uomo. Addio.
    • bruno franchi 3 anni fa mostra
      Non guardare l'Immagine che ci rappresenta, leggi le parole è cerca di riflettere sul senso profondo di quello che vogliono farti capire, di quello che i politici di destra, sinistra e centro hanno fatto in questi 20 miserabili. con la complicità degli italiani che hanno votato i loro carnefici. se non lo capisci rileggilo più volte, forse ti si aprirà la mente alla realtà che stai vivendo senza saperlo.
  • vla red Utente certificato 3 anni fa
    Stasera formigli su piazza pulita ci ha fatto la trasmissione.... sono semplicemente ridicoli.Il pseudo giornalista Formigli ha scatenato una personale e cruenta campagna contro il movimento per il semplice fatto che i movimentisti non vanno al suo programma,ed ancora una volta ho dato ragione al movimento,hanno fatto bene ,per come si comporta.Ha fatto un clamoroso autogol,sia con scalfarotto AMICO e difensore di speranza,che con belpietro e Toscani sono stati puntualmente smentiti su menzogne vere e proprie.Barbara lezzi dal canto suo ha letteralmente smontato del Rio a porta a porta da Brunone che lo reputo mille volte piu obiettivo di Formigli senz'altro giornalista della settimana.UNA VERGOGNA.!!!!!!!notate bene che le stesse cose che dicono a piazza pulita le dicono alla zanzara tali e uguali.Vinciamo noi !!!!!
  • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
    Certo che questo post ha davvero messo sotto sopra il mainstream debenedettino... Guardateli, come si agitano, i sorci piddini... Sorci e amici di mafiosi.
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    Eccoli gli “scagnozzi di Repubblica”: http://www.informazionecorretta.it/main.php?mediaId=999930fa "rassegna stampa” un sito di propaganda israeliana, definito un "portale storico” dell’ebraismo romano. Al riguardo vi era stata in passato una polemica fra Odifreddi e un “eccelso sionista”, che collaborando a questa "testata storica” se l’era presa perché definito un "collaborazionista”... Si tratta sempre dello stesso "divieto di uso metaforico del linguaggio". La "Israel lobby” da anni è attiva nel dirigere i media contro il Movimento Cinque Stelle, che non riesce ad asservire. Il povero Vattimo che aveva rilevato questa stretta connessione fra Lobby e media si è trovato da allora bersagliato e bollato come "antisemita”, un termine che un tempo significava una persona che “odiava” gli "ebrei”. Oggi significa invece una persona odiata dagli "ebrei”. Contro questi abusi e terrorismi ideologici bisogna rivendicare forte il principio di eguaglianza e non discriminazione, sancito dall’art. 3, e gli art. 21 e 33 della costituzione che dovrebbero tutelare la libertà di pensiero e di ricerca. Si ricordi come il Presidente Napolitano, appena uscito dalla Sinagoga, il giorno del pubblico ludibrio di una salma, chiedeva la pronta approvazione della legge contro il negazionismo, invocata dal presidente della comunità ebraica, sul modello della Germania, dove sono ben 200.000 le persone penalmente perseguite per meri reati di opinione. Hanno ragione loro, perché se non sei d’accordo con loro, non si discute sul merito, ma ti mandano direttamente in galera: è questo il loro potere, che qualcuno ha dato loro. Al CDEC hanno dato 300.000 euro di denaro pubblico con apposita legge... Bisognerebbe fare una indagine sul sistema di privilegi o regalie che in Italia vengono fatti agli uni e negati agli altri. Beppe ha dimostrato di non aver paura e di non lasciarsi intimidire dagli “scagnozzi di Repubblica” che giocano le loro ultime carte.
    • Andea Jagher 3 anni fa
      Incapaci di creare una loro civiltà (la bibbia è un’accozzaglia di credenze dei popoli che li schiavizzarono), han sempre infiltrato, sfruttato e minato quelle altrui (vedi le Historiae di Tacito). Usando il loro razzismo metafisico di popolo auto-eletto, storico ladro della “terra promessa”, per corrompere le società infiltrate: vedi giudeo-bolscevismo, o l’immoralità finanziaria giudeo-americana che ci ha portato alla presente crisi economica occidentale.
  • Jim Jim 3 anni fa
    Rispondendo alla Bonafè che dalla Gruber dice che Grillo non ha più argomenti, direi che è proprio il PD che strumentalizza questo post che dimostra di non avere argomenti . Fossi un ebreo e/o un estimatore di Primo Levi apprezzerei che Beppe si sia ispirato a "Se questo è un uomo" , ci si ispira a ciò che si ama e che si pensa abbia valore e non il contrario .
  • Belpaese 3 anni fa
    Mai un post prima di questo mi aveva reso così orgoglioso di essere un elettore del M5S. Su qualche punto posso essere a volte critico a volte dubbioso ma mai incerto sul mio voto, ora più che mai. Queste parole sapientemente rimodulate e rese attuali rendono in pieno il senso e il significato di Primo Levi, chi ha letto tutte le sue opere capisce bene che lo stesso scrittore dava un senso più alto a quello che scriveva. Il dramma degli ebrei nei libri di Levi diventava il paradigma dei mali del mondo. Oggi il male è l'ignavia, la pigrizia, il non essere partecipi alla vita politica se non nel mero lamento. Il Post ci da una svegliata, dicendo che ci sono persone QUI E OGGI che come a quei tempi facevano finta di non vedere il massacro fisico delle persone non vedono il massacro sociale di oggi. Chi ha uno stipendio si disinteressa di quello che non ce l'ha, tanto lui è tranquillo. Ma lo è veramente? Possiamo fare come l'orchestrina dei Titanic che suonava mentre la nave andava a fondo? Oggi tutti noi dobbiamo marciare uniti affinchè i problemi di una parte della popolazione (lavoro e sopravvivenza) non diventi il problema di tutti. Perché è facile rimanere signori con la casa calda ed un piatto sulla tavola. Ma come è facile cadere nnella disperazione e nella violenza quando i tuoi figli non hanno da mangiare, non hanno da vestire, non puoi scaldare la casa. Quindi innanzitutto dobbiamo dire basta al deserto interiore che decenni di consumismo ci hanno costruito, cominciamo ad interessarci dell'altro: del vicino che non sappiamo come sta, dell'amico che non sentiamo da tempo, del piccolo commerciante che non riesce più a tirare avanti, andiamo a comprare da lui togliamogli quella corda al collo che lo stato italiano gli cinge. E soprattutto interessiamoci di più della politica, tramandiamo il messaggio positivo del M5S a chi non ha accesso ad internet. Stampiamo moduli e diffondiamoli in giro solo lottando uniti potremo vincere, perchè il M5S è l'ultima speranza.
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Anche queste parole guerriere
  • Stefano L. 3 anni fa mostra
    Trovo questo post blasfemo. Non avevate il diritto di paragonare le vostre beghette politiche alla tragedia della Shoah. Vergogna. Adesso censurate anche questo, come altri mie commenti, mi raccomando... Voi che siete per la libertà di espressione...
    • Walter C. Utente certificato 3 anni fa mostra
      non mi pare sia stato bannato , dato che l'ho letto....
    • Simone M. Utente certificato 3 anni fa mostra
      bhe non mi sembra che sia stato censurato?
  • Paolo 3 anni fa
    Mannaggia che postaccio... Ma chi é Beppe che scrive ste boiate? Qual'é il merito di questo scritto? Cosa contiene? Niente. Solo l'effetto di alienare il 5S da potenziali e ragionevoli elettori. Stupidaggini infantili come queste vanificano il lavoro dei cittadini eletti in parlamento, si torca il volto dei nati a chi scrive ste pagliacciate. Stiamo cercando di sistemare l'Italia qua, astengansi perditempo.
  • aless fb Utente certificato 3 anni fa
    E' un bel post! Francamente non capisco tutto lo "sdegno" della sinistra e della comunita' ebraica. La sinistra dovrebbe VERGOGNARSI per aver consegnato per 20 anni l'Italia a B e dell'Utri. E pensare che ieri Renzi ancora trattava con B per le riforme costituzionali!!!
  • massimo romagnoli Utente certificato 3 anni fa
    bell'articolo di Beppe come al solito. E come al solito arrivano le critiche degli ipocriti e degli affaristi. Mi sembra tutto nella norma...
  • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
    È sempre facile giudicare un'epoca storica quando si è ormai conclusa. Tutti bravi a dire da che parte stava il Bene e da che parte il Male. Tutti bravi a maramaldeggiare con la Storia. Così tanti tra gli IPOCRITI che oggi hanno messo in scena una indignazione pelosa per questo bellissimo post di Beppe -che omaggia Primo Levi- autocollocandosi dalla parte dei Giusti, se solo fossero nati una manciata di decenni prima avrebbero ostentato altrettanta sicumera, ma indossando con virile orgoglio italico la camicia di nero orbace. Le stesse persone. Poi abbiamo anche esempi viventi di quanto descritto sopra: per esempio un uomo che, avendo avuto la fortuna di una vita molto lunga, ha fatto in tempo a militare nel GUF (il Gruppo Universitario Fascista) firmando una virile pagine di critica teatrale sul settimanale fascista "IX Maggio"; in seguito ha fatto in tempo a diventare comunista; e infine, a coronamento di una lunga carriera di trasformismo con saggezza postdatata, a diventare -per ben due volte- Presidente della Repubblica. Recentemente ha fatto in tempo a scusarsi di avere parteggiato per i carri armati sovietici durante i "fatti d'Ungheria" nel 1956 e a sproloquiare sulla Memoria, confondendo sagacemente ebraismo e sionismo: http://tinyurl.com/p4nqd6r Il perbenista di turno s'indigna: "ma vogliamo mica paragonare le tragedie del nazifascismo con l'attualità?!" No, infatti il totalitarismo non si manifesterà mai più attraverso quel buffo signore coi baffetti neri e quell'altro con la mascella volitiva. Ma il TOTALITARISMO FINANZIARIO del presente ha già mietuto molte vittime. Che sarà di noi se non lo fermeremo in tempo? MORALE: nella vita c'è sempre tempo per indignarsi. I più scaltri lo fanno sempre *dopo*. Ma si progredisce solo grazie agli idealisti e a quei visionari che riescono a guardare oltre, cogliendo le menzogne dell'ordine costituito. E agendo disinteressatamente, senza calcolo. Ora siete liberi di chiamarci fessi, ma rassegnatevi: #VinceremoNoi
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      @claudio p. Quando il numero degli "incazzati e disperati" aumenta a dismisura significa che è saltato il PATTO SOCIALE. Questo accade quando quegli "illuminati" che stanno nella "stanza dei bottoni" si sono lasciati sfuggire di mano la situazione perché sciattamente incompetenti o ferocemente amorali. Oppure entrambe le cose. Di norma una tale situazione non è sostenibile più di tanto, come una pentola a pressione a cui è stata eliminata la valvola di sicurezza, a cui salterà il coperchio. Piaccia o no.
    • claudio p. 3 anni fa
      non credo proprio possiate vincere, ma nel caso rassegnati caro Alessandro, non sapreste cosa farci nella stanza dei bottoni... Siete solo cittadini incazzati e disperati, non governanti illuminati. #macosavinceteafare...
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      P.S. Non ha caso ho indicato il Totalitarismo Finanziario come responsabile delle RIFORME PIDUISTE che i nostri "democratici" governanti intendono attuare: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/06/19/ricetta-jp-morgan-per-uneuropa-integrata-liberarsi-delle-costituzioni-antifasciste/630787/ …tutto risponde al Disegno preordinato a prescindere da noi, in una finta illusione di democrazia elargitaci da coloro che non ci considerano IL POPOLO SOVRANO ma un impiccio, da contenere e indirizzare con pedagogico paternalismo.
  • giuseppe serio Utente certificato 3 anni fa
    A tutti gli indignati: siete sicuri che Primo Levi, cittadino dell'Italia di oggi, non avrebbe scritto lo stesso atto di accusa?... Io penso di si. Bravo Beppe.
  • Davide D. Utente certificato 3 anni fa
    Come sempre accade di fronte alla verità dei fatti, gli stolti guardano il dito e non la luna... Il regime è già al contrattacco su TG e Giornali gridando alla profanazione, confortati da provocotori che cercano di porci contro la comunità ebraica... tutto paradossale e tristemente ridicolo
  • Roberto R. Utente certificato 3 anni fa
    Io sto con Beppe!!!
  • maria rosa ragatzu 3 anni fa
    Mi considero una pentastellata dal libero pensiero; questo è un bel post che non offende affatto l'ebraismo nè intende essere negazionista, o tantomeno fare un uso strumentale dello scritto di Primo Levi. Rilevo invece che, come avvenne per la Shoah, in cui molti sapevano ma non reagirono, la nostra povera Italia vede a tutt'oggi non reattiva la grande parte della sua popolazione, che continua ad essere depredata di tutto da pochi cialtroni che ci governano.
  • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
    "IL PECCATO STA' NELL'OCCHIO DI CHI GUARDA". IERI SERA DA SANTORO: ma perchè dobbiamo giustificarci su una cattiva interpretazione del post (e peggio con chi ci ricama e nemmeno mai magari l'ha letto)... A me, di vedere Salvini ( pergiunta da ex elettore anche di lega) che fa il perbenista quando già la lega ai tempi sfruttò l'immagine degli Indiani d'America per esprimere un concetto simile... dopo tutte le marachelle di Borghezio e associati... dopo tutte le loro favole anni ottanta che oggi vorrebbero far tornare di moda... dopo che son stati vent'anni che son sti al governo con sappiamo chi... o sentirmi Vauro che addirittura si permette di alzare la voce ed aggredire... dite a Vauro che il suo comunismo ne ha ammazzati più del nazzi-fascismo... O di vedere il piddino che si dice accogliente e compassionevole con i migranti poi ne sfrutta la manovalanza nelle sue cooperative di lavoro... se dobbiamo scendere così in basso allora VAFFANCULO e ragioniamo anche noi per frasi fatte.
  • franca s. Utente certificato 3 anni fa
    Quelli che si stracciano le vesti non vedono gli IItaliani che fanno la fila alla caritas con tutta la famiglia, se ne fregano non guardano la ragazza malmenata e difesa dal fidanzato, se ne fregano non vedono i gruppi di Italiani che partono con i pulmini verso la Romania a curarsi i denti , se ne fregano non fanno caso alle scarpe di cartone che si mettono gli Italiani, i più grandi artigiani della calzatura al mondo, perché non si possono permettere di spendere 200 Euro, se ne fregano non devono fare file di giorni per curarsi, hanno una iniqua precedenza sugli altri e se ne fregano
  • frank pit Utente certificato 3 anni fa
    Fa benissimo Beppe Grillo a ricordare a coloro che stanno schiavizzando il paese inconsciamente o maleinformatamente votando pd o fi con l'assenso incondizionato di napolitano l'uomo venduto ad obama e alle banche americane. Venduto lui come prima di lui ciampi e prodi e amato autori di questo euro disastro. Perché questi personaggi presentati come salvatori della patria e invece meschini distruttori della nazione? La risposta e' facile fin dai tempi di Mattei e dopo di Moro chiunque si e' opposto alla svendita del paese o e' andato contro gli interessi degli stati uniti e' stato minacciato formalmente dai presidenti degli stati uniti e le prove esistono e sono inconfutabili. Quale e' lo scambio di favore tra napolitano e obama ? La garanzia che la svendita ci sara' e sarà garantita anche se necessario con l'uso della forza perché la CIA e i servizi segreti italiani collaborano dal 1945. Temo che ci possano essere ritorsioni ma noi saremo la scorta di Grillo e Casaleggio.
  • angelo melzani Utente certificato 3 anni fa
    Grande Beppe, come sempre hai colpito al cuore.... il riferimento non offende le vittime dei campi di concentramento ma fa capire la situazione attuale tentando di salvare il salvabile. Grazie Beppe....
  • cinzia conforzi 3 anni fa
    Beppe Grillo voleva semplicemente dire che per annientare una persona e portarla alla morte, è sufficiente toglierle il lavoro, la casa, l'assistenza sanitaria, ecc. E' ciò che sta facendo lo Stato oggi, come fecero i nazisti settant'anni fa. E coloro che non si indignano per questa cosa, sono parimenti responsabili, così come lo furono quanti non si opposero ai nazistiper paura, convenienza o interesse. E' stata montata una polemica superflua e ingiusta.
  • Ciro D. Utente certificato 3 anni fa
    Una toccante rivisitazione poesia meravigliosa sulla dignità e sul monito ad essere perennemente vigili per difenderla. E che, come ogni opera d'arte degna di questo nome, travalica l'ambito temporale, storico e concettuale nel quale nasce ed al quale si riferisce, anche se nella fattispecie l'ambito è una pagina terribile della storia umana. Tutte le sterili accuse che sento vomitare da ogni parte non cambiano il fatto che questa "rivisitazione" di Levi è fatta di parole che sembrano scolpite nella roccia.
    • franca s. Utente certificato 3 anni fa
      infatti, chi si scandalizza tanto, non sa certamente che l'opera d'arte è tale perché ha valore universale, cioè riferibile a tutti i tempi e a tutti i luoghi. Gli ignoranti dignitosi tacciono,questi invece si permettono di andare a schiamazzare in televisione
  • Valerio Giannella 3 anni fa
    Con le nomine di stasera tutto è chiaro. Altro che Berlusconi morto e sepolto... siete in alto mare. Berlusconi ha scalato il PD con la mina vagante Renzi che è aolo una pedina che esegue. Messi fuori gioco le vecchie cariatidi del PD, adesso hanno campo libero per fare le riforme ossia distruggere la Costituzione. Berlusconi sa benissimo di non avere più abbastanza appeal elettorale quindi ha deciso di vincere, ma con il PD! E dato che la certezza con quei coglioni non ce l'hai mai, ha anche organizzato tutta la pantomima con il servo Alfano, che insieme ad altri suoi sudditi fanno da stampella a Renzi. Tutto perfetto. Ora Forza Italia e la Lega devono rimanere in vita solo per impedire che lo zoccolo duro dei pensionati rincoglioniti, e degli analfabeti del nord, passino al M5S che deve rimanere dietro al PD ad ogni costo. È il piano del secolo...
  • Flavia D. Utente certificato 3 anni fa
    Ho letto e riletto la parafrasi. La trovo una rappresentazione realistica e arguta del nostro paese. Dov'è l'offesa? Nell'uso di Levi? Lui e' patrimonio di tutti noi, perche' le sue parole non possono essere usate per descrivere il caos in cui viviamo? Il fare un caso di un nulla è proprio di chi non ha argomenti. Poi il PD si indigna? E da quando sono così amici della comunità ebraica?
  • fabiola rossi 3 anni fa
    Il TG 3 stasera può dire di aver parlato del Movimento 5 stelle sempre in maniera denigratoria! Non si capacitano di come il Movimento continui a crescere nei sondaggi nonostante le quotidiane denigrazioni a reti, giornali e radio unificate dei giornalai di regime...Questo mi fa sperare che una parte degli italiani non siano del tutto idioti e asserviti alla informazione da terzo mondo (con rispetto per il terzo mondo) che dobbiamo sorbirci ogni giorno senza alcun equilibrio nè Democrazia! Ci siamo dimenticati che Berlusconi ha detto qualche tempo fa che i suoi figli erano trattati come gli Ebrei ad Auschwitz?...ma questo non ha suscitato alcuna reazione al TG 3 nè nei giornalai italioti...quanto avrebbero da imparare dai veri giornalisti della vicina Europa: vedi Francia e Inghilterra... Forza Movimento 5 stelle!
  • Andrea Rossi Utente certificato 3 anni fa
    più rileggo questo post e più comprendo l'indignazione strumentale dei partitini p2 evidentemente colpiti nel vivo
    • aaldo a. 3 anni fa
      Guarda che chi si è indignato per primo è la comunità ebraica...
    • aaldo a. 3 anni fa mostra
      Guarda che chi si è indignato per primo è la comunità ebraica...
  • Carlo Genova 3 anni fa
    “Ogni tempo ha il suo fascismo: se ne notano i segni premonitori dovunque la concentrazione di potere nega al cittadino la possibilità di esprimere ed attuare la sua volontà. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente con l’intimidazione poliziesca, ma anche negando o distorcendo l’informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti modi sottili la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l’ordine, ed in cui la sicurezza dei pochi privilegiati riposava sul lavoro forzato e sul silenzio forzato dei molti.“ – Primo Levi Ritengo che questo altro scritto di Primo Levi sia in linea con la parafrasi di "Se questo è un uomo" operata da Grillo. Che ne pensate?
    • Walter Bavaro (bawaro) Utente certificato 3 anni fa
      Direi che è perfetto!
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      @Carlo Ti lascio queste: "Ai tempi del fascismo non sapevo di vivere ai tempi del fascismo" (Hans Magnus Enzensberger) ***** "il fascismo aveva operato su di noi, come su quasi tutti gli italiani, estraniandoci e facendoci diventare superficiali, passivi e cinici. Sopportavamo con allegria maligna il razionamento e il freddo nelle case senza carbone, ed accettavamo con incoscienza i bombardamenti notturni degli inglesi; non erano per noi, erano un brutale segno di forza dei nostri lontanissimi alleati facessero pure. Pensavamo quello che tutti gli italiani umiliati allora pensavano" (Primo Levi, dal racconto "Oro" ne "Il sistema periodico")
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      @Carlo Citazione opportuna e pertinente. Avevo citato questo medesimo passo anch'io in un commento precedente. ***** @a. aaldo Mi spiace, ma credo di non essere irriguardoso verso il mio grande concittadino affermando che lui sarebbe stato straziato dall'idea che la sua eredità intellettuale morisse con lui. La memoria ha valore quando è feconda e non messa su un piedistallo a prender polvere.
    • a.aaldo 3 anni fa
      Penso che sia ora che Levi riposi in pace. Smettetela di decontestualizzare i suoi scritti per paragonare alle vittime dell'olocausto gli italiani, che i loro carnefici se li sono votati.
  • Sebastiano TAFARO Utente certificato 3 anni fa
    Il commento graffiante ed incisivo finalmente supera convenzioni ed ipocrisie e, direi, è anche bello. La reazione rabbiosa e bacchettona dimostra che ha colpito nel segno: quel segno che si poserà nella scheda elettorale, contro caste e mafiosi o lobbisti e politicanti di lungo corso. Bravo Beppe!
  • Sandro Giuliani 3 anni fa
    Bravo Beppe, chi finge di offendersi parlando a nome di altri, non rappresenta nessun altro che il potere che lo manovra. Condivido ogni parola scritta.Ancora bravo!
  • red tiger 3 anni fa
    Sono indignata anzi super incazz.ta. Innanzitutto si è voluto strumentalizzare un accostamento fatto da Grillo tra un campo di concentramento ed il nostro paese per dire che è un' offesa agli ebrei, questo è intollerabile dato che qui gli ebrei non c' entrano un cazz. Punto due vedere giovani ribelli massacrati dalla polizia per me è sempre intollerabile. Poi quando a calpestare una ragazza è un uomo mi ricorda quanto siano pezzi di merd. alcuni di essi che arrivano perfino ad ucciderle. Calpestare per rompere, cosa voleva rompergli le costole? la milza? Se non ci fossero quei giovani a fare da opposizione, a far capire che chi ci governa è ai nostri servizi e non il contrario, che una rivoluzione è sempre possibile, la situazione sarebbe peggiore. Che la Cei con i suoi giornali taccia che di magagne assai peggiori le ha combinate rovinando bambini invece di accusare questa gente che si fa spaccare la faccia per tutti noi.
    • Domenico Faccini 3 anni fa
      Trovo molto efficace e comunicativo e assolutamente non offensivo per la comunita' ebraica, per reagire al regime mafioso piduista che sta cercando in tutti i modi di addormentare la gente onesta e impedendo manifestazioni pacifiche con infiltrati violenti che nulla hanno a che fare con chi soffre per sopravvivere in maniera dignitosa.
  • roberto caleffi (cr69) Utente certificato 3 anni fa
    Che cosa ci sia in questo post di cosi' offensivo ancora non riesco a capirlo, e l ho letto almeno 20 volte...a meno che non si voglia a tutti i costi far polemica, ma questa e' un' altra storia.Allora la polemica la faccio io... Occupatevi , e indignatevi se ci riuscite, di tutti i cristiani che vengono trucidadi giornalmente in Africa e India. Siete solo un altra casta che rosica...andate a cagare.
  • syly d. Utente certificato 3 anni fa
    Buona sera. Si è spento a Roma Emanuele Pacifici, padre del Presidente della Comunità Ebraica Romana e figura eminente dell' Ebraismo Romano. Pacifici scampò alla Shoah, perché nascosto in un convento, mentre il padre che era il Rabbino capo di Genova , e la madre morirono ad Auschwitz. Nel 1982 il gravissimo ferimento nell'attento al Tempio. (fonte Televideo, pag.826 ore 10.42). Porgo ai Familiari e a tutta la Comunità Ebraica le più sentite condoglianze.
  • bruno m. Utente certificato 3 anni fa
    Sono un sostenitore da sempre del Movimento,seguito a credere nei contenuti del programma M5S quanto alla buona fede di chi ci rappresenta in Parlamento.Vivo la speranza di ritornare al voto come espressione popolare decisiva per dare al nostro paese Italia un volto nuovo di civiltà o, quanto meno,di riconquistare una chiara e legittima prospettiva di vita quotidiana, nel sociale come nel privato.Confido nella difficile ed estenuante mission che i cittadini parlamentari del M5S stanno sostenendo in questo periodo nel Palazzo dei veleni,del malaffare e della corruzione. Non mi sento affatto scandalizzato e tanto meno indignato dal contenuto del post che Grillo ha pubblicato; i "media" hanno semplicemente monopolizzato di proposito la notizia a scopo politico piuttosto che etico morale. Chi vuol capire il senso dell'accostamento di concetto, lo capisce certamente!Abbiamo fin troppa consapevolezza della storia passata per capirne la differenza essenziale in ciò che Grillo intendeva realmente nel suo paragone di concetto. La vera minaccia per la nostra democrazia, non è l’esistenza di stati totalitari stranieri. E’l’esistenza, nei nostri atteggiamenti personali e nelle nostre istituzioni, di condizioni che in paesi stranieri hanno dato la vittoria all’autorità esterna, alla disciplina, all’uniformità e alla sottomissione alCapo. Il progresso della civiltà lo si ottiene grazie allo spirito di pensiero umano maturo e consapevole. Beppe Grillo ne è l'icona.
    • STEFANO A. Utente certificato 3 anni fa
      Ho approvato e votato il tuo commento.Io però vedo he un popolo così debilitato e stabilizzato dalla bancocrazia è divenuto già facile bersaglio di imminenti attacchi.Spero nelle votazioni europee.
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    Credo che la formula per descrivere l’offensiva mediatica in atto sia la seguente: DIVIETO DI USO METAFORICO DEL LINGUAGGIO, per far capire senza dire: per metafora e allusione. È una pretesa inaudita, al cui confronto impallidiscono tutti i poteri “totalitari”. Il linguaggio, le sue regole di formazione nella generazione delle frasi, dovrebbe essere libero perché coincide con formazione dell’individuo e della sua spiritualità. Osservate come un bambino apprende il linguaggio e lo sviluppa nel tempo: la metafora ha una parte essenziale. Impedire l’uso della metafora significa impedire l’uso del linguaggio. "Fascismo” e “nazismo” sfuggono ormai alla nostra conoscenza storica e valgono solo per il senso demonologico loro attribuito. Ma la pretesa di controllare il linguaggio e di inibirne l’uso metaforico supera di gran lunga tutto il male che si vuole attribuire a "fascismo” e "nazismo”. Di Primo Levi non so nulla, se non il nome e le ampie citazioni che se ne fanno. I suoi libri non li ho letti e non mi interessano. La sua problematica mi deprime e preferisco evitarla. La Lobby, punta sul vivo, esce ora alla scoperto: ottima occasione per farne censimento. È però anche il caso di ricordare i nomi di ebrei dissidenti come Norman G. Finkelstein, autore de “L’industria dell’Olocausto”, o di Gilad Atzmon, autore della opera forse più acuta sull’identità ebraica, “L’Errante chi?”, dove il sionismo è spiegato come grave forma di “primatismo razziale”, a carattere "globale”, in una interpretazione che si oppone alla concezione del sionismo come semplice "colonialismo”, ai danni dei palestinesi, la cui “sofferenza”, per numeri, intensità e durata nel tempo, supera ogni altra sofferenza... Ma... etc. L’evidenza etica della tragedia palestinese, la Nakba, non è difficile da cogliere: siamo noi! È più difficile cogliere e denunciare il controllo mediatico esercitare da una stessa Lobby che non si può neppure nominare... Tanto è radicato il suo potere. P2 o altro?
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      Mi piace essere esaustivo. Il problema qui non è il libro di Levi, che è stato uno spunto per il post, ma è il simbolo "macht frei”, che risale originariamente a Lutero. Esso è stato variamente usato e viene sempre ripreso quando si vuole lanciare una provocazione intellettuale. Il libro di Primo Levi cade in quella che viene genericamente indicata come "letteratura olocaustica” e che è un genere infinito quanto monotematica. Il libro di un altro ebreo, Tony Judith, se ricordo bene, un ben grosso libro di storia dal 1945 ad oggi (che ho letto tutto!!), ha un capitolo dove si dice espressamente che Auschwitz DEVE essere alla base della "identità” della nuova Europa, questo... schifo di Europa, dalla quale stiamo tentando di uscire. Il punto è: si è liberi o non si è liberi di darsi una ben diversa identità, fondata beninteso sulla pace fra i popoli e il rispetto delle persone e dei loro diritti? Si è liberi di assumere una propria identità, basata su valori positivi (non su morti e cimiteri, sui quali peraltro è pure pericoloso indagare storicamente)? Ma se poi dobbiamo considerare la storia dopo il 1945, forse che gli orrori non sono cresciuti anzichè diminuire? E che senso ha voler inchiodare la propria attenzione su un evento (...) piuttosto che su un altro? La grandezza di Primo Levi in cosa consiste? Perché si deve leggere Levi piuttosto che un qualsiasi altro autore? Me lo spieghi il mio interlocutore, che forse riuscirà a convincermi lui a leggere quel libro che circa 40 anni fa una mia collega volle a forza prestarmi? Ma qui ripeto il problema non è Primo o Secondo, qui il problema è la libertà di pensiero e di espressione, e quindi il diritto all’USO METAFORICO DEL LINGUAGGIO. Un Levi c’entra qui assai poco, a mio avviso. Non credo che il problema attuale di quanti ogni giorno si vanno a suicidare sia quello di leggere Primo Levi, se anche sanno chi mai fosse.
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      Vorrei fare ancora altre integrazioni. Cosa significa "leggere un libro”? Forse che si devono leggere tutti i libri? O se ne possono leggere alcuni, e altri no a seconda delle preferenze? A tempi di Cartesio si diceva di un uomo che aveva letto tutti i libri fino allora stampati, ma Cartesio rispondeva che un uomo dabbene non è tenuto a leggere tutti i libri che esistono. In segni pregnate, "leggere un libro” significa entrare nel suo sistema concettuale, immegersi in esso e farlo diventare sostanza del proprio pensiero. Ho letto tanti pensatori (non dico quali) e altri ne leggo ancora, ma perché devo leggere Primo levi e farne parte di me stesso? Ho citato Burg che spiega perché NON si debba leggere Primo Levi... Il mio interlocutore ha letto Burg? Ne ha mai sentito parlare? Certo, non è così pubblicizzato come Primo Levi, di cui si sa ciò che vuole per l’immagine che ne viene data... Ma se Grillo vuole leggere Primo Levi e darne una sua versione, qual è il problema? Non mi sogno di impedire a chicchessia di leggere quel che vuole. In Germania, vi sono persone in carcere per il solo fatto di averli scritto certi libri, ed altri ancora sono pure in carcere per averli letti quei libri, senza neppure condividerli... Chiaro il concetto? Un altro autore, per me infinitamente superiore a un Primo Levi (a cui non tolgo nulla di ciò che gli si vuol dare), esprime questo pensiero: la peggiore forma di esistenza è quella fondata sulla colpa degli altri. A me pare che quelli che hanno attaccato Grillo intendono vivere sulla colpa di quelli che non erano neppure nati all’epoca dei fatti. In ogni caso, per chiudere, un libro è sempre un libro e chi lo legge ha tutto il diritto di interpretarlo a modo suo e di farne un "uso metaforico”. Se leggo Platone o Aristotele, nessuno deve darmi il permesso di leggere Platone o Aristotele e nessuno ha il copyright della corretta interpretazione del loro pensiero.
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      Rispondo al mio commentatore: perché mi dovrebbe interessare in particolar modo Primo Levi? Parecchi decenni or sono una mia collega mi prestò a forza il libro e voleva che lo leggessi: non lo lessi e glielo lo restitui senza averlo letto. La mia logica è questa: per conoscere la storia d’Europa dal 1914 al 1945 non ho bisogno di leggere un Levi. Se non ho letto Levi, ho però letto, ad esempio, Avraham Burg, che risparmia la lettura di un Primo Levi e lo avanza di molto. Il testo di Beppe trae spunto da un testo di Levi, ma non è Levi e diventa una cosa diversa: a me interessa Beppe e non Levi. La logica? Io penso di avere una logica, e penso che anche tu l’abbia: ma la tua logica non è la mia logica. Da che parte stai? Incomincia con il dirmelo, e poi possiamo continuare a misurarci con le armi della logica. Di libri penso di averne "letto” un milione, ma Primo Levi non mi manca e non mi è necessario. Se non l’ho letto, non significa che non ne conosca le tesi e gusti e le tristezze.
    • Giuseppe D. Utente certificato 3 anni fa
      «Di Primo Levi non so nulla, se non il nome e le ampie citazioni che se ne fanno. I suoi libri non li ho letti e non mi interessano. La sua problematica mi deprime e preferisco evitarla«. Così parlò il lettore Antonio Caracciolo. Splendido esempio di logica consequenziale. Come fa a evitare la problematica di Primo Levi se poi ammette di non leggere e di non avere interesse per i suoi libri? È la logica di Grillo: non ti conosco e non ti leggo, però quello che scrivi mi fa schifo.
  • VINCENZO MARRA Utente certificato 3 anni fa
    Continuo a far la spola tra NY e Roma. Oggi mi trovo a Roma e da due giorni non faccio altro che sentire gli indignatos alla rovescia contro le proteste del Blog di Beppe Grillo. La retorica sta strozzando l'Italia e la parola d'ordine e' "Tutti uniti contro il cambiamento". La domanda e' ormai per tutti noi: "Ma chi e' che crede veramente a Toti, Renzi e tutto il nuovo che viene proposto senza chiedere alla gente se va bene?..... Ma la gente c'e' ancora?"- "Non abbiate paura" Ammoniva Papa Giovanni Paolo II. E allora se siete stanchi di essere presi in giro, scrivete sul Blog, scrivete, scrivete, scrivete finche' chi deve aver paura finalmente lo capira'.
  • Giovanni Panunzio 3 anni fa
    Se questo non è un malato di mente, uno squilibrato da ricovero, che sfrutta l'Olocausto perché non ha niente da dire... Se questo è il futuro che ci aspetta... Se questa è una leaderscipp, che ruba i drammi altrui per farne ulteriore carne da macello in campagna elettorale... Se anche suo padre o sua madre fossero stati deportati lì... avrebbe rispettato almeno il loro dolore? Ne dubito. Se questo è un uomo... che intervengano almeno i servizi sociali, se non i servizi igienici... per liberarci dall'odore di fogna e dal luridume che esce dalla sua bocca... Bocca che vomita livore e grida ogni giorno, come il livore dei nazisti che strozza le grida degli "ultimi"... che un finto uomo usa per i suoi sordidi fini, non essendo degno di farne memoria. Se questo è un uomo... mandiamolo nell'oblio della vergogna infinita. Giovanni Panunzio
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      Panunzio, tu sfrutti. La foto del post è di un oggetto metallico, simbolo dell'oppressione, qualsiasi essa sia.
    • pier p. Utente certificato 3 anni fa
      Continuo...giovanni panuzio...tuo padre era certamente un fascista!
    • pier p. Utente certificato 3 anni fa
      Mio Padre è stato deportato a NORIMBERGA, e nulla aveva a che vedere (è morto) con Politici (finti democratici) del dopoguerra...che ancor oggi imperversano in Parlamento, sotto mentite spoglie! Quindi TACI, per favore!
  • Carlo S. Utente certificato 3 anni fa
    Chi critica Grillo lo fa in malafede, poiché è lecito usare un testo già esistente come vettore di foza per trasmettere un proprio messaggio. La poesia di Levi certamente ha un legame con un'esperienza personale ed un momento storico preciso, ma non si limita a questo. Il potere della sua poesia che esprime forte dolore e contiene un'accusa può essere trasformato e riusato per trasmettere un nuovo messaggio. Dal momento che la poesia è stata pubblicata non c'è nessuno che può rivendicare il dominio assoluto della sua esegesi o impedirne il riuso. Sarà il lettore a decidere se un eventuale riuso sia adeguato o meno. A me il riuso del testo fatto da Grillo pare appropriato e non lesivo di alcuna memoria poiché il testo si ambienta nel presente. Chi grida da parte dei politicanti italiota che Grillo sia nazifascista lo fa in malafede e credo che nell'opinione pubblica (non nei grandi giornali) il post i Grillo sia condiviso.
  • franca menegon Utente certificato 3 anni fa
    Non capisco tanta indignazione... Grillo ha utilizzato una metafora per condannare i governanti che stanno(da molto tempo e sistematicamente) portando alla deriva un Paese il cui tessuto sociale è fatto da brave persone che hanno lavorato sodo per formarlo, e che sono state messe nella condizione di dover subire, inermi, lo strapotere di una classe politica inetta e farabutta che lo sta divorando malamente con avidità e malaffare di stampo mafioso: Questo è sotto gli occhi di tutti e questo dovrebbe indignare...!
  • Marco R. Utente certificato 3 anni fa
    Non leggo nulla di anti semita e concordo sui troppi ignavi che abitano in questo Paese ma pensateci un attimino bene ma quanto di anti italiano e anti greco c'è stato in questi ultimi anni da parte dei poteri forti, europei compresi. Nel nome TE LO CHIEDE L'EUROPA quanti hanno fallito quanti si sono suicidati grazie ai poteri forti, quanti sono divenuti più poveri nel nome TE LO CHIEDE L'EUROPA. Voglio rammentare ad ognuno che la più grave forma di violenza che si può fare ad una persona è quella di renderla povera e nel nome di cosa TE LO CHIEDE L'EUROPA??????? Chi cazzo sono costoro che hanno sempre e solo da chiedere a Noi? Ora siamo Noi a chiedere qualcosa a loro che se ne vadano fuori dai coglioni per sempre.
  • maria . Utente certificato 3 anni fa
    A Chi ha visto "Piazza SPORCA" di Formigli-La7, nel momento in cui sono apparsi 5 lavoratori con la maschera in volto per NON farsi riconoscere, in quanto impauriti dalle minacce di licenziamento che denunciavano le tristi e spregevoli condizioni di lavoro e dello sfruttamento umano, avrà sicuramento associato la situazione di quei lavoratori come VITTIME di uno stato di necessità, di una vera deportazione in luogo simile ad un LAGER. Ed era la prova provata di quello che nel POST ha voluto significare Beppe: - sottolineare la sofferenza dei lavoratori senza offendere il simbolo del triste ed orrendo ricordo dell'olocausto. Purtroppo il peggior sordo e` chi non vuol sentire e il peggior cieco e` chi non vuol vedere. Per quanto riguarda la comunita` ebraica,con tutto il rispetto,che da CAIFA in poi la loro specialita`e`"lo straciarsi le vesti"dimenticando che nei campi di concentramento purtroppo non c`erano soltanto loro, ma anche altre categorie e tipologie di esseri umani. Suggerisco di mutare il punto di vista della lettura del Post che ritengo in relazione ed in sintonia con la situazione lavorativa e politica attuale. Se non vi riesce, pazienza! "Intelligenti pauca sufficiunt"
  • valentina serra 3 anni fa
    ...MI STUPISCE CHE ANCHE QUELLI DEL FATTO QUOTIDIANO NON ABBIANO CAPITO UN CAZZO! QUANTO SCRITTO DA BEPPE NON è SBERLEFFO ANZI...A ME è SUBITO ARRIVATA COSì SENZA BISOGNO DI INTERPRETI!..MA QUANTO SONO STUPIDI GLI ESSERI UMANI?NON Sò SE MI FA PIù PAURA O SCHIFO QUESTO SISTEMA, QUEST'ACQUA DI MORTE CHE CI LAMBISCE CONTINUAMENTE CORPO E MENTE E CHE SCATENA LA TEMPESTA ALZANDO L'ENORME ONDA DI MERDA/MENZOGNA CON LA QUALE SPAZZARE TUTTO QUELLO CHE SFUGGENDOLE, POTREBBE RISUCCHIARLA E SPUTARLA VIA. QUESTO NOSTRO MOVIMENTO ,GUSCIO DI NOCE CHE CERCHIAMO DISPERATAMENTE DI PORTARE ALTROVE è LA NOSTRA SPERANZA,L'ACQUA PULITA E VOGLIO ANCORA RINGRAZIARE IL NOSTRO AMMIRAGLIO BEPPE E TUTTI QUELLI CHE OGNI GIORNO CERCANO DI TENERE STRETTO IL BINOCOLO PER GUARDARE LONTANO CERCANDO UN ALTROVE DOVE APPRODARE SANI E SALVI NONOSTANTE LA TEMPESTA. GRAZIE A TUTTI BLUEVALENTINE
    • ROSSELLA P. Utente certificato 3 anni fa
      Anche a me stupisce che quelli del Fatto non abbiano voluto capire un cazzo!! Veramente strano! Talmente semplice da capire e da afferrare che anche un illetterato può cogliere il senso della foto e dei versi, che proprio perchè si amano e si apprezzano, vengono fatti propri e concepiti per comunicare con estrema semplicitas qualcosa di importante per svegliare gli animi della gente. Bravo Beppe, continua così! Vinciamo noi!
  • Carlo di Renzo di Renzo Utente certificato 3 anni fa
    La poesia rivisitata non e' nulla di ingiurioso. Le considerazioni contenute sono condivisibili. Trovo solo una brutta caduta di gusto la foto dell'ingresso del lager con la scritta cambiata. Penso che su alcune cose bisogna avere piu' attenzione, piu' rispetto. Cio' premesso, politicamente occorre stare attenti perche' lorsignori, terrorizzati dal Movimento cinque stelle, si attaccano a ogni cosa, anche a una caduta di gusto, per lanciare i loro strali, all'apparenza di fustigatori di costumi, in realta' di biechi conservatori dei loro privilegi.
  • pierangelo albertini Utente certificato 3 anni fa
    Quel Favia, un giuda escariota, fortuna che è stato scoperto.....solo formigli lo può invitare per sputare sul movimento, non sanno più cosa fare per screditare Vinciamo Noi! Pierangelo
    • Beatrice D. Utente certificato 3 anni fa
      per forza è stato formigli ha creare favia
  • Gaetana A. Utente certificato 3 anni fa
    Riporto quasi integralmente il post che ho inviato a Mentana, dopo aver visto il suo telegiornale e lui stesso che bacchettava Grillo per la parafrasi della poesia di Levi: Per me si tratta di un plagio creativo, doloroso e sofferto, di una splendida poesia di Primo Levi ed era rivolto a noi Italiani, ai nostri centinaia di suicidi e ai novelli e sofferenti prigionieri di questa decaduta Italia che, tuttavia, continuano a fidarsi ancora di chi li ha traditi e continua a tradirli". Nel frattempo assistevo alla trasmissione di Formigli, VERGOGNOSA e mi chiedevo: Non c'è un'apposita commissione della RAI per vigilare sulla par condicio in tempi di elezione? Secondo me bisogna denunciare Formigli e La 7!
  • Claudio Gerin Utente certificato 3 anni fa
    Non c'è nulla di antisemitico nel post. Primo Levi è morto non suicida, ma assassinato dall'indifferenza denunciata nel testo stesso. Non avrebbe avuto nulla in contrario all'uso fatto del suo scritto. Sono d'accordo con chi ritiene ipocrite e fuori luogo le proteste di chi si indigna per l'immagine usata, tutti gli organi di informazione hanno divulgato solo gli spezzoni più comodi dell'articolo, sono spaventati, devono difendersi con le unghie e con i denti, speriamo si fermino a quelli. Quanto a di chi si dice indignato, suggerisco di formarsi una maggiore e critica cultura storica, durante la guerra gli alleati,la Santa sede, sapevano cosa succedeva in quel luogo, quante vite sarebbero state salvate se solo all'inizio del '44 le linee ferroviarie che conducevano al campo fossero state bombardate in più punti ? Pensate che su Dresda gli alleati sganciarono in una sola notte 1478 tonnellate di bombe.
  • diego pelloli 3 anni fa
    In questo momento, ove il più debole non è ne protetto ne difeso, ma abbandonato a se stesso. E' doveroso votare movimento 5 stelle , è una vergogna non farlo. Diego
    • Jonas B. 3 anni fa
      Assolutamente d'accordo!
  • King Tut Utente certificato 3 anni fa
    Ieri sera ho visto per 5 minuti la trasmissione di Formigli nella quale un povero sempliciotto, credo del PD, emulo della Picierna, diceva un sacco di fregnacce. Tra l'altro è arrivato persino a contraddire Bersani stesso, che ha detto pubblicamente di non aver chiesto cooperazione al Movimento in quanto non era matto. Anche Marina Sereni in precedenza aveva detto la stessa cosa a Porta a Porta. Visto che c'era anche il frustrato Favia, povero personaggio psicolabile, ho quindi cambiato canale. Spero che personaggi come questi e la Picierna continuino a partecipare alle varie trasmissioni di attualità. Daranno un buon contributo al Movimento, che infatti sta crescendo.
  • anna 3 anni fa
    Ma dove vogliono arrivare questi infami del giornalismo bieco e questi politici marci fino al midollo? Ma noi italiani davvero abbiamo perso il senso della ragione, del buon senso, dello spirito critico sano? Ma come puo' mistificare la realta' a proprio piacimento e stracciarsi le vesti una comunita' ebraica di fronte ad una sacrosanta denuncia fatta sotto forma di poesia e non si scandalizza e non grida invece di fronte all'indegnita' di quei politici collusi e sfruttatori del popolo che ricordano proprio in certi momenti i loro antichi aguzzini?
  • francesco levanto 3 anni fa
    Forse inopportuno l'accostamento da parte dello staff di Grillo perché non abbiamo bisogno che la gente parli bene o male del movimento basta che se ne parli. Almirante diceva che il fascismo è intorno a noi. Ed è una situazione che permane tuttora. Primo Levi nel 1974 scriveva sul Corriere della Sera: "Ogni tempo ha il suo fascismo: se ne notano i segni premonitori dovunque la concentrazione di potere nega al cittadino la possibilità e la capacità di esprimere ed attuare la sua volontà. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente col terrore dell'intimidazione poliziesca, ma anche negando o distorcendo l'informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti modi sottili la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l'ordine, ed in cui la sicurezza dei pochi privilegiati riposava sul lavoro forzato e sul silenzio forzato dei molti. (da Un passato che credevamo non dovesse tornare più, Corriere della sera, 8 maggio 1974) Cosa ne pensate?http://vociromane.corriere.it/2013/01/20/memoria-shoah-e-liberta-di-pensiero/
  • marco moliterni 3 anni fa
    Parole molto dure, come detto or ora dal direttore del TG7, ma che l’art. 21 della Cost. permette di pronunciare. Riguardo alle comunità ebraiche io aspetto ancora che si pronuncino sul muro vergognoso che attraversa la Palestina.
  • manuel buono Utente certificato 3 anni fa
    Italia DEPORTATA,,Si Ragazzi,"DEPORTATA" Da Questa politica (GERMANOCENTRICA)che ci HA AMMAZZATO!!!..Ma che ne sanno loro della nostra vita che viviamo giorno per giorno senza "UNA LIRA???"e dov'è la nostra amata lira??'''..Siamo solo un NUMERO..come sulle giacche che indossavano gli "EBREI" per identificarci,la differenza è che prima lo facevano con la violenza ora lo stanno facendo in forma ECONOMICA..Questo è il messaggio di grillo e massima stima per lui..M5S Avanti cosi!!!!!
  • roberto bofa Utente certificato 3 anni fa
    "I Piddini in salsa giudaico-ebraica non sanno più che pesci pigliare.. Se parli di Levi sei antisemita Se parli della Boldrini sei sessista e stupratore Se parli di Napolitano sei eversore Se parli di Slot Machines, F35, soldi alle banche sei populista Se parli di Berlusconi sei comunista Se parli del PD sei del ventennio Se fai post intelligenti sei un cretino.. Poi vi lamentate si gli italiani parlano solo di calcio? E` difficile descrivere tutta l'ipocrisia italiota in solo sei righe!"
  • Stefano B. Utente certificato 3 anni fa
    RIFLESSIONI INCONDIZIONATE I CANI DI PAVLOV Agli inizi del Novecento, lo scienziato Ivan Pavlov elaborò il concetto di "riflesso condizionato". L'esperimento che fece fu il seguente: ogni qualvolta Pavlov presentava un pezzo di carne ai suoi cani, faceva suonare un campanello. Dopo varie ripetizioni, lo stimolo del suono del campanello produceva nei cani uno stimolo condizionato, che in questo caso era un aumento della salivazione. Lo stesso fenomeno avviene oggi mostrando ad un "giornalista da guardia" la foto oppure il nome di Beppe Grillo: solo che, in questo caso, il "riflesso pavloviano" che si produce è "ringhiare" ed "abbaiare" e, se necessario, anche "mordere". P.S.: quando le condizioni e le situazioni che hanno prodotto una tragedia umana vengono ricordate come metafora per portare all'attenzione altre situazioni tragiche con il solo scopo di far RIFLETTERE e NON quello di far RIDERE, gli ignoranti possono reagire in due modi: o si mettono a ridere, oppure gridano subito allo scandalo.
  • angela cozzolino 3 anni fa
    Non riesco a vedere l'offesa alla comunità ebraica o alla sensibilità civile. Vedo solo una similitudine, in termini di disumanità e perdita dei valori, tra i nostri tempi e i tempi della dittatura fascista e nazista. I potenti sfacciatamente fanno uso del loro potere come allora; le persone preferiscono salvaguardare il loro piccolo orticello a discapito della dignità e dell'onestà come allora; la propaganda fa credere che sia cosa buona avere tutti un unico pensiero, senza distinzione politica, etica, filosofica, religiosa, come allora. Cosa cambia? Che i cancelli che circondano la nostra prigione sono invisibili e noi nemmeno sappiamo cosa c'è scritto di altrettanto atroce all'ingresso.
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      @Massimiliano Rosina Ooooh, ma certo, prima di avere il diritto di provare a risvegliare le coscienze contro le atrocità (fattesi più subdole) del tempo presente occorre attendere almeno la seimilionesima vittima. E poi, dopo, lagrarsi: "ma come è stato possibile?" Ma per favore… ***** @a. aaldo La "rivisitazione" è una una tecnica letteraria tradizionalmente utilizzata. Spesso è un dichiarato omaggio al modello prescelto (come in questo caso), altre volte può trattarsi di una rivisitazione in chiave sarcastica. Può essere più o meno riuscita (de gustibus non est disputandum) ma il "non si fa" (chiamando il causa il "rispetto") e soprattutto il "nessuno può permettersi" (ohibò!) sono argomenti miseri a prescidere dall'autorevolezza di chi li sostiene.
    • a.aaldo 3 anni fa
      La poesia ed la foto sono state entrambe ‘rivisitate’, non ‘citate’. Non si fa. Per rispetto (e per buon gusto). Quando Grillo dice di avere voluto ‘onorare’ uno scrittore che ammira, fa ridere. Ma soprattutto non si piega alle proprie ambizioni elettorali un argomento così ‘sensibile’ per rispetto del dolore di milioni di persone. Oltretutto la scelta dell’accostamento tra la attuale situazione italiana e proprio la Shoa fa sospettare che si sia voluto solleticare l’elettorato più a destra, importantissimo nelle europee. Grillo sapeva benissimo di sollevare un polverone che poteva portagli voti. Quanti entusiasti commenti antisemiti qui sotto… Se si è fatto questo calcolo, questo è ‘osceno'. "Nessuno può permettersi di 'rivisitare' Primo Levi. Nessuno può permettersi di rivisitare Auschwitz e la Shoah. Nessuno può permettersi di adoperare la più grande tragedia del '900 e lo sterminio di milioni di esseri umani per i propri fini elettorali. A meno che Grillo non voglia sfruttare l'antisemitismo crescente in Europa e la propaganda della destra neofascista per caratterizzare la sua campagna elettorale razziale. Beppe Grillo e gli attivisti del Movimento 5 Stelle chiariscano i motivi e gli scopi di questa oscena dissacrazione". ‘Libertà e Giustizia' associazione presieduta da Gustavo Zagrebelsky e Sandra Bonsanti
    • Massimiliano Rosina () Utente certificato 3 anni fa
      Certo che non vedi l'offesa se poi scrivi un commento come questo. Se ad una madre che ha perso un figlio rispondi "anch'io ho perso un cane" percepisci l'offesa? Abbiamo i nostri problemi ma non c'è nessun Hitler e nessuna soluzione finale in corso e sarebbe meglio mantenere il senso delle proporzioni. Chi ha veramente letto "Se questo è un uomo" non può fare certi confronti.
  • Brigida B. Utente certificato 3 anni fa
    Io trovo questo post BELLISSIMO...mi ha emozionata, l'ho letto con un misto di rabbia, angoscia e un briciolo di speranza..a chi ci vede qualcosa di sbagliato..beh è un problema vostro..lasciate da parte ipocrisie e stereotipi e guardate al cuore delle cose..a riveder le stelle!!
  • Dario J. Utente certificato 3 anni fa
    A me non sembra così offensivo e mancante di rispetto.. beh effettivamente a chi non è abituato a sentirsi urlare la verità capisco che può risultare difficile da digerire.. Rassegnatevi... qualsiasi cosa farete sarete sempre sotto osservazione... anche se ne resterà soltanto uno.. come dice qualche sfigato pentito...
  • Penka I. Utente certificato 3 anni fa
    Grande Grillo per essere capito dai piccoli uomini! Mia mamma ha perso i parenti a 18 e 20 anni nella lotta contro il fascismo nell'anno 1945, all'est. Lo so che significa la morte e la libertà! Togliere o limitare la metafora della parola e dell'immagine è solo ignoranza o qualcosa l'altro che non mi appartiene.
  • iolanda russo 3 anni fa
    sto guardando la 7,non sapevo che la d'Amico si intedesse anche di politica peccato per le risposte che legge come se tutto fosse già concordato fra lei è chi conduce il programma penso di spegnere grazie.
  • Vulzio Abramo Prati 3 anni fa
    Mio padre e' stato portato in Germania 2 anni ai lavori forzati per non aver voluto servire la Repubblica di Salo'. Era antifascista da sempre e ha pagato per la sua coerenza, e' tornato che pesava 47 chili ma era vivo. Ha visto tanti ex fascisti adesso maestri di antifascismo che avevano fatto carriera con il duce farla ancora con la nuova repubblica. Non si è mai lamentato per questo. Io non mi sento minimamente offeso da questa libera interpretazione di Levi e penso che anche lui, scomparso da 14anni l'avrebbe apprezzata. A proposito consiglio a certi "critici" di andare a vedere anche su wikipedia i nomi dei "sansepolcrini" fondatori del fascismo, troverebbero delle sorprese!
  • Maurizio Ruzza 3 anni fa
    Stupendo post, profondo, di una nobiltà d'animo meravigliosa, un parallelo azzeccatissimo, strumentalizzato dai pennivendoli che approfittano dell'ignoranza cronica dell'italiota medio. Lungi dall'essere offensivo per gli ebrei, rievoca il loro dramma con l'intento di scuotere le coscienze di chi pensa che certi abusi arrivino come una meteora dall'alto. Certe mostruosità iniziano con sistemi marci come quello italiano, che si perpetua nell'indiferenza generale. Grande Beppe!
  • Pierluigi Palladini Utente certificato 3 anni fa
    BEllissima la peosaia scekta ed efficae e calzante la parafrasi effettuata. Condivido parola per parola.
  • Francesca B. Utente certificato 3 anni fa
    Allo stesso modo in cui non deve esistere una sacralità delle istituzioni, è da stupidi pretendere che un fatto storico, o un’opera letteraria siano sacri nel senso di essere intoccabili o innominabili. “Historia est magistra vitae”, disse Cicerone. “La letteratura è una difesa contro le offese della vita”, disse Cesare Pavese. Descrivere il dolore del presente vedendolo trasparire tra le righe di una poesia che narra le atrocità del passato è un’operazione intellettuale nobile che richiede grandissima sensibilità. Gli orrori di ieri diventano allegorie della sofferenza odierna e questo non solo non sminuisce il ricordo delle tragedie storiche, ma addirittura le carica di un significato più profondo, di insegnamento per il presente. Citare Primo Levi per smuovere le coscienze di oggi è come fare il viaggio nell’Inferno insieme a Virgilio.
  • GIOVANNI I. Utente certificato 3 anni fa
    Sono rimasto di sasso quando ho sentito le lobby ebraiche dare addosso a questo post. La P2 e le loro complici , hanno fatto dell'Italia qualcosa che si avvicina a quello che i nazisti fecero a gli Ebrei. Ogni anno si ricorda il giorno della memoria , anche per far si che questi scempi non si facciano più , come possiamo definire quello che questa classe politica fatta di massoni e delinquenti corrotti ha fatto al nostro paese? Questoi sono stati peggio dei nazisti , ci hanno avvelenato il territorio , ci hanno reso il Paese più corrotto d'Europa , hanno fatto stragi su Monumenti Artistici , hanno ucciso , stanno affamando un intero Popolo , stanno rovinando i giovani con il gioco d'azzardo legale , hanno creato caste e sottocaste , e qualcuno ci vuol far credere che paragonare la P2 ad un lager sia offensivo . Mi rivolgo a gli ebrei , le tragedie le abbiamo noi in casa nostra e questi signori sono peggio dei nazisti , sono ormai 20 anni che li manteniamo hanno corrotto gli animi di tutti , pensate ai vostri lager che create in tutto il mondo specie in Palestina , e avete anche il coraggio di romperci i coglioni con la nostra politica interna . Andate a cagare , ci vuole coraggio ad appoggiare i nostri politici che fino ad oggi vi hanno elargito miliardi che prendevano dalle tasche dei nostri vecchi . Vedete i regali che mastropasqua vi ha fatto in questi anni soldi presi alle pensioni .
  • Rita L. Utente certificato 3 anni fa
    Premetto... Mio padre è stato prigioniero in un campo. Ma esistono "lager" anche nelle famiglie, nelle scuole, nelle religioni. A me non sembra che si sia infamata la comunità ebraica. Si è dato invece voce a quanti si sentono prigionieri nel lager della finanza e della mala politica.
  • Gabriele B. Utente certificato 3 anni fa
    Bello questo post, questa Italia è un "lager moderno"....chi osa dire il contrario?? QUANTI MORTI PER LA MAFIA QUANTI MORTI PER INCENERITORI E RIFIUTI TOSSICI QUANTI MORTI PER INQUINAMENTO DELLE FALDE QUANTI MORTI PER EQUITALIA QUANTI MORTI PER LAVORO QUANTI MORTI TRA LE PMI QUANTI MORTI NELLA SANITA' ....
  • Mirco Bergamo Utente certificato 3 anni fa
    Molto bello e molto profonda la riflessione per chi conosce la storia di questo paese dal dopoguerra in poi, ma credo siano pochi quelli in grado di capire ed associare quello che E' STATO e quello che SARA' dell'Italia tra non molto! Gli ipocriti perbenisti, fantasmi residuali di una DEFUNTA DEMOCRAZIA si scandalizzano sempre.
  • antonio corino Utente certificato 3 anni fa
    Dov'era e cosa faceva il sig. Napolitano quando venivano deportati nei lager nazisti milioni di ebrei? Era iscritto alla Gioventù Universitaria Fascista. E quando i partigiani di Tito gettavano nelle foibe migliaia di prigionieri vivi legati schiena contro schiena ad altri prigionieri fucilati? Era iscritto al Partito Comunista Italiano.Così come quando Stalin ordinò i progrom per deportare cittadini ebrei nella ex Unione Sovietica, deportati nei gualg in Siberia con milioni di altri innocenti solo perchè autentici rivoluzionari, veri comunisti, socialisti, anarchici, dissidenti ad un regime capitalista di stato che si spacciava per "comunista" ma che di comunista aveva soltanto il nome proprio come il PCI! E cosa scriveva quando i carri armati sovietici invadevano l'Ungheria nel 1956 e poi Praga nel 1968? E cosa denunciava dei cumuli di teschi di poveri scheletri ritrovati a quintali nella Cambogia di PolPolt? E cosa faceva la sinistra così filo€pea quando in Bosnia serbi e massacravano donne, bambini, anziani bosniaci con lancio di missili dalle colline intorno a Sebrenica? E la grande €pa di cui lui e il suo P.D.(ue?)sono feroci sostenitori che cosa dicevano tra l'aprile ed il luglio 1994 quando in circa cento giorni i militari Hutu e le formazioni paramilitari Interahamwe sterminarono tra 800.000 ed un milione di innocenti civili Tutsi e Hutu moderati? la grande EUropa sosteneva contemporaneamente il governo militare e il Fronte Patriottico Ruandese inviando armi di vario tipo ma i macete, ah be, quelli provenivano dai kompagni della Repubblica Popolare Cinese Allora questi ipocriti che oggi si indignano per un post che richiama un genocidio, che forse loro vorrebbero confinato al rituale ingessato del "giorno della memoria" e che invece bisognerebbe ricordare ogni giorno, perchè non ci raccontano qual'è stato il ruolo svolto dalla grande €pa nei genocidi che hanno segnato in eterno il secolo XX. Ce lo dicano i Rondolino, i Formigli, i Dalema...
    • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
      Ai tempi il camerata Napolitano Giorgio militava nel GUF, il Gruppo Universitario Fascista.
    • Calogero Bavetta (bolscevico) Utente certificato 3 anni fa
      Sui fatti storici che hai elencato ci sono tante discussioni, nulla di apertamente vero, su Stalin essendo il Russo più amato come la metti? E come metti il fatto che nessuno sapesse delle sue deportazioni? Se in Italia deportano o uccidono 20 milioni (alcuni dicono addirittura tra i 20/100 milioni le vittime di Stalin haha) di persone penso che qualcosa se ne sappia o sbaglio? Tutti invece hanno una grande esperienza di quello che è stata l'URSS, il referendum di marzo 1991 ne è la conferma, quando il 77% dei sovietici votarono a FAVORE DELL''UNIONE SOVIETICA E CONTRO LO SCIOGLIMENTO, come la metti ? Oltre che è stato Stalin a sconfiggere il Nazismo e a liberare l'Europa, cosa che invece i gli USA hanno occupato, se vedi abbiamo base USA in Italia e l'Europa è sotto il dominio Imperialista USA. QUINDI DI STORIA NON PARLIAMO CON LEGGEREZZA, il campo Socialista ha subito una disinformazione che in confronto quella che praticano a Grillo sono carezze.. Un saluto comunque, a PRESTO :)
    • stefano g. Utente certificato 3 anni fa
      condivido totalmente. trovo vergognosa l'ipocrisia scatenata dai giornalisti, dall Boldrini e da altri contro le parole di Grillo.
  • xcexnsxurxadxurxax 3 anni fa
    censurato: ----------- Andrea G. Pordenone ieri Che cavolo fai Beppe??? Ti metti a tirar per la giacchetta vittime, luoghi e fatti dell'olocausto, della persecuzione nazista, usarli come leva per scopi di attualità politica, cioè per scopi che esulano da quei fatti e da quelle vicende ????? Così dimostri poco rispetto e scarsa considerazione sulla sensibilità di chi quelle vicende le ha purtroppo vissute e subite. Quello che hai postato non è affatto da vantare, anzi. Spero che i tuoi ragazzi che siedono in parlamento e senato abbiano più rispetto e sale in zucca di te. -----------
  • FRANCA PIATTONI Utente certificato 3 anni fa
    Mi sono iscritta al blog solo per dire che sono disgustata dal post "ispirato" al campo di concentramento di Auschwitz. Grillo ha sfruttato LA tragedia dell'umanità, la razionale e pianificata delezione di persone sommariamente definite Ebree, un evento giustamente definito Olocausto, per fare, male, politica (politica?). Ha dato origine ad una serie di commenti che definire ignobili è riduttivo, bravi a ricondurre tutto ad una generica malvagità, alle tante troppe carneficine che l'uomo ha perpretato. Commenti ignobili perché sottendono che la Shoah non sia stata un evento unico nella storia umana, e che, quasi, la questione ebraica sia solo una delle tante nella storia. Qualche commento è francamente antisemita! Grillo, se questi sono i suoi followers, se questa è la sua narrazione, sappia che da ora non mi limiterò a sorridere ma, temendola e temendo soprattutto i suoi seguaci, comincerò a contrastarla in ogni lecito, legale, democratico, intelligente modo possibile.
    • Manuel 3 anni fa
      La shoa un atto unico nella storia? Sicuramente è stato uno degli atti più terribili della storia, ma non l'unico. Il genocidio di un milione e mezzo di armeni ad inizio del 900? O forse contiamo i morti a chili, a decine o migliaia per definire la barbarie della loro fine? Non sono forse le motivazioni che stanno alla base di un genocidio che lo qualificano? E la tragedia del Ruanda? La pulizia etnica in Bosnia? Il massacro del popolo Curdo? Lo sterminio sistematico di 100 milioni di persone in nome del socialismo reale? Cosa sono queste cose? Tragedie orribili ma non "uniche" nella storia? Cosa Rende una persona più vittima delle altre? Forse l'appartenenza al popolo ebraico? Nei campi di concentramento tedeschi sono morti Rom, Testimoni di Geova, Cattolici, Malati mentali, disabili... Queste persone non erano abbastanza uniche? Lei dimostra quanto la storia si ripeta e i semi dell'intolleranza che voi stessi piantate, prima o poi vi si ritorceranno contro. La democrazia, per lei, è parlare senza argomentazioni, attraverso pure banalità che si ripetono e celebrano se stesse con l'assurda pretesa di essere vere, senza essere sostenute da una qualsivoglia argomentazione logica e degna di essere presa seriamente in considerazione. Buona notte signora.... le auguro un buon riposo della sua coscienza e della sua intelligenza.
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      Le consiglio una serie di letture: Finkelstein, Atzmon, Pappe, Sharak, Rabkin, Burg, Sand... Tutti autori "ebrei” e "israeliani”. Le ricordo poi che nella civilissima Germania di oggi, per nulla inferiore alla Germania di ieri, sono ben 200.000 le persone che dal 1994 sono state penalmente perseguite per reati di opinione... Una legge eguale a quella tedesca la si vuole introdurre anche in Italia ed è tuttora in discussione al Senato... Ne è capofila un biondino che da una parte manifesta per la "libertà di pensiero” (per la legge sulla omofobia), ma dall’altra vuole introdurre una legge che con la libertà di pensiero fa decisamente a pugni. Costui vuole compiacere un giorno la Sacrestia e l’altro la Sinagoga. Mah!
    • roberto bofa Utente certificato 3 anni fa
      Se parli di Levi sei antisemita Se parli della Boldrini sei sessista e stupratore Se parli di Napolitano sei eversore Se parli di Slot Machines, F35, soldi alle banche sei populista Se parli di Berlusconi sei comunista Se parli del PD sei del ventennio Se fai post intelligenti sei un cretino.. Poi vi lamentate si gli italiani parlano solo di calcio? E` difficile descrivere tutta l'ipocrisia italiota in solo sei righe!"
  • bruno franchi 3 anni fa
    Caro Beppe, il tuo post è troppo profondo perché venga capito dalle persone corazzate che permettono da millenni ogni tipo di crudeltà come la storia purtroppo insegna. L'immagine che hai messo è la nostra condizione di accettare i carnefici senza ribellarsi alla loro crudeltà patologica. IL carnefice esiste perché lo schiavo gli permette di fare il carnefice, se lo schiavo reagisce, o si ribella lottando per la propria vita, il carnefice viene sconfitto. Non possiamo dare TUTTA la responsabilità al carnefice e assolvere le vittime. Anche le vittime sono patologicamente malate, andando incontro al macello senza reagire o ribellarsi, e questa la tremenda verità che ancora oggi le vittime non vogliono sentire, poichè se l'Italia è stata distrutta dai politici, la responsabilità maggiore ricade su chi gli ha dato il voto e il potere per diventare i carnefici legalizzati dei cittadini. IL post è chiarissimo, ma purtroppo la Verità della condizione umana corazzata fa paura leggerla e ascoltarla.
  • MARCO TRINGALI 3 anni fa
    Caro Beppe non ce la fai a resistere alla tentazione di fare qualcosa che regali voti agli avversari....soprattutto quando i sondaggi ci danno ragione....COMINCIO AD AVERE LA SENSAZIONE CHE LO FAI APPOSTA, SARA'.....
  • Simone M. Utente certificato 3 anni fa
    Penso che per non capire questo post, bisogna essere aridi di intelletto oppure in mala fede. Beppe avanti cosi'!
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    buon giorno blog e qui il caffè a 5 stelle!!!triste post ma veritiero.dobbiam spingere tutti insieme e vien giù tutto.svegliare le coscienze o l'abisso si spalanca ormai!!M5S senza se e senza ma!! p.s. bravi a ricominciare a bari!!
  • Iasi Rocco 3 anni fa
    bravo GRILLO sei un grande uomo hai suscitato in me la voglia di scrivere e dirti che hai proprio ragione. Io sono uno di quelli che della cosa pubblica non gli importa niente e neanche delle persone meno fortunate di me e che la sera torno a casa e guardo il telegiornale di regime con sullo schermo i visi da mafiosi, perché io voto il partito delle larghe intese, ed educo i miei figli ad assere indifferenti e soprattutto servi e sono pure un po' felice e contento di tutto questo.Un bel paese il nostro comandato da un vecchio impaurito e da un povero buffone di provincia alleato con berlusconi condannato,un bel paese il nostro.Sei proprio un grande uomo GRILLO ma non ci posso fare niente io non riesco a pensare con la mia testa non riesco ad essere critico mi piace farmi trasportare anche se non ci sara' speranza per i miei figli per questa mia ignavia.
    • elena guerini Utente certificato 3 anni fa
      caspita che post !spero per te che tu stia scherzando...altrimenti mi spiace per te e per i tuoi figli
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus