L'assessore di Sala in conflitto di interessi per 4 milioni di euro #CoccoDimettiti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Gianluca Corrado, Patrizia Bedori, Simone Sollazzo - consiglieri MoVimento 5 Stelle Milano

Abbiamo il piacere di comunicarvi che da questa mattina sul sito del Comune sono presenti le dichiarazioni reddituali e patrimoniali dell'Assessore Cocco!
Il Sindaco, dopo aver cercato di difendere l'indifendibile, si e' visto costretto, a seguito delle nostre persistenti denunce, a mediare con la sua assessora per ottenere il rispetto della legge.

La manager di Microsoft in aspettativa, pronta a dimettersi, ha ceduto alla fine, alle richieste del sindaco.
Adesso, dopo aver visionato i documenti, rettificati per un errore nella prima versione, abbiamo purtroppo avuto conferma di quanto temevamo.
L'assessore Cocco rispetto ai suoi colleghi non ha dichiarato nulla di particolare, se non la proprietà di azioni di Microsoft Corporation per un controvalore di 3,79 milioni di dollari.
Questo evidentemente il motivo per il quale l'assessore ha voluto tenere nascosta la propria situazione patrimoniale fino a quando, con il fiato sul collo del M5S, non ha ceduto alla legge.

Non solo quindi si tratta di un dirigente Microsoft in aspettativa, azienda presso la quale presumibilmente tornerà a lavorare, ma possiede anche quasi 4 milioni di dollari di azioni della Corporation, che incidentalmente è un fornitore primario del Comune di Milano.
Si tratta di un conflitto di interesse manifesto e inaccettabile, tale da poter essere superato solo con le dimissioni dell'assessora Cocco. Come potrà mai lei, nella situazione in cui si trova, tutelare gli interessi dei milanesi? #CoccoDimettiti

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus