Economia felice

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

In questo momento storico, in cui un sistema economico-sociale, basato sul profitto e sulla crescita indiscriminati, che sta dominando l’intero pianeta e mina le fondamenta della vita stessa, è necessaria una presa di coscienza collettiva per promuovere un vero cambiamento culturale.

A Firenze domenica 2 Ottobre, giornata mondiale della nonviolenza, dedicata a Gandhi, si terrà VIII Conferenza e Raduno Internazionale dell’Economia della Felicità, la prima volta in Italia. Saranno presenti pensatori d’eccezione e attivisti di livello mondiale dall'India, dal Brasile, dagli Stati Uniti, dall'Inghilterra, dalla Francia, con il sostegno e la partecipazione di innumerevoli associazioni e movimenti italiani.

Sarà questa un'occasione unica per riflettere assieme per allontanarsi da un’economia della crescita guidata dalle multinazionali e muoversi verso economie locali al servizio delle persone e del pianeta. Allo stesso tempo sarà un’occasione per scoprire le iniziative che hanno luogo in tutto il mondo, fonti d’ispirazione per riappropriarsi delle nostre economie, comunità ed ambienti naturali.

Il programma include presentazioni, discorsi, tavole rotonde, con i leader mondiali della localizzazione e della decrescita: Helena Norberg Hodge, Serge Latouche, Maurizio Pallante, Rob Hopkins, Vandana Shiva, Rossano Ercolini. Interverrà inoltre Carlo Sibilia, membro del direttivo, che ha già partecipato, riscuotendo notevole successo, alla III edizione della Conferenza a Bangalore.

Le precedenti sette edizioni hanno avuto tutte un enorme successo. Sono state accolte come grandi fonti di ispirazione e come antidoto contro la rabbia e il senso di impotenza che caratterizza questo periodo.

Il cambiamento partirà dal basso, dalla partecipazione e dal contributo di ognuno. Partecipa e sostieni anche tu l’evento.


Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Roberto A. Utente certificato 1 anno fa
    Per me, si tratta anche di vivere coerentemente con le proprie idee, che nel frattempo si sono palesate in me. La crisi economica e la chiusura della mia azienda nel 2009 mi ha "obbligato" a rivedere tutti i miei parametri vitali economici. L'importanza degli studi universitari delle mie figlie mi ha costretto a fare delle scelte drastiche nell'ambito stesso della famiglia e delle sue spese. Sono passato 7 anni da allora. Guido una (ottima) macchina di 25 anni, le mie tre figlie stanno terminando corsi universitari quinquennali con notevoli successi e con ottime prospettive di poter entrare nella loro vita professionale super specializzata. Nel frattempo sono arrivate le nostre sospirate pensioni e la nostra vita economicamente molto ridimensionata ci ha fatto riscoprire aspetti umani che ci eravamo persi. In conclusione posso affermare che la nostra vita famigliare è di una qualità notevolmente superiore a prima. malgrado o forse grazie ad un ridimensionamento economico passato da 10 a 1. Penso si possa chiamare "decrescita felice", anzi, felicissima. La consiglio a tutti.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Dopo aver vinto 3 a 0 la competizione con il comunismo per il potere mondiale, il capitalismo e' dilagato su tutto il pianeta. Che lo vogliamo o no siamo tutti "capitalisti", compresi i russi e i cinesi. Così il capitalismo ha potuto ingigantirsi con la prolificazione delle multinazionali e la finanza speculativa. Nello stesso tempo queste devianze sono un sintomo della crisi del capitalismo che ha il suo massimo limite nel dover crescere senza sosta in un contesto tuttavia limitato che è' quello del globo terrestre, della popolazione, delle risorse naturali, dei cambiamenti climatici. Dovrebbe ma non può' fermarsi il capitalismo, e' la sua natura. Possono però fermarlo i cittadini-consumatori se solo prendessero coscienza del loro potere e si decidessero ad usarlo. Ci vorrà' tempo, speriamo di averne abbastanza prima della fine.
  • rosaria dell fave 1 anno fa
    sono alla ricerca di prestito da molti mesi ma ho mai avuto quello. Se avete bisogno di prestito di denaro o contattato signora MANECCHI Silvia, poiché j hanno quindi ottenere il mio prestito di 25.000 la settimana passata per signora MANECCHI Silvia. All'inizio io n non hanno creduto che lo aiuterà ma è l'opposto. Ho visto una prova su lui non fare il sig. Charles Héros; La Sig.ra Muller Edwige Mme e Bernice julien così io laico contattato ed ho trovato soddisfazione esistono molti prestatori particolari. Voi che siete in situazioni difficile Indirizzo mail: silvia19manecchi75@gmail.com
    • Maria Frattini 1 anno fa
      E' l'unico modo che abbiamo per analizzare il tutto e ripartire con uno stile di vita adeguato che consente all'umanità di evolvere nel modo giusto. Rendendo felice ogni persona.
  • Claudio . Utente certificato 1 anno fa
    Questi sono i movimenti che possano salvare il pianeta e l'uomo.
  • marco putzolu 1 anno fa
    L'attuale paradigma economico basato sul profitto ereditato dalle passate generazioni ha segnato il suo tempo,ed ora gli esseri umani hanno l'obbligo di "creare" un nuovo ed evoluto paradigma che non contempli l'utilizzo del denaro.Un nuovo concetto di società dove attraverso l'uso della tecnologia gli esseri umani possano accedere a beni e servizi .
  • Eposmail. ,, Utente certificato 1 anno fa
    ..ma come mai,... determinate persone sapientone non rifiutano prodotti di un capitalistico e sfrenato progresso, e sfruttano tecnologie per farsi un'operazione chirurgica chessò, mettersi valvole cardiache,..cambiarsi un'arto con una protesi,...farsi una tac,..??? Se fossero coerenti dovrebbero rinunciare ad intuizioni e brevetti di un mercato ad opera di multinazionali capitalistiche che ideano e realizzano macchinari per una chirurgia evoluta e tecnologica ...che li salva ? Perche '?????????????????
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 anno fa
      Angelo P. : ....aaaaah se non tentiamo di far qualcosa ..è peggio ! Non ci sono scusanti
    • Angelo P. Utente certificato 1 anno fa
      Non è sicuramente una passeggiata, ma con più CONSAPEVOLEZZA e più istituzioni occupate.. possiamo fare molto! I presupposti ci sono! SFRUTTIAMOLI!
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 anno fa
      Angelo P. . il voto democratico,è viziato da chi ha il potere dell'informazione. Chi sono gli arbitri preposti all'insegnamento civico scolastico,...nonchè alla divulgazione quotidiana(giornalisti) delle notizie al popolo..scevre da interessi ? Il tutto condito in una società dove la giustizia dovrebbe essere maestra e funzionare celermente gestita e garantita da veri ARBITRI (giudici)...lontani da radicamenti ideologici ed intellettualmente liberi ..che invece non è ? Quando si otterranno queste condizioni..allora l'elemento democrazia...produrrà gli effetti che noi tutti ci auspichiamo. Diversamente ...si otterra' (in nome di una condizione NOBILE come la DEMOCRAZIA,) semplicemente ....letame.
    • Angelo P. Utente certificato 1 anno fa
      Eposmail, vera la tua analisi sull'ego di ognuno di noi, le diversissime aspettative ed i diversissimi bisogni che ci contraddistinguono, ma dobbiamo riflettere di più, su come rapportare tutte queste diversità (che sono un valore inestimabile) non per continuare a creare grandi divari economici e sociali, ma per migliorare il nostro rapporto con tutto il mondo che ci circonda ed in primis tra noi esseri umani. Chi tira i fili dell'economia (e siamo d'accordo qui, credo), ha TUTTI gli interessi a DIVIDERCI su ogni aspetto della nostra vita politica sociale ed economica. E sfruttano proprio il nostro ego, le nostre tendenze egoistiche, per farci perdere in lotte continue tra le infinite "micro" contrapposizioni socio-politiche-economiche e quindi allontanandoci dal PRESUPPOSTO che SOLO UNITI possiamo ottenere di più. Il LORO STRUMENTO di divisione di massa principale è la PARTITOCRAZIA (destra - sinistra). Il M5S è nato per combattere questo sistema ed annullare le ideologie (ormai solo loro strumento di quella elite). Non serve "imbracciare le armi" per RIBALTARE la situazione, anzi, è soltanto necessario continuare il cambiamento culturale "iniziato", e poter USARE in massa lo STRUMENTO M5S in sé. Come, lasciando VOTARE ogni importante decisione alla gente (democrazia diretta), conseguentemente, OGNI risultato ANDRA' a favore di un 70 - 80 - 90% e non più di quell'1 - 15% (per loro bastano e avanzano i politici di professione).. Perché DISINFORMATI, molti cittadini, in particolare quelli più benestanti, pensano di essere più rappresentati e protetti dall'attuale sistema, anche spesso, se pur consapevoli di che "razza" sono, MA non è così. Ripristinare uno STATO DI DIRITTO, è un vantaggio QUASI.. per tutti. http://www.l-p.it/iniziamo-fare-gli-interessi-del-99-contro-quelli-dell1-della-oligarchia-finanziaria/
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 anno fa
      Angelo P ..le leggi che sto parlando sono quelle che serviranno a ridurre i divari ...che tale corrente di pensiero si prefigge. Il discorso così impostato lascia margini di impostazione immensi , in pratica io e te possiamo parlare per secoli..senza che mai ci incontriamo col ragionamento,..o anche esattamente l'opposto. E' troppo vago e dispersivo il discorso ,"troppo", Lo spazio di intervallo che va da quelle piccole percentuali di persone che oggi mantengono un potere spropositato,..e via via sino all'aumento di tali percentuali...per far si che maggior percentuali di uomini abbiano quel potere che oggi non hanno,....ci sta tutto ed il contrario di tutto. Reputo uno di quei punti dei 5 stelle realizzabili forse imbracciando solamente le armi. L'ego umano è duro da sradicare..e anche se in misura diversa da quella odierna...pure io cerco di capirlo come componente umana. E' molto difficile individuare il limite che divide un potere o una posizione di vantaggio fini a loro stesse,..in rapporto a chi non ha voglia di fare un cazzo...e di queste persone ce ne sono parecchiette. Ripeto ogni persona ha esigenze diverse,..c'è chi si accontenta di uno spritz al bar ,..e chi non si accontenta a distribuire i prodotti della sua azienda in 50 nazioni del mondo...in quanto sostiene che sono troppo poche . Decrescita ?...ma i limiti di rapporto e di equilibrio chi li stabilisce ? Si potrà tentare in forme educative e legislative..di insegnare ad una società...un nuovo modo di esprimersi...ma credo sia duretta. Son cose che vanno provate sul campo..per gradi per vederne gli effetti..non esclusi quelli collaterali. Ma ricette "con la ragione in tasca"...racchiuse in un link come quello che tu hai evidenziato...lasciano il tempo che trovano.
    • Angelo P. Utente certificato 1 anno fa
      Eposmail, non capisco di quale legge stai parlando. La "DECRESCITA", è una CORRENTE di pensiero politico, economico e sociale, che il M5S, vuole da sempre perseguire, NON è né una proposta di "legge", né un capriccio di qualche Portavoce. Ed è l'unica strada percorribile, per riequilibrare il nostro rapporto con la natura e ristabilire equità sociale fra noi umani. Ristabilire equità sociale, significa DIMINUIRE il divario tra super ricchi e poveri. Ti ricordo che meno dell'1% detiene oltre il 65% della ricchezza prodotta dal restante 99% e controlla e condiziona ogni attività e la vita di tutti noi (te compreso). Non si tratta di estremizzare da una parte o dall'altra, ma di riordinare un mondo devastato da un liberismo che ha DEREGOLAMENTATO e orientato ogni cosa a proprio vantaggio. Non è una "decrescita" consapevole e controllata dalla MASSA, che può limitare la tua libertà di realizzarti professionalmente, economicamente o condizionare le tue necessità, ANZI, può solo garantirti UN SICURO STATO DI DIRITTO, oggi CALPESTATO da una elite (quell'1%) che controlla banche centrali e sistemi monetari, grandi multinazionali, e tutta la partitocrazia assoldata. Forse ANCORA confondi "comunismo" con "decrescità"?!!!
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 anno fa
      Angelo P ...mi sorprendi , guarda che tutto non è gestibile con delle leggi. Il dna umano...non lo cambi a tavolino. Molte persone..hanno molte necessità oltre il necessario. Le multinazionali che si quotano in borsa sono sostenute da tanti piccoli azionisti ..gente semplice,..che da un lato invoca "l'economia tranquilla"..ma nei fatti sostengono un'economia fatta da grossi gruppi. Anche in certi gruppi diciamo forti..all'interno , vengono incentivate idee ed intuizioni,..che in piccole aziende non è possibile riscontrare...per una serie di motivazioni . In tutto quello che avviene nel mondo..necessita di un equilibrio...tra persone che optano per economie tranquille e felici,..ed altre persone che sono per economie più complicate e di mercato. L'estremizzare da una parte o dall'altra c...crea attriti tra gli esseri umani. Tu parli di insulti ? ...perchè esprimere un idea che vale quanto un'altra è un insulto ?..ma stiamo scherzando ? Tu parli di reali necessità delle persone ? Ma nessuno può permettersi di dire a me le mie necessità,..come io non mi permetto di stabilire quali sono le necessità di un'altro. Io sono io..e gli altri sono gli altri. Ogni essere umano è diverso... Per uno può essere tanto arrivare come obiettivo a dieci,...per un altro può essere poco arrivare ad obiettivo mille. Non so se la sfumatura ..rende.
    • Angelo P. Utente certificato 1 anno fa
      ***** ***** Decrescita NON significa "scendere sotto le necessità.." ma, "una economia che sia basata sulle reali necessita' delle persone, del pianeta" https://it.wikipedia.org/wiki/Decrescita
    • Angelo P. Utente certificato 1 anno fa
      Eposmail, la premessa del tuo post era: "ma come mai,... determinate persone sapientone non rifiutano prodotti di un capitalistico e sfrenato progresso, e sfruttano tecnologie per farsi un'operazione chirurgica chessò, mettersi valvole cardiache,..". E se permetti, è un insulto a chi propone la decrescita per diversi motivi. Se la politica non avesse favorito le grandi multinazionali, non è che lo sviluppo tecnologico ne sarebbe stato penalizzato, anzi, se tutti i soldi RUBATI ai cittadini da questo sistema, fossero stati usati per incentivare ricerca e PMI, avremmo tecnologie a disposizione dei servizi sociali, molto più all'avanguardia e disponibili in grandi quantità per la gente comune (tutti noi) ed a costi molto modesti. E soprattutto, circolerebbe meno "tecnologia" bellica.. Quindi, decrescere, non significa perdere tecnologia, ma aumentarla e per gli interessi di tutti e non di pochi.
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 anno fa
      Angelo P Che paragoni faccio ?...,.. guarda che il mio esempio ..calza su prodotti che le pmi non hanno modo di sviluppare,....ma solo grandi gruppi. Vorrei veder io una medicina salvavita se vien rifiutata solo perche' è stata studiata da un grande gruppo farmaceutico.
    • Angelo P. Utente certificato 1 anno fa
      Ma che paragoni fai!!! Che sosa c'entrano intuizioni, brevetti, e sviluppo tecnologico CON le multinazionali, i grandi gruppi, liberismo sfrenato e globalizzazione. Tieni conto che le imprese nella sola Italia sono costituite da oltre il 95% da piccole e medie imprese che impiegano oltre l'81% degli occupati. Quindi, intuizioni, brevetti e sviluppo tecnologico, è da attribuire quasi totalmente alle piccole e medie realtà. Possiamo fare benissimo anche a meno delle "grandi" realtà, non sono certo quelle che stimolano l'interesse individuale alla ricerca e all'innovazione, semplicemente perché tendono ad uniformare e standardizzare TUTTO (su grandi e ripetitivi numeri), e nei fatti sono grandi gruppi, ma impiegano pochissimo personale rispetto alle PMI.
  • Giuseppe... 1 anno fa
    L'inganno del popolo italiano sulle liberalizzazioni e ci guadagna il consumatore. Faccio un esempio di come il somaro popolare italiano è stato soggiogato dai politici e dalle multinazionali. Nel 2008 avevi un appartamento che costava 180.000 euro, con le liberalizzazioni volute dal popolo somaro italiano hai favorito le multinazionali della distribuzione (supermercati e centri commerciali e la produzione internazionale) che di conseguenza ti hanno venduto prodotti esteri a basso costo facendoti risparmiare e dando maggior margine di guadagno alla grande distribuzione (multinazionali), eliminando dal mercato tutti i produttori italiani e i loro dipendenti. Avrai pure risparmiato al dettaglio sugli acquisti dei generi vari, ma hai eliminato milioni di posti di lavoro e di operai che a loro volta hanno smesso di acquistare case e immobili facendo cadere il trend immobiliare. Nel 2008 il tuo immobile valeva 180000 euro oggi nel 2016 nel mercato immobiliare il tuo immobile vale 120000 euro con un svalutazione di 60000 euro... sei sicuro di averci guadagnato distruggendo milioni di posti di lavoro italiani... caro somaro italiano?
  • Attilio Disario R dam Utente certificato 1 anno fa
    Buondi' una buona notizia dalla Germania : il Ttip pare sia morto a detta del ministro e vicencalliere tedesco, riposi in pace.
  • Franco Iannucciello 1 anno fa
    Buon giorno a tutti gli Amici 5 stelle io provo un immenso piacere, ché il MV5S apprezzato come a un grande personaggio nella Storia di non violenza Gandhi sé dovesse prendere piede delle Caratteristiche di Gianroberto Casaleggio Davide ,Beppe Grillo è tutti il MV5S in tempo Reale, senza nessuna perdita di tempo dopo Firenze di questo eventi cosi Meraviglioso Grazie a Voi tutti Amici a 5 Stelle questo Pianeta Terra sarà veramente Stellare ,ha i m'è parla uno ché purtroppo nel Blog di Beppe Grillo a incitato più volte alla Rivoluzione ho Marcia su Roma ,però chiedo perdono da parte vostra non violenza Gandhi a 5 Stelle ,purtroppo la mia Reazione è frutto di Rabbia !!! Verso lo ( Stato Mafia )però io ho capito che la non violenza Gandhi è la vera Medicina molto forte contro i Poteri forti Criminali ,come la Mentalità di ( ORDINE MONDIALE ) Giorgio Napolitano è Suoi Servi !!!! Grazie WMV5S cordialmente franco
  • Giovanni F. 1 anno fa
    Tra il dire e il fare ci sono di mezzo le lobby?
  • Franco Della Rosa 1 anno fa
    NON CONDIVIDO IL DETTO DELLA Helena Norberg Hodge !!! IO RITENGO CHE LA FELICITA' PASSA ATTRAVERSO L'INTERESSE COMUNE, COME AVVIENE QUI IN SVIZZERA !!! IL DIFETTO ANCORA DA RIMUOVERE SONO I PARTITI COME STA TENTANDO DI FARE IL M5S E L'EQUA DISTRIBUZIONE DELLA "RICCHEZZA" IN MANO AD UNA VERGOGNOSA MINORANZA !!!
    • elen a fumasoli 1 anno fa
      dovresti riascoltare un po' meglio il messaggio, non vedo contraddizioni con quanto dici
  • Incanero 1 anno fa
    Sia la decrescita che la crescita indefinita sono due enormi sciocchezze..L' unica reale e fattibile scelta e' una economia che sia basata sulle reali necessita' delle persone, del pianeta ...Produrre piu' di cio' che serve porta alla distruzione delle risorse..scendere sotto le necessita' porta alla poverta' ...
    • Angelo P. Utente certificato 1 anno fa
      Decrescita NON significa "scendere sotto le necessità.." ma, proprio "una economia che sia basata sulle reali necessita' delle persone, del pianeta" https://it.wikipedia.org/wiki/Decrescita
  • tomi sonvene Utente certificato 1 anno fa
    In italia abbiamo ESPERTISSIMI della decrescita e soprattutto FELICE: Milioni di insegnanti, di statali, di dirigenti e dipendenti AMA e ATAC, di farabutti politici, un sistema di DOLCE, STRAPAGATO, DANNOSISSIMO, FAR NIENTE, che potrebbe essere un insegnamento a qualsiasi pseudoesperto di qualsivoglia UNIVERSO
    • Eposmail. ,, Utente certificato 1 anno fa
      Frr Foo Uhauuuu . hai mai aperto una partita Iva confrontandoti col mercato.??? Lì ti accorgerai..cosa vuol dire fare il privato (come dici tu) Aprire una partita iva è semplicissimo,...meno semplice è avere un posto pubblico con una raccomandazione. Guardacaso moltissimi rincorrono la seconda soluzione,..anche se per sopravvivere..devono accontentarsi della prima. E' la ricchezza che produce il settore privato che mantiene ...il tranquillo posto pubblico e non viceversa...sempre in attesa che arrivi il 27 del mese...ehm..
    • Frr Foo Uhauuuu 1 anno fa
      Per non dimenticare i privati che evadendo ... sottraggono ogni anno dai 100 ai 180 mld di euri ... Alla collettività ... ^_? Ciao
  • AntòAvenza 1 anno fa
    Occhio raga, LORO, traducono l'Inglese a LORO piacimento: Puttana, escort T'inculo, jobs act. con vasellina, spending rews. rinforza le tasche (ci devono stare tanti soldi), task force (traduzione usata per il recente terremoto).
  • AntòAvenza 1 anno fa
    La Culona Inchiavabile, ha detto no al TTIP. I chiavabilissimi itagliani, invece, tacciono; che i nobel per la pace non avesse ad incazzarsi.
  • Frr Foo Uhauuuu 1 anno fa
    Ed ora fai sparire tutto come tuo solito ... Una buona giornata a te ed al blog ... ^_^
  • Frr Foo Uhauuuu 1 anno fa
    First? Max lo dicevo gia tempo fa tu invece ci tieni ad evidenziare sciocchezze ... meriterebbe essere ben letto questo post e ricordato agli attivisti ... ma tu sei ben incollato qui in Italia e il naso non lo rizzi mai ... max, la vocazione internazionalidsta del M5S è il punto focale del M5S ... Del tuo grazie non me ne interessa nulla ... ma ogni tanto ricorda ciò che sta scritto su sto post ... cortesemente ...
    • Frr Foo Uhauuuu 1 anno fa
      Salve. Vedo poco la Tv ed esenzialmente canali misconosciuti e territoriali. I maghi ed alcune pubblicità sono davvero esilaranti. Una buona giornata.
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa
      Ieri sera ho visto s RAI3 un servizio su un vecchietto che viveva felice usufruendo al massimo di quello che offriva la terra. Un tizio che mi ha fatto capire quanto fosse necessario disfarsi delle cose superflue ed inutili....ma ormai di terra non ce n'è più...tutto cemento! Non so di che trasmissione si trattasse.... non sono un video-dipendente. Ciao Frà...ben tornato.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus