I cittadini salvano i parchi di Milano dall'Expo

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
mattia_expo.jpg

I cittadini di Milano hanno vinto! Sono riusciti a bloccare i cantieri di Expo Spa per salvare i loro parchi.

"Questa battaglia è iniziata in Consiglio Comunale circa 6 mesi fa. Abbiamo iniziato a denunciare l’inutilità di questa opera prima che si iniziasse a dare i lavori di incarico alle aziende e quindi a assegnare gli appalti. Non gliene era importato niente né al nostro sindaco né alla regione né alla società Expo e andavano avanti. Poi hanno iniziato a cantierizzare i parchi, perché questa opera oltre a essere insostenibile da quasi tutti i punti di vista, rovina, sventra, tre parchi di Milano: il Parco Pertini, il Parco di Trenno e il Parco delle Cave erano minacciati! I cittadini si sono incavolati e hanno iniziato con il comitato "No Canal", a chiedere di bloccare l’opera, ma Expo spa, il sindaco, non ne hanno voluto sapere niente. Noi in consiglio insieme a poche altre forze politiche abbiamo ribadito che non ha più senso andare avanti con questa Expo che rovina i parchi e ci fa spendere un mucchio di soldi e dall’altra parte i cittadini che bloccavano le ruspe tutte le mattine. È andata avanti per alcuni mesi e alla fine una grandissima notizia: l’amministratore delegato di Expo spa Sala ha con un comunicato stampa detto stop, i cantieri si bloccano! Erano arrivati in una situazione in cui avrebbero dovute utilizzare le forze dell’ordine per costruire questa opera, come in Val di Susa, ma ovviamente non se lo potevano permettere come danno di immagine, e allora hanno accettato di bloccare l’opera. I cittadini hanno vinto!"Mattia Calise, consigliere M5S Milano

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus