Il #ProgrammaImmigrazione del MoVimento 5 Stelle: obiettivo sbarchi zero

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Laura Ferrara, M5s Europa

L’immigrazione è il più grande fallimento dei partiti. Il Regolamento di Dublino e l’accordo sui migranti con la Turchia hanno trasformato l’Italia nel campo profughi d’Europa. I cittadini pagano l’incapacità dei partiti. Chiediamo il rispetto delle regole. Vogliamo azioni concrete e regole chiare da tutti. L’immigrazione deve essere gestita, le leggi rispettate, così come i Trattati europei che prevedono la solidarietà fra gli Stati membri per la gestione delle emergenze.

Oggi iniziamo a discutere il Programma Immigrazione del MoVimento 5 Stelle.
Nel 2016 i migranti sbarcati in Italia sono stati 181.436, un record assoluto nella storia del nostro Paese. Nel 2017 questo trend è addirittura in aumento. Nel 2016 i morti annegati sono stati oltre 5.000. Più di un terzo dei minori sbarcati scompare senza lasciare traccia. Bisogna intervenire con politiche strutturali e combattere efficacemente quello che ormai è diventato un business. "Coi profughi guadagno più che con la droga", affermava Buzzi in una intercettazione condotta durante l’operazione Mafia Capitale.
L’Italia deve lavorare per rimuovere le cause che costringono migliaia di essere umani a lasciare i propri Paesi di origine. Nessuno vuole abbandonare la comunità in cui è cresciuto. Ecco perché serve un embargo alla vendita di armi ai Paesi in guerra civile, la fine dello sfruttamento dei Paesi terzi, una vera cooperazione internazionale e di sviluppo dei Paesi di origine. Con vie legali e sicure di accesso all'Unione europea diminuirebbero le traversate in mare, la pressione dei flussi sulle frontiere esterne e si contrasterebbe il traffico di esseri umani.

Gran parte della legislazione nazionale in tema di asilo ed immigrazione è di derivazione europea. Chiediamo il ricollocamento obbligatorio e automatico dei richiedenti asilo arrivati in Italia e la revisione del Regolamento di Dublino III che assegna gli oneri maggiori relativi all’esame delle domande di asilo e alle misure di accoglienza al primo Paese d'ingresso dell’Unione Europea.

L’asilo è un diritto fondamentale concesso a coloro che fuggono dal proprio Paese
per evitare persecuzioni o gravi pericoli e che quindi necessitano di protezione internazionale. Ci deve essere certezza e velocità nelle procedure per il riconoscimento dello status di rifugiato. Le Commissioni territoriali che verificano le domande devono essere messe nella condizione di lavorare al meglio. I rimpatri devono avvenire nel più breve tempo possibile: occorrono accordi bilaterali stipulati con i Paesi terzi e il rafforzamento dei programmi di rimpatrio volontario assistito per i migranti che provengono dai quei Paesi in cui non sono stati ancora siglati accordi bilaterali.
È indispensabile che la gestione dei fondi destinati al sistema di accoglienza sia assolutamente trasparente, prevedendo anche l'eventuale pubblicazione dei bilanci analitici delle cooperative interessate nell'albo pretorio del comune di presenza della struttura. Mai più Mafia Capitale e via la criminalità organizzate dalle strutture che accolgono i migranti.

Questi argomenti li approfondiremo meglio nel corso delle interviste agli esperti che abbiamo realizzato e che serviranno a informare tutti i cittadini che vorranno votare così da poter esprimere in modo consapevole la loro preferenza e dare al MoVimento 5 Stelle l’indirizzo politico. Buon approfondimento e buon voto.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • MICHELE ADDANTE 5 mesi fa mostra
    Offerta di prestito seria e onesta: micheleadante@gmail.com o Whatsapp solo : +1 929 222 7884 Offerta di prestito seria e onesta della Signor MICHELE ADDANTE sulla e-mail: micheleadante@gmail.com o Whatsapp solo : +1 929 222 7884 per un prestito fino a 8.000.000 euros, al 3%, si prega di essere spensierata nelle vostre richieste.
  • Lola Lolli 5 mesi fa mostra
    @ Portavoce Ferrara, sarei ben lieta se gli iscritti, dopo essersi informati, avessero uno Strumento idoneo “a dare al Movimento 5 Stelle l’indirizzo politico.” @ Portavoce Toninelli mi pare che il leitmotiv della sua intervista di ieri sera a La7/InOnda sia stato: “noi M5S, quello che diciamo facciamo.” Premesso che la Finalità, dichiarata nel Non Statuto, non mi risulta quella di Testimoniare un metodo che attribuisce il ruolo di governo ed indirizzo a esperti o vertici i quali decidono cosa mettere in votazione e tanto meno a chi poi gestisse le votazioni in modo opaco. Mi risulta inoltre che il Garante delle Regole abbia detto: “Il M5S è leaderless” “Ognuno conta uno” “Se il tuo voto è una delega a qualcuno che decida al tuo posto, non votarci” “Sono gli iscritti a dettare la linea politica del M5S” “Ci presenteremo alle elezioni con un programma deciso dagli iscritti” Il che dovrebbe di fatto significare un Programma i cui punti sono Direttamente decisi e sviluppati dagli iscritti sulla Piattaforma, un Trasparente spazio on line dove è Garantito che “Ognuno conta uno”. Ora, visto che l’annunciata Piattaforma “uno spazio dove veramente ognuno conterà uno”, in realtà non è mai stata attivata, a me pare ci sia una certa incoerenza fra ciò che il M5S dice e quello che poi fa. Le chiederei dunque di interagire con gli iscritti chiarendo se secondo Lei il rivoluzionario metodo che il M5S vuole Testimoniare è ancora quello dichiarato nel Non Statuto oppure se la Testimonianza debba in pratica basarsi su affermazioni del tipo: “Cosa importa chi ha deciso - chi non ha deciso, non mi fate perdere tempo” “Fidatevi di me”. Grazie.
    • Lola Lolli 5 mesi fa mostra
      Rosa, secondo te il motivo per cui sarei io quella che non può più far parte di un Movimento di cittadini punto e basta, è perché mi oppongo a una deriva verticista? Dalle mie parole ti risulta sia io che sto mandando alla deriva principi fondanti quali “Ognuno conta uno”, oppure il principio della Trasparenza, o quello della Coerenza con la Finalità statutaria del M5S?
    • Rosa 5 mesi fa mostra
      Dalle parole sembri colui/colei che non può più far parte del m5S.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus