Pregiudicatellum: il Porcellum II, la vendetta dei partiti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
porcellum2.jpg

"La Repubblica del "non fare". Dove la politica sceglie di non scegliere e tira avanti per sopravvivere. In questi giorni il Parlamento sta dando un'immagine indegna di se stesso. Accordi che si fanno fuori dalle Aule (tra Verdini e Renzi). Sedute continuamente rinviate. La continua ricerca di accordi che stanno solo peggiorando il testo base della legge elettorale. Alla fine i partiti si ritroveranno tra le mani un pugno di mosche. Molti ci rimproverano di fuggire il compromesso. Spiegatemi perché far parte di questa logica al ribasso. Perché fare accordi che puntualmente peggiorano qualsiasi testo iniziale? Tra il "porcellum I" e il "porcellum II" non cambia nulla. L'italicum iniziale (che già era penoso perché senza preferenze), è stato ulteriormente "porcellizzato". Il meccanismo di distribuzione dei seggi è folle, i premi di maggioranza posso andare addirittura ad un forza che ha solo il 5%. Il motivo per cui ci rivolgiamo frequentemente ai cittadini è questo: vogliamo confidare nel parere di una comunità di intelligenze che crede in un mondo migliore, non in un mondo "meno peggio". La consultazione dei cittadini è l'unica speranza per non farci trascinare verso il pantano. L'applicazione del Movimento 5 Stelle, il vostro parere è l'unico modo per andare OLTRE." Luigi Di Maio

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Andrea Pirro 3 anni fa mostra
    Caro Di Maio, per la nuova legge elettorale io propongo da tempo un primo turno dedicato alla scelta dei candidati tramite primarie di collegio, primo turno obbligatorio per tutti i partiti. In questo modo saranno i cittadini elettori a stilare le liste elettorali, e non i professionisti della politica. Una volta per tutte bisogna togliere ai prìncipi la scelta dei cortigiani. Apriamo i partiti alle persone per bene, diamo alle persone serie la possibilità di candidarsi senza il timore di essere umiliate dal grossista di clientele o dal cortigiano che il partito mette in cima alla lista. Perché non fai tua questa proposta e la trasformi in un emendamento? La gente ci giudica per le battaglie che portiamo avanti, anche se disperate. Andrea Pirro.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus