Non lasciamo la Sicilia da sola con gli impresentabili di sempre: andiamo a votare

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Giancarlo Cancelleri

Il voto del 5 novembre è un voto fondamentale, per la mia regione e per tutta l'Italia. I siciliani hanno la possibilità di cacciare quelli che l'hanno devastata per anni (i vari Miccichè, Cuffaro, Genovese) e che ora si nascondono dietro foglie di fico come Musumeci che non fa nulla se non quello che gli viene detto: non può neppure scegliersi gli assessori! E sarà fondamentale il voto dei siciliani perché se succederà qua, potrà succedere in tutta Italia.

Siamo molto preoccupati per la regolarità di queste elezioni, come abbiamo già detto. Nelle liste di Musumeci e Micari ci sono ‘impresentabili’, indagati e condannati e, da ultimo, anche un arrestato. Fra questi ci sono personaggi che si sarebbero macchiati proprio di reati legati al voto. Penso, ad esempio alla condanna per corruzione elettorale o al processo per voto di scambio di due dei candidati che appoggiano Musumeci. Queste premesse possono pregiudicare il voto e i diritti dei siciliani.

Per questo abbiamo chiesto la presenza di osservatori dell’Osce alle elezioni del 5 novembre in Sicilia. Abbiamo scritto al direttore dell’ufficio Osce per le istituzioni democratiche e i diritti umani. Il nostro portavoce alla commissione esteri alla Camera, Emanuele Scagliusi, ha interrogato in merito il ministro dell’Interno nel question time di oggi. Il ministro Marco Minniti ha fatto spallucce, sostenendo che gli osservatori Osce non vengono inviati per elezioni locali ma solo per quelle a carattere generale, che siano, quindi, parlamentari o presidenziali. Al ministro però ha risposto il nostro Alessandro Di Battista e l’ha inchiodato alle sue ‘balle’: gli osservatori Osce, infatti, sono stati inviati in Albania e in Ucraina per le amministrative del 2015. Non solo, è impegno degli osservatori quello di vigilare su procedimenti elettorali svolti a un livello inferiore a quello nazionale come si evince dal “Documento di Copenaghen".

Dunque, prendiamo atto che al Governo non interessa nulla del regolare svolgimento delle elezioni in Sicilia, nonostante le terrificanti premesse che abbiamo illustrato e che denunciamo da giorni. Quasi ci viene da pensare che per loro va tutto bene così. Di quello che succede qua non interessa neppure ai media nazionali, che complici dei partiti, non hanno neppure riportato la notizia del candidato arrestato. Ai siciliani non resta che un'unica possibilità per difendersi dal voto controllato e dall’indifferenza del Governo italiano e non lasciare la Sicilia da sola con gli impresentabili di sempre. Bisogna andare a votare in massa e scegliere chi ha le mani libere per portare la Sicilia nel futuro: il MoVimento 5 Stelle.

Di seguito trovate il testo del Question Time che abbiamo presentato al governo e della magistrale risposta di Alessandro Di Battista al ministro Minniti. Diffondete il più possibile!

Question Time di Emanuele Scagliusi per chiedere all'OSCE di monitorare le elezioni del 5 novembre in Sicilia

Al Ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale

Premesso che:
- le elezioni regionali siciliane del 5 novembre sono un momento di vitale importanza per la comunità territoriale interessata e per l’intera Nazione;
- la presenza di diversi candidati “impresentabili” – ricompresi nelle liste che sostengono gli aspiranti presidenti della giunta regionale sia della coalizione di centrodestra che di centrosinistra – desta particolare preoccupazione ai fini della regolarità del voto;
- vi sono personaggi colpiti da accuse gravissime. Solo per citare le più eclatanti: un notaio sotto processo con l’accusa di aver rogato atti pubblici falsi per favorire una organizzazione criminale; adulterazione delle acque; frode nell'esercizio del commercio; falsa testimonianza; estorsione. Nei giorni scorsi un candidato è stato addirittura arrestato;
- l’aspetto più preoccupante è che vi sono anche numerosi casi di candidati sotto inchiesta per reati legati specificamente al procedimento elettorale: molti sono colpiti da accuse come truffa aggravata, corruzione elettorale e voto di scambio. Si tratta di situazioni che tipicamente conducono a una atmosfera di intimidazione nei confronti della cittadinanza che turba il regolare svolgimento della competizione elettorale;
- casi preoccupanti di inquinamento del procedimento elettorale si verificano da tempo in Italia e nulla lascia presagire che le imminenti elezioni siciliane, data la loro primaria rilevanza anche dal punto di vista nazionale, saranno libere da inquinamenti estranei alle logiche proprie di una competizione in un Paese democratico;
- soprattutto alla luce di quanto sino ad ora esposto, l'attività di monitoraggio elettorale costituisce una componente fondamentale della politica dell'Unione europea ed essa ha avuto e ha a oggetto eventi elettorali di tutti i Paesi, a prescindere dal loro tasso di sviluppo democratico, come avvenuto recentemente in Stati Uniti e in Gran Bretagna;
- preme segnalare, infine, che a luglio 2016 con decisione unanime, i 57 Paesi membri dell'Osce hanno conferito all'Italia la presidenza per l'anno 2018. Sarebbe importantissimo anche in vista dell’anno di presidenza italiana dare l’esempio e far monitorare le elezioni siciliane, visto che il nostro paese sarà già impegnato ad ospitare il 24 e 25 ottobre, proprio a Palermo, una conferenza OSCE che avrà come tema il Mediterraneo.

Si chiede:

se il Governo non ritenga di adottare tempestivamente iniziative, anche normative, per avanzare all'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) la richiesta di invio di osservatori elettorali in occasione delle prossime elezioni regionali siciliane del 5 novembre, al fine di assicurare la loro presenza presso gli uffici elettorali di sezione

Risposta di Alessandro Di Battista al ministro Minniti

Ministro Minniti lei non può scaricare tutta la responsabilità sulla Regione Sicilia, lei è ministro dell'Interno è responsabile della legalità della sicurezza sul nostro Paese, e non può ignorare quello che sta avvenendo in Sicilia e in tutta Italia. Nello specifico in Sicilia voglio ricordare che gli ultimi due presidenti della regione prima del presidente Crocetta sono stati Cuffaro e Lombardo. Cuffaro è stato condannato in via definitiva per favoreggiamento aggravato all'associazione mafiosa, Lombardo è stato condannato a 2 anni di carcere per voto di scambio. Il voto di scambio è un cancro enorme e nelle liste che sostengono il candidato Musumeci ci sono una serie di impresentabili tra cui il sindaco di Priolo che è stato da poco arrestato e fa campagna elettorale dagli arresti domiciliari. E' qualcosa di vergognoso. Se ci fosse volontà politica e ci fosse reale certezza del pericolo di inquinamento delle prossime elezioni siciliane, lei come Ministro dell'Interno potrebbe parlare, potrebbe chiedere anzi dovrebbe chiedere una missione di monitoraggio da parte dell'OSCE. Lei poc'anzi ha detto che l'OSCE non si occupa di elezioni inferiori alle nazionali, mi duole smentirla esiste il documento di Copenhagen del 1990 attraverso il quale gli stati membri dell'OSCE si sono impegnati, leggo testualmente, a promuovere la presenza di osservatori, di monitoraggio delle elezioni anche ad un livello inferiore a quello nazionale. Tanto è vero che recentemente sono state monitorate le elezioni amministrative in Albania e Ucraina nel 2015.
Quindi è soltanto questione di volontà politica, ministro. Noi siamo estremamente preoccupati, il voto di scambio è un dramma, cambiano soltanto le tariffe tra nord e sud. Ci sono cittadini costretti, purtroppo la povertà non dovrebbe giustificarlo mai ma spinge alcuni cittadini a vendersi il proprio voto per un pacco di pasta, un buono spesa di 50 euro. E' suo dovere riuscire ad adottare qualsiasi misura necessaria per far sì che le elezioni, che sono elezioni amministrative regionali ma sono estremamente importanti anche su scala nazionale, le ultime elezioni prima delle prossime elezioni politiche, siano al riparo da inquinamenti. Gli ultimi due presidenti condannati e anche arrestati, uno finito in carcere per reati gravissimi, dimostrano la possibilità che c'è di inquinamento delle prossime elezioni siciliane, e lei come ministro responsabile della legalità sul territorio ne deve tenere conto.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Maurizio Galeone Utente certificato 2 mesi fa
    https://www.youtube.com/watch?v=zjtTsbCJ4lA Renzi in puglia
  • Andrea Maur 2 mesi fa
    Beneficia di prestito in modo sicuro. Buongiorno, Per soddisfare tutti i tuoi problemi finanziari. I prestiti a un tasso di interesse annuo del 3%, a qualsiasi persona seria che abbia bisogno di soldi, che è in grado di rimborsare le rate mensili. Il cliente è più sicuro con le mie condizioni, ti preghiamo di contattarmi per ulteriori informazioni direttamente all'e-mail: andreamaur3@gmail.com
  • Robona 2 mesi fa
    Al dott. Renzi non è bastato l'esito del Referendum sulle riforme Istituzionali per togliersi dalla vita politica Italiana (nonostante l'avesse promesso), agguantata la segreteria del PD ora si gira l'Italia in cerca di che cosa ? si prepari ad una sconfitta in Sicilia, e ad altre sconfitte elettorali laddove si voterà, l'unica cosa che gli è riuscita bene è stato creare milioni di nuovi poveri. Il movimento5S non è immune da errori ma cominciano a farsi troppi e non più accettabili, ricordo il caso del sindaco di Parma Pizzarotti (che meritava un'altra possibilità), ricordo la candidata a Sindaco di Genova che non ha perso tempo a creare problemi al movimento, e infine la Sindaca di Roma evidentemente poco adatta al ruolo che il movimento gli ha creato, insomma errori (orrori) su cui fare mea culpa. Ma resta il più onesto, il più affidabile perciò avanti così.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    BEPPE GRILLO Ragle, il protagonista del romanzo di Philip K. Dick: “Tempo fuori di sesto” si sente estraneo alla realtà che lo circonda. Separato dalle persone che vivono tranquillamente la loro vita senza porsi domande. Gli oggetti che lo circondano, di tanto in tanto spariscono e al loro posto rimane un biglietto. Ragle inizia a domandarsi se è diventato pazzo o se vive in un mondo rovesciato. Un Paese di sessanta milioni di abitanti, ricco di ogni tesoro naturale e culturale, con una storia unica, impressionante, che ha posto le fondamenta della civiltà, che ha avuto intelligenze strepitose, da Leonardo Da Vinci a Marconi e Fermi e artisti sublimi come Michelangelo e Raffaello è oggi impazzito e i suoi abitanti, almeno gran parte, non ne hanno più coscienza, si sentono apolidi, italiani per caso e pensano di essere loro inadeguati, incapaci, falliti. Molti emigrano, alcuni si impiccano, altri gettano la spugna e tirano a campare. La pazzia si è impossessata dell’Italia che si muove come un giocattolo rotto, a scatti, senza una direzione. Sono saltati tutti i meccanismi. Il presidente della Repubblica è diventato un monarca medioevale che nomina chi pare a lui. Il Parlamento non ha più significato, le leggi sono fatte con i decreti del Governo o da Berlusconi e Renzi in una stanza e la sfiducia al presidente del Consiglio è una fatwa dei segretari di partito, i parlamentari non hanno neppure diritto di parola. La Costituzione è una parola vuota, un pezzo di carta letto e mai applicato e quando lo è, è sempre troppo tardi, gli effetti velenosi della legge, che sia la Fini-Giovanardi o il Porcellum si sono già manifestati, hanno impregnato il Paese con i loro miasmi. Sembra una fiaba gotica, con gli abitanti di una remota contea preda di un incantesimo che fa scomparire la democrazia sotto i loro occhi senza che se ne accorgano. La democrazia sostituita dai pizzini dei telegiornali. Chi protesta è messo alla berlina, alla gogna in piazza. segue sotto
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Giuseppefu Un mio amico inglese mi ha detto che da loro, nonostante ci sia una monarchia, chi governa lo decide il popolo. Non sapete che fatica ho fatto a spiegargli che da noi, nonostante abbiamo una repubblica, chi governa lo decide il re.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Vincenzo Giancristofaro Vorrei vivere in uno Stato serio e democratico, dove vi siano come in altri Paesi democratici Europei non più di cinquemila leggi, e chi sbaglia paga senza discrezionalità dei giudici, dove la burocrazia sia ridotta all’essenziale, che non invada e pervada la vita dei cittadini, ma che li aiuti nel risolvere i problemi non a creargliene.. vorrei un Paese che creda e investa nella cultura, nella ricerca, nella scuola, nell’educazione… vorrei un Paese che dia chance a tutti i cittadini e torni finalmente a sorridere, gioire e apprezzare che siamo in uno dei Paesi più belli al Mondo..che se solo tutti ci impegnassimo un pò di più il Paradiso non è poi così impossibile! Io voglio realizzare questo sogno..il M5S è il tramite!
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    OGNI GIORNO Ogni giorno in Italia un disoccupato si suicida. Ogni giorno due imprese falliscono. Ogni giorno a Milano si consumano dieci chili di droga. Ogni giorno spariscono nel nulla 10 bambini. Ogni giorno 290 donne vengono violentate. Ogni giorno aumenta l’evasione fiscale. Ogni giorno peggiora la corruzione politica. Ogni giorno il debito pubblico aumenta. Ogni giorno il Governo fa una porcata nuova. Ogni giorno la mafia e la criminalità si rafforzano. Ogni giorno qualche politico del Pd viene indagato o condannato. Ogni giorno escogitano qualcosa di nuovo per aumentarci le tasse e tagliare lo stato sociale. Ogni giorno un giornalista escogita qualcosa di nuovo per diffamare i 5stelle. Ogni giorno qualcuno taglia la nostra democrazia. Ogni giorno qualche cittadino italiano si arrende e dice che smetterà di votare o vende il suo voto a qualche cialtrone. Ogni giorno come se fosse l’ultimo verso un buco nero che ci inghiottirà tutti.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Foucault «Perché si vede sorgere d’un tratto la sagoma del treno dei folli, e il suo equipaggio insensato che invade i paesaggi più familiari?”
  • simona verde 2 mesi fa
    Il voto è un nostro dovere!
  • simona verde 2 mesi fa
    bravii
  • ITALA Stancapiano 2 mesi fa
    VERONICA 2 soon daccordo a non fare alleanze io non ho parlato di alleanze. Pero vorrei Che il movimento vincesse ma la gente non si rende conto cello sbaglio Che fa votando altro.Molti hanno paura DEL cambiamento altri soon interessati a votarli e quindi io dico come possiamo fare per annientare questa classe politica?
  • Fabio Bagnoli 2 mesi fa
    Minniti ....fai il ministro dell'interno ....ok.
  • Veronica2 2 mesi fa
    Su questo blog c'è stata gente, per molto tempo, che suggeriva di allearsi con la Lega, indicando questo partito compatibile con il m5s. Il tempo ci ha dato ragione, abbiamo visto in faccia che è Salvini, quindi costoro avevano visto male. Il m5s non ha mai fatto alleanze ed è per questo che è diventato il primo partito d'Italia. Se ciò fosse successo sarebbe stato fagocitato come tanti altri partiti e non esisterebbe più.
  • Itala stancampiano 2 mesi fa
    Ciao a tutti avete pensato di fregare questi politicanti con un accordo (come dite sempre voi) su 10punti e altri temi ecologici con MDP . Insieme potreste raggiungere il 40/ . Solo cosi resterebbero di sasso questi ladroni RENZUSCONI. Anche perche molti commenti sono di questo stile: " non e Che se il PD e FI fanno schifo dobbiamo votare chi Che Sia assolutamente NO". CAPITE CHI VOTERA
    • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
      perchè MPD con chi è stato fino a ieri? Perchè MPD non ha votato le più grandi schifezze contro i cittadini a favore delle banche. La Fornero e l'art 18 l'ho votato io? Ma per favore!
  • davide di noia Utente certificato 2 mesi fa
    Se difendiamo il Presidente Della Repubblica, l’ultimo baluardo Democratico prima del presidenzialismo che imporrà la destra nel governare l’Italia, se vince le elezioni, salviamo l’Italia dalla dittatura economica e politica. Renzi è solo il portavoce di un ricatto istituzionale al Capo dello Stato, le cui origini, al riparo dai riflettori, sono evidenti : Se il Presidente crea ostacoli nella legge elettorale, siamo in grado di controllare e far saltare le Istituzioni.
  • davide di noia Utente certificato 2 mesi fa
    Chiodo schiaccia chiodo. Abbiamo pagato il pizzo all’Europa di 15 miliardi su 20 nella manovra economica con una falsa emergenza sull’iva. Le emergenze, fino ad oggi da Monti a Gentiloni ci sono costate circa 60/70 miliardi e dopo aver votato una legge elettorale da Paese fascista, arriva proprio adesso il problema banche. Basta parlare di Renzi, è ora che in prima pagina vadano i volti, i nomi e le storie di chi è dietro Renzi. Finanzieri , faccendieri, politici corrotti, associazioni bancarie, immobiliarie, coloro che condizionano la nostra vita nei costi autostradali, dell’energia, dell’acqua, dei gestori della telefonia, delle frequenze tv, del petrolio e quant’altro. Renzi non conta nulla e non rappresenta gli elettori di sinistra, è solo un prestanome ben pagato. Adesso si comprende meglio perchè la Gran Bretagna ha scelto di uscire dall'Europa. Il governo considera i sindacati, zero spaccato, e i sindacati non possono rispondere con uno sciopero, dopo l’approvazione della manovra, ma i tre rappresentanti nazionali dei sindacati si dovrebbero dimettere. .....
  • davide di noia Utente certificato 2 mesi fa
    ..... Questa manovra economica non sposterà di un millimetro l’economia italiana. Il Sud Italia è ancora una questione meridionale da 50 anni, a proposito propongo di aprire una super e unica banca in Calabria che finanzi tutti progetti di sviluppo del meridione, sono convinto che, visto il posto, supererà in 5 anni il Nord Italia. Poi mettiamo le slot machine nelle chiese e l’incasso lo diamo al 30% alla Chiesa e il resto ai Comuni. Se lo Stato è assente, non si aggiorna, non ascolta le esigenze dei cittadini, le regioni faranno esattamente quello che fa la criminalità: gestire uno stato nello stato senza nessun controllo con regole proprie. Siamo il Paese più tartassato per tasse e balzelli, la disoccupazione in meridione è al 45% e i politici fanno riferimento alla Germania. Ma in Cosa siamo uguali ? In nulla: Differenza nell'economia, nella struttura dello Stato, nella Giustizia, nell'Indistria, nel Welfare, nei salari, e soprattutto nella fiducia e serietà che i cittadini hanno verso lo Stato e i politici. Mi auguro solo che prima delle elezioni, non sarà la strategia della tensione o peggio ancora l’Isis,vero o falso, il collante nazionale di questa tanto auspicata coalizione politica. Illegittima. In questo momento delicato, personalmente penso che, il M5S dovrebbe fare delle aperture politiche: nessuna alleanza, ma su alcuni progetti circoscritti potrebbe aprire da subito, in modo chiaro, a chi intende appoggiare e condividere nei dettagli questi progetti anche se non condividono tutti i programmi del M5S. Cesare governava fuori da Roma anche con i suoi governatori, in suo nome.
  • Dux C'est La Vie 2 mesi fa
    A me piace dire le cose come stanno. Il tifo calcistico lo lascio ai fanatici. In Sicilia si vota "ancora" con il sistema delle preferenze, ma ci si lamenta del fenomeno del voto di scambio che si perpetua da decenni. Problema reale e che andrebbe affrontato in modo decisivo una volta per tutte. Ho virgolettato "ancora" perchè probabilmente non tutti sanno o ricordano che se oggi i sistemi elettorali (porcellum, italicum, consultellum, tedeschellum, rosatellum e via dicendellum) non contemplano le preferenze, non è per decisione presa dal cosiddetto 'ducetto' di turno, ma ha un'origine che viene da lontano. Oggi i Bersaniani che affondano contro il PD, o i 5 Stelle che affondano contro il governo, e pestano allo sfinimento sul tasto delle preferenze, sull'attacco alla democrazia o su una dittatura malcelata dal governo in carica, si dovrebbero però ricordare di una cosa successa in passato. Più precisamente questa: https://it.wikipedia.org/wiki/Referendum_abrogativo_del_1991_in_Italia Nel 1991 il 95% degli elettori (il novantacinquepercento!) votò per abrogare le preferenze dalle liste elettorali e indicarne una soltanto. Fu una caxxata? Fu un referendum pilotato? Ignoranza, disinformazione? Tutto quello che volete, ogni teoria può essere fondata oppure campata in aria. Comunque la quasi totalità delle forze politiche fu d'accordo con questa abrogazione e gli italiani anche. Allora, a menochè non si organizzi un contro-referendum per dimostrare che gli italiani OGGI la pensano diversamente, NESSUNO si può fare portatore di una voce che non esiste! Sostenere che gli italiani vogliono le preferenze è falso, oppure è tutto da dimostrare, o forse è solo una piccola fetta che le rivorrebbe, perchè Signori, carta canta. Storia canta. I fatti sono questi e le chiacchiere stanno a zero. Ps. Smettere con ducetto, piddino, grillino, troll, webete, testa di... ... Meno insulti e più dialogo, no? Impossibile?
    • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
      Poverino...dici cose tu campate in aria! Allora la Mafia uccideva e faceva stragi... ecco perchè si votò contro le preferenze. Oggi chela mafia si è fatto stato le preferenze hanno un effetto opposto,ma non sono state messe dal governo e soci perchè sono state messe le liste bloccate a 5 nominativi nei collegi non solo uninominali ma pure multinominali! Ciao testina,se son tutti come te andiamo poco distante e hai voglia di sperare di cambiare qualcosa... Continua a dormire o a leggere la carta da culo!
    • giovanni marco chirienti Utente certificato 2 mesi fa
      Visto che c'è il voto di scambio secondo la tua grande intelligenza allora non si dovrebbe votare no? Come pure siccome c'è la mafia non bisogna aprire negozi se no ti chiedono il pizzo? Svegliati dai luoghi comuni le preferenze devono esserci, è il cittadino che deve scegliere il proprio candidato, è la mafia ed il malaffare che va combattuto. Senza preferenze la mafia fa direttamente candidare i suoi nelle liste bloccate o i capilista dei collegi uninominali.
  • Dino Colombo. Utente certificato 2 mesi fa
    Nei giorni scorsi leggevo sul FQ una notiziona! Rotondi "il buco con il niente intorno" l'ho sempre definito e da sempre DC doc nell'anima, ha detto più o meno testuale: "Il Rosatellum l'ha scritto Verdini ma ha preferito intestarlo a Rosato perchè 'Rosatellum' suonava meglio!" (di 'Merdinellum'?...pardon..di Verdinellum?) Ahahahahah...Ma ve l'immaginate uno plurindagato e semicondannato passare notti insonni a fare una legge elettorale facendo quadrare "colleggi, scorporo, resti, maggioritario, proporzionale, percentuali per l'uno o per l'altro" e compagnia cantante??? A mio avviso il Rosatellum è più un servizietto di menti "gesuiticamente raffinate che ci hanno messo forse anni per arrivare a partorire una mostruosità elettorale simile! E ANCHE I 'TEMPI' per la sua approvazione e A COLPI DI FIDUCIA NEGLI ULTIMI SEI MESI DI LEGISLATURA! NON è STATO CASUALE, così da imbrigliare le mani a TUTTE LE ISTITUZIONI chiamate a vigilare sulle leggi elettorali; Corte Costituzionale, Codice di buona condotta europea ecc. Signori miei...pensavate che ci avrebbero fatto fare una passeggiata su un tappeto di rose fino alle elezioni? INFATTI MI CHIEDEVO come mai non avessero già provato a bloccare GIA' DA PRIMA con qualche strattaggemma il Movimento 5 stelle, cosi "EVERSIVO" PER LORO E PER IL SISTEMA TUTTO? Ora è chiaro...erano impegnati a preparare il PIATTO AVVELENATO del Rosatellum per le prossime elezioni! Così da dare una PARVENZA di leggittimità al tutto... ERA FORSE TROPPO RISCHIOSO FARLO PRIMA E DIVERSAMENTE... PROVO SOLO SENSO DI VOMITO PER TUTTO QUESTO!
  • Dino Colombo. Utente certificato 2 mesi fa
    E ora che NONOSTANTE LA SUA SMENTITA SULL'OSCE da parte di Di Battista ha fatto capire che non vuole farlo intervenire IL M5S CHE FA? Accetta prono la posizione di Minniti e quindi rinuncia agli osservatori OSCE di intervenire in Sicilia o prova tutte le strade possibili, (Commissione Europea, Aja, Presidente Mattarella ecc) per far valere UN DIRITTO SANCITO DA UNA NORMA INTERNAZIONALE?
    • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
      credo che si stia percorrendo l'ultima strada di cui stai accennando perché ormai si conoscono i nostri polli! Poi magari diranno..."ce lo ha chiesto l'europa"!
  • Dino Colombo. Utente certificato 2 mesi fa
    La 'Presidenta' della Camera con LO SBIANCHETTAMENTO, DI SUA MANO dell'errore contenuto nel 'Porcatellum' secondo me ha CREATO UN PRECEDENTE PERICOLOSSISSIMO CORREGGENDO QUALCOSA DI UNA LEGGE GIA' APPROVATA DAL PARLAMENTO! Presidenti della Camera prima di lei hanno detto chiaramente che non era possibile fare una cosa del genere! Perchè PERICOLOSSISSIMO PRECEDENTE? Perchè se passa questo, a mio avviso arbitrario, in futuro QUALSIASI PRESIDENTE DELLA CAMERA POTRA' CON UN TRATTO DI PENNA CANCELLARE ALTRE LEGGI APPROVATE DAL PARLAMENTO con la scusa che si trattava DI UN ERRORE FORMALE MA INVOLONTARIO! E a NESSUNO, secondo me, E' CONCESSO DI MODIFICARE ALCUNCHE' di una LEGGE APPROVATA ISTITUZIONALMENTE SE NON DALLA CAMERA STESSA, CON UNA NUOVA VOTAZIONE.
  • Dino Colombo. Utente certificato 2 mesi fa
    IO SAREI INVECE PER MANDARLI I NOSTRI PORTAVOCE IN TV. Chiaramente GENTE CHE SA PARLARE E SA DIFENDERSI DALLE TRAPPOLE DEL "POLLAIO" CREATO AD ARTE DAI "BULLI" DELLA CASTA e dai loro GIANNIZZERI DELLA (DIS)INFORMAZIONE CHE VEDONO IN PERICOLO I LORO PRIVILEGI, SEMPRE PRONTI A DARGLI SULLA VOCE PER NON FAR CAPIRE AI TELESPETTATORI LE PROPOSTE E LE RAGIONI DEL M5S. Basta che aLL' INIZIO della trasmissione, APPENA PRENDONO LA PAROLA DICANO: "CARI ITALIANE E ITALIANI. IL MOVIMENTO FA PAURA A QUESTI SIGNORI QUI CON ME PRESENTI. BENE, SE VEDRETE CHE MI INTERROMPERANNO MENTRE STO PARLANDO, DANDOMI SULLA VOCE, SARA' SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PER NON FARVI CAPIRE NIENTE DELLE NOSTRE PROPOSTE E DI QUELLO CHE VOGLIAMO DIRVI PERCHE' SI VEDONO MESSI IN PERICOLO I LORO PRIVILEGI E LE LORO RUBERIE CHE DEVONO RESTARE COME SONO. QUINDI SIETE AVVISATI E TRAETENE VOI LE CONCLUSIONI" Questo penso che servirebbe...
    • Dino Colombo. Utente certificato 2 mesi fa
      Punti di vista... Io sono qui sul Blog quasi dalla sua nascita...e c'è chi mi conosce BENE e SA davvero come la penso... Tu invece?
    • Veronica2 2 mesi fa
      Mi è chiara solo una cosa, sei un troll e non del m5s. Gli attivisti, non sono violenti e sboccati come lo sei tu.
    • Dino Colombo. Utente certificato 2 mesi fa
      Prima di tutto abbassa un pò la cresta... Io il Movimento, il Blog e i nostri portavoce in tv li seguo forse da PRIMA CHE TU FOSSI NATA. Quindi modera i termini innanzitutto. Qualche giorno fa qui qualcuno ha eccepito sul mandare ancora i nostri ragazzi nelle varie "gabbie televisive" piene di belve contro il Movimento (perchè ogni volta è un"uno contro tutti" disse) e che quindi 'dandogli TUTTI ogni volta sulla voce' impedivano ai telespettatori di capire alcunchè delle ragioni e delle proposte dei rappresentanti 5 stelle. Una tecnica COLLAUDATISSIMA dai tempi dei governi berlusconiani... da qui la mia proposta. Spero ora TI SIA PIU' CHIARO IL CONCETTO.
    • Dino Colombo. Utente certificato 2 mesi fa
      SENTI VERONICA2
    • Veronica2 2 mesi fa
      Scrivi a vanvera anche questa volta? I portavoce del m5s ci vanno sempre nelle trasmissioni, a quanto pare non li hai mai seguiti per scrivere ciò che scrivi.
  • Eposmail. ,, Utente certificato 2 mesi fa
    ..se è un fatto di civiltà lo ius soli, un aborto mediante soppressione (non per gravi motivi ma per hobby)di un futuro nascituro mediante uccisione di un cuore palpitante ..che cos'è se non un omicidio? E' atto di civiltà il vietare di nascere ? Assi dimenticavo che i diritti e gli atti di di civiltà si APPLICANO ..se fanno comodo , magari con un voto referendario. ..promuovere DIRITTI di ALTRI.. solo se COINCIDONO o non ostacolano..... LE PROPRIE CONVENIENZE Vero ? Eh ?
  • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
    Buon giorno blog Oggi se mettete la testa fuori dalla finestra,senza accendere "che tempo che fa"...vedrete cielo velato da nuvole alte. Non pioverà se non al sud le temperature sono leggermente in calo. In TV anche se l'ho spenta sono sicuro che danno notizie farlocche e contro il m5s. Anche oggi litigherò con qualcuno del PD che ha detto a Visco...."stai sereno" ed il bugiardo di Arcore che giustifica il cambio con uno fedele al bischero...hahahha...ve ne accorgete che stanno a prendere per il culo gli Italiani? Le facce da culo che fanno i politici! Ridono e si asciugono le lecrime con la carta igenica! Siamo già da tempo in dittatura.... in dittatura il cittadino non conta più un cazzo ma l'Italiano non se ne ancora accorto...perchè ci stanno bollendo come le rane!
    • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
      scusate gli errori,la fretta e notte insonne!
  • Veronica2 2 mesi fa
    I giorni scorsi Cancelleri e Di Maio, sono andati a far visita al mercato di Ballarò a Palermo: sono pieni di problemi che si sono accumulati in 20 anni di gestione Leoluca. Il mercato di Ballarò era uno dei mercati più belli e fiorenti e sta morendo. E' quasi inaccessibile ai cittadini, per mancanza di parcheggi, è degradato e i commercianti stanno tutti chiudendo. Allora nasce spontanea la domanda, perchè i palermitani hanno votato Leoluca Orlando, confermandolo ancora per 5 anni, nonostante questi non stia facendo nulla per Palermo? La risposta è solo una, la colpa è dei palermitani stessi, che non sono in grado di scrollarsi di dosso questa politica matrigna che li sta solo spolpando. Non sono stati in grado di capire che non dovevano più votare Leoluca Orlando. Allora la conclusione è: chi è causa dei suoi mali, pianga sè stesso.
    • Dino Colombo. Utente certificato 2 mesi fa
      Ma DOVE VIVI TU IO MI CHIEDO! Orlando si è SOLO SERVITO DEI VOTI DEL PD per la rielezione, ma non credo che ne abbia la tessera in tasca. Prima distinzione. Quindi non addossare le colpe del PD, su cui potrei darti anche ragione, a Orlando. Ci ho vissuto anni a Palermo e so com'erano e come SONO le cose. Le zone ZTL erano necessarie, anche se pure a me stanno sullo stomaco, perchè l'aria nel centro era diventata letteralmente IRRESPIRABILE quindi è stata una necessità istituirle e non certo per penalizzare i commercianti di Ballarò. Ma tu lo sai dov'è situato il mercato di Ballarò? A due passi dalla stazione centrale...quindi in piena zona a traffico intensissimo. Se TU sai dove si potrebbero COSTRUIRE PARCHEGGI IN QUELLA ZONA FALLO PRESENTE CON UNA LETTERA AL SINDACO o a chi per lui...e poi ne riparliamo!
    • Veronica2 2 mesi fa
      Vai a scrivere su bob, che è meglio. Che confronto fai? Anche in altri posti, negli anni 50, 60 ecc. era pieno di miseria e c'era solo malaffare. La crisi di Ballarò così com'è attualmente, è stata denunciata dagli stessi commercianti, informati prima di parlare. Loro stessi hanno denunciato un calo del 70% delle vendite a causa dello ztl e carenza di parcheggi. Inoltre lo sappiamo tutti che il pd ha causato la crisi di tutti i centri storici e mercati rionali, facendo una politica solo a favore del supermercati, ma dove vivi, e cerchi di intortare le persone?
    • Dino Colombo. Utente certificato 2 mesi fa
      Probabilmente tu non sei MAI STATA A PALERMO ai tempi di Ciancimino & Co. quando si susseguivano sindaci SEMPRE TARGATI DC. Palermo era feudo davvero della MAFIA (certo per colpa dei tanti palermitani che votavano politici a essa contigui) Il Teatro Massimo era tutto e completamente nero! Tant'è che io pensvo l'avessero costruito con pietra lavica! Orlando lo fece RINASCERE e tornò al suo antico splendore (e colore). E FUNZIONANTE! Il centro storico della città era degradato come un suk e dopo il tramonto era meglio non addentrarcisi... Rinacque anche quello con l'apertura di nuovi bar, pub e ristoranti ancora oggi aperti fino a tarda notte. E tu non puoi parlare di Ballarò che è SEMPRE STATO NELLE CONDIZIONI IN CUI E' (con difficoltà di parcheggio e degrado, perchè forse tanti negozi chiudono per mancanza di clienti a causa della crisi economica. Quindi prima di parlare di Orlando a ca***o informati meglio. Orlando certo non è perfetto...ma SICURAMENTE è meglio di sindaci mafiosi!
    • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
      Per quanto riguarda l'Osce ce ne veramente bisogno,ma chi comanda non ne vuole sapere(minniti) perchè sarebbe la dimostrazione che non siamo più la Nazione che vogliono mostrare al mondo ,ma un'altra a livello di Borundi. Pe "loro" quello che conta sono solo le apparenze....non la sostanza! Ti immagini "la nazione e l'alleato migliore degli USA,che chiede l'intervento dell'OSCE sulle elezioni? Che figuraaaa! hahhha.... ma ce lo meritiamo l'intervento di controllo internazionale ecco dove ci hanno portato. Ci mancherà anche l'intervento dell'ONU quando ci sarà qualche rivolta!
    • Veronica2 2 mesi fa
      Infatti era giusto che fosse presente l'Osce. Però devono essere i siciliani a tirar su la testa, se non lo fanno saranno sempre vezzati. Ora hanno un'occasione e se non prendono questo treno, le loro condizioni non miglioreranno, molto probabilmente peggioreranno.
    • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
      Vero, ecciao non sarà che in Sicilia lo stato è assente e che abbia permesso alla mafia di fare i propri interessi? Quando i mafiosi si sono impossessati delle istituzioni locali pensi che abbiano fatto gli interessi dei cittadini o i loro? La mia non vuole essere una polemica,ma....un giudizio obiettivo. Costruisci il cittadino se gli dai i servizi,il lavoro,l'istruzione,l'informazione e ne valorizzi la loro storia e la loro cultura. Questo non lo ha fatto lo stato ma la Mafia. Ti confermo,ma non conosco il numero,che moltissimi comuni sono sciolti per mafia.... questo vorrà dire qualcosa o no?
  • giovanni . Utente certificato 2 mesi fa
    MINITI LA SOLITA POLITICUCCIA ma è del tutto evidente che a Minniti va benissimo che nelle liste elettorali ci siano indagati e condannati perchè lui ha tutto il potere necessario per intervenire. Non ci sono dubbi Minniti vuole avere una parvenza di rigore e legalità ma è il solito impastato con il marciume della stravecchia politica italiana.
  • Veronica2 2 mesi fa
    Qui non si è trattato di aprire una scatoletta di tonno e far uscire il marcio, qui c'è molto di più. Minniti, ministro dell'interno, raccontando balle in parlamento, nega la necessità dell'intervento di Osce, pur essendo a conoscenza di tutti, la presenza di voto di scambio. Abbiamo una Sicilia, divorata in tutta la sua economia, cittadini disperati, senza lavoro, le categorie vessate al massimo dai provvedimenti dell'UE, senza che nessuno faccia valere i diritti dell'Italia. Non hanno strade, non hanno ferrovie e trasporto aereo, funzionanti. Hanno tariffe altissime del gasolio e benzina, nonostante siano dei produttori. Sono pieni di debiti fino al collo, non riscuotono neppure le tasse, e sono immersi nella spazzatura e inquinamento. Crocetta non si è neppure fatto dare i soldi che spettavano alla Sicilia, dallo Stato. Senz'altro è tutto calcolato. C'è il sistema bancario pronto a intervenire, a impossessarsi dei beni immobili rimasti della Sicilia, strade, porti, monumenti, acqua ecc. Ora è ventilata l'idea di commissariare la regione per due anni, penso sarebbe la fine. Ci saranno altri progetti per la Sicilia, approdo per gli africani e emigrazione di massa dei locali. Ci vorrà un miracolo per saltarci fuori.
  • Veronica2 2 mesi fa
    Ieri sera c'era la Commissione in Senato per discutere sulle modifiche della legge elettorale e non si è presentato nessuno della maggioranza. C'erano i Senatori del m5s e solo un rappresentante di FI, non c'era nessun altro e la Commissione non ha potuto svolgere il suo lavoro. Come dice Crimi e il Capogruppo del m5s, ci resta solo la piazza.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Ma qualcuno che sulla sua immagine su Facebook invece di scrivere "NO IUS SOLI" scrivesse "NO MAFIA" non ci sarebbe?
  • agostino nigretti 2 mesi fa
    Grandi spettacoli folcloristici salva governance Colonia Italia come quelli ripetitivi degli ulti 27 anni di teatrini politici, unica certezza è la conferma che Dio è solo un simbolo immaginario e Cristo, Maometto, Confucio, Budda, idoli umani spacciati come Dei per narcotizzare i creduloni pecoroni tramite gli effimeri allucinogeni valori e credo. Il problema oltre ai  politici che governano la Colonia Italia, è il circa 30% del popolo egoista senza valori di Patria che pensa solo al bene personale ed è per questo che li vota e li sostiene. Nella vita non si deve credere a niente, tutto è pianificato con dotta Maestria Divina dai grandi Maestri Burattinai ed è solo questione di denaro e potere, l'essere umano singolo non conta nulla. Vi siete dimenticati San Bossi che dopo aver sbraitato contro Roma ladrona, se ne è fregato di chi lo ha votato vendendo il popolo sedendosi al tavolo spartitivo Istituzionale degli affari di famiglia a riscuotere la sua parte di scranni di potere e posti per sistemare la famiglia-parenti-amici?San Bossi, il Messia e Centro hanno salvato la finta sinistra Cattocomunista & Radical Chic. La politica serve solo per eseguire gli ordini ricevuti dai padroni del mondo e fare i propri affari, solo così sono protetti dal vero e unico Dio Onnipotente gestito dai padroni del mondo " America,Inghilterra,Israele,Vaticano". Il voto è solo allucinogeno calma popolino come dimostratoci in tutte le elezioni e referendum, infatti i politici se ne sono sempre fregati della volontà popolare ed hanno sempre fatto quello che volevano e continuano a farlo. Basta ricordare la farsa dei teatrini del dopo voto Greco, soprattutto la farsa delle Missioni di Pace che nella realtà erano vere guerre ed è per questo che adesso finanziano l'accoglienza per lavarsi la coscienza e la canzone di Nassiria è la lode di ringraziamento al vero Dio onnipotente.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    ,3 Cosa che le Regioni a statuto ordinario possono fare dal 2001 con la certezza di ottenere ciò che chiedono: basta inviare una lettera a Palazzo Chigi e poi trattare, senza bisogno di referendum. Anzi, se domenica l’affluenza fosse bassa, i referendum potrebbero persino danneggiare la causa autonomista che i proponenti vogliono agevolare: lunedì il governo potrebbe infischiarsi del risultato e lasciare Maroni e Zaia con un pugno di mosche. Cosa che invece non potrà fare con l’Emilia Romagna che, anziché puntare sull’arma propagandistica e costosa del referendum, ha seguito la via maestra (e gratuita): voto consiliare e lettera del governatore Bonaccini (Pd) al governo (con l’incredibile no della Lega, che ha buttato la palla in tribuna inventandosi la secessione dell’Emilia dalla Romagna, o viceversa). Costi e benefici. In Lombardia si sperimenta il voto elettronico: nei seggi gli elettori digiteranno Sì, o No o bianca (nulla non si può) su 24 mila tablet appositamente acquistati dalla giunta Maroni. In Veneto invece si vota con le tradizionali matite e schede di carta. Così in Lombardia un referendum praticamente inutile, e forse anche dannoso, costerà pure ai contribuenti 50 milioni di euro; in Veneto, 14. Il tutto per “spingere” una richiesta di maggior autonomia che Maroni e Zaia potevano concedere alle loro Regioni dal 2008 al 2011, quando erano al governo nazionale, rispettivamente come ministri dell’Interno e dell’Agricoltura. Ora, delle due l’una: o hanno dormito per tre anni; oppure il referendum con l’autonomia non c’entra nulla, ma c'entra molto con i regolamenti di conti interni fra loro e Salvini, e con le prossime elezioni politiche e regionali. Tutto legittimo, per carità, a parte i 64 milioni buttati. Ma basta saperlo.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    ,2 Chi sta col Sì. Il partito promotore è la Lega Nord, a cui si sono accodati FI (ma non la Meloni, anche se i Fratelli d’Italia nordisti sono per il Sì), molti amministratori locali del Pd (come i sindaci di Milano, Beppe Sala, e di Bergamo, Giorgio Gori) e parte dei 5Stelle (che hanno formulato il quesito lombardo, eliminando le asprezze indipendentiste di quello leghista). Cosa dice il Sì. La campagna elettorale la fa solo la Lega, che governa le due Regioni con Maroni e Zaia. E, soprattutto col primo, racconta frottole. Il sito della Regione Lombardia promette “un’ancora più ampia competenza in materia di sicurezza, immigrazione e ordine pubblico”. Peccato che tutte e tre le funzioni continueranno a far capo al governo centrale. Molti Comuni leghisti promettono competenze “simili a quelle delle regioni a statuto speciale, con meno tasse”: ma sul fisco non cambierà nulla, perché la Costituzione non ammette deroghe, infatti la Consulta ha bocciato i quesiti veneti in materia tributaria. Infine si ciurla nel manico sull’ammontare del “residuo fiscale”, cioè della differenza tra le tasse pagate dai cittadini delle singole Regioni allo Stato e la spesa pubblica destinata all’amministrazione centrale del territorio (servizi pubblici e trasferimenti di fondi). Come spiega Paolo Balduzzi su lavoce.info, i 57 o 52 miliardi annui millantati da Maroni per la Lombardia sono totalmente campati per aria: il dato reale è circa la metà. E comunque, se lo Stato concede l’autonomia alla Regione su una quota proporzionata alle funzioni trasferite, smette di spendere le relative risorse, dunque il residuo fiscale resta identico a prima. Cosa cambia dopo. Non essendo giuridicamente vincolante, il referendum non cambia nulla. Ciò che invece è giuridicamente vincolante è il voto di un Consiglio regionale che incarichi la sua giunta di far scattare l’opzione prevista dall’art. 116: aprire una trattativa col governo per trasferire funzioni oggi in capo allo Stato. segue
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    ,1 I REFERENDUM DELLA LEGA AUTONOMI DALLA VERITÀ- Marco Travaglio Con tutti questi furti di democrazia e di sovranità, più si va a votare e meglio è. Ma, per parlare di democrazia e di sovranità, votare non basta. Altrimenti anche la Cuba dei Castro, la Russia di Putin e la Turchia di Erdogan sarebbero modelli di libertà. Votare significa scegliere e scegliere significa sapere, cioè conoscere tutte le opzioni. Non è il caso dei referendum consultivi indetti per domenica in Lombardia e in Veneto al grido di “più autonomia”. Noi, che siamo per abolire le regioni (visto come gestiscono sanità e trasporti dalla Lombardia alla Puglia alla Sicilia) e passare a un federalismo municipale, di autonomia ne vorremmo meno. Ora, i referendum consultivi sono legittimi e i quesiti riguardano un meccanismo previsto dalla Costituzione (art. 116 modificato nel 2001 dalla riforma del Titolo V targata csx). Ma inquinati da una campagna elettorale piena di balle che spacca in due l’elettorato lombardo-veneto: una maggioranza di indifferenti-ignari che non andranno a votare; e una minoranza di disinformati che andranno a votare senza sapere per cosa votano o – peggio – convinti di votare per qualcosa che non esiste. Nei referendum si sceglie fra Sì e No. Ma qui nessuno – a parte Rifondazione e piccoli movimenti locali – si batte per il No: parlano solo quelli del Sì e chi è contrario si astiene. L’esito è scontato, anche se il peso politico della consultazione dipende dal numero dei votanti. Cosa chiede il Sì. I quesiti di Lombardia e Veneto sono diversi, ma chiedono la stessa cosa: più autonomia, cioè più poteri e più risorse pubbliche alle due Regioni su una ventina di materie “concorrenti” e “negoziabili” fra Stato ed enti territoriali. E cioè: norme generali sull’istruzione, giudici di pace, rapporti internazionali, protezione civile, commercio con l’estero, distribuzione dell’energia, casse di risparmio, tutela dell’ambiente, beni culturali, sicurezza sul lavoro ecc segue
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    US SOLI-Viviana Vivarelli Un milione di giovani figli di stranieri sono nati in Italia, hanno studiato nelle scuole italiane, parlano italiano, si sentono italiani. E' giusto o no dargli la cittadinanza italiana? E di quale altro Paese si dovrebbero sentire cittadini? Nel 2013 il M5S presentò una proposta di legge sullo "ius soli” più ampia di quella successiva del Pd. La proposta di legge 5stelle, la c. 1204, era firmata da tutti i principali dirigenti del M5S, tra cui Di Maio e Di Battista. Prevedeva la cittadinanza per i nato in Italia da coppie di stranieri se almeno uno dei genitori avesse avuto un permesso di soggiorno di lungo periodo e avesse risieduto in Italia per almeno 3 anni. Oppure, potevano ottenere la cittadinanza i figli di cittadini stranieri che avessero compiuto almeno un ciclo scolastico nel nostro paese. Due anni dopo arriva la proposta del Pd per cui acquista la cittadinanza per nascita chi è nato in Italia da genitori stranieri, di cui almeno uno con permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo. Occorre la richiesta di un genitore entro i 18 anni del minore. O può farlo il minore stesso entro 2 anni dopo la maggiore età, anche senza la nuova legge Le due proposte di legge sono quasi simili anche per come sono scritte, ed è probabile che il Pd abbia copiato pezzi del testo del M5S. Malgrado ciò, il M5S si è astenuto dal votare questa legge al Senato e Renzi ha deciso di ritirarla temendo la mancanza di voti. Grillo ha chiesto di coinvolgere nel dibattito anche il Parlamento europeo e il Consiglio. La legge è stata bloccata. Comunque il figlio di stranieri nato in Italia, oggi, può prendere lo stesso la cittadinanza. Non cambia molto. Eppure su questo tema ha infuriato una battaglia incomprensibile visto che le due proposte sono quasi simili e che, comunque, la cittadinanza può essere data anche senza la legge sullo ius soli, al punto che tanto scrivono sulla propria foto, incomprensibilmente "NO IUS SOLI". Ma che senso ha?
    • Vincenzo . Utente certificato 2 mesi fa
      Le cose giuste vanno fatte senza paura,ove ve ne sia, di perdere consensi. Per me lo "ius soli", ,andrebbe istituito perchè è un fatto di civiltà.
  • bruno p. Utente certificato 2 mesi fa
    IL CAVALIER NIENTE In Italia quando si avvicinano le elezioni può capitare di tutto e nel piglia piglia generale accade che si candidino tutti e nessuno col solo scopo di formare una grossa foglia di fico per coprire un sistema duro a morire. La peculiarità dell’Italia è creare caos per poi gestirne le emergenze,prevenire non appartiene al nostro vocabolario ed è col caos che la politica giustifica le sue malefatte. Prima era l’epoca del cavaliere mascarato oggi è il tempo del cavalier niente.Entrambi vogliono il loro regno,entrambi sono vanesi e con la loro presenza hanno solo rafforzato quell’idea dell’Italia sbruffona e inconcludente dove si promettono posti di lavoro a go go e chiu pilu pe tutti. La farsa inscenata dal cavalier niente contro il governatore di Bankitalia e la commissione bancaria detenuta da un portatore sano di conflitti di interessi,sono la prova che in Italia non c’è alcuna volontà di risolvere le questioni spinose dove il copione è sempre lo stesso con l’accusato che diventa accusatore e il distruttore di aziende che viene lautamente ricompensato. Ad oggi coloro che hanno pagato le pene delle azioni dei due cavalieri sono solo i contribuenti ma il prezzo in termini politici e morali è ben più alto. La sinistra e la destra sono ormai rappresentate dai sodali dei cavalieri e la nazione invece di ribellarsi si è adattata.Ci si è adattati a perdere,si è inculcata l’idea che le di differenze sociali siano un bene,che i bunga bunga siano nel nostro dna e che cerchi e gigli magici siano la soluzione alla disoccupazione. La lotta operaia si è imborghesita ed il benessere sociale è prerogativa delle classi elitarie perché è così che deve andare.Un salto nel buio dei tempi andati che i cavalieri della nostra epoca hanno legalizzato.
    • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
      Bravo bruno,come al solito ottimo!
  • undefined 2 mesi fa
    Grazie movimento cinque stelle
  • rolla lorenzo 2 mesi fa
    Questo link rimanda a un dossier che spiega molto bene la legge elettorale che verrà approvata fra poco. Consiglio di leggerlo, anche se ostico dal punto di vista linguistico perché molto tecnico. Metto subito in evidenza questa novità: chi si candiderà si ricordi di produrlo nella documentazione richiesta. 2-bis. I candidati nei collegi uninominali accettano la candidatura con la sottoscrizione della stessa. Ciascuna lista è tenuta a presentare candidati in tutti i collegi uninominali del collegio plurinominale, a pena di inammissibilità. Per ogni candidato devono essere indicati il nome, il cognome, il luogo e la data di nascita, il codice fiscale e il collegio per il quale viene presentato. http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/01046530.pdf
    • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
      questo è un'altro passo di "incostituzionalità"!
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    ..non resisto di fronte alla futura accozzaglia Renzi-Berlusconi... questo è un Dario Fo del 2011 https://www.youtube.com/watch?v=VSQBrNflUcU
  • antonnio d. Utente certificato 2 mesi fa
    Stamani, mi è presa così. Povera patria! Schiacciata dagli abusi del potere di gente infame, che non sa cos'è il pudore, si credono potenti e gli va bene quello che fanno; e tutto gli appartiene. Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni! Questo paese è devastato dal dolore... ma non vi danno un po' di dispiacere quei corpi in terra senza più calore? Non cambierà, non cambierà no cambierà, forse cambierà. Ma come scusare le iene negli stadi e quelle dei giornali? Nel fango affonda lo stivale dei maiali. Me ne vergogno un poco, e mi fa male vedere un uomo come un animale. Non cambierà, non cambierà sì che cambierà, vedrai che cambierà. Voglio sperare che il mondo torni a quote più normali che possa contemplare il cielo e i fiori, che non si parli più di dittature se avremo ancora un po' da vivere... La primavera intanto tarda ad arrivare. Franco Battiato, Siciliano.
    • Patty Ghera Utente certificato 2 mesi fa
      Franco Battiato siciliano e parecchio di destra
  • Shahab Shirakbari Utente certificato 2 mesi fa
    SPORT PREFERITO IN CAMPAGNA ELETTORALE E' INFANGARE AVVERSARI POLITICI Alleanza Pd, Fi e Lega per approvare la legge elettorale in funzione anti M5S ha aperto l'ultimi rond della campagna elettorale permanente. La discussione politica sul programma elettorale si riduce alla polemica politica che non serve ai cittadini. Ogni giorno arsenale della propaganda si arricchisce di una nuova polemica contro il M5S. SPIEGARE IL PROGRAMMA DEL M5S AI CITTADINI E' LA RISPOSTA GIUSTA AGLI ATTACCHI DEI PARITI
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Aristotele Napolitano: se mi va buca anche con Renzi, mi rimane solo di incaricare il mio cavallo
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Napolitano: “Le elezioni? Non diciamo sciocchezze”. Poi finisce che uno va e vota chi cazzo gli pare.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Nunzio Cusenza Io sono pugliese e vivo in Friuli oramai da più di vent’anni, sono al confine con la Slovenia, frequentando anche lavoratori sloveni ho imparato una loro storiella che dice così : “C’è un paesino in una vallata e sui fianchi ha due colline, su una collina ci sono i comunisti, sull’altra i fascisti, e si urlano a vicenda “comunisti….fascisti…”. E gli abitanti del paesino in fondo la valle sentono solo “isti isti” (isti in sloveno significa uguali)
    • antonnio d. Utente certificato 2 mesi fa
      con un piccolo particolare insignificante: sono stati i fascisti ad invadere l'urss ed ammazzare 24 milioni di comunisti. Naturalmente, parlo di Comunisti, non di Camaleonti.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    ANDREA SCANZI E LA DEMONIZZAZIONE DI GRILLO Da 10 anni,per l’esattezza dall’8 settembre 2007, i nemici di Grillo fanno lo stesso errore con Grillo e il suo Movimento:lo demonizzano.Così facendo,oltre a toccare vette di ridicolo indicibile,fortificano il senso di appartenenza dei suoi elettori.E dunque gli regalano nuovi voti Sta accadendo anche adesso, non solo con le accuse deliranti di “fascismo” e “sessismo” stupratorio Da una parte c’è questa bischerata titanica del maxiprocesso ai discoli 5 Stelle,messi sotto accusa dalla Preside Boldrini(dimettiti,Laura, dimettiti:fai rimpiangere Casini,Fini e financo la Pivetti! per aver fatto i birbi.Di Battista fa bene a dire “me ne infischio” di fronte al rischio di sanzioni e scomuniche:è una buffonata totale.E sa bene,Di Battista,che più lo sanzioneranno e più lui potrà ergersi a ribelle.Ancora più paradossali le accuse a Grillo,da una parte denunciato da uno dei tanti fenomeni piddini per “disobbedienza civile aggravata” e dall’altra per aver forzato un sigillo inconsapevole in una baita,nel tentativo oltremodo sovversivo di andare a mangiare un po’ di polenta coi no-Tav.Ovviamente Grillo ci gioca, e fa bene:più gli altri delirano,più lui può giustamente urlare quanto la politica sia quasi sempre colpevole e rincoglionita.Un ulteriore assist ai 5 Stelle arriva da Bertinotti,uno dei più grandi distruttori di consenso della sx,che aderendo alla Lista Tsipras(povero Alexis)gli ha subito tolto metà del fascino E’ la solita storia:più gli altri credono di combattere i 5 Stelle,più li aiutano nella distinzione manichea tra “bene” e “male”.Con una differenza fondamentale rispetto al recente passato:ieri esisteva solo Grillo,oggi ci sono anche i volti–e soprattutto l’operato–dei parlamentari 5 Stelle che bene hanno lavorato e lavorano.Per chi non è interamente disonesto a livello intellettuale,è assai facile decidere chi sia meglio tra un Di Maio e una De Micheli, tra un Morra e uno Speranza, tra un Villarosa e una Madìa.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Intenti personali di Di Battista: “Se sarò eletto cercherò di attuare i punti del programma del M5S rendendomi disponibile ad ascoltare le istanze del MoVimento e farmene portavoce. Data la mia esperienza mi occuperei di informazione mettendo in campo ogni azione per liberare i media dal controllo dei partiti. Si può fare, occorre abolire i finanziamenti ai giornali, assegnare le frequenze televisive attraverso aste pubbliche e favorire la rete. Inoltre mi impegnerei nella costruzione di una reale democrazia in cui il cittadino comandi e le istituzioni obbediscano, esattamente il contrario di ciò che avviene oggi in Italia dove viviamo in un sistema di oligarchie organizzate che guardano soltanto ai loro interessi. Per farlo serve una nuove legge elettorale, il referendum propositivo senza quorum e l’obbligatorietà della discussione in aula delle leggi di iniziativa popolare. In ambito economico la mia attività parlamentare sarà incentrata nel favorire la crescita del mercato interno. Sosterrò la piccola e media impresa, l’enogastronomia e il turismo responsabile. L’Italia deve tornare ad essere il Paese più visitato al mondo come accadeva negli anni ’60. Approfondirei le proposte che arrivano dal Movimento per la Decrescita Felice, la nostra società è ancora basata sul consumismo a debito e questo non è più sostenibile. Sosterrei progetti di autoconsumo (sia in ambito energetico che alimentare), produrre ciò che si mangia e mangiare ciò che si produce è un diritto umano inalienabile. In accordo con il M5S proporrei di analizzare in modo laico progetti alternativi di lotta alla criminalità come la legalizzazione delle droghe leggere. Vorrei dedicarmi alla tutela dei diritti umani siano essi sociali, civili e politici. Per concludere, avendo vissuto negli ultimi anni a stretto contatto con i poveri, vorrei dedicarmi soprattutto a loro cercando di combattere ogni forma di povertà (nazionale e internazionale) sia essa economica, culturale e relazionale”.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    FANTASCIENZA SATIRA-Francesca Fornario Scoperto nel 2114 un oggetto strano, sembra che sia una cabina elettorale. .. dopo lungo pensare su cosa fosse… il Ministro dello Stage e delle Politiche Sociali ebbe una folgorazione: “Le elezioni” certo, me ne parlava mio nonno… ora ricordo. Hanno smesso di usarle quando di sono rotte.. sì, davano sempre lo stesso risultato, come quando si rompe il termometro. Vinceva ora questo ora quello ma, quando si andava a fare il governo, saltavano sempre fuori le larghe intese.. Ma, ora che abbiamo trovato una cabina elettorale, potremo tornate a votare? “Votare??? Ma come? senza approvare la legge elettorale?? senza abolire il Senato??? e senza prima abolire le Province?? e abolire le Province senza ridurre il cuneo fiscale??” Si allontanò e lo si sentiva continuare in lontananza “… senza riconoscere pari diritti alla coppie omosessuali, senza completare la Salerno-Reggio Calabria???” Le elezioni si svolsero solo diversi anni più tardi, nel 2138, quando Berlusconi ebbe finalmente saldato il suo debito con la giustizia e si poteva ricandidare. . (Falso.La realtà supera la fantascienza. Renzi ha reso candidabile Berlusconi. E pure Verdini. Mai mettere un limite alla protervia umana).
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Napolitano aveva fatto tre scommesse: il governo Monti, il governo Letta e il governo Renzi. Le prime due le ha perse. Aspettiamo la terza.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    I fedelissimi del Pd sono emeriti becchini. 101 accoltellarono Prodi nella corsa al Quirinale. 136 salutarono Letta con un "sta' sereno". Quanti saranno che affosseranno Renzi senza spargere una lacrima? Certamente alcuni sono già sopra il treno da 400.000 euro.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    120 partiti, tre mafie, l'intero mondo capitalista, la P2. Un solo obiettivo: "Asfaltare il M5S".
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Youtube: 300 TROLL Pagati per Rompere i Maroni – Ecco La Vera Democrazia Sparta = Partito digitale per il Pd. Loro dicono di essere un migliaio in tutta Italia. TROLL ADDETTI ALL’INSULTO E ALLA DISINFORMAZIONE CONTRO IL M5S Insomma non fanno una minchia ma sono pagati. Ma questi il cervello l’hanno esportato con la democrazia? Mille persone pagate con i soldi del finanziamento pubblico ai partiti per alterare a favore del PD le informazioni che girano sui social network. In pratica svendono la democrazia ed il futuro dei loro figli per un misero stipendio. Poveri lacchè da 4 soldi ! Non esiste più la dignità in questo paese, se c’è mai stata. Chi è che diceva che il M5S doveva allearsi al Pd???? Si tratta di un programma di militanza digitale iniziato con l’attività formazione di comunicazione politica fatta a Frattocchie. I militanti sono stati individuati, attraverso un software/dashboard di social media analysis, per la capacità e l’attività politica realizzata in e in particolare su Twitter e Facebook, durante le primarie . Il responsabile è Tommaso Giuntella, 29 anni, già galoppino di Bersani e ora capo del fascismo digitale. In cosa consiste il lavoro degli spartani? DISINFORMAZIONE ED INSULTI CONTRO IL M5S, FASCISMO PURO! ZERO CONTENUTI TANTI INSULTI E NOTIZIE FALSE. Sono gruppi di ragazzini, nullafacenti e arrampicatori sociali nascosti dietro ad un pc per ORE E ORE TUTTI I GIORNI con l’unico scopo insultare e disinformare sul M5S, ma sopratutto per nascondere i fallimenti del PD e l’inciucio 20ENNALE tra PD E BERLUSCONI. Oltre a dispensare insulti a raffica e gestire pagine dedicate all’insulto contro M5S, hanno particolari interessi a ridicolizzare temi come il “BILDERBERG”, il “SIGNORAGGIO BANCARIO” e le “COSPIRAZIONI” (chissà perché eh?). Un vero e proprio servizio di propaganda di REGIME degno del fascismo
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Voltaire: “I malvagi non possono avere che dei complici; i dissoluti, dei compagni di bagordi; le persone interessate, dei soci; i politici si circondano di partigiani faziosi; la massa degli sfaccendati ha delle conoscenze; i principi hanno attorno a loro dei cortigiani: solo gli uomini virtuosi hanno amici".
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Riusciremo mai a sanare questo Paese? Mandela diceva: “Impossible until it is done“. Una cosa sembra impossibile finché non viene fatta.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    ISTAT: “Uno su 4 non ce la fa”. . Chi per il potere accetta un regime di servi, diventerà a sua volta servo di qualcun altro.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    INDOVINA CHI HA DETTO QUANTO SEGUE: “Enrico non si fida di me, ma sbaglia: io sono leale” (12 gennaio). “Il Governo Letta deve lavorare per tutto il 2014” (13 gennaio). “La staffetta xx-yy non è assolutamente all’ordine del giorno. Io, sia chiaro, sto fuori da tutto” (5 febbraio). “Ma perché dobbiamo andare a Palazzo Chigi senza elezioni? Ma chi ce lo fa fare? E ci sono anch’io tra questi, nessuno di noi ha chiesto di andare al Governo” (10 febbraio). “Se vinco mai più grandi intese” (20 ottobre 2013). “Da me non ci saranno mai intrighi di palazzo per prendere il posto di Letta” (Renzi 14 gennaio 2014). “Io mai al Governo senza elezioni” (10 febbraio 2014). Un nuovo ballista d’acciaio eletto da nessuno è arrivato. . “Siamo oltre le comiche, anche se c’è davvero poco da ridere. Un tale mix di incapacità, masochismo, colpevolezza, arroganza, psicodramma e delirio di onnipotenza era raro da mettere insieme, ma il Pd è riuscito anche in questo: fenomeni.” Andrea Scanzi
  • Vincenzo . Utente certificato 2 mesi fa
    Che in Sicilia mom ci sia un voto libero ormai è cosa assodata dalla storia di quella Regione. Il voto dei lavoratori è condizionato dal ricatto occupazionale. Se vuoi lavorare devi votare come ti dice il tuo datore di lavoro e con l'attuale situazione economico-sociale della Regione penso sia molto dura resistere a ricatti simili. Poi ci sono i settori economici,le imprese per intenderci, che per lavorare a loro volta e per avere appalti o commesse dalla Pubblica amministrazione devono essere schierati politicamente . Poi c'è la delinquena organizzata -la mafia- che cura ii propri interessi e condiziona pesantemente il voto politico.Questa è la situazione ampiamente accertata del voto in Sicilia. C'è comunque una massa,la maggioranza, di persone per bene che sono stanchi di tutto questo e potrebbero esprimere il loro dissenso con un voto al MOVIMENTO 5STELLE. Su questo rapporto numerico si basa il possibile successo nelle prosime elezioni siciliane. Il popolo siciliamo ha im mano il proprio destino ed al di là di tutte le ammucchiate predisposte, piene di tutte le porcherie possibili ed immaginabili ,come fra le altre, quella di un candidato della lista Musumeci che fà campagna elettorale dagli arresti domiciliari, potrebbe far cambiare rotta alla propria terra. I poteri politico-affaristico -mafioso hanno un evidente interesse a lasciare le cose come stanno e non faranno niente per modificarle o per monitorare il voto. La rivoluzione la deve fare il popolo.Speriamo che sia così.
  • pasquale 2 mesi fa
    Minniti, invece di fare teatrini in TV faccia il suo lavoro di ministro dell'interno e cosa più interno delle elezioni? chieda subito la presenza dell'OCSE
  • Fabio T. Utente certificato 2 mesi fa
    Fanno lo sciopero della fame perché " sono ragazzi che vanno a scuola con i nostri figli ". Bugiardi schifosi! I loro figli vanno in scuole antisismiche e sicure. Facciano lo sciopero della fame perché i figliastri della repubblica italiana sono identificabili con altro diritto negato, quello di poter essere vivi se capita un sisma. (Da il FQ) Oltre il 60% degli edifici, infatti, è stato costruito prima del 1976 (quindi prima dell’entrata in vigore della normativa antisismica) e spesso necessita di interventi di manutenzione urgenti”. Tra l’altro il 41% di essi (15.055) si trova in zona sismica 1 e 2, cioè a rischio di terremoti fortissimi o forti. I soldi messi a disposizione per il miglioramento dell’edilizia scolastica, 9,5 miliardi dal 2014, non hanno contribuito efficacemente al raggiungimento dell’obiettivo: solo 4 miliardi sono stati finanziati per la realizzazione di 12.271 interventi, di cui però risultano conclusi solo la metà. L’investimento fatto ha inciso pochissimo sulle riqualificazioni necessarie, con solo 437 nuove scuole e pochi interventi finalizzati all’efficientamento energetico e alle energie rinnovabili (9% del totale) e solo 505 interventi di adeguamento sismico. Appena il 4%. Eppure sono quelle le storie di edilizia innovativa e sostenibile.
  • Giovanni F. 2 mesi fa
    On. Minniti, e quindi?
  • Eposmail. ,, Utente certificato 2 mesi fa
    https://www.youtube.com/watch?v=4fjj_X6uoDo
  • A L. Utente certificato 2 mesi fa
    ER VITALIZZIO Io so' parlamentare e nun lo fo pe' vizio me serve de mangiare me occore er vitalizzio Le spese sai so' tante ce tocca lavorare nun so' mica un birbante nun posso risparmiare Vo in giro per il mondo aerei navi e treni si nun spendo io affondo che mica semo scemi Perché st'abbolizzione è na macelleria  na' specie de aggressione che nun ce caccia via Restamo appoltronati volemo la penzione che ce farà i beati der popolo buffone. Chiedemo ar cittadino de avecce i privileggi  che lui resta un tapino e noi famo le leggi.
    • antonnio d. Utente certificato 2 mesi fa
      Grande A.L.
  • Giovanni F. 2 mesi fa
    Saviano continua le sue lezioni sulla mafia in tv. Queste lezioni per quanto sia importanti per gli addetti alla giustizia e per gli studenti in legge, possono essere deleterie per un pubblico di inesperti e tornare molto utili ai futuri adepti. Bisogna parlarne della criminalità organizzata, ma fino ad un certo punto e non farne serial televisivi con attori bellocci che fanno la parte dei più grandi criminali fetenti di merda, favorendo in certi strati della società una sorta di tifoseria mafioide, pericolosa e strisciante.
  • Dino Colombo. Utente certificato 2 mesi fa
    Quando si dice la faccia come il cu.... Berlusconi non finirà mai di stupirmi (NEGATIVAMENTE!) OGGI ha dichiarato a proposito del tentativo di DEFENESTRZIONE di Visco: "renzi vuol fare fuori Visco per metterci uno dei suoi a capo di Bankitalia...E' proprio della Sinistra voler occupare TUTTI I POSTI DOPO LE ELEZIONI...(tra l'altro cosa che HA PRATICATO ANCHE LUI E AMPIAMENTE!) Mi verrebbe da chiedergli: "Ma come...ti ci sei alleato per anni al Nazareno, e dopo le elezioni con la (cosiddetta) Sinistra TI CI ALLEERAI DI NUOVO per "le larghe intese" e dici questo?...Perchè? "Ma perchè, cribbio, PIACE ANCHE A ME OCCUPARE I POSTI DI POTERE!"...
  • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 2 mesi fa
    Non so quanto tempo fa in Italia la parola "politico" avesse un significato positivo, di certo da un trentennio è diventata sinonimo di "faccendiere, assenteista, voltagabbana, ruffiano... disonesto". Esiste però una classe particolare di politici: quelli appartenenti al Movimento 5 stelle! A loro mal si adattano i sinonimi negativi poiché hanno dimostrato, con i fatti, una coerenza ed un onestà rarissima nel disastrato sottobosco del tessuto sociale italiano, per questo invito i siciliani a votare il M5S, perché so di dare un consiglio di cui non dovrò mai pentirmi. Fidatevi dei fatti, non delle chiacchiere. Auguri per la vostra splendida terra.
  • Silvio . Utente certificato 2 mesi fa
    Nei Tg solo servizi sull'apparizione della mummia di Arcore, con sparate al seguito, e le palle del trombato di Rignano in treno che, tra l'altro, afferma che il pd non c'entra nulla con il disastro delle banche italiane... Movimento 5 Stelle non pervenuto. Se siamo la prima forza politica italiana, così non va, dovremmo avere uno spazio adeguato nei notiziari ....e non solo per le questioni apparentemente negative...sennò la competizione elettorale risulta completamente falsata. Facciamolo presente in ogni sede opportuna e ovunque.
    • harry haller Utente certificato 2 mesi fa
      è lampante: il M5S viene regolarmente "silenziato", mentre il Cazzaro & C. hanno sempre tutto lo spazio che serve loro.....
  • harry haller Utente certificato 2 mesi fa
    ...cioè, fateme capì: Babbeo scenne dar "Frecciamarrone" e poi, tra ali de polizzìotti e de carabbinieri, parla davanti a 'na cinquantina de "reclutati"??? Questi, c'hanno 'na paura nera de incontra' 'a ggente vera perchè c'hanno 'a coscienza così sporca che nun 'se lava manco co' l'acido muriatico....
    • Giovanni F. 2 mesi fa
      er freccia cor naso marrone dentro. Brown Nose.
    • harry haller Utente certificato 2 mesi fa
      ...ma quanto possono dura' ancora?? Possono fa' tutte l'ammucchiate che vojono, ma 'a fine loro, è già segnata; nun je restano che due carte: quella de cojona' ancora er Popolo co' na legge elettorale truffardina o, alla brutta, quella de move 'e forze armate: è pe' questo che nun bisogna sottovaluta' 'a vicenda Catalana, perchè in fonno, 'a questione è 'a stessa: libertà o dittatura de 'na finta Democrazzìa.....
  • Emilio C. Utente certificato 2 mesi fa
    ALESSANDRO, molto BRAVO per l'intervento chiarificatore e istruttivo per crozza pelada, tieni presente che è della CASTA, della CHENGA, della TEPPA per cui non è facile insegnargli la rettitudine e la legalità. La Porcilaia che gestiscono è ad immagine e somiglianza e la puzza si avverte anche al monitor del pc. CANAGLIE.
  • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
    Non c'è maggioranza ? E chi lo ha detto. Avete provato a proporre Riina...sai quanti voti.... maggioranza assoluta basta solo coordinamento di stato-Mafia! Ma ci arriveremo pur di governare,pardon...di rubare...ops..di togliere le speranze al popolo..ops..di farci li c***i nostri... tanto qualcuno(pantalone) pagherà sempre!
  • Emilio C. Utente certificato 2 mesi fa
    Referendum MILANO. Avevo maturato l'idea di andare a votare; ma dal momento che oggi è entrato a far pubblicità il condannato assieme al sassofonista lader di ROMA LADRONA leader maroni dei miei maroni in associazione di vigliacchi, STOP entra lui esco io. NON VOTO!!!!
    • harry haller Utente certificato 2 mesi fa
      ...seee, fanno tutti n' po' pena: "se nasce incendiari e se diventa pompieri", se diceva 'na vorta de certi arrembanti arrampicatori, tanto veloci a predica' 'a Rivoluzzione (Padana) quanto pronti a rinnega' tutto quello che avevano propinato ar Popolo Cojone: teniamo tutti famija, è vero, ma quelli, pe' 'e responsabilità che se so' assunti, so' 'i veri parassiti che divorano er Paese.....
  • Silvio . Utente certificato 2 mesi fa
    Forza Siciliani, avete l'occasione d'oro per far rinascere la vostra meravigliosa isola....lanciando un segnale a tutta l'Italia! Cercate di far votare chi è schifato, rassegnato o deluso dalla politica! O gliela diamo ancora vinta agli imbonitori, ai manipolatori e ai mafiosi? Allora tutto sarebbe perduto...i cittadini uniti possono farcela a rottamare un sistema che distrutto ogni cosa! Il 6 novembre voglio festeggiare alla grande ....
  • gianpiero m. Utente certificato 2 mesi fa
    Bravissimi! Continuate così che sento il vento della vittoria avvicinarsi. W il Movimento 5 Stelle. G.Mazz.
  • FABRIZIO P. Utente certificato 2 mesi fa
    CHE GLI FREGA A MINNITI ..FA PARTE DEL CIRCO ..QUINDI ..
  • Giuseppe Flavio Utente certificato 2 mesi fa
    O.T. A proposito di bottiglie da riciclare. Non so se sia vero, ma a me sembra che il riciclo delle bottiglie di vetro, tutto sommato costi di più alle aziende che comprare bottiglie nuove. Almeno così si diceva per giustificare il non reso. Perchè le nuove sono pulite per definizione e tutt'al più usufruiranno di una sciacquata. Le riciclate hanno le etichette da staccare; necessitano di un lavaggio accurato; devono essere selezionate per capacità, dimensione, forma etc. tutte operazioni che costerebbero di più che una bottiglia nuova. C'è qualcuno che può dire di più e di meglio ?
    • Max Stirner Utente certificato 2 mesi fa
      Chi calcola che il nuovo costa meno del riciclato, ha inserito nel conteggio il costo del recupero dell'usato? E' comodo pensare che chi inquina non è tenuto a pagare! Vendono bottiglie di vetro? Bene! basta una legge in cui si precisa che le bottiglie che hai venduto te le devi andare a recuperare o a fartele restituire dal cliente che le ha comperate. I conti si fanno calcolando tutte le poste del bilancio. Ciao
  • Unna Coerence 2 mesi fa mostra
    Vedrei in linea con la Democrazia Diretta, un auto governo Diretto dei cittadini, sia siciliani che delle altre Regioni. Il tutto nell’ottica di un ordinamento Statale Fedrelale e di uno Europeo Confederale, ordinamenti in cui il potere sia esercitato, appunto, dal basso. Appena Rousseau lo consentirà, proporrò dunque 2 punti programmatici: 1) Una Banca APPARTENENTE al popolo, che custodisca la riserva aurea appartenente al popolo e stampi moneta -appartenente al popolo-. 2) I cittadini di ciascuna Regione decidono direttamente l’ammontare del gettito fiscale regionale e come reperire e investire tali risorse, sia per gli interventi locali, sia per quelli -extra locali- nazionali o sovra nazionali che li coinvolgono. Per il coordinamento degli interventi -extra locali: ognuna delle 20 Regioni elegge da 2 a 5 Portavoce regionali (in proporzione agli abitanti) per un totale di 80. Ciascuno candidato Portavoce si presenta alle elezioni nella propria Regione, affiancato da un Collaboratore Ufficiale di sua fiducia. Gli 80 Portavoce eleggono poi in Parlamento - i 60 incaricati del lavoro Legislativo sugli interventi indicati dalle Regioni, - e i 20 che svolgeranno il conseguente lavoro Esecutivo. In caso di interventi -sovra nazionali- verranno designati in Parlamento 73 fra i Collaboratori Ufficiali, i quali affronteranno il caso nel Parlamento Europeo, ognuno sotto la responsabilità diretta del Portavoce di riferimento. (Parlamento EU di cui sarà finanziata dagli italiani una sola sede) Qualora la maggioranza dei cittadini di una Regione si dichiari insoddisfatta di un proprio Portavoce, ha diritto di esercitare il recall e di sostituirlo con il primo nella lista degli esclusi. Buonasera
  • Fabio T. Utente certificato 2 mesi fa
    Convocato dalla commissione inchiesta banche, è la stessa cosa se un visco deve rispondere sotto giuramento da governatore in carica oppure come cittadino qualunque perché non confermato nel ruolo? Ecco, io non creto ..
  • unodeitanti 2 mesi fa
    i partiti faranno di tutto per non avere controlli nei loro traffici elettorali e allora cittadini siciliani, sveglia! solo col voto democratico è possibile programmarsi il futuro, sveglia!
  • undefined 2 mesi fa
    chi se ne frega se il movimento non vince le elezioni? non e' un partito, siamo poliziotti, professori, giornalisti, operai, artisti, medici, avvocati, falegnami, studenti, disoccupati, pensionati, siamo cittadini che si sono rotti le palle di vincere o perdere, non c'e' nulla da vincere, non dobbiamo vincere nulla, dobbiamo ribaltarlo questo cazzo di sistema e la parte piu' grossa deve ancora arrivare (dentro o fuori al movimento). Ce la faremo perche' l'uno per cento non ha paura di uccidere ma il 99 per cento non abbiamo paura di morire, ci dispiace uccidere quando purtroppo siamo costretti ma non abbiamo paura di morire se costretti.
  • Fabio T. Utente certificato 2 mesi fa
    Siciliani, giorgia meloni dovrebbe essere lì in zona a chiedere il vostro prezioso voto. Voi siete un capitale per lei, adesso. Preziosi e importanti. Lo sapete che la signora ha detto Si alla legge fornero? Cambia nulla? OK, contenti voi..
    • harry haller Utente certificato 2 mesi fa
      ...vojo dì, parla' co' tutta quella ggente...(malizziosi...)
    • harry haller Utente certificato 2 mesi fa
      ...nun so proprio come 'i potrebbe convince, tutti 'i Siciliani...( o mejo,'o so, ma je ce vorebbe troppo tempo....)
  • id &as Utente certificato 2 mesi fa
    OT? Nel 2015, l’Italia ha partecipato alle Missioni di Osservazione Elettorale ODIHR per le elezioni amministrative in Albania del 21 giugno, con 1 LTO e 3 STO, a quella per le elezioni presidenziali in Bielorussia dell’11 ottobre, con 6 STO, e a quella per le elezioni amministrative in Ucraina del 25 ottobre (che hanno avuto un secondo turno il 15 novembre) con 2 LTO e 9 STO. http://www.esteri.it/mae/it/ministero/servizi/italiani/opportunita/nelle_oo_ii/osce/osservatori_elettorali.html
  • undefined 2 mesi fa
    qual'e' il problema se il movimento non vincera'? siamo il 99 per cento contro l'uno per cento, il sistema sta consumando se' stesso perche' non ha piu' risorse, forse non e' ben chiaro a tutti il concetto che siamo il novantanove per cento e il movimento crescera' inevitabilmente. non e' il movimento che cambiera' il sistema, il movimento ha incanalato una parte degli scontenti, ma la forza non e' il movimento, ma il novantanove per cento che non ha rappresentanza in parlamento di cui il movimento rappresenta una parte. il sistema crollera' (scusate se scrivo come in una seduta spiritica, ma ho un'ora di tempo al computer); ma di cosa cazzo vi preoccupate? cosa state a commentare ogni piu' piccola scorreggina che proviene dalla televisione? sapete cosa mi manca piu' di un parlamento democratico o un lavoro? il buonumore. leggo sempre piu' commenti preoccupati, ma preoccupati da che cosa? quanto pensate che possa durare un governo di larghe intese prima che comincino a scannarsi tra loro? il blog e' il vero sistema del movimento, cazzo sono dieci anni che ripetete sempre gli stessi commenti all'infinito, abbiamo capito, uscite e adesso lasciate il blog agli altri, spegnete quel cazzo di computer, non si riesce piu' a leggervi, sembrate tele capodistria ai tempi della cortina di ferro. siamo il 99 per cento, di che cavolo mi devo preoccupare? movimento o non movimento il mondo e' gia' (un po') cambiato).
  • Tiziano B Utente certificato 2 mesi fa
    MEGLIO PERDERE ( E DI BRUTTO) IN SICILIA Per come la vedo io, in Sicilia è meglio perderle queste elezioni.. e magari anche di brutto.. Nonostante la buona volontà e determinazione di Cancellieri e di buona parte ( ma nn tutti) i pentastellati siciliani, queste elezioni regionali vanno perse... Innanzitutto perché anche se Cancellieri le vincesse, sarebbe quasi sicuramente una vittoria elettorale risicata anche se di grande livello.. e conoscendo già i pentastellati siciliani, un buon 30% di essi, subito dopo le elezioni, e con scuse varie, abbandonerebbe il gruppo 5 stelle per altri partiti, facendo perdere di fatto la maggioranza allo stesso governatore Cancellieri..poi perché, come dimostrato con Raggi ed Appendino, per governare certi ambienti difficili, come la Sicilia, ci vuole grande determinazione ed un gruppo coeso e di cavalli di razza.. cosa che i pentastellati siciliani, nonostante la buona volontà ed i compitini elettorali fatti, sicuramente non sono...Anzi vincere significa prestare il fianco a numerose critiche non utili per il vero obiettivo ( secondo me) dei 5 stelle: il governo della nazione..solo governando l'Italia, nonostante i vincoli europei, si può sperare infatti in qualche luce di cambiamento VERO per noi cittadini..
    • Giovanni F. 2 mesi fa
      Ricorda: 'E' sempre meglio vincere che perdere'.
    • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 2 mesi fa
      Forse sono io che non ho capito ma secondo me devi urgentemente rivedere i principi su cui è stato fondato il M5S perché mi sembra tu sia un tantino confuso. Ovviamente non ne ho la certezza...
    • Maria 2 mesi fa
      Già il fatto che scrivi Cancellieri invece di Cancelleri, dimostra che non te ne frega nulla dell'azione politica del Movimento 5 Stelle, anzi non la vuoi proprio capire. La Sicilia appartiene ai siciliani, non appartiene alla mafia. E il MoVimento 5 Stelle è di tutti gli italiani che vogliono il cambiamento ovunque.
  • Stefano 2 mesi fa
    Intanto gli schifosi hanno previsto 5 milirdi per mantenere i clandestini nel def 2018 che bisogna sommare ai precedenti 5 del 2017 che bisogna sommare ai 5 precedenti del 2016 e così via più tutti i servizi e case più i costi indiretti per polizia e carabinieri piú chi ne ha chi ne metta... So che é fuori post, ma non resisto più a questo maledetto pdl pd-l e lega
  • Valeria Arnaboldi 2 mesi fa
    Se Minniti non vuole , chiediamo lo come M5S all'OSCE di intervenire. Si potrà fare?
  • Max Stirner Utente certificato 2 mesi fa
    "AI SICILIANI NON RESTA CHE UN'UNICA POSSIBILITA' PER DIFENDERSI DAL VOTO CONTROLLATO e... dall’indifferenza del Governo italiano e non lasciare la Sicilia da sola con gli impresentabili di sempre. Bisogna andare a votare in massa e scegliere chi ha le mani libere per portare la Sicilia nel futuro: il MoVimento 5 Stelle." APPUNTO! Se il M5S non vincerà, significa che la maggioranza dei siciliani apprezza ciò che è stato loro offerto. Mi spiacerà molto per i siciliani che votano e credono nel M5S, ma nella vita si pagano anche gli errori di chi ci sta vicino, di chi appartiene alla nostra società, al nostro prossimo. Se un giorno i siciliani vorranno cambiare, per me dovranno farlo da soli, con il loro sangue. Dopo queste elezioni, se in Sicilia non vincerà il M5S, per me i siciliani non esisteranno e la libertà da ogni tipo di Mafia, dovranno conquistarsela da soli, come ai tempi dei "VESPRI SICILIANI"; lo hanno fatto una volta nella storia, e se vorranno dovranno rifarlo: dopo il 5 novembre, se non vincerà il M5S, per me essi sono "morti!". Lo stesso sarà per le prossime elezioni nazionali; o si vince o si affonda! A quel punto, ognuno per sè e vedremo chi saprà galleggiare sulla merda e chi non vorrà affogarci, dovrà imparare a difendersi con i mezzi opportuni, ma credo che, l'ultima opportunità democratica, senza spargimenti di sangue, sia il M5S e dopo di lui solo sofferenze o sangue, oppure merda da mangiare per chi sa "galleggiare" in quella sostanza. SICILIANI! In ogni caso sarà "tana per tutti", perché se tradite il M5S ci avrete comunque liberato di un peso che, per ora, pesa su tutti noi. Da secoli siete un peso per voi stessi. Ora avrete l'occasione per essere l'inizio di una liberazione nazionale e siciliana. A voi la scelta: GRAZIE, O ANDATE A FANCULO!
    • Monica C. Utente certificato 2 mesi fa
      Sottoscrivo !
  • Franco Mas 2 mesi fa
    Ma da questi cosa vogliamo aspettarci, pensate che anche il Mattarella è sceso in campo a difesa dell’indipendenza della Banca d’Italia (mica della Magistratura!). Siamo completamente fuori rotta, una banca che si dichiara “indipendente”, cioè libera di agire senza controlli, produce i danni che conosciamo, ma soprattutto una banca che si porta addosso il nome “Italia” dovrebbe, a maggior ragione, rispondere del proprio operato al popolo e non ad altri. Gli è tutto da rifare…
  • Paolo Graziosi Utente certificato 2 mesi fa
    Approvato al Senato il disegno di legge sul whistleblowing a tutela dei dipendenti pubblici e privati che segnalano reati o irregolarità sul proprio posto di lavoro. Il testo emendato è passato al Senato con 142 voti favorevoli di M5S, Pd e Articolo 1-Mdp. Contrari Forza Italia e Ala. La lega si è sostenuta. Come ha detto Alessandro di Battista( sotto Montecitorio) la lega ha consegnato lo scettro del potere a Berlusconi.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Ormai è ufficiale, l'Italia è peggio della Bulgaria. Sancito da Sergio Mattarella. e.& "Possibile che il presidente della Repubblica, fino a due anni fa giudice costituzionale, non si renda conto che questa legge, oltre a essere politicamente immorale e probabilmente incostituzionale, certamente calpesta la Convenzione europea e la sentenza 30386/05 “Ekoglasnost contro Bulgaria” e dunque espone l’Italia a un’analoga censura? Possibile che i presidenti delle Camere facciano finta di niente? Possibile che le frotte di giuristi che vanno in tv e scrivono sui giornali – a parte i pochissimi che si sono pronunciati in questi giorni – non abbiano nulla da eccepire?" Marco Travaglio.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    Dario Aurilio Una buona notizia: dopo mesi e mesi di paralisi, poco fa il Senato ha finalmente approvato la legge del MoVimento 5 Stelle, a prima firma Francesca Businarolo MoVimento 5 Stelle, che tutela e incentiva chi denuncia episodi di corruzione e malaffare di cui si è venuti a conoscenza nel contesto lavorativo, pubblico o privato. È un importante passo in avanti. Ora il provvedimento sul whistleblowing tornerà a Montecitorio per il voto definitivo. Per andare verso una rapida approvazione, il Movimento 5 Stelle alla Camera non presenterà emendamenti. È tempo che si approvi una legge fondamentale per questo Paese, un altro tassello nella lotta alla corruzione.
  • viviana vivarelli Utente certificato 2 mesi fa
    ANTONIO CODARI Il nostro Alessandro Di Battista ha girato il Paese in scooter, scortato da molti ragazzi al seguito, con bandiere italiane, suoni di clacson e accolto in tutte le piazze con calore, passione, affetto, da migliaia di persone. Senza scorta né agenti di ps. Parlava di futuro, di programmi per il lavoro per i nostri giovani, di reddito di cittadinanza e di ridimensionamento dei privilegi dei politici. Il buffone gira su un treno blindato, scortato e tenuto alla larga dai cittadini comuni. Scende dal treno per entrare in luoghi angusti a parlare ad una cinquantina di persone ben selezionate. Parla solo di alleanze del Pd in funzione elettorale. Propaganda un referendum fascista, funzionale al mantenimento del potere e dei privilegi alle caste a lui collegate. L'unica sua fortuna sono i giornalisti al seguito che divulgano le tappe del buffone e dei suoi valvassini al seguito come fosse uno statista, e nessuno che divulgava le tappe di Alessandro come avrebbe meritato una vera informazione. Ps. Al Sig. Mannoni che vedeva 100 persone in piazze stracolme. Quante persone vede in locali con una cinquantina di persone sedute?..
    • Ezio Polonara Utente certificato 2 mesi fa
      Ma la si smetta di usare il fascismo come pietra di paragone del Male!
  • oreste .. Utente certificato 2 mesi fa
    Bravo tanto per non tacere più.... pane al pane e vino al vino. Sull'ultima sostanza penso che molti siano già stati ubriacati da anni dalla TV!
  • Veronica2 2 mesi fa
    Minniti che racconta balle e cerca di deridere Di Battista. Praticamente dice che l'Osce interviene solo nelle elezioni di importanza nazionale e non in elezioni di enti minori. Di Battista ha replicato che l'Osce è intervenuta anche in occasioni di elezioni regionali come per esempio in Albania. Possibile che Minniti si abbassi a tanto? Ha raccontato balle per non accettare la richiesta del m5s di chiedere l'intervento per la Sicilia. E tutto così surreale e vergognoso.
  • Dario Cannata 2 mesi fa
    Lo so che è una stupidaggine, lo so che è da bambini, ma seguo grillo dal primo Vday a Bologna e ho sempre voluto farlo: PRIMO!!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus