Le vacanze dei greci ai tempi della Troika

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
vacanze_in_grecia.jpg

"La stragrande maggioranza dei greci non andrà in vacanza quest'estate per ragioni economiche. Lo riporta un'indagine condotta dall'Istituto nazionale INKA. E come potrebbero del resto? Dato che, sempre secondo INKA, una famiglia di quattro persone dovrebbero spendere almeno 2.700 euro per una settimana in una destinazione turistica. Con questi prezzi non è un caso che il 75% dei greci dichiarano che non faranno alcuna vacanza, e del restante 25%, il 40% ha sostenuto di fare al massimo 5 giorni o in case di famiglia o di amici.
Sempre secondo l'indagine:
- 4 giorni di vacanze per il 40% delle famiglie greche
- 7 giorni per il 25%
- 10 giorni per il 20%
- 15 giorni per il 13%
- 20 giorni solo per il 2%
Il tempo in cui i greci affittavano una casa per l'estate e passavano un paio di mesi al mare con bambini e nonni, mentre i genitori arrivavano per il fine settimana è definitivamente finito." da l'antidiplomatico

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Mario S. Utente certificato 3 anni fa
    I Greci hanno scelto di soffrire in silenzio, altrimenti si sarebbero già organizzati per la rivoluzione. Non mi fanno più tanta pena.
  • Tms S. Utente certificato 3 anni fa
    A me invece questi discorsi fanno solo incazzare , e lo dico da elettore 5 stelle che ha votato ,NON per uscire dall'Eeuro , ma per mandarli via tutti ora ma che cazzo vi aspettavate ? Che dopo esserci fatti gli affari nostri 40 anni filati , A SPESE DEGLI ALTRI , rivotando gli stessi parassiti politici ( come in Grecia ) che NON facevano politica , ma si INDEBITAVANO creando un economia DEBOLE ( come in Grecia ), basata sul mattone ( infatti siamo in bolla ) per avere SOLDI FACILI e SUBITO dalle Banche , invece che spenderli nella scuola, efficienza statale, specializzazioni e lavori sostenibili , pianificando MESTIERI utili e PRODUTTIVI per la collettività PRESENTE E FUTURA li abbiamo spesi continuando a sfornare politici strapagati , avvocati , notai , commercialisti , assessori comunali più un'infinità di enti ed entini , lasciando che il know how se ne andasse all'estero MENTRE gli altri facevano riforme( la Germania era la malata d'Europa ), noi e la GRECIA ( che truccava i bilanci ), facevamo la vita a DEBITO con il consenso dei cittadini che non si chiedevano se un'Economia improduttiva avrebbe dato da mangiare alle generazioni future e tutto per cosa : per pagare meno tasse quà, avere agevolazioni fiscali là , abbellire i nostri orticelli un'anno alla volta cambiando partito qualora l'altro prometteva benefici alla categoria SONO PROPRIO LE ANOMALIE E LE INEFFICENZE DELLO STATO CHE DANNO LAVORO A MILIONI DI PERSONE CHE INVECE DI RE-INVENTARSI MESTIERI UTILI ALLA COMUNITA' ED ALLA RICCHEZZA DI UN PAESE , VIVONO DELLA MACCHINOSITA' TRIBUTARIA , DELLA FARAONICA BUROCRATIZZAZIONE DELL'AMMINISTRAZIONE , DELLA INEFFICENZA E INGORGO DELLA GIUSTIZIA,DI MILLE AUTORIZZAZIONI NECESSARIE PER OGNI COSA, ENTI ED ENTINI INUTILI CHE SONO SOLO MANGIATOIE PUBBLICHE Ed ancora leggo che la colpa è dell'Euro , della GERMANIA, del Bildenberg e dei rettiliani. Sempre colpa degli altri ,vero ? I tagli INTELLIGENTI che potevamo fare noi LI FARA' LINEARI LA TROKA
    • edoardo Angeloni Utente certificato 3 anni fa
      Quindi rispondo. Amico mio, ti sbagli su quasi tutta la linea. Il malaffare è sempre nocivo per la salute di una società, ma non è assolutamente il motivo x cui oggi siamo quasi alla fame. Il motivo è davvero l'Euro, la Germania e il Bilderberg (insieme al World Economic Forum di Davos in Svizzera, la Commissione Trilaterale e anche al club di Aspen) ma il complotto non c'entra niente. É solo questione di logica evoluzione delle cose. E la logica evoluzione delle cose non è piú nel nostro controllo e non va piú a nostro beneficio perchè ci siamo fatti letteralmente raggirare da chi ha sempre detenuto il vero potere influenzante per le decisioni critiche: chi ha i soldoni e chi li può smuovere a tonnellate. A metà del secolo scorso abbiamo conquistato la piena democrazia e con essa è arrivata la prosperità derivante da avere uno Stato che poteva controllare i suoi soldi, fare i suoi investimenti a nostro beneficio e far rispettare le sue leggi. Nessuno puó venire in uno Stato sovrano e spadroneggiare, a meno che non gli dichiari guerra. E un popolo che dice no a una cosa, se lo stato è autoritario, è no, punto. Quindi oggi dovremmo vivere in un mondo perfetto.. No. Che è successo? É successo che tutte queste leggi dei vari Stati ostacolavano i big business, che cosí si riunirono a formare un comitato con lo scopo di facilitare gli scambi internazionali, indicando direttive da far discutere ai vari stati per facilitare il loro lavoro. Nasce il CECA. E fin qui niente di male. Dove sono andate storte le cose? Quando hanno convinto tutti ma proprio tutti che la gestione ultra capitalistica di uno Stato era la via giusta da seguire e era meglio se le decisioni economiche internazionali (dove girano i soldi, altro che Mose) venissero prese da un manipolo di gente "al dentro". Le decisioni in Europa seguono questo percorso: le lobby formulano una richiesta, la richiesta è discussa, analizzata e scritta dalla commissione EU, va al parlamento farlocco e poi a noi. Piramide.
    • edoardo Angeloni Utente certificato 3 anni fa
      Scusate, x errore ho cliccato su commento inappropriato invece che su rispondi.
    • franco d. Utente certificato 3 anni fa
      Non abbiamo vissuto affatto sopra le nostre possibilità.Te lo fanno credere per giustificare il perverso sistema di debito a usura che aumentiamo con l'euro. Abbiamo sicuramente fatto dei debiti, ma non tali da giustificare la situazione attuale. Quanto al sistema produttivo...e finiamola con queste cazzate che la germania è più evoluta, e che noi siamo indietro per la manifattura e il mattone... Se tu apri le frontiere a manodopera e concorrenza a basso costo puoi avere tutta l'industria di precisione che vuoi ma crolli lo stesso. La Germania va bene OGGI perchè l'euro ha reso i prodotti competitivi. Aspetta che succeda quello che è successo per i pannelli solari, 3 aziende tedesche fallite per concorrenza cinese...poi vedi se non riaprono le camere a gas.Il resto del mondo passa dalla ciotola di riso alla meccanica di precisione con la stessa manodopera schiavizzata. Se non metti regole e barriere affondi, qualunque cosa tu produca. Questo Grillo non lo dice chiaramente perchè in fondo appoggia il sistema.
    • STEFANO A. Utente certificato 3 anni fa
      A Tms S..Non mi sembra di averti mai visto da questi paraggi. Mi posso sbagliare. Non sul fatto che stai sparando nel mucchio e che ne colpirai pochissimi.Gli italiani non sono stati così poco accorti da minare alla base la loro stessa società. Gli italiani dal dopoguerra ad oggi sono stati molto laboriosi e accorti.Moltissimi hanno investito in beni rifugio quali case e terreni agricoli ed in altro.L’organizzazione mondiale che tu chiami TROKA ma penso che vuoi dire TROIKA è attiva dal dopoguerra, per non dire da prima, ed ha "destabilizzato" sistematicamente moltissimi stati del pianeta. In Internet ti puoi ampiamente informare e dalla terminogia che usi sembra che lo hai già fatto. Non è solo l'Italia sotto tiro. Dall’Italia passeranno agli altri Stati Europei, rei di tenere una moneta più stabile del dollaro. La nostra debolezza è rappresentata dai tanti loro agenti italiani “traditori” di cui conosciamo tutti la nefasta influenza. Il merito indiscutibile del m5s è quello di incalzarli.Circa nove milioni di italiani lo hanno capito e li hanno eletti e constatano giorno per giorno che sono attivissimi in Parlamento e fuori. Ed è inutile sparare su Grillo e Casaleggio per colpire il movimento.Non potranno mai più toglier loro il merito di aver trovato il modo e i mezzi per fornire a noialtri la possibilità di rimetterci all’opera.Adesso si è aperto il palcoscenico europeo."Lo spettacolo" è appena cominciato,anche se la casa brucia.Stefano Antuofermo,Rutigliano
  • Susanna Sbragi Utente certificato 3 anni fa
    Beh... Se è per questo sono 13 anni che non mi faccio una vacanza, vivendo da sola con 1000 euro al mese. Per me la troika è qui da molto tempo. L'unica cosa positiva è che se non hai niente, non hai niente da perdere. E di questi tempi mi ritengo molto fortunata.
  • alvise fossa 3 anni fa
    NON C'E' ALTRO DA AGGIUNGERE DATO CHE SI PROLIFERA' LO STESSO SCENARIO QUI DA NOI
    • carla g. Utente certificato 3 anni fa
      Noi abbiamo anche i disperati che ammarano,pardon che arrivano con la marina militare, i greci e gli spagnoli li rifiutano già dai tempi di zapatero.
  • Elia . 3 anni fa
    Tizio andava in vacanza e Caio non ci andava mai, non perche' non gli piacessero ma aveva la felicita' di vivere qualunque cosa si presentava durante la sua giornata, un giorno Tizio tutto felice per la sua utima vacanza disse a Caio: Ma te non vai mai in vacanza! Che razza di vita e' quella che stai facendo? Sempre a lavorare, sempre a impegnarti! Caio con la calmezza di sempre tentava di fargli capire che non era importante fare ma "essere" nella vita, d'altronde Tizio non riusciva a comprendere la semplicita'. A distanza di tempo successe una strana cosa... Tutto cambio' all'improvviso. Tizio e' stato colpito dalla crisi e il suo patrimonio costruito dal padre ando' in fumo... (anche il cane), Caio ha finito il suo lavoro, ha completato una bella avventura e adesso... e' in vacanza per sempre.
  • Beppe A. Utente certificato 3 anni fa
    Riporto qui che e' piu' attinente Se invece di fare post inutili su renzie, b., e napolitano http://vocidallestero.blogspot.it/2014/06/vladimiro-giacche-euro-e-austerity-la.html#comment-form sicuramente dareste a chi e' interessato a capire la situazione in cui ci troviamo qualche fondamentale in piu'. O forse non si vuole. Chi si basa sugli slogan precotti puo' invece continuare tranquillamente.. “Quest’area monetaria rischia oggi di configurarsi come un’area di bassa pressione e di deflazione, nella quale la stabilità del cambio viene perseguita a spese dello sviluppo dell’occupazione e del reddito. Infatti non sembra mutato l’obiettivo di fondo della politica economica tedesca: evitare il danno che potrebbe derivare alle esportazioni tedesche da ripetute rivalutazioni del solo marco, ma non accettare di promuovere uno sviluppo più rapido della domanda interna.” Luigi spaventa (pci) 1978, motivazioni per il rifiuto dell'adesione allo sme (che non si dica che non lo sapevano)
    • Beppe A. Utente certificato 3 anni fa
      non lo definirei ordine mondiale, ma egemonia della finanza e delle multinazionali sul proletariato, ma soprattutto di paesi piu' spregiudicati e opportunisti a danno di altri (con buona pace per l'europa unita dei popoli)
    • carla g. Utente certificato 3 anni fa
      BRAVO BEPPE, lo sanno e lo sapevano fa tutto parte del nuovo ordine mondiale al quale forse per un po' silvio si è ribellato, tipo outsider, e questi fanno processi alle escort con gente che ruba a man bassa da dx a sx.
  • Beppe A. Utente certificato 3 anni fa
    Questo dopo il semestre di presidenza europeo della grecia. Ora tocca all'italia.
  • Marco Z. Utente certificato 3 anni fa
    Questo discorso un giorno rimarrà nella storia
  • carla g. Utente certificato 3 anni fa
    Sapete che vi dico che anche i greci hanno fin qui votato da schifo, roba del tipo vendolino e sua moglie la presidente della camera. Se almeno facevano come i francesi mandavano meno voti alla troika in parlamento e a questo punto se non ci sono menti superlative come Grillo e Casaleggio meglio votare Le Pen o albadorada, peggio di questi magnaccia travestiti da sepolcri imbiancati non esiste proprio.
  • Bruno Ruggiero 3 anni fa
    Salve, intanto le vacanze si fanno tutto l'anno, perche' non c'e' piu' un cazzo da fare. Avevo un attivita' commerciale e non c'è piu', avevo qualche oggetto d'oro e non c'è piu', risparmi non se ne parla piu' da dieci anni, un conto corrente in sofferenza e una carta revolving saltata. Una situazione drammatica, per cui leggendo di vacanze mi fa ridere ( anche se c'è da piangere ). Mi dispiace che abbia scelto la professione Commerciale, perche' penso di aver fallito in tutto. Rimpiango la vecchia economia dove si rifiutava un futuro di macroeconomia, ma che poi ci siamo fatti propinare dai centri commerciali per intenderci. Rimpiango i films di Bruce Lee , che era l'unica occasione per vedere i cinesi,come Radici con Kunta kinte per vedere i Neri come erano stati schiavizzati e amarli come fratelli. Adesso abbiamo un mondo dove tutto e' vicino e tutto e'' lontano. Maledetti i Satelliti, i cellulari,Internet,I poteri Economici e tutto quello che fa immediata l''informazione. Ho sperato tanto che l'avvento del 2012 con la premonizione Atzteca della fine del mondo si avverasse, ma nemmeno quella Fu'. Avrei tanto da scrivere ai politici ai magnati ai potenti ed ai poveri arricchiti,ma purtroppo i caratteri sono troppo pochi per descrivere il malcontento. Mi dispiace che vi interessano le vacanze dei Greci, quando qui in Italia si va peggio o ci stanno problemi di sopravvivenza piu' importanti delle vacanze.Alla base di tutto questo sono molteplici le ragioni,tra cui la perdita dei valori fondamentali della vita :Educazione,Amore per il prossimo,Umilta',Modestia, Onesta' e Lealta'. Una societa' MARCIA dalle radici dove regna l'immagine,il Gossip,il potere e i soldi. Concludo senza prolungarmi perche' non potendo fare altro che augurarmi la maledizione cada sui colpevoli e sui loro figli che l'avidita' li divori e gli faccia rimpiangere il vecchio tozzo di pane. Perche' in fondo quello ci serve, un tozzo di pane un sorso d'acqua e un giaciglio per riposare. Scusatemi
  • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
    per gli italiani "la spesa media per persona registra un notevole passo indietro, pari a -18% rispetto all’estate del 2013" anche se ci saranno più italiani in vacanza e molti in "vacanza permanente" dal lavoro...
  • mario macrì Utente certificato 3 anni fa
    Qui in Italia invece ci va il 40,8% quelli che hanno votato renzi gli altri come me disoccupati dove dobbiamo andare?
  • Roberto C. Utente certificato 3 anni fa
    Ho due amici che piangono miseria tutto il giorno per 365 giorni, ieri mi arriva una foto su w.app di quello che vende libri....sul traghetto per Alghero. L' altro torna dalle Mauritius il 1 luglio, artigiano... C' e' qualcosa che mi sfugge ?che la smettessero almeno di lamentarsi almeno. Io non faccio viaggi dal 2003 , forse perche' sto bene a casa mia, o forse perche' pago troppe tasse, o guadagno poco, mah mistero !
    • carla g. Utente certificato 3 anni fa
      Alle volte vacanza significa cambiare aria e chi è malato lo deve fare quasi per obbligo, mah che vuoi che interessi alla casta.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus