Dopo Consip il governo arresta i magistrati #IoVoglioGiustizia

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle

Adesso che l’inchiesta per corruzione in Consip sta travolgendo sia il PD che il "sistema" Renzi, il Governo, con la complicità di Alfano e Verdini, accelerano, guarda caso, l’approvazione del ddl penale (fermo in Commissione da quasi 2 anni) con l’ennesimo voto di fiducia per legare definitivamente le mani ai Magistrati e alle forze dell’ordine. Il messaggio del governo a chi lavora per scoprire tangenti e corrotti è semplice: "Tu fatti i cazzi toi" (copyright Cetto La Qualunque). Garantismo per i tangentari, bastoni tra le ruote della giustizia e carcere per i cittadini che fanno informazione. Ecco cosa prevede in dettaglio.

Stop alle intercettazioni per beccare i sospetti
Saranno escluse le intercettazioni informatiche – ambientali tra soggetti presenti nei luoghi come l'abitazione principale (una casa, un ufficio, una semplice dimora, ecc.), a meno che il Magistrato non abbia la certezza che in quel luogo si stanno compiendo attività criminose. Fino ad oggi il Magistrato poteva usare le intercettazioni davanti al "solo" fondato motivo del compimento di attività criminose, per il futuro occorrerà avere la certezza che si stanno compiendo attività illecite. Ovvero se il Pm non ha sviluppato doti telepatiche si arrangia. Tutte le volte in cui i criminali organizzano una cena a casa di qualcuno di loro per parlare di mazzette e appalti truccati (come è successo nei colloqui tra l’imprenditore Alfredo Romeo, agli arresti per mazzette, e l’amico di famiglia Renzi, Carlo Russo) non potranno più essere intercettati, perchè nessuno avrà la certezza che i loro discorsi siano di carattere illecito. Garantismo per i tangentari! Questo perverso meccanismo varrà per i reati di corruzione e associazione a delinquere. Gravissimo.

Il potere politico sopra quello giudiziario
Il Governo prevede, anche, che i Magistrati non potranno più essere liberi di utilizzare i sistemi informatici che ritengono più idonei per procedere con le intercettazioni ambientali informatiche, ma dovranno attenersi scrupolosamente alle indicazioni che dovrà fornire il Ministero della Giustizia (dunque un politico nominato dalla politica che invade un campo non suo, ovvero quello del Potere Giudiziario). Cioè sarà il Ministero a comunicare (ogni anno con una circolare) l'applicazione informatica che deve essere utilizzata dai Magistrati, dando così modo ai delinquenti, corrotti e corruttori di dotarsi preventivamente delle giuste contromisure in grado di annullare l'effetto delle indagini a loro carico. E poi se il Ministero tarda ad emanare la circolare con l'indicazione del sistema informatico individuato, i Magistrati non potranno procedere alle intercettazioni, ponendo fine alle loro indagini e, dunque, a perseguire i responsabili.

Tagli alle intercettazioni
Non contenti, PD e Governo, con la complicità di Alfano e Verdini, hanno addirittura previsto un taglio netto di 80 milioni per i prossimi tre anni per ricorrere all’uso delle intercettazioni. Anzichè potenziarle e incrementarle, le affossano definitivamente.

Meno inchieste per corruzione
L’altro scempio presente nel testo governativo, è rappresentato dalla forte riduzione dei tempi delle indagini preliminari. Il Magistrato inquirente avrà solo il termine di 3 mesi, prorogabile una sola volta, per decidere se chiedere l’archiviazione o esercitare l’azione penale attraverso il rinvio a giudizio. Questa misura, contenente tempi ristrettissimi per i PM, comporterà inevitabilmente che la maggior parte delle inchieste per corruzione e tangenti non abbiano mai inizio. Basti considerare che solo per ottenere una rogatoria internazionale sui conti correnti detenuti all’estero (come quelli riconducibili sempre all’imprenditore Alfredo Romeo, giusto per fare un altro esempio) occorrono a volte mesi per ottenere informazioni utili, è chiaro a tutti che porre questo limite di tempo, riduce ogni possibilità di svolgere qualsiasi tipo di indagine. Bastoni tra le ruote della giustizia!

Carcere per i cittadini che parlano dei corrotti
Il Governo, infine, ha previsto, il carcere addirittura fino a 4 anni per tutti coloro (giornalisti esclusi) che diffondono riprese audiovisive o registrazioni di conversazioni, anche telefoniche, svolte - addirittura - in presenza del soggetto ripreso ed eseguite fraudolentemente (avverbio troppo generico, pieno di incertezze e dubbi interpretativi). Ossia carcere per chi fa informazione visto che, come ha dimostrato lo scandalo Consip, la stragrande maggioranza dei giornali si guardano bene dall'affrontare argomenti scottanti per il governo. Questa norma rappresenta davvero un bavaglio per tutti i cittadini (come i nostri attivisti) che non potranno più compiere registrazioni di incontri, riunioni, consigli comunali, ecc. considerato che potrebbero essere incarcerati, limitando di fatto la partecipazione dei cittadini alla vita politica del Paese e al controllo delle istituzioni. Inoltre, non sarà più consentito la divulgazione, la pubblicazione o rendere conoscibili i risultati di intercettazioni che coinvolgono soggetti estranei alle indagini. In questo modo dunque i casi Lupi (rolex), Guidi (Trivellopoli), molto probabilmente non potranno più emergere e resteranno un lontano ricordo.

Questo è il ddl penale del Governo. Una vergogna per uno Stato di diritto. Il MoVimento 5 Stelle voterà contro, ma tutti dobbiamo far sentire la nostra voce, prima che ci arrestino per aver postato un'intercettazione di un politico corrotto: #IoVoglioGiustizia!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • pinocchio 6 giorni fa mostra
    ConteZero76 In pratica in risposta ad una querela ha mandato una memoria difensiva in cui dice che il blog non è suo, l'account twitter non è suo, il provider non è suo e non c'è nulla di riconducibile a lui. Dice pure che è il querelante a dover dimostrare che è roba sua. Roba da LSD. +++++++++++++++++++++++++++++++++++++ E' COME UN PUPAZZO DA VENTRILOQUO CHE VIENE ANIMATO DA QUALCUNO INFILANDOGLI UN BRACCIO SU PER IL CULO. E FA TUTTO QUESTO IN FORMA DI VOLONTARIATO. BUAAAH AH AH AH AH AH AH AH AH AH
  • pinocchio 6 giorni fa mostra
    UNA PISTOLA SUL COMODINO NON HA MAI FATTO DEL MALE A NESSUNO SE NON A UNO O PIU' COGLIONI CHE TI ENTRANO IN CASA A NOTTE FONDA CON LA CONSAPEVOLEZZA DI POTERLO FARE E DI RISCHIARE POCO O NULLA GRAZIE AD UNA GIUSTIZIA ITALIANA SINISTRATA!
  • pinocchio 6 giorni fa mostra
    ConteZero76 In pratica in risposta ad una querela ha mandato una memoria difensiva in cui dice che il blog non è suo, l'account twitter non è suo, il provider non è suo e non c'è nulla di riconducibile a lui. Dice pure che è il querelante a dover dimostrare che è roba sua. Roba da LSD.
  • pinocchio 6 giorni fa mostra
    Nella memoria difensiva dell’avvocato di Grillo – che dovrebbe essere il nipote Enrico – si sostiene che Beppe “non è responsabile, quindi non è autore, né gestore, né moderatore, né direttore né titolare del dominio, del blog né degli account twitter, né dei tweet e Facebook, non ha alcun potere di direzione e controllo sul blog né sugli account twitter e su ciò che viene postato”. +++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++ COME "CONDOTTIERO" DELLA RIVOLUZIONE STELLATA NON VALE PROPRIO UNA M,I,N,C,H,I,A! QUANTE VE NE SIETE BEVUTE CARI GRIL.LOIDI!"
  • viviana vivarelli Utente certificato 6 giorni fa
    Antonio Galdo Il problema della scia di sangue negli Stati Uniti non è il razzismo ma l’assurda industria delle armi,iIl possesso di fucili e mitra da parte dei cittadini:ne hanno almeno uno a testa.E li usano continuamente,come dei pistoleri Il vero nervo scoperto degli USA dove la democrazia è un’efficace macchina di pesi e contrappesi,dove un nero o una donna possono diventare presidenti,dove l’ascensore sociale non si è mai bloccato per nessuno,è la vendita sproposita e l’uso privato delle armi.In pratica 300 milioni di pistole,fucili e mitra su 320 milioni di abitanti:quasi un’arma a testa,uno spreco incredibile.Per fare che cosa?Per difendersi,ma anche per lasciarsi andare a un gesto di follia,a una vendetta,a un rancore da folli.E per alimentare qualsiasi forma di odio, compreso quello razziale che cova sempre sotto la cenere. Per capire quanto sia forte la lobby delle armi in America, basta leggere tra le righe la disarmante impotenza di Obama, che durante ben due mandati alla Casa Bianca non è mai riuscito, nonostante tanti annunci, sempre in occasione di un episodio di violenza con le armi e di qualche tragico omicidio, a scardinare la legge che consente questa follia collettiva. La vendita delle armi, a questi livelli, ha portato alla trasformazione di una nazione esemplare per la sua civiltà in un Paese di pistoleri. Come se fossimo ancora all’epoca del Far west. Le armi ovunque e in mano a chiunque sono il problema numero uno dell’America contemporanea, e ne mettono a rischio anche la sua solidità. La lobby dei venditori, dai produttori all’esercito dei commercianti del settore, è potentissima: influenza Casa Bianca, Congresso, singoli stati e tutti i piani alti del potere politico ed amministrativo. Per capire quanto sia forte la lobby delle armi, basta vedere l'impotenza di Obama,che durante ben due mandati non è mai riuscito,nonostante tanti annunci,a bloccare questa follia collettiva Sulle armi la Lega ci specula. Siete come la Lega?
    • pinocchio 6 giorni fa mostra
      "credo che il fenomeno possa essere temporaneo e reversibile" MA LO VEDI O LEGGI COSA RIESCONO A FARE DEI RAGAZZINI MINORENNI? E' REVERSIBILE SOLO SE GLI SPARI IN MEZZO ALLA FRONTE A RETI UNIFICATE AD ORA DI PRANZO E CENA!
    • harry haller Utente certificato 6 giorni fa
      Se questo Paese non fosse diventato il paradiso di una mirìade incontrollata ed incontrollabile di numerosissimi figli di mignotta di nostrana e /o varia provenienza, nessuno sarebbe mai arrivato a pensare di doversi difendere iun questo modo (l'italiano non ha certo lo spirito del "pistolero"); credo che il fenomeno possa essere temporaneo e reversibile; basterebbe che lo Stato cominciasse a difendere e proteggere davvero i propri cittadini, invece di considerarli solo degli "animali da reddito", e che le "forze dell'ordine" non si limitassero ad una distratta occhiata ai delinquenti abituali e ad intervenire solo a fattaccio avvenuto ...
  • pinocchio 6 giorni fa mostra
    Se 70 facinorosi incappucciati tengono in ostaggio Giggino TORNANDO A SALVINI A NAPOLI, SE PROPRIO DE MAGISTRIS E SINISTRATI AVESSERO VOLUTO DARE UN ESEMPIO DI INTELLIGENZA, AVREBBERO DOVUTO IGNORARE DEL TUTTO LA SUA VISITA. INVECE HANNO FATTO LA STESSA IDENTICA PARTE DEL LIBRANDI O DEI VARI MEDIATORI CULTURALI, ROM, EXTRACOMUNITARI CHE, SU QUINTA COLONNA O DALLA VOSTRA PARTE, FANNO CAMPAGNA ELETTORALE PER SALVINI!
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 6 giorni fa
    Ieri sera sulla 7 ho assistito ad un interrogatorio di terzo grado. Il diba si è difeso ed è andato all'attacco. Forse il Nuzzi è stato l'unico meno aggressivo,ma gli altri due....beh lasciamo andare non meritano nessun commento. Una cosa è certa che si vuol far passare il Movimento come il toccasana dei mali arretrati della partitocrazia. Mica si sono chiesti,e lo sanno,come mai tanto marciume? Le cause? Nooo,voglio i rimedi da chi al governo non c'è ancora e neppure si sa se potrà andarci! Il Tutto per dimostrare che nel Movimento ci sono degli incapaci e degli impreparati. Poi al solito, chi comanda nel movimento, la raggi è al pare degli altri ladroni...ecc..ecc...a volte mi viene in mente il Beppe quando diceva...conosco la TV non conviene andarci! Spero che gli Italiani comincino a capire,.dipenderà solo da loro se il Movimento potrà governare o meno.
    • pinocchio 6 giorni fa mostra
      SCOMMETTIAMO CHE DURO PIU' IO CHE BEPPE GRILLO O MAX STIRNER O QUELLA CLOACA SINISTRATA DEL MOVIMENTO?
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 6 giorni fa
      Duri quanto una scoreggia! Il Tuo blog è diventato da anni...no-censura!
    • pinocchio 6 giorni fa mostra
      ECCO ARRIVATO UNO "SVEGLIO" COME ORESTE! BUAAAH AH AH AH AH AH
    • Eposmail. ,, Utente certificato 6 giorni fa
      3° grado ? ...direi 4°grado . Interviste del genere ci fanno pubblicità,..la gente se ne accorge della parzialità.
    • pinocchio 6 giorni fa mostra
      VORRESTI PROVARE A 4 OCCHI PER VEDERE SE SONO UN FINOCCHIO COME TU SOSTIENI? TIRA FUORI LE PALLE, STRONZONE!
    • Antonio* D. Utente certificato 6 giorni fa
      Orè, ma non starti a confondere con quello lì.
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 6 giorni fa
      Ciao Finocchio...anticipata la terapia? Neppure in reparto ti vogliono? Si vede che stai sui coglioni a parecchi del Poma!!
    • pinocchio 6 giorni fa mostra
      IL TERZO GRADO SU "LAPEPPE" NEI CONFRONTI DI UN GRILLOIDE NON ESISTE, E TUTTI NE CONOSCONO LE RAGIONI! BUAAAH AH AH AH AH AH AH AH
  • pinocchio 6 giorni fa mostra
    DELLA SERIE, I FAMOSI "COMUNICATI POLITICI" E I PIU' RECENTI FAMOSI "di Beppe Grillo" CHE IL SOTTOSCRITTO HA SEMPRE PRESO PER IL DERETANO!!! OVVIAMENTE NON MI SONO MAI SBAGLIATO. Beppe Grillo ha un blog a sua insaputa Francesco Bonifazi, tesoriere del Partito Democratico, ha pubblicato su Facebook una pagina tratta dalla memoria difensiva dell’avvocato di Beppe Grillo in una delle tante cause per diffamazione intentate finora dal PD nei confronti del leader del MoVimento 5 Stelle. Nella memoria difensiva dell’avvocato di Grillo – che dovrebbe essere il nipote Enrico – si sostiene che Beppe “non è responsabile, quindi non è autore, né gestore, né moderatore, né direttore né titolare del dominio, del blog né degli account twitter, né dei tweet e Facebook, non ha alcun potere di direzione e controllo sul blog né sugli account twitter e su ciò che viene postato”. https://www.nextquotidiano.it/wp-content/uploads/2017/03/beppe-grillo-blog.jpg
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus