Una legislazione europea per le emissioni degli impianti geotermici: priorità a salute e ambiente

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Dario Tamburrano, Efdd - MoVimento 5 Stelle Europa

Nel 2018 il Parlamento europeo sarà a un bivio: fare la storia cambiando i quadri legislativi che definiscono il modello energetico dell'Unione o mantenersi dipendente dall'importazione di combustibili fossili e assistere impotente al peggioramento della qualità ambientale, al mancato rispetto dell'Accordo di Parigi e quindi al dissesto climatico.

All'inizio dell'anno arriveranno in plenaria per il voto finale alcuni dossier del pacchetto sull'energia pulita: la direttiva sulle energie rinnovabili, quella sull'efficienza energetica e il regolamento sulla governance dell'Unione dell'energia. Noi ci siamo, con idee e proposte ambiziose e sulle quali siamo al lavoro fin dal primo giorno del nostro arrivo a Bruxelles. Alcune di queste proposte sono state già approvate nella Commissione Industria, ricerca ed energia, altre le riproporremo nelle prossime settimane come emendamenti da votare a Strasburgo, nell'interesse sia dei cittadini che delle imprese innovative che hanno realmente a cuore ambiente e sostenibilità e sono in grado di proporre tecnologie che siano davvero amiche dell'Uomo e del Pianeta.

Noi vogliamo lasciare ai nostri figli un mondo migliore. Ecco perché stiamo lottando tra le tante cose, affinché l'UE vari rapidamente norme sulle emissioni delle centrali geotermiche. Quelle italiane si trovano tutte in Toscana e producono circa il 2% dell'energia elettrica nazionale. A causa della tecnologia che esse adottano e delle caratteristiche dei fluidi geotermici presenti nel sottosuolo, le emissioni che rilasciano in atmosfera contengono sostanze altamente tossiche provenienti dalle profondità della Terra come arsenico, mercurio, acido solfidrico, ammoniaca, radon. I cittadini della zona e numerosi geologi denunciano inascoltati questa situazione da anni. Noi siamo al loro fianco.

L'inquinamento causato dalle centrali geotermiche in Toscana, e di quelle che potrebbero essere realizzate in futuro in altre regioni, è un problema molto grave tanto più se pensiamo che oggi non esiste nessuna normativa europea che regoli le emissioni della geotermia distinguendo quale geotermia sia realmente sostenibile e innocua e quale invece insostenibile e pericolosa. I limiti stabiliti dall'Italia sono lacunosi, insufficienti, inapplicati e probabilmente anche inapplicabili. Le 34 centrali geotermiche della Toscana emettono sostanze tossiche in quantità enormi: secondo gli ultimi dati, ogni anno vengono riversate fuori dalle viscere della Terra 18.000 tonnellate di idrogeno solforato, 6.400 tonnellate di ammoniaca, 1,5 tonnellate di mercurio. Se questa situazione non viene sanata, può portare alla demonizzazione di ogni attività geotermica.

Anni fa l'Unione europea ha proibito i termometri domestici a mercurio che contenevano appena due grammi di questa sostanza: per capire la gravità del fenomeno in Toscana è come se nei 16 Comuni delle aree geotermiche toscane si rompessero ogni anno 750.000 termometri rilasciandone nell'ambiente il contenuto in mercurio. Le emissioni delle centrali geotermiche della Toscana contengono inoltre gas ad effetto serra in quantità analoga o superiore rispetto ad equivalenti centrali termoelettriche alimentate a combustibili fossili, eppure l'Unione europea inserisce la geotermia fra le energie ammesse a godere degli incentivi per le rinnovabili.

Con i nostri emendamenti chiediamo alla Commissione europea di analizzare e studiare approfonditamente le emissioni geotermiche. L'obiettivo è far sì che il pacchetto energia pulita apra la strada ad una legislazione UE su questa materia. Vi terremo informati.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • marco grasso 23 giorni fa
    Ma che nessun ​Parlamentare​ italiano si senta di indignarsi e di accusare pubblicamente la perfetta Germania che ci ha imposto ancora cinque anni di dieta al "Glifosato" ( e chissà per quanti anni ancora) di prodotti trattati con questo potentissimo erbicida che per sopportarlo devono essere inevitabilmente granaglie geneticamente modificate, perché le uniche a non seccare al contatto di questo veleno!! Tutto questo mentre i nostri contadini sono costretti a non seminare ottimo grano e ad abbandonare le campagne se non producendo prodotti geneticamente modificati! Perché questi prodotti tradizionali costano molto di più di quelli trattati! Gli unici in grado di sostenere la concorrenza e sopportare il potentissimo veleno! L'unica soluzione abbandonare le campagne o allevare bestiame brado. Anche la Germania era contraria, assieme a tutta l'E.U. al potentissimo veleno...Poi ha deciso di comperare la fabbrica del Glifosato (ricordiamo che ha vinto la pace!!) ed ha imposto a tutta l'E.U. i prodotti americani al glifosato Nord e Sud, altamente contaminati da questo fortissimo veleno!​ Ora la fabbrica è tedesca così pure i guadagni! Vorrei ricordare che tutto il pane che mangiamo, ad eccezione di quello dichiarato nostrano, è quasi tutto straniero e trattato; la produzione nostrana costerebbe molto di più!​ Da evidenziare che anche la stampa ha appreso la notizia come fosse una birichinata, forse magari la è?
  • Alessio Santi 23 giorni fa
    Ci sono state indagin epidemiologiche che hanno confermato i 2 morti in più sull'Amiata al mese rispetto alle medie ... 800 morti da qua do la geotermia e stata applicata con attività industriali che si sono indirizzate sulla alta entalpia, mischiando le falde acquifere superficiali agli strati geotermici sottostanti e inquinando tutto acqua aria vegetali animali che si nutrono dei vegetali ... Una strage rimasta nel silenzio anche oggi Che si scopre che l'Ilva ha fatto 1500 morti a Taranto dal quartiere tamburi in la' ... Qui invece tutto tace ... Forza 5 stelle!!!!
    • Daniele Campagna 19 giorni fa
      Da sempre sostengo il geotermico, peraltro in grandissima espansione nel mondo, e vorrei ricordare alcuni fatti: 1) L'Italia è la seconda nazione europea quanto a risorse geotermiche, seconda solo all'Islanda, la quale produce il 40% del fabbisogno energetico dal geotermico. 2) Enel è una eccellenza italiana che opera e compete in tutto il mondo nel settore. 3) l'indagine epidemiologica relativa all'Amiata non ha evidenziato niente di particolare, c'erano troppi fattori, quali elevato tasso di fumatori ecc. 4) anche per l'inquinamento da arsenico ecc. niente di conclusivo, l'Amiata era zona estrattiva e mineraria, e non è chiara la provenienza degli inquinanti. In ogni caso i primi impianti disperdevano inquinanti ma oggi la tecnologia è alquanto più evoluta, tutte le emissioni sono filtrate e i liquidi profondi non vengono emessi in atmosfera/dispersi. La faccio breve ovviamente, ma il succo è che non sfruttare la geotermia in Italia e agitare spauracchi, ma continuando invece a bruciare fossili che ci avvelenano è follia pura. Migliaia di morti per patologie legate all'inquinamento da combustibili fossili, altro che balle.
  • mauro bertoni Utente certificato 24 giorni fa
    Larderello, monte Amiata, l'ultima fase dopo l' utilizzo per produrre energia elettrica deve prevedere la reimmissione nel sottosuolo e se questo non è possibile per variazioni future nella capacità dell'acquifero bisogna studiare un sistema che catturi ogni emissione non pulita in atmosfera. La geotermia invece a bassa entalpia a circuito chiuso (un paio di mt. sotto il livello terra) potrebbe venir incentivata per garantire riscaldamento e raffrescamento in mln di abitazioni italiane a costo praticamente zero per le famiglie (a parte il costo iniziale paragonabile agli altri sistemi oggi di moda) utilizzando una pompa di calore geotermica associata ad alcuni pannelli fotovoltaici. Questo sistema è applicabile anche alla case con un impianto di riscaldamento tradizionale sostituendo i caloriferi con dei ventilconvettori che "lavorano" a bassa temperatura. Per l'Italia un sicuro risparmio della bolletta energetica, per l'ambiente nessuna immissione in atmosfera, per le famiglie un certo e molto concreto risparmio economico. Provate a pensare perchè in Svezia, paese notoriamente vulcanico, con un forte irraggiamento solare, unito alla costante mancanza di neve, capite che è tutto il contrario, ci sono centinaia di migliaia di abitazioni che utilizzano questo sistema. Noi no, perchè abbiamo la "sfortuna" di avere grandi parchi geotermici che ci favoriscono in modo inestimabile ... Quanto c'è da lavorare per sistemare questa Italia! A noi questo compito che lo svilupperemo per cambiare finalmente e definitivamente questa nostra, nonostante tutto, magnifica Nazione
  • Nello R. Utente certificato 24 giorni fa
    questa cosa è un tantino ridicola .. un conto , 1) è filtrare emissioni che normalmente non vengono emesse in atmosfera 2) un altro conto è filtrare emissioni che sarebbero finite in atmosfera nel caso 2 , che facciamo .. mettiamo un tappo al Vesuvio e all'Etna che facciamo , una bella gettata di cemento sui campi flegrei , eolie e terme di viterbo per evitare il bullicame ? evitiamo di renderci ridicoli per favore
    • Nello R. Utente certificato 21 giorni fa
      Si sono un simpatizzante del m5s della prima ora ho fatto volantinaggio nel mio quartiere per i primi Vday sono realisticamente ecologista ottimista , anche se il comune di Roma mi ha fatto pagare un sacco di oneri e scartoffie per una stupida tettoia fotovoltaica di 30 mq in periferia (con il m5s al comune) Ritengo il geotermico,fatto bene, un OTTIMA energia rinnovabile 2020 è tra 2 anni, non sarà un arrivo ma speriamo una partenza serviranno decenni per uscire dal fossile nel frattempo , che facciamo spegniamo le caldaie a gas ? lo avete detto agli elettori ? molte avversioni a fonti RINNOVABILI sono di tipo puramente estetico per i nimby eolico e geotermico rientrano in questa avversione io la chiamo la "fobia del tubo" Per Larderello, ripeto, se faccio un buco e tiro fuori gas nocivi è un conto se i gas nocivi escono lo stesso ,perché la natura vuole così, un altro posso , ingegnerizzare , ma devo trarne un profitto altrimenti si chiude e si fa altro nell'incertezza , gli investitori , cercano altro in altri paesi .. non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca sono convinto che il fossile , cederà la strada alle rinnovabili ma l'Italia deve usarle , TUTTE al meglio idroelettrico geotermico eolico fotovoltaico maremotrice idroelettrico e geotermico , sono le uniche rinnovabili che consentono di avere energia continua o pianificata non sfruttarle al meglio è da idioti idroelettrico,eolico e geotermico potrebbero ridare fiato alla nostra industria cantieristica i paesi del nord Europa hanno fatto impianti eolici colossali in mare l'eolico produce più energia a parità di investimento se esteticamente , possono non piacere sono impianti che dopo un decennio hanno esaurito il ciclo e possono essere smantellate ottima tecnologia nell'attesa degli accumulatori definitivi, ancora in fare di sperimentazione che renderanno il fotovoltaico l'energia primaria del pianeta
    • mario rossetti 22 giorni fa
      caro nello, da come scrivi sembra che tu sia -almeno- simpatizzante del m5s. se così è allora hai un problema, perchè nel documento energia (PEM5S) del mov è previsto dal 2020 l'abbandono delle fossili. agitare lo spauracchio nimby significa "buttarla in caciara" perchè quando si dice NO, o SI', a qualcosa deve essere motivato; "la geotermia è irrinunciabile perchè gratis" non è vero, primo perchè sopravvive solo di incentivi pubblici e secondo perchè non è pulita e rinnovabile per definizione, ma solo in relazione alla composizione dei fluidi, la stratificazione geologica e la tecnologia usata. In Amiata (area geotermica sud toscana) le centrali geotermiche con tecnologia flash a rilascio libero in atmosfera, sono al centro di fondati sospetti (se vuoi approfondiamo) per la riduzione dell'acquifero potabile, per rischi sismici, per l'aumentata mortalità e patologie correlate, 2 morti in più al mese rispetto alla media toscana e dei territori limitrofi.
    • Nello R. Utente certificato 23 giorni fa
      ho messo due opzioni apposta , spero che il m5s non diventi un movimento di nimby condivido la battaglia no tav , contro un opera inutile e costosa .. non condivivido la no al tap .. perchè se anche cominciamo domani mattina con un piano per le rinnovabili e risparmio energetico , per i prossimi 20 anni avremo bisogno dei fossili meno inquinanti possibili al prezzo più basso possibile . spero che Larderello , da sede storica della tecnologia dell'energia geologica .. non si trasformi in un cimitero dove nessuno vuole più investire . spero che agli inceneritori e alle discariche si sostituiscano AL PIU' PRESTO ,industrie per il trattamento e il recupero delle materie prime e biogas .. anche se .. puzzeranno e inquineranno un pò (sempre meno di discariche e inceneritori) .. e non esista un talebano ecologico che dica di no (m5s 2.0 ?).. mode scurrile on io non me la sento di non mangiare per non cag.. vecchio detto popolare . mode scurrile off l'energia dovremo prenderla da qualche parte durante il periodo transitorio che , vedrà coprire tutti i manufatti umani di celle fotovoltaiche collegati batterie di nuova concezione, non ancora in produzione per accumularla ripeto , spero che non sia una storia da nimby e che in questi comunicati si chiarisca BENE su il prechè no e dove e su cosa si vuol fare in alternativa . non mi piacciono i no , senza argomentare , come non credo che piaccia alla maggior parte degli italiani per me lo sfruttamento geotermico è una fonte di energetica GRATIS che non può essere trascurata oggi ci sono le tecnologige per farlo al meglio pompe di calore , motori stirling ecc.. ecc..
    • Andrea L. Utente certificato 24 giorni fa
      Nello, sei simpatico ma qua hai toppato. Attento a non trasformarti in tuttologo. Con simpatia.
    • mario rossetti 24 giorni fa
      Sei, o almeno sembri, un tantino confuso, prima dici una cosa e poi il contrario. Se ritieni, come Tamburrano e me, che le centrali geotermiche oggi esistenti siano fonte di emissioni che altrimenti se ne starebbero sigillate nel bacino geotermico profondo per anni, allora siamo d'accordo e quindi converrai che non si possono incentivare come "energia pulita e rinnovabile" perchè non lo sono. Allora quando dici "evitiamo di renderci ridicoli" a cosa ti riferisci?
    • mario rossetti 24 giorni fa
      Infatti, non renderti ridicolo. 1. parli di etna e vesuvio: in toscana ti risultano vulcani? 2. le quantità delle emissioni sono spropositate rispetto a quelle "naturali", tanto che il prof.Basosi dell'università di siena, oltre a dichiarare che l'impatto delle centrali è paragonabile a quelle a combustibili fossili, spiega anche che quelle emissioni impiegherebbero millenni a raggiungere l'atmosfera "naturalmente"; 3. perchè quindi incentivare come pulite e rinnovabili centrali che non lo sono? 4. perchè prima di parlare non ci si informa, o pensate che Tamburrano, i cittadini e i comitati siano degli sprovveduti e complottisti?
    • Dario T. Utente certificato 24 giorni fa
      è proprio quello il punto. Quelle emissioni non sono come quelle dei Campi Flegrei o dell'Etna. Sono fluidi geotermici che senza sfruttamento antropico rimarrebbero nel sottosuolo o si libererebbero come vapori e gas in atmosfera nel corso di milioni di anni. Prima di dare del ridicolo a chi si occupa dell'argomento in maniera approfondita, informati!
  • Nicola Salerno 24 giorni fa mostra
    Ma chi è veramente Luigi Di Maio? È un giovane che dopo il diploma si è iscritto ad ingegneria, ma non è riuscito. Allora è passato a giurisprudenza, ma anche qui, si sa, non basta chiacchierare, ci vogliono i fatti, ed il povero Luigi ha abbandonato. Dopo il doppio fallimento universitario ha deciso di dedicarsi ad un'attività dove parlare è tutto: la politica. E qui, con la sua chiacchiera, ha avuto successo. Adesso se ne sta a Roma a fare il parlamentare. Ogni tanto fa qualche viaggio, perdon missione, per i quali si prende dei rimborsi spese da super menager bancario (tutto pubblico vi prego di controllare). L'anno scorso ha festeggiato il suo trentesimo compleanno affittando una barca sul Tevere, da vero vip, come fanno calciatori e star dello spettacolo. Mi convince proprio questo Di Maio, non vedo l'ora di votarlo!
    • Nello R. Utente certificato 24 giorni fa mostra
      tu c'hai grossa crisi .. la risposta è dentro di te .. ma è ... SBAIATA! P.S. l'invidia è la malattia dei mediocri
  • Antonino Minciullo 25 giorni fa
    Quali sono gli emendamenti proposti? Prevedono di intercettare e valorizzare le emissioni?
    • Dario T. Utente certificato 24 giorni fa
      trovi i dettagli e i testi qui https://www.dariotamburrano.it/direttiva-rinnovabili-geotermia-emissioni/
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus