Nell'#Italia5Stelle fare impresa è facile

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.



SOSTIENI ITALIA 5 STELLE CON UNA DONAZIONE

"Oggi vi diamo una bella notizia. Dal 1 Agosto 2015 sono già oltre 250 le nuove imprese che sono nate in Italia, o i nuovi progetti imprenditoriali, grazie al Microcredito del MoVimento 5 Stelle. Ovvero grazie a quei soldi che i parlamentari del M5S tagliano dai propri stipendi ogni mese e versano su un fondo per creare nuovi posti di lavoro. Pensate che, in soli 2 anni e mezzo, tagliando oltre metà dei nostri stipendi, abbiamo già messo da parte 10 milioni di euro che fanno nascere nuovi progetti imprenditoriali, che creano nuovi posti di lavoro. Secondo il Ministero dello Sviluppo Economico, in Italia per ogni microcredito erogato fino a 25 mila euro o 35 mila euro, si possono creare 2,4 posti di lavoro in più. Fate voi la moltiplicazione. Questa è la nostra idea di Paese, in cui noi finanziamo, tagliando gli sprechi, coloro che scommettono sul futuro del nostro Paese senza aver bisogno di poteri forti, amici degli amici, e potenti lobby alle spalle. Se vuoi conoscere questa idea di Paese, vieni ad Imola il 17 e 18 Ottobre all'autodromo Enzo e Dino Ferrari. Lì, potrai conoscere il nostro progetto per cambiare l'Italia. Come ben sai, per finanziare questa iniziativa noi non usiamo fondi pubblici, perciò ti invitiamo a fare come desideri una donazione per Italia 5 Stelle.
Nell'Italia che vogliamo, è più semplice aprire un'impresa e farla crescere. E' l'Italia governata dal MoVimento 5 Stelle." Luigi Di Maio

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • mario x. Utente certificato 2 anni fa
    tanto di cappello a questa iniziativa e capisco che il lavoro è lavoro , ma , se posso dare un consiglio evitate di finanziare paninoteche , pizzerie , gelaterie e simili , troppo facile aprire un negozio e aspettare che la gente entri.. basta con questa roba , perché non usate i soldi per far partire un progetto per l'auto elettrica , non quella giocattolo ,ma roba seria, ci sono un sacco di aziende piccole aziende e progettisti che si girano i pollici o fanno tutt'altro per via della situazione attuale, io è tanto che ci penso , ma nessuno ci crede e ci investe veramente , solo a discorsi e molto generici , ma negli altri paesi , germania compresa lavorano anche di notte a questo progetto , vedrete che sorprese , altro che dieselgate.. e noi rimarremo a bocca asciutta e a comprare sempre roba di altri e ad aprire pizzerie e paninoteche magari con ingegneri come camerieri , se siete contenti cosi !!!.. NON BUTTATE VIA I SOLDI ..
  • Giuseppe Colicchia 2 anni fa
    Gradirei parlare con qualcuno sulle problematiche e organizzazione delle Associazioni sportive. Possibilmente di persona o anche telefonicamente. Grazie
  • Mauro Salvadori 2 anni fa
    Salve io ho provato ad accedere al finanziamento del microcredito ma purtroppo non sono riusciti a trovare una banca che disponibile ad erogare il finanziamento anche se abilitata. Abito nel comune di Rosignano marittimo provincia di Livorno
  • Alessandro P. Utente certificato 2 anni fa
    Il microcredito genera molti più posti di lavoro del Jobs Act.... e non è costato miliardi ai contribuenti.
  • alvise fossa 2 anni fa
    AVANTI COSI' RAGAZZI
  • mattia 2 anni fa
    Rispondo a coloro che, pur avendo i requisiti, non riescono ad accedere al microcredito. Oltre ai requisiti, un ottimo business plan, e tutte le garanzie di funzionalità che può esprimere la startup, bisogna considerare un aspetto fondamentale: LA MAGGIOR PARTE DEGLI ISTITUTI DI CREDITO HA INTERESSI A BOICOTTARE QUESTA AZIONE. Sia per motivi di interessi propri, sia per motivi di convenienza politica (questo premier non dimentichiamo che e' stato eletto più dalle banche che dai cittadini), quindi non e' molto sensato presentarsi a casaccio dalle banche. Cosi non si va da nessuna parte. Credo sia più utile cercare di contattare chi ha già avuto accesso al credito, per capire bene cosa ci sia da fare per mandare l operazione a buon fine. Questa e' solo la mia opinione. Ci si vede a Imola, vi abbraccio cittadini liberi. Viva il mov.
  • giovanni riccio 2 anni fa
    Ma non sarebbe meglio prendere i rimborsi ed aiutare le persone più bisognose?
  • muzio berardo 2 anni fa
    Gent.Grillo,sto scrivendo questa mia dopo aver sbattuto la testa da tutte le parti,senza ottenere risposta.Desidero premettere che sto cercando solo una informazione su dove possa rivolgermi per potere avere informazioni dttagliate affinché truffa finisca e giustizia venga fatta. Chi ha rappresentato e rappresnta il governo negli ultimi venti anni non perde occasione di rimarcare che la spesa pensionistica italiana è la più cara d'Europa,non spiega però che aumenta la rivalutazione lorda in percentuale inferiore all'effettiva svalutazione e,tra trattenute statali,regionali,provinciali e comunali,la pensione netta spesso diminuisce.Praticamente il governo italiano "bara"sui conti,perchè quello che esce come spesa gonfiata,rientra dalla finestra in percentuale superiore al 35%.Vorrei essere più preciso,ma negli ultimi anni le pensioni nette,sono aumentate complessivamente di circa il 4X1000 complessivi,ed in alcuni casi,come accadeva sistematicamente con il governo Berlusconi,diminuiscono,con il beneplacido dei sindacati ormai al soldo del governo in essere da decenni.Sono disposto a fornire il percorso pensionistico della mia famiglia dal 2007,anno della prima pensione,ad oggi,in caso di verifiche.desidero informarLa che parlo di pensioni RIVALTATE,non quelle bloccate dal Governo Monti.Desidero essere informato su come e dove rivolgermi,governo europeo,consulta,possibilmente senza rivolgermi ad avvocati,perchè non potremmo permettercelo.Nel frattempo hanno aumentato l'iva,propinato la tari,ed oggi cercano di farci smettere di curarci. Sperando,almeno questa volta di ottenere una risposta,porgo Cordiali saluti Muzio Berardo P.S. Ho scritto al Fatto,alla stampa,al corriere di Ravenna,cercherò,se ci riesco di contattare Mentana,ma sono completamente ignorato.
    • silvana rocca Utente certificato 2 anni fa
      Scusa se mi intrometto, ma questa non è la sede a cui rivolgersi, tanto più che siamo all'opposizione e come ben sai ci ostacolano in tutto e fin quando non sarremo al governo e tolti di mezzo questo mangiatori di soldi non potremo farci carico delle ingiustizie a milioni che ci sono ! QUINDI ANCHE LA TUA ! Saluti !
  • Fabio GrassiniPiras Utente certificato 2 anni fa
    IO ho fatto tutte le procedure di accreditamento ma non ho visto un becco di un quattrino, le banche si sono sempre messe di traverso e questo è il vero inghippo... la politica doveva obbligare le Banche e non lasciargli comunque l'arbitrio di scegliere se dare o meno questI soldi, vistO che come dice di Maio sono dei parlamentaRI.. è STATA GESTITA DAVVERO MALE ... MI SPIACE DIRLO MA è COSIì..nonostante avessi ed ho tuttoRA le carte in regola BEN 5 BANCHE HANNO DECISO DI NO!... a questo punto non ci credo più nemmeno io al micro credito... SE AVESSI DOVUTO APRIRE LA MIA AZIENDA CON QUESTI SOLDI (DEL MICROCREDITO) A QUEST'ORA STAREI SOTTO UN PONTE! forza 5 stelle comunque.. ANCHE SE MI ASPETTAVO UNA COMUNICAZIONE DAI PARLAMENTARI DOPO TUTTE LE MAIL E MESSAGGI CHE GLI HO GIRATO (ANCHE A DI MAIO) AL MOMENTO DEI RIFIUTI DA PARTE DELLE BANCHE...
  • Emanuele S. Utente certificato 2 anni fa
    Ecco la differenza tra il dire e il fare....grazie!
  • Tex A. Utente certificato 2 anni fa
    Grazie ragazzi/e siete la nostra speranza per un'Italia migliore. Arrivederci a Imola :-)
  • undefined 2 anni fa
    Se vi serve una sede bancaria no profit in valle peligna....sono a Pratola Peligna tel 3337438966. Rocco Santilli
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus