Il potere della menzogna

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

potere_menzogna.jpg

Ci stiamo abituando alla menzogna. Mentire è diventato normale, una seconda natura. E' sconcertante osservare che chi mente ormai non si preoccupa più di quello che dice. Domani dirà un'altra cosa, del tutto opposta, oppure, si scorderà delle sue promesse. Domani? Si può mentire più volte nella stessa giornata o nel giro di poche ore o, se si è abili, nello stesso discorso. Nessuno del resto ci farà caso. Mentire è trendy. Dire ad alcuni ciò che vogliono sentirsi dire in quel momento e ad altri cose del tutto opposte è "politica". Si dà per scontato che un "serial liar", un mentitore seriale come Renzie, possa diventare, proprio grazie a questa sua capacità, presidente del Consiglio. Ciò che un tempo era una vergogna e portava all'isolamento sociale è oggi una virtù. La semplice stretta di mano per siglare un patto fa parte di un passato remoto. La reputazione una favola bella, un orpello sociale. L'Italia è stata educata alla menzogna per più di vent'anni. L'alfiere massimo è stato Berlusconi, sfacciato, solare, nella sua improntitudine. La cosiddetta sinistra è riuscita spesso a superarlo con il non detto, con l'occultamento e il travisamento della parola, ad esempio gli inceneritori che diventano termovalorizzatori, che è un'altra raffinata forma di menzogna. "Bisogna credere nelle Istituzioni", "Rispettare le Istituzioni", ma come è possibile farlo se chi le rappresenta mente a ripetizione? Ai bambini si insegna a non dire le bugie e poi, però, i bambini guardano i telegiornali e pensano che i loro genitori siano sì delle brave persone, ma fuori dal tempo, e anche un po' fessi. Se Napolitano afferma che non si candiderà mai dopo il primo mandato e poi fa il contrario, se Bersani chiede i voti per "smacchiare il giaguaro" e poi diventa suo alleato di governo o se Renzie spergiura il falso sulle sue mire alla poltrona di Letta, il cittadino può solo mettere al sicuro i suoi risparmi e camminare rasente i muri. Non sono credibili eppure occupano le più alte cariche dello Stato, condizionano l'economia, sono invulnerabili alla verità. La politica dall'arte del possibile è diventata l'arte della menzogna. Più è grande una menzogna, celebre ormai "La luce in fondo al tunnel", più verrà creduta. La gente ha bisogno di credere al falso, perché la verità fa male. Chi mente crea speranze infondate e lo sa. Mario Monicelli lo spiegò "La speranza è una trappola inventata dai padroni, io spero in qualcosa che non c'è mai stata in Italia, una bella rivoluzione".

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • proni ai padroni 3 anni fa mostra
    Ho lasciato il M5S anni fa. Perché lamentavo la stessa mancanza di democrazia interna. Ho osservato il suo boom, frutto non di meriti propri quanto di enormi demeriti altrui. Poi, adesso che sta emergendo la sua struttura commerciale non democratica lo vedo implodere, eppure mi genera tristezza vedere come i talebani si scaglino, dall'interno, contr i dissedenti dimostrando che i grillini, fondomantealmente, sono i peggiori nemici di se stessi. Se c'è qualcuno che vuole mantenere lucidità è benvenuto in Democrazia Atea, partito in cui sono approdato io dopo aver preso atto della deriva del m5s. Nel m5s, a prescindere dall'opera degli oppositori esterni, (cit.) "ne resterà solo uno" per continue epurazioni/omicidi (virtuali) politici (operati con minacce e diffamazioni) interni! Se almeno il m5s avesse avutoqualche merito proprio, e non vivesse solo di demeriti altrui potrebbe sopravvivere a se stesso almeno un paio di legislature...Ma vedere il libro di alessandro di battista venduto a 4,99 euro mi fa capire che non ha alcuna speranza di sopravvivere a se stesso!
    • graziano . Utente certificato 3 anni fa mostra
      x essere cosi bischeri bisogna aver fatto un corso speciale? o si nasce cosi? xke alla luce dei fatti gli appartenenti alla sua categoria sono forme rare di disfunzioni comportamentali,sicuramente andrebbero studiate + ha fondo
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa mostra
      bene,hai detto le tue stupidaggini mattutine,ti sei sfogato,ora torna pure al tuo passato.d'altra parte è davvero triste anche per noi leggere gente come te.saluti...
  • Federico Sforza Utente certificato 3 anni fa mostra
    Ormai non si parla piu` di "ognuno-vale-uno" mi dispiace un sacco... http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/02/criticare-renzi-grillo-e-berlusconi-come-impegno-civico/
    • Federico Sforza Utente certificato 3 anni fa mostra
      L'articolo mi pare critico con tutti ma assai ben fatto: coglie in pieno il bisogno di "capo" che pervade tutta la politica italiana (e l'italia in genere). Io mi ero illuso che il M5S che aveva il motto "ognuno-vale-uno" non avesse bisogno di santi ma aiutasse ognuno ad usare la sua testa. Da cio` il dialogo, e la soluzione dei problemi. Invece qui di usare la testa non si parla piu`, si va per slogan e le parole di uno solo megafono-messia asfaltano chiunque provi (magari sbagliando) a fare un ragionamento indipendente. Secondo me la verita` assoluta non ce l'ha nemmeno il papa, e per risolvere problemi complessi se ne parla con calma, correttezza e mente aperta. Stiamo andando in questa direzione? Mi pare di no. Un abbraccio e in bocca al lupo!
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa mostra
      questo è l'articolo più scemo e diffamatorio mai apparso sul fatto quotidiano.purtroppo detrattori infamanti come pellizzetti ci sono ancora,anche se non contano nulla nella vita pratica.ma non ho capito cosa spiace a te??vuoi spiegarti meglio?
  • massimo 3 anni fa mostra
    A proposito di menzogne... Io sono stato un grande demente a fidarmi ciecamente di Grillo. Dovevo capirlo già quando ho comprato la washball e l'ho pure regalata a molti amici. Inutile come la sua palla per lavare.... PS: a tutti gli esaltati che si annidano nel blog, cominciate a rispondere con gli insulti. Pronti...Via!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus