Via studi di settore e spesometro, segnala anche tu una legge #DaAbolire!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Luigi Di Maio

Oggi a Milano ho presentato il nostro sito www.leggidaabolire.it, nel quale accoglieremo segnalazioni e proposte dei cittadini per eliminare tutto ciò che appesantisce la vita quotidiana di contribuenti e Pmi. Le prima due cose da cancellare sono gli studi di settore e lo spesometro, strumenti che hanno contribuito a far impazzire imprenditori, commercianti e cittadini.

Accanto a me c’erano il nostro candidato alla Regione Lombardia, Dario Violi, e i rappresentanti delle associazioni di imprenditori, artigiani e commercianti che abbiamo ascoltato in questi mesi e che ci hanno chiesto di essere lasciati in pace, di essere messi nelle condizioni di lavorare: è soprattutto da loro che arriva la richiesta di intervenire subito e con decisione nel campo minato della burocrazia.

Il MoVimento 5 Stelle abolirà nel più breve tempo possibile 400 leggi inutili, spesometro e studi di settore. Liberando le imprese dalla burocrazia che si è accumulata negli anni vogliamo metterle nella condizione di esprimersi al massimo delle loro possibilità, pagando ciò che è giusto. Un sistema fiscale snello ed equo porterà i suoi frutti anche in termini di minore evasione e maggior produttività.

Secondo un’indagine della CNA le piccole e medie imprese perdono 22 miliardi di euro annui per mettersi in regola di fronte alla giungla di norme e adempimenti. Il 41,3% delle imprese impegna 3 giorni lavorativi pieni ogni mese per la burocrazia, un altro 32,2% di imprese butta al vento addirittura 5 giorni. Una mossa politica di immediato buon senso è abolire centinaia di leggi inutili che appesantiscono i rapporti tra imprese e pubblica amministrazione. Lo faremo nei primi 100 giorni di governo.

Al delirio burocratico si aggiungono gli interventi a gamba tesa della politica. Quando si parla di fisco e burocrazia, infatti, il verbo ‘semplificare’ è da sempre in bocca a tutti i politici di tutti i partiti, ma bisogna fare attenzione a come si semplifica. Si può semplificare per migliorare la qualità della vita di cittadini e imprese o fingere di semplificare per massacrare di tasse chi non può difendersi. In questi anni abbiamo assistito a semplificazioni inique, costruite malissimo, come lo spesometro e gli studi di settore. Il risultato è stato spremere gettito fiscale dai cittadini e dalla piccola e media impresa senza colpire la grande evasione.

Gli studi di settore vanno aboliti immediatamente perché sono incostituzionali: stimando i ricavi presunti di imprese, lavoratori autonomi e liberi professionisti costringono anche chi ha guadagnato meno della stima a pagare come se avesse guadagnato la cifra decisa dalla Pa. In questo modo viene meno la progressività dell’imposizione fiscale prevista dalla nostra Costituzione. È urgente tornare ad un modello di riscossione equo fondato sulla fiducia tra Agenzia delle Entrate e contribuenti.

Lo spesometro è una buona idea applicata nel peggior modo possibile. La ragione è che non ci può essere vera semplificazione se esistono 16.000 banche dati non coordinate tra loro. E il bello è che i 5,7 miliardi necessari per integrare le banche dati sono già stati stanziati, ma vengono spesi malissimo. Il MoVimento 5 Stelle vuole ridurle da 16.000 ad un massimo di 10, facendo parlare i dati tra loro. Per questa via possiamo far risparmiare a cittadini, imprese e dipendenti della Pa milioni di ore ogni anno, con un ritorno potenziale di mezzo punto di Pil, pari a 8 miliardi di euro.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Carlo L. 9 giorni fa mostra
    Sapete chi è Luigi Di Maio? È un giovane che dopo il diploma si è iscritto ad ingegneria, ma non è riuscito. Allora è passato a giurisprudenza, ma anche qui, si sa, non basta chiacchierare, ci vogliono i fatti, ed il povero Luigi ha abbandonato. Dopo il doppio fallimento universitario ha deciso di dedicarsi ad un'attività dove parlare è tutto: la politica. E qui, con la sua chiacchiera, ha avuto successo.  Adesso se ne sta a Roma a fare il parlamentare. Ogni tanto fa qualche viaggio, perdon missione, per i quali si prende dei rimborsi spese da super menager bancario (tutto pubblico vi prego di controllare). L'anno scorso ha festeggiato il suo trentesimo compleanno affittando una barca sul Tevere, da vero vip, come fanno calciatori e star dello spettacolo. Mi convince proprio questo Di Maio, non vedo l'ora di votarlo!
  • Alberto Lupi 10 giorni fa mostra
    - Il MoVimento 5 Stelle abolirà nel più breve tempo possibile 400 leggi inutili - Benissimo On.le Capo Di Maio! Nel frattempo, non so se si è accorto che qualcuno ha abolito il Non Statuto, quello dove c’erano tutte le risposte che Lei condivideva. Qualcuno che, in barba alla Coerenza, alla Trasparenza e al principio Orizzontale Ognuno conta uno, ha deciso dall’alto e in una segreta stanza, di eliminare quel M5S “leaderless” - che non si intendeva diventasse un partito - e di rimpiazzarlo con una Associazione partito, il cui ruolo di governo ed indirizzo è normalmente attribuito a pochi, Capi o Elevati. Una partito che niente c’entra con un “Movimento di cittadini punto e basta, senza capi né padroni” e dove non sono certo “gli iscritti a dettare la linea politica che i Portavoce devono semplicemente eseguire.” Una Associazione che, come tutti i partiti, ha l’obiettivo tipico di Governare e non certo di attivare una Trasparente Piattaforma con cui Testimoniare la e-democracy anti delega uno vale uno. Un partito che, con un S.O. opaco e verticistico, non realizzerà certo la Democrazia Diretta. Buonanotte.
    • harry haller Utente certificato 10 giorni fa mostra
      ...o ar massimo, ad "angolo retto"....( e dico "retto"...)
    • harry haller Utente certificato 10 giorni fa mostra
      seeeee; te 'a da' er Nano, 'a Democrazzìa "orizzontale"....
    • Luna 10 giorni fa mostra
      ... seeeeeeee, bonanotte!
    • maria s. Utente certificato 10 giorni fa mostra
      Una lettura, anche veloce, al commento sottostante di Fabio T. Vicenza, no eh? Daniela ha ragione. Non sai niente del M5S né di come e cosa fare per raggiungere l'obiettivo... Saluti
    • daniela g. Utente certificato 10 giorni fa mostra
      ma che dici! Perchè prima di scrivere non ti informi! E' chiaro che non segui nulla del M5S, altrimenti saresti informato sullo statuto.
  • Giovanni G. 10 giorni fa mostra
    Conoscete è veramente Luigi Di Maio? È un giovane che dopo il diploma si è iscritto ad ingegnieria, ma non è riuscito. Allora è passato a giurisprudenza, ma anche qui, si sa, non basta chiacchierare, ci vogliono i fatti, ed il povero Luigi ha abbandonato. Dopo il doppio fallimento universitario ha deciso di dedicarsi ad un'attività dove parlare è tutto: la politica. E qui, con la sua chiacchiera, ha avuto successo. Adesso se ne sta a Roma a fare il parlamentare. Ogni tanto fa qualche viaggio, pardon missione, per i quali si prende dei rimborsi spese da super manager bancario (tutto pubblico vi prego di controllare). L'anno scorso ha festeggiato il suo trentesimo compleanno affittando una barca sul Tevere, da vero vip, come fanno calciatori e star dello spettacolo. Mi convince proprio questo Di Maio, non vedo l'ora di votarlo!
    • Giuseppe Flavio Utente certificato 10 giorni fa mostra
      Intanto comincia ad imparare a scrivere correttamente in italiano ingegneria e non ingegnieria
  • Giovanni G. 10 giorni fa mostra
    Caro Luigi, non ti seguo più. Ho sempre apprezzato il fatto che eri contro l'Euro e contrario alla austerity e adesso improvvisamente sei diventato pro Euro e favorevole ad una "super austerity" molto più marcata di quella imposta dalla Europa. Mi dà l' idea che nn sai dove parare, oggi dici una cosa domani la cotraddici, in diversi ambiti. Sono molto perplesso!
    • chicca s. Utente certificato 10 giorni fa mostra
      Giovanni trollaccio malefico, sparisci ormaivi conosciamo Lo seguiamo noi Di Maio tu torna pure nel PD.
    • oreste .. Utente certificato 10 giorni fa mostra
      Sarà bene invece che segui più Di Maio e quello che dice e il perchè,che seguire la "carta da culo"! Ti devi essere perso qualche passaggio!
  • Alberto Lupi 10 giorni fa mostra
    @ Alessandro Di Battista, riguardo a quanto ha detto ierisera in TV, avrei alcune domande. Non mi è chiaro perché, parlando del nuovo codice etico, Lei abbia detto che Pizzarotti è comunque fuori in quanto è: “un ottimo amministratore del PD”. Sarebbe questa l’imputazione infamante per un sindaco, eletto nelle file del M5S come la Raggi e la Appendino, ma che a differenza di queste ultime non è indagato né per falso né per altri reati? Aggiungo che non mi è chiaro neppure perché il S.O. Rousseau non vada più sostenuto con libere donazioni da parte di chi lo apprezza, ma obbligatoriamente finanziato dai futuri Portavoce, con 300 euro mensili ciascuno. Le chiederei dunque, in primo luogo, come valuta le voci critiche tipo quella di Pizzarotti o di Pistono https://youtu.be/i2tnS1Gtj-g Le chiederei inoltre se ritiene che i principi e i valori fondanti imprescindibili a cui deve attenersi un 5 Stelle siano: la Coerenza all’Obiettivo statutario su cui si fonda il M5S. L’Onestà, che non può prescindere dalla Trasparenza in quanto è per definizione la qualità di agire e comunicare in maniera sincera, leale e trasparente. La Democrazia Diretta e il principio Orizzontale Ognuno conta uno, che concorderà, non possono prescindere da una Trasparente Piattaforma, uno spazio dove veramente ognuno conta uno e che non si realizzano certo con un S.O. gestito in modo opaco e verticistico. Le chiedere infine se ritiene si sia attenuto ai suddetti principi chi, in una segreta stanza, ha deciso dall’alto di stravolgere il Non Statuto, sostituendo a un Movimento che non si intendeva diventasse un partito una Associazione partito la quale, come tutti i partiti, ha l’obiettivo tipico di governare e non certo l’attivazione di una Trasparente Piattaforma con cui Testimoniare la e-democracy anti delega uno vale uno. Grazie per un eventuale chiarimento in merito, da Lei o dal qui presente Luigi Di Maio.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus