Fuori i pianisti dal Parlamento!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
pianisti_illegali.jpg

Siamo al paradosso completo. Sotto gli occhi di tutti, e, cosa più grave, sotto quelli del Presidente Grasso, la votazione sulla legge anti-corruzione di ieri è stata falsata dal voto di pianisti che si sono espressi per senatori assenti. Stiamo parlando di molti emendamenti, anche migliorativi, che non sono stati approvati sul filo del rasoio per 1-3 voti. Il Movimento 5 Stelle ha scoperto e denunciato un "pianista" che ha votato per il senatore Tarquini (Forza Italia) assente in aula, ma di fronte alle denunce del M5S, Grasso non ha annullato le votazioni palesemente irregolari. E' assurdo, un paradosso totale. Si vota una legge che vorrebbe contrastare l'illegalità che è falsata dall'irregolarità del voto sugli emendamenti! Come se si volessero contrastare i furti e vengono ignorate le denunce puntuali di chi individua i ladri!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus