Cartella Equitalia di 4.000 euro dichiarata illegittima grazie al M5S

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

equitalia_sconfitta.jpg

"C’è chi chiacchiera e chi fa. Il governo sproloquia di tagli di tasse per i quali non ha i soldi. Palazzo Chigi sa solo sforbiciare la sanità e i servizi, mentre i partiti in Parlamento si fregano il malloppo dei finanziamenti pubblici ai partiti con la famigerata leggina Boccadutri.

Il M5S vive nella realtà per dare risposte concrete ai cittadini. E’ così che il nostro centro SosEquitalia di Cagliari è riuscito a neutralizzare una cartella esattoriale da 4mila euro che avrebbe messo in ginocchio una contribuente disoccupata. Ricontrollata grazie agli esperti del punto civico, inaugurato prima dell’estate nel capoluogo sardo, la cartella è risultata illegittima ed è stata annullata dalla società di riscossione. Equitalia ci ha provato. Ma stavolta, grazie all’impegno dei tecnici e degli attivisti M5S, i cittadini hanno vinto.
La disoccupata cagliaritana non dovrà pagare più nulla adesso.
Nel frattempo sfiorano i 7 milioni di euro gli importi delle cartelle trattate finora. Con centinaia di migliaia di euro in sgravi fiscali proposti, pagamenti non dovuti e sanzioni decadute.
Altri punti civici SosEquitalia stanno per nascere ovunque nel Paese. A Imola il 17 e 18 ottobre durante Italia 5 Stelle annunceremo importanti novità e sarà presente addirittura uno stand anti-Equitalia. Invitiamo tutti a visitarlo, a segnalare criticità legate alle cartelle esattoriali e invitiamo anche i professionisti interessati a offrire un po’ del loro tempo accanto a cittadini ed attivisti.." Carlo Sibilia, M5S Camera

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus