La terra dei fuochi lombarda

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

"C’è una “terra dei fuochi” nel Parco Agricolo Sud di Milano. Un disastro ambientale che le istituzioni lombarde non potevano non conoscere, e che ora, grazie alle segnalazioni che ci hanno fatto alcuni cittadini è venuto finalmente a galla. Circa 12 ettari di terreni attualmente coltivati, con relativa commercializzazione di prodotti agro-alimentari, sono contaminati da metalli pesanti, diossine, PCB, furani e composti geno-tossici, come certificato da ben due ricerche dell’agenzia ambientale e sanitaria europea ISPRA.

“Ho iniziato a scavare tra le carte dopo le denunce dei cittadini ed è emersa una situazione inquietante, sui cui ho già presentato un’interrogazione al Pirellone. Le due ricerche ISPRA attestano la contaminazione da diossine fino a 25 volte oltre i limiti di legge, vale a dire in grado di alterare il Dna, scatenando nel medio-lungo periodo l’insorgenza di tumori. E la cosa ancor più grave è che le istituzioni sapevano da anni, ma nessuno è mai intervenuto: il primo dossier risale al 2007 ma finora una fitta coltre di silenzio ha avvolto quel «quadrilatero nero» tra Carpiano, Landriano, Pairana e Bascapè, a sud di Milano. E quando ISPRA nel 2011 denunciò alle istituzioni competenti che “la maggior parte dei terreni analizzati deve essere ritenuta pericolosa per la salute degli animali e dell’uomo” Regione Lombardia non alzò un dito lasciando che i campi continuassero ad essere coltivati e i prodotti commercializzati.

Inoltre è la stessa ISPRA a ipotizzare uno “spargimento pirata” di rifiuti tossici sui terreni, per questo non è un azzardo parlare di una “terra dei fuochi» a Carpiano”. Sia per la pericolosità sanitaria della situazione, sia perché le Procure Antimafia di tutta Italia da tempo denunciano che lo spargimento criminale di rifiuti tossici sui terreni è molto spesso responsabilità diretta di associazioni criminali di stampo mafioso. Come è possibile che le Istituzioni competenti non abbiano immediatamente denunciato la situazione alla Procura Antimafia di Milano?

Ora chiediamo a Regione Lombardia, che dorme da otto anni, di intervenire con urgenza per bonificare i terreni e vietare la coltivazione e la commercializzazione dei prodotti, a tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente, nonché ai fini del rispetto della legalità. L’omertà della Regione questa volta potrebbe avere conseguenze gravissime sulla salute dei suoi cittadini. Per questo andremo fino in fondo per far luce su questa vicenda.”
Iolanda Nanni – Portavoce Regionale M5S Lombardia

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • mario bianchini Utente certificato 2 anni fa
    Bisogna dare la massima pubblicizzazione a questo fatto, così saranno sputtanati Maroni e tutti quelli della Lega, i quali si fanno sempre grande meraviglia di quello che succede al SUD, ma come si vede tutto il mondo è paese........
  • Marcello Seminara 2 anni fa
    Ormai in Italia un posto tranquillo e pulito, penso che sono ben pochi. I tumori escono come funghi.
  • Salvatore.93 Venuto (salvo fuck nwo) Utente certificato 2 anni fa
    risiedo molto vicino a carpiano, sono un attivista (al momento part time pr impegni di lavoro).(spesso ci andavo in bici tra quei campi da bambino). Il vero problema è che le istutizioni continuano a tacere non è un caso che dal 2008, non fanno più registro dei tumori in queste zone (sud milano e lodigiano).
  • lofoco gerardo 2 anni fa
    La corruzione si individua nella carriera. più sei corrotto e più carriera fai! Beati i poveri, perchè saranno senza corruzione! lo disse "Lui"
  • Luca Marcato 2 anni fa
    Ma la fonte qual'é? sul sito ISPRA non riesco a trovare. grazie
  • angelo salviato 2 anni fa
    E veniamo rassicurati "prodotto esclusivamente Italiano!.
  • elisa principe 2 anni fa
    chi fa che cosa per combattere tutto ciò? mi sembra solo m5s.....grazie per il vostro lavoro.........ma in questi casi secondo me dobbiamo fare tutti di più contro sta mafia
  • Michele L. Utente certificato 2 anni fa
    Tanto Maroni e la Lega farà come con la ndrangheta dirà che non esiste e che la diossina è una suggestione, oramai li conosciamo bene prima fanno, poi negano di averlo fatto, poi alle strette dicono 'oh signur! è passato tanto tempo', e al limite se ancora si parla della cosa si buttano contro qualcuno (meridionali, immigrati, rom)
  • Ragazzi Alberto 2 anni fa
    terra dei fuochi al sud terra dei fuochi al nord ma i terroni sono gli stessi
    • Mara T. Utente certificato 2 anni fa
      Senza offesa: sei un emerito imbecille.
  • FABRIZIO P. Utente certificato 2 anni fa
    ..con la speranza che poi vi segua anche il diretto interessato ..il popolino
  • alvise fossa 2 anni fa
    I NODI DELLE PRECOEDENTI AMMINISTRAZIONI LOMBARDE VENGONO AL PETTINE
  • alessandro ralza 2 anni fa
    basta con ste stupidaggini di notizie
    • raoul vergalli Utente certificato 2 anni fa
      vai a trollare da un'altra parte
  • Marco Fe 2 anni fa
    Mobilitiamoci cazzo...quella roba la mangiamo noi..la mangiano TUTTI..NON C'è SCAMPO PER NESSUNO!! che popolo di addromentati e la regione lombardia non fa niente..Vergogna! dove sono i giovani??
  • cosimo 2 anni fa
    ma come minchia si disabilitano i "plugin del browser che impediscono il caricamento di annunci"? Quali sono? Dove sono? Da quando salta fuori questo annuncio non sono più in grado di vedere un vostro video. Non credo di essere il solo
  • ferdinando palmers 2 anni fa
    http://www.oceanus.it/napoli-in-attesa-di-bonifica-si-muore.html
  • fabio mantovan 2 anni fa
    Tutto cio e' indegno di un paese civile ma ancor piu indegno e' la superficialita' con cui si compiono azioni che danneggiano noi i nostri figli e le generazioni a venire ...
  • Giovanni Rigatelli 2 anni fa
    Anche a cerea e zone limitrofe per quello ci sono rifiuti di ogni tipo Bruciati interrati ma nessuno sa niente e nessuno dice iene , come a napoli
    • Michele B. Utente certificato 2 anni fa
      Se hai notizie specifiche, contatta i nostri rappresentanti in regione, vedrai che qualcosa succede.
    • Gaetano Acunzo 2 anni fa
      Ecco, se qualcuno pensava che i NON napoletani avessero quattro occhi, due cuori, dieci polmoni, e quaranta cervelli, in parole povere fossero dei supereroi, E' SERVITO. Diciamo a Napoli "chi vuole il male degli altri il suo sta dietro la porta" Mi piange il cuore ma quando è stato colpito il popolo napoletano, e ancora lo è, i settentrionali beceri anzichè esprimere solidarietà ai fratelli colpiti li hanno additati come un popolo di camorristi invitando i consumatori a boicottare i prodotti campani. Adesso come la mettiamo, eh sciuuur?
    • ferdinando palmers 2 anni fa
      Noi Napoletani abbiamo sempre denunziato 1990-1992 processi cassiopea,spartacus ec. http://www.oceanus.it/napoli-in-attesa-di-bonifica-si-muore.html
  • Alex Risso Utente certificato 2 anni fa
    a questo punto, oltre a vietare espressamente le coltivazioni e gli allevamenti nelle zone contaminate, è urgente avviare una campagna di controlli a tappeto a livello nazionale sulla distribuzione e vendita di prodotti alimentari.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus