Gli ex politici che non pagano il parcheggio #StopPrivilegi

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
privilegi_stop.jpg

"Il M5S prosegue la battaglia contro i privilegi. Questa volta è l'interrogazione di Filippo Degasperi, consigliere regionale del Trentino Alto Adige a scoprire l'ennesimo trattamento di favore garantito agli ex politici. Mentre poche settimane fa l'amministrazione locale decideva per un cospicuo aumento delle tariffe per la sosta su strada nella città di Trento, gli ex-consiglieri regionali - gli stessi protagonisti della triste vicenda dei vitalizi d'oro - continuavano a beneficiare del parcheggio esclusivo gratuito del Palazzo della Regione in piazza Dante.
Voglio inoltre ricordare che sempre grazie all'azione-trasparenza promossa dal M5S, pochi giorni fa è stato approvato il nuovo codice di comportamento dei dipendenti pubblici della Provincia Autonoma di Trento per limitare le regalie. Era stato infatti il consigliere Degasperi a rendere pubblica la pratica di regalare skipass stagionali dal valore di diverse centinaia di euro ai funzionari provinciali. Tale pratica era stata negata dal Presidente Rossi ma, guarda a caso, a distanza di pochi mesi, la denuncia M5S ha favorito l'approvazione di un nuovo regolamento." Riccardo Fraccaro

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • cicurinodue p. Utente certificato 3 anni fa
    Tutti contro! Ma si può sapere che vi hanno fatto?
  • marco fedi 3 anni fa
    Se gli ex parlamentari sono tali vuol dire che non hanno fatto ciò per cui venivano pagati e quindi, giustamente, mandati a spasso. Si è mai vista un'azienda che continua a pagare dei dipendenti anche dopo che sono stati licenziati?
  • giovanni rea Utente certificato 3 anni fa
    è errato dire che non lo pagano!!! suggerisco che da oggi in poi diciamolo con chiarezza che tutti i privilegi, dal parcheggio e altro li paghiamo noi cittadini che dobbiamo mantenere questa inutile corrotta truffaldina classe politica che continua a sottrarci risorse e diffondere miseria nel paese.
  • Andrea Zanella Utente certificato 3 anni fa
    Fatti, non bombe!
  • Notizie informatiche Utente certificato 3 anni fa
    Grazie M5S
  • gaetano giordano Utente certificato 3 anni fa
    CHE MERAVIGLIA,OVUNQUE UNO VOLGE LO SGUARDO,CI SI ACCORGE CHE VI E' UN GRILLINO O UNA GRILLINA CHE VIGILA SU DI TE E CERCA DI EVITARE CHE TU SUBISCA DEI SOPRUSI E QUESTO GRAZIE AL NOSTRO BENEAMATO BEPPE,IL COMICO DI DIO.A QUALCHE INTERESSATO DENIGRATORE SPERIAMO CHE GLI CADA LA LINGUA. HANNO POCO DA SPERARE E DA STARNAZZARE,SE IL M5S RIESCE AD ESPANDERE LA SUA CAPACITA OLTRE LA RETE,NON CI SARA' PIU'TRIPPA PER GATTI...PER NESSUNO.LA RETE E' UNO STRUMENTO FORMIDABILE,MA DA SOLO NON BASTA,CI VUOLE UNA RADIO ED ANCHE UNA TV.SI POSSONO UTILIZZARE PARTE DEGLI EURO DEI PARLAMENTARI NEL RISPETTO DEL LORO DIRITTO AD UN GIUSTO ED EQUO RICONOSCIMENTO DEL LAVORO SVOLTO E PERCHE' NON ANCHE UNA RACCOLTA VOLONTARIA TRA ELETTORI E SOSTENITORI DEL MOVIMENTO?
  • alfonsina p. Utente certificato 3 anni fa
    Come mai ci sono solo 2 commenti? Bravi ragazzi, se gli italioti capissero che solo voi siete la salvezza del nostro paese, allora arrivereste anche al 100%, però, alla maggior parte delle persone va bene così, perché, negli intrallazzi ci sguazzano anche loro.
  • alvise fossa 3 anni fa
    AVANTI COSI' 5 STELLE
  • Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi) Utente certificato 3 anni fa
    I parlamentari in Francia, Spagna, Inghilterra, Germania prendono come stipendio 6 volte circa lo stipendio dei loro connazionali. In Italia un parlamentare con tutti i trucchetti fiscali indennità etc. prende 16 volte (almeno, poi ci sono altri privilegi). Ho detto 16 volte. 10 mensilità sono di furto netto. E così tutta la catena della dirigenza. Basta girare per l'europa un poco e si capisce subito il furto: il prezzo in euro è uno specchietto per le allodole, il "confronto" diretto: quello che va confrontato è la capacità di spesa quanto si guadagna mediamente e quanto costano i beni. E se scopri che con uno stipendio in italia ci compri la metà capisci che che la vita costa il doppio!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus