No Tap: il MoVimento non molla

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle Puglia

Domenica 2 aprile saremo ancora in prima linea per ribadire #NoTAP. Il Movimento 5 Stelle ha organizzato un corteo sul lungomare di San Foca che partirà alle 14 dall'ingresso del porto. Seguirà un'agorà alla quale parteciperanno europarlamentari, parlamentari, consiglieri regionali e consiglieri comunali del M5S tra i quali Alessandro Di Battista, Maurizio Buccarella, Lello Ciampolillo, Diego De Lorenzis Cittadino, Daniela Donno, Barbara Lezzi, Rosa D'Amato e i consiglieri regionali pentastellati Rosa Barone, Gianluca Bozzetti, Cristian Casili, Antonella Laricchia e Tony Trevisi.

La nostra è una battaglia che inizia già nel 2013
quando i nostri portavoce si opposero fermamente a questo progetto dannoso ed inutile per il territorio, che servirà solo ad arricchire le tasche delle multinazionali senza apportare alcun beneficio per la comunità pugliese.

È inaccettabile che nel 2017 i vecchi partiti continuino ad investire in una politica energetica basata sullo sfruttamento di fonti fossili
anziché sulle energie rinnovabili, peraltro attraverso un progetto che non servirà a rendere il nostro Paese energeticamente indipendente dall’estero ma che, anzi, rischia di danneggiare ulteriormente una delle regioni più belle del mondo.
Oggi la stessa battaglia viene portata avanti anche dai nostri consiglieri regionali che da un anno e mezzo incalzano un governatore pugliese poco attento ai problemi del territorio e più interessato alla sua scalata interna al partito.

Renzi ed Emiliano continuano ad utilizzare TAP come argomento di scontro per una battaglia tutta interna al PD giocata sulla pelle dei pugliesi e della Puglia. NOI NON GLIELO PERMETTEREMO!
Questo corteo sarà per noi l’ennesima occasione per informare ed essere al fianco dei cittadini in questa battaglia per la difesa del nostro territorio.
#NoTAP OVUNQUE!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • rotine antonio (guissipi) Utente certificato 2 giorni fa
    Ciao Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 50.000 euro con un tasso del 2% per il vostro viaggio e di project financing studi per le imprese di costruzione d'oltremare e fondo di investimento in commercio vari di progetto e costruzione e altre l'acquisto di auto a noleggio a casa e Appartamento acquisto e pronto per la salute e l'educazione dei vostri figli pronto sollievo per chiunque nel settore agricolo pericolo e affari milioni project financing Contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com
  • VIVA IL TAP! 3 giorni fa
    Se mi dite, che dovrebbe passare a fianco a qualche strada, partendo da un porto, quindi senza danni all'ambiente SONO D'ACCORDISSIMO; per il resto il metano è BUONO PULITO E GIUSTO... a tutt'oggi è un'utopia uscire dalle fonti fossili. L'idiozia è "a monte", cosa serve farlo passare da paesi NATO, se poi il gas viene da Russia e Kazakistan? CONCENTRATEVI SU PENSIONI/SANITA'/DIRITTI DEL LAVORO/MAFIA/CORRUZIONE. LA VERA TRAGEDIA AMBIENTALE PUGLIESE E' L'ILVA!
    • Gino Sighicelli Utente certificato ieri
      questa poi! che io debba scusarmi con un METANO ENERGIA PULITA ...
    • METANO ENERGIA PULITA 2 giorni fa
      E' opportuno che i termini contenuti nei suoi commenti, li rivolga alla sua persona; resto in attesa delle sue scuse.
    • Gino Sighicelli Utente certificato 2 giorni fa
      da come state "sul pezzo" (pront? VIA! (ready, steady, GO!) , evidentissimo è che siete "spargitori d'immondizia" salariati toglietemi una curiosità: pagano bene? ma bene ... quanto quanto? più di quanto viene pagato un normale pennivendolo?
    • Gino Sighicelli Utente certificato 2 giorni fa
      ma vai a fare in culo, tu e la MARCEGAGLIA !!!
  • Gino Sighicelli Utente certificato 3 giorni fa
    da lecce a sondrio: quasi 1000 km di tubo MARCEGAGLIA?
    • Gino Sighicelli Utente certificato 2 giorni fa
      da come state "sul pezzo" (pronti? VIA! (ready, steady, GO!)), evidentissimo è che siete spammers salariati toglietemi la curiosità, quanto vi pagano? (pagano bene? ma quanto quanto (di più o di meno, rispetto a un normale pennivendolo?))
    • Gino Sighicelli Utente certificato 2 giorni fa
      oggi sto facendo errori banalissimi a ripetizione... ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ e 20 kmq (quadrati) di territorio italiano devastati quasi come un'intera area metropoloitana: la superficie di un quadrato 5 km x 4 km !!! oppure quella di un rettangolo 20 km x 1 km
    • Gino Sighicelli Utente certificato 2 giorni fa
      e 20 kmq (quadrati) di territorio italiano devastati quasi come un'intera area metropoloitana: la superficie di un quadrato 20 km x 20 km !!!
  • Gino Sighicelli Utente certificato 3 giorni fa
    da lecce a brindisi: quasi 1000 km di tubo marcegaglia?
    • Gino Sighicelli Utente certificato 3 giorni fa
      stavo troppo attento a non sbagliare cognome errore (mia distrazione): invece di "brindisi" intendevo "sondrio" (dal tacco a campione d'italia)
  • gatuso guisiippi () Utente certificato 3 giorni fa
    Ciao Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2% -Viaggi e project financing per studi all'estero -costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro -Acquisto di affitto casa e appartamento -Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli -pronto soccorso per chiunque in pericolo -settore agricolo e mondo degli affari -finanziamento del progetto milioni Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com
  • adelina rosina gomez Utente certificato 3 giorni fa
    La mia gioia è così tanto immensa che non socome dividerla con voi. Ho visto prove susignora ANISSA e la ho contattata per ilmio prestito da 15 giorni e con la grazia di dio, ho infine ottenuto questo prestito questamattina. Sinceramente, siamo salvati costosepopolazione e vi raccomando di contattarla se nonvolete farvi volare. Questa donna è così tanto piacevole e li chiederei di andate da essa. Ilsuo indirizzo è developpement.aide@gmail.com e bastaappena di lui scrivono e vi dà le sue esigenze chetrovo meglio delle esigenze della banca e deiprestatori falsi. Io li ho avuti il mio prestito e?
  • Gino Sighicelli Utente certificato 3 giorni fa
    1) andare in http://www.gasdottitalia.it/en/content/annual-network-development 2) click su “Ten Year Development Plan 2016-2025” icona di download 3) nel pdf scaricato, a p.13 potete constatare cosa e quanto viene detto essere previsto e cosa e quanto in costruzione nell'italia centrale il documento (il pdf) è prodotto da SGI (società gas italia). a p.13 è osservabile la sua rete in costruzione (tratteggiata in blu), in mappa potete però anche notare la linea altrimenti tratteggiata in rosso (tubo rete snam in allestimento), di cui nel pdf non si parla (quella linea tratteggiata, in quella mappa la si vede correre (lungo la dorsale appenninica) soltanto dalla provincia di foggia alla provincia di arezzo; ma evidentissimo è che debba arrivare fin sul confine svizzero (attraversando tutta la lombardia)
    • Gino Sighicelli Utente certificato 3 giorni fa
      se rimangono dubbi: andare a p.29 (osservare la mappa e leggere il testo) dalle foto pare che la mia stima di 10 metri di larghezza del corridoio sia esageratamente ottimistica (parrebbero essere previsto corridoio di almeno 20 metri) (mentre scrivo sto ascoltando indecente disinformazione radiogiornale di radio24 (miei sms non producono alcun esito (come al solito: stolidi come sassi)))
  • Gino Sighicelli Utente certificato 3 giorni fa
    informazione contraddittoria belsalento,com: Il progetto preliminare è denominato “Collegamento TAP alla Rete Nazionale Gasdotti Snam Rete Gas DN 1200 (48”), DP 75 bar” di lunghezza complessiva di 56 km circa e si sviluppa nella porzione meridionale della regione Puglia, interessando le province di Lecce e Brindisi. http://belsalento.altervista.org/due-alternative-tracciato-tap/ © 2017 Trans Adriatic Pipeline: La lunghezza complessiva della condotta interrata in territorio italiano sarà di circa 8 chilometri con una valvola di intercettazione in prossimità del punto di approdo e un Terminale di Ricezione (PRT) nel comune di Melendugno (LE), a 8,2 chilometri dalla costa. https://www.tap-ag.it/il-gasdotto/la-costruzione-del-gasdotto/in-italia come reperire i fatti (alla fonte: snam rete gas): 1) andare in http://www.gasdottitalia.it/en/content/annual-network-development 2) click su “Ten Year Development Plan 2016-2025” icona di download 3) nel pdf scaricato, ad esempio, a p.14 potete constatare cosa e quanto viene detto essere previsto e cosa e quanto in costruzione, nel solo abruzzo quadri pentastellati, informare meglio (con sufficiente ampiezza)!
  • Visentin Paola 3 giorni fa
    Ho trovato il sorriso è grazie al questo Signore. Muscolino GIOVANNI che ho ricevuto un prestito di 70.000€ nel mio conto il mercoledì a 11:32 min e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di questo signore senza alcuna difficoltà. Li consiglio più voi non fuorviate persone se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro. Pubblico questo messaggio perché signore Muscolino GIOVANNI mi ha fatto bene con questo prestito. È tramite un amico che ho incontrato quest'uomo onesto e generoso che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Allora vi consiglio di contattarlo e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete. Ecco il suo indirizzo elettronico: muscolinogiovanni61@gmail.com
  • Ivano B. Utente certificato 4 giorni fa
    Non capisco tutto questo accanimento contro il gas che è sempre meglio del petrolio visto che siamo dipendenti comunque dalla Russia. Per il territorio Pugliese se dopo rimettono tutto come prima, mi sembra che porti almeno lavoro per alcuni. Son stato nella costa del sol in Spagna e vi assicuro che se i Pugliesi amassero e facessero solo un quarto di quello che fanno i spagnoli per rendere appetibile le loro coste al turismo la Meravigliosa puglia sarebbe un paradiso
    • Gino Sighicelli Utente certificato 3 giorni fa
      a me pare che il livello della disinformazione abbia superato la soglia di ogni livello di decenza 'sto link sul mio pc funziona a cazzo di cane (è un caso?) https://www.youtube.com/watch?v=HI8hGoKfqvI
  • ALFREDO DI LORENZO Utente certificato 4 giorni fa
    Per tutti quelli che dicono "perchè dire sempre no,per pochi ulivi eliminati" Ricordo che nei principi fondanti del M5S si sancisce di eliminare gli investimenti per lo sfruttamento di energie provenienti da combustibili fossili.
    • Gino Sighicelli Utente certificato 3 giorni fa
      ma quante balle! ma quanta incapacità 5stelle di comunicare le proprie ragioni! gli ulivi da espiantare sono oltre 10000 (10mila) 174 circa è il numero della sola prima tranche capisco che i nostri pennivendoli possano voler far di tutto, per travisare (salvo il fatto che, non so quale figura poi ci faranno, quando dovranno infine ammettere che le proteste (e gli espianti) continuano, imperterrite) ciò che non capisco, è l'incapacitù 5stelle di comunicare informazione puntuale e decentemente ampia ora, figuratevi un corridoio largo circa più o meno 10 mt che attraversi tutta l'italia è un corridoi non cementificato, ma sul quale è prevista l'inesistenza di qualsiasi pianta è territerio indisponibile a chiunque (natura quasi inclusa) è territorio assimilabile a quello sottostante la rete elettrica dell'enel (salvo il fatto che l'enel sta sotto il controllo del nostro stato, semisovrano) affatto inutile sta diventando la mastodontica rete enel affatto inutile sto tubo interminabile nel culo dell'italia e degl'italiani (che già in donazioni ci costa 2 bilions €) chi mai può essere talmente imbecille da sostenerne la tesi dell'utilità e dell'opportunità, se non un pari cerebroleso del tipo un chicco di testa?
    • turri giorgio 3 giorni fa
      Li elimineremo quando avremo a disposizione la corrispondente potenza in energie alternative, altrimenti sarebbe come tagliarsi le pa...
  • alberto testori 4 giorni fa
    E' possibile che in Italia esiste ancora un duce che afferma quello che dico io è giusto e sacrosanto? C'è ancora gente che non sa discernere le fandonie dalla verità?
  • Carlo A. Utente certificato 4 giorni fa
    Sono peggio del terremoto, stanno distruggendo tutto il territorio per i soldi che inevitabilmente non potranno portarsi dietro con l'ultimo respiro...................
  • Morena . Utente certificato 4 giorni fa
    "Non c'è svolta.. per i partiti delle trivelle che non sia il proprio fossile tornaconto!"
  • Salvatore Z. Utente certificato 4 giorni fa
    Sotto il palazzo dell'ENI, in piazza Mattei a Roma, non vedo mai nessuno che manifesta il dissenso per quelo che fanno, eppure motivi vé né sono tantissimi.
  • mario m. Utente certificato 4 giorni fa
    Il sostegno del M5S agli abitanti del luogo che manifestano contro la Tap è un fatto scontato, perché così deve essere per un Movimento che rappresenta i cittadini nel vero senso della parola. Vivi complimenti a Barbara Lezzi che tanto si sta spendendo per questa causa. Ha una energia ed una passione encomiabile che sempre l'accompagna.
  • miga llusuba 4 giorni fa
    è inutile che vi sfogare in rete, tanto cade negli orecchi sordi, subito in piazza fino a che Mattarella non scioglie le camere, solo allora possiamo risolvere i problemi di questo paese. in piazzaaaaaaaaaa!!!!!!
  • Franco Mas 4 giorni fa
    Venite signori, venite ad investire in Italia, in cambio di due soldi farete tutto quello che desiderate! L’Italia sta da tempo distruggendo il proprio territorio, il turismo si rivolgerà verso Paesi alternativi come la Spagna e il Portogallo, un processo che peraltro è già in atto, con esiti disastrosi per la nostra economia. E il nostro governo? Quattro coglioni al bar.
  • Claudio Donati 4 giorni fa
    Non più energie fossili, noTap e da non trascurare no agli scempi ambientali.
  • maurizio b. Utente certificato 4 giorni fa
    sig. Turri Giorgio non hai capito perchè diciamo sempre no,lo diciamo solo perchè ci siam rotti i coglioni di farci fregare da sti disgraziati che momentaneamente sono coalizzati con il governo, capito testa de cazzo?
  • turri giorgio 4 giorni fa
    Vergognatevi,vergognatevi e vergognatevi ancora :protestare per 8 km di un gsdotto sottoterra ! VERGOGNATEVI PUGLIESI :mi fate disprezzare di essere italiano .Voto da 5 anni per il mov. 5stelle ma protestare per una cazzata del genere vuol dire mettere in discussione scelte MOLTO MA MOLTO PIU' IMPORTANTI. E' come quando iVERDI protestavano perchè gli impianti eolici INFASTIDIVANO i cervi in Sardegna.Se protestiamo su TUTTO E TUTTI NON SAREMO MAI;MAI CREDIBILI!!!
    • Piero Manca 4 giorni fa
      Signor Giorgio Turri, eviti di scrivere di fatti che non conosce: i sardi si sono ribellati alle pale eoliche in Sardegna non perchè disturbino i cervi, come lei scrive, ma per l'ignobile speculazione organizzata a spese dei sardi. La Sardegna ha una sovraproduzione di energia elettrica che non riesce neppure ad esportare per il sottodimensionamento del cavidotto con la penisola. Perchè, quindi, insistere con l'installazione a perdere di pale eoliche e di impianti termodinamici? Devo scrivere anche la risposta o ci arriva da solo?
    • Gino Sighicelli Utente certificato 4 giorni fa
      poiché continua ad utilizzare lo stesso nome, credo dica il vero, dicendo di avere votato m5s inutile parlargli: pare non sentir ragione forse servirebbe fargli almeno comprendere l'assurdità di un'italia che elargisce (sottobanco, silentemente) straordinariamente grassi contributi a sostegno delle energie fossili, mentre al contempo quelle a sostegno delle VERE rinnovabili son diventati una barzelletta (non il geotermico inquinante di volterra; non le deturpanti pale eoliche (in sardegna del carboni (indagato in relazione all'impiccagione di Calvi sotto il ponte della city (a circa 200 mt dalla vetusta antica sede della loggia n° 1)); altrove quasi sempre di mafie domiciliate all'estero; non l'idroelettrico che vorrebbe prosciugare ogni torrente - facendoli talvolta anche poi diventare fogne a cielo aperto) bisognerebbe riuscire a fargli un contro lavaggio del cervello; affinché smettesse di somigliare a quello di un chicco di testa
    • giovanni c. Utente certificato 4 giorni fa
      Ti hanno pagato o dici sul serio ? Tu di movimento hai solo i neuroni intasati. Noi abbiamo capito il trucco: TU NO che del Salento e della Puglia non ti è mai fregato un c.....
    • franco bertocci Utente certificato 4 giorni fa
      lei non ha mai votato M5S ed il voto di chi pensa come lei non ci intererssa
    • andrea a44 Utente certificato 4 giorni fa
      sei dei trecento? si vede troppo che sei piddino.
  • Orazio Rocco Giardino Utente certificato 4 giorni fa
    Anni fa, mio figlio in uno stage con la scuola (circa 15 anni fa)è stato in Puglia è rimasto impressa che un impianto fotovoltaico non lo facevano produrre.Un'altra cosa passata in secondo piano la messa in vendita dell'Ilva il signor Scaroni tratta per una società Americana.L'U.E. non ci fa produrre acciaio per i magneti.Svegliatevi politici non vendete il futuro dei nostri figli!! Scusate se non sono a manifestare con voi
  • Paolo Cicerone Utente certificato 4 giorni fa
    La spiaggia di S.Foca, quella che verrà devastata dal passaggio di questo gasdotto, da sola produce col turismo più PIL di quanto ne genererebbe questo mostro che non ci darà alcuna indipendenza energetica dato che questo gas non lo produciamo noi e ne usufruiremmo per una minima parte. Sradicando gli ulivi della Puglia poi si cancellano anche millenni di storia sradicando anche il ricordo delle nostre di radici. Il vero motivo per cui lo vogliono fare a tutti i costi è il "regalo" che ci fanno di 2 miliardi di euro a fondo perduto ... insomma è un'altra grande PAPPATOIA!
    • massimo m. Utente certificato 4 giorni fa
      Concordo!
  • Vincino Fivestar 4 giorni fa
    C'è un aspetto che, a quanto pare dai vari interventi, non viene fuori. Questi: - Ma perché, con le centinaia di chilometri in cui si sviluppa la costiera pugliese, si deve approdare col gasdotto, proprio in un bellissimo parco naturale, che tutti ci invidiano e vengono a visitare? -Perché passare proprio dove ci sono le coltivazioni di ulivo e non spostarsi in modo da evitare tale scempio ? - Perché. ad esempio, non passare sotto l'Adriatico, evitando cosi, di dover attraversare anche tutta la zona altamente sismica dell'Abruzzo (teatro degli ultimi terremoti), evitando cosi, certi ed inevitabili futuri disastri ambientali ? Ci sono altre domande a cui bisognerebbe rispondere, prima ancora di valutane l'effettiva utilità del gasdotto, altrimenti crescono e si ingigantiscono le voci di corridoio, che parlano di strani e privati interessi, oltre le dicerie, le quali vogliono che, a suo tempo, il problema xlilella, era stato creato appositamente per eliminare gli ulivi in modo "naturale" e non si creassero problemi al passaggio del gasdotto.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 4 giorni fa
    La battaglia NO TAP e' giusta e perciò fa fatta, ma il risultato è' scontato purtroppo.
  • Mauro Heimann Utente certificato 5 giorni fa
    Indovino indovinello: quanto olio fanno all'anno 150 olivi?
  • Donato Dumanoir 5 giorni fa
    A quanto se ne sa , verranno espiantati 220 ulivi ( su 50 milioni esistenti in Puglia ) che verranno poi reimpiantati ,il gasdotto si svilupperà a parecchi metri sotto terra , l'acqua per cucinare la pasta non viene fatta bollire con fuoco di noccioli di olive e, infine, moltissimi ulivi centenari negli anni passati e attualmente sono espiantati e venduti a caro prezzo ai pugliesi nostalgici abitanti nel nord Italia
    • Nello R. Utente certificato 4 giorni fa
      cicerone sei ignorante .. nel senso che ignori le piante di ulivo secolare si possono spostare eccome .. senza che muoiano . c'è addirittura chi le vende http://www.piantavivatriggiani.it/ulivi.htm?gclid=Cj0KEQjwn_3GBRDc8rCnup-1x8wBEiQAdw3OAWKJvB2nEcqOPQPnkeQ1AsZUPVcRLkGc51TiUT4q7fMaAuwj8P8HAQ
    • Paolo Cicerone Utente certificato 4 giorni fa
      Non potranno reimpiantare gli stessi ulivi perchè sradicandoli muoiono! Ma vi bevete tutte le stronzate governative?
  • FRANCESCO GIUSEPPE MANTEGNA Utente certificato 5 giorni fa
    Sono stufo di sentir dire che si è capaci di dire solo NO alle grandi opere, si dice NO per evitare che si facciano più di 800 opere incompiute si dice NO perche per me il popolo sarà sempre sovrano ed è giusto che sia informato prima che inizino i lavori e non dopo.Comunque è necessario che tutti si informino fino alla fonte, ed è importante conoscere chi è dietro a questa opera. A me hanno rubato il mare intortandormi con false promesse e vorrei che le persone non soffrano più, per molti gli ulivi non sono semplicemente 150 ulivi ma sono parte di una famiglia e in molti casi le piante hanno un nome. La verita che in Italia non ci sono veri uomini politici , ma piccoli finti omuncoli che fanno politica solo per il portafoglio.TAV TAP MOSE GRONDA PONTE SULLO STRETTO ed altro non sono commisionate dall'Italia ma dall'Europa che ci comanda dal 1850. RESISTERE RESISTERE RESISTERE
  • francesco s. Utente certificato 5 giorni fa
    Se anche un solo cittadino, reclama e contesta non deve essere lasciato solo, prima di prendere una posizione, va divulgata una corretta informazione , quindi in quel caso poi in successiva si puo prendere una decisione di commento,ma sicuramente se una sola persona contesta ,va compreso di fondo il perchè.
  • Nello R. Utente certificato 5 giorni fa
    la tav Torino Lione è un'opera insensata costosa , antieconomica ad alto impatto ambientale .. Il referendum sulle trivelle , che non è passato per mancanza di quorum .. IDEM Questo gasdotto non lo metterei in questa categoria indipendenza di approvvigionamento energetico in attesa di un piano energetico orientato massicciamente alle rinnovabili (che richiedera almeno un decennio per vederne i benefici ) Oggi è strategico purtroppo L'impatto ambientale è modesto ,gli ulivi verranno ricollocati ,evitate di farli morire intralciando i lavori .. gli investimenti sono privati e non pubblici , una volta tanto .. le possibilità di inquinamento per guasto sono molto limitate rispetto ad altre mezzi/fonti fossili capisco Emiliano , che usa a fini propagandistici per scalare il pd .. ma il m5s , resti pragmatico .. valuti sempre i pro e i contro delle scelte e sorvegli che le opere vengano fatte a regola d'arte .. in attesa di andare al governo e fare scelte energetiche radicali per il futuro .. my 2 cent
    • Nello R. Utente certificato 4 giorni fa
      Ad esempio per me , meglio il gas che il pellet in città .. sarebbe meglio il biogas , ma prima che si facciano impianti per la produzione significativa industriale da: scarichi fognari impianti di riciclo dell'umido ecc. passeranno decenni , sempre che il m5s vada al governo sempre che a qualcuno vadano a genio gli impianti di compostaggio .. se vi rode il c. per un tubo sottoterra .. figuriamoci un impianto di compostaggio .. ve lo dice uno che ha vissuto 40 anni vicino a malagrotta e ha respirato m. , negli interessi dell'intera regione Lazio ... Se poi è solo propaganda elettorale .. stile PD .. annamo bene -_- my 2 cent di buon senso si spera
    • Gino Sighicelli Utente certificato 4 giorni fa
      una buona parte sopravvive ma rimanendo sempre storpiate, deboli e sofferenti
    • Nello R. Utente certificato 4 giorni fa
      @andrea a44 sono decenni che si vendono , più o meno legalmente ulivi secolari non credo che ci sia gente disposta a spendere migliaia di euro per un albero secco .. se poi in puglia non li espianta gente esperta del ramo , non lo so ,ditemelo voi .. espiantare e ripiantare un ulivo altrove , si è sempre fatto e si continua a fare nei giardini dei ricchi di mezzo mondo .. http://it.lmgtfy.com/?q=vendita+ulivi+secolari a questo link ne trovi un po la conoscenza rende liberi l'ignoranza rende ottusi
    • andrea a44 Utente certificato 4 giorni fa
      Davvero tu pensi che costoro ti lascino controllare come si svolgono i lavori?.
    • andrea a44 Utente certificato 4 giorni fa
      rispondo a Nello .gli ulivi espiantati in tale modo sono gia' morti perche' le sono state tagliate le radici,poi il fatto che siano stranieri a finanziare e ancora peggio visti i risultati che lasciano nel loro cammino.ma spaccare l'italia da cima a fondo per dare il gas a francia e germania r tutto il cucuzzaro pro US non ti fa incazzare?.devastare le coste non ti fa incazzare ,infinesono vent'anni che si cincischia con le rinnovabili con scuse puerili perche' non si vuole mai cominciare,
    • Nello R. Utente certificato 4 giorni fa
      il futuro con le rinnovabili , non si attuano da domani mattina , servirà del tempo parziale indipendenza , indipendenza dal gas Russo in caso di guerra .. possibilità di contrattare con fornitori diversi Russia e medio oriente c'è il forte sospetto che il gas russo lo paghiamo caro per via di mazzette pagate dai Russi ai partiti fonte "Report" vedete voi ..
    • Paolo Cicerone Utente certificato 4 giorni fa
      Perchè dovrei essere indipendente dal gas russo e poi dipendere da quello di altri? Cosa cambia? Si faccia queste domande
    • Nello R. Utente certificato 4 giorni fa
      indipendenza , dal gas Russo .. o il gas russo è migliore ? ci sono sospetti, che sul gas russo abbiano fatto la cresta i partiti .. fonte
    • Paolo Cicerone Utente certificato 4 giorni fa
      Scusi ma questo gasdotto non ci darà nessuna indipendenza visto che il gas che arriva non lo produciamo noi e per la stragrande maggioranza non lo sfrutteremo noi. Poi come fa a dire che l'impatto non è devastante? Lo sa da quali spiagge di località turistiche (gioielli ancora incontaminati nonostante il turismo) passerà?
  • francesco s. Utente certificato 5 giorni fa
    Il problema non è del' utilità del gasdotto ,ma come vengono tutelati i cittadini coinvolti nel progetto, Capire anche i vantaggi o svantaggi ,non solo per i pugliesi ma anche per tutti gli italiani.
  • albino caruso 5 giorni fa
    Questa volta non sono per niente d'accordo, il paese ha bisogno di infrastrutture come questa. Avversare sempre ed in ogni caso scelte di questo genere non sono confacenti ad una forza che vuol essere di governo.
    • Antonio B. Utente certificato 4 giorni fa
      Caro Albino sicuramente non sei salentino chiedi a loro.
    • giovanni c. Utente certificato 5 giorni fa
      Mai nessuno che chieda del perché e mai nessuno ti spiega come mai. La domanda è opportuna : chi sono questi investitori ? Serve al paese questa opera o si approfitta per aggiungere un'altra strada per portarla in Europa? Qual è la convenienza locale ? Che rapporto strategico esiste con gli altri paesi (tenendo presente quello che è successo tra la Russia e l'Ucraina)? Il gas Libico avrà ancora un interesse? Quanto gas ci servirebbe normalmente ? Ecc.. Io non saprei rispondere ma qualcuno dovrà pur farlo ed essere almeno convincente!
  • albino caruso 5 giorni fa
    Questa volta non sono per niente d'accordo, il paese ha bisogno di infrastrutture come questa. Avversare sempre ed in ogni caso scelte di questo genere non sono confacenti ad una forza che vuol essere di governo.
    • andrea a44 Utente certificato 4 giorni fa
      litalia spaccata in due per portare il gas dalla puglia a francia e germania e oltre, non ti interessa?,guardacaso non interessa neanche alle imprese speculatrici straniere che costruiscono il gasdotto.e che poi metteranno un picchetto che delimita la proprieta lungo totto il tragitto ,cioe' tutto lo stivale.
    • francesco s. Utente certificato 5 giorni fa
      Dobbiamo fare molta attenzione al sud, in tutte le sue problematiche ,e ti porto esempio Quando mangi verdura, in tanti casi la coltivano la con sacrifici di varia natura climatica e di scellerata politica Da nord a sud poi non ci scandallizziamo se sulle nostre tavole si a da prodotti del nord che del sud mangiamo schifezze
    • francesco s. Utente certificato 5 giorni fa
      Tu mi vuoi far credere che 150 ulivi non sono importanti? Tu conosci il lavoro dei contadini o agricoltori? Sai che danno al singolo una cosa del genere sta arrecando,E questo poi non solo a lui, di riflesso anche a tutti noi
  • Domenico . Utente certificato 5 giorni fa
    Tutta questa sceneggiata per 150 ulivi. Ma non facciamo ridere i polli. Se vogliamo diventare un credibile candidato a governare, dobbiamo crescere culturalmente e smetterla con i tabù e con i totem.
    • Domenico . Utente certificato 4 giorni fa
      1) Lo so che gli ulivi sono un'eccellenza italiana, ma ce ne sono milioni in tutta l'Italia. 200 sono un'inezia e, con ogni evidenza, un pretesto. 2) Su ogni territorio è facile mettere insieme qualche centinaio ed amanti del sit in. 3) Infine, concordo con l'eliminazione dei combustibili fossili, ma mi sembra ovvio che fino a quando quest'obiettivo non sarà raggiunto, dobbiamo fornire agli italiani l'energia da fonte fossile più pulita possibile. Ed il metano è una di queste. O no?
    • Pensiero ***** Utente certificato 5 giorni fa
      L'energia fossile non è progresso, mentre gli ulivi sono eccellenza italiana, veda Lei cosa dovrebbe avere la priorità. Per fare uno stadio nuovo a Roma i residenti si sono detti favorevoli, mentre nel Salento che ne pensano del TAP? Il polli possono ridere quanto vogliono, almeno fino alle prossime elezioni. Saluti.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus