Il ritorno degli Stati nazione e la fine dell'UE

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

atten.jpg

I terribili avvenimenti di Parigi hanno gettato la Francia nel caos, e il Presidente Hollande ha fatto quanto ci si aspettava da lui, proclamando lo stato di emergenza. Secondo Sapir la massima autorità francese probabilmente non si è resa conto dell’importanza della sua decisione: proclamando lo stato di emergenza e avocando a sé speciali poteri, il Presidente ha – probabilmente senza volerlo – riaffermato che la sovranità francese è nazionale e non può appartenere a nessuna entità europea sovranazionale. Questa svolta – analizzata da Sapir in termini giuridici – avviene proprio mentre l’Unione Europea si sta sgretolando, e potrebbe essere il primo passo nella riaffermazione degli Stati-Nazione.

Di Jacques Sapir (traduzione VocidallEstero)

"Gli attacchi che hanno sprofondato Parigi nel lutto venerdì 13 novembre suscitano in noi orrore e ribellione. No, non è la prima volta che viene versato sangue a Parigi. Sono ancora freschi nella nostra mente i ricordi degli eventi della tragedia che si svolse presso la redazione editoriale di Charlie-Hebdo e presso il negozio Hyper-Casher lo scorso gennaio. Continuiamo a piangere i morti. Ma le carneficine multiple di questo 13 novembre hanno portato un salto qualitativo nell’orrore e nella meschinità. Ora è il tempo del lutto e del cordoglio per le vittime e i loro cari. Il tempo di agire verrà dopo. Ma è importante che esso venga illuminato da un periodo di riflessione. E, riguardo a questa riflessione, emerge la questione della proclamazione dello stato di emergenza di François Hollande.
Questo annuncio ha conseguenze che vanno ben oltre le sue implicazioni pratiche. Nel decidere di proclamare lo stato di emergenza, come è definito dalla legge dal 1955, François Hollande sta facendo una mossa di cui probabilmente non ha compreso tutta la dimensione e la portata. Perché ha dato ragione a tutti coloro che difendono il principio di sovranità.

Il ritorno della sovranità

Dobbiamo allora sottolineare il fatto che nel decidere di decretare lo stato di emergenza, il Presidente della Repubblica ha compiuto un atto sovrano. Lo ha fatto in nome di tutti noi, in nome del popolo francese. Ma, così facendo, nel decidere lo stato di eccezione e che cosa deve essere fatto all’interno dello stato di eccezione, ha riportato sulla ribalta politica la questione della sovranità, contraddicendo quanto sostengono i leader dell’Unione Europea e i loro teorici. Inoltre, lo ha fatto in un momento in cui l’Unione Europea si trova in una situazione critica. Gli accordi di Schengen sono, a tutti gli effetti, decaduti, e possiamo vedere una convergenza delle crisi: in Grecia, in Portogallo e anche in Gran Bretagna (con il referendum su una possibile uscita dall’UE) così come in Spagna, dove il problema della Catalogna è noto a tutti. Questo è il contesto molto particolare della sua decisione.
Non possiamo sapere se egli fosse cosciente del significato profondo delle sue azioni ed è probabile che egli creda di stare solo rispondendo a una semplice emergenza. Ma la sua decisione ha implicazioni che vanno ben al di là di essa. Essa segna il forte ritorno della nozione di sovranità.
Sappiamo, infatti, che per Carl Schmitt (giurista e filosofo politico tedesco NdVdE) «il sovrano è colui che decide in una situazione eccezionale». Questa definizione è importante. Quindi è importante esaminare attentamente queste parole. Emmanuel Tuchscherer giustamente osserva che esse «designano infatti il legame tra il monopolio della decisione, che diventa il marchio essenziale della sovranità politica e una serie di situazioni riepilogate con il termine Ausnahmezustand, che, di là della genericità della «situazione di eccezione,» qualifica quei casi limite che C. Schmitt enumera nella stessa sezione senza realmente distinguerli: «in caso di necessità» (Notfall), «lo stato di urgenza» (Notstand), le «circostanze eccezionali» (Ausnahmefall), in breve, la situazione tipica dell’ extremus necessitatis casus che di norma impone la sospensione temporanea dell’ordinamento giuridico ordinario». È importante capire che questa sospensione dell’ «ordinamento giuridico ordinario» non implica la sospensione di tutto l’ordinamento giuridico. Al contrario. La legge non si ferma con la situazione d’eccezione, ma si trasforma. L’azione della legittima autorità diventa, nel contesto di una situazione d’eccezione, un atto giuridico. E si capisce quindi l’importanza di una chiara definizione della sovranità.
Schmitt spiega la questione in diversi modi, ritornando più volte alla sua formula iniziale: è quindi sovrano «colui che decide, in caso di conflitto, qual è l’interesse pubblico e qual è l’interesse dello Stato, la sicurezza, l’ordine pubblico e la salute pubblica». In realtà, questo è più di un semplice chiarimento. Notiamo che questa nuova definizione infatti trasforma l’identificazione della sovranità dall’essere un criterium organico (la domanda quindi è «chi decide?» o, nel vocabolario giuridico, quis judicabit?) a qualcosa di molto più concreto, specificando le circostanze in cui (in una situazione di conflitto) e le materie per le quali (l’interesse pubblico e l’interesse dello stato) diventa necessario governare per decreti. Si noterà anche che l’interesse dello stato viene distinto dall’interesse pubblico. Ma mentre l’interesse dello stato viene definito (la sicurezza e la salute pubblica, l’ordine pubblico), l’interesse pubblico rimane indefinito. Dobbiamo cercare di capirne il perché.

VIDEO Il servizio di Report che incastra il Governo

Come si definisce l’interesse pubblico?

L’interesse pubblico non può essere definito a priori, perché tale approccio, infatti, significa limitare il potere della comunità politica. Tuttavia, questo è precisamente il punto dove Schmitt afferma il primato della sovranità. Solo la comunità politica, che noi chiamiamo la gente, è in grado di definire l’interesse comune e nessuno può pretendere di orientare o limitare la sua capacità di farlo. Da questo punto di vista, Schmitt è a favore della sovranità popolare. Ma la gente decide in un dato momento, ed è importante qui capire il significato di questi termini.
La definizione dell’interesse comune ,infatti, può essere fatta solo all’interno di un contesto, a meno di far finta che la gente, o i suoi rappresentanti, possano essere dotati di onniscienza ed essere in grado di definire in anticipo la totalità degli scenari in cui si dovesse definire l’interesse comune. Eppure, è proprio l’emergere brutale di un contesto nuovo e minaccioso che induce la «situazione di eccezione». Questo è assolutamente essenziale. L’esistenza di una situazione di eccezione, quella che i giuristi chiamano il caso di «extremus necessitatis», è comunque citata da Bodin (filosofo e giurista francese NdVdE) perché esenta il sovrano dalla normale osservanza della legge. Bodin cita il caso emblematico dell’eccezione legale, con un’interruzione della legge normale, ma senza che il principio della legge stessa venga interrotto. La natura della sovranità stessa è profondamente legata allo stato di eccezione attraverso il quale rivela sé stessa.
Per Schmitt, è il contesto del conflitto – o della situazione di emergenza se si vuole estendere il ragionamento – che serve a definire questo interesse comune. Schmitt indica quindi i limiti inerenti l’argomento giuridico e, più precisamente, i limiti di un argomento essenzialmente fondato sulla nozione di legalità.
Questo argomento, che lui avversa, può essere considerato come un esempio di positivismo giuridico. Questo è perché pretende di definire per legge, o in altre parole, legalmente, ciò che può essere definito solo per rilevanza, vale a dire per legittimità, che l’argomento strettamente legale si rivela incapace di comprendere il senso profondo dello stato d’eccezione e, oggi, dello stato di emergenza. Questo argomento legale non può logicamente qualificare tale situazione puramente fattuale che, per definizione, tracima dagli argini delle consuete categorie legali.
Ma è altrettanto evidente che questo interesse comune, che funge da base e giustificazione per lo stato d’eccezione e per lo stato d’emergenza, può essere provocato e anche degenerato dalle azioni del governo. E questo solleva la questione del rispetto della legge, quando la legge stessa può essere temporaneamente sospesa.

La nozione di “legale” nel contesto dello stato di emergenza

Nasce quindi l’esigenza di scoprire con che mezzi lo Stato costituzionale può imbrigliare le autorità pubbliche in situazioni critiche dove queste tendono proprio a sciogliersi dalle solite limitazioni, pur rispondendo ai vincoli specifici di una situazione d’eccezione. Anche se la decisione di ricorrere a qualche forma di stato di eccezione, ad esempio lo stato di emergenza, si sviluppa ai margini dell’ordinamento giuridico normalmente prevalente, essa non sfugge completamente alla legge, dal momento che non esiste alcuna situazione d’eccezione a meno che essa non sia espressamente qualificata come tale. La situazione di eccezione sospende in tutto o in parte l’ordine giuridico ordinario, per come funziona in circostanze normali. Ma la situazione di eccezione non esonera del tutto l’ordine legale. In nessun caso c’è un vuoto o una totale assenza di legge. La situazione d’eccezione mostra al contrario la vitalità di un’altra variante di questo ordine. Possiamo considerare che sia l’ordine politico o sovrano normalmente nascosto dietro il quadro puramente formale e procedurale dell’ordine normativo del diritto comune: «In questa situazione, una cosa è chiara: lo stato resiste, laddove la legge recede. La situazione d’eccezione è sempre qualcosa di diverso dall’anarchia e dal caos, e questa è la ragione per cui, in senso giuridico, un ordine esiste ancora, pur essendo un ordine che non è quello della legge. L’esistenza dello stato ha qui un’incontestabile superiorità sulla validità della norma legale.».

Schmitt ha rivisitato la nozione di sovranità in un lavoro seguente sul Concetto della Politica. Egli porta alla ribalta l’opposizione centrale “amico-nemico”, come giustamente osservato da Tuchscherer. Ma pone anche al centro del dibattito: «l’unità sociale […] a cui appartiene la decisione nel caso di un conflitto e che determina il raggruppamento decisivo tra amici e nemici». Una possibile interpretazione è che questa «unità sociale» non è nient’altro, o non dovrebbe essere nient’altro, se non le persone che agiscono, la «gente stessa.» In realtà, è l’opposizione “amico-nemico”, che definisce la politica, ma questa opposizione può essere sollevata solo dall’«unità sociale». E a quest’ultima spetta l’onere di definire quelli che sono gli antagonismi concreti, i conflitti concreti e, infine, le situazioni di crisi. Oggi capiamo molto meglio il significato di questi concetti. Ed è in questo senso che François Hollande si è appena schierato a favore dei sovranisti, prendendo debitamente atto del significato della sovranità.
È probabilmente ironico che sia un Presidente così indeciso, sottoposto ad i vari diktat europei, che sta prendendo su di sé la decisione di imporre lo stato di emergenza, facendo così il ricorso proprio a quegli stessi meccanismi che professa di detestare. Ha dovuto farlo, perché gli eventi glielo hanno imposto. L’interesse comune solleva la testa nelle crisi, in un contesto particolare. Ma la sua decisione è una tappa, e non di poco conto, verso la ricostruzione della sovranità nazionale in un momento in cui l’Unione Europea sta collassando. È probabile che, seguendo la sua abitudine di voler conciliare gli estremi, il nostro Presidente, osservando con stupore la sua stessa audacia, farà un tentativo di invocare l’Europa. Non importano le parole che potrebbe utilizzare. Quel che è fatto è fatto e non può essere facilmente annullato. François Hollande, suo malgrado, ha appena dato nuova vita e il posto che merita alla sovranità e al sovranismo".

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • natachasanchez 2 anni fa
    la soluzione per celebrare bene le famiglia sophiegillet@live.fr Siete in cerca di finanziamenti per aumentare la tua attività in una sola volta alla realizzazione di un progetto, un appartamento, ma purtroppo, spesso si cade su persone disoneste che approfittano della povera gente come noi che hanno bisogno di questo prestito per soddisfare le mie esigenze. Anche la banca impone le condizioni che si riesce a completare i giorni approccio e dovete affrontare problemi familiari, più preoccupazione, dopo la mia ricerca, ho parlato con il mio vicino di casa che mi ha consigliato una persona. Quello che ho fatto, senza mentire, ho ricevuto un prestito di 50.000€ e ho molti altri amici che hanno ricevuto prestiti al suo livello senza problemi. Ho avuto la mia domanda di credito senza protocollo onestamente. Se avete bisogno di prestito come me, è possibile scrivere e spiegare la tua situazione dovrebbe aiutare sua e-mail: sophiegillet@live.fr Hai bisogno di soldi per iniziare il vostro business? Il mutuo? Prestito internazionale? Prestito educativo? Prestito di fattoria Sei pronto a crescere il tuo business? Sai che li aiuterà come ha fatto per me e i miei amici
  • spina elena Utente certificato 2 anni fa
    Offerta di prestito di denaro tra privato serio ed affidabile Lancio una chiamata a tutti coloro che hanno bisogno di finanziamento per il loro esplicito che prestano denaro 1000€ a 1000.000€ credibile ad ogni persona capace di rimborsare con interesse al 3% all'anno ed i periodi di 1-35 anni, in funzione della quantità necessaria. Lo faccio nei domini seguenti: - Prestito - Ipoteca - Prestito all'investimento - Prestito auto - Consolidamento del debito - Riacquisto di credito - Prestito personale - Siete nell'archivio Sono incastrati, divieti bancari e non dovete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di finanziamento, un cattivo credito o necessità di denaro per pagare le fatture, fondo da investire sulle imprese. Siamo in grado di soddisfare i miei clienti tra le 48 ore a seguito della ricezione del vostro credito ben formulate. Se avete realmente bisogno del denaro di questo prestito in buono stato per favore contattarsi prima di oggi per ottenere il prestito. PS/astenersi ma non grave. E-mail: spinaelena10@gmail.com Dunque, sono impaziente delle vostre domande. Grazie della vostra comprensione
  • spina elena Utente certificato 2 anni fa
    OFFERTA DI PRESTITO TRA PRIVATO BUONGIORNO Nomino Enrico Rossi Ugo uomo economista, proprietario di molte imprese e società di petrolio un po'ovunque nel mondo, Europa, Asia e Africa. offrendo prestiti Rimborsabili alle persone bisognose. Approfittate del mio credito pronto rapido e scurite scegliere il vostro nuovo Progetto. Un prestito personale di 1.000 € a 20.000,00€ a 45.000,00€ a 500.000,00€ a 10.000.000, 00€. Un prestito a tasso sensazionale da partire dal 3% Annuale. Una dilazione del pagamento: non rimborsate nulla durante I primi 2 mesi. La scelta della durata adeguata al vostro bilancio: potete Rimborsare il vostro credito su 12 a 180 mesi. Finanziamento del vostro progetto al 100% Non necessità di cambiare banche. Ottenete il vostro denaro rapidamente, nelle 48h appena il vostro Contratto di prestito rapido è diventato definitivo. Avete la possibilità di modulare i rimborsi Del vostro prestito rapido tutti in crescita o in diminuzione I 6 mesi. In attesa di una risposta favorevole, li prego di autorizzare, l'espressione di La mia alta considerazione. Potete beneficiare di un'assicurazione per il vostro credito. Per più informazioni potete contattarlo per mail: E-mail: spinaelena10@gmail.com
  • spina elena Utente certificato 2 anni fa
    Ciao Il vostro menu del mese Ecco l'offerta più attesa dei privati. Realizzate i vostri progetti senza toccate a voi economie. Ciò è possibile facendo la vostra domanda di credito in questo giorno. Un credito secondo le vostre necessità. Un credito da ricevere senza garanzia. Un credito che riceverete senza dettagliato i vostri progetti. Scegliete l'importo della vostra scelta che va di 5000€ a 500.000,00€ La vostra domanda sarà convalidare in 24:00 Prendete contatta con il sig. Didier gomesse all'indirizzo e-mail: spinaelena10@gmail.com
  • spina elena Utente certificato 2 anni fa
    Offerta di prestito con il 3% d'interesse Alla vostra attenzione: Avete problemi di finanziamenti? Volete migliorato la vostra vita? Preoccupato più li può che avete una soluzione ai vostri problemi. Siamo un'organizzazione molto seri che funziona da anni nel settore finanziario. Volete volere contattarli per più precisione. Non dimenticate precisato vostro importi. NB: Il nostro finanziamento inizia a partire da 5.000€ a 5.000.000,00 €. Potete scriverlo al mio indirizzo mail: spinaelena10@gmail.com Buona comprensione
  • spina elena Utente certificato 2 anni fa
    Offerta di prestito con il 3% d'interesse Dispongo di assegno di prestito che va dal 2000 a 950.000€ agli anziani su un tasso d'interesse molto interessante che dura di 1 a 20 anni di rimborso. Se ciò vi conviene non esitate ad inviarmi la vostra risposta sulla posta elettronica: spinaelena10@gmail.com
  • spina elena Utente certificato 2 anni fa
    Aiuto di finanziamento e credito ai privati Avete necessità di denaro per comperare un'automobile, un appartamento, pagare la vostra fattura, creare un'impresa o finanziare un progetto ma purtroppo la banca vi pone condizioni di cui siete incapace. Cioè avete tanto chiesto crediti e siete caduti su cattive persone. Siamo francesi e facciamo di prestito ad ogni persona che va di 1000€ a 2.500.000€ ed il nostro tasso è pari al 3% l'anno. Il nostro scopo è di aiutare i nostri fratelli e sorelle nelle difficoltà di denaro a lottare contro la povertà. Non esitate a contattarli per ulteriori dettagli: spinaelena10@gmail.com
  • Antonio B. Utente certificato 2 anni fa
    E se fosse una messa in scena per decidere in modo autoritario una cessione di sovranità militare? Il giorno dopo l'attentato il sole 24 ore è un uscito con "Perchè serve l'esercito unico europeo". Se comincia la Francia, seguiranno a nastro gli altri. http://ma-guarda-e-passa.blogspot.it/2015/09/la-politica-del-debito-lue-lezione-dal.html Se poi consideriamo che stanno distruggendo le nostri Forze dell'Ordine con tagli e accorpamenti...2+2... https://www.facebook.com/antonio.brianza/posts/10208517087831044?pnref=story
  • veta 2 anni fa
    !!! NON IGNORARE, PRENDERE IL TEMPO DI LEGERE QUESTA TESTIMONIANZA CHE HA CAMBIARE LA MIA VITA !!! Il mio nome è signora VETA BORDEIANU ho 40 anni sono una madre di una figlia di 3 anni. Un mese fa mia figlia soffriva di cancro al cervello. Ho avuto 20000€ per garantire il suo recupero così mi metto alla ricerca di prestito. Ma purtroppo per me io stavo frodare di essere creditore senza scelta che ho perseverato nella mia ricerca per fortuna che il mio coraggio mi ha messo sulla persona giusta Karen GARCIA PINTO di signora che mi ha dato un prestito di 20000€ in 72 ore solo tramite bonifico bancario, che ha permesso la guarigione di mia figlia e l'apertura della mia piccola impresa. Questa prova è per te che sono stanchi di essere rifiutati dalle banche. Avete abbastanza sai dove mettere la testa che segue i vostri problemi finanziari. Avete bisogno urgente, veloce, affidabile e legittimo di un singolo indirizzo di finanziamento per essere soddisfare. Indirizzo email: pinto.karen01@gmail.com
  • Pierluigi Benigna 2 anni fa
    Caro Beppe, buongiorno.Ecco alcune riflessioni a freddo dopo i tragici avvenimenti accaduti in Francia. Guardiamo indietro:possiamo sicuramente affermare, senza tema di smentita, che in Europa negli ultimi venticinque anni si siano succeduti politicanti che non hanno guardato oltre il proprio naso, al massimo hanno controllato il contenuto della tasca posteriore destra dei pantaloni. Guardiamo intorno:abbiamo lasciato il nostro presente ed il nostro futuro a questi politicanti stipendiati dalle multinazionali, li abbiamo lasciati costruire un mondo di merda, un mondo di tossicodipendenti, di disoccupati, di falliti , di disperati.(meno male che di pulito c'è almeno il Vaticano...).Guardiamo avanti: guerrafondai che ci porteranno quantomeno ad una trentina d'anni di sangue; con il merito comunque di un significativo ridimensionamento demografico. Ma cosa fanno i cittadini europei? Fanno fiaccolate, ingrassano i fioristi e cantano la marsigliese! Non vi sembra un po pochino??? Ma vogliamo cambiare questo mondo di merda? Se si: MANDIAMOLI TUTTI A CASA !!! Se no: una bella maglietta con su scritto JE SUIS PIRLA. Saluti caro Beppe con infinita stima.
  • homofaber 2 anni fa
    Orsù, petto in fuori e tutti in coro, avvolgiamoci in una toccante Marsigliese (ma non è quella cantilena che fino a ieri non sopportavamo, quanto meno discutevamo, a simbolo d'un Paese arrogante che s'appropriò persino di una musica composta da nobile piemontese?); e abbracciamoci ancora tutti, stringendoci forte ai nostri 'cuginetti' (ma non erano quelli che... sciovinisti, spocchiosi, insopportabili e persino un po' sozzi, con quel bidet da loro inventato ma poi abbandonato, eliminato?); e per essere ancor più solidali, bombardiamo mano nella mano qualche Stato dannato, in una nuova missione a ostia di f-35, tanto per scolarizzare, civilizzare e far ravvedere un po' i nostri comuni nemici'. E passi pure quel Napoleone che assoggettò l'impero papalino e fece arrestare un Papa, così come le dispute accese (restiamo tanto soft) per Tunisia, Nizza e Corsica; e tacitiamo i reclamati accoltellamenti alle spalle (vicendevoli) da Bismarck alla seconda guerra mondiale a...; e non consideriamo i tanti dispettucci ossessivi per la fashion o il vigneto migliori, le testate fanciulle di Zizou o il machiavellismo patriottico di Materazzi; e mettiamo in un armadio gigante le infinite altre divisioni e querelles che non ci hanno mai affratellato nè ispirato solidarietà; superiamo coscienziosamente tutto: in nome (o bestemmia) della pace. Tanto, guerra e armi e terroristi d'occasione, esisteranno sempre; e ingrasseranno i paperoni della morte ma anche un po' noi. E comunque, fuori dal reciproco orticello, entrambi decidiamo poco, forse nulla
  • Roberto Benedetti 2 anni fa
    Eh la là Il pessimismo vi assale, io direi che è più la fine di uno stato mafioso all'interno dell'Europa... ci buttano fuori a calci in culo o ci prendono a calci in culo venendoci dentro? Voi che dite?
    • Zampano . Utente certificato 2 anni fa
      Evidentemente non conosci quanto criminale sia lo Stato di Juncker, della Merkel, di Holland e compagnia bella. Ogni tanto guarda anche in casa d'altri, e scoprirai che la "mafia" è pure lì e che l'UE è la più grande organizzazione criminale o se preferisci associazione a delinquere che sia mai esistita...
  • marco andrea antonio guerrieri Utente certificato 2 anni fa
    La situazione dell'Europa https://soundcloud.com/marco-guerrieri-3/la-germania-e-linflazione?in=marco-guerrieri-3/sets/litalia-pu-farcela-bagnai
  • lalla b. Utente certificato 2 anni fa
    Anche Raul Gardini si è suicidato con due colpi di pistola alla testa. E' metodo più collaudato nel nostro paese per zittire persone scomode o poco accomodanti.
  • Silvio Fabretto 2 anni fa
    Ma la sovranità nazionale c'è sempre stata, chi ha scritto l'articolo ha scoperto "l'acqua calda". Veramente, escluso qualche ingenuo, si è mai pensato che esistessero Gli Stati Uniti D'Europa??? o l'Europa Unita???? Via cerchiamo di essere concreti....e non diamo a bere certe favolette...
    • paolo diamante 2 anni fa
      La spiegazione che sembra bellissima, non convince. Negli USA, che sono un'Unione, la "stato di emergenza o di necessità" lo dichiara il Governatore dello Stato, non il Presidente degli USA stessi. Dunque, l'Unione non viene minacciata dal gesto del Governatore. Il resto del post è una articolata esposizione del nulla. Leggiamo un po' di diritto Costituzionale comparato! Paolo Diamante Roma
    • Zampano . Utente certificato 2 anni fa
      Dov'è la sovranità nazionale nel momento in cui tu, firmando un trattato che prevede vantaggi per l'Europa, sei pronto a sacrificare quelli della tua nazione Italia, cosa che avviene da ormai tre lustri? La Francia, la Germania etc ragionano in termini di Europa quando gli conviene, ma per il resto continuano a comportarsi come Stati nazionali. L'Italia fa l'esatto contrario, si autoflagella e poi spera che pure gli altri facciano altrettanto! Fuori dall'Europa subito!
  • Alessandro P. Utente certificato 2 anni fa
    Nazionalismo? Hollande ogni volta che c'è da attaccare un paese sovrano nord africano ci mette la firma. Ricordiamo i suoi complimenti ad al qaeda contro la Siria. Ora l'amico dei terroristi grazie ad un attentato terroristico ottiene più potere, sconti economici dall'ue e un via libera morale per bombardare la Siria: una coincidenza? attentatori da Francia e Belgio sono una coincidenza? Nella nostra storia abbiamo avuto gli attentati di stato, come facciamo a sapere che anche questi attentati non sono di matrice politica interna? Cui prodest? A pensar male si fa peccato ma ci si azzecca spesso (e le informazioni disponibili sono ancora troppo poche per avere certezze). p.s. lo stato di emergenza serve a limitare i diritti dei cittadini (manifestazioni e associazioni) e soprattutto quelli dei media che potrebbero essere condannati senza alcun processo: l'impatto sul terrorismo di tale provvedimento è zero.
  • Sandro Carlucci 2 anni fa
    Il ritorno agli Stati nazione e la fine de'UE credo sia l'unica soluzione di salvezza per molti paesi Europei. Un'Europa controllata da interessi privati ( banche e multinazionali ,e, politici corrotti non funzionerebbe mai per un benessere comune. Il modello ... non e' funzonato qui e non sta funzionando nemmeno in Europa. L'avidita' finanziaria, e, il voler controllare le masse tramite poverta' e schiavismo non ha funzionato nel passato e non funzionera' nemmeno adesso. Il terrorismo come lo vedo io, e' un'arma di distrazzione di massa, perpetuato nel silenzio da coloro che lo hanno creato per i loro interessi privati.
  • Lalla M. Utente certificato 2 anni fa
    La risposta del pubblico occidentale a World War III sarà: twittate più gatti!
  • claudio g. Utente certificato 2 anni fa
    articolo che fotografa i tempi in cui viviamo : http://www.ilpedante.org/post/socialismo-per-ricchi/
  • antonello c. Utente certificato 2 anni fa
    purtroppo la situazione attuale é disastrosa , per non dire peggio , i camerieri delle corporazioni non ammetteranno mai che questo é un progetto criminale , voluto per sottomettere le democrazie e la volontà popolare .. intervento di qualche mese fa , from Grecia , saluti https://youtu.be/Z6HqzHjh8VE
  • Toto A. Utente certificato 2 anni fa
    O.T.: "Banche, il governo vara il salvataggio delle quattro in crisi: nessun trattamento speciale e niente fondi pubblici" Da dove arrivano da Marte ???????? Cordialità
    • darianniversary Utente certificato 2 anni fa
      azz... che malfidati
    • Beppe A. Utente certificato 2 anni fa
      come se uno sgravio ires (tasse da coprire in altro modo) non fossero soldi pubblici http://www.pressreader.com/italy/libero/20151122/281895887149267/TextView
    • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
      invece stanno pensando di formare una società pubblica/privata con soldi pubblici per parare e garantire gli interessi dei privati, tra cui la banca etruria nota alle cronache per quei giochetti famigliari.
  • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
    l'UE permetterà alla FR lo sforamento del 3% per sostenere le spese di guerra, mentre non lo permette per le politiche sociali dopo aver ridotto in povertà milioni di cittadini UE, con le politiche economiche e finanziarie criminogene.
    • Beppe A. Utente certificato 2 anni fa
      sanno benissimo che i paletti che hanno messo (deficit, fiscal compact ecc) sta facendo crollare l'economia UE senza la flessibilita' degli stessi. Non potendolo fare e dire esplicitamente (autocondannandosi)lo fanno con la deroga a quello miltare (che dara' solo un respiro momentaneo)
  • vincenzodigiorgio digiorgio Utente certificato 2 anni fa
    Magari fosse ! L'Europa smantellata sarebbe un' ottima soluzione per tutti ! Frontiere chiuse , economie in rapida ripresa , niente terrorismi di rimbalzo , niente clandestini in quanto li dovremmo tenere a vita . Sarebbe contenta anche l'America che la smetterebbe di romperci le scatole ! Chi se ne dorrebbe ? L'alta finanza ! E allora vuol dire che non si smantellerebbe più ! Rimarrebbe così com'è , tenuta insieme da spago e fil di ferro .
  • Giovanni Allegra 2 anni fa
    E' questa l'Europa che hanno pensato per noi? http://www.informarexresistere.fr/2014/05/07/il-piano-kalergi/ Fermate il treno, voglio scendere.
  • andrea 2 anni fa
    Che cazzata...magari fosse cosi'... Nell'India colonizzata dagli inglesi o nell'Algeria colonizzata dai francesi secondo voiquando accadeva un terremoto o un qualunque evento eccezionale dovevano chiedere il permesso alla madrepatria colonizzatrice prima di dichiarare lo stato di emergenza? Lo dichiaravano subito, pur essendo colonizzati. Completamente sotto padrone anche se conservano ridicoli elementi di finta indipendenza. Quella cosa inutile di hollande ha pur sempre dei poteri di semplice facciata. La colonizzazione ue ( quella VERA che e' prettamente economica finanziaria) rimane identica a prima. Gli hai fatto il solletico alla ue quando ti prendi il "lusso" di dichiarare lo stato d'emergenza. Sai che grande atto d'orgoglio e di indipendenza...ma fatemi il favore....
  • paolo romanello 2 anni fa
    Dalla nascita di questa unione europea, è apparso chiaramente quale scopo avesse, nascendo prima la moneta che non l'unione vera e propria. Lo scopo era il favorire la finanza, le banche, in poche parole il dominio delle economie e chiaramente favorire l'America , discorso fatto da Monti ai giornalisti, una crisi economica che avrebbe di fatto favorito gli USA e quindi chiaro il portare leggi economiche Americane in Europa, come quella sulle multi nazionali con pesanti sanzioni a chi non favorisce il proliferare delle stesse.Detto questo, oggi è evidente che le Nazioni, non vogliono rinunciare alla loro sovranità, emblematico il tragico fatto Francese che ha fatto si che il governo, attuasse norme individuali dello stato Francese e proclamasse lo stato di emergenza,dichiarando di fatto , il proprio diritto di Stato autonomo nelle decisioni, non tenendo conto di far parte di un unione che in effetti, unione non è.Di fronte ad aggressioni o a problemi economici gravi come la situazione Greca, è molto opportuno che ogni Stato,possa agire liberamente senza soggiacere a vincoli posti da altri che non devono comandare a casa d'altri.Spero sia un primo passo verso un unione diversa che tenga conto ma sopratutto rispetti tutti gli Stati membri e che diversamente non avrebbe ragione di esistere.Un unione che faccia gli interessi di tutti e non di pochi come sta facendo ora. Buona vita a tutti! Paolo buon.
  • vincenzodigiorgio digiorgio Utente certificato 2 anni fa
    Finiamola con la commedia ! Ormai è chiaro a tutti che quello che accade in medioriente , nordafrica e Ucraina è stato pianificato e attuato dall'occidente costretto a seguire il trio Stati Uniti , Inghilterra , Francia . Al grido di democrazia per tutti si sono arruolati mercenari " ribelli " che rendessero difficile la vita dei Gheddafi , Assad e Ben Ali per avere la scusa di bombardarli e destituirli per instaurare la democrazia che vediamo , il tutto dopo avere eliminato Saddam colpevole di avere armi di distruzione di massa mai trovate ! Con l'Ucraina il cerchio di fuoco attorno all'Europa si è completato e con la globalizzazione selvaggia e l'euro le si impedisce di diventare una vera entità politica .
  • Lino Viotti Utente certificato 2 anni fa
    . Quando faremo come ad esempio La Svizzera e l'Australia : SARA' SEMPRE TROPPO TARDI !!!
  • Rosa Anna 2 anni fa
    Europa quale Europa ? quella di Giuseppe Mazzini e di Victor Hugo ? O quella delle lobby e delle banche ? L'Europa il paese che non c'è, occorreva costruirlo con la democrazia diretta Con un unica lingua l'esperanto Iniziando ad insegnarlo nelle scuole materne come era stato auspicato nel 1952 Un utopia ormai irraggiungibile L'Europa unita non è mai esistita fin dall'inizio si è pensato solo di condividerne l'economia l'Europa è nata CECA e ...atomica Non vogliamo disintegrarci Vogliamo costruirla con la democrazia diretta ?
  • f.d. 2 anni fa
    Che i governanti e tecnocrati europei dovevano decidere sulle misure e della curvatura delle banane direttamente con il loro corpo, non ci sono dubbi e speriamo venga meno il loro lauto stipendio a carico di tutti. Che la Francia, da sempre rifugio di politici-terroristi di sx, dove l'intellighenzia radical scic ora toccata nel personale vivere reagisca è giusto, ma la collaborazione che oggi chiede è sempre stata negata agli altri. Non dimentico che tra tutti, un terrorista omicida italiano, da lei protetto, ha potuto sbeffeggiare le vittime, i famigliari e la nostra Nazione, ma anziché consegnarcelo dopo molti anni l'ha introdotto in America latina a continuare a dire che noi siamo torturatori. Noi non abbiamo applicato la legge marziale interna, come ora loro, ma leggi di mezzo – speciali per combattere gli omicidi interni derivanti da un malsano concetto. Che la Germania stia ora zitta e non interferisca pubblicamente come ha fatto negli ultimi anni nell'economia e nell'immigrazione degli altri per la sua salvaguardia e cosa che ci mancava. Evidenzia il suo fallimento egemone, anche nella politica Ucraina-Russa ed addirittura verso la Turkia, dove lo stadio (fischia alla marsigliese e slogan pro isis) ha dimostrato le distanze politico-culturali. Le promesse fatte dalla Germania, in termini di europa, per salvarsi dai profughi da lei invocati precedentemente, non devono interessarci, se non nella misura in cui dimostriamo di essere vassalli e di non avere una nostra precisa politica estera. Le decisioni d'altri (imbarco commerciale) ci hanno ridotto il gas russo, e (bombardamento libia franco-anglo) ci hanno tagliato i contratti commerciali petroliferi, mettendoci a “nudo”. Appiattirsi nell'europa, vuol dire sacrificare necessità, facendone virtù economica.
    • Zampano . Utente certificato 2 anni fa
      Sono daccordo con ciò che scrivi, ottimo riassunto degli eventi di questi ultimi anni, ma mi stupisco che ci sia gente che continua a esaltare i tecnocrati dell'UE e a non capire come stanno veramente le cose. Memoria corta o euroinomani convinti? Mah...
  • Patrizia 2 anni fa
    L´Europa ha fatto quello per cui e´stata creata: un supergoverno le cui leggi sono superiori alle leggi nazionali. Noi viviamo a tutti gli effetti in una dittatura, che e´anche peggio di quella Hitleriana. Perche´IN APPARENZA viviamo in una democrazia, andiamo a votare e il nostro parlamento fa le leggi. Ma il governo ombra, quello formato dalla finanza e dai grandi monopoli entrambi globalisti e non appartenenti ad alcuna nazione, sono riusciti a fare quello che la mafia nostrana sognava: controllare il potere legislativo e giudiziario. Tutti vedono trattati come il TTIP come una minaccia per l´introduzione di OGM, ma questo e´solo un "effetto collaterale". In realta´firmando il TTIP l´Europa diventa succube di leggi IMPOSTE dalle corporazioni che sono superiori non solo a quelle nazionali, ma addirittura a quelle europee. E, qualora ci sia una disputa su prodotti o qualsivoglia, chi decide e´il LORO TRIBUNALE, dichiarato "imparziale" perche´al di sopra dei vari stati. E non solo. Qualora l´Europa interrompa la commercializzazione di un prodotto dei globalisti e il tribunale lo dichiari invece "legale" l´Europa deve pagare i danni per la mancata vendita nel periodo di sospensione. E questo e´GIA´successo in Canada dove avevano avuto il coraggio di proibire un prodotto perche´dichiaratamente cancerogeno.
    • Zampano . Utente certificato 2 anni fa
      Concordo al 1000% ed è un piacere leggere i tuoi interventi.
  • epe pepe 2 anni fa
    CAPORETTO 2008+7 Tramonti a Nordest (Quando si parte per la guerra? 082) ANNUNCI SIMMETRICI 22 settembre 2015 Migranti, accordo Ue per 120 mila ricollocati. 16 novembre 2015 Migranti. Meno di cento i ricollocati dall'Italia. 15 settembre 2015 Immigrazione, Alfano: faremo 5 hotspot in Italia, quasi tutto in Sicilia. 4 novembre 2015 Alfano: prima di creare altri hotspot per migranti vogliamo vedere vere relocation Ue. 22 novembre 2015 Terrorismo, Alfano: l'Italia può stare tranquilla, la nostra intelligence funziona. -------------------------------------- Sarà. Ma mi sorge un dubbio. .
  • bruno p. Utente certificato 2 anni fa
    IL TERRORE PALPABILE L'Europa è l'unica responsabile delle sue insicurezze conseguenza delle scellerate politiche economiche sul lavoro e sul welfare che hanno destrutturato il tessuto sociale e ghettizzato le periferie. Non è forse terrore l'incertezza occupazionale e la paura di diventare poveri? Ebbene io vedo l'enorme smarrimento delle nazioni e dei governi di fronte agli attentati francesi come mai è successo nella storia Europea perchè questo è un attacco che viene dal nostro ventre molle. A volte gli atti terroristici e quelli di sangue in genere ci destabilizzano ma non dobbiamo perdere il filo logico che lega tra di loro le vicende dimenticando i passati trascorsi dove una Europa cinica ed egoista ha visto milioni di persone cadere nella disperazione . Una Europa dove hanno trionfato l'iniquità e le differenze sociali,impassibile di fronte alle difficoltà del Portogallo,della Grecia,della Spagna e della stessa Italia e dove gli stessi governi nazionali si sono nascosti dietro l’Europeismo per giustificare una classe politica asservita agli interessi delle lobby. Le banche,i palazzi di Bruxelles, l’ONU non sono un nemico palpabile i terroristi invece si.Ci mostrano le loro fotografie,ci fanno vedere i blitz della polizia,le città blindate,i raid aerei mirati e chirurgici ma è tardi per nascondere il cadavere. L’Europa ha fallito tutti i suoi propositi,ha inasprito i rapporti con le sue periferie,ha dato una immagine di se sprecona e menefreghista contrapponendo alle sfarzose cene dei suoi palazzi decisionali la miseria della gente che faceva la fila alla caritas o che era ridotta al lume di candela nella propria casa dove gli era stata negata la corrente elettrica e il riscaldamento. Invece di correre ad armarsi ogni capo di stato si facesse un bell’esame di coscienza e contassi quanti figli di un dio minore ha prodotto in questi anni.
  • Patrizia 2 anni fa
    La drammatica vicenda di Parigi puzza sempre piu´di intelligence sia essa CIA o Mossad il cui unico scopo e´una piu´stretta UNIONE europea per distruggere il supposto nemico comune l´ISIS. Sarebbe credibile se non fosse che l´ISIS come AL QAEDA o TUTTI i loro predecessori sono stati sapientemente inventati e addestrati per creare caos, distruggere governi, deporre "dittatori" e come ultimo scopo impossessarsi di materie prime mettendo al loro posto governi fantocci. Io non penso che chi ha lavorato per decenni per creare un organismo come l´EU sia disposto a lasciarla scomparire. Al contrario ci ritroveremo tutti uniti a combattere il nemico comune che non e´l´ISIS, ma Assad e dietro di lui la Russia. Il conflitto potrebbe facilmente degenerare in una guerra nucleare, speriamo che Putin sappia tirarsi indietro. Ma la realta´e´che lo scopo ultimo e´la creazione di un governo mondiale, per cui NULLA e´un ostacolo, ne´la vita delle persone, ne´la sopravvivenza del pianeta. Il piano finale e´sbandierato a chiare lettere: riduzione della popolazione mondiale a 500 milioni di persone. Quelle, in un mondo in cui la tecnologia ha soppiantato l´uomo, e´il numero necessario per un ritorno ad un mondo feudale composto da una ristretta elite e una massa di schiavi. Tutto il resto NON SERVE.
    • Beppe A. Utente certificato 2 anni fa
      guardero'..ma che siano psicopatici e cocainomani (spesso incompetenti)ai piani alti e' assodato
    • Patrizia 2 anni fa
      Ho dimenticato: Georgia Guidestones. Piano dei globalisti scolpito su pietra: scopo finale un mondo incontaminato abitato da 500 milioni di persone.
    • Patrizia 2 anni fa
      La pensavo anch´io cosi´. Ma in realta´col progresso tecnologico si produce molto di piu´con molto meno. Ma produrre troppo significa anche esaurire le riserve mondiali, cosi´in AGENDA 21 spiegano chiaramente che bisogna ridurre la produzione e OVVIAMENTE la produzione di cibo, alloggi etc. Se nel mondo ci sono dieci monopoli non pensi che 500 milioni di persone con i dovuti macchinari possano produrre quanto basta per consentire a questo ristretto numero di persone di continuare a vivere come ora, anzi molto meglio, avendo a loro disposizione le ricchezze naturali che ORA sono divise con 7 miliardi di persone? Non dimenticarti che abbiamo a che fare con diabolici psicopatici che uccidono, rubano, saccheggiano SENZA IL MINIMO SCRUPOLO e sono impuniti perche´comperano TUTTO e TUTTI (quelli necessari) con le loro immense ricchezze.
    • Beppe A. Utente certificato 2 anni fa
      "Il piano finale e´sbandierato a chiare lettere: riduzione della popolazione mondiale a 500 milioni di persone." mangiato pesante ieri..a parte che non lo vedo sbandieratoda nessuna parte, senza i miliardi di consumatori casca l'architrave del piano ipotizzato
  • LUCA GORIA Utente certificato 2 anni fa
    Magari ci fosse un ritorno alla sovranità! Purtroppo questo stato di emergenza sarà affrontato con un "ci vuole più europa" più unità e collaborazione fra le forze di polizia. Gli Eurogendfor! Purtroppo da questa dittatura formale e sostanziale che è l'UE, dalla quale il M5S ha dichiarato (questa la linea ufficiale decisa non di certo dal basso: la base decide solo dove fare le piste ciclabili), di non voler uscire. E di voler uscire dall'euro attraverso un referendum: quindi non uscire nemmeno dall'euro (anche questa decisione è stata presa da chi?)
  • alma gemme 2 anni fa
    Come si chiama " foraggire il nemico con armi ed affari?" Gli Stati Nazione srvivono anche ad impedire che ciò avvenisse. Forse gli Stati Federati potrebbero essere una soluzione... Ma queta Europa sembra proprio sgangherata a beneficio di malviventi ed avventurieri.
  • Luca M. Utente certificato 2 anni fa
    buongiorno blog e qui caffè a 5 stelle!
    • Luca M. Utente certificato 2 anni fa
      ciao bella gente!!
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
      Luca per me nulla grazie comunque,...son nervoso!:)
    • epe pepe 2 anni fa
      Grazie. mandi.
    • elisabetta d. Utente certificato 2 anni fa
      Grazie
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
    A proposito di Decreto salva "quattro ladroni": Sabato pomeriggio alle ore 19,15 Decreto veloce(quando si vuole fare presto lo si fa)[....] Naturalmente il Fondo di Risoluzione non viene alla luce con 3,6 miliardi di euro “in tasca”: tutto il capitale verrà anticipato al nuovo ente dai tre gruppi Intesa Sanpaolo, Unicredit e Ubi, con due distinte linee di credito a normali tassi di mercato. La prima sarà a breve termine, e verrà ripianata entro fine anno, quando le altre banche italiane sane pagheranno quattro rate (quella del 2015 più l’anticipo del prossimo triennio) al neonato Fondo di Risoluzione, per un totale di circa due miliardi di euro. La seconda, più a lungo termine, verrà saldata quando i quattro istituti salvati dal naufragio saranno rivalorizzati e venduti sul mercato, ma in questo caso le tempistiche restano necessariamente un’incognita. ^^^^ In liguria dicono a "a bocce ferme" ...vedremo! http://www.estense.com/?p=496604
  • Alessandro L. 2 anni fa
    I viscidi continuano a dire che la politica estera del M5S è confusionaria. E' molto chiara la loro: lecchinaggio e il nulla !
  • Caciara ........Roma Utente certificato 2 anni fa
    @ pabblo a paole', si nun ridi manco co' questa nun so che ditte https://www.facebook.com/910171022396274/photos/a.910206475726062.1073741826.910171022396274/958883580858351/?type=3 p.s. cmnq so' mejo 'e lasagne cc
  • claudio g. Utente certificato 2 anni fa
    Tasse in Italia dal 1979-1993 1979: 25% 1993: 40% +60% https://stats.oecd.org/Index.aspx?DataSetCode=REV Debito pubblico Italia 1980-1993 1980: 52% 1996: 109% +100% https://stats.oecd.org/Index.aspx?DataSetCode=REV# Sembra che ci sia qualche correlazione tra aumento tasse e aumento debito pubblico e separazione tesoro e banca d’italia.e dopo la firma dei trattati da maastricht in giù e l'adozione dell'euro la situazione è peggiorata sempre di più. più europa non ci può che male come nazione..........
    • claudio g. Utente certificato 2 anni fa
      non ci può far che male come nazione
  • giampaolo gottardo Utente certificato 2 anni fa
    diamoci da fare subito a livello nazionale in modo autonomo italiano al fine di bloccare ogni spedizione di armi all'estero e nel rinforzare la nostra protezione nazionale rinforzando la nostra capacita' di difesa anche facendo fare il servizio militare ai nostri giovani che desiderino formarsi una capacita' difensiva moderna sia fisica che intellettuale ovvero caratteri stabili e forti da non cedere a balordaggini intellettuali.
  • VINCENZO ANTONA Utente certificato 2 anni fa
    L'attuale Europa è stata una vera catastrofe: si è pensato di fare la moneta unica senza prima avere una "comunione d'intenti". Se si fa la moneta unica senza prima avere uniformato gli stipendi, le norme, i diritti dei lavoratori e gli intenti comuni, è ovvio che se tutti hanno la stessa moneta ci saranno stati che avranno il "dominio" su altri. Questo è quello che è successo, siamo diventati terra di conquista (vedi aziende italiane S-Vendute)oltre ad aver perso credibilità con la conseguenza di essere "di fatto" trattati come la cenerentola europea.
  • giampaolo gottardo Utente certificato 2 anni fa
    caro Beppe e' il momento buono per dimostrare in modo logico, partendo dal fatto che in alto siamo noi singoli cittadini e ragioni sociali e sotto tutto il resto a sostegno della nostra vita, che e' il momento di esercitare e recuperare la nostra sovranita' ideologica, etnica e quindi decisionale sul nostro territorio.Europa di aggregazione di nazioni solo per unire contributi al fine di coprire singolarita' di valenza minima nelle singole nazioni ma di valenza sufficiente a giustificare investimenti di contributi da parte delle singole nazioni a livello di insieme e non altro a livello europeo; ogni nazione deve essere libera ed autosufficiente per la garanzia alla propria gente di un proseguo con progresso e non regresso di tutte le dimensioni della vita nel proprio territorio.No si puo' demandare ad altre etnie la propria sicurezza di vita: e' assurdo!
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
    date un pò un'occhiata qui! Grazie https://youtu.be/_d8ucuphAx8
  • Lalla M. Utente certificato 2 anni fa
    Di cosa abbiamo paura. E di cosa dovremmo averne. Maurizio Blondet 21 novembre 2015 http://www.maurizioblondet.it/di-cosa-abbiamo-paura-e-di-cosa-dovremmo-averne/
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
      Perchè vogliono destabilizzare e delle vite umane non gliene frega una cippa,sia per loro che per gli altri. Poi ipocriti fanno manifestazioni per fregare la gente comune,ma a loro interessa fare accordi con chiunque basta averne un guadagno. Ora sei mio alleato e domani,se mi conviene,sei mio nemico. Sono solo bestie e sanno di governare e comandare su un gran numero di "pecoroni" a tutte le latitudini! Ciao carissima e grazie sempre per le informazioni che dai. ^!^
    • Lalla M. Utente certificato 2 anni fa
      Un’ultima domanda: “perché questi attentati colpiscono sempre la gente comune, che non ha alcun potere decisionale né gli interessi di chi conduce le danze?”
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
      https://youtu.be/_d8ucuphAx8 ^.^
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 2 anni fa
    La decisione di Hollande di overagire nelle circostanze date e' stato dettato soprattutto da motivazioni di politica interna con le elezioni alle porte e la minaccia dell'ultranazionalismo della Lepen. Credo che lo stato di emergenza sia del tutto contingente. Certo ' un ulteriore vulnus alla costruzione europea nel momento della sua massima debolezza. Motivo in piu' per chiudere al piu' presto il dissier ISIS, prima che ci faccia fare un grosso salto i dietro nella storia della civilta' umana.
  • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
    Noi diciamo che non funziona ma altrove la copiano: http://news.yahoo.com/southeast-asian-countries-just-formed-own-version-eu-181820526.html Dove sono ora ho pagato un pacchetto da 500 gr di pasta Barilla quasi 3 euro . L'euro non vale piu' nulla: pertanto siamo in deflazione interna e perdita di valore verso l'estero: serve a riportare in alto le nostre esportazioni pilotato dalla BCE con il QE . Non puo' durare a lungo . Ok, se mangio papaya spendo meno ,ma almeno il baygon contro gli insetti...., pure quello costa il doppio.
    • Zampano . Utente certificato 2 anni fa
      La papaya costa meno della pasta? Una papaya costa ormai quattro euro e una volta che butti tutti i semini e la buccia ci mangi ben poco...
  • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
    Non e' che scrivo alle 4 del mattino , e' che sono fuori fuso orario a -5 . Pie speranze: secondo me finisce come tutto il "sistema" vuole che finisca: rafforza la BCE ed la burocrazia centrale in quanto l'orgoglio e' nazionale ma i terroristi venivano dal Belgio. Bombardare il Belgio (come l Arabia Saudita) non e' possibile. Quello che dovremmo chieder e' che i maggiori controlli (finanziari, passaporti, spostamento ecc ecc ) non siano a carico di tutti ma solo dei musulmani . Una sana discriminazione nella liberta' d'azione di "portatori sani di indole terroristica" mi sembra il male minore .
  • GIANCARLO O. Utente certificato 2 anni fa
    MI AUGURO SOLO CHE NON SIA L'INIZIO DELLA FINE DELLA EUROPA CHE STA TANTO A CUORE AGLI ITALIANI ONESTI.
  • Luca M. Utente certificato 2 anni fa
    io taggo il pd!
  • franco dimasi Utente certificato 2 anni fa
    ....questi valori che prolungano la vita sono:rispetto della persona,reddito per ognuno in modo che non nascano le invidie o le ingordigie di potere alle spalle della povera gente,istruzione,cura del territorio occupato dalle persone che nascono per vivere il più a lungo possibile.L'unica cosa che non si può sconfiggere è il terremoto o il dissesto idrogeologico,ma se l'antropologia culturale che per natura è intelligente riesce a capire la natura e crea degli habitat lontano dalle aree dei terremoti o da calamità naturali.Quindi caro holland da cittadino italiano ,europeo e del mondo ti invito a sconfiggere al più presto questi terroristi "matti" strumentalizzati dai loro governanti la cui pazzia è esponenziale.Solo togliedogli le armi(che hanno comprato da noi occidentali)come la pensa il m5s,si riuscirà a tornare alla pace,al dialogo e allo studio e ricerca delle cose che allungano la vita.Di esempi di tal genere vengono da tutte le parti del mondo,sta a te caro presidente a coglierle nella maniera più audace e tranquilla,in modo che la sovranità francese che tu vuoi sia di esempio agli altri stati limitrofi e lontani,i quali tutti devono capire che di morte si può morire solo naturalmente,o per calamità naturali;mentre sarebbe peccato mortale se seguiste una via di guerra che la storia millenaria ha fatto capire che è inutile e ridicola.Costruiamo vie della seta,monumenti di vita,tombe per coloro che danno benessere per l'umanità;quindi non dimenticare mai quanto accaduto ,ma con orgoglio facci capire a noi tutti che la vita è meglio della morte.
  • franco dimasi Utente certificato 2 anni fa
    Io penso che i fatti francesi sono gravi e inaccettabili;abbisogna che si risolvano al più presto non con la guerra,ma solo con il dialogo tra gli stati la ci parola d'ordine sia prima di tutto la pace,e la non distruzione dei monumenti o la morte delle persone.I terroristi sono una minoranza guidati da capi la cui mente è "pazza";non capiscono che il terrore è un gioco ironico e stupido che fà morire la gente;mentre se la mente di entrambi fosse serena e pacifica capirebbero che la vita è meglio godersela che morire precocemente senza amare i valori della vita.Quindi mi appello al presidente francese di colpire essenzialmente i pochi terroristi che sono ovunque disseminati nel mondo;una volta scoperti con intelligenza e caparbietà processarli con le loro leggi(francia) e consegnarli ai popoli da cui sono nati per far capire che il mondo è per la pace.Bisogna scoprire le cose che allungano la vita.....segue
  • gianfranco chiarello 2 anni fa
    Chi veramente ha a cuore le sorti del martoriato popolo palestinese, dovrebbe denunciare la criminale gestione dei loro capi politici e militari, che da troppi decenni utilizzano i loro sudditi, per azioni suicide o come scudi umani. Se sola un quinto dei fondi arrivati in Palestina negli ultimi 50 anni, fosse stato destinato per il benessere di quel popolo, oggi i palestinesi avrebbero la stessa qualità della vita, di cui oggi godono gli abitanti della Svizzera. Chiedetevi perchè la vedova di Arafat (con tutta la sua famiglia) vive da quasi 40 anni in un lussuosissimo appartamento a Parigi, con un bugdet mensile di oltre un milione di euro? Fatevi dire quanti sono nel mondo, le famiglie di questi capi militari e politici, che vivono come nababbi?
  • francesco Di matteo Utente certificato 2 anni fa
    Insomma, soltanto gli iracheni e loro sodali che offrono la vita per un ideale non hanno diritto ad un loro stato nazione? Li si vuole annichilare perché si sono stancati di essere ammazzati come cani, basta guardare i palestinesi che sono poi uno dei motivi che si è formato l'ISIS. Ammazzare talebani, 45 oggi, e palestinesi, altri tre quasi la media diaria, si può. Ammazzare occidentali merita l'obbrobrio della 'comunità internazionale' ma ce ne sono così pochi che condividono l'idea che l'ISIS ha tante ragioni da vendere e che l'unico errore è stato esondare in Siria? Per il resto si dovrebbe invece fare un dibattito con loro per vedere di giungere ad un onesto accomodamento. Loro devono restare in Iraq e fare accordi con gli sciiti per governare quel paese e ritirarsi dalla Siria. In cambio gli occidentali finalmente se ne andranno a fare gli affaracci loro da altre parti e, sopratutto la smetteranno di seguire le istruzioni del 'vitello d'oro'. Gli europei avranno bisogno di tempo per capirlo, ma gli americani l'hanno capito e non riescono a reagire. Sono infantili e non prendono consigli, ci vogliono le bombe e le armi russe che sono capite meglio là. Franco-Milano+
  • Fabio Babudri 2 anni fa
    Cui prodest? Se vogliamo fare la supercazzola allora tutto è semplice, se vogliamo analizzare la verità ecco che tutto si complica. Prima o poi "l'onestà tornerà di moda" e - a quel punto - parleremo di tutto o di niente. Andiamo alle elezioni e se non ci saranno altri "inciuci" potremo vedere un mondo normale. Percorso difficile ma non impossibile....
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
    X Chairello November 2nd, 1917 Dear Lord Rothschild, I have much pleasure in conveying to you, on behalf of His Majesty's Government, the following declaration of sympathy with Jewish Zionist aspirations which has been submitted to, and approved by, the Cabinet: His Majesty's Government view with favour the establishment [i….] ecc… E' con estremo piacere che le porto, a nome del governo di sua Maestà, la seguente dichiarazione di simpatia per/favore verso/condivisione delle aspirazioni degli ebrei sionisti, che è stata sottoposta ed approvata dal Consiglio dei Ministri. Il governo di sua Maestà vede con favore la creazione in Palestina di una sede/ritrovo/focolare (home) nazionale per il popolo ebraico, e si adopererà al meglio delle proprie possibilità per facilitare il raggiungimento di questo obbietivo, con la chiara intesa che nulla sarà fatto che possa pregiudicare i diritti civili e religiosi delle comunità non-ebraiche già esistenti in Palestina, nè i diritti o lo status politico di cui godono gli ebrei in qualunque altra nazione nel mondo. Le sarei grato se volesse portare a conoscenza della Federazione Sionista questa dichiarazione. Vostro Arthur James Balfour
    • gianfranco chiarello 2 anni fa
      Ti sei chiesto il perchè non hai messo al centro dei tuoi scritti, il benessere dei palestinesi, o vuoi ricostruire i vari accordi politici fino a quello di Oslo del 1993?
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
      Andrea, hai ragione,ma vedi quando si dicono certi fandonie,viene da pensare o sei in malafede oppure sei privo di cultura...delle due almeno una non credi? Comunque i suoi commenti lasciano il tempo che trovano perchè il blog è frequentato da persone benpensanti(per la maggioranza)! Un buon prosieguo di serata,me ne vado a cuccia...'notte!
    • andrea a44 Utente certificato 2 anni fa
      caro Oreste lascia perdere carello ,la sua zucca non riesce comprendere più di tanto ,e come i piddini per il p d .
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
      Con l'avvicinarsi della guerra, aumentò sensibilmente il ritmo di immigrazione degli ebrei, che provenivano soprattutto dall'Europa Centrale, e che iniziò a mettere a rischio l'intero equilibrio del ciclo produzione/sostentamento nella regione. Nel Maggio del 1939 il governo Britannico pubblicò il Documento Parlamentare 6019, noto come "White Paper", con il quale intendeva porre un limite all'affluenza ormai indiscriminata verso Israele. Nonostante questo, intere navi cariche di immigranti viaggiavano di notte, sottocosta, cercando di superare il blocco navale inglese, per poi accostare alla prima spiaggia libera e scaricare letteralmente fuori bordo centinaia di persone alla volta. Quelli che venivano arrestati finivano in campi di internamento costruiti appositamente dagli stessi inglesi. ^^^ studia!
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
      Nel Luglio del 1937 una commissione britannica, capeggiata dal Segretario di Stato delle Indie, Lord Peel, raccomandò la spartizione delle terre in due stati, uno israeliano (un terzo delle terre circa, comprensivo della Galilea e della pianura costiera) ed un arabo. I palestinesi respinsero questa idea, e chiesero invece un arresto dell'immigrazione, con l'implementazione di adeguate misure di protezione per le minoranze all'interno di un unico stato comune. Il rifiuto inglese portò ad un ritorno della violenza, finchè le proteste furono definitivamente schiacciate con la forza dall'esercito britannico. ^^^ studia!
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
      RISENTIMENTO ARABO Fra il 1920 e il 1930, durante il mandato britannico, decine di migliaia di ebrei emigrarono in Palestina. Le autorità censirono, nel 1922, l'11% di popolazione ebraica su un totale di 750.000 abitanti, e ai primi fermenti di guerra, nel '37, vi erano circa 300.000 ebrei che si erano già insediati in Palestina. Vari episodi di violenza si registrarono già in quegli anni, come ad esempio gli scontri dell'Agosto del '29, che videro oltre centi morti per parte. Quelli palestinesi quasi tutti per mano della polizia britannica. Nel 1936 si arrivò addirittura ad uno sciopero generale dei palestinesi, che protestavano per le continue azioni terroristiche [il termine è usato correttamente] da parte di gruppi sionisti armati, come l'Irgun Zvai Leumi, che agivano con il dichiarato scopo di "liberare la Palestina e la Transgiordania" (la Giordania attuale) con la forza. ....studia!
    • gianfranco chiarello 2 anni fa
      Appena in rete viene buttato del formaggio, tu esci sempre allo scoperto. Che cosa mi dovresti dimostrare, postando una missiva del 1919? Forse vorresti affermare che sia colpa di Israele, se non esiste un libero Stato palestinese? A voi che siete entrati nel M5S, provenienti da qualche centro sociale, vi hanno mai detto che per i musulmani, è incompatibile la sola ipotesi di riconoscere un territorio al popolo israeliano? Fammi il favore, ritornate nel tuo bel centro sociale, perchè lì nessuno ti criticherà.
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
    @ Chiarello.... November 2nd, 1917 Dear Lord Rothschild, I have much pleasure in conveying to you, on behalf of His Majesty's Government, the following declaration of sympathy with Jewish Zionist aspirations which has been submitted to, and approved by, the Cabinet: His Majesty's Government view with favour the establishment [i….] ecc… E' con estremo piacere che le porto, a nome del governo di sua Maestà, la seguente dichiarazione di simpatia per/favore verso/condivisione delle aspirazioni degli ebrei sionisti, che è stata sottoposta ed approvata dal Consiglio dei Ministri. Il governo di sua Maestà vede con favore la creazione in Palestina di una sede/ritrovo/focolare (home) nazionale per il popolo ebraico, e si adopererà al meglio delle proprie possibilità per facilitare il raggiungimento di questo obbietivo, con la chiara intesa che nulla sarà fatto che possa pregiudicare i diritti civili e religiosi delle comunità non-ebraiche già esistenti in Palestina, nè i diritti o lo status politico di cui godono gli ebrei in qualunque altra nazione nel mondo. Le sarei grato se volesse portare a conoscenza della Federazione Sionista questa dichiarazione. Vostro Arthur James Balfour ^^^ studia!
  • Patty Ghera Utente certificato 2 anni fa
    Il mondo era più vivibile quando: - ad est sorgeva il sol dell'avvenir social-comunista e tutto era sotto controllo con i sovietici che davano del filo da torcere agli americani e i dittatori che tenevano a bada i popoli con credi religiosi differenti(vedi Iugoslavia); - i vari Geddafi e compagnia, prima della primavera araba, anch'essi controllavano le pulsioni delle religioni e tutto il mondo viveva più tranquillo; - in Europa ognuno comandava in casa propria visto che i popoli che la compongono sono differenti da ogni punto di vista. Unirli è stato uno sbaglio (voluto) dai soliti potenti per affamare i popoli e avere tutto sotto controllo.
    • Eposmail. ,, Utente certificato 2 anni fa
      Il capitalismo è un'ingiusta ripartizione della ricchezza. Il comunismo è una giusta distribuzione della miseria. Winston Churchill
    • andrea a44 Utente certificato 2 anni fa
      concordo pienamente ,il tuo ragionare mi piace.
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
    Quando ero giovane credevo nell'Unione europea come una comunità Ora che sono vecchio mi rendo conto che non si è concretizzata. Questo fallimento ci costerà caro,perchè non è ancora finita la spoliazione di tutti i diritti nazionalisti a beneficio del "Profitto" di pochi. Caro BEPPE la scatola del tonno da aprire era in europa,poi veniva la scatoletta del tonno italiana...tonno morbito,tanto morbido,che con un M5s..potevi spezzare!
  • gianfranco chiarello 2 anni fa
    Totale ed incondizionata solidarietà al popolo di Israele, per i continui attacchi terroristici che da decenni sopportano con eccessiva indulgenza.
    • andrea a44 Utente certificato 2 anni fa
      il tuo israele a rubato la terra ai palestinesi e ora vuole rubargli anche l'anima.
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
      questa poi ...ma va a cagare! Studia un pò di storia,antica e moderna! Poi apri pure la fogna! Devi fumare roba pesante per dire certe str.***te!
    • Patty Ghera Utente certificato 2 anni fa
      Ma se s'incazzano.......
  • Patty Ghera Utente certificato 2 anni fa
    L'Europa Unita è stata un fallimento su tutti i fronti. Basta con questa farsa e riprendiamo in mano le redini, così come stanno le cose siamo solo schiavi economicamente della Germania e non contiano nulla.
    • Nello R. Utente certificato 2 anni fa
      a me questa Europa non piace ... ma l'Italietta degli ultimi 30 anni , con le ripresine fatte a debito ... insomma il CRAXISMO . che ha fatto dilapidare i sacrifici del dopoguerra e ha portato alla decadenza del paese .. non mi piace ancora di più Europa politica , significherebbe sinergia tra paesi che NEL MONDO , hanno un stile di vita simile ! sanità pubblica scuola pubblica assistenza ai più deboli FANNO PARTE DELLA CULTURA EUROPEA in occidente forse solo in Canada c'è una attenzione simile a queste tematiche con un Europa politica , potremmo avere un unica difesa CON UNA RIDUZIONE DI SPESA COLOSSALE nella difesa a favore degli altri settori con un Europa politica , potremmo avere una scuola e una RICERCA , coordinata in grado di competere con USA E CINA,presto INDIA e BRASILE , paesi che hanno miliardi di cittadini vogliamo competere nel mondo con 70 milioni di cittadini ?? massì , avete ragione voi .. torneremo a lavorare in un seminterrato 12 ore al giorno per fare manufatti per il settore del lusso .. come fanno oggi "i nostri colleghi del bangladesh" e saremo felici ,perché lavoreremo tutti facendo un lavoro stupido e ripetitivo , e indosseremo abiti e scarpe fatti da industrie automatizzate a pochi centesimi , importate dalle grandi economie di cui sopra dove sanno cos'è il futuro saremo i camerieri del mondo , come siamo sempre stati , dove chi ha un briciolo di cervello deve sempre scappare il più lontano possibile. da Leonardo a Marconi a Fermi "Siamo" i soliti idioti italioti. invece di dire alla Germania di stare al suo posto ... randelliamoci i maroni in pieno stile tafazzi fantozzi
    • bruno p. Utente certificato 2 anni fa
      Nello io vedo l'esatto contrario. E' proprio con la famosa flessibilità dei mie stivali che i giovani di tutta Europa emigrano. Le diversità si sono livellate tutte ad una serie di normative che hanno favorito solo il Nord Europa e cancellato la leale competitività. La pizza e il mandolino sono nel nostro dna e fanno parte del nostro bagaglio che è immenso,è una delle nostre ricchezze in tutti i sensi. Ma hai mai visto un museo del Nord Europa? Non ti sei perso niente.
    • Patty Ghera Utente certificato 2 anni fa
      Se invece di avere un massone che ci ha svenduto quando siamo entrati nell'euro (dopo aver falsificato i bilanci) avessimo avuto una persona per bene, tutto questo non sarebbe accaduto. Il male non è stato entrare in Europa con l'Euro, ma le condizioni che ci hanno penalizzato. Eppoi, chi non ha voluto farne parte, secondo te, ora sta peggio di noi?
    • Nello R. Utente certificato 2 anni fa
      invece di cacciare,o ridimensionare, i prevaricatori ... e spingere per un'Europa migliore ... chiudiamo l'Europa ?? ci rintaniamo nei nostri paesini a fare pizza e a suonare mandolino ... mi sa con un futuro simile , chiunque ha un briciolo di cervello ,farà la famosa valigia di cartone dei nostri nonni e cercherà fortuna altrove come a fine ottocento . se ve piace così P.S. il premio miglior pizzaiolo .quest'anno è andato a un giapponese . dho !
  • gianfranco chiarello 2 anni fa
    Prima si sgretolerà questa falsa Unione Europea, prima ritorneremo a crescere in base alle qualità espresse da ogni singolo Paese. Per colpa di molti trattati ai quali i nostri governanti ci hanno inchiodato, l'economia dell'Italia ne è uscita fortemente indebolita. L'uscita da questa gabbia, non potrà che essere una splendida opportunità.
  • Nello R. Utente certificato 2 anni fa
    per quelli che stanno brindando a una fine politica oltre che economica dell'Europa .. mi spiace , non la penso come voi ! e come se le guerre economiche ... in un mondo globalizzato e folle come questo , facciano meno morti del terrorismo mi spiace ma gli stati nazionali,nazionalisti ,stanno a un futuro migliore come il medioevo stava al rinascimento my 2 cent
    • Nello R. Utente certificato 2 anni fa
      vedi tu che lodi la svizzera ... IO LI ODIO I PAESI COME LA SVIZZERA sono i caveau di : EVASORI MAFIA TRAFFICANTI D'ARMI SPECULATORI FINANZIARI ecc... ecc.. ecc. se dovessi dichiarare guerra a qualcuno ... Bombarderei per primi paesi come la gran "puttana svizzera" in caso di default Italiano , cosa credi che accadrà ? che i PORCI che hanno capitali nei paradisi fiscali , si compreranno l'Italia per pochi franchi svizzeri e noi COGLIONI , lo prenderemo nel c..uore un'altra volta ... e loro festeggeranno un'altra volta alla facciaccia nostra inc.coool8
    • Massimo Trento (orbo e semisordo) Utente certificato 2 anni fa
      Bravo...e adesso vaglielo a dire alla Svizzera, che secondo il tuo ragionamento sta nel medioevo. Sono sempre stati fuori dalla UE, autonomisti e confederalisti, eppure gli elvetici all'Europa "rinascimentale" danno la paga su tutti i fronti. Diciamo in un rapporto 10 a 1. I sogni e le illusioni del singolo individuo, amico mio, sono una cosa, la realta' di Stato, un altra. Auguri!
  • Luca M. Utente certificato 2 anni fa
    taggate tutta la casta!!
  • bruno p. Utente certificato 2 anni fa
    L'EUROPA NUDA Non si possono unire le nazioni dotate di storia, cultura e tradizioni diverse con una moneta o con delle norme economiche imposte dal più forte,prima o poi il castello sarebbe caduto. Dalla nascita della UE da quel lontano 1992 e durante tutto il suo percorso evolutivo non c'è stato una sola volta che io ricordi in cui il sedicente Parlamento Europeo o l'ONU abbiano preso decisioni concordi sulle crisi in atto dentro o fuori il continente.Mai una volta in cui ci fosse un accordo senza se e senza ma di tutto l'emiciclo europeo.Mai una volta che non fossero coinvolti gli USA anche solo per avere il permesso di condurre azioni umanitarie che alla fine tali non sono. L'Europa ha dovuto chiedere il permesso anche per stampare moneta con la sua Banca Centrale dopo che gli USA hanno avvelenato il mercato finanziario e bancario mondiale con derivati carta straccia. E l'Europa cosa ha fatto?Ha punito i suoi cittadini con l'austerity drenando i soldi a famiglie e imprese per darli ai giocatori d'azzardo che avevano investito in rischiose operazioni finanziarie. Non parliamo poi delle politiche estere,ognuna diversa a secondo degli interessi che ogni nazione Europea ha con l'Africa,l'Asia e il Medio Oriente.Si sono chiusi due occhi non uno quando interi territori sono divenuti preda di multinazionali per pompare gas e petrolio stringendo accordi sotto banco con dittature feroci che hanno compiuto autentici genocidi senza che ci fosse neanche un secondo di silenzio per milioni di vittime. Ora la Francia vuol partire per la guerra,vuole applicare leggi speciali e chi la ferma? Esiste forse un Europa Unita? Se ci fosse un movimento fondamentalista per la pace lo distruggerebbero prima dell'Isis.
    • agim . Utente certificato 2 anni fa
      Condivido
    • Antonio- D. Utente certificato 2 anni fa
      Per fare sanzioni alla Russia, sono stati tutti d'accordo. Gli ordini del Padrone, non si discutono.
  • Antonio Maria Vinci Utente certificato 2 anni fa
    Nonostante l'nteressante estratto di filosofia giuridica è abbastanza chiaro che Hollande ha dovuto necessariamente supplire, con la condivisibile idea di "recupero di sovranità", l'assenza inquietante ma purtroppo nota dell'UE dei burocrati, presente quando c'è da guadagnare sulla pelle dei popoli e "muta", passiva, dimessa, quando si tratta di difendere il concetto più ampio e responsabile di Comunità. Il caso di «extremus necessitatis» comunque in Italia mi pare sia diventata prassi largamente adottata, complice anche un concetto di democrazia rappresentativa ormai totalmente deviato, considerata l'infrazione reiterata di norme giuridiche costituzionali essenziali. Dal susseguirsi di governi non eletti all'esautorazione del parlamento, per quale necessità? Certo, non quelle del popolo italaino, che mi sembra chieda altro nonostante tutto. E quindi? ...Ai posteri l'ardua sentenza. Per quanto mi riguarda, non si può pensare di cambiare così la mentalità di un intero continente, imponendo decisioni a cui non è minimamente preparato. Un eventuale modificazione della percezione del mondo, così intimamente legata alla qualità dell'esistenza stessa, deve essere dolce e confortevole. Ogni mutamento di pensiero deve provenire dalla cultura e non da una scelta politica cinica e limitata, che non riesce più a stare dietro ad un mondo che si evolve sempre più velocemente. Questa Europa è un abominio fuori controllo che arranca ferraginoso e crollerà sotto il peso delle proprie aberrazioni.
    • bruno p. Utente certificato 2 anni fa
      Si Antonio i popoli dell'Europa il cambiamento l'hanno subito costretti ad essere comparse e non protagonisti del proprio destino. Spero che ci sia gente come noi che voglia davvero un cambiamento e non questa farsa inscenata dai palazzi di Bruxelles.
  • Luciano. L. 2 anni fa
    Lo sapete quale politica e quale politici vorrebbero i terroristi dell'isi in Italia o in Europa? I razzisti come Salvini. Ma vi voglio spiegare il perché. Se uno come Salvini prendesse il potere in italia con il suo odio nei confronti degli extracomunitari inciderebbe gli stessi a dare ragione a dei pazzi come l'isis mettendo in serio pericolo la nostra democrazia non escludendo la possibilità di arrivare addirittura ad una guerra civile .. Oggi in italia gli extracomunitari sono odiati dall'isis perchè hanno accettato la nostra democrazia rifiutandosi di combattere nella loro folle guerra di religione, nello stesso modo in cui sono odiati da Salvini perchè attraverso di loro fomenta l'odio razziale indispensabile ai suoi fini elettorali sulla pelle di questi poveri cristi che sono scappati dalle guerre e dall'oppressione. Gli extracomunitari in Italia sono più di un milione e mezzo e se loro si sentissero perseguitati da tutti gli Italiani Come da Salvi, l'isis prenderebbe sempre più forza convincendoli che siamo tutti razzisti e xenofobi come certi politici. In questo modo se nella maggior parte degli stati europei vincessero le destre estreme come quella di Salvini- Meloni. Le Pen,Viktor Mihály Orbán,etc. etc. si rischierebbe di andare incontro addirittura ad un conflitto di dimensioni mondiali . con migliaia di morti. Questo è quello che vuole l'ISIS. con la complicità del nostro bellimbusto Salvini e le sue politiche irresponsabili. Leggete questo piccolo libro gratis "Ascolta piccolo uomo" di Wilhelm Reich sono 119 pagine fate scorrere il mouse http://www.gianfrancobertagni.it/materiali/psiche/piccolouomo.pdf
  • Fabrizio B. Utente certificato 2 anni fa
    Speriamo !! Intanto mi rallegro dei successi russi in Siria, e del fatto che Hollande sembra aver finalmente capito con chi deve cooperare se vuole davvero ottenere qualcosa nella lotta contro l'ISIS. (Ma queste notizie sono da noi vietate. Consiglio in proposito it.sputniknews.com , sono notizie russe, ma, come si sa, oramai sono piú serie di quelle nostrane)
  • vincenzodigiorgio digiorgio Utente certificato 2 anni fa
    Smettiamola di esportare democrazia ! Siamo arrivati al punto di bombardare la gente per renderla democratica . I vari Bush , Obama , Blair , Sarkosy ecc ecc.. , non possono stare tranquilli e farsi un pacco di cazzi propri ? I MARO'?!!!
    • bruno p. Utente certificato 2 anni fa
      Io ci metterei anche Prodi.
  • lalla b. Utente certificato 2 anni fa
    Penso che Putin ne abbia veramente due ..... del falso premio nobel per la pace. Chissà se la storia dirà che colpo di sole norvegese hanno preso 7 anni fa?
  • PIPPO 2 anni fa
    Il ritorno degli Stati nazione e la fine dell'UE. MAGARAAA!!!!! Sarebbe ora, mi sono rotto le palle di farmi governare da personaggi provenienti da staterelli da operetta, e che fanno la loro fortuna incamerando nelle loro maledette banche i soldi degli evasori e dei delinquenti. Affanculo l'Europa!!!!!!!!!!!!!
  • lalla b. Utente certificato 2 anni fa
    Noi non saremo mai come la Francia, se rimane uno straccio di ue noi saremo là perchè non siamo una nazione, ma un rattoppo, non siamo francia, non siamo germania e non siamo GB. Poi c'è draghi il drago e quello non bolla alla bce.
  • lalla b. Utente certificato 2 anni fa
    Non concordo con l'inizio dell'articolo: 1 - i francesi e noi tutti per Charlie Ebdou ci si è chiesti quanto se la fossero cercata, avete presente la ragazza in minigonna che se le cerca....ecco quelli della satira si erano cercati la pena di morte per i nostri pdioti cattocomunisti e così parlavano. 2 - il secondo attentato è stato al negozio kosher, vabbè anche là si sa che gli estremisti se la prendono sempre con gli ebrei, sia mai che erano anche nazisti rimasti indietro dalla ritirata del 44. 3 - i francesi sono corsi a comprare "sottomissione" di Oellebeq, è uscito a gennaio 2015 e quindi questi manco pensavano che poteva essere d'attualità, perchè appunto la satira e gli ebrei non fanno testo. 4 - quando tocchi concerti ristoranti partite di calcio ecc. allora qualcuno oltre ai parenti delle vittime comincia perdere la pazienza.....
  • Agostino Nigretti 2 anni fa
    Si deve dire basta alla telenovela della finta sinistra,finta destra,centro,ormai anche gli imbecilli hanno capito che sono i soliti ripetitivi teatrini salva scranni grande ammucchiata spartitiva.Fino al delitto Moro,era di moda l'antifascismo,poi con la compera dei comunisti,si è passati all'anti Craxismo per edificare la 2'da Repubblica fotocopia basata sulle trucidazioni dei Magistrati che avevano osato indagare negli affari di famiglia.La terza Rep. è nata con la Blindatura delle Istituzioni usando l'esca incantatrice della Rottamazione e visto il trionfo ottenuto non ha rottamato nessuno,anzi dopo avere approvato iil Finanziamento alle Missioni di Pace,le quali sono le coperture per le guerre mascherate,l'acquisto F35 e .....,aumentato le tasse,i non rottamati li hanno sistemati negli scranni alti del potere con il consolidato sistema spartitivo.Perciò,preso atto che la Russia non sono ancora riusciti a dominarla nonostante l'accerchiamento,sanzioni,denigrazioni,però in compenso sono cresciuti i figli mostri nati nelle nazioni distrutte dal potente esercito Nato,si è arrivati al terrorismo vero,quindi,se la Russia non si decide di consegnare la Testa di Assad su un piatto d'oro ai padroni del mondo,non terminerà la telenovela Globalizzata.A questo punto è meglio una vera guerra che non ad altri 25 anni di teatrini,almeno soffriranno anche i cari delle grandi ammucchiate ed i loro sostenitori.Tanto prima o poi si sveglieranno i Generali Orsi Russi che suoneranno la riscossa come avevano fatto con Stalin contro i Nazisti e sarà vera guerra,allora non ci sarà più scampo per i guerrafondai mascherati Misseri di Pace.
  • John buatti 2 anni fa
    ________ e qui si vede Di Battista in foto a 35 minuti poi Grillo piu tardi http://www.la7.it/la-gabbia/rivedila7/i-soldi-di-roma-05-11-2015-166599
  • pabblo 2 anni fa
    ot da un articolo del signor marco lillo sul fatto di oggi: ""Lo scambio secondo De Caro: “I voti non sono mica gratis”"" ""Per la Polizia questa non è la telefonata peggiore: “In altre va decisamente oltre, valicando i limiti della legalità e mostrando appieno la sua RealeArte, quella del ‘Puparo ’ che non usa baccagli, ma un linguaggio chiaro, perentorio ed inequivocabile; per questo motivo, la conversazione che segue non ha bisogno di commenti. De Caro: Volevo pregarti... vedi che ilprofessore Cappelluzzo... Fausto Pepe: Come no Massimo... De Caro: Sì... eh... Massimo...ti ha pregato per una delibera. Pepe: Va benissimo sì ora la facciamo. Oggi tu sai abbiamo consiglio, diciamo che gliela prendiamo appena è pronta... tra oggi e domani dai! De Caro: Scusa... chi la deve scrivere questa delibera? Pepe: la Villanacci (Anna, dirigente del comune, ndr). De Caro: E falla scrivere senò te la scrive stesso il professore Cappelluzzo e te la porto io! (...) Pepe: Hai ragione... facciamo così... sì! Sì! Sì! De Caro: Per sveltire la manovra, perchè se aspettiamo a questi cazzi di dirigenti che non vogliono fare niente e non sanno fare niente... è capaceche la sbagliano a scrivere. Pepe: Bravo. De Caro: Invece io dico per semplificare se te la portanoloro come proposta su un foglio di carta... naturalmente“anonimo e bianco”... come schema... Pepe: E fammela portare. Al Fatto, De Caro dice: “Io non conosco nessun Cappelluzzo o come si chiama lui”.""" io non ci creto..i sanniti hanno sconfitto i romani...una volta :)
  • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 2 anni fa
    dal diario di Enzino "Un padre ricco, volendo che suo figlio sapesse che significa essere povero, gli fece passare una giornata con una famiglia di contadini. Il bambino passò 3 giorni e 3 notti nei campi. Di ritorno in città, ancora in macchina, il padre gli chiese: - Che mi dici della tua esperienza ? - Bene – rispose il bambino Hai appreso qualcosa ? Insistette il padre 1 – Che abbiamo un cane e loro ne hanno quattro. 2 – Che abbiamo una piscina con acqua trattata, che arriva in fondo al giardino. Loro hanno un fiume, con acqua cristallina, pesci e altre belle cose. 3- Che abbiamo la luce elettrica nel nostro giardino ma loro hanno le stelle e la luna per illuminarli. 4 – Che il nostro giardino arriva fino al muro. Il loro, fino all’orizzonte. 5 – Che noi compriamo il nostro cibo; loro lo coltivano, lo raccolgono e lo cucinano. 6 – Che noi ascoltiamo CD... Loro ascoltano una sinfonia continua di pappagalli, grilli e altri animali... ...tutto ciò, qualche volta accompagnato dal canto di un vicino che lavora la terra. 7 – Che noi utilizziamo il microonde. Ciò che cucinano loro, ha il sapore del fuoco lento 8 – Che noi per proteggerci viviamo circondati da recinti con allarme... Loro vivono con le porte aperte, protetti dall’amicizia dei loro vicini. 9 – Che noi viviamo collegati al cellulare, al computer, alla televisione. Loro sono collegati alla vita, al cielo, al sole, all’acqua, ai campi, agli animali, alle loro ombre e alle loro famiglie. Il padre rimane molto impressionato dai sentimenti del figlio. Alla fine il figlio conclude - Grazie per avermi insegnato quanto siamo poveri !
    • Carlo A. 2 anni fa
      il figlio avrebbe anche dovuto dirgli: 10) La famiglia del contadino ha avuto due morti , uno per polmonite e uno per tubercolosi perchè non avevano le medicine e noi invece ce la siamo cavata. 11) La famiglia del contadino è tutta analfabeta ed invece io un giorno frequentero' l'universita' come hai fatto tu babbo 12)A breve noi andremo a fare il giro del mondo per vedre altri paesi , e altre democrazie mentre la famiglia del contadino rimarra' a casa senza sapere che LORO nella LORO ignoranza vivono, sfruttati, sotto la NOSTRA DITTATURA !!!!!............................
    • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 2 anni fa
      Il vero crimine è proprio questo caro Mario, ci circondiamo di cose che non ci servono e passiamo la vita a proteggerle, a prendercene cura piuttosto che essere le cose a servire noi.
    • mario d. Utente certificato 2 anni fa
      la parabola è bella ma inapplicabile oggi e la colpa è del ricercato progresso, col tempo scompariranno queste sagge, antiche parabole ma è bello ricordarle.
    • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 2 anni fa
      https://www.youtube.com/watch?v=XyPDCkNNKao
    • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 2 anni fa
      Di questo passo caro Sandro diventeremo ogni giorno più poveri.
    • Sandro . Utente certificato 2 anni fa
      grazie Maria Pia è bellissima. senza la natura se more....
  • fabio 2 anni fa
    basta...troppa libertà di circolazione fra stati
  • John buatti 2 anni fa
    ________ e qui si vede Di Battista in foto http://www.la7.it/la-gabbia/rivedila7/i-soldi-di-roma-05-11-2015-166599
  • Missy Elliott Utente certificato 2 anni fa
    IO ACCUSO HOLLANDE E DIFENDO I FRANCESI http://www.corriere.it/cultura/15_novembre_19/attentati-parigi-houellebecq-io-accuso-hollande-difendo-francesi-eafac2b2-8e84-11e5-aea5-af74b18a84ea.shtml ...........Si potrebbero moltiplicare all’infinito gli esempi della spaccatura - oggi abissale - che si è venuta a creare tra i cittadini e coloro che dovrebbero rappresentarli. Il discredito che oggi colpisce in Francia l’insieme della classe politica è non solo dilagante, ma anche legittimo. E mi sembra che l’unica soluzione che ci resta sarebbe quella di dirigersi lentamente verso l’unica forma di democrazia reale, e con questo intendo dire la democrazia diretta.
  • john f. 2 anni fa
    O. T. Tasse universitarie Mi sto impoverendo per far studiare i miei figli. Prima dell'euro avevamo buoni stipendi, dopo stipendi da fame e tasse da macello. L'Università in Italia è solo per figli dei ricchi, i quali se ne fottono se le tasse aumentano sempre più e nessuno prtesta. E' giusto che qualcuno alzi la voce
    • harry haller Utente certificato 2 anni fa
      Babbeo, te direbbe che sei 'n piagnone, n' sabotatore, e che er Paese, invece, va.... (a puttane, ma nun 'o dice....)
  • Rosa Anna 2 anni fa
    Gli europei sono una categoria di cittadini astratti o distratti Dal tempo di Carlo Magno mentre si fanno guerra magnano
  • John buatti 2 anni fa
    ________ Expo Milano 2015 Le misure di favore contenute nell’Accordo tra Governo italiano e “Bureau International des Expositions” volte a promuovere la realizzazione e la partecipazione all’evento Esentati dalle imposte dirette dei “Partecipanti” i redditi prodotti nell’ambito delle attività istituzionali espositive e non commerciali. Imposte dirette I Commissariati generali di sezione, cioè le strutture operative dei Partecipanti ufficiali sono esentati dalle imposte dirette per i redditi prodotti nell’ambito delle attività istituzionali espositive e non commerciali. Tali agevolazioni, non valgono, invece, per i redditi derivanti da attività commerciali, in riferimento alle quali si dovranno osservare gli obblighi e gli adempimenti previsti dalle disposizioni fiscali italiane. Imposte indirette L’esenzione dalle imposte indirette è riconosciuta ai soli Partecipanti ufficiali. In particolare, la circolare precisa che i Commissariati generali di sezione possono acquistare beni e servizi “di importo rilevante” destinati all’attività espositiva in regime di non imponibilità Iva. Il beneficio spetta per gli acquisti di importo superiore a 300 euro (articolo 72, comma 2, Dpr 633/1972), come già chiarito dalla risoluzione n. 10/2014. Attività commerciale La circolare ribadisce più volte il carattere non commerciale dell’evento espositivo. Secondo l’articolo 19 del Regolamento generale di “Expo Milano 2015”, infatti, solo il 20% dello spazio può essere adibito allo svolgimento di un’attività redditizia come, ad esempio, la ristorazione, la vendita di gadget, gli spettacoli. Tali prestazioni non godono di alcuna agevolazione e sono soggette agli obblighi fiscali ai fini delle imposte sul reddito e ai fini Iva. http://www.fiscooggi.it/normativa-e-prassi/articolo/expo-milano-2015-dall-agenzia-quadro-delle-agevolazioni-fiscali
  • John buatti 2 anni fa
    ______ Perche il Governo non ha fatto pagare le tasse ai proprietari e investitori dell'Expo mentre altre attività nel paese le pagano? per non parlare di tutte le tasse che gli altri devono pagare! e se dovevano pagare le tasse quanti utili avrebbero (Expo e BIE )fatto? ----- agenziaentrate PARTECIPANTI UFFICIALI E NON UFFICIALI: AGEVOLAZIONI FISCALI Al fine di favorire la realizzazione e la partecipazione ad Expo Milano 2015, l’Accordo con il BIE riconosce ai Partecipanti Ufficiali e Non Ufficiali, nonché all’Organizzatore e al Proprietario, particolari agevolazioni fiscali sia ai fini delle imposte dirette sia ai fini delle imposte indirette. Si tratta di agevolazioni speciali, normalmente previste negli Accordi siglati dal BIE, alle quali si aggiungono quelle previste dall’ordinaria disciplina fiscale italiana per la generalità dei contribuenti. Di seguito vengono illustrate le agevolazioni fiscali che l’Accordo riconosce ai Partecipanti Ufficiali e ai Partecipanti Non Ufficiali. 3.1. Rilevanza del reddito - Esenzione dall’IRES, IRPEF, IRAP e relative addizionali 3.1.1 Partecipanti Ufficiali Le strutture operative dei Partecipanti Ufficiali, rappresentate dai Commissariati Generali di Sezione, beneficiano delle agevolazioni fiscali previste dall’Accordo con il BIE quando svolgono le loro attività istituzionali espositive. L’articolo 10, comma 1, dell’Accordo con il BIE prevede che “i Commissariati Generali di Sezione, i loro beni, averi e redditi sono esentati, nell’ambito delle attività istituzionali espositive e non commerciali, da ogni imposizione diretta e, nei limiti previsti dal presente articolo, dalle imposte indirette, da parte dello Stato, delle Regioni, delle Provincie e dei Comuni”. http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/circolari/archivio+circolari/circolari+2014/agosto+2014/circolare+n.+26e+del+07+agosto+2014/Circolare+Expo.pdf#page=7
  • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 2 anni fa
    Speriamo di poter ritornare alla nostra vita! La mia non la delego a nessuno! Perchè mi debbono dire quello che debbo fare,quella che debbo mangiare,come morire,cosa pensare...ma dovè questa libertà che stanno cianciando? Dovè il potere dei cittadini? Ma perchè debbo pensare che esiste una sola vera religione? Perchè debbo ubbidire a leggi che non sono a mio favore? Perchè debbo combattere un nemico che neppure conosco? Perchè debbo vivere nel terrore che qualcuno mi faccia del male se non ho fatto nulla a nessuno? Perchè debbo essere schiavo di confini,di dogane,di trattati che non voglio e con ho mai firmato. Perchè, ho forse delegato qualcuno a fare ciò che non desidero? Siamo schiavi e contenti inconsapevoli, ecco perchè non faremo nulla per la nostra indipendenza individuale e collettiva. Aprire gli occhi e concludere...tutto questo a chi giova? La risposta la sapete..ma non abbiamo il coraggio di dirlo ..non c'abbiamo le palle(io compreso per l'età)!
    • Antonio- D. Utente certificato 2 anni fa
      Bravo Oreste!
    • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 2 anni fa
      Hai scritto la triste poesia degli schiavi di ogni tempo, caro Oreste.
  • davide lak (davlak) Utente certificato 2 anni fa
    fino a che l'umanità non sarà davvero civilizzata, e non spariranno le maledette religioni che la ottenebrano, non ci sarà la possibilità di unire il genere umano e garantire la sua pacifica convivenza. e fino a quel momento lo stato nazione sarà il male minore e necessario. io fondamentalmente non sarei nemmeno un nazionalista, a patto che l'abbattimento delle frontiere tra i popoli non significhi solo omologazione e uniformità, perdita di tradizioni e di storia, a tutto vantaggio dei manipolatori dei destini delle genti di questo pianeta. mi piace citare un film del 1987, STARMAN, di John Carpenter, in cui c'è un alieno che si trova da pochi giorni sulla terra in compagnia, inizialmente non volontaria, di una donna che inizialmente lo temeva e poi aveva imparato a volergli bene. è un film molto bello, seppure nello stile di Carpenter, e ne consiglio la visione a tutti, ma c'è un dialogo in particolare, appunto durante il viaggio in auto dei due protagonisti verso il luogo in cui l'alieno deve incontrare i suoi che lo riporteranno sul suo pianeta, e questo dialogo è molto appropriato, e fa riflettere: Donna: "Arriveremo all'appuntamento da un momento all'altro...ce la farai, tornerai a casa; è quello che vuoi, vero?" Alieno: "Si, naturalmente" Donna: "Com'è lassù?" Alieno: "E' molto bello. Diverso da qui, ma molto bello. C'è una sola lingua, una sola legge, un solo popolo. Non ci sono guerre, non c'è miseria, e chi è forte non sfrutta e non vittimizza chi è più debole. Siamo molto civilizzati. Ma abbiamo perso qualcosa... Voi terrestri siete molto vitali e tutti molto diversi. E mi mancheranno i cuochi, le canzoni, le danze...e le torte....e tante altre cose".
    • Eposmail. ,, Utente certificato 2 anni fa
      ..a volte ci sono persone che hanno tutto..e si suicidano. La vita di sola luce..senza ombre...non è una vita terrena...ma è soprannaturale. Non mi interessa...viverla.
  • Caciara ........Roma Utente certificato 2 anni fa
    @ pabblo a livorno, su un autobus, c'è una "checca" vicino ad un "camallo" indigeno. Tutti e due in piedi, aggrappati all'apposito sostegno. Ad un certo punto, l'auista "inchioda". L'operatore portuale rovina addosso alla "signora". "deh, mi scusi il cozzo" fa lo scaricatore. La "checca" di rimando: "si figuri, ne vado pozzo"......... Vabbe, Paole'..... nun ride.... nessun problema...ciao
    • pabblo 2 anni fa
      cacia' ma 'un fanno ride :) ps tortellini... al dente? :)
  • maro saro 2 anni fa
    repost ot LA GRANDE TRUFFA DELL'ACQUA MINERALE IN ITALIA In Italia esiste la grande truffa dei venditori di acqua minerale. Questa truffa sfrutta i contenitori, le bottiglie di plastica, che vengono usate e riciclate e rivendute ai consumatori in un ciclo continuo a tutto svantaggio dei consumatori italiani. In quasi tutti i paesi del mondo si usano contenitori da 5 o piu' litri che si comprano una sola volta e si cambiano poi con un bottiglione pieno una volta usata l'acqua. In Italia invece, oltre a inquinare, le bottiglie di plastica si pagano SEMPRE e poi vengono riusate dalle aziende che le ottengono quasi a costo zero. Non e' in discussione la qualita' dell'acqua ma lo sruttamento continuo a danno degli utenti attuato con la vendita delle bottiglie. Strano che gli ambientalisti non abbiano mai notato il problema. Questo fa pensare molto. Spero che i rappresentanti del Movimento facciano qualche proposta per cambiare una situazione a tutto sfavore dei consumatori.
    • Carlo A. 2 anni fa
      A dire il vero io ho sempre pensato di pagare la bottiglia di plastica, ed anche a caro prezzo , perchè l'acqua dovrebbe essere gratis...........
  • vincenzodigiorgio digiorgio Utente certificato 2 anni fa
    Si sta realizzando il progetto americano riguardante l'Europa . Non solo si è fermato il cammino verso una vera Unione Europea , ma addirittura è iniziata la sua digregazione , lo smantellamento di una entità potenzialmente leader economico , politico , militare mondiale . Da questa demolizione nascerà qualcosa di buono : gli Stati torneranno nazionali e ci toglieremo le catene che l'euro ci ha imposto , le stupidaggini del calibro delle vongole e l'importazione delle arance marocchine , il formaggio da fare con il latte in polvere e tante altre amenità frutto di menti deboli o interessate . Anche il terrorismo si calmerà essendo caduta la principale motivazione della sua nascita .
  • pabblo 2 anni fa
    """Il ritorno degli Stati nazione e la fine dell'UE"" wow...e adesso se ne accorgono...vado dicendo da tempo che l'europa è morta... come anche il piddì :)
  • Antonio- D. Utente certificato 2 anni fa
    L'Isis ha ucciso 124 francesi; Tutti a cantare la Marsigliese. L'Isis ha ucciso 224 russi; E vabbè, erano solo russi.
    • lalla b. Utente certificato 2 anni fa
      Beh a me è dispiaciuto più per i russi.
    • elisabetta d. Utente certificato 2 anni fa
      Triste
  • John buatti 2 anni fa
    _______Expo chi sono? L'Ufficio internazionale delle esposizioni ( Bureau of International Expositions o Bureau international des expositions, abbreviato in BIE Francia) è l'organizzazione ___ intergovernativa ____ che gestisce le esposizioni universali e internazionali (contrazione in "Expo"). Inizialmente il BIE aveva solo compiti amministrativi legati all'organizzazione delle esposizioni internazionali. Col tempo però il suo ruolo è evoluto in quello di ente sì a supporto amministrativo, ma anche che offre esperienze professionali nelle materie soggetto delle Expo e che _____partecipa attivamente alla promozione delle stesse.____(interessi) Inoltre è importante il suo ruolo come organizzazione propositrice di dialogo e cooperazione internazionale. Regola quindi la frequenza delle esposizioni, la loro regolamentazione con rispetto delle leggi internazionali e ne garantisce la qualità. Al momento i membri del BIE sono 167 Stati, ognuno rappresentato da uno o più delegati (al massimo tre). Qualsiasi Paese può diventare membro dell'organizzazione a patto di sottoscrivere la Convenzione del 1928 e i successivi protocolli. il dilemma del Canada, spendere 17,1 miliardi per le Olimpiadi del 2024 o 13,5 miliardi per l'Expo del 2025 o spendere 60 milioni per la Candidatura delle Olimpiadi del 2024 o pendere 15 milioni per la Candidatura del'Expo del 2025 ? http://www.thestar.com/news/gta/2015/07/28/toronto-still-discussing-possible-expo-2025-bid.html
  • pabblo 2 anni fa
    ot in austria tanto tempo fa... http://memeful.com/meme/dGk0yvd fonte: http://cache4.asset-cache.net/gc/541475609-franz-joseph-i-18-08-1830-kaiser-von-gettyimages.jpg?v=1&c=IWSAsset&k=2&d=X7WJLa88Cweo9HktRLaNXnZ%2byctGBzir9QHmqfbujIUbAAYUle2zHsbWPYZ%2bISpBfues7%2bAId8m793fOTQewwg%3d%3d :)
  • John buatti 2 anni fa
    ____ Expo The Financial Statement ...ricavi in negativo sia per il 2011 che per il 2012.. persi dopo conti fatti -4,2 milioni € per il 2011 e -2,4 milioni € per il 2012 ma li chiamano..buoni numeri! passando ai soldi versati da società Soce ed investititori i numeri sembrano dubbi, ....................2011...........2012 Attività...........81,5 mln........320,2 mln Passività..........67 mln..........272,3 mln Totale............+14,5 mln.......+47,8 mln da questo Totale dobbiamo sottrarre l'utile che è in Negativo di -4,2 milioni € per il 2011 e -2,4 milioni € per il 2012 Questi sono numeri penosi per i Miliardi investiti per quattro capannoni ! Quante persone sfameranno con questi numeri? http://www.expo2015.org/cs/ContentServer?c=Page&childpagename=EXPO%2FPage%2FEXPOLayoutContentPage&rendermode=preview&pagename=EXPOWrapper&cid=1396993779385
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus