L'Italia ha venduto armi all'Ucraina?

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

poroshenkoarmi.jpg

immagine: il premier ucraino Poroshenko

"In una recente intervista resa alla tv 1+1 il presidente ucraino Poroshenko ha annunciato di aver firmato contratti finalizzati all'importazione di armi - anche letali - con undici paesi, chiedendo in modo esplicito un supporto all'Ue sul territorio. Il governo chiarisca se alcuni di questi contratti è stato firmato anche col nostro Paese, ovvero se l'Italia ha iniziato a vendere o cedere armi al governo di Kiev, partecipando in questo modo, seppur indirettamente, ad inasprire un conflitto che oggi rischia di investire tutta l'Europa.
Per quanto ci riguarda, sarebbe come entrare in guerra, ci aspettiamo pertanto chiarimenti.
Lo chiedono, in un'interrogazione a prima firma Marta Grande, i deputati M5S della Commissione Esteri.

VIDEO Lilin racconta la storia di Poroshenko

Negli ultimi dieci anni l'Italia è stata tra i primi esportatori, seconda solo alla Francia in Ue, di armi letali in Libia, fino a favorire poi il rovesciamento del regime di Gheddafi, con le conseguenze che oggi tutti conosciamo.
Il governo ha inoltre dato il via di recente ad un supporto diretto alla coalizione anti-isis, inviando mezzi corazzati e cacciabombardieri, proprio mentre in Ucraina ci troviamo di fronte a un altro conflitto, che finora ha prodotto pesanti ricadute sul nostro tessuto economico.
A questo punto riteniamo opportuno sapere se l'Italia sia fra gli undici stati menzionati da Poroshenko per l'importazione di armi letali e, nell'ipotesi in cui fosse fra questi, la quantità e la tipologia delle armi con cui il nostro paese si appresterebbe a contribuire." M5S Parlamento

VIDEO Giornalista russa fatta tacere dalla guardia del corpo di Poroshenko

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Ciao Proprio 2 anni fa
    Giusto per puntualizzare a chi ha concerni di carattere morale sulle "mafie russe", che in Ucraina in questo momento governano dei GANGSTERS. OLIGARCHI del calibro di Kolomoyskiy possiedono fino a 2 o 3 battaglioni privati. La guardia nazionale, che prima di Maydan non esisteva, non risponde in pratica a nessuna autorità, praticano il crimine senza ritegno e con una arroganza da terrore. Ormai nelle fertili pianure del est occupato da queste milizie si coltiva oppio. Ne sapremo presto qualcosa quando l'eroina colpirà le piazze ucraine. NIENTE SUPPORTO POLITICO A QUESTI CRIMINALI! INCRIMINAZIONE PER CRIMINI CONTRO L'UMANITÀ! Figuriamoci fornigli delle armi! Ciao Proprio
  • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
    Post di parte: disinformato , disinformante e vigliaccamente contrario agli interessi nazionali. Ripeto il commento fatto in altra occasione: CARI RAPPRESENTANTI ELETTI DEL M5S CI VOLETE FAR VOTARE SUI NOSTRI INDIRIZZI (DELL'ITALIA E DEL M5S) PRIMA DI APRIRE BOCCA E NON DOPO ? E' evidente che alle prossime elezioni dovra' essere posta in essere una disamina di chi rieleggere e di chi no . Io non mi riconosco in chi: -vuole uscire dalla NATO -ritiene gli USA il male assoluto -va contro agli interessi nazionali in nome di ideologie che portano solo perdite di soldi (quando va bene) . Sulla Libia aveva ragione Berlusconi: si bacia l'anello ma si portano a casa soldi . Se il governo Berlusconi in politica estera fosse stato appoggiato anche da sinistra l'Italia forse non avrebbe partecipato a quella cretinata che fu la guerra per destabilizzare la Libia. Formalmente potevamo rifiutare le basi in quanto non era in corso nessuna aggressione ad un paese NATO .
  • paolo d. Utente certificato 2 anni fa
    E' molto probabile ,quasi certo che abbia fornito armi :appena USA ordina ITALIA ubbidisce. L'ITALIA non ha ,ormai ,la dignità di chiamarsi STATO . In tutti gli interventi americani nel mondo ,essa ha esguito gli ordini pedissequamente :basta ricordare il comportamento tenuto nei confronti della LIBIA a danno dei suoi interessi.
  • Hivon T. Utente certificato 2 anni fa
    Non so che risvolti e ritorsioni possano esserci in caso di uscita dalla NATO, ma starci dentro è immorale! Alla faccia della solidarietà, accoglienza, giustizia e democrazia falsamente sbandierati da molti stati occidentali!
  • Paolo Gesumunno 2 anni fa
    Smettiamola con le ciance da manipolatori dell'informazione su questo o quella velina passata d Russia Today ai propri fidi. Chiedo inutilmente in ogni sede e forum conto ai cittadini che ho votato e sostenuto le ragioni di questa svolta filorussa che ritengo dubbia sotto ogni punto di vista. Perché un movimento che combatte dalle origini la disinformazione di regime diventa cassa di risonanza della propaganda del regime della disinformazione? Perché un movimento nato per opporsi all'imperialismo, alle dittature, a chi calpesta i diritti umani si allea di colpo con il capo di tutti i capi del nazionalismo aggressivo, mafioso e militarista? Come si può atteggiarsi a duri e puri in casa, rifiutare alleanze e compromessi in Italia e poi compromettersi andando a baciare le pile in Crimea e a Mosca? Spiegatelo a me e a tanti altri perplessi. Il Cremlino paga la sua lobby mondiale al pari di ogni mafia e consorteria che, a casa nostra, diciamo di aborrire ! Ditemi, diteci cittadini deputati le ragioni di questo sostegno a Mosca, perché veramente "i cittadini vogliono sapere"
    • Massimiliano B. Utente certificato 2 anni fa
      Gino.. Strano, io avrei detto proprio il contrario su RT: le notizie sono generalmente di parte. Come le verifichi le notizie.. Soltanto sui siti russi? Io ho amici in Ucraina e ti posso dire che le loro descrizioni sugli eventi sono completamente diverse. Senza contare i numerosi documenti (foto e video) che potresti trovare in giro sulla rete. I russi, a cominciare da Putin, sono molto bravi nella manipolazione dell'informazione. Basta guardare il video-intervista in merito all'annessione della Crimea (fatto da un regista russo): Putin ha ordinato di "riprendersi la Crimea" già a febbraio, quando del referendum (fatto a metà marzo) non c'era neanche traccia.
    • Gino T. 2 anni fa
      "risonanza della propaganda del regime della disinformazione" Guardi che le notizie di RT si lasciano facilmente "verificare". Io lo faccio costantemente e mi sono accorto che il 99% dei fatti corrisponde. Ho detto fatti e non opinione! Il problema dei nostri media è che non ci dicono nemmeno i fatti. Quindi se nel Donbass hanno tagliato con dei bombardamenti l'acqua potabile è un fatto o un opinione? Verifichi lei!
    • Massimiliano B. Utente certificato 2 anni fa
      Cara Gloria, Vorrei sottolineare che in Crimea non c'è stata alcuna votazione democratica.. Sono in tanti ad esserne convinti ma ripeto, come già detto in altro post sul servizio dei nostri parlamentari in visita proprio in Crimea, che un referendum fatto con l'intervento dei militari russi non può essere ritenuto corretto.
    • gloria m. Utente certificato 2 anni fa
      Ti rispondo subito, guarda. Sei completamente disinformato. Leggi troppa propaganda Americana/zionista. Gli unici che vogliono la Guerra contro la Russia sono gli Americani che mandano I loro cani europei all'arrembaggio. La Crimea ha votato democraticamente e anche l'Ukraina lo ha fatto. Allora gli US hanno mandato I loro uomini a far scontri in piazza ed e' venuto il casino che c'e'. Se parli con gli Ukraini (quelli veri) ti raccontano la storia (quella vera). Poi, consiglio da amica: prendi un mappamondo e segnati I paesi in Guerra dove gli US "portano la pace", cerca quelli dove e' la Russia (non perder tempo, tanto non ce ne sono)....poi cerca di ragionare e quindi rileggiti.
  • franco iannucciello 2 anni fa
    Cari amici del MV5S buon pomeriggio ,adesso e' tutto chiaro QUELLO che' vuole questo Governo Criminale di Giorgio Napolitano ( ORDINE MONDIALE ) ( e' questo Governo Criminali ASSASSINI, sono alla obbedienza del massone Criminale Giorgio Napolitano ,ricordate bene se il MV5S non riesce a prendere in mano a piu' presto possibile ,si rischia alla terza Guerra MONDIALE !!!! Che' se conto me siamo gia' a rischio quando puo' resistere la Russia di Putin allla oppressione dei balordi Criminali Americani hai traditore Europea di Angela Merkel Nazista .se scoppia la Guerra salta TUTTO quello che' il MV5S a creato per il bene della Cumunita' questa politici Americani, Europa, E sopratutto la politica Criminale di Giorgio Napolitano e' melma ,contro il popolismo se non riescono a domare la avanzata del MV5S ,sono capaci di fare. Scoppiare si la terza Guerra MONDIALE!!!! Ciao franco WMV5S
  • Dolphin 2 anni fa
    Bella faccia di M..... che abbiamo, prima facciamo il viso dolce a Putin perché ci serve il gas russo e poi vendiamo armi a quel rinnegato di Poroshenko, essere viscido e inaffidabile, alimentando le possibilità dell'estendersi del conflitto. Ma che bravi che siamo, dobbiamo smettere di frequentare pessime compagnie !
  • alvise fossa 2 anni fa
    VORREI SAPERELO ANCH'IO SE NOI ITALIANI ABBIAMO VENDUTO ARMI ALL'UCRANIA,DOBBIAMO SAPERLO IN UN MODO O NELL'ALTRO
  • MrMApippo 2 anni fa
    Un'attentato alla Costituzione è molto più facile che riesca quanto a più alto livello dei poteri di vigilanza per il suo rispetto vi sono persone colluse, schiave del potere. E' da considerare che fino al crollo del muro di Berlino la stessa è stata molte volte infranta in quanto la guerra fredda tra i due blocchi contrapposti (USA-URSS) impediva la rimozione di persone che gli USA ritenevano essenziali per garantire la tenuta del suo impero. Il M5S dovrebbe porre in atto tutti i percorsi possibili per evitare che i conflitti continuino e/o aumentino: - un appello al capo dello Stato che disponga alla magistratura, alla polizia e alle forze armate affinchè ognuno vigili che non vengano esportate armi in Ucraina; - un appello al Papa che si rivolga alla coscienza di ogni parlamentare per esortarli ad essere "pietre vive" capaci di porre un freno al Caino che da sempre vive con noi; - appelli multimediatici che evidenzino tutto il male fatto agli esseri umani e all'ambiente dalle persone a cui si vogliono fornire armi (anche in RAI con la messa in onda memoriali autoprodotti); - un appello al Parlamento Europeo affinchè voti immediatamente l'embargo all vendita di armi all'Ucraina ed eventuali sanzioni al governo ucraino ove con le armi faccia deliberatamente del male alla popolazione e all'ambiente suo e dei suoi vicini (evitando due pesi e due misure per l'Ucraina e la Russia, nel senso che se la Russia non sta facendo deliberatamente del male alla popolazione dovrebbero essergli eliminate le sanzioni economiche in corso)
  • Rosa Anna 2 anni fa
    Correggo le statistiche demografiche Onu riportano per il 2015 più di 742 milioni abitanti europei e quasi 319 milioni gli statunitensi Anche l'ONU andrebbe riformato dando la facoltà alle nazioni di votazioni che decidono le sorti dei popoli in base al numero degli abitanti
  • Rosa Anna 2 anni fa
    La NATO deve essere riformata L'Europa con cinquecento milioni di cittadini Deve avere la lungimiranza di assumersi le direttive negli accordi e non adeguarsi alle politiche d'oltre oceano Il mondo intero comincia ad essere stanco di nazioni che pretendono la supremazia Ormai Russia India e Cina sono in grado di contrastare qualsiasi politica egemone Personalmente gradirei avere la Russia come nazione facente parte di una federazione di stati europei come geograficamente è storicamente le compete Per quanto concerne l'Ucraina grande due volte l'Italia con sterminate pianure fertili, una popolazione di nemmeno 43 milioni privata della sua economia e impoverita oltre l'inverosimile. Enormi potenzialità sprecate per assecondare gli appetiti di molti avvoltoi. Un governo che dovrebbe aver cura di incentivare l'agricoltura e attivare nuove industrie non sprecare in armamenti lasciando alle regioni filo russe la libertà di autodeterminarsi.
  • Rosa Anna 2 anni fa
    Grazie Fate rispettare la costituzione L'Italia ripudia la guerra
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 2 anni fa
    Ottima domanda che pero' sarebbe piu' appropriato rivolgere a chi decide la nostra politica estera e militare, cioe' gli USA. Sotto la copertura della NATO e' infatti da loro che vengono gli ordini a cui il governo italiano non ha mai saputo resistere ( Sigonella a parte). In attesa di una risposta che non verra' mai sarebbe il caso di ragionare sulla necessita' e la utilita' di far ancora parte della NATO. Questa avrebbe dovuto sciogliersi assieme al Patto di Varsavia a guida sovietica. Invece e' sopravvissuta e riconvertita per combattere i nemici degli USA nel mondo senza tener conto degli interessi degli stati europei. Le sanzioni alla Russia e l'appoggio all'Ucraina ne sono solo l'ultima testimonianza. Ritiratsi dalla NATO significa recuperare almeno una parte della sovranita' nazionale. Finora non c'e' mai riuscito nessun governo e per la verita' non ci hanno neppure provato, tanto e' data per scontata la sudditanza agli USA. Usque tandem ...
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus