Legge elettorale M5S: Collegio uninominale, nazionale o intermedio - Aldo Giannuli

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
Guarda il video
(09:00)
giannuli-collegio.jpg

"Nell’incontro di oggi ci occuperemo dell’ampiezza delle circoscrizioni elettorali.
Ci sono due estremi. Il collegio uninominale, un solo candidato per ogni collegio, presente in Inghilterra e un unico collegio a livello nazionale, in cui tutti i candidati sono inclusi nel collegio nazionale, presente in Israele, poi ci sono varie soluzioni intermedie di collegi più o meno ampi.
Prima di tutto dobbiamo però sfatare un equivoco per cui il collegio uninominale si accompagna al sistema maggioritario e il sistema su lista sarebbe accoppiato al sistema proporzionale.
In realtà le cose non stanno così. Esistono sistemi proporzionali con collegi uninominali, come era per esempio al Senato in Italia, fino al 1994: i seggi venivano distribuiti proporzionalmente e poi veniva eletto il candidato all’interno di ciascun partito che aveva ottenuto la più alta percentuale nel suo collegio. Così come esistono sistemi su lista che sono maggioritari, per esempio nel caso dell’elezione del Presidente degli Stati Uniti, che tutti pensano essere eletto direttamente dal popolo, non è così, è eletto dall’assemblea dei grandi elettori. Ogni Stato ha un certo numero di grandi elettori, il candidato che prende un voto più degli altri si aggiudica tutti i grandi elettori dello Stato. Quindi esistono sia sistemi uninominali maggioritari sia uninominali proporzionali e sistemi su lista proporzionali e sistemi su lista maggioritari.
Quali sono i vantaggi e difetti di ciascuna di queste scelte?
Il sistema uninominale avvicina l’eletto al suo collegio, al suo elettorato, però comporta due svantaggi. Il primo è il maggiore condizionamento delle forze presenti in loco, per esempio è ovvio che in alcune regioni di Italia questo significa un maggiore peso di organizzazioni criminali. Viceversa il sistema nazionale unico tende a allontanare l’eletto dal territorio, però produce una classe dirigente tendenzialmente di livello culturale maggiore e più distaccata da interessi settoriali o particolari territoriali.
Il sistema uninominale sperimentato dal 1994 al 2001 ha spinto all’aumento delle richieste di natura creditoriale, come trasformare un paese in capoluogo di provincia, oppure costruire l’ennesimo aeroporto per dare più importanza al proprio collegio, per venire in contro alle esigenze, o istituire una università, in una località secondaria. Sempre con l’ottica del creare posti di lavoro, vantaggi, facilitazioni, per il proprio collegio elettorale. Quindi da un lato avvicina l’eletto ai suoi elettori, dall’altro spinge verso il particolarismo territoriale. Al contrario, il sistema nazionale, del collegio unico nazionale, comporta invece una classe politica sicuramente di livello maggiore e meno influenzabile dalle richieste particolaristiche territoriali, ma nello stesso tempo lo allontana, lo rende più molto autonomo dagli elettori.
Qual è il senso di tutto questo? Molto dipende dal sistema elettorale che si adotta. Ad esempio, se c’è un recupero nel collegio unico nazionale questo non incide sulla distribuzione dei seggi, ma al massimo sul tipo di classe politica che si seleziona. Se invece non c’è un collegio unico nazionale per il recupero dei resti, che cosa succede? Più grandi sono le circoscrizioni e più facilmente le piccole liste otterranno qualche rappresentante, mentre più piccole sono le circoscrizioni e più difficile sarà per le piccole liste riuscire a entrare.
Facciamo un esempio: in un collegio che elegge cinque deputati vuole dire che il collegio che la quota piena è il venti per cento. Se c’è un recupero dei resti si può dire che il 10 e mezzo - 11 per cento è una quota con cui si riesce a entrare, ma un partito che ha un 10 -11 per cento in una circoscrizione è un grande partito o è un partito a insediamento locale come la Lega. Riassumendo: collegi piccoli spingono al sindacalismo territoriale e a legare di più il deputato al contesto che lo ha espresso, di solito produce una classe politica di livello più basso, ma più legata alle tradizioni e interessi locali. Il collegio unico nazionale screma una classe politica di profilo più alto, ma nello stesso tempo più autonoma dall’elettorato, il collegio di dimensioni medie tende in qualche modo a mediare tra le due cose, magari con il recupero in un collegio unico nazionale.
Quindi la domanda è questa: quale collegio dobbiamo scegliere? Qui abbiamo tre ipotesi: uninominale, collegio unico nazionale o collegio intermedio. Aldo Giannuli

La prossima settimana ci sarà la consultazione sul blog sul tipo di collegio.



Approfondimenti:
Il blog di Aldo Giannuli
Legge elettorale M5S: Proporzionale o maggioritario
Sul Collegio uninominale
Sul Collegio unico nazionale


banner-leggeelettorale_.jpg

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Simona 3 anni fa
    Veramente stop ai partiti fuorilegge!
  • Antonio D. Utente certificato 3 anni fa
    Attenzione amici qui la situazione si fa dura! Questi personaggi ci rovineranno del tutto.adesso arriva il " comico" renzi un altro racconta favole assalta nato di potere e ricchezza .
  • antonio velotto 3 anni fa
    buongiorno,italiani svegliamoci,bene hanno fatto a reagire contro il decreto massonico inerente alla banca d'Italia,questi farabutti appartengono al potere occulto della loggia:Grande Oriente d'Italia,al cui cospetto i casalesi sono degli angioletti.Questa loggia decide tutto sugli italiani, ad essa sono legati i servizi segreti,vedi Stefano Scorzi, Alfredo Apicella ed altri adepti di satana,invocano satana per farsi dirigere, come faceva Htler.I punti chiave del paese stà nelle loro mani. SVEGLIAMOCI-DISTRUGGIAMOLI
  • claudio sacilotto Utente certificato 3 anni fa
    Il magistrato delegato al controllo Il Magistrato della Corte dei Conti, nominato dal Presidente della Corte stessa, esercita un controllo continuativo sulla gestione dell’Istituto e assiste alle sedute degli organi di amministrazione e di revisione. Ruolo rivestito IL MAGISTRATO DELEGATO AL CONTROLLO Membri Il magistrato della Corte dei Conti delegato all'esercizio del controllo Antonio Ferrara Ufficio di segreteria Marianna Luongo 00144 -ROMA- Via Ciro il grande, 21 Tel 0659053933 - Fax 0659053913 marianna.luongo@inps.it PEC:ufficiosegreteria.magistratocortedeiconti@postacert.inps.gov.it QUANTA BELLA GENTE A CONTROLLARE !!! POSSIAMO IMMAGINARE DISCRETAMENTE (*) PAGATA!!! • (*) in modo discreto Discreto da il Sabatini Coletti Dizionario della Lingua Italiana • 1 Che si comporta in modo appropriato alla situazione, con misura, senza mancare di riguardo SIN prudente, riguardoso: persona d.; in partic., riservato: mi fido di lui perché sa essere d. • 2 Abbastanza buono, più che soddisfacente: un d. scrittore; il tempo è d.; non piccolo, notevole: avere un d. patrimonio; anche, moderato, non eccessivo: fa un uso d. della libertà di cui gode • 3 Composto di elementi distinti, separati tra di loro || mat. insieme d. di punti, quello costituito da un numero finito o da un'infinità numerabile di punti • • avv. discretamente • 1. In modo sufficiente: siamo discretamente soddisfatti dei risultati; abbastanza bene: sa guidare discretamente; • 2. Con discrezione, con tatto: comportarsi discretamente • Decidi tu quale delle spiegazioni successive sia la più appropriata !!! Per l’avverbio, 1. o 2. ? Vai anche tu su: http://www.misterimprese.it/lazio/roma/roma/dottori-commercialisti-studi-di-commercialisti/2310192.html
  • claudio sacilotto Utente certificato 3 anni fa
    Il Collegio dei Sindaci DELL’INPS Il Collegio dei sindaci vigila sull’osservanza della legge e sulla regolarità contabile dell’Istituto, redige le relazioni sui bilanci di previsione, sui conti consuntivi e sugli stati patrimoniali riferendone al Presidente dell’Inps. È composto da 9 membri, in rappresentanza dei ministeri del lavoro e dell’economia, nominati con decreto del Ministro del lavoro. Il presidente è nominato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri. Dura in carica 4 anni. Ruolo rivestito IL COLLEGIO DEI SINDACI Membri Presidente Daniela CARLÀ Vice Presidente Paolo MARCARELLI Membri effettivi in rappresentanza del Ministero del lavoro e delle politiche sociali: Antonino GALLONI Mariano MARTONE Giuseppe MASTROPIETRO in rappresentanza del Ministero dell'economia e delle finanze: Silvia GENOVESE Roberto NICOLO’ Giuseppe VITALETTI Membri suppletivi in rappresentanza del Ministero del lavoro e delle politiche sociali: Adriana BONANNI Giuseppina VALENTINI Francesca PANICO Livia ZUCCARI in rappresentanza del Ministero dell'economia e delle finanze: Maria Gabriella SALVATORE Nunzia VECCHIONE Deborah GUERRUCCI Ufficio di segreteria Francesca Romana CAGNOLI 00144 -ROMA- Via Ciro il grande, 21 Tel 0659054555 - Fax 0659055099 francescaromana.cagnoli@inps.it PEC: segreteriatecnica.collegiosindaci@postacert.inps.gov.it
  • claudio sacilotto Utente certificato 3 anni fa
    SEMPRE DAL SITO DELL’INPS www.inps.it Il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza DELL’INPS Il Consiglio di indirizzo e vigilanza predispone le linee di indirizzo generale e gli obiettivi strategici dell’Inps, approva il bilancio predisposto dal Presidente dell’Inps. È composto da 22 membri, designati dalle rappresentanze sindacali dei lavoratori, dei datori di lavoro e dei lavoratori autonomi e nominati con decreto del Presidente del consiglio dei ministri. Dura in carica 4 anni. Il Presidente del Civ è eletto, nella prima seduta del Consiglio, tra i rappresentanti dei lavoratori dipendenti e anche lui dura in carica 4 anni. ARCHIVIO INFORMAZIONI DAL CIV PRESIDENTE CIV • IOCCA Pietro Curriculum vitae VICE-PRESIDENTE CIV • PONTRANDOLFI Fabio Elenco dei consiglieri: • AMADEI Enrico • BERTOZZI Donatello • BORIO Carlo • BROCCATI Marco Valerio • BUSSONI Mauro • CALLIPO Sebastiano • CAPONI Roberto • CAVALLARO Tiziana • DEL FATTORE Sandro • DEL GIUDICE Fabio Felice • DONGIOVANNI Giulia • LEO Fiorito • PATTA Gian Paolo • PISARRO Anita • SCARDAONE Luigi • SORICARO Giuseppe • VALENTINI Sabina • VERNOLA Jole • ZORODDU Pietro Giovanni Associazioni Sindacali rappresentate Associazioni di Categoria rappresentate CGIL Coldiretti CISAL Confagricoltura CISL CNA CONFSAL Confcommercio UIL Confesercenti UGL Confindustria Confcooperative Casartigiani ConfArtigianato AGCI Legacoop Ministero dell'economia e delle finanze Ministero dell'interno Ministero del lavoro e delle politiche sociali
  • gaetano ferraù () Utente certificato 3 anni fa
    bisogna mobilitare le piazze gli italiani devono sapere le porcate che succedono in parlamento bisogna mandarli a casa con le buone o con le cattive
  • claudio sacilotto Utente certificato 3 anni fa
    dal sito www.inps.it Antonio Mastrapasqua - Presidente dell'Inps Antonio Mastrapasqua (Roma, 20 settembre 1959) è dal luglio 2008 Presidente dell’Inps. Il Presidente è il rappresentante legale dell’Istituto. È nominato con decreto del Presidente della Repubblica e dura in carica 4 anni. Il Presidente dell’Inps predispone il bilancio e i piani di spesa e investimento, attua le linee di indirizzo strategico dell’Istituto e regolamenta l’organizzazione del personale e degli uffici, può assistere alle sedute del Consiglio di indirizzo e vigilanza. Incarichi istituzionali e professionali Dal luglio del 2008 è Presidente dell’Inps. Antonio Mastrapasqua è stato l’unico presidente dell’Inps ad avere ricevuto il voto favorevole all’unanimità di tutte e due le Commissioni Lavoro di Camera e Senato, che devono esprimere un parere consultivo alla nomina del Presidente Inps. Nel decreto legge Salva-Italia è stato rinnovato il suo incarico presidenziale fino al 31 dicembre 2014 per guidare la fusione in Inps di Inpdap ed Enpals (soppressi dallo stesso decreto). La nomina a presidente dell’Inps segue all’incarico di consigliere di amministrazione per i precedenti quattro anni (2004-2008). Dal luglio al dicembre 2008 è stato commissario straordinario del Consiglio di indirizzo e vigilanza (Civ) dell'Inps. Per poco più di un anno (ottobre 2008 - novembre 2009) è stato presidente del Comitato di settore degli Enti pubblici non economici (Epne). Rappresenta l’Inps nella partecipata Equitalia. Curriculum vitae Sposato, padre di un figlio. È stato definito “un manager privato in prestito alla Pubblica Amministrazione”. Ha conseguito la laurea in Economia e commercio presso l'Università degli studi in Roma “La Sapienza”, indirizzo Economico – aziendale. Tesi in Matematica finanziaria ed economica dal titolo “Aspetti matematici ed economici dei Fondi Pensione”.
  • claudio sacilotto Utente certificato 3 anni fa
    Presiede inoltre il Comitato amministratore della Gestione interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni previdenziali (GIAS) dell'INPS, il Comitato pensioni privilegiate (exInpdap) e il Fondo gestione speciale. In un documento sulle dichiarazioni patrimoniali e reddituali rese dai titolari di cariche elettive e direttive di alcuni enti, a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi dell' art. 12 della legge 5 luglio 1982 n. 441,[5] risulta che il manager vanti per il 2010, redditi annui pari a 1,3 milioni di €.[6] Dal gennaio 2012 è Presidente di "Idea Fimit Sgr" Spa. Infatti, con l’integrazione di Inpdap ed Enpals in Inps, l’Istituto presieduto da Antonio Mastrapasqua è diventato azionista (con una quota del 29,6%, derivante dai pacchetti dei due istituti soppressi) della società Idea Fimit Sgr SpA, che si colloca al primo posto in Italia quale società di gestione del risparmio specializzata in fondi di investimento immobiliare. La società gestisce 10,1 miliardi di masse in gestione e 31 fondi immobiliari di cui 5 quotati nel segmento MIV, Mercato Telematico degli Investment Vehicles, di Borsa Italiana. Si è dimesso dalla carica di presidente dell'Inps il 1° febbraio 2014. Attività professionale[modifica | modifica sorgente] È titolare dello Studio Mastrapasqua di Roma ed è iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma, al Registro dei Revisori Contabili. Il 1° febbraio 2014 Libero scrive di una prima laurea conseguita nel 1984 come falsa e per questo fu condannato negli anni Novanta a 10 mesi di carcere.[8]
  • claudio sacilotto Utente certificato 3 anni fa
    da Dr. Claudio SACILOTTO MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA IN OTORINOLARINGOIATRIA SPECIALISTA IN AUDIOLOGIA CONSULENTE DI AUDIOPSICOFONOLOGIA-METODO TOMATIS GIA’ PROFESSORE A CONTRATTO PRESSO L’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI UDINE E DIRIGENTE MEDICO PRESSO L’AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI UDINE GIA’ PROFESSORE STRAORDINARIO PRESSO IL CONSERVATORIO DI MUSICA “JACOPO TOMADINI” DI UDINE SONO Mastrapasqua Antonio CONTATTATEMI QUI http://www.misterimprese.it/lazio/roma/roma/dottori-commercialisti-studi-di-commercialisti/2310192.html E QUI Mastrapasqua Antonio Indirizzo: Via Civitavecchia, 1 CAP: 00198 Comune: Roma (RM) Telefono: 06 85358656 MA CONTATTATE ANCHE I MIEI NUMEROSI COLLABORATORI !!! (VEDI SOTTO) NON SONO COLPA SOLO IO !!! HI! HI! IH! IH! Mastrapasqua Antonio Qualche dato da Wikipedia: … Dal 2007 è Direttore della Casa di riposo ebraica di Roma. Oltre alla gestione della casa di riposo, l'Ente dispone di un ingente patrimonio immobiliare ubicato nella città di Roma. È stato dal 2008 fino al 2014 presidente dell’Inps. Unico presidente ad avere ricevuto il voto favorevole all’unanimità di tutte e due le Commissioni Lavoro di Camera e Senato, che devono esprimere un parere consultivo alla nomina del presidente Inps [3]. Dal luglio al dicembre 2008 è stato commissario straordinario del Consiglio di indirizzo e vigilanza (Civ) dell'Inps. Nel decreto legge "Salva-Italia" è stato rinnovato il suo incarico presidenziale fino al 31 dicembre 2014 per guidare la fusione in Inps di Inpdap ed Enpals (soppressi dallo stesso decreto). Secondo il Fatto Quotidiano la nomina è avvenuta su indicazione di Gianni Letta[4]. Per poco più di un anno (ottobre 2008 - novembre 2009) è stato presidente del Comitato di settore degli Enti pubblici non economici (Epne). Presiede inoltre il Comitato amministratore della Gestione interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni previdenziali (GIAS) dell'INPS, il Comitato pensioni privilegiate (exInpdap) e il Fondo gest
  • Ma Tolomeorisa 3 anni fa
    E bravi! un argomento serio come quello della Banca d'Italia, in cui forse avreste potuto far chiarezza, coperto dalle terribili frasi sessiste dei vostri maschi, maschilisti non ripuliti e senza freni inibitori ( ma sicuramente cresciuti a pane e antifemminismo. E anche il blog non è stato da meno. Grillo e i suoi seguaci hanno fatto a gara a chi è più becero. Non so chi ha vinto: avete dato la stura a quel che c'è di peggio sulle donne ma, secondo me avete fatto autogol, non so quante donne vi voteranno ancora. Ma non potevate fare critiche nel merito, invece che insultare le deputate e la Boldrini? Certo non avreste insultato i maschi con accuse sessiste! Io, se voglio criticare Grillo e i suoi non ricorro a frasi sulla loro vita sessuale ma sul loro reale comportamento. Marisa
  • Luigi G. M. Basile 3 anni fa
    Ciao. Io non farei tragedie per la legge che si sta andando ad approvare. Storicamente leggi studiate appositamente per favorire qualcuno a scapito di qualcun altro e calate di lì a qualche anno in un contesto storico mutato hanno portato a risultati imprevisti da chi le aveva volute. Renzi e Berlusconi pensano di arrivare rispettivamente primo e secondo ma non è detto che qualcuno dei due possa arrivare terzo.
  • Mario La Rosa 3 anni fa
    Anche nella legge elettorale cosi' come nel lavoro ci sono cittadini di serie A e di serie B "statali e privati". La soglia non potrebbe essere la stessa per i partiti che sono in coalizioni e chi non lo sono?
  • aldo conte 3 anni fa
    Idea/Proposta per una lista "bianca" senza nomi. Tempo di elezioni, molta gente non sa per chi votare, almeno prima che ci fosse il M5S, cmq, a molta gente non piace nessuno che sta in lista, ma magari gli piacerebbe votare una personalità che non sta in lista, allora propongo al M5S, se l'idea piace ed è fattibile, di fare una legge per cui, ad ogni elezioni ci sia una lista vuota, dove ciascuno può metterci, sulla scheda elettorale, il nome che vuole, vincerebbero, ad es., i primi dieci che hanno preso più voti.
  • Eleonora Moltrasio 3 anni fa
    VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA NON MI VIENE DA DIRE ALTRO MA.....................TUTTO IL MIO DISPREZZO PER MIRACOLATI SENZA PUDORE. DOVRESTE ABBASSARE GLI OCCHI AL COSPETTO DEI VOSTRI FIGLI (SE NE AVETE), O ANCHE SOLO A GUARDARE NEGLI OCCHI LA GENTE PER BENE (E PER FORTUNA E' TANTA) RIBADISCO, V E R G O G N A Eleonora
  • antonio . Utente certificato 3 anni fa
    che ne dite di eliminare le coalizioni pre elettorali(ogni partito o movimento si presenta da solo)e mettere una soglia intorno al 4-5%
  • marco dalla mariga Utente certificato 3 anni fa
    E adesso voglio la preferenza negativa!
  • Marco . Utente certificato 3 anni fa
    Elezioni politiche 2013, camera dei deputati: M5S 25.55% dei voti; PD 25.42% dei voti; PDL 21.56% dei voti. Ogni tanto ci penso e mi domando come mai l'incarico di governo Giorgio Napolitano non lo ha conferito al Movimento...poi leggo le notizie di oggi e vedo che Renzi e Berlusconi si telefonano, si parlano, si cercano...e capisco tante cose. Perchè vale di più un esempio che mille parole. Poi parlo, parlo con tante persone (è anche questo il mio lavoro). E capisco che gli ...italiani sono a livello, anzi forse "#sono-oltre". E mi domando come mai si ostinino a votare PD, PDL...e non me ne capacito, veramente. Provo a ipotizzarne i motivi: ignoranza? No, sono troppi i voti, e poi alcuni miei amici votano PD e/o PDL e sono intelligenti, intelligenti ed acculturati; credulità? No, non è possibile, perchè gli stessi miei amici che votano PD e PDL si documentano ed in tutti gli altri campi dell'esistenza non si fanno "fottere"; superficialità? No, gli stessi miei amici quando devono spendere anche fin solo 10 Euro ponderano e ponderano, e ponderano...; disinteresse verso la politica? No, penso non voterebbero proprio come ho fatto io per venti anni; allora cosa?!?! Ci deve essere un motivo! Non ditemi per ideologia perchè non è un termine assimilabile alla classe politica che abbiamo in Italia da 25 anni a questa parte...a meno che per ideologia non si intenda anche la corruzione, la disonestà e la prevaricazione. L'unica motivazione che sono riuscito a trovare è la mancanza di coraggio, non fine a se stesso, perchè ci vuole molto coraggio a vivere nell'Italia di oggi, a far quadrare i conti a fine mese, a crescere dei figli, a crescere anche se stessi in fondo. La mancanza di coraggio è relativa alla paura del nuovo , la paura del salto nel buio, del cambiamento, ed è forse la più forte delle paure. Scegliere qualcosa di completamente nuovo ed essere poi, di fronte a noi ed agli altri, pienamente responsabili della popria scelta mette una gran pa
  • Marco . Utente certificato 3 anni fa
    , perchè se si sbaglia?!?! Ed infatti gli italiani sono storicamente alla spasmodica ricerca di un salvatore della Patria, dalle cui labbra pendere e con il quale identificarsi, salvo poi un giorno se le cose vanno male, disconoscerlo, insieme a lui rinnegare le proprie convinzioni e crocefiggerlo. Oggi abbiamo una grande opportunità, per me, si chiama Movimento 5 stelle, e non è Grillo, Casaleggio, Di Battista o chi altro. E' un concetto nuovo di partecipazione, mai visto in Italia, mai visto al mondo. L'inizio di una nuova era. Perchè non provare, almeno una volta? Senza paura.
  • luca ciani 3 anni fa
    Bisogna assolutamente cambiare gli orari e il preavviso per il voto!!! Anche oggi mi è arrivato il messaggio di avviso alle ore 10:08 e chi non lavora in ufficio spesso NON PUO' COLLEGARSI A INTERNET fino a sera... e quando ho guardato erano le 19:30... Vogliamo porvi rimedio???
  • Tukko67 aka (acronik-nauta) Utente certificato 3 anni fa
    Azz...per 6 minuti HO VOTATOOO. Scusate l'entusiasmo ma è la prima volta che un intero movimento ascolta i MIEI problemi e vi pone rimedio ! Scherzo, so che il prolungamento dell'orario utile per votare era un problema di molti ma...sembrerà una sciocchezza ma il senso appartenenza, di contare qualcosa viene proprio dalle piccolezze come questa. A questo punto io sono per il proporzionale con collegio intermedio, anche se devo confessare che non afferro intimamente i concetti di questa legge.
  • caterina piovano Utente certificato 3 anni fa
    io voto per l'uninominale intermedio,e grazie per come vi impegnate,bravi cate53
  • nicola crosato Utente certificato 3 anni fa
    Ho capito,lascio a voi la questione, per me argomento ancora troppo ostico..fate la cosa giusta...ciao
  • Ettore . Utente certificato 3 anni fa
    assemblea costituente 18 dicembre 1947 su collegi e legge elettorale http://legislature.camera.it/_dati/costituente/lavori/Assemblea/sed338/sed338nc_3361.pdf
  • marco zanier 3 anni fa
    Io ho ascoltato attentamente la spiegazione del vostro esperto, chiarissima, e voto per il collegio intermedio. Affiancato al sistema proporzionale.
  • M L Utente certificato 3 anni fa
    ALCUNI DI VOI NON HANNO CAPITO NULLA...! - Sistema proporzionale con COLLEGI UNINOMINALI: gli elettori dovranno votare per i 630 in parlamento --> l'elettorato viene diviso in 630 collegi in cui in ognuno viene eletto il rappresentante in parlamento. Chi arriva primo nel singolo collegio, sarà eletto in parlamento. - Sistema proporzionale con LISTE PLURINOMINALI (NAZIONALE O INTERMEDIO): gli elettori dovranno votare per i 630 in parlamento --> non si creano collegi su base territoriale, ma una unica lista nazionale di candidati per ciascun partito. I seggi verranno poi ripartiti proporzionalmente in base ai voti ottenuti su base nazionale. - Conseguenze: con i collegi uninominali si risolvono i problemi del PORCELLUM (che era un sistema proporzionale, collegi plurinominali corretto con una basso sbarramento e un abnorme premio di maggioranza incostituzionale). Il proporzionale UNINOMINALE quindi risolve il problema delle liste bloccate (senza preferenze) che creano il problema dei nominati di partito e viene risolto anche il problema inverso, cioè quello delle preferenze sulla lista nazionale (liste aperte) che creano il problema del voto di scambio! - Inoltre per quanto riguarda la governabilità, pur restando un sistema proporzionale che garantisce la rappresentatività, i SEGGI UNINOMINALI la garantiscono, al contrario del collegio nazionale o intermedio! PERCHE in ogni collegio INOLTRE SI VERREBBE A CREARE UNA SOGLIA SI SBARRAMENTO ALTA ED IMPLICITA CHE FAREBBE FUORI DAL PARLAMENTO TUTTI I PARTITINI MINORI COME SEL, UDC, SC, LEGA, NCD, FDI, ECC. CHE NON CREANO ALTRO CHE FRAMMENTAZIONE POLITICA ED INGOVERNABILITA' CON IL LORO RICATTI POST-ELETTORALI AI GRANDI PARTITI IN COALIZIONE (VEDI SEL CHE HA FATTO IN MODO CHE IL PD AVESSE UNA MANCIATA DI VOTI IN PIU' IN COALIZIONE, MA POI E' PASSATA ALL'OPPOSIZIONE DI GOVERNO). QUESTO SISTEMA ELIMINA INDIRETTAMENTE ANCHE IL FENOMENO DELLE COALIZIONI PRE-ELETTORALI CHE SONO CARATTERISTICA APPUNTO DEL PLURINOMINNALE!
  • carlo d. Utente certificato 3 anni fa
    la spiegazione è interessante e molto neutrale. Forse propenderei per il collegio intermedio e la ipotesi indicata del recupero in collegio unico nazionale...
  • Giovanni Valle Utente certificato 3 anni fa
    L'idea può essere quella di un collegio unico nazionale, la cui lista è però formata (almeno nel caso del M5S... gli altri vedano un po' loro cosa fare a casa propria) con primarie organizzate su base locale (collegi virtuali): in questo modo, il candidato è espresso dal territorio e sottoposto al giudizio dell'intero corpo elettorale. Il sistema a collegio uninominale mi sembra, d'altra parte, comporti effettivamente un rischio di "particolarismo" nel momento in cui gli assetti fondamentali (nazionali ed europei) devono essere cambiati; cambiamento senza il quale anche le forze innovative che si esprimono a livello locale rischiano l'isterilimento e la dispersione Gianni Valle Torino
  • carlo teri 3 anni fa
    Ma molto indeciso . Io sarei per una presentazione di liste non coalizzabili. Il movimento o qualsivoglia si vuole chiamare governa.Il m5S quale prima forza di voti ottenuti ne aveva il diritto sacrosanto .comunque ho votato per l'ipotesi di un intermedio auspicando un recupero degli scarti su procedure si spera all'insegna della virtuosità di scelta
  • Lino Viotti Utente certificato 3 anni fa
    ..... Il dott. Giannulli , spiega benissimo ( non ci vuole molto per capirLo ) ... Bisogna Ri-fare come si faceva prima del 1994 , 34/35 circoscrizzioni , cioè di grandezza media ( la grandezza dei collegi andavano bene già allora , più o meno ) : Ad es. : Veniva eletto il candidato che otteneva la PIù ALTA PERCENTUALE nel Suo collegio . In Pratica : Sistema PROPORZIONALE Con Collegio Uninominale . punto . Non facciamo le cose troppo complicate . La Legge Elettorale più è complicata è e più i Politici Ci prenderanno per i "fondelli "!!!! Non Vi fate illusioni : La legge Elettorale sarà fatta per agevolare ancora di più l'indipendeza della CASTA dai Cittadini , Non sarà certo fatta per risolvere gli interessi dei Cittadini : ... questo fatto : METTETEVELO BENE IN MENTE !!! Il sistema Nazionale Unico produrrà una Classe dirigente sempre più al servizio del potere BanKario !!!( ... non ci vuole molto per capirLo ).
  • Santo Mazzotti Utente certificato 3 anni fa
    UNICO COLLEGIO A LIVELLO NAZIONALE, perché non siamo più nell'800. Nel 1860, quando è stata fatta l'unità d'Italia, aveva un senso dividere il territorio in tanti piccoli collegi, perché il parlamentare candidato doveva andare in giro in calesse od in carrozza, per contattare gli elettori della zona ed illustrare loro il proprio programma politico; ma poi c'è stata la radio, poi la televisione, ORA C'E' INTERNET: non hanno più senso tutti questi collegi e tutti questi parlamentari. Per il rapporto con il territorio ci sono le regioni ed i comuni. Ora i candidati parlamentari si fanno conoscere con i mezzi di informazione di massa e c'è la possibilità tecnica di conoscere tutti i candidati d'Italia; per questo il numero dei parlamentari dovrebbe essere tale che ogni cittadino Italiano li possa opportunamente conoscerli e “controllarli” tutti, ad uno ad uno: CINQUANTA, AL MASSIMO 100-150 PARLAMENTARI. Infine un sentito grazie al prof. Aldo Giannuli, per le sue preziose lezioni.
  • Pietro B. Utente certificato 3 anni fa
    Ho votato per un sistema intermedio perché gli altri due non mi convincono però una cosa la devo dire: NO ALL'UNINOMINALE! L'uninominale è un metodo perfetto per trasformare il Parlamento in un marchettificio in cui i parlamentari pensano solo a portare soldi nel loro territorio mentre il Governo fa quello che gli pare. Non è un caso che sia un sistema che piaccia a D'Alema...
  • Tiziano Casari Utente certificato 3 anni fa
    Siamo sicuri che sia tutto chiaro? Per me non lo è. Stiamo costruendo una legge elettorale ed ognuno ha la sua idea e ci sentiamo tutti dei legislativi. Per me non è chiaro, sia l'uninominale che l'unico nazionale hanno degli svantaggi e nessuno ci può dare certezze su come andranno le cose al momento del voto perché ci sarà sempre qualcuno che si compra i voti in un modo o nell'altro, la criminalità o Berlusconi promettendo 'abolizione delle tasse. Cominciamo a chiedere uno stato che combatta la criminalità e non che ne faccia parte, dei politici onesti e che non abbiano interessi personali. È molto bello poter votare le leggi ma forse se ci avessero presentato 2 leggi pensate dai nostri eletti ed elaborate dai nostri legislativi, che ogni giorno lavorano dentro ai palazzi, e ci avessero chiesto di scegliere tra una o l'altra forse le cose sarebbero state più chiare ed avremmo avuto una visione di insieme molto più chiara. Scusate per lo sfogo ma nella nostra regione questo fine settimana i nostri Parlamentari hanno incontrato i meetup locali per rendere conto alla base, questa è democrazia partecipativa. Se potete fatelo in tutte le regioni, vi racconteranno cose che voi umani non avete mai visto e capirete quanto stanno lavorando i nostri eletti. Cambiamo l'Italia.
    • gennaro fu 3 anni fa
      Ho votato intermedio seguendo Toninelli. Sono d'accordo: scegliere da un paio di proposte 'compensate' elaborate dai nostri.
  • mich s. Utente certificato 3 anni fa
    Alle scorse elezioni politiche, il M5S ha candidato parlamentari di altissimo livello, come mai in Italia prima d'ora. Perché allora non prendere spunto dall'esperienza? Come dice il motto, "squadra che vince non si cambia"!! Se ben ricordate, gli attuali parlamentari M5S sono stati selezionati all'interno di collegi di medie dimensioni (per esempio nel Lazio c'era "Lazio1" e "Lazio2"), attraverso delle primarie votate dagli iscritti al movimento. Io quindi opterei per collegi di medie dimensioni, primarie votate dagli iscritti e infine il voto di preferenza per tutti i cittadini anche non iscritti. In questo modo siamo certi di selezionare persone non imposte dall'alto, che non si comprano i voti, di alto profilo.
  • Luigi D. Utente certificato 3 anni fa
    Vabbe' ormai siamo al punto importante. HO VOTATO UNINOMINALE (10 minuti fa)
  • M L Utente certificato 3 anni fa
    IL COLLEGIO UNINOMINALE NEL SISTEMA PROPORZIONALE, SENZA IL RECUPERO DEI RESTI DAL COLLEGIO NAZIONALE. E' L'UNICO MODO PER RISOLVERE IL PROBLEMA DELLE PREFERENZE (CHE GENERANO IL PROBLEMA DEL VOTO DI SCAMBIO) O DELLE LISTE BLOCCATE (CHE GENERANO IL PROBLEMA DELLE NOMINE DI PARTITO). INOLTRE SI VERREBBE A CREARE UNA SOGLIA SI SBARRAMENTO ALTA ED IMPLICITA CHE FAREBBE FUORI DAL PARLAMENTO TUTTI I PARTITINI MINORI COME SEL, UDC, SC, LEGA, NCD, FDI, ECC. CHE NON CREANO ALTRO CHE FRAMMENTAZIONE POLITICA ED INGOVERNABILITA' CON IL LORO RICATTI POST-ELETTORALI AI GRANDI PARTITI IN COALIZIONE (VEDI SEL CHE HA FATTO IN MODO CHE IL PD AVESSE UNA MANCIATA DI VOTI IN PIU' IN COALIZIONE, MA POI E' PASSATA ALL'OPPOSIZIONE DI GOVERNO). QUESTO SISTEMA ELIMINA INDIRETTAMENTE ANCHE IL FENOMENO DELLE COALIZIONI PRE-ELETTORALI CHE SONO CARATTERISTICA APPUNTO DEL SISTEMA PROPORZIONALE PLURINOMINALE (COLLEGIO UNICO O INTERMEDIO). NON DIMENTICATE CHE IL SISTEMA RIMANE PROPORZIONALE, CIOE' I VOTI DEGLI ELETTORI CORRISPONDONO FEDELMENTE AI SEGGI IN PARLAMENTO!!!
    • leonardo agrella 3 anni fa
      sareste così gentili da specificare meglio? se si votasse con il proporzionale uninominale l'ipotetico risultato elettorale dello scorso anno porterebbe ad una ingovernabilità? mentre invece se usassimo quello misto qualche partito farebbe la coalizione? con quello uninazionale i candidati come verrebbero scelti?
  • CLAUDIO 3 anni fa
    collegio uninominale e preferenza per sempre. Si permette all'elettore di mandare in parlamento gente che conosce il territorio e si evita, come succede oggi di mandare il parlamento gente che non conosce minimamente le problematiche del suo collegio e che ragiona esclusivamente per ideologia e convinzioni personali. Oltretutto l'eletto di un piccolo collegio uninominale ci penserà 100 volte prima di spendere 1.800 per un affitto a Roma e 3000 per dei collaboratori che non si sa bene cosa facciano tutto il giorno. L'altra faccia della medaglia è il rischio di clientelismo dovuto a usi e consuetudini locali ( spesso del meridione) e ignoranza dell'elettore.
  • mara zuin 3 anni fa
    Io sono per il sistema intermedio.
  • Adriano Sorà Utente certificato 3 anni fa
    Collegio nazionale con recupero intermedio.
  • Alberto Bernini 3 anni fa
    Il collegio unico nazionale è la scelta più adeguata al sistema elettorale proporzionale. Se dividessimo la nazione in tanti collegi quanti sono gli eleggibili (ad es. 630 collegi per la camera) torneremmo al maggioritario a turno unico. Più è ampio il collegio, più è proporzionale il sistema elettorale. La rappresentatività dei territori va garantita con una seconda camera (Senato?) eletta con altri collegi e sistemi.
  • Michele P. Utente certificato 3 anni fa
    Si scriva una legge elettorale che dia la rappresentanza a tutti nel pieno rispetto della costituzione (quindi proporzionale pura). Si dia il diritto di scegliere il candidato anche se ci fosse un solo cittadino ad usufruirne. Per il problema della governabilità e per silenziare tutti i signori che sbandierano questo alibi per non concedere questi diritti e tagliare fuori qualche movimento, si studi una regola che limiti il diritto di veto alle piccole rappresentanze (stile ONU). Ogni rappresentanza seppur minoritaria potrà avere l'opportunità di discutere e nel caso convincere le altre rappresentanze di maggioranza. TUTTO NEL RISPETTO DELLA COSTITUZIONE
    • Ezio D'Alessandro Utente certificato 3 anni fa
      Sono d'accordo, la governabilità è un alibi; vado oltre: è una menzogna. Da quando Berlusconi scese in campo è stato eliminato il proporzionale puro, ma Berlusconi ha continuato a dire che così l'Italia è ingovernabile. E' venuto il porcellum di nominati, ma non soltanto dal cavaliere; berlusconi e il suo Governo di nominati ha avuto una maggioranza schiacciante, ma il Governo di Berlusconi si è dimesso e Berlusconi ha ridetto che così l'Italia è ingovernabile. Mussolini con la sua dittatura dopo 20 anni di governo è caduto pure lui (a testa in giù, vergogna per chi ha determinato tale vilipendio di persona umana). Credo che Berlusconi e la sua corte voglia costringere gli italiani ad una dittatura ancora più dura di quella che i nostri predecessori hanno voluto e subito. Se M5S non prendesse un deciso sopravvento democratico la fine sarebbe la dittatura.
  • alberto conti 3 anni fa
    Caro Beppe speriamo che non venga approvata questa legge elettorale, ma se cosi' fosse, devi assolutamente aumentare le tua forza alleandoti con rifondazione comunista e, se si redime, anche con sinistra ecologia e liberta'. A mio modo di vedere, solo questi tre partiti possono curare gli interessi dei lavoratori e del ceto definito medio.... Solo con la redistribuzione del reddito potremo risollevare i grandissimi problemi dell' italia... Caro Beppe ascoltamiiiiii !!!!!!!!!
    • carlo teri 3 anni fa
      Si proprio un bell'affare alleanze con SEL , capeggiata da Vendola che ha prodotto ed inserito Boldrini e Boldrinon espressione del vecchio e dello stantio e che è stato gruppo di coalizione con il PD , fulcro diabolico della politica attuale assieme ovviamente a quegli altri . Invero stanno confezionando una legge sopraffina e diabolica per estromettere unicamente il M5S unico vero pericolo per le forze"alleate" di sempre.
    • daniele gulinelli Utente certificato 3 anni fa
      l'italiano per natura NON è un'estremista,lo dimostrano ampiamente i consensi elettorali delle estremità parlamentari,l'italiano è un moderato,non bisogna solo cambiare la posizione della crocetta sulla scheda,bisogna cambiare la mentalità......... questa è la mia personale opinione
  • Luigi D. Utente certificato 3 anni fa
    Si, mi hanno tagliato (4 volte) un post per il professore Giannuli, vabbe' pazienza
  • Luigi D. Utente certificato 3 anni fa
    Ma i post sono pre-moderatori?
  • Bruno Knez 3 anni fa
    io penso che una legge elettorale vale l'altra cercando un equilibrio giusto,molto però dipende da certe regole severe e precise, come ad esempio durata massimo due legislature non condannati o indagati, niente doppi incarichi,non si può cambiare partito con legislatura in corso,gruppo misto e deputati a vita devono essere eliminati,eliminare le province, scremare i consiglieri regionali di brutto, compresi vitalizzi ,paghe e rimborsi eliminare un pò di commissioni e agenzie, pene severe e certe per condannati,per truffe ,evasioni,ecc..lotta senza quartiere alle lobbi e poteri forti,naturalmente guerra alle mafie e delinquenza, epoi il resto. forza 5 stelle con piu presenze nelle tv pubbliche e sui territori forse ce la facciamo.ciao a tutti
  • Lorenzo S. 3 anni fa
    DIVIETO DI COALIZIONE
  • niko d. Utente certificato 3 anni fa
    Ciao a tutti. E grazie a voi che partecipate a queste utilissime discussioni sulla legge elettorale. Questo è il movimento!!! (la luce è formata da tanti colori che si mescolano insieme!!) Per quanto riguarda il quesito sui collegi, penso che il M5S abbia una marcia in più ... ovvero, attraverso le primarie elegge già dei candidati "territoriali" e quindi legati ad una certa zona. Pertanto i collegi uninominali sono pressochè inutili. Opterei quindi per il collegio nazionale cosicchè si eleva la qualità degli eletti, puntando ad una visione "globale e nazionali" delle problematiche e delle discussioni. Si sa che i problemi dei singoli territori sono causati da una mal gestione della "macchina" nazionale. E questo secondo me non allontana affatto il candidato dalle problematiche locali, visto che l'idea del movimento è quello di rendere partecipi e attivi i cittadini fin dai comuni e dalle regioni. Ed i cittadini infatti sono attivi perchè direttamente collegati agli eletti in parlamento (vedi discussioni, proposte di legge o votazioni online) Per questo penso che il M5S utilizzando un collegio nazionale riesca a soddisfare anche le specifiche. PS: eventuale alternativa i collegi intermedi ... ma lascio la parola alla consultazione. Votate tutti, mi raccomando! Più siamo ... e meno ci saranno rotture di scatole da parte di chi non ha altri argomenti se non quello di denigrare il nostro movimento.
  • gabriella piacente Utente certificato 3 anni fa
    Stiamo decidendo per una legge elettorale e quindi poi delle probabili votazioni. a tale proposito vorrei porre una particolare attenzione alla questione rifiuti in Campania. E' stato detto che dei politici e non, collusi con la camorra hanno permesso tutto quello di cui oggi si grida all'orrore. Ma quando un uomo di camorra all'epoca senza coscienza ne acquisisce una, sentendo la responsabilità della gravità di quello che stava accadendo e denuncia i fatti, a quel punto magistrati e politici che ne hanno preso atto ,è una cosa inqualificabile che per tantissimi anni dalla denuncia non si siano mossi per sistemare la questione. Le scuse erano che non c'erano soldi? che la merda era troppo puzzolente per smuoverla? Bene allora non si fanno tav, non si comprano aerei e quant'altro (tra l'altro solo per clientelismo)si pensa solo a sistemare la questione. Perchè chi non ha fatto niente a tale proposito ha ucciso migliaia di persone innocenti e chi non sistema le scuole uccide tanti bambini innocenti. Cosa vogliamo fare di questi assassini? Qui non ci sono solo indagati e condannati ma anche una massa di assassini impuniti. tutti a casa o in prigione e buttiamo la chiave onde evitare porte girevoli. Attenzioine a chi diamo il voto.
  • Barbara M. Utente certificato 3 anni fa
    Mi spiace, probabilmente sono io poco intelligente, ma questa spiegazione per me è insufficiente. La materia è diventata ostica e la spiegazione non chiarisce le differenze tra i diversi tipi di collegi e perchè preferire uno invece dell'altro.
    • riccardo mordini 3 anni fa
      Cara Barbara, non è questione di intelligenza e sicuramente non sarai l'unica con questi dubbi, perchè ognuno può scegliere in base al proprio momentaneo pensiero ma nessuno di noi ha oggettivamente e profondamente elucubrato sull'argomento e su tutte le possibili varianti qualunque sia lo schieramento vincente le elezioni. Io sono qui da oltre un'ora e, oltre al video, per ogni dieci posizioni a favore di una scelta ne vedi dieci contrarie, e ognuno adducendo le proprie motivazioni. I motivi a favore o contro li abbiamo capiti, quello che ci blocca è l'incapacità di inquadrare la posizione ufficiale del movimento (quindi già valutata e studiata e decisa)e la paura di andarvi contro. A riveder le stelle....
    • remigio saronno 3 anni fa
      Ciao, Sono laureato in ingegneria, parlo 4 lingue, lavoro all´estero e bla bla bla... :-) quindi mi ritengo almeno "flessibile" e "sufficientemente" intelligente. Ho letto la spiegazione piú volte. Non ho capito. Non ho trovato esempi semplici. Non ho trovato un cenno o un esempio sul sistema "intermedio". Attenzione! Grande merito alla democrazia diretta ma vi prego di investire molto di piú sulla capacitá di spiegare concetti anche ostici. Saluti p.s.) vuole essere un consiglio e non una critica. Non ditemi di cercare su internet... Ho provato i link su wikipedia e, almeno per me (e credo la maggior parte delle persone), rimane ugualmente argomento poco chiaro.
    • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
      Concordo Barbara.. il quesito è posto malissimo. Nicola, non è facile come dici.. basta leggere i commenti del blog. Ci sono laureati di giurisprudenza che si sostengono idee opposte, non di preferenza , ma di significato dei vari collegi.. figuriamoci cosa ne può ricavare chi invece non ha la stessa preparazione... Ripeto questito posto male, spiegato male, e nessuna risposta chiara dal blog. Peccato
    • Nicola Di Pinto Utente certificato 3 anni fa
      Potresti sempre fare una ricerca per conto tuo per approfondire l'argomento :)
  • davide sulprizio 3 anni fa
    stavo pensando solo ad una cosa...quello che é la peculiaritá del 5 stelle cittadini entrati in parlamento molto attaccati alle lotte territoriali da cui provengono e competenti anche nelle tematiche nazionali e internazionali dunque non mi sembra necessario legare le elezioni a collegi piccoli per avere deputati legati fortemente ai territori visto che giá sono cosí! dunque propendo per collegi nazionali
  • Lamberto 3 anni fa
    Come sostenevano i latini, dall'alto della loro saggezza,IN MEDIO STAT VIRTUS perciò...
  • guido ligazzolo Utente certificato 3 anni fa
    certamente la riflessione di dare un significato ai voti non dati con la mancata copertura proporzionale dei relativi seggi é innovativa. Tale impostazione darebbe un vero significato alla volontá degli elettori che non votano, ma soprattutto toglierebbe al nocciolo duro degli elettori ad ogni costo la possibilitá di usufruire del non voto per rendere piú "pesante" il proprio voto.
  • Luigi D. Utente certificato 3 anni fa
    Riforma e Controriforma Dai Referendum Segni alla congiura di casa Letta http://web.tiscalinet.it/comdirel/storia.htm Dal 1948 a 2005 (nuovo la truffa e super-sola Italicum in arriva) https://www.senato.it/1013?testo_generico=244
  • Massimo Garibaldi Utente certificato 3 anni fa
    Sottopongo a tutti voi la mia idea riguardo la legge elettorale, che spero possa suscitare suggerimenti e migliorie da parte di tutti i Cittadini. Un solo collegio nazionale per l'elezione dei Senatori e più collegi territoriali per l'elezione dei Deputati. Le due Camere dovrebbero però avere competenze legislative differenti. Il Senato quelle nazionali e la Camera dei Deputati quelle dei collegi elettorali, mantenendo comunque il doppio turno per l'approvazione delle leggi e le successive garanzie attualmente previste dalla Costituzione. Il sistema elettorale dovrebbe essere in entrambe le Camere quello proporzionale, ma senza premio di maggioranza. Ed è questa l'idea. Lo sbarramento, se necessario per costituire una maggioranza, dovrebbe incidere sul numero di Senatori e di Deputati eletti dai Cittadini. Mi spiego meglio, ed è qui che sta la novità. Chi non prende abbastanza voti o preferenze non viene eletto ed i suoi voti, che in realtà non sono i suoi, ma di chi non vota, di chi vota scheda nulla o in bianco, non vengono ridistribuiti in alcun modo. Avremo un Parlamento con meno Deputati e Senatori perché, come sappiamo e anche se non sono tra questi, non tutti i Cittadini vanno a votare. Mi rendo conto che bisognerebbe modificare non solo la legge elettorale, ma pure la Costituzione. Ci sarebbe però maggior motivazione da parte dei candidati nel condurre una campagna elettorale più trasparente e si realizzerebbe una sorta di democrazia, seppur mediata, maggiormente partecipata. Per una democrazia più diretta bisognerebbe modificare anche l'istituto del referendum che vorrei non solo abrogativo, ma anche propositivo e senza quorum, proposto però da un numero minimo di Cittadini maggiore dell'attuale. Per lo stesso motivo si dovrebbe anche pensare ad un'elezione più diretta del Presidente della Repubblica e con un mandato della stessa durata delle Camere. Cosa ne pensate? Massimo Garibaldi.
  • Massimiliano G. Utente certificato 3 anni fa
    Assolutamente no ai piccoli collegi uninominali dove il voto di scambio la fa da padrone, dove si compra voto per voto.
  • Efstathios Varvarigos Utente certificato 3 anni fa
    Collegio intermedio, circoscrizioni grandi. Sono grato al prof Giannulli ma magari alle prossime se si accompagna a qualche grafico powerpoint sarebbe meglio perchè l'esempio che ha fatto messo per iscritto non era molto chiaro. Comunque chiarissime le conclusioni. Grazie
    • Ezio D'Alessandro Utente certificato 3 anni fa
      Egregio sig. Garibaldi, mi fermo alla prima proposizione e le faccio la seguente domanda: "Perché vuole cambiare la Costituzione art. 56 e art. 57, con le difficoltà della maggioranza qualificata o referendum propositivo, quando già la Costituzione prevede nell'art. 57 il senato a base regionale?" forse perché preferisce che i rappresentanti regionali più giovani? O forse perché non conosce cosa prevede e dispone la Costituzione della repubblica italiana? Se così fosse la pregherei di conoscere cosa altri hanno costruito con idee maturate nel sangue versato da tanti e nel dolore, prima di sfasciarlo insensatamente. Cordiali saluti.
  • Liliana V. Utente certificato 3 anni fa
    Sono per il collegio uninominale legato al territorio, con divieto di paracadutati da altri territori. Definire Renzi intelletualmente timido,è quasi un complimento, perchè in realtà è intellettualmente homo massonicus come il delinquente affiliato alla p2 Berlusconi. Il primo provvedimento che dovrà essere legiferato dal movimento 5 stelle è il referendum propositivo, per impedire che hominicchi massonici possano fare scelte sulla legge elettorale non condivise da 60 milioni di italiani.
  • Cristiano Roncuzzi Utente certificato 3 anni fa
    Chiederei a tutti di utilizzare la possiblità di fare commenti restando nel merito della discussione, insomma discutere del quesito in essere e basta. Grazie
  • Cristiano Roncuzzi Utente certificato 3 anni fa
    Sistema intermedio con circoscrizioni grandi, 6 eletti per milione di aventi diritto.
  • Cogitans Scribens 3 anni fa
    Analisi delle dichiarazioni di Grillo sulla legge elettorale. Alle condizioni del M5S sarebbe possibile o no emanarne una? Qui, al link, l'analisi e le risposte. http://cogitanscribens.wordpress.com/2014/01/26/frusone-m5s-e-legge-elettorale/
  • Roberto Borrino Utente certificato 3 anni fa
    io direi collegio intermedio, non troppo legato al territorio.
  • Giuseppe Fanni Utente certificato 3 anni fa
    Salve, mi rendo conto dell'impossibilità attuale di trovare una controparte politica con cui attuare il programma del M5S, cosa che non ha consentito al movimento di poter fare accordi di governo in seguito agli ultimi risultati delle elezioni politiche. Troppo distanti le altre posizioni e stando cosi le cose meglio soli che male....Ma questo momento, in cui si cerca di dare al paese una nuova legge elettorale è estremamente importante per sancire il primo passo verso un reale cambiamento. Per cui condivido l'iniziativa del movimento per sondare le opinioni in merito del web. Da quelle che ho potuto leggere mi sembra che prevalgano quelle che indicano il sistema maggioritario con i vari correttivi. personalmente, in considerazione del fatto che il paese ha già votato con questo sistema è che lo si è voluto cambiare per privilegiare la stabilità di governo, non mi pare che quello attuale ce ne abbia fatto guadagnare parecchia. Per cui non saprei se un ritorno al proporzionale ci risolva il problema. Credo allora che la cosa più importante, al di là di questo o quello, è di inserire, sulla base delle passate esperienze, quei correttivi ispirati a una onestà intellettuale e lungimiranza politica, valori questi, divenuti "merce rara" tra i politici di oggi. Sono convinto che in tale ottica, il M5S,è in grado di svolgere egregiamente e degnamente la sua parte. Confido pertanto che esso non rinunci in nessun caso ai suoi principi ispiratori e ai punti saldi del suo programma.
  • marino marquardt Utente certificato 3 anni fa
    LEGGE ELETTORALE, VIETNAM PARLAMENTARE ALLE PORTE' Da domani alla Camera ne vedremo delle belle. La profezia è di Roberto Calderoli. Il padre del «Porcellum» ha fatto due conti e ha sentenziato: "la riforma elettorale avrà vita durissima in Commissione". E pure nel caso in cui superasse l'esame, «quasi certamente non avrebbe i numeri in Aula» dove si voterà a scrutinio segreto. «Inciamperà praticamente subito - scommette Calderoli - perché già al primo comma dell''articolo 1 verrà al pettine il nodo delle preferenze...». Il Vietnam parlamentare, insomma, è alle porte. E il pischello toscano teme la palude. Si sta accorgendo che il Parlamento è cosa ben diversa dal Consiglio comunale di Firenze...
  • marino marquardt Utente certificato 3 anni fa
    ITALICUM, GIURISTI E COSTITUZIONALISTI IN CORO: E' UNA CIOFECA. Questa proposta di Legge elettorale è una ciofeca. Non hanno dubbi i ventinove giuristi e costituzionalisti tra i più importanti d'Italia che hanno firmato un appello pubblicato da 'il manifesto'. Tra i firmatari anche Stefano Rodotà. I sottoscrittori dell’appello parlano di “sconcerto e protesta” per il tentativo in atto di “riprodurre” con la nuova legge elettorale i difetti della ‘porcata’ del leghista Roberto Calderoli. La proposta di riforma, denunciano Rodotà e gli altri firmatari, “consiste in una riedizione del Porcellum, che da essa è sotto taluni aspetti (la fissazione di una quota minima per il premio di maggioranza e le liste corte) migliorato, ma sotto altri (le soglie di sbarramento, enormemente più alte) peggiorato”. Di conseguenza, i costituzionalisti “esprimono il loro sconcerto e la loro protesta” per una proposta di legge che rischia una “nuova pronuncia di illegittimità da parte della Corte costituzionale e, ancor prima, un rinvio della legge alle Camere da parte del Presidente della Repubblica“. Più chiaro di così...
  • Ezio D'Alessandro Utente certificato 3 anni fa
    La Costituzione della Repubblica italiana (esiste ancora nei precordi dei partiti?), mi sembra che preveda per la Camera dei deputati (art. 56) il proporzionale su base nazionale (collegio unico?; il territorio nazionale è ripartito in circoscrizioni (secondo criteri che mi sfuggono)e i seggi della camera dei deputati distribuiti in proporzione della popolazione per circoscrizione l'elettorato passivo che raccoglie più voti conquista i seggi; ci sono meno localismi rispetto ad una ripartizione su base regionale, ma più localismi rispetto ad un unica circoscrizione nazionale. C'è una particolarità determinante: l'elezione è per i seggi della Camera dei deputati. Cosa significa? che i collegi sono uninominali? Mi sembra il contrario; mi sembra che i voti portati dai deputati preferiti vadano nel calderone del partito che raccoglie il corrispondente numero dei seggi e li ridistribuisce ai suoi iscritti, preferiti dal partito. E al senato? Art. 57 e 58 (mi sembra), invece si eleggono i senatori su base regionale; ad ogni regione viene assegnato un numero di seggi proporzionale alla popolazione regionale e per ogni seggio regionale viene eletto chi ha la maggioranza dei voti. In ogni regione ci sono collegi uninominali maggioritari? Mi sembra di si. Ne consegue che ogni regione ha senatori che la rappresentano nel senato del Parlamento della Repubblica italiana. Poi c'è un altro elemento determinante, l'età. I deputati dovrebbero essere più giovani, ma non c'è sbarramento in alto per la Camera dei deputati. Strombazzano la necessità di riforme da 20 anni; reclamano il senato delle regioni da altrettanto tempo, ma vogliono solo una cosa la dittatura. Via la rappresentatività di tutte le minoranze libere garantite dall'attuale Costituzione. Unico sbarramento (8%?) al finanziamento pubblico dei partiti, comunque garantito in proporzione al reddito nazionale delle persone che contribuiscono al fisco nazionale. Un forte augurio! Ezio D'Alessandro
    • giuseppesollo 3 anni fa
      NEL NOSTRO PAESE SI FANNO SEMPRE DELLE LEGGINE MOMENTANEE E CHE POI SE SONO COMODE RIMANGONO ALTRIMENTI LE CAMBIAMO, DI UNA SOLA COSA SONO CERTO, SE NON SI ESTIRPA TUTTO FINO ALLE RADICI IL SISTEMA POLITICO CHE ABBIAMO DAL DOPO GUERRA AD OGGI,SI ANDRA SEMPRE PIU IN RECESSIONE, QUESTI NON VOGLIONO CAPIRE CHE PRIMA LA GESTIONE POLITICA RIGUARDAVA SOLO IL PAESE INTERNAMENTE TRANNE CHE LE CONTRATTAZIONI MERCEOLOGICHE DI ALTRI PAESI, OGGI NE VA DI MEZZO TUTTA LA FORZA ECONOMICA DEL PAESE, E SE NON SI FA' UNA POLITICA DI RESTRIZIONI DI SPRECO DI DENARO PUBBLICO,IL POPOLO CHE PAGA LE TASSE NON CE LA FA A SOSTENERE ANCHE LE SPESE DELL'UNIONE EUROPEA, CHE SI RIPORTINO I DENARI CHE LA CLASSE POLITICA HA PORTATO NEI PARADISI FISCALI ,NOI POSSIAMO FARE TUTTE LE LEGGI CHE VOGLIAMO MA SE LA CLASSE POLITICA NON SI RIDIMENSIONA IL NOSTRO PAESE ECONOMICAMENTE MORIRA' PRESTO,(VEDI QUANTI EMIGRANTI NEGLI ULTIMI 3 ANNI)
  • Nicolo C. Utente certificato 3 anni fa
    La consultazione degli iscritti sul portale del M5S ha optato a grande maggioranza per l'adozione di un sistema proporzionale con mia grande gioia!Il popolo sovrano vuole riprendersi il diritto di scegliere la propria rappresentanza e comincia a provare una certa allergia alle alchimie che consentono ad una minoranza (seppur maggioranza relativa) di arrogarsi il diritto di guidare il paese sulla base di leggi truffa.Propongo il sistema tedesco leggermente modificato:collegi uninominali, il candidato che ottenga il 50% + 1 dei voti è eletto direttamente per gli altri il calcolo della ripartizione dei resti su base regionale, per controbilanciare l'articolo 67 della costituzione che prevede l'assenza di vincolo di mandato. Prevederei dunque che alla ripartizione dei seggi su base regionale partecipino i partiti che abbiano raggiunto un quorum pieno nella regione o che abbiano raccolto almeno l'8% dei voti. Si avrebbe cosi un parlamento formato da rappresentanti scelti personalmente dall'elettore e espressione di partiti o movimenti realmente radicati sul territorio. Ogni deputato, pur senza vincolo di mandato, sarebbe legato alle istanze del territorio che l'ha eletto.
    • Ezio D'Alessandro Utente certificato 3 anni fa
      Mi sembra che l'art. 56 della Costituzione della Repubblica italiana preveda che l'elettorato passivo di ciascun partito occupi i seggi della camera dei deputati in proporzione ai voti raccolti su base nazionale. Può chiarirmi se è un sistema elettorale su unico collegio nazionale proporzionale? Mi sembra che gli artt. 57 e 58 della Costituzione della Repubblica italiana prevedano che ogni regione esprima i suoi senatori preferiti, in base alla maggioranza di voti raccolti da un nome per seggio. Può chiarirmi se è un sistema elettorale maggioritario uninominale su base regionale? Può chiarirmi in estrema sintesi, se alla Camera dei deputati abbiamo una rappresentanza nazionale, tendenzialmente sradicata dal luogo di provenienza del voto e se al Senato della Repubblica abbiamo una rappresentanza regionale fortemente radica nella regione da cui provengono i voti? Grazie! resto in attesa. Ezio D'Alessandro
  • marco emilio grasso Utente certificato 3 anni fa
    Cari politici è arrivato il momento che potete fare solo una cosa, cambiare! Il dossier dell' economista Perotti fa rivoltare lo stomaco anche ad una buona parte di quei dirigenti di Stato che beneficia di questa demenziale stupida generosità, perché consente al loro esagerato privilegio il più razionale disprezzo mai sentito come in questo periodo di grande difficoltà! Come può una Nazione alla deriva come la nostra sostenere tacitamente questi privilegi e fare tutti finta di niente? L' esempio più palpabile è quello relativo alla Corte Costituzionale, l' istituzione da sempre la più di gran peso la più nobile, la cui appartenenza ha sempre dato lustro e onore ai suoi componenti! Il presidente percepisce 549.407 euro annui, il collega canadese 234.180 e quello americano, che ha alle spalle la Nazione più ricca al mondo; meno di 1/3 del nostro 173.525 euro. Sempre la nostra Corte Costituzionale è da parecchio tempo che prima di pensionare uno dei suoi membri lo nomina Presidente, il ché implica vantaggi pensionistici da vero sceicco. Tutta la nostra alta e bassa burocrazia oltre ad essere la più pagata al mondo, è anche la più nominata; ne consegue che ha dei grossi problemi di riconoscenza! Ad inserirsi e a scendere nei diversi gradi della nostra burocrazia italiana, aumentano solo due cose, nei confronti degli altri paesi: la retribuzione e la vergogna di appartenenza al questo Paese anche se solo come normalissimo membro. La produttività della nostra Italia è sotto gli occhi di tutti. Tutti gli attuali gruppi politici sono alla ricerca di "ricchezze" da inserire nel circuito produttivo...ma a qualche mal pensante, visto il risultato della produttività, viene da pensare che queste sostanze servono per mantenere i privilegi della più vergognosa delle burocrazie, e del più corrotto regime politico! Vorrei tanto sapere dal signor Renzi se sente la mancanza di una legge sulla corruzione?
  • SEGNALO - Social news, Article marketing Utente certificato 3 anni fa
    Grazie M5S
  • WORCOM forum Utente certificato 3 anni fa
    Forza M5S
  • Luigi T. Utente certificato 3 anni fa
    COLLEGIO UNICO NAZIONALE. FORZA M5S
  • fabio pizzamiglio 3 anni fa
    Qualcosa ho cominciato a apire. Io sono per una "base" di rappresentanza e quindi di proporzionale, ma sicuramente corretto per evitare una ingovernabilità. Ho capito che ci sono 2 modi: il primo sono le soglie di sbarramento il secondo è aumentare i collegi. In pratica nel proporzionale più collegi si hanno e più la proporzionalità viene contenuta, meno collegi più proporzionale. Quindi per rispondere alla domanda del prof. Giannuli rispondo collegi intermedi in numero tale da "limare" sensibilmente il proporzionale.
  • Stefano A. Utente certificato 3 anni fa
    Ribadisco quanto scritto precedentemente e prego tutti di fermarsi un istante a riflettere. Il Senato va "ridotto" in termini di competenze o no? Secondo me no. Ciò premesso, sono daccordo con Stefano P. di Torino (non per assonanza di nome :) ) con Laura di Gaeta e con quanti altri hanno posto la questione. In presenza di due Camere il sistema elettorale DEVE essere diverso nei due rami per mantenere il sistema dei pesi e dei contrappesi PROVVIDAMENTE costruito dai costituenti. Una Camera localistica e una Camera a visione più ampia garantiscono, nel complesso dell'iter parlamentare, la visione "mediana" e, secondo me, permane il sistema migliore. Quindi sono per: 1) mantenimento del bicameralismo 2) (conseguenziale) collegio uninominale per un ramo e unico (o intermedio, meglio) per l'altro ramo. P.S.: Prego l'organizzazione di ampliare la base di voto oltre giugno 2013
    • Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi) Utente certificato 3 anni fa
      Prova a entrare e votare, io ho potuto farlo anche se sono certificato il 1 luglio 2013. Credo che il sistema sia già sbloccato ma sono rimaste delle indicazioni sbagliate sulle date.
    • Ezio D'Alessandro Utente certificato 3 anni fa
      Condivido la tua posizione salvo precisare che l'uninominale e il regionalismo dovrebbe essere per il Senato della Repubblica; così interpreto l'art. 58 della Costituzione. Per la Camera dei deputati il proporzionale su collegio unico; così interpreto l'art. 56 della Costituzione. Inoltre per la Camera dei deputati non disdegnerei un mini_listino a posteriori del partito; mi spiego. Con il proporzionale a collegio unico nazionale, le preferenze degli elettori contribuiscono al numero di seggi conquistati dal partito; il partito sarà obbligato ad assegnarli secondo l'ordine decrescente dei voti per preferenza non fino ad esaurimento dei seggi conquistati, ma lasciandone alcuni disponibili per le preferenze di partito. Ciò se si accetta il principio di dare una specifica rappresentanza alla struttura di partito. Esempio: il Berlusconi di turno potrebbe imporre "alcuni" suoi fedeli; di contro anche il Berlinguer di turno potrebbe imporre alcuni suoi fedeli. Evidente la diversità delle due fedeltà: la prima all'interesse particolare e l'altra all'interesse generale. Se volessimo intendere il prevalere dell'interesse particolare a livello nazionale come una degenerazione dell'interesse generale, nulla può opporsi alla degenerazione storicamente certa di ogni essere che nasce alla sua esistenza. Ma molto può la responsabilità individuale di ognuno per procrastinarla. Bicameralismo perfetto significa lenta modificazione delle leggi, quindi certezza del futuro, destinatario dei nostri progetti che con fatica iniziamo a costruire nel presente; dal contrario, perché mai faticare? più facile dilapidare e distruggere.
  • Simone B. Utente certificato 3 anni fa
    TUTTO STA GIA' AVVENENDO: Guardate: http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage
  • Tiziana R 3 anni fa
    Tenendo a mente che le tendenze ipotizzate risentono fortemente del grado di moralità (o immoralità) dei candati, l'esperienza italiana dell'elezione diretta del sindaco e premio alla sua maggioranza hanno sortito effetti positivi sulla governabilità e il peso politico delle autonomie locali, molto minori nella storia repubblicana precedente alla riforma. Questo dimostra che le identità locali in italia possono essere una risorsa da utilizzare e valorizzare, ma anche da sorvegliare come giustamente scrive nel post mettendo dei paletti per correggere un particolarismo eccessivo. Una ripartizione del territorio in collegi uninominali di media-piccola taglia per un alta percentuale dei seggi (70-80% con un premio di maggioranza e una ripartizione proporzionale dei seggi restanti potrebbe dare la possibilità di governare realmente a chi vince. Per quanto riguarda la moralità, norme specifiche sull'esempio di quelle per il sindaco dovrebbero prevedere la decadenza della maggioranza e nuove elezioni se perdesse la fiducia in parlamento. Ciò porrebbe un freno al frazionamento dei partiti dopo le elezioni e al trasformismo degli eletti che sembra purtroppo essere una malattia genetica del parlamentarismo italiano. Questa riforma dovrebbe poi essere completata dalla riforma costituzionale del senato che, diventando una camera delle automie locali, potrebbe svolgere un ruolo di consiglio e controllo sulle decisioni della camera dei deputati, vegliando contro un eccessivo particolarismo dei deputati, che è stato visto nel post come innato nel sistema uninominale (l'occhio del vicino vigila meglio della polizia, si sa!)
  • adolfo p. Utente certificato 3 anni fa
    la spiegazione è corretta ma non chiarissima, soprattutto manca quel "qualcosa" che possa convincerti a decidere. Mi spiego meglio: qualunque scelta sembra più sbagliata che giusta. Se scegli i collegi piccoli mandi al parlamento persone di bassa cultura e nelle regioni del sud ad alta infiltrazione mafiosa. Dalla parte opposta non è chiaro chi accede (quelli più ricchi che possono permettersi una campagna nazionale?). Nel mezzo nè carne nè pesce...e allora?
    • Michele P. Utente certificato 3 anni fa
      Ricordiamoci che comunque le regole non possono essere la battaglia politica di un partito men che meno del M5S. Se la politica è onesta responsabile giusta, le regole passano in secondo piano, quindi si rifletta un momento sulle due alternative e poi se ne scelga una. Io ho scelto un'alternativa ma se passerà l'altra non sarà oggetto di mia discussione o critica.
  • maria t. Utente certificato 3 anni fa
    - quale legge elettorale? - di Paolo De Gregorio, 25 gennaio 2014 Cosiddetti esperti, professori, “tecnici”, ci propinano complicatissime e incomprensibili formule di leggi elettorali, che non tengono però conto di un fattore essenziale, che debbano essere comprese dal “popolo sovrano” a cui dovrebbe spettare l’ultima parola in una tornata referendaria per decidere quale delle varie ipotesi di legge elettorale in campo si preferisca. La cosa che a me sembra più onesta è un proporzionale puro, con le preferenze, se nessuno ottiene la maggioranza assoluta i primi due partiti, dopo 15 giorni, vanno al ballottaggio e chi ottiene più voti ha un premio di maggioranza sino al 53% dei voti dell’assemblea. In un contesto come quello configurato nelle ultime elezioni politiche in Italia, con i tre maggiori partiti intorno al 25% di voti, per avere la governabilità è essenziale un secondo turno elettorale. Per funzionare ci vorrebbero due regole nuove, che mi sembra capire che al popolo italiano andrebbero bene, che sono la scomparsa dei piccoli partiti attraverso una soglia di sbarramento dell’8%, e il divieto di fare coalizioni, che, sia con Prodi che con Berlusconi, sono sempre fallite, creando paralisi amministrativa e ingovernabilità. Al potere deve andare un solo partito, con la maggioranza assoluta e dimostrare quello che sa fare con la propria identità e strategia, senza poter avere alibi e senza scaricare su altri la responsabilità del malgoverno. Non so se è costituzionale impedire le coalizioni, ma davanti alla paralisi politica degli ultimi 20 anni proprio dovuta alla instabilità e alla disomogeneità, alle ambizioni di potere dei vari leader, caratteristica delle varie alleanze che si sono succedute, fino all’ultima tra Pd e Pdl esplosa nel ridicolo, buon senso vorrebbe che si trovasse una strada per abolirle chiedendo il consenso dei cittadini. Paolo De Gregorio
    • antonio l. Utente certificato 3 anni fa
      infatti, come dice simone, questa cosa cozza con una buona parte degli articoli della costituzione attuale sulla forma di governo, a cominciare dal bicameralismo. se con il proporzionale al primo turno ci accordiamo col 56 il maggioritario del secondo turno ci mette in rotta di collisione con tutti gli altri. ergo non si puo fare. insomma per fare la "governabilita" prima di fare la legge elettorale ai tempi della tripartizione dell'elettorato bisogna cambiare una trentina di articoli della costituzione. caimani e vipere, nani e ballerine, renzie e berlusconidi possono solo sperare facendo questa cosa nella farraginosita della giustizia italiana in particolare quella costituzionale. ma chi fa questi cose, sia esso anche un UNTO DEL SIGNORE ELETTO E BENEDETTO DAL POPOLO che QUANDO AVVERTITO PERSEGUE PERVICACEMENTE in COMPORTAMENTI EVERSIVI DELL'ORDINE COSTITUZIONALE SECONDO VOI ---NON NE DOVREBBE PAGARE UN PREZZO-- NON POLITICO,....UN PO DI GALERA. DEL RESTO CI SONO 29 COSTITUZIONALISTI CHE LO HANNO DETTO CHIARO E FORTE che questo è una turlupinatura della costituzione. ecco, io renzie lo metterei in galera. franco rosso
    • Simone Loche 3 anni fa
      sig. de gregorio, peccato che l'abnorme premio di maggioranza è stato appena sconsigliato dalla corte costituzionale
  • Paolo Galante 3 anni fa
    Non è neppure logico che una Comunità nella quale vige il fondamento democratico che uno vale uno si possa solo pensare a un sistema elettorale di tipo maggioritario. Una Comune di Pari non fa regali ai ricchi (premio di maggioranza) né furti ai poveri (sbarramento alle minoranze). Questo politicare in stile bulimico è la qualità avida che impregna il cattocomunismo e il capitalismo ladro e finanziario, vale a dire la profonda sintonia nel proporre la disuguaglianza come modello sociale, lontano anni luce dall’insegnamento messo per iscritto dai nostri costituenti. Ciò premesso non si può fare altro che indicare il collegio unico Nazionale.Per gli interessi territoriali e locali esistono già le consultazioni popolari di Regioni e Municipi.
  • marino marquardt Utente certificato 3 anni fa
    IL GANGSTER: "RAGAZZO FATTI PIU' IN LA', QUI COMANDO IO". E che bisogno c'era? Il Gangster in collegamento telefonico con una manifestazione di Forza Italia in svolgimento a Napoli ha svelato il segreto di Pulcinella. Già lo sapevamo tutti, infatti, che il pischello toscano è ai suoi ordini, non c'era bisogno di rimarcarlo. Così lo ha umiliato. E non ci si comporta così con gli amici. E neanche coi servi. Ma cosa è successo? E' successo che, senza eleganza, ha fatto capire che il giovanotto fiorentino è un mero esecutore di ordini. Nessuna sorpresa, ripeto, è quanto avevo già sospettato e scritto nei giorni scorsi. Ma sentite cosa ha detto il Gangster: “Dopo venti anni di insulti forse abbiamo trovato l’interlocutore nel nuovo leader del partito principale che si oppone a noi. Con lui abbiamo avviato un processo di riforme che non sono le riforme di Renzi ma le nostre stesse riforme fin dalla nostra discesa in campo”. Capito? Tradotto sinteticamente per il volgo, ecco il Gangster-pensiero: "Ragazzo fatti più in là, qui comando io". Champagne!
  • paola sirigu 3 anni fa
    Al di là di tutte queste legittime osservazioni, ne aggiungerei una non da poco che credo non sfugga agli italiani, ossia la constatazione che tutti coloro che sono contro la legge elettorale sono inesorabilmente e ineluttabilmente quelli cui non importa nulla del paese ma importa tantissimo di preservare la propria poltrona. Infatti urla di più chi più la riforma elettorale taglierebbe fuori dal "potere". Urla SEL che sparirà, urlano Lista civica e la Lega per lo stesso motivo. Urla Alfano e urlate anche voi perché sapete che siete troppo pochi per entrare a pieno diritto nel possibile governo futuro post riforma elettorale. Se appena appena vi importasse qualcosa del paese, sareste i primi ad adoperarvi per questa riforma ed entrereste democraticamente in gioco, accettando anche di sparire in un democratico sistema bipolare, prendendo atto che il popolo preferisce qualcun altro a voi. http://www.paolasirigu.com/
    • Paolo Galante 3 anni fa
      Paola, la legge elettorale di Renzusconi che a te va benissimo fu definita "Legge Truffa" nel 1953 dal nonno di Renzi e dal padre di Berlusconi. E fu abortita.
  • Giovanni Verzotti Utente certificato 3 anni fa
    Il sistema proporzionale riapparso grazie alla Consulta, contrasta derive padronali. I costituenti disposero il suffragio universale e diretto, non su simboli, e si dovrebbero ripristinare le preferenze plurime, cancellate dal referendum del 1991, quando bastava rivedere procedure di spoglio e/o modalità di voto. Le maggioranze per le decisioni si possono rideterminare con algoritmi che limitino l’arbitrio del c.d. “ago della bilancia”, più che per contagio delle idee, per evidenze fattuali, senza eliminare le minoranze, talora preziose fonti di critica, penso al PRI e al PLI nell’immediato dopoguerra. Riguardo i collegi dovrebbe prevalere la necessità dell’assenza del vincolo di mandato in coerenza con l’interesse generale che non è l’interesse di tutti, né un compromesso tra interessi di cosche camuffate da partiti. Non premi di maggioranza, per evitare concentrazioni di poteri e impunità su pochi soggetti e degrado della qualità del consenso. Pochi collegi se necessari per ragioni amministrative, svincolati dal territorio, ad esempio a sorteggio, o collegio unico. Vietare le chiassate propagandistiche dei candidati, solo brevi curricula e indirizzi politici, regolamentati, confrontabili, validati e pubblici. Conservare il bicameralismo, non siamo abbastanza bravi per decidere subito e senza errori. Parlamentari eletti in proporzione ai voti validi espressi. Cioè, se vota metà elettorato, si eleggono metà parlamentari su 945, invariati i quorum per l’approvazione delle leggi, soprattutto costituzionali, per ridurre il rischio di guasti catastrofici di pochi che si sostengono e/o ricattano reciprocamente. Avviare consultazioni elettorali online a prova di brogli. Poi il conflitto di interessi senza avverbi depotenzianti come il “consapevolmente” sul voto di scambio, ecc. Ma sì, vi scrivo per distrarmi un po'...
  • Andrea Paolo Ferraresi Utente certificato 3 anni fa
    Buongiorno, chiedo che tutti gli iscritti entro il 31 Dicembre possano votare. Se la scelta tra proporzionale e maggioritario era in qualche modo "semplice", e la scelta fatta da 30 mila persone probabilmente rispecchia la volonta' generale dell'Italia, ora questo quesito e' complesso e una decisione deve essere presa permettendo a quanta piu' gente possibile di votare. Questa e' una rivoluzione che non puo' essere fatta da pochi, come le guerre d'indipendenza o la spedizione garibaldina. Questa decisione deve essere condivisa. L'unico motivo che mi verrebbe da avanzare per limitare il voto e' l'accertarsi che non votino criminali agli arresti domiciliari. Capisco che vogliamo limitare il voto a chi ha presentato un documento. Pero' abbiamo bisogno del parere di quanta piu' gente possibile. Arriviamo al 31 Dicembre 2013. Avvisiamo le persone con un paio di giorni in anticipo. Di cosa abbiamo paura, di qualche attacco informatico se si conoscesse in anticipo la data delle votazioni? Su 80 mila aventi diritto, neanche la meta' ha votato. E' un fallimento: allle politiche votano il 70% o l'80% degli aventi diritto. Per piacere, ascoltiamo piu' voci. Altrimenti veramente, perdo la fiducia che il movimento possa essere espressione di 60 milioni di Italiani e diventi espressione di una minoranza Grazie
    • Daniele B. Utente certificato 3 anni fa
      Facciamo votare anche i sabotatori? Non ho capito. Siamo mica un partito che vende tessere. Lasciamo tempo al tempo: i votanti aumentano e aumenteranno. Lasciare che entrino nelle votazioni persone che non si conosce e che sono appena entrate, magari con l'intento di fare scompiglio, non mi pare una buona idea. Ci sono stati dei precedenti.
  • guido ligazzolo Utente certificato 3 anni fa
    teniamo presente: nessun sistema elettorale trasforma opportunisti, imbroglioni, disonesti,arrivisti,traditori ecc. ecc. in persone trasparenti oneste e coerenti. In tale ottica pertanto un sistema vale l'altro ed il discriminante deve rimanere la riflessione su quale sistema in sé garantisce in maggior misura la rappresentativitá del voto di ogni elettore, cioé di ognuno di noi. Io propongo collegi di grandezza intermedia con recupero dei resti in un collegio nazionale, con uno sbarramento non troppo elevato al 4%.
  • davide fior 3 anni fa
    Anche io ho trovato geniale la legge elettorale australiana. Devo dire che anch'io penso sarebbe stato meglio proporre diverse possibilità già confezionate e poi illustrarle. Lo stesso Giannuli continua a ripetere che è una cosa è così o cosà, ma poi il suo vero effetto può variare a seconda di scelte che hanno a che fare con step ulteriori che, per i profani come me, sono completamente ignoti. Grazie in ogni caso per l'ottima possibilità offerta. E anche da parte mia grandi complimenti per Di Battista.
  • Pamela 3 anni fa
    Amici cittadini, IMPORTANTE: Leggete questa proposta di legge elettorale scritta da alcuni ragazzi. Penso sia molto interessante. Nessun giochetto politico, garantisce rappresentanza e soprattutto è stata ideata da CITTADINI non mestieranti della politica. Se fossi nel Movimento la prenderei in considerazione, quantomeno come spunto da cui partire o su cui riflettere. MASSIMA DIFFUSIONE http://laclessidra.net/politica-nazionale/306-il-clessidrum
  • giampaolo g. Utente certificato 3 anni fa
    l'azione del movimento 5 stelle è di sicuro la principale causa dell'improvviso "risveglio" della cricca di governo (la cricca è sempre trasversale).Il fatto di non offrire sponda (accordo o compromesso politico) alle due forze del governo sta producendo comunque uno dei risultati che il movimento si proponeva;la riforma elettorale:Qualcuno giustamente ritiene che questa legge sia fatta in funzione di eliminare il movimento dalla scena politica ma questo di per se non è da considerarsi un male, è un movimento,non un partito, la sua natura e funzione è quello di forzare l'adeguarsi del sistema alle istanze non di un singolo gruppo o parte sociale, ma a quei cambiamenti che le cricche di potere contrastano da sempre.Ora questa riforma elettorale ideata da Berlusconi con Renzi assicurare la loro vittoria solo se hanno tra di loro anche un'accordo elettorale di desistenza, così come formulata, non garantisce di per se la diretta vittoria o il sicuro tragauardo ai balottaggi solo di quelle due forze.Esiste la concreta possibilità di una vittoria di una terza forza che è il movimento ,se riesce a convogliare su di se il voto delle "minoranze" escluse.Come si può ottenere? mantenendo ad esempio l'indipendenza da ideologismi (quella è la demagogia della cricca)da preconcetti di schieramento che sono oramai parole vuote e schizofreniche per la maggioranza degli italiani: come non vedere la schizofrenia demagogica nel dualismo destra/sinistra=fascista/antifascista del Pd con o senza elle. La reciproca finta avversione quotidiana , la demagogia pluridecennale del fingersi avversari ,stando sempre dentro la stessa coalizione.Quindi che facciano la riforma ,costretti in questo dallo scacco matto del movimento, ma la situazione non cambia , sono sotto scacco matto, se non fanno quello che vogliono gli Italiani rischiano LORO la batosta finale.
  • marino marquardt Utente certificato 3 anni fa
    STANNO UCCIDENDO LA DEMOCRAZIA SOTTO I NOSTRI OCCHI. Nel nostro Paese sotto i nostri occhi ora distratti ora impotenti stanno uccidendo la democrazia, i principi di uguaglianza e di legalità, la morale pubblica. Il polverone che stanno sollevando attorno alla riforma della legge elettorale è - sia chiaro - soltanto un diversivo, uno strumento di distrazione di massa. Non sarà infatti soltanto la nuova legge elettorale a uccidere la democrazia. Il vero killer è l'accordo tra il Gangster e l'ubbidiente pischello fiorentino, accordo che va ben al di là dell'intesa sul sistema elettorale. Si tratta di un piano che subito dopo il varo della legge elettorale - con una nuova maggioranza Pd-Fi-Ncd - porterà il ragazzo di bottega del Gangster a Palazzo Chigi con tutto ciò che ne consegue. A cominciare dalla Giustizia. Lodi, leggi e leggine faranno in modo che il Gangster possa sottrarsi a condanne e relative pene. E' questo in definitiva ciò che vuole prioritariamente l'Uomo di Arcore. Ed è questo - siatene certi - che il pischello toscano gli servirà premurosamente su un piatto d'argento. Tutto ciò grazie alla idiota complicità dei due milioni di cittadini che alle primarie del Pd omaggiarono col proprio voto il "cavallo di Troia" toscano. Ps. Dispiace constatare come il M5S non sia riuscito a ritagliarsi un ruolo efficace di interdizione. Con la morte prossima ventura (salvo miracoli) della democrazia i pentastellati rischiano l'estinzione o di finire in una sorta di riserva indiana con un ruolo marginale, quasi di pura testimonianza. I ragazzi 5S avrebbero meritato ben altro. Al pensiero mi piange il cuore...
    • Luigi L. Utente certificato 3 anni fa
      A me piange il cuore nel leggerti......
  • Michele P. Utente certificato 3 anni fa
    Ho letto e riflettuto. In effetti ci sono pregi e difetti per ogni tipologia. Alla fine propendo per il collegio unico nazionale. I rapporti con gli eletti può essere comunque mantenuto anche se non necessariamente l'eletto è del proprio collegio e noi del movimento ne siamo l'esempio più lampante. E' vero che non si deve pensare ad una legge che calzi solo al M5S, ma comunque si va verso quella direzione e poi nessuno degli altri partiti prenderebbe decisioni per tener da conto anche il M5S. Poi per la vicinanza ed il rapporto con il territorio ci sono sempre gli eletti al consiglio comunale o regionale.
  • Luigi D. Utente certificato 3 anni fa
    Prof Aldo, lei ha detto 5 parole per difendere uninominale mentre le oltre 100 parole sono per contro. [Il sistema uninominale avvicina l’eletto al suo collegio, al suo elettorato, però comporta due svantaggi. Il primo è il maggiore condizionamento delle forze presenti in loco, per esempio è ovvio che in alcune regioni di Italia questo significa un maggiore peso di organizzazioni criminali. Viceversa il sistema nazionale unico tende a allontanare l’eletto dal territorio, però produce una classe dirigente tendenzialmente di livello culturale maggiore e più distaccata da interessi settoriali o particolari territoriali. Il sistema uninominale sperimentato dal 1994 al 2001 ha spinto all’aumento delle richieste di natura creditoriale, come trasformare un paese in capoluogo di provincia, oppure costruire l’ennesimo aeroporto per dare più importanza al proprio collegio, per venire in contro alle esigenze, o istituire una università, in una località secondaria. Sempre con l’ottica del creare posti di lavoro, vantaggi, facilitazioni, per il proprio collegio elettorale. Quindi da un lato avvicina l’eletto ai suoi elettori, dall’altro spinge verso il particolarismo territoriale.] Vabbe' però ci sono stati molte parole, da Pannella e Segni, per avere vinto per la democrazia popolare il referendum del 1993 con il 82,70%, basta leggere gli archivi dei giornale o sentire Radio Radicale, io non ho molte parole da spendere pro-uninominale (Aldo lo sa già) ma chi vuole in rete ci sono. Io voterò x uninominale.
  • LUCA P. Utente certificato 3 anni fa
    Ho riflettuto ed ho deciso! COLLEGIO UNICO!! I deputati devono fare gli interessi nazionali. Di provincialismi e clientelismi ne abbiamo abbastanza. Proporrei anche il seguente sistema: quota fissa di voti per eleggere un deputato (ad es. 100.000) indipendentemente dall'affluenza. Se vota il 100% (50.000.000 di elettori) i deputati sono 500, altrimenti saranno meno.
  • Ottaviano Bottini Utente certificato 3 anni fa
    E' difficile determinare una legge elettorale quando , pregiudizialmente, pensi che alcuni possano essere obnubilati , abituati o plagiati, a fare scelte contrarie al prorpio interesse. Oppure che altri siano interessati a non cambiare niente per interesse personale: perché cullati in isole felici. Quando penso a questo penso inevitabilmente a cos'é la democrazia o la repubblica? E' pure vero che il popolo che lavora ragiona ad arte e praticamente, evitando in qualunque modo ogni inutile compessità burocratica, e quando vota cerca un suo simile; un qualcuno che li rappresenti. Renzi parla di omologare femmine e maschi in un parlamento, che io credo errato come concetto, perché non è il sesso che crea competenza ma che sia la competenza a dare risultati. Forse dovremmo immaginare ulteriormente di rappresentere la società considerando chi rappresenta chi? Una donna o uomo può rappresentare un artigiano, un metalmeccanico, un agricoltore, un infermiere, un medico, un imprenditore (vero), se non è nessuno di questi? Per elaborare una nuova legge elettorale non basta considerare delle regole percentuali ma anche chi tra le liste sia motivato all'ottenimento di un risultato, e un metodo per informare , sperando di formare, tutti i cittadini che vogliono contribuire. Come in regole fisiche o matemantiche l'evoluzione democratica dovrebbe seguire la logica comune e non la speranza di uno solo. Quindi bisognerebbe iniziale a valutare che chi produce è importante , gli altri fanno solo da cornice che senza dipinto non sono nulla, perché senza trasformazione , cibo o energia tutti noi non siamo niente. Quindi sarebbe bello immaginare per le prossime elezioni di avere come rappresentante in ogni parte istituzionale (dal deputato fino al magistrato)uomini o donne che abbiano lavorato e capito, e perciò umili, lavorando per una società più diretta, senza menzogne, senza fantasie!
  • t 3 anni fa
    Invito per lo staff.... almeno 48 ore.... ragazzi almeno 48 ore per votare... se capita un imprevisto si perde la possibilità di esprimere il proprio voto. 48 ore che sarà mai?
  • Alessio T. Utente certificato 3 anni fa
    Collegio intermedio che assegna 4-6 seggi. Con il sistema uninominale, secondo me, si rischia di lasciare fuori persone valide, in quanto viene eletto un solo rappresentante. Con il collegio unico nazionale penso che alla fine i voti di preferenza si concentrino solo su pochi individui più conosciuti.
  • marino marquardt Utente certificato 3 anni fa
    CONFLITTO D'INTERESSI, I POLITICI FINGONO DI NON AVER SENTITO. Giovedì sera "Henry palle d'acciaio" ha lanciato una bomba sul tavolo del dibattito politico. Dalla Gruber, a "Otto e mezzo", "Henry" - nelle insolite vesti di cuor di leone - ha avanzato la necessità di mettere in cantiere una legge sul conflitto d'interessi. E ciò non perché improvvisamente mosso da istanze moralii ma più semplicemente per cercare di spiazzare il pischello fiorentino. Una democristianata, insomma, rivolta a un altro democristiano come lui. Parole al vento, comunque. Nessuna reazione, silenzi tombali sulla scottante materia. Avete notato? Pd, Forza Italia e cespugli vari tutti prudentemente attentissimi a non disturbare i manovratori, vale a dire il Gangster e l'ubbidiente pischello. Al di là degli scenografici sussurri e grida sulla legge elettorale, tra i politici di vecchio e nuovo pelo l'imperativo categorico resta insomma quello di sempre: perpetuare lo status quo e parare il fondoschiena al Gangster. Che schifo!
  • pazzi gilberto Utente certificato 3 anni fa
    per favore, signori pprofessori, quando scrivete i post rispettate la sintassi perchè se no non si capisce niente.
    • Marco Stifano Utente certificato 3 anni fa
      Premetto che ringrazio molto il professor Giannuli per le sue lezioni. Continuerò a seguire senz'altro i suoi post per aiutarmi a capire come si costruisce un sistema elettorale, e quindi in definitiva un sistema di governo. Però effettivamente anch'io ho fatto fatica a capire certi passaggi del suo post, mentre altri non li ho capiti affatto, come per esempio quando dice : "in un collegio che elegge cinque deputati vuole dire che il collegio che la quota piena è il venti per cento".
  • Sandro S. Utente certificato 3 anni fa
    A mio avviso le posizioni estreme (collegi piccoli o unico nazionale) sono quelle che sicuramente accentuano i loro pregi, ma anche i loro difetti. Collegi intermedi, ad esempio regionali, potrebbero invece ereditare benefici dall'uno e dall'altro sistema attenuandone di conseguenza anche i difetti. Ci ho riflettuto molto, non sono cose semplici per chi fa un'altro mestiere, ma l'idea di un collegio regionale mi piace, avrebbe comunque sia i vantaggi della localizzazione, sia quelli di un più alto profilo dei candidati. In caso di collegio unico nazionali vedo che la TV potrebbe condizionare troppo la scelta del candidato ma invece, se è della tua regione, puoi avere anche occasione di andarlo a sentire o incontrarlo. Inoltre avrebbe quella giusta dipendenza dal territorio che non guasta mai, sarebbe infatti più sentita una difesa nei confronti di una calamità o ad un sopruso territoriale nella regione in cui sei stato eletto. Credo inoltre che una cirsoscrizione a livello regionale sia abbastanza grande per innescare quella competizione che selezioni una classe politica di buon livello. In ogni modo comunque vada sarà sempre un successo!
  • PAOLO MASULLO 3 anni fa
    1) Proporzionale L'assegnazione dei seggi avviene a livello di collegi nei quali risulta organizzato il territorio nazionale. Il numero di seggi assegnato a ciascun collegio è proporzionale alla popolazione dello stesso. Il numero totale di collegi è di 60. Sono previsti un numero di collegi a tutela delle minoranze linguistiche. Sono abrogati i collegi delle circoscrizioni estere. 2) Coalizioni e sbarramenti Le varie forze politiche possono coalizzarsi. Ciascuna coalizione è costituita da un numero di liste elettorali non superiore a 3. Ogni coalizione per concorrere alla divisione dei seggi deve raggiungere una soglia minima del 12%. Partecipano alla divisione dei seggi i partiti che hanno raggiunto a livello nazionale il 2,5% se coalizzati e il 4,5% se non coalizzati. 3) Proporzionale puro o premio di maggioranza. Se nessuna coalizione supera il 25% dei voti, assistiamo a una ripartizione proporzionale dei seggi senza alcun tipo di premio di maggioranza. Se la prima coalizione supera il 38,5% dei consensi allora verrà assegnata alla coalizione stessa un premio di maggioranza pari al raggiungimento del 54% dei seggi della Camera. 4) Possibile secondo turno Nel caso in cui la prima coalizione raggiunga un consenso tra il 25% e il 38,5%, i primi due (partiti o coalizione) daranno vita a un secondo turno di elezione (ballottaggio). Lo schieramento vincente avrà diritto al 52% dei seggi. 5) Preferenza e Lista bloccata Ogni partito presenta per ogni collegio due liste di candidati pari al numero massimo di eletti possibili. La prima lista è bloccata, la seconda lista sarà soggetta a preferenza da parte dell'elettore. Al momento della spartizione dei seggi ad ogni partito sarà assegnato un numero di eletti. Gli eletti saranno suddivisi in questa maniera: il 50% provengono dal listino bloccato e il 50% dalle preferenze. 6) Candidabilità Ogni candidato potrà presentarsi soltanto in un collegio e soltanto in una delle due liste del collegio.
  • giancarlo faltelli 3 anni fa
    Penso che il sistema proporzionale puro con una sola circoscrizione nazionale sia l'unico sistema che puo' garantire la democrazia. I deputati da eleggere sono 100? Per eleggere un deputato si devono avere tanti voti quanti sono gli elettori aventi diritto al voto diviso 100. Se vota il 60% degli elettori vengono eletti solo 60 deputati. I seggi vengono distribuiti in base ai voti presi. I residui vengono distribuiti in maniera proporzionale. Si possono presentare quei movimenti e partiti che raccolgono un numero di firme pari al quorum necessario per eleggere un deputato e in grado di presentare una lista di cento candidati. 1 vale 1
    • LUCA P. Utente certificato 3 anni fa
      Sono d'accordo con te! Tempo fa avevo pensato anch'io a questa soluzione. In questo modo per far eleggere un deputato devi raggiungere una quota ben precisa di voti.
  • domenico santacroce Utente certificato 3 anni fa
    secondo me, non si può prescindere dalle caratteristiche peculiari del paese. una propensione innata per il do ut des, a scapito del bene comune. quale collegio può solo tentare di ridurre questo andazzo? domenico santacroce
  • Maria R. Utente certificato 3 anni fa
    Io preferisco sempre una via di mezzo: per me il migliore è il collegio intermedio, con sistema proporzionale naturalmente.
  • Cristina Regno Utente certificato 3 anni fa
    Virtus in medio stat...il collegio intermedio dovrebbe essere la opzione migliore, anche in base a quello che si evince dal post. Io scelgo tuttavia il collegio unico nazionale, assicura più competenza e meno particolarismi. Inoltre eviterei il voto di preferenza poiché c'è il rischio che vengano elette persone appoggiate da lobby, logge e consorterie varie. Alla prossima puntata.
  • FABIO L. Utente certificato 3 anni fa
    Secondo me dovrebbero farsi collegi intermedi che abbiano lo stesso numero di abitanti, anche associando ad esempio sicilia + calabria e dando lo stesso numero di parlamentari di ad esempio la Lombardia, cioè a parità di abitanti parità di parlamentari, ma non collegi piccoli con 5-6 eletti.
  • Anto ARRU 3 anni fa
    Scusate, ma non è possibile introdurre le preferenze solo per i gruppi parlamentari che le desiderano e non costringere la proposizione delle preferenze per quei gruppi che, come Forza Italia, non le vogliono. Così l'elettore di Forza Italia, se proprio ci tiene tanto, si prende le condizioni che il suo partito del cuore gli offre. E sono tutti felici e contenti.
  • Lorenzo C. Utente certificato 3 anni fa
    Beppe ci ha dato uno spiraglio di luce e ora stiamo costruendo una delle cose più incredibili che si siano viste al mondo. Dei semplici cittadini abbattono una delle più subdole dittature viste in Italia, costruendo dal nulla una democrazia diretta. Questo è un sogno incredibile e fantastico. Non svegliatemi!!!
  • Giorgio Fiandrino Utente certificato 3 anni fa
    Piccolo grande o medio? Se la dimensione si mette in relazione all'onestà, cioè piccole circoscrizioni favoriscono candidati legati alla malavita locale, è indubbio che questo accada, Però non vedo come circoscrizioni grandi possano alleggerire questo problema, essendo l'italia un paese totalmente marcio. Perciò per quanto mi riguarda ragionerò sotto un'altro punto di vista, sempre il solito: Cos'è la cosa migliore in relazione alla logicità, spurio di problemi come quello della criminalità che non devono influenzare la costruzione di una legge elettorale, essendo un problema da risolvere tramite la giustizia. Se esiste. Per il mio modo di ragionare credo che circoscrizioni piccole e con un alto numero di candidati diano la possibilità di scegliere ottime persone informate sulle problematiche della propria zona di residenza. Tutto il resto devia dalla logica, ovviamente per il mio modo di pensare.
  • Simon Boliv 3 anni fa
    Voto per collegio unico nazionale che impedisce la manipolazione dei collegi locali (gerrymandering). I partiti alternano nelle loro liste uomini e donne. Propongo nessun recupero dei seggi parziali, i seggi parziali si troncano a zero. I seggi mancanti sono assegnati a candidati non appartenenti a un partito che presentino di propria iniziativa un minimo di 80000 firme di appoggio di elettori (unici).
  • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
    Vantaggi dell'uninominale, ma perchè scartarlo! Nella giornata ho scritto accorati post a sostegno del nazionale o intermedio. I vantaggi dell'uninominale sono: -maggior rapporto eletto/territorio -minor frammentazione politica nazionale -forze locali premiate (vantaggio?) -maggioranze parlamentari probailmente più omogenee, ergo governabilità Non ho una pregiudiziale nè per il maggioritario, nè per l'uninominale, sono da tempo convinto, anche avendo felicemente approfondito il dibattito dei nostri padri costituenti, che la scelta elettorale si deve basare partendo dall'analisi sociale e politica del paese reale. La Repubblica non è bipolare oggi, come non lo è mai stata, perchè è un indole italiana, non per forza di cose negativa, può anche regalare genio, creatività e indipendenza. Il m5s ha rotto il bipolarismo, l'astensione del 2013 più gli esclusi dalle liste sono il 26%, nel parlamento si rispecchia anche l'esistenza di realtà minoritarie, ma non ignorabili(lega, destra, centristi e sel), quindi, guardando gli AVENTI DIRITTO: un 25% abbondante anonimo, un 60% scarso tripolare, altri sotto al 15%. In un momento di crisi, dove si mettono in gioco anche roboanti riforme un po' da parte di tutti, penso che sia corretto che ALMENO UNA CAMERA, soprattutto quella "politica", sia di principio più coerente con la realtà e non sacrificare la rappresentanza in nome di governabilità come vuole lo STESSO SISTEMA. Il m5s non può far sua la tenace battaglia della dem. diretta senza ripristinare un concetto radicale anche della stessa dem. rappresentativa, esiste anche il pericolo di lanciare assist, impliciti e non previsti, al presidenzialismo ben voluto dalle oligarchie sovranazionali e poteri forti. Capisco le ragioni degli uninominalisti, sono gli sconfitti maggioritari che già al secondo step vogliono una rivincita :P. Penso che le vostre ragioni dovranno poi essere prese in forte considerazione per Senato.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      capisco quello che dici, ma...essendo uninominale con base proporzionale(già scelta) succede che: se non si stabilisce un quorum o un regola per capire quale sia il candidato che passa, poi ridiventa proporzionale puro(ma premiando i locali) e lo devi incrociare con altri collegi e viene eletto chi ha più voti dei candidati di quella lista e quindi qua entra in gioco anche la questione delle preferenze e perdi anche lo spirito dell'uninominale, in fondo sarebbe la legge del Senato fino al 93. Qualcuno insieme all'uninominale l'ho letto suggerire appunto soglie per premio maggioranza e sostenerlo con l'argomentazione della governabilità! I vantaggi dell'uninominale li ho riconosciuti, ma io preferisco che un elettore possa sceglie N candidati e non solo uno; ad esempio a me piace scegliere i miei eletti, all'elezioni comunali l'ha restrizione di poter mettere solo una preferenza maschile e una femminile non mi ha fatto scegliere le due donne, vorrei potermi esprimermi su più di una persona a cui riconosco competenza, onestà ecc. a prescindere delle vicinanza territoriale. Insomma è giusta la tua osservazione, ma ho giocato un po' in anticipo verso la corrente uninominale che temo poi voglia farmi rientrare il maggioritario se e quando si affronteranno altri aspetti (preferenze, quorum, premi, ecc.) come ho letto.
    • Enrico P. Utente certificato 3 anni fa
      Il collegio uninominale in questo caso non c'entra nulla col sistema maggioritario. I seggi vanno assegnati sempre in modo PROPORZIONALE, che e' la legge che abbiamo votato al primo step. La invito ad approfondire la legge tedesca che si serve di collegi uninominali ripartiti su base proporzionale, il sistema francese invece e' una legge maggioritaria che usa collegi uninominali, stia attento alle differenze!
  • Francesco Caterino 3 anni fa
    A mio parere il sistema migliore per eleggere i candidati alla Camera è il collegio unico nazionale. Il M5S è fuori dalle logiche clientelari e particolaristiche inside in territori circoscritti, quindi il collegio uninominale svantaggerebbe il M5S, ma soprattutto l'indipendenza dell'eletto da interessi particolari. Se la riforma del Senato che Renzi ha proposto pochi giorni fa diventasse realtà, sarebbe meglio differenziare la legge elettorale da quella della camera. Mi riferisco al tipo di collegio. Per l'elezione dei Senatori quindi dovrebbe essere adottato il collegio uninominale. In caso questo cambiamento delle funzioni del Senato venisse meno si dovrebbe usare comunque il collegio unico nazionale sia per la Camera che per il Senato.
  • Diego M. Utente certificato 3 anni fa
    Caro Aldo Giannuli, il rischio legato alla qualità della classe politica, con il sistema delle preferenze nei collegi uninominali è difficile da arginare. A mio modesto avviso si potrebbe introdurre un sistema per professionalizzare la politica. Non ne senso di creare professionisti della politica, ma dei politici professionali!!! Una sorta di certificato di eleggibilità attiva, ottenibile attraverso un esame da tenersi presso le Corti d'Appello, con supervisione della Procura Generale presso la Corte d'appello (che nel frattempo potrebbe esercitare una sorta di controllo sul casellario e sul registro indagati del candidati). Ovviamente l'esame dovrà rispettare i principi costituzionali di uguaglianza, tutti (senza distinzioni di titolo di studio) potranno accedere all'esame (ovviamente se non pregiudicati o indagati per reati quali corruzione, mafia ecc...). Il test (un vero test, difficile e duro) dovrebbe avvenire su materie preconcordate (con indicazione dei manuali di preparazione), un quiz a risposta multipla (eliminando ogni discrezionalità di giudizio), su materie giuridiche, economiche, scienze politiche e della mediazione, informatica, lingua straniera ecc....Anche chi non ha frequentato la scuola potrebbe accedervi, a patto che si prepari. Il certificato sarebbe una sorta di patentino, chi ce l'ha può accedere alla competizione elettorale... E' solo un'idea, utopica se vogliamo, ma potrebbe costituire una scrematura... Buon lavoro.
  • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
    vorrei chiedere ai tanti che spingono per l'uninominale.. ma come la mettiamo con le preferenze? anche ieri sera Di Battista ha detto di essere per le preferenze, con l'uninominale non puoi dare preferenza perchè il nome è uno solo... hai poco da "preferire". è corretta la mia interpretazione?
    • Pietro B. Utente certificato 3 anni fa
      In effetti se vincesse l'uninominale si andrebbe paradossalmente contro il Non Programma, l'ha evidenziato non mi ricordo chi ieri all'assemblea del gruppo Senato, perché in sostanza se vuoi il Partito X ti becchi per forza il candidato Y. Non è un caso se è un sistema che piace a D'Alema...
    • Alessio T. Utente certificato 3 anni fa
      Non sono esperto, ma credo che anche con il sistema uninominale ci possa essere una lista di canditati, tra i quali ne verrà eletto uno solo, cioè quello che ha avuto il maggior numero di preferenze. Comunque per quello che mi riguarda io sono il collegio intermedio.
  • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
    sono molto spiacente ma se ci date informazioni contrastanti facciamo solo confusione.. e non sappiamo neanche se a scrivere siano grillini o troll... in questo blog occorre una (o più) figura certificata e riconosciuta che dia delle risposte.. ma dov'è ora il prof. Gianulli?????
    • Michele P. Utente certificato 3 anni fa
      Fatti una tua idea precisa magari anche leggendo altri trattati in rete o sui libri. Il bello del movimento sta proprio nel fatto che non ci sono indicazioni precise.
  • Rocco Balsamo Utente certificato 3 anni fa
    Collegio uninominale nazionale con sistema proporzionale. Meglio staccare i candidati da interessi locali, perché a quelli ci pensano i sindaci e i rappresentanti delle regioni, che vengono eletti localmente e le persone li conoscono bene ... Il rappresentante a livello nazionale deve uscire dalla logica dei favoritismi locali, perché deve avere in mente l'interesse di tutta la collettivitá ... E poi questo contribuisce a formare una classe politica migliore ...
  • Fiorella Deodati 3 anni fa
    Gent.mo Signor Casaleggio, voglio esprimerle la mia e la nostra riconoscenza per la pagina che ci ha dedicato. Siamo una libera associazione e Lei ha consolidato la nostra convinzione sul lavoro che stiamo facendo. Vorrei illustrarle, brevemente il lavoro del nostro Andrea Cippone, tra l’altro mio figlio. Dopo anni di “persecuzione” presso alcune Senatrici è riuscito a fargli capire l’importanza di una Legge a tutela dei giovani dopo la Casa Famiglia. Un sussidio che li aiuti ad entrare nella società, a loro quasi sconosciuta. Sussidio che gli permetta di intra prendere un’attività produttiva e quindi permettergli di restituirci quei 250 mila €uro che lo Stato ha impiegato per il loro mantenimento. A tal proposito stiamo cercando di farci assegnare una struttura sequestrata alla malavita per insegnare loro i mestieri artigianali. A proposito delle strutture sequestrate alla malavita vorrei che Lei venisse a conoscenza del grave problema che celano e che, Andrea Cippone ha segnalato e continua a farlo. Le allego una intervista fattagli a chiarimento dell’argomento. Tenga presente che la cifra di cui si parla è stata, dal giornalista “tagliata” poichè la riteneva improbabile ma Andrea prima di incamminarsi su un percorso scandaglia accuratamente il problema. Gliene ho voluto parlare perchè Lei è uomo sensibile ai problemi sociali e, sono certissima non prenderà sottogamba questo settore della popolazione tanto disgraziato. Andrea è a Sua completa disposizione, anche per intento di idee sulla Sua linea di pensiero. Le fornirà tutti i chiarimenti nel caso Lei voglia scandagliare il settore. La mia gratitudine, nei Suoi confronti è incondizionata per la prestigiosa visibilità che ci ha offerto. Le auguro ogni bene con vera simpatia. Fiorella Deodati Presidente di Terra dei Piccoli Onlus (per il blog anche fiodeo) P.S.-Non è la pagina appropriata ma non sò dove spedirgliela.Sono certa che possa comunque leggerla
  • maria t. Utente certificato 3 anni fa
    io nella sua circoscrizione uninominale nel sistema proporzionale candiderei e manderei in parlamento don Patriciello che ha messo tutto a disposizione della lotta legata terra dei fuochi Giannulli come fa a dire che il livello locale esprime un livello culturale meno elevato di quello che esprime il livello nazionale???
    • Enrico P. Utente certificato 3 anni fa
      Sono d'accordo con lei. In piu' si possono fare correzioni con la lista regionale come in Germania per evitare i problemi dell'uninominale: http://it.wikipedia.org/wiki/Sistema_elettorale_tedesco#Primo_voto Credo votero' per l'uninominale.
  • fabio pizzamiglio 3 anni fa
    Decisione e risposta molto difficile e molto tecnica. Da semplice cittadino direi collegio intermedio (la virtù stà nel mezzo) ma sinceramente, nonostante molti "giri" su internet, non credo di aver capito sufficientemente il problema. Io credo che costruire una legge elettorale "per step" sia difficile e a rischio caos, forse era meglio spiegare ogni singola caratteristica del problema e poi chiedere quale legge si ritiene migliore. Anche se trovo il metodo un po' macchinoso ringrazio il blog ed il movimento per avermi coinvolto direttamente in questa avventura.
    • Rosario Contarino 3 anni fa
      Condivido il tuo pensiero. Poi, riflettendo sul fatto che, alla fine, se si votano i rappresentanti M5S comunque questi devono fare ciò che viene deciso da tutto il movimento in via collegiale, allora propenderei per l'uninominale secco. Cosi' si sa chi andare a prendere se si è sbagliato. Le osservazioni di Giannuli sul rischio di infiltrazioni hanno senso se poi ogni candidato fa quello che vuole, non se ogni candidato è tenuto a fare quello che decide il movimento. Spero di avere reso l'idea.
  • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
    Buon pomeriggio, avrei qualche chiarimento da chiedere.. Se voto per il collegio unico nazionale o intermedio, come va a finire con le preferenze? e come saranno le liste? bloccate o meno? Votare nazionale o intermedio cosa comporta per quanto riguarda il voto di scambio? Ringrazio quanti mi risponderanno.
    • Enrico P. Utente certificato 3 anni fa
      Il problema della corruzione e del voto di scambio e' una cosa che non si risolve con la legge elettorale (come abbiamo visto bene in Italia con leggi diverse), quindi sarebbe meglio pensare ai collegi in termini di effetti sui partiti e sui candidati. I collegi uninominali favoriscono il legame con gli elettori ma sfavoriscono i partiti diffusi a livello nazionale. Credo che il sistema migliore sia quello tedesco che associa i collegi uninominali con quelli regionali mantenendo gli effetti positivi di entrambi, guardi qua (http://www.internazionale.it/news/da-sapere/2013/09/16/come-si-vota-in-germania/). Il mio dubbio e' come esprimere questa preferenza, sono quasi sicuro dovrei darlo al collegio uninominale visto che il voto di base e' quello e poi c'e' una correzione col collegio intermedio.
  • Enrico P. Utente certificato 3 anni fa
    Il collegio unico nazionale sarebbe impraticabile in Italia per due motivi: -Ogni partito dovrebbe fornire una lista lenzuolo. -Un candidato friulano difficilmente andra' a fare campagna elettorale in Sicilia. Quindi la scelta sarebbe fra uninominale e intermedio. Andatevi a guardare il sistema tedesco che adotta collegi uninominali con correzione proporzionale con liste regionali (http://www.internazionale.it/news/da-sapere/2013/09/16/come-si-vota-in-germania/). La trovo una cosa geniale. Adesso il problema e' che non saprei come esprimere questa mia preferenza, credo dovrei votare per il collegio uninominale.
  • maria t. Utente certificato 3 anni fa
    sono per il sistema proporzionale con circoscrizione uninominale. E' fondamentale il rapporto eletto-territorio anche se possono esserci degli eccessi (ma in parlamento c'è possibilità di eliminarli o limitarli). Il difetto più grande dei nominati di oggi è proprio la loro distanza dal territorio, dalle sue lotte. Giannulli non mi piace quando osserva che il livello culturale da chi è eletto con collegio nazionale è in genere più elevato di quello che invece viene eletto in circoscrizione uninominale (locale). Non è affatto vero (guardate Razzi e Scilipoti se candidati dall'alto e un candidato che arrivi dalle lotte sul territorio (No-tav, no inceneritori, movimento per la casa). Come fa a fare un'affermazione del genere??? Noi siamo stufi di un parlamento che pullula di avvocati e professionisti, bravi a fare leggi per mantenere lo status quo anche dei loro interessi, e senza rappresentanza di operai e della classe lavoratrice in genere. Ditemi quanti sono i rappresentanti dei lavoratori in Parlamento? Chi si è ben adoperato nel suo territorio può ben adoperarsi anche per il territorio nazionale. Quello che viene più spesso adombrato è il pericolo di candidati mafiosi obiettivamente legati al territorio, ma questi vengono in realtà inseriti anche nelle liste della circoscrizione nazionale in cui si nascondono meglio. Sul territorio potrebbero essere anche individuati facendo un lavoro di informazione tra gli elettori.
    • massimiliano c. Utente certificato 3 anni fa
      Mi permetto di ricordare che questa legge elettorale deve essere pensata per l'Italia, con l'uninominale non rischiamo di consegnare 3/4 regioni alle mafie?
    • Enrico P. Utente certificato 3 anni fa
      Secondo me il sistema migliore e' quello tedesco, che adotta collegi uninominale con correzione proporzionale grazie alle liste regionali (http://www.internazionale.it/news/da-sapere/2013/09/16/come-si-vota-in-germania/)
  • M L Utente certificato 3 anni fa
    SE VOTIAMO IL COLLEGIO UNICO NAZIONALE RICREIAMO IL PORCELLUM... PERCHE' POI SARA' NECESSARIO CORREGGERLO COME MINIMO CON UNA SOGLIA DI SBARRAMENTO AL 20% A LIVELLO NAZIONALE PER EVITARE POI L'INTRODUZIONE DI UN PREMIO DI MAGGIORANZA INCOSTITUZIONALE. E' IL PREMIO DI MAGGIORANZA CIO' CHE FAVORISCE IL CREARSI DELLE COALIZIONI E IMPEDISCE AI PARTITI DI CORRERE DA SOLI! ELIMINATI GLI INUTILI PARTITINI, IL PREMIO DI MAGGIORANZA E' INUTILE! LA SCELTA DEI COLLEGI UNINOMINALI ALL'INTERNO DEL SISTEMA PROPORZIONALE E' L'UNICO MEZZO PER GARANTIRE SIA RAPPRESENTATIVITA' CHE GOVERNABILITA', CHE COME DICE LO STESSO GIANNULI, SONO ENTRAMBE NECESSARIE!
    • Enrico P. Utente certificato 3 anni fa
      Ragazzi state facendo tutti confusione, col collegio uninominale non si ottengono effetti maggioritari perche' i seggi sono ripartiti a livello proporzionale. Guardate il sistema tedesco che funziona molto bene http://it.wikipedia.org/wiki/Sistema_elettorale_tedesco#Primo_voto La difficolta' dei piccoli partiti e' superare la soglia del 5% o far eleggere 3 candidati col primo voto. Ma per piccoli partiti con persone valide non dovrebbe essere difficile far eleggere i suoi rappresentanti nei collegi uninominali. Io sono per i collegi uninominali perche' vorrei un sistema alla tedesca anche in Italia!
    • M L Utente certificato 3 anni fa
      ERRATA CORRIGE: A QUESTO PUNTO HO LA CERTEZZA CHE TU SIA UN TROLL. TI RISPONDO PER L'ULTIMA VOLTA, SOLO PER CHIARIRE LE IDEE A CHI CI LEGGE. CHIARIAMO CHE LA RAPPRESENTATIVITA' E NECESSARIA E FONDAMENTALE QUANTO LA GOVERNABILITA' DEL PAESE, COME DICE ANCHE GIANNULI. LE COALIZIONI "IMBARCA-TUTTI" SONO PROPRIO LA CONSEGUENZA DEI "partitini", I QUALI SONO A LORO VOLTA CONSEGUENZA DEL PREMIO DI MAGGIORANZA!!! PER ELIMINARE LA NECESSITA' DELL'INCOSTITUZIONALE PREMIO DI MAGGIORANZA, NELL'AMBITO DEL SISTEMA PROPORZIONALE, LE VIE SONO DUE: 1. SISTEMA PROPORZIONALE CON COLLEGI UNINOMINALI, SENZA NESSUNA ULTERIORE CORREZIONE. 2. SISTEMA PROPORZIONALE CON COLLEGIO UNICO NAZIONALE CON SBARRAMENTO AL 20%, SENZA PREMIO DI MAGGIORANZA. E' L'UNICO MODO PER GARANTIRE LA RAPPRESENTATIVITA' E LA GOVERNABILITA' AL TEMPO STESSO. ALTRIMENTI SI ANDREBBE A CREARE UN NUOVO PORCELLUM CHE ERA UN PROPORZIONALE CON COLLEGIO UNICO CON SBARRAMENTO VERAMENTE BASSO ED UN PREMIO DI MAGGIORANZA DISTORTIVO DELLA VOLONTA' ELETTORALE (COME TUTTI I PREMI DI MAGGIORANZA).
    • M L Utente certificato 3 anni fa
      A QUESTO PUNTO HO LA CERTEZZA CHE TU SIA UN TROLL. TI RISPONDO PER L'ULTIMA VOLTA, SOLO PER CHIARIRE LE IDEE A CHI CI LEGGE. CHIARIAMO CHE LA RAPPRESENTATIVITA' E NECESSARIA E FONDAMENTALE QUANTO LA GOVERNABILITA' DEL PAESE, COME DICE ANCHE GIANNULI. LE COALIZIONI "IMBARCA-TUTTI" SONO PROPRIO LA CONSEGUENZA DELLE COALIZIONI PRE-ELETTORALI, LE QUALI SONO A LORO VOLTA CONSEGUENZA DEL PREMIO DI MAGGIORANZA!!! PER ELIMINARE LA NECESSITA' DELL'INCOSTITUZIONALE PREMIO DI MAGGIORANZA, NELL'AMBITO DEL SISTEMA PROPORZIONALE, LE VIE SONO DUE: 1. SISTEMA PROPORZIONALE CON COLLEGI UNINOMINALI, SENZA NESSUNA ULTERIORE CORREZIONE. 2. SISTEMA PROPORZIONALE CON COLLEGIO UNICO NAZIONALE CON SBARRAMENTO AL 20%, SENZA PREMIO DI MAGGIORANZA. E' L'UNICO MODO PER GARANTIRE LA RAPPRESENTATIVITA' E LA GOVERNABILITA' AL TEMPO STESSO. ALTRIMENTI SI ANDREBBE A CREARE UN NUOVO PORCELLUM CHE ERA UN PROPORZIONALE CON COLLEGIO UNICO CON SBARRAMENTO VERAMENTE BASSO ED UN PREMIO DI MAGGIORANZA DISTORTIVO DELLA VOLONTA' ELETTORALE (COME TUTTI I PREMI DI MAGGIORANZA).
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      ora gioca la carte del troll? Guardi che tutti possono leggere che chi sta usando argomenti da piddino è lei: terrorismo contro i partitini(il cui problema semmai sono le coalizioni imbarca-tutti) e l'estrema importanza che da alla governabilità rispetto alla rappresentanza democratica.
    • M L Utente certificato 3 anni fa
      inizialmente pensavo tu fossi semplicemente uno sciocco che scrive senza studiare o informarsi, ma ora capisco che sei solo il solito troll.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      lei è un piddino infiltrato, sta portando avanti le stesse tesi del sistema. Non mi piace che, per portare avanti la sua idea, stia utilizzando una dialettica molto poco corretta e adottando argomenti tipici dei piddini. Teme la democrazia che vuole distorcere il senso della proporzionale?
  • leonello zaquini 3 anni fa
    Soprattutto mi preme sottolineare che il sistema uninominale e' fondamentalmente antidemocratico: 1) consente aberrazioni del tipo: la seconda posizione piu' presente nel paese non e' rappresentata nell'organo legislativo se e' sempre la seconda in tutto il territorio. Puo' accadere (ed accade) che partiti o opinioni che raccolgono il 40% dei consensi NON siano rappresentante: 0 rappresentanti. inoltre e' illogico: 2) con il mio vicino di casa non ho niente da spartire ed invece saremmo "accomunati" dall' avere un "rappresentante" ...( ma "rappresentante" di che?). (piu evoluto e infinitamente piu' logico sarebbe allora il sistema degli antichi romani che almeno prevedevano, nei comizi curiati, di raggruppare i cittadini ed i loro rappresentanti per classi di censo, criterio meno irragionevole del "io abito a XXX" ... ed all'epoca non esisteva "la rete"! Che riduce ancora di piu' il significato sociale della residenza locale). 3) dal punto 2- ne deriva che il sistema uninominale incoraggia l'assenteismo: chi non si trova "nel quartiere giusto" a votare proprio non ci va piu', proprio per niente. Vince il conformismo. 4) dal punto 2 + 3 ne deriva che il sistema uninominale è ideale all'affermazione di lobby e mafie, dato che premia il "luogo comune" locale. = = = Detto questo l'ampiezza delle circoscrizioni e' un tema diverso. Ritengo che una circoscrizione di medie dimensioni (esempio: regionale) possa essere adeguata ma MAI uninominale: proporzionale. Importante anche il poter togliere preferenze e dare preferenze a candidati di liste diverse (come in SVizzera: voto per panaschée)
  • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
    LA SCELTA PIU' INTELLIGENTE SAREBBE IL COLLEGIO UNINOMINALE NEL SISTEMA PROPORZIONALE. [..] INOLTRE SI VERREBBE A CREARE UNA SOGLIA SI SBARRAMENTO ALTA ED IMPLICITA CHE FAREBBE FUORI DAL PARLAMENTO TUTTI I PARTITINI MINORI COME SEL, UDC, SC, LEGA, NCD, FDI, ECC. CHE NON CREANO ALTRO CHE FRAMMENTAZIONE POLITICA ED INGOVERNABILITA' NON DIMENTICATE CHE IL SISTEMA RIMANE PROPORZIONALE, CIOE' I VOTI DEGLI ELETTORI CORRISPONDONO FEDELMENTE AI SEGGI IN PARLAMENTO!!! RAGIONATE PER FAVORE... M L oggi si è permesso di dirmi che io non capirei nulla, mentre lei fa un'acrobazia che non ha nessuna logica: parla a favore dell'uninominale per far fuori i partitini. Al di là dell'aspetto che questo mi sembra un modo di ragione poco democratico e più affine ai piddini, poichè il problema non sono i partitini, semmai l'esistenza delle coalizioni. Subito dopo devo assolutamente riportare una corretta informazione visto che invece lei sta facendo molto confusione. Con l'uninominale tra i partiti che lei cita l'unica ad essere realmente svantaggiata è sel che ha diffusione nazionale e meno concentrata. Proprio con l'uninominale lei rida potere a minoranze nazionale concetrate territorialmente come Lega(nord), Udc (centro e sud), NCD (sud). Quindi lei vorrebbe togliere di mezzo i partitini ma poi sta facendo propaganda per un sistema che costringerà una forza di governo a dover scendere a patti con forze localiste che col suo sistema avranno una rappresentazione nazionale e istituzionale superiore a quello di forze diffuse in maniera più omogenee sul territorio nazionale. Poi una volta scelto il sistema proporzionale, se si vuole essere coerenti si scarta proprio l'uninominale, altrimenti già al secondo quesito si distorcerebbe il senso della proporzionale e si ritorna ad un "maggioritario de facto". Nazionale o intermedio(se inteso con piccoli e grandi collegi)
    • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
      buon pomeriggio, avrei una domanda. se voto per il collegio unico nazionale o intermedio, come va a finire con le preferenze? e come saranno le liste? bloccate o meno? Votare nazionale o intermedio cosa comporta per quanto riguarda il voto di scambio? La rimgrazio se può rispondermi.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      io sto argomento seriamente, io vedo che lei fa disinformazione dicendo il contrario: con l'uninominale fa un favore proprio ai quei "partitini" nazionale, ma concentrati territorialmente come Lega, UDC, Grande Sud, mentre lei sta dicendo che con l'uninominale questi scompaiono. In più usa lo spauracchio della governabilità e frammentazione che usano i piddini. Le ricordo per la seconda volta che il sottoscritto questi temi li mastica. Già il fatto che mi dice di prendere un testo di diritto pubblico fa notare che non sa nemmeno in quale materie universitarie si studiano i sistemi elettorali: -Scienza politica -Sociologia politica -Diritto Costituzionale Materie in cui il sottoscritto può vantare alti voti e una tesi proprio sull'argomento. Questo se vuole puntare all'autorevolezza dell'interlocutore.
    • M L Utente certificato 3 anni fa
      continuo a ripeterti che non hai capito davvero nulla, mi spiace per te. non hai smontato nulla, sei totalmente ignorante in materia, prendi un cazzo di libro di diritto pubblico e studia prima di venire qui a commentare! è inutile a questo punto sprecare tempo con te.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      le continua a dire che io non ho capito nulla, ma io noto che lei non riesce ad argomentare sufficientemente, ma soprattutto con argomenti DEMOCRATICI, quello che sta dicendo, nel post le ho smontato il fatto che con l'uninominale Lega, Grande Sud, Udc e Ncd sarebbe sfavorite, anzi queste più piccoli sono i collegi più avranno forza. Lei secondo me è un pro-maggioritario che ora vuole subito distorcere il proporzionale. una legge elettorale deve garantire la rappresentanza, per la governabilità ci sono altri strumenti da individuare. Lei sta ragionando come un piddino, più che come un 5s e vuole forzare una tesi che non sa adeguatamente sostenere. L'uninominale in Italia avvantaggio il clientelismo locale a danno di forze diffuse sul territorio nazionale, come lo è pure il m5s. Insomma la sua proposta è: -meno coerente col sistema proporzionale -falsa e tendenziosa nelle argomentazioni -machiavellicamente l'unico sistema che svantaggerebbe il m5s -"de facto" maggioritaria riducendo la potenza della rappresentanza real
    • M L Utente certificato 3 anni fa
      CONTINUI A NON CAPIRE NULLA! SE VOTIAMO IL COLLEGIO UNICO NAZIONALE RICREIAMO IL PORCELLUM... PERCHE' POI SARA' NECESSARIO CORREGGERLO COME MINIMO CON UNA SOGLIA DI SBARRAMENTO AL 20% A LIVELLO NAZIONALE PER EVITARE POI L'INTRODUZIONE DI UN PREMIO DI MAGGIORANZA INCOSTITUZIONALE. E' IL PREMIO DI MAGGIORANZA CIO' CHE FAVORISCE IL CREARSI DELLE COALIZIONI E IMPEDISCE AI PARTITI DI CORRERE DA SOLI! ELIMINATI GLI INUTILI PARTITINI, IL PREMIO DI MAGGIORANZA E' INUTILE! LA SCELTA DEI COLLEGI UNINOMINALI ALL'INTERNO DEL SISTEMA PROPORZIONALE E' L'UNICO MEZZO PER GARANTIRE SIA RAPPRESENTATIVITA' CHE GOVERNABILITA', CHE COME DICE LO STESSO GIANNULI, SONO ENTRAMBE NECESSARIE!
  • M L Utente certificato 3 anni fa
    RAGIONATE PER FAVORE... LA SCELTA PIU' INTELLIGENTE E LOGICA E' SOLO IL COLLEGIO UNINOMINALE NEL SISTEMA PROPORZIONALE, SENZA IL RECUPERO DEI RESTI DAL COLLEGIO NAZIONALE. E' L'UNICO MODO PER RISOLVERE IL PROBLEMA DELLE PREFERENZE (CHE GENERANO IL PROBLEMA DEL VOTO DI SCAMBIO) O DELLE LISTE BLOCCATE (CHE GENERANO IL PROBLEMA DELLE NOMINE DI PARTITO). INOLTRE SI VERREBBE A CREARE UNA SOGLIA SI SBARRAMENTO ALTA ED IMPLICITA CHE FAREBBE FUORI DAL PARLAMENTO TUTTI I PARTITINI MINORI COME SEL, UDC, SC, LEGA, NCD, FDI, ECC. CHE NON CREANO ALTRO CHE FRAMMENTAZIONE POLITICA ED INGOVERNABILITA' CON IL LORO RICATTI POST-ELETTORALI AI GRANDI PARTITI IN COALIZIONE (VEDI SEL CHE HA FATTO IN MODO CHE IL PD AVESSE UNA MANCIATA DI VOTI IN PIU' IN COALIZIONE, MA POI E' PASSATA ALL'OPPOSIZIONE DI GOVERNO). QUESTO SISTEMA ELIMINA INDIRETTAMENTE ANCHE IL FENOMENO DELLE COALIZIONI PRE-ELETTORALI CHE SONO CARATTERISTICA APPUNTO DEL SISTEMA PROPORZIONALE PLURINOMINALE (COLLEGIO UNICO O INTERMEDIO). NON DIMENTICATE CHE IL SISTEMA RIMANE PROPORZIONALE, CIOE' I VOTI DEGLI ELETTORI CORRISPONDONO FEDELMENTE AI SEGGI IN PARLAMENTO!!!
    • Adriano Sorà Utente certificato 3 anni fa
      ma uninominale a quanto ho capito è senza preferenze!
  • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
    Ai molti che chiedono delucidazioni. Secondo me l'iter scelto non è stato dei migliori poichè è una materia complessa in cui ci sono migliaia di studenti che ci si giocano la media all'università. Meglio sarebbe stato mettere al vaglio di discussioni e votazioni due o tre sistemi elettorali già definiti da qualche esperto in materia o dai parlamentari a 5 stelle. Però ora l'iter questo è su questo bisogna ragionare e valutare caso per caso. La differenza tra l'ampiezza dei collegi ha delle conseguenze; alcuni aspetti sono chiariti nel post e in particolare l'equilibrio fra personale politico di livello e/o il legame col territorio. I vantaggi dell'uninominale, eletto più legato agli elettori, per il m5s e per la filosofia che vuole diffondere questo "vantaggio" esiste in maniera intrinseca visto l'estremo legame tra base-eletti. Più i collegi sono ridotti più si avvantaggiano le formazioni molto concentrate a livello territoriale, ma al contempo i collegi ridotti(quindi l'uninominale o intermedio alla spagnolo) massacrano le forze politiche minoritarie, ma non troppo, con diffusione nazionale (in Spagna Izquierda Unida -terzo partito nazionale- è estremamente svantaggiata e gli spagnoli stessi criticano il loro sistema che "de facto" è maggioritario e consegna un bipolarismo in cui i due maggiori partiti devono far affidamento sulle liste locali e clientelismi). Per fare un esempio concreto in Italia con forze minoritarie che non sono il m5s: con collegi troppo piccoli la fanno da padrone le liste localiste(grande sud, lega ecc) e si svantaggiano formazioni caratterizzate da diffusione nazionale(sel). Se doveste poi ragionare in maniera machiavellica e in base a ciò che conviene al m5s allora l'uninominale è da scartare poichè il m5s ha diffusione nazionale(ha dimostrato di essere conncetrato nelle regioni centro-adriatiche, Sardegna e Sicilia, tranne l'ultima territori poco popolosi rispetto ad altri. Nazionale o intermedio(se inteso con pochi e grandi collegi
    • Bisio Guerrieri Utente certificato 3 anni fa
      tu hai ragione e troppo complicato l'argomento per gente che non e sullargomento come quasi in tutti i campi un po complessi .[scusi per il tu]
    • M L Utente certificato 3 anni fa
      NON HAI CAPITO NULLA. SE VOTIAMO IL COLLEGIO UNICO NAZIONALE RICREIAMO IL PORCELLUM... PERCHE' POI SARA' NECESSARIO CORREGGERLO COME MINIMO CON UNA SOGLIA DI SBARRAMENTO AL 20% A LIVELLO NAZIONALE PER EVITARE POI L'INTRODUZIONE DI UN PREMIO DI MAGGIORANZA INCOSTITUZIONALE. E' IL PREMIO DI MAGGIORANZA CIO' CHE FAVORISCE IL CREARSI DELLE COALIZIONI E IMPEDISCE AI PARTITI DI CORRERE DA SOLI! ELIMINATI GLI INUTILI PARTITINI, IL PREMIO DI MAGGIORANZA E' INUTILE! LA SCELTA DEI COLLEGI UNINOMINALI ALL'INTERNO DEL SISTEMA PROPORZIONALE E' L'UNICO MEZZO PER GARANTIRE SIA RAPPRESENTATIVITA' CHE GOVERNABILITA', CHE COME DICE LO STESSO GIANNULI, SONO ENTRAMBE NECESSARIE!
  • Massimo Fogo 3 anni fa
    O.T. Bellissimo l'intervento di Di Battista da Santoro ieri sera. L'unico (microscopico) neo, secondo me, è stata la risposta all'ultima domanda che gli è stata posta, ovvero: cosa potreste dire a chi vota il PdL? Beh io avrei risposto "caro elettore del PD/PdL, qualunque sia il motivo che ti ha spinto in questi anni a votare questi partiti, il paese è in rovina. E' evidente. Non c'è ragione di voler negare questo. E' altrettanto evidente e dimostrabile che PD e PdL hanno sempre governicchiato insieme tirando a campare, facendo favori agli amici degli amici e null'altro. Non ti sembra venuto il momento di provare a cambiare? Non ti sembra venuto il momento di avere un moto di orgoglio e di amore per questo meraviglioso paese che da troppi anni è nelle mani sempre dei soliti? Noi siamo qui perchè amiamo profondamente l'Italia e vorremmo vederla tornare agli antichi splendori. Con il tempo, l'impegno e la buona volontà si può, in fondo... siamo Italiani, siamo un popolo straordinario nelle mani di mafie e di gonzi. Caro elettore del PD/PdL, fai qualcosa per te e per il nostro paese: mandali tutti a casa. M5* non è certamente perfetto, ma, confrontarlo con PD e PdL è come confrontare una Ferrari nuova fiammante perfetta, ma con un graffietto sul paraurti con una Punto che si è sfracellata a 140 km/h contro un pilone di cemento armato.
  • a. r. Utente certificato 3 anni fa
    Il grosso guaio in Italia e' che il voto di preferenza equivale al voto di scambio ecco come facevano: poniamo che si volesse far eleggere Toto' Riina n 17 nella lista, in una sezione elettorale facevano votare 21, 17, 13, poi 6, 17,33, poi 4, 17, 8. In questo modo era possibile controllare i voti comprati. La preferenza e' da evitare come la peste. Detto questo, si potrebbe, col maggioritario e collegi piccoli stabilire un numero minimo di voti per essere eletti. Coi resti ....ciccia, niente, nessuna elezione e nessun rappresentante in parlamento. Si avrebbe un parlamento RIDOTTO DI NUMERO e proporzionale al numero di votanti. E stabilire che, se l'elettorato scende sotto il 50% si annulli l'elezione e nessuno dei candidati possa ripresentarsi. Inoltre inserire il referendum revocatorio come in Venezuela che permette di spedire a casa il parlamento se l'elettorato lo decide.
  • Gigi Conti Utente certificato 3 anni fa
    Perdonami Aldo ma dei tre proposte quale sarebbe fra i tre uninominale, collegio unico nazionale o collegio intermedio il sistema AMERICANO x me il perfetto PROPORZIONALE a 5 STELLE praticamente i GRANDI ELLETTORI saremo noi a scegliere chi VINCE
  • Viviana Vi Utente certificato 3 anni fa
    Di Noia Davide Gli analfabeti in Italia sono ancora circa il 15% della popolazione. " Senza alcun titolo di studio (o in possesso della sola licenza elementare) sono invece 36,52% della popolazione, circa 20 milioni sui 55 censiti nel 2001" Come pensate di spiegare, nei dettagli, a tutte queste persone che questa è una legge elettorale ?
  • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
    qui c'è un problema... il prof. Giannuli ci chiede di scegliere il tipo di collegio (uninominale, nazionale o intermedio)senza spiegarci il legame di ciascuno di essi con il discorso delle preferenze, delle liste bloccate ecc. Spero che il prof. o chi per lui intervenga nel blog a spiegarci meglio le cose
  • Io  (casa mia) Utente certificato 3 anni fa
    Ormai i giochi sulla legge elettorale sono fatti al 90%. Ma se Grillo vuole sperare di avere ancora una voce in capitolo, invece di fare solo ostruzionismo come sempre, dovrebbe farsi promotore di una legge elettorale SICURAMENTE migliore e più giusta di quelle proposta da PD e Forza Italia. Come ho proposto più volte, e Rosario S., Catania qui sembra pensarla come me, una legge elettorale significativamente migliore di quelle su cui si è discusso fino ad oggi è quella AUSTRALIANA. La legge australiana permette: - la GOVERNABILITA' (solo 1 singolo partito vince, niente coalizioni necessarie) - la RAPPRESENTATIVITA' (anche i partiti minori, con un minimo sbarramento, possono accedere in parlamento), - La possibilità di votare proficuamente il proprio PARTITO PREFERITO e non solo per CONVENIENZA il "meno peggio" - un SINGOLO turno di voto È un pochino complessa sul funzionamento in quanto si basa su preferenze multiple messe in ordine di preferenza, ma una volta capita è GENIALE e molto giusta. Per chi mastica un po' d'inglese, qui è spiegata in modo eccellente in forma di fumetto (bastano le figure per capire, comunque): http://chickennation.com/website_stuff/cant-waste-vote/web-700-cant-waste-vote-SINGLE-IMAGE-radio-edit.png
    • Io  (casa mia) Utente certificato 3 anni fa
      No, rimane proporzionale (perché non c'è out-out, vinco io - perdi tu), ma ha il pregio di raggruppare su un singolo partito le preferenze di un certo bacino di utenti che, magari non concordano (per dire) al 100% con il M5S, ma a cui starebbe comunque bene se vincesse in seconda (o terza) battuta a scapito del PD o del PDL. Pur, comunque, consentendo una rappresentatività del preferito in parlamento (se ha abbastanza voti). Un proporzionale corretto. Chi vota da una una scaletta gerarchica delle sue preferenze, i voti vengono raggruppati finché un singolo partito ottiene la maggioranza. Non è necessario fare coalizioni, ma i voti di una certa aerea inevitabilmente si concentrerebbero sul partito più popolare di quell'aerea.
    • antonio l. Utente certificato 3 anni fa
      io invece credo che ti sfugga proprio il concetto di proporzione: 1:1=100:100 SI LEGGE UNO STA a UNO COME CENTO STANNO A CENTO. QUELLO DI CUI PARLI TU E' 1:1=50:100 SI CHIAMA DISPROPORZIONE INFATTI SE USIAMO LO STESSO SISTEMA CON LA MEDESIMA UNITA DI MISURA MI VUOI SPIEGARE COME FANNO 50 A ESSERE CENTO. NEL sistema che ti piace questa disproporzione possiamo chiamarla MAGGIORITARIO. E QELLO E'. franco rosso
  • antonio l. Utente certificato 3 anni fa
    in rsposta a M.L. (13:09) -------------------------------------------- scusami: COME SI FA UN SISTEMA PROPORZIONALE CON L'UNIMINALE SENZA RECUPERO DEI RESTI CHE COME POI AMMETTI CANDIDAMENTE E' MAGGIORITARIO(morte di tutti i partitini). questo è il frutto delle elucubrazioni del nostro professore. per fortuna il movimento ha fatto tabula rase delle più strampalate teorie. MAGGIORITARIO O PROPORZIONALE. ha detto proporzionale. quindi collegi uninominale premi e governabilita a priori VANNO TOLTI DI MEZZO. RIMANGONO LISTE PRIMARIE E PREFERENZE (UNA SOLA). aggiungo, ma questa è propaganda mia vincolo di mandato e abolizione del voto segreto. poi come ai bei tempi chi coagula una maggioranza fa il governo. io ho votato maggioritario ma il movimento vuole proporzionale e cosi sia. amen. FRANCO ROSSO
    • antonio l. Utente certificato 3 anni fa
      io credo che ti sfugga proprio il criterio di proporzione che tento di spiegarti; 1:1=100:100 che si legge UNO VALE UNO COME CENTO VALGONO CENTO ORA se nel medesimo sistema con le stesse unita di misura noi scrivessimo: 1:1=50:100 che si legge UNO VALE UNO COME CINQUANTA VALGONO CENTO questa si chiama disproporzione o nella cosa di cui stiamo discutendo MAGGIORITARIO.E QUELO E'. --DEL RESTO QUANDO PARLI DI ELIMINARE QUALCUNO CHE RIESCE A RAGGIUNGE "ALCUNE UNITA DI MISURA" IN VIRTU DI UN ARTIFIZIO PSEUDO-MATEMATICO LO DEVI CHIAMARE PER FORZA MAGGIORITARIO perche se lo vuoi definire nel sistema proporzionale si chiama TRUFFA O LEGGE TRUFFA. franco rosso
    • M L Utente certificato 3 anni fa
      NON HAI CAPITO NULLA: IL PREMIO DI MAGGIORANZA E LE SOGLIE DI SBARRAMENTO LE TOGLI VIA SOLO CON I COLLEGI UNINOMINALI ALL'INTERNO DEL PROPORZIONALE. STUDIA CHE E' MEGLIO... IL PROPOZIONALE UNINOMINALE GARANTISCE SIA LA RAPPRESENTATIVITA' CHE LA GOVERNABILITA'. ANCHE IO HO VOTATO MAGGIORITARIO, MA NEL CASO FOSSE PASSATO QUELLO, ALLORA AVREI VOTATO PER IL COLLEGIO UNICO NAZIONALE CHE PRODUCE GLI STESSI EFFETTI PROPORZIONALE IN COLLEGI UNINOMINALI. NON E' COSì DIFFICILE DA CAPIRE...
  • Viviana Vi Utente certificato 3 anni fa
    Uno splendido Di Battista a Servizio Pubblico http://youtu.be/uYPyIpHoXno “L’immoralità è come il letame, si deve trattare con la pala non col cucchiaino d’argento!” “Il compromesso con questa gente è un suicidio”
  • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
    Buongiorno. Una grande cortesia: Potreste KLIKKARE il Klone che si firma con un NIK simile al mio? I posts sono delle ore 00:30 08.58. Oltretutto, quando individuiamo un clone che usurpa un blogger qui sopra, potremmo fare tutti insieme una grande KLIKKATA per farlo scomparire e così difendere l'amico. Se non difendiamo il blog e chi lo supporta, chi dovrebbe farlo per noi? Ricordiamoci sempre che per i TROLL e i TROLLONI (TROLL CLONI) basta un KLIKK ... che ce vò???
  • M L Utente certificato 3 anni fa
    COME GIANNULI SUGGERISCE, LA SCELTA PIU' INTELLIGENTE SAREBBE IL COLLEGIO UNINOMINALE NEL SISTEMA PROPORZIONALE, SENZA IL RECUPERO DEI RESTI DAL COLLEGIO NAZIONALE. E' L'UNICO MODO PER RISOLVERE IL PROBLEMA DELLE PREFERENZE (CHE GENERANO IL PROBLEMA DEL VOTO DI SCAMBIO) O DELLE LISTE BLOCCATE (CHE GENERANO IL PROBLEMA DELLE NOMINE DI PARTITO). INOLTRE SI VERREBBE A CREARE UNA SOGLIA SI SBARRAMENTO ALTA ED IMPLICITA CHE FAREBBE FUORI DAL PARLAMENTO TUTTI I PARTITINI MINORI COME SEL, UDC, SC, LEGA, NCD, FDI, ECC. CHE NON CREANO ALTRO CHE FRAMMENTAZIONE POLITICA ED INGOVERNABILITA' CON IL LORO RICATTI POST-ELETTORALI AI GRANDI PARTITI IN COALIZIONE (VEDI SEL CHE HA FATTO IN MODO CHE IL PD AVESSE UNA MANCIATA DI VOTI IN PIU' IN COALIZIONE, MA POI E' PASSATA ALL'OPPOSIZIONE DI GOVERNO). QUESTO SISTEMA ELIMINA INDIRETTAMENTE ANCHE IL FENOMENO DELLE COALIZIONI PRE-ELETTORALI CHE SONO CARATTERISTICA APPUNTO DEL SISTEMA PROPORZIONALE PLURINOMINALE (COLLEGIO UNICO O INTERMEDIO). NON DIMENTICATE CHE IL SISTEMA RIMANE PROPORZIONALE, CIOE' I VOTI DEGLI ELETTORI CORRISPONDONO FEDELMENTE AI SEGGI IN PARLAMENTO!!! RAGIONATE PER FAVORE...
  • Paolo Alesse 3 anni fa
    Collegio unico nazionale.Per limitare le derive localistiche, selezionare una rappresentanza più qualificata e meno legata al voto di scambio.
    • massimiliano c. Utente certificato 3 anni fa
      Non sono d'accordo, troppo distacco dalla realtà locale.... Penso che la verità sia nell'intermedio.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      anche nel nazionale ci sono le preferenze
    • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
      quindi no alle preferenze?
  • sibilla12 3 anni fa
    Ma finiamola un po' di andare a vedere come votano di qua, come votano di là...E la Guardiamo lo Stato che negli ultimi trent' anni ha dato più garanzie di stabilità ed efficienza e che ci propongono ogni giorno come "modello" da assolutamente seguire. A me pare la Germania che politicamente dimostra di essere un "popolo" (a vantaggio suo). Non ci va bene neanche quella? E allora basta scribacchiare e scribacchiare e chiedere e richiedere. Gli italiani probabilmente vogliono andare avanti come avviene dal 1946: nel caos, con la mentalità feudataria del becero protagonismo. "Il Gattopardo" ce lo dice in mille modi... Perché, dunque, cambiare? Abbiamo la mentalità degli opportunisti, non della democrazia, e tali resteremo per altri millenni riempiendoci la bocca con le gesta dell' impero romano! Sibilla12
  • massimiliano c. Utente certificato 3 anni fa
    Ascoltare le parole di Di Battista da Santoro è stato fantastico! Siamo sempre più forti!!!!
  • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
    Mi spiace ma stavolta l'argomento non è stato spiegato in modo sufficentemente chiaro.. difficile esprimersi per una delle 3 ipotesi proposte. Oltretutto chiedi chiarimenti sul blog e nessuno risponde. Ci vorrebbe qualche esperto sulle leggi elettorali del M5S on line con noi a dare delle risposte... ma non c'è. Spero di aver dato uno spunto per migliorare il blog, perchè la mia vuole essere solo una critica costruttiva.
    • massimiliano c. Utente certificato 3 anni fa
      Sono d'accordo con te. Io ho cercato di approfondire in rete con discreti risultati, oltretutto senza alcun "commento". Sono orientato al sistema "intermedio".
  • paoloest21 3 anni fa
    o.t. ""Letta e Alfano vogliono le preferenze, Franceschini e Berlusconi no. Renzi: sì a legge o governo cade E a Bologna i circoli del Pd fanno un referendum sul patto di governo: "Vanno consultati gli iscritti""" franceschini...l'unica cosa che si noti di lui è la barba. forattini gli disegnerà solo quella, come con goria? ps il piddì mi sembra avviato sul viale del tramonto... solo la pecunia potrà tenerlo unito!! :)))
  • Leonardo Cirasole 3 anni fa
    Grande Di Battista! Con cittadini come te si vince! Non arrenderti mai, hai tutto il mio soste gno! Ciao.
  • Giovanni Z. Utente certificato 3 anni fa
    Fissato il primo punto: Proporzionale. Io sono per circoscrizioni intermedie, ad esempio composte da un minimo di 800 mila ad un massimo di 1 mln di aventi diritto al voto (con eccezioni per le Regioni piccole, dove coincide con la regione stessa). Il contatto con il territorio è comunque importante, anche se non deve essere la condizione principale, visto il carattere nazionale dell'incarico di parlamentare. Ad ogni circoscrizione si attribuiscono un numero di seggi in proporzione al numero degli aventi diritto, con un minimo di tre (ad eccezione della V.Aosta con 1 solo seggio) ed un massimo di 5. L'attribuzione dei seggi avviene con il metodo (Spagnolo) D'Hondt.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      piccole circoscrizioni che rendono il proporzionale un maggioritario de facto, in Spagna è criticatissimo, il terzo partito Izquierda Unida deve cedere seggi alle forze localiste che, una volta ottenuto il favore clientelare di turno da uno dei due maggiori partiti avvantaggiati dai piccoli collegi, poi fanno governare in santa pace senza nemmeno controllare l'azione governativa. http://www.lavoce.info/come-funziona-il-sistema-elettorale-spagnolo/
    • massimiliano c. Utente certificato 3 anni fa
      Cosa prevede il metodo spagnolo?
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      cirscoscrizioni troppe piccole come in Spagna dove il sistema è criticatissimo dagli spagnoli stessi e regala un bipartitismo de facto. Il m5s non ha problemi di controllo dell'eletto, per la rappresentanza locale ci sono gli enti locali e in futuro la si può considerare di più e meglio per il Senato. Nazionale o intermedio(se inteso con poche e grandi circoscrizioni)
  • Sandro Inzerillo (alés dantès) Utente certificato 3 anni fa
    Sono per il Collegio intermedio, con forme di recupero su livello nazionale. Perché non possiamo permetterci né le controindicazioni del collegio uninominale né tantomeno gli effetti collaterali del Collegio Nazionale………la sana via di mezzo >* ;)
  • Gaetano C. Utente certificato 3 anni fa
    Collegio unico nazionale per elevare il parlamento qualitativamente. Gli eletti 5S sono controllati già dagli attivisti quindi non è necessario il legame al territorio che anzi è contro producente per il particolarismo clientelare italiano. Non dimentichiamo che saranno eletti anche altri partiti con la legge, ma che sono costretti a inseguire il 5S anche nel controllo del loro eletto. E le due camere devono essere elette con l'identico metodo.
    • Paolo Zanchetta 3 anni fa
      La comparsa del M5*,con 8 milioni di elettori, ha scombussolato i piani dei partiti. Però dato che il M5* non si piega a parlare con gli altri eletti, stanno arrangiandosi a fare la legge elettorale senza il M5*. Probabilmente è il movimento che è stato lento, non che sono costretti i partiti a inseguire.... Forse l' isolazionismo non paga.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      ragionamento che condivido! Nazionale o intermedio(se inteso con poche e grandi circoscrizioni). I vantaggi dell'uninominale il m5s li ha intrinsecamente già di suo e sono gli altri partiti a dover cambiare la selezione politica e il controllo, non il m5s.
  • paoloest21 3 anni fa
    o.t. @enricoletta per favore nomini il suo segretario di partito ministro!!! per favore!! guardi mi voglio rovnare...le regalerò, nel caso, una giacchettina nuova:))
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    saluto anche io il signor de luca.... ciao ciao...
    • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
      Che fa rima con stron2ino .... Ciao ragazzi.
    • ChiaraLuce C. Utente certificato 3 anni fa
      Povero De Luca... Nacque piddino, crebbe con bassolino e morì renzino!
  • cecrodi 3 anni fa
    cercate di fare un referendum chiaro da quanto scritto da Giannuli non è che si capisca molto grazie
  • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
    Voto volentieri e approvo l'iniziativa, è sempre bene chiedere. Da parte mia non mi immischierei, però. Che decidano loro, nel programma non c'è, potremmo tranquillamente astenerci. Qualsiasi sistema può far vincere chiunque. Ricordo, per quanto possa valere, che a suo tempo un referendum aveva abolito le preferenze. Altri tempi ma c'è pur stato. E secondo me per annullare il risultato di un referendum ce ne vorrebbe un altro.
  • nano carvalho 3 anni fa
    E INTANTO A DAVOS CI STANNO PRIVATIZZANDO LE POSTE ITALIANE.PRIMA DI FARE UNA COSA DEL GENERE BISOGNEREBBE CHIEDERE IL PERMESSO AI CITTADINI TRAMITE DEI REFERENDUM. LA COSTITUZIONE ITALIANA E` TUTTA DA CAMBIARE. CHI HA ORECCHIE PER INTENDERE INTENDA
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    http://www.quotidiani.net/menu_continenti.htm ottimo e da consultare!!!!
  • paoloest21 3 anni fa
    o.t. voglio sottileneare anche che vincenzo de luca oltre ad essere del piddi , appoggia anche il supersindaco:))) non c'erano dubbi:))
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    o t paolo segnalo che nn c'è traccia alcuna di trolloni da padellaro... ahahahahaah diba li ha mummificati tutti ieri sera...
    • paoloest21 3 anni fa
      ciao emanuela!
    • ema dell (ema dell) Utente certificato 3 anni fa
      ahahahah paolo!! Ciao!!
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      ahahahahaha :)
    • paoloest21 3 anni fa
      che stiano prendendo coscienza? si licenzieranno gli spartani? ieri ho detto loro che leonida è offeso per questo immondo accostamento ai suoi soldati:))))
  • gattacicova 3 anni fa
    complimenti per quanto ha detto ieri sera Di Battista da Santoro.Dicono che la Levitazione sia un fenomeno paranormale,bene ieri sera l'ho vista.Di Battista un metro sopra tutti.bisogna continuare su questa strada e i frutti non tarderanno ad arrivare ,ieri sera solo applausi per gli interventi di DI Battista,Fassina balbettante ,stranito ,inconcludente come il partito che rappresenta ..meditate gente meditate......
  • M L Utente certificato 3 anni fa
    ANDREBBE VOTATO IL COLLEGIO UNINOMINALE NEL SISTEMA PROPORZIONALE, SENZA IL RECUPERO DEI RESTI DAL COLLEGIO NAZIONALE. E' L'UNICO MODO PER RISOLVERE IL PROBLEMA DELLE PREFERENZE O DELLE LISTE BLOCCATE. INOLTRE SI VERREBBE A CREARE UNA SOGLIA SI SBARRAMENTO ALTA ED IMPLICITA CHE FAREBBE FUORI DAL PARLAMENTO TUTTI I PARTITINI MINORI COME SEL, UDC, SC, LEGA, NCD, FDI, ECC.
    • antonio l. Utente certificato 3 anni fa
      scusami: COME SI FA UN SISTEMA PROPORZIONALE CON L'UNIMINALE SENZA RECUPERO DEI RESTI CHE COME POI AMMETTI CANDIDAMENTE E' MAGGIORITARIO. questo e il frutto delle elucubrazioni del nostro professore. per fortuna il movimento ha fatto tabula rase delle più strampalate teorie. MAGGIORITARIO O PROPORZIONALE. ha detto proporzionale. quindi collegi uninominale premi e governabilita a priori VANNO TOLTI DI MEZZO. RIMANGONO LISTE PRIMARIE E PREFERENZE (UNA SOLA). aggiungo, ma questa è propaganda mia vincolo di mandato e abolizione del voto segreto. poi come ai bei tempi chi coagula una maggioranza fa il governo. io ho votato maggioritari ma il movimento vuole proporzionale e cosi sia. amen. FRANCO ROSSO
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      ma che dici: nazionale o intermedio inserisci le preferenze
  • Stelvio Romeo 3 anni fa
    Siamo sinceri. Le preferenze sono la perfetta possibilità per le mafie di far eleggere chi vogliono loro. Di far fare politica solo a chi ha i soldi per la campagna elettorale, e di farsi aiutare dalle lobbi per essere eletti. Meglio che i partiti scelgano per ogni circoscrizione 5/6 nomi e che gli elettori scelgano chi vogliono. Ma almeno c'e' un filtro per evitare mafie, lobbi, ricchi.
  • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
    Ciao ciao, vincenzo de luca.
    • paoloest21 3 anni fa
      ps e adesso salerno come farà???? chiederanno l'autodeterminazione? torneranno al principato? uno come vincenzino non lo devono perdere, gli diano la carica di principe:)))))))))))))))))))
    • paoloest21 3 anni fa
      :))
  • jb Mirabile-caruso Utente certificato 3 anni fa
    ======================================== ......................QUANDO IL VERO SPAZZA VIA IL FALSO.................. ======================================== Ho appena seguito l'intervento di Alessandro Di Battista a Servizio Pubblico: TRAVOLGENTE, questa è la parola che mi è venuta alla mente, cercandone una che esprimesse la sintesi dell'incredibile esperienza che stavo vivendo. Ed ora che sto scrivendo queste righe, mi sto domandando cosa fosse mai stato a determinare e sostenere quell'impeto così travolgente: il Suo ESSER VERO, mi appare chiara la risposta! Abituati ed assuefatti al FALSO di ogni giorno, come purtroppo ci ritroviamo ad essere, ci sembra quasi impossibile pensare - ed ancor meno ammettere - che ci fosse appena rimasto un angolino di spazio aperto ad ospitare il VERO. Poi ci imbattiamo, quasi a caso, in Di Battista, nella Taverna, in Di Maio, nella Lezzi e tante altre Ragazze e Ragazzi Cinque Stelle, e scopriamo che SI, c'è tanto spazio per il VERO. E soprattutto scopriamo che il FALSO sarà inesorabilmente SPAZZATO VIA dal VERO! Il VERO dei Cinque Stelle!!!
  • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
    La scelta per la Camera politica, la Camera dei Deputati, dovrebbe puntare alla massima rappresentanza nazionale. Da questo escludo l'uninominale. La scelta sarebbe quasi indifferente tra nazionale e intermedio se questo s'intende con grandi circoscrizioni, da 3 a 6, altrimenti se s'intende intermedio con tante piccolissime circoscrizioni allora sono per il nazionale senza pensarci, ma penso che sia più consono all'Italia un sistema con collegi intermedi, ma pochi e di ampie dimensioni; in fondo per la rappresentanza locale ci sono i comuni e le Regioni, inoltre in futura la questione locale potrebbe diventare principale per la Camera di riflessione, il Senato. Quindi consiglio un voto coerente su collegio unico nazionale o collegio intermedio se questo è inteso con pochi collegi di dimensione interregionali
  • Anna Fideli Utente certificato 3 anni fa
    Non ci dobbiamo illudere sulla disponibilità dei conduttori televisivi. Sanno che se attaccano i nostri parlamentari il pubblico insorge, dando la chiara immagine del consenso che ha acquisito il M5S. Cosa che vogliono assolutamente evitare.
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      ciao anna!!fa nulla,basta andare in tv e seppelliamo tutti!!!!
  • rino lagomarino Utente certificato 3 anni fa
    Messa così sembra naturale che la maggioranza della gente possa optare all'intermedio,perché da sempre in medio stat virtus. Resto dell'idea anzi col profondo convincimento che non è questa o quell'altra legge, ben fatta, ingarbugliata, improponibile, furba etc. etc. che sia, a poter arginare i malavitosi della politica. Sappiamo tutti che neppure la pena di morte è un deterrente per gli assassini, tanto meno la legge in Italia dove appena fatta il santo è puntualmente gabbato. E' ovvio però che stando così le cose (e stanno proprio così) debba a maggior ragione farsi ogni sforzo per raggiungere il massimo proponibile nel fulcro della delega politica quello proprio del sistema elettorale. resta in tutta la sua evidenza una priorità, anzi una piccola montagna di priorità dove quella morale e quella culturale stanno in vetta o a fondo valle secondo opinione. E se contemporaneamente alla stesura di qualsivoglia legge non si cercherà di porre mano a una trasformazione di queste basi essenziali della nostra società per trasformare il nostro paese da mafioso a normale, presto saremo punto e a capo. Ogni aspetto giuridco e politico è puramente consequenziale. E' dai tempi delle Catilinarie che continuiamo a girarci intorno... Oh tempora, oh Mores!
  • al nair gfr Utente certificato 3 anni fa
    solo una breve frase l'ORATARIA è terrorizzata....... lo si legge in quegli occhi, in quello sguardo appannato dalla megalomania, dall'eccessiva autostima e da quel "senso" di onnipotenza e mai di autocritica.....ma sta tremando..... l'ORATARIA ce la mangeremo, banchetteremo e brinderemo ad una "nascita" che chiameremo: ITALIA ONESTA, ITALIA NOSTRA! Forza Ragazzi! Grazie Beppe!
    • luis p. Utente certificato 3 anni fa
      bentornata Angelì....
    • al nair gfr Utente certificato 3 anni fa
      si Oreste caro, tutto ok! ....e grazie ancora.....^:^
    • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
      Smackkkkkkkk....buon pomeriggio! Bentrovata! Tutto ok?
    • al nair gfr Utente certificato 3 anni fa
      Ammiraglio *****
    • Eposmail Utente certificato 3 anni fa
      *****
  • paoloest21 3 anni fa
    o.t.. ""Santoro, ha registrato 2.091.000 telespettatori, per uno share dell’8,93per cento""
    • Eposmail Utente certificato 3 anni fa
      ok grazie. *****
    • paoloest21 3 anni fa
      non saprei dirti non ho i dati, la settimana scorsa mi sembra ci fosse uno speciale. comunque il rappresentante m5s ha sicuramente sbancato:)))
    • Eposmail Utente certificato 3 anni fa
      ...in rapporto alle precedenti puntate ..la tendenza qual'è ? *****
  • vito asaro 3 anni fa
    ma,anzichè perdere tempo con una legge elettorale che,comunque,decideranno loro,perchè non organizziamo lo sciopero fiscale in modo da togliergli gli alimenti?poi saremmo noi a creare una legge elettorale giusta.ophs dimenticavo:noi siamo pacifisti.meglio prenderle che darle.e va beh.
  • eleonora . Utente certificato 3 anni fa
    Bravissimo Alessandro, appassionato e commovente. Ha detto una cosa molto importante che non è stata ovviamente sottolineata dai presenti. Oggi si gioca un’altra partita contro il popolo italiano e il M5S sta facendo di tutto per non perdere. LA PIÙ GRANDE PORCATA DELLA PARTITOCRAZIA ITALIANA ED EUROPEA VOGLIONO REGALARE IL PATRIMONIO DI CENTINAIA DI MILIARDI DELLA BANCA D’ITALIA AI BANCHIERI PRIVATI ITALIANI E STRANIERI Bloccare l'aula durante la votazione di fiducia al Decreto Imu Bank Italia è l'unico modo per dimostrare a questo Blocco di Potere che i cittadini hanno per evitare che 7,2 miliardi finiscano nelle tasche delle banche. Dobbiamo fermarli in tutti i modi ci stanno svendendo. Basta.
    • eleonora . Utente certificato 3 anni fa
      ovviamente ciaoooo :)
    • eleonora . Utente certificato 3 anni fa
      L'intransigenza è l'unica strada che ci porterà alla vittoria. Il compromesso con questa gente secondo me è un suicidio.
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      esattamente ele!!!
  • vincenzo s. Utente certificato 3 anni fa
    Grande Di Battista! Non ci sono parole per come hai trattato il sistema a servizio pubblico: Su napolitano sei stato ancora più grande: io non lo stimo come te e come potrei! Io ho 68 anni e la sua politica la conosco fin dai tempi antichi. Ti faccio un esempio.Nella mia epoca, quando i comunisti erano comunisti e la dc per farli stare buoni accondiscendeva , laddove era anche impossibile circolava una frase: "A DA VENI' BAFFONE". Ma sai poi che avvenne? Finalmente baffone venne, solo che si adeguò perfettamente al sistema e l'italia di oggi ne è la logica conseguenziale.
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    Vorrei aggiungere a quanto già detto una rapida annotazione. Ho detto che il "localismo” del parlamentare lo rende permeabile al “clientelismo” ed al "voto di scambio”. E non solo. Vi è però un altro aspetto che non avevo considerato. Sto pensando ad un libro di grande successo che non voglio citare. Si descriveva l'azione delle Lobby, dove era presente una Lobby che offriva grandi e corposi vantaggi al parlamentare, roba da diritto penale ma in quel sistema spesso lodato priva di rischi. La domanda era: ma non pensa ai controinteressati? Se fa un favore agli uni e si inimica gli altri e quindi i conti elettorali non tornano. Quale la risposta? Questa: dall'altra parte i contro-interessati non fanno opposizione, non hanno forza, in pratica non esistono, non incidono. E quindi a me conviene accettare i vantaggi che non mi comportano rischi. Quale fossero le prestazione da rendere in cambio del finanziamento della campagna elettorale qui non dico. Conclusione, ai nostri fini. Se da una parte il parlamentare "localistico” può essere troppo e ingiustamente prono agli interessi locali da cui dipende la sua elezione o rielezione o altro, per altro aspetto non ha nessuna moralità sugli interessi generali o nel rispetto dei lecitamente e giustamente deboli contro-interessati, deboli rispetto alle Potenti Lobby che possono permettersi di trattare un deputato come un loro cameriere. AVANZO QUESTA IDEA: Insieme con la legge elettorale dovrebbe essere disciplinata la normativa per il RECALL. Non so se per introdurla occorra una legge costituzionale, ma se così fosse sarebbe subito da proporla a Renzi. Ancora: per una delle Camere sistema circoscrizionale ristretto, per l'altra collegio unico nazionale. Ancora: divieto di campagna elettorale che non disponga per tutti degli stessi mezzi materiali, al fine di evitare il finanziamento da parte delle Lobbies. È pero difficile qui essere precisi, ma il concetto è che la cosa non è indifferente...
  • Giulio B. Utente certificato 3 anni fa
    Una cosa pero' non la capisco. Il 18 aprile 1993 gli Italiani votarono per avere o meno un sistema maggioritario, 35 milioni di Italiani. 28 Milioni vollero il sistema maggioritario. Solo due giorni fa nel M5S si vuole tornare al proporzionale. Per una volta che c'e' stata la democrazia diretta si torna indietro?
    • Fabio D'ALTORIO 3 anni fa
      Ok, hai ragione. Ma dal 93 abbiamo capito che forse il sistema non ha funzionato, almeno per l'Italia. All'epoca non c'era internet dal quale puoi informarti e capire cosa è giusto. Quindi dopo vent'anni forse dobbiamo accettare che bisogna cambiare. E questa volta decideranno i cittadini senza dover chiedere alcun referendum a cosa fatta.
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      Scusa, forse che gli italiani non votarono in modo quasi plebiscitario per l'abolizione del finanziamento pubblico della politica? E cosa è subito successo in modo plateale fino ai nostri giorni? In effetti, però, una democrazia è pienamente legittimata a ripensamenti. Salto la difficile questione di come si può conoscere la volontà del popolo, di come essa si esprima, di come la si possa interrogare e adire... Diciamo che il sistema elettorale, ogni sistema elettorale, è in sè una truffa e che la "scienza politica” del parlamentare tipico consiste nel modo in cui si può abbindolare e carpire il consenso della cosiddetta opinione "pubblica”, in effetti solo "pubblicata” e appannaggio di giornali e giornalisti di regime. Ti sei mai chiesto l'enorme, spropositato potere di tanti scribacchini e mezzo busto che prenderemmo a calci nel sedere, quando sentiamo come narrano i fatti e riportano le notizie? La risposta alla tua domanda è un’altra domanda che faccio io a te: Quale bilancio credi si possa trarre dal sistema maggioritario all'italiana quale abbiamo fino ad oggi visto? Direi fallimentare. Ciò non toglie che possa esservi un diverso maggioritario. Ad esempio: accettando lo sbarramento alto dell'8 per cento (voluto da Renzi), ma senza premio di maggioranza e senza ballottaggio, non si arriva di fatto a un maggioritario proporzionale? Anziché abbassare il quorum di sbarramento, lo si può alzare. Perchè si deve accettare il quorum per il referendum abrogativo e non lo si deve invece accettare per la consultazione elettorale generale? Un problema di costi? Il papa ha appena detto: “internet, un dono di dio". E dunque come elettori, in una stessa giornata, a costo zero o quasi, potremmo fare ripetute elezioni fino ad avere una sistema maggioritario e proporzionale al tempo stesso.
    • Annamaria De Bellis 3 anni fa
      Sarà che le persone sono deluse da questo sistema. È vero non c'è un sistema perfetto, ma questa volta vogliamo provare noi a dire la nostra ridiscutendo tutto daccapo?
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      vent'anni fa io non ho potuto votare per ragioni anagrafiche, il tema della legge elettorale è tornato oggi ad essere pressante e forse di tanto in tanto la "volontà popolare" di due decenni passati potrebbe essere ignorata, lì si apriva un ciclio nuovo, oggi lo stesso stiamo assistendo alla decadenza della seconda Repubblica basata proprio sulla logica maggioritaria
  • ChiaraLuce C. Utente certificato 3 anni fa
    Napolitano e Grasso ricominciano a parlà di indulto. Lo fanno per motivi umanitari, dicono. E allora mi chiedo se Berlusconi pò esse considerato un motivo umanitario...
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    Buongiorno blog e caffè a 5 stelle qui!!! io sono intransigente!!! e franceschini dice no alle preferenze..questo è il pd!!
    • ema dell (ema dell) Utente certificato 3 anni fa
      ciao Chiara!!! secondo me ormai hanno aperto la strada e li vedremo tutti in tv, il ferro va battuto intanto che e' caldo!! :))
    • ChiaraLuce C. Utente certificato 3 anni fa
      Ema, troppo bello veramente! Ed ora mi aspetto di vedere in Tivù la Taverna e Laura Castelli...
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      ciao ema!!!!!!!!!ok chiara :))))
    • ChiaraLuce C. Utente certificato 3 anni fa
      Cappuccino subito!Caro Luca, conosci qualcuno che potrebbe sprecare una 'preferenza' per Franceschini?
    • ema dell (ema dell) Utente certificato 3 anni fa
      ciao Luca!!!!!! :)) Oggi camminiamo ad un metro da terra, troppo bello quello che abbiamo sentito e visto ieri, non ci sono paragoni!!!! Vinciamo noi
  • Alberto Frr 3 anni fa
    Di Battista for president!!! Un grazie anche a tutti gli altri che nell'ombra stanno facendo un lavoro meraviglioso!!!
  • Leopoldo Leopo Utente certificato 3 anni fa
    Per chi ha sentito parlare di Anatocismo Bancario, Usura, Interessi Ultralegali e Debitori, è molto utile questo post! http://www.umarcocali.com/2014/01/usura-anatocismo-interessi-ultralegali.html
  • psichiatria. 1 3 anni fa
    avevo poche idee in merito e adesso sono anche ben confuse :)
  • Manuela G. Utente certificato 3 anni fa
    è una grande cosa spiegare i sistemi elettorali e poi metterli al voto. L'unica cosa su cui avrei da ridire è che la spiegazione potrebbe essere più chiara, facendo esempi concreti sulla distribuzioni dei seggi, schemi, ecc. A presto
  • armando calabro Utente certificato 3 anni fa
    Il voto deve essere espresso per candidati di cui si conosce valore e spessore morale, non per "sentito dire". Il candidato "rappresenta" in Parlamento chi lo ha eletto e ad essi risponderà del suo operato, tenendo ben presente il dovere di privilegiare il prioritario interesse della Nazione rispetto a quello "collegiale". Collegi coincidenti con le Regioni, liste aperte, proporzionale puro e premio di maggioranza per la formazione che ha avuto il maggior numero di preferenze in ambito nazionale.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      tutto giusto tranne il premio di maggioranza: distorce la rappresentanza
  • M L Utente certificato 3 anni fa
    IO PREFERISCO IL COLLEGIO UNINOMINALE, SENZA IL RECUPERO DEI RESTI DAL COLLEGIO NAZIONALE. E' L'UNICO MODO PER RISOLVERE IL PROBLEMA DELLE PREFERENZE O DELLE LISTE BLOCCATE. INOLTRE SI VERREBBE A CREARE UNA SOGLIA SI SBARRAMENTO ALTA ED IMPLICITA CHE FAREBBE FUORI DAL PARLAMENTO TUTTI I PARTITINI MINORI COME SEL, UDC, SC, LEGA, NCD, FDI, ECC.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      innanzitutto prima di dire "non hai capito nulla" io starei molto attento visto che parli con una persona che può vantare un 30 e lode in Diritto Costituzionale, voti alti nelle materie che si occupano di sistemi elettorali e che ha discusso una tesi proprio sulla forma di governo e sistema elettorale. Con l'uninomale tu distorci l'obiettivo della proporzionale e premi semplicemente le forze concetrate e non diffuse, simile a quello spagnolo che infatti è criticatissimo dagli spagnoli stessi e relega il terzo partito nazionale, Izquierda Unida, a opposizione perenne. Nazionale o intermedio è da intendersi con l'inserimento delle preferenze e la possibilità a ciascuno di potere scegliere il proprio candidato. Il problema dei partitini/liste civetta si ha con la presenza delle coalizioni, che dovrebbero essere abolite, ma non capisco per quale motivo e che ragionamento faccia chi parla di "democrazia diretta" e poi si unisce al sistema per punire le minoranze politiche. Da quello che scrivi e come lo scrivi sembra che tu non ragioni in maniera diversa dal piddino: "Siccome il mio partito di riferimento non ha problemi di sbarramento, togliamoci i sassolini e prendiamoci i loro seggi". Chi propone la democrazia diretta deve coerentemente proporre un sistema più rappresentativo possibile. Tutte le alchimie per distorcere la rappresentanza sono antidemocratiche e non in linea con lo spirito del m5s.
    • M L Utente certificato 3 anni fa
      NON HAI CAPITO NULLA ALLORA (A PARTE CHE IL M5S E' IL PRIMO PARTITO IN ITALIA, NON UN PARTITINO): CON L'UNINOMINALE PROPORZIONALE VIENE RISOLTO IL PROBLEMA DELLE PREFERENZE E DELLE LISTE BLOCCATE E VIENE MANTENUTA LA PROPORZIONALITà FRA SEGGI E VOTI REALI DELL'ELETTORATO, MA AL TEMPO STESSO SI ELIMINA LA FRAMMENTAZIONE POLITICA ELIMINANDO LE PICCOLE FORZE IL CUI RUOLO NELLA SECONDA REPUBBLICA E' STATO SOLO QUELLO DI RICATTARE I PARTITI PIù GRANDI CON CUI SI COALIZZAVANO PRIMA DELLE ELEZIONI, PER POI USCIRE DALLA MAGGIORANZA E CREARE INGOVERNABILITà O INCIUCI VARI FRA PD-PDL. CON L'UNINOMINALE APPLICATO AL PROPORZIONALE INOLTRE SI RENDONO SUPERFLUE SOGLIE DI SBARRAMENTO E ALTI PREMI DI MAGGIORANZA INCOSTITUZIONALI.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      da chi sostiene il m5s fa sorridere questo atteggiamento simile ai piddini contro i partitini! Proporzionale puro e basta, ognuno deve avere rappresentanza, il problema sono i due maggiori partiti e, semmai, la presenza delle coalizioni; ma non i partitini che molto vigliaccamente una visione distorta della storia recente gli attribuisce tutte le responsabilità
  • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
    qualcuno mi aiuta a capire meglio? LA PREFERENZA si può dare solo con il collegio uninominale o anche con gli altri due sistemi (nazionale ed intermedio) ?
    • Luigi Mancuso 3 anni fa
      Io penso che nel collegio uninominale non ci siano preferenze,, lo dice la stessa parola, abbinato al simbolo c'è un solo nome, quindi non c'è scelta da fare nell'ambito della stesso partito. Se non ti va bene voti un altro simbolo, niente di più.
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      in tutti
  • t.o. 3 anni fa
    o.t. Tv: non ci andate. Anche se ora vi sentite protetti dalle speranze della gente, saranno pochi che condivideranno con voi le sofferenze dello scherno che probabilmente vi verrà restituito. Sono tappeti d'oro che portano a molteplici trappole, precipizi...o intolleranza da reazione: tutte buone ragioni per tradire i propri buoni propositi. Il prezzo della popolarità è quasi imprevedibile.
  • Tommaso B. Utente certificato 3 anni fa
    Credo che, una volta deciso il cammino proprozionale, qualsiasi scelta abbia i suoi pregi e i suoi difetti come ci erudisce Giannuli. La maggior parte di noi, dopo la spiegazione, opta per l'intermediario. Io, invece, lo scarterei, non sono favorevole a mezze soluzioni. Scegliamo tra uninominale e unico nazionale, l'importante è che la maggioranza voti per il Movimento.
    • Luigi Mancuso 3 anni fa
      Io penso che bisogna scegliere un sistema che non favorisca nè noi, nè gli altri. Per me deve essere garantita la rappresentanza di tutte le posizioni (ovviamente non quelle di gruppuscoli o singoli). L'ideale sarebbe avere un governo stabile, nel senso che può cadere solo a particolari condizioni, e che ci sia un Parlamento proporzionale che possa controllarlo e bloccare eventuali singoli provvedimenti ritenuti non oppurtuni dalla maggioranza.
  • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
    Scelto il proporzionale scarterei l'uninominale per un po' di coerenza della legge che dovrete scegliere! Personalmente supportando il proporzionale puro non posso che spingere per gli altri due! Rispetto al primo quesito non spingo per uno particolare; anzi capirei benissimo in Italia di un collegio intermedio dove premiare anche le formazioni concentrate su livello interregionali; non pensate a quello che conviene a voi o altri, ad esempio la Lega preferirebbe intermedio, i centristi raccoglierebbero a Sud, voi nelle regioni adriatiche e un paio di boom, Il Pd la "zona rossa", ma tutto è relativo, forse le liste localiste -sarde, trentine, valdostane- preferirebbero l'uninominale PS: Suggerisco intermedio se poi nel concreto del territorio s'intende da una dimensione minima interprovinciale fino a interregionale! Perchè tra uninominale e nazionale, l'intermedio può prendere tante pieghe, quello "spagnolo" è molto più vicino all'uninominale, criticatissimo dagli spagnoli che stabilisce un bipolarismo che non esiste nemmeno da loro in realtà http://www.lavoce.info/come-funziona-il-sistema-elettorale-spagnolo/
  • ChiaraLuce C. Utente certificato 3 anni fa
    Io vorrei mandare al Governo molti frequentatori di questo Blog, ma la cosa sarebbe'irrituale'... E allora,cercherò di accontentarmi del male minore, cioè il sistema uninominale proporzionale.
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      sei mitica chiara!!!!
  • bruno larosa Utente certificato 3 anni fa
    la spiegazione poteva essere più chiara. Soprattutto nella parte di gestione dei "Resti" che poi possono fare una enorme differenza. Serve una schematizzazione più razionale dei diversi sistemi elettorali. p.s.: Grande Di Battista!
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    "renziano lo dice a sua sorella"
  • Ale 69 Utente certificato 3 anni fa
    Adesso vorrei sentire tutto quelli che mi hanno continuamente attaccato e criticato quando dicevo (e continuerò a dire) che bisogna andare in TV e nei Talk. Grazie Di Battista, grazie, ai risposto tu a quegli stronzi per me! FINALMENTE! Spero sia solo l'inizio. Se uno avesse dignità, un minimo di dignità, beh Fasssina ieri sera avrebbe dovuto solamente lasciare lo studio, senza parlare o replicare! GRAZIE ancora! questa è la miglior risposta a chi continuamente mi ha rotto i coglioni
    • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
      Tu bisogna che leggi meglio quello che ti si scrive. Ti faccio notare che comunque scrivendo hai sempre uno strascico negativo. Bisogna che ti decidi. Una buna giornata.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      Mi sembri troppo assolutista. Tu hai ragione e ora tutti devono riverirti, o che? I nostri non sono entrati in un talk. Hanno fatto un testa a testa. Tra l'altro Di Maio con una sprovveduta. Il giorno che dovessero andare in un talk e ritrovarsi Gasparri, Adinolfi, Santanchè o roba del genere con altri 5 o 6 ospiti non potrebbero spiaccicare parola. Si deve progredire con calma e valutare il tipo di trasmissione.
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      Ale, hai ragione ma le nostre parole pulite di oggi, supportate dall'esempio e dai fatti concreti, se fossero state pronunciate ieri, si sarebbero disperse nell'immondo vento di menzogne che fuoriescono dallo schermo televisivo e che invade il distratto cittadino italiano, mescolandosi con le false verità e lasciandoci apparire come loro. Oggi noi abbiamo parole pulite e fatti da mostrare, loro invece, pur avendo parole pulite, i fatti, quelli che sono di pubblico dominio anche grazie al MoVimento, sono pietre, pietre che li manda a fondo facendo apparire chiara la differenza tra chi è davvero rappresentante dei cittadini e chi invece è servo della propria poltrona. In alto i cuori.
  • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
    A volte ritornano! possiamo ben dire che anche noi abbiamo il nostro ALESSANDRO MAGNO! Ieri oltre che sublime è stato struggente quando ha detto che per il suo paese morirebbe! Che bello che bello che bello!!!!!!!!!!!
    • ema dell (ema dell) Utente certificato 3 anni fa
      buongiorno a tutti!!! Nike ti ho visto sotto al mio, buongiorno anche a te!!! Oggi siamo OLTRE....pero' non facciamoci prendere troppo dall'entusiasmo e rimbocchiamoci nuovamente le maniche, al lavoro!!!!
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      Mi ha commosso, come anche Di Maio
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      oggi cammino sulle nuvole! ciao antonella!
    • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
      Tanti,a loro insaputa,muoiono pe' corpa del loro paese...l'Italia...Certo,ho capito,lui dice 'n caso patriottico...
  • luigi di pietro Utente certificato 3 anni fa
    Questa constituzione l'abbiamo ricevuta in prestito dal sangue di oltre centomila partigiani. Redata da uomini e donne con le Palle quadrate , che conoscevano benissimo il morbo Italico, ed ora una massi di incompetenti, pasticcioni,e furfanti che non sono capaci nemmeno di evitare che i pregiudicati e condannati entrino nel l'oro partito anzi ne sono i capi vogliono modificare la costituzione . Vi sentite bene?
    • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
      Sei Ot p'er regolamento der blogghe...a Costituzzione,dimo va...
  • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
    Buongiorno!! Sole e temperature primaverili...scherzo... http://youtu.be/2wvW0v9iIuo
    • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
      Pacifico,tra i Nipponichi,faresti 'na stragge...de cuori eh... http://youtu.be/bCpfARJePmg
    • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
      Lui' sei calvo??
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      non ho capito io luis. che vorrai dire mai? comunque sono ai piani alti, il tevere non mi tange. oggi è una bella giornata, non potrai rovinarmela, no no no, dopo morra, di maio e di battista potrei fare anche cose impensabili. guarda: abbassa la testa, smack, un bacio sulla pelata!
    • luis p. Utente certificato 3 anni fa
      e dopo avè ascortato franca raimondi me capisci de che parlo Fruttarò!!
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      :) ogni tanto disintoassicarsi fa bene!
    • luis p. Utente certificato 3 anni fa
      bongiorno signoride ostesse.... Fruttarò qui gnente de tutto quello che ai detto...unica nota de positivo er tevere gonfio...me dispiace pà Samotracica e pe le scarpe de Nando...per resto...monte citorio sta basso e pò esse che...
    • er fruttarolo Utente certificato 3 anni fa
      Okkei...nun sortanto la apro...me ce butto de sotto...
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      'giorno fru! scusa ieri non ti ho salutato in cantina, non ti avevo visto nè sentito (per fortuna...) http://www.youtube.com/watch?v=HwFVlaf_9rU
  • epe pepe 3 anni fa
    CAPORETTO 2008+6 Tramonti a Nordest @ FRANCESCO GIGANTI @ CORRIERE.IT http://www.corriere.it/politica/14_gennaio_23/attivista-5-stelle-la-democrazia-web-truffa-ho-votato-piu-volte-diversi-profili-8df59674-846c-11e3-a32e-831830ba1aa5.shtml ... E’ una truffa. Poi però ci tiene a specificare: Non l’ho fatto volutamente. Ho creato i due profili per sbaglio e poi mi sono reso conto che nessuno mi aveva bloccato. ------------------------ Tu fai due profili e la truffa e del M5S ? Scommetto che sei anche l'autore dell'articolo... La puzza marcia della malafede si sente fin quassù. .
  • Enio N. Utente certificato 3 anni fa
    però c'è un fatto non trascurabile. Con l' ITALICUM il M5S potrebbe vincere le elezioni al ballottaggio. Una occasione così non capiterà più. E' bene riflettere!!!!
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      non la fanno passare e noi non dobbiamo appoggiarla. Calcoli del genere, apparentemente giusti, poi si rivelano sbagliati. Comunque è vero, apparentemente è così. Una cosa è certa, se passa perde Renzi. O vince Berlu o noi.
  • ema dell (ema dell) Utente certificato 3 anni fa
    BUONGIORNO BLOG!!! Nuovamente complimenti per Alessandro Di Battista, un grande!! Sempre piu' orgogliosa di lui e di tutti i nostri deputati. In tv state facendo un'ottima figura, gli altri urlano e basta voi con educazione sbattete in faccia la realta' delle cose. Credo sia davvero la strada giusta. Un paio di interventi cosi in prima serata e non a tarda sera e abbiamo vinto. Siamo alla prtita finale! Ci credo.
    • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Nike!
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      'giorno signore!
    • ema dell (ema dell) Utente certificato 3 anni fa
      ciao Antonella!! si che ce l'ho presente, un sogno che spero si realizzi presto!! ieri e' stato davvero meraviglioso, sembra arrivi da un altro pianeta, gli altri in studio mi hanno fatto venire l'orticaria anche se tenevano la bocca chiusa! Un orgoglio davvero!!
    • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Manu! hai visto che meraviglia! penso che una cosa simile non si sia mai vista! Hai presente una tv 5 stelle?
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Santoro, hai avuto bisogno di Di Battista per risollevare le sorti della trasmissione Siete morti
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      Io non sono così duro con Santoro. E'uno schierato apertamente e perciò so con chi ho a che fare ed è stato maltrattato dal potere. Per chi è stato maltrattato dai potenti riservo un angolo di simpatia. Perfino per Luttazzi che non sopporto e per Biagi che non mi piaceva.
    • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Mariù! come hai ragione!
  • pier p. Utente certificato 3 anni fa
    Vorrei conoscere l'audience di servizio pubblico di ieri, con de battista. Ha avuto applausi interminabili. Purtroppo (come al solito) l'hanno fatto intervenire poco...comunque... Mentre hanno improntato tutto su fassina (che ha preso sberleffi) a non finire. Dobbiamp pretendere di andare di più in tv. ,anche nei talk, e "assalirli" sistematicamente sulle loro inettitudini predatorie in tutto il paese. Ieri dalla Gruber, letta ha detto due volte che ha eliminato il finanziamento ai partiti...che faccia tosta !!!!!
  • francesco genovese Utente certificato 3 anni fa
    visto che non esiste un metodo perfetto, non sarebbe possibile un sistema misto con circoscrizioni sia piccole che medie e grandi?? mi pare che in spagna funzioni così. p.s. in tv sì ma non troppo.
    • Viviana Vi Utente certificato 3 anni fa
      Il territorio spagnolo è suddiviso in un elevato numero di circoscrizioni, tante quante sono le province: entro ciascuna di esse si applica la proporzionale (non si mettono in comune i resti). Le liste di candidati sono bloccate ma molto corte. «È un sistema che sembra proporzionale, ma siccome spacchetta il territorio in circoscrizioni indipendenti tra loro, ha una soglia implicita molto elevata», spiega il costituzionalista Stefano Ceccanti «In Spagna questo sistema venne scelto per indebolire i medi e piccoli partiti nazionali, portando sostanzialmente al bipartitismo, senza però penalizzare le formazioni regionali».
  • Anna Fideli Utente certificato 3 anni fa
    o.t. Ricetta per minestrone tradizionale Italicum. Tagliate a dadini un nano di terracotta e fatelo soffriggere con un filo di alfano in una padella non troppo alta. Versate un bicchiere di fassina, e quando questo sarà evaporato, allungate con un litro di renzi. Aggiungete una cancellieri precedentemente sbucciata e affettata, qualche lacrima di girolamo, e bonino, letta, lupi e altre droghe a piacere, in parti uguali. Cucinate a fuoco lento, ma attenzione a non far restringere troppo il brodo, altrimenti si sfaldano tutti gli ingredienti. Servite ben caldo, con una spolverata di Napolitano stagionato. Chi vorrà mangiare questo minestrone classico italiano, avrà almeno altri 20 anni di mal di pancia assicurati. Occhi aperti, gente, alla trattoria 5 stelle, si mangia sano e si spende poco. ;)))
  • aurelia l. Utente certificato 3 anni fa
    penso che il sistema intermedio ..... mettendo però le preferenze non sia male.
    • Anna Valente 3 anni fa
      Buongiorno.Potresti spiegarmi il collegio intermedio?io non l' ho capito.Grazie
  • cinzia biondi Utente certificato 3 anni fa
    scusate ragazzi, ma i voti che sono apparsi ad alcuni dei vostri commenti non sono quelli che io ho realmente espresso...non so cosA SIA ACCADUTO....SPERO CHE NE TERRANNO CONTO
  • antonio d. Utente certificato 3 anni fa
    Bisogna anche aggiungere che, per i partiti che compongono una coalizione di governo, non possano venire assegnate presidenze, anche se DOPO, passano all'opposizione.
  • Daniela M. Utente certificato 3 anni fa
    Riguardo alla legge elettorale, quello che vorrei ottenere è: che fosse data la possibilità ad ogni cittadino di eleggere il suo Portavoce preferito fra una lista di nomi, precedentemente selezionati tramite votazione, da tutta la comunità a cui il cittadino ha deciso di aderire. Così ad es. la comunità 5* dovrebbe mettere in lista un tot numero di persone che ritiene affidabili per il ruolo. Sarà poi deciso dal voto di tutti gli elettori Italiani, nel corso delle elezioni politiche nazionali, quali e quanti Portavoce di ogni comunità siederanno in Parlamento. In poche parole le elezioni politiche dovrebbero servire per scegliere dei Portavoce, non per scegliere dei partiti che decideranno "poi" chi dovrà sedere in Parlamento. Questa è la sostanza di quello che vorrei. Ora avrei bisogno che mi venisse chiarito come tradurre tecnicamente questa "sostanza" in "forma" di legge elettorale. Grazie ^__^ P.S. Un grazie di cuore ad Alessandro di Battista per il suo entusiasmante intervento a Servizio Pubblico!
    • Daniela M. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao carissima! Come va con la decisione sulla legge elettorale? Ti sei fatta un'idea? ^.^
    • Monica R. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Stella! Smack
  • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
    Povero Renzi (si fa per dire). Mettersi a fare accordi con l'uomo più potente d'Italia. Uno che non permette nemmeno ai figli si sostituirlo. Lui non vuole soci, vuole tutto. E' come fare un patto col diavolo. Si paga.
  • M L Utente certificato 3 anni fa
    COLLEGIO UNINOMINALE, SENZA IL RECUPERO DEI RESTI DAL COLLEGIO NAZIONALE. E' L'UNICO MODO PER RISOLVERE IL PROBLEMA DELLE PREFERENZE O DELLE LISTE BLOCCATE. INOLTRE SI VERREBBE A CREARE UNA SOGLIA SI SBARRAMENTO ALTA ED IMPLICITA CHE FAREBBE FUORI DAL PARLAMENTO TUTTI I PARTITINI MINORI COME SEL, UDC, SC, LEGA, NCD, FDI, ECC.
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
    Collegio nazionale tutta la vita, in Italia è la scelta più ragionevole. Quello che penso è che la differenza fondamentale che farà apprezzare questa legge elettorale a livello nazionale saranno le caratteristiche di innovazione che verranno introdotte, in particolar modo un metodo severo ed efficiente per strocare il voto di scambio con le preferenze, tipo il recall che è un deterrente ma ancora non sufficiente perché retroattivo, se si introducono le preferenze ci vuole un metodo che scoraggi lo schifo che avviene a livello regionale, specialmente al sud
  • rmmn senoner Utente certificato 3 anni fa
    salve io sono un grillino della prima ora (lo dicono tutti, pero io lo sono davvero ;)) evolevo scrivere alcune considerazioni sulla strategia attuale dell´m5s che secondo me non e´ottimale.. E´la mia opinione che i continui insulti di grillo fanno perdere voti, 100000 alla volta.. la popolazione non ne puo piu dei partiti ma anche dei suoi insulti.. I partiti stanno al 4% di consenso.. DICO 4%!! LA GENTE E´SVEGLIA ORAMAI E CERCA SOLUZIONI, E NOI SIAMO GLI UNICI CHE POSSONO OFFRIGLIELE. Gli insulti di grillo erano utili quando c´era da svegliare le anime e le menti. Ha fatto un lavoro immenso per il movimento. Adesso pero che sono svegli dobbiamo agire in maniera coerente e seria come i parlamentari gia fanno in modo esemplare. Quindi a mio modesto avviso, grillo sta IN QUESTO MOMENTO danneggiando il m5s.. E´giusta l´instansigenza, ma deve essere sull´ onesta del nostro operato e dei candidati.. i compratori (elettori) sceglieranno il nostro prodotto (m5s) in base alla qualita che riusciamo ad offrire, e qui non c'e´ paragone tra il m5s e gli altri partiti, il divario e´immenso. DOBBIAMO PERO FARE POLITICA ATTIVA, PERCHE SIAMO IL PRIMO PARTITO IN ITALIA!! E´UN ONERE/ONORE COME PRIMO PARTITO. L´intransigenza secondo la mia opinione deve essere SULL´ONESTA E INTERGITA´ DEL NOSTRO OPERATO E COMUNQUE SEMPRE RESTANDO NOI STESSI. Gli attacchi alla stampa sono serviti in passato per farci rispettare.. Ora grazie al cambio di strategia si e´intravisto un decisivo cambio di strategia nei confronti della stampa che ha portato i suoi frutti. Si puo restare se stessi e anche comunque criticandoli a viso aperto nelle trasmissioni quando serve. Le mie sono critiche costruttive e do´ un giudizio piu che positivo sull´ operato del m5s.. questo movimento e´e rimane l´unica speranza di onesta´ ed integrita´ in italia.. saluti
    • pier p. Utente certificato 3 anni fa
      Per intanto Grillo NON insulta "più" nessuno ! Cerca di non farsi sommergere da certi farabutti nuovi,ma della "vecchia" politica. Purtroppo, se vedi bene, i media continuano a danneggiarci, anche se "sembra" ci diano visibilità. (poca e con interruzioni continue). In alto i cuori.
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Anch'io Giorgio e credo molti altri. Tremavo. Mi ha commosso. Mai sentito in vita mia, e sono tutt'altro che giovane, dire qualcuno così convinto: Per i mie ideali morirei! No, caro non dire più così .! Ti vogliamo vivo vegeto e felice! Prima di tutto TU. Preziosissimo Uomo.
  • WMV5* 3 anni fa
    **************************************************** 23/1/2014 Beppe Grillo "Non sanno cosa sia il Fiscal compact" http://www.youtube.com/watch?v=ht6qauFcpH0 ****************************************************
  • MORETTI 3 anni fa
    Altro quesito:vogliamo ancora che L'Italia sia una repubblica parlamentare o presidenziale con elezione diretta del Presidente?
  • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
    Erano anni - ma forse non mi era mai successo - che non mi veniva un groppo in gola sentendo parlare un uomo politico. E' successo sia con Di Maio, sia con Di Battista. Con persone come queste (e chissà quanti ancora dei loro colleghi sono così) il futuro politico dell'Italia sarà decisamente migliore. Anche se non dovessero vincere.
    • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
      Hai proprio ragione Giorgio! anch'io per quanto mi sforzi non mi ricordo una forza politica simile sprigionarsi da un " onorevole"!
  • Italo Martegani Utente certificato 3 anni fa
    In Norvegia, vince una coalizione di partiti di destra, etichettati come “xenofobi” dai media norvegesi ed europei. Tuttavia, nei commenti della stampa italiana, prevale lo stupore. Domina la preoccupazione per il possibile ingresso nel governo del Partito del Progresso, che a suo tempo era votato da Anders Behring Breivik, lo stragista dell’isola di Utoya a soli due anni dall’attentato in cui tanti giovani laburisti furono assassinati dalla mano del giovane folle di estrema destra. C’è perplessità sul fatto che gli scampati alla strage si siano candidati nelle file dei Laburisti e siano stati quasi tutti (ben 16 su 20) bocciati dagli elettori. Tybring Gjedde in un passato recente, in parlamento, ha denunciato che in un quartiere di Oslo, particolarmente denso di immigrati islamici, le donne bionde devono tingersi i capelli di nero. Altrimenti vengono violentate. I bambini vengono minacciati di botte, se solo mangiano carne di maiale a scuola. Questi fatti non sono mai stati smentiti, ma il parlamentare del Partito del Progresso è stato accusato di “islamofobia” e anche querelato per istigazione all’odio razziale.
    • Beppe A. Utente certificato 3 anni fa
      cosi' sfatiamo anche un'altra leggenda che dice che tutti gli emigrati arrivano in italia..
    • Italo Martegani Utente certificato 3 anni fa
      Incredibile: la conduttrice Siv Kristin Sællmann bandita dalla conduzione del telegiornale per aver portato una collanina con la croce. “Offende l’Islam e non garantisce l’imparzialità della TV pubblica”. “Porti una catenina con la croce? Non puoi più condurre il telegiornale, offendi l’Islam”. Sembra incredibile ma è proprio quello che è successo a Siv Kristin Sællmann, uno dei mezzobusti più famosi della televisione pubblica norvegese. Alla conduttrice norvegese è stato infatti proibito di condurre il telegiornale della NRK se avesse continuato a portare la sua collanina con un pendente a forma di croce. Questo a seguito delle proteste della comunità islamica locale, che ha ricordato come i dipendenti della televisione pubblica debbano garantire la loro neutralità. Evidentemente anche per quanto riguarda indossare simboli religiosi… Una richiesta che, clamorosamente, è stata accolta dalle alte sfere della NRK. Chissà adesso quando gli islamici chiederanno al governo norvegese di togliere la croce raffigurata sulla bandiera nazionale…
    • Italo Martegani Utente certificato 3 anni fa
      I norvegesi del Paese reale non sempre capiscono il linguaggio politicamente corretto dei loro intellettuali. Sanno in che Paese vivono. Intuiscono che un folle di estrema destra, come Breivik, è, fino a prova contraria, un caso unico e finora privo di epigoni. Mentre la possibilità che una ragazza venga violentata da immigrati di religione islamica, sta diventando una costante. André Oktay Dahl, deputato del Partito Conservatore, nel mese di gennaio aveva definito la situazione “critica”, constatando come vi fosse, ormai, una vera “epidemia” di stupri. Ad Oslo il numero delle violenze sessuali è raddoppiato dal 2010 al 2013. Nel 65% dei casi, come rivela una statistica della polizia del 2011, sono commessi da cittadini stranieri, che costituiscono il 23% della popolazione cittadina. Nel 90% dei casi, gli stupri sono commessi da “non occidentali” (con o senza la cittadinanza norvegese), cioè da persone di origine mediorientale e africana e quasi sempre di religione musulmana. Per i difensori del multiculturalismo queste statistiche sono state distorte e interpretate ad arte dagli “islamofobi”. Essi affermano che una “jihad dello stupro” ( non esista, perché non si può attribuire all’atto di violenza carnale una causa religiosa. Evidentemente, i norvegesi, prima di questo voto, hanno fatto pochi distinguo sulle cause della violenza sessuale. Ed hanno semplicemente fatto l’equazione più immigrati musulmani = più stupri. Inoltre, a maggio, hanno visto nella vicina Svezia i danni provocati da una settimana di guerriglia metropolitana, nei sobborghi di Stoccolma e in altre città. Pure in quel caso i vandalismi sono stati commessi da musulmani, che lanciavano molotov contro i poliziotti e bruciavano auto al grido di “Allah è grande!” (come provano i loro stessi video). Quindi, i norvegesi hanno votato di conseguenza.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      pensa a Bossi, il duro e puro (puro lui come l'altri de Roma, a magnà)
  • Giacomo Piromalli Utente certificato 3 anni fa
    Il collegio nazionale può essere una scelta vincente per M5S secondo me e vado a spiegare i perchè. Il suo pregio è quello di garantire una classe politica di più alto livello; e questa cosa certo non nuoce. Il suo difetto è quello di allontanare gli eletti dagli elettori rendendoli più indipendenti. Ma questo se si continua a migliorare ed usare lo strumento delle consultazioni on-line è un problema inesistente per il M5S. Avere al contrario, specie in questa fase, degli eletti che per vicinanza all'elettorato locale devono poi difendere gli interessi di un certo territorio lo trovo controproducente e inconciliabile con le consultazioni che sono a livello nazionale.
  • Lady Dodi 3 anni fa
    No ALFONSO BARONI, non è più possibile. E' un mondo che si sta frantumando. Ha presente l'Impero Romano al suo culmine? Al parossismo della cosiddettà civiltà? Qualcuno l'ha definito in due parole: orge e aborti. Ma all'improvviso arrivano quattro sgarrupati Cristiani, e non solo loro per la verità. Anche altri culti, similari, e di colpo tutto cambia: diventa di moda assoluta, una cosa assurda: l'Onestà.
    • alfonso baroni (rrrbr) Utente certificato 3 anni fa
      Non ho compreso bene il tuo commento! Tuttavia l'onestà non la considero un valore fondamentale, credo che chiunque abbia i suoi scheletri. L'utopia è nel cercare di far crescere nelle coscienze la consapevolezza di essere parte di una collettività, dove le scelte sono fatte in base al principio del "bene comune"! Poi cos'è il "bene comune" è tutto da discutere.
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 3 anni fa
    Le banche in Italia per legge sono controllate in massima parte dalle fondazioni bancarie di matrice squisitamente politica gestite dai politici e per una minor parte dalle multinazionali e dai gruppi finanziari che finanziano i partiti. Questi soci nominano gli amministratori che pagano lautamente per fare i loro interessi e stare zitti assumendosi le responsabilità. Ora quando le banche hanno fottuto gli italiani e gli enti pubblici e quelli territoriali, nonché gli enti previdenziali, gli ordini professionali ecc. con titoli spazzatura e derivati inciuciando anche con i rappresentanti dei suddetti enti chi materialmente era il mandante ? Quando hanno pilotato i vostri risparmi verso le azioni, allepoca del boom di borsa poi sgonfiato a danno dei risparmiatori con guadagni da parte di chi ha manovrato il tutto ( indovinate chi ? sempre i soliti gruppi ); quando vi hanno condotto ad investire nel mattone dopo i crolli della borsa con mutui bassi e facili e prezzi in lievitazione con grandi affari per le grandi imprese di costruzione per poi sgonfiare la bolla con tasse sugli immobili e chiusura dei mutui per poter ripartire con altre bolle speculative aspettando il ribasso del mattone ai minimi storici, chi vi ha fottuto ? Chi di volta in volta vi fa investire in una direzionae per fare affari e lasciarvi col cetriolo in mano bastonandovi anche con le tasse ? Chi è l'architetto delle vostre disgrazie e dei propri grandi affari ? Sempre loro: i politici che contano ed i grandi gruppi che fanno della vostra miseria dovuta alle loro truffe la loro ricchezza. SVEGLIATEVI E CI UCCIDERANNO TUTTI!!!
  • alfonso baroni (rrrbr) Utente certificato 3 anni fa
    X BEPPE! Vedo dai commenti che la "Performance" di DI Battista e Di Maio sono state gradite. Io non sono così entusiasta; c'è il rischio che il "ventre molle" del sistema ti digerisca. Spero che i Cittadini abbiano la consapevolezza che non è con un bel discorso in televisione che si cambia la mentalità italica. Qui non si è ancora intuito che stanno trascinando il M5S nei "Salotti Televisivi" per tendere una trappola mortale, prima ti fanno credere che puoi esaltare la "folla", applausi ammiccamenti leccate sul c...o dai Santoro, Vespa, Floris e lacchè di turno. Poi quando sbagli, e SICURAMENTE i Cittadini del M5S sbaglieranno e di brutto, i media come AVVOLTOI diranno "avete visto i vostri cittadini rappresentanti sono uguali agli altri!". Quindi non gioite per le performance di Di Battista da Santoro o Di Maio da Vespa. Qui siamo a un bivio il M5S DEVE, e lo sta già facendo, dimostrare con i fatti di realizzare "l'utopia nel quotidiano" e NON NEI TALK SHOW del C@220! Odio il mezzo televisivo come strumento per far politica e generare consenso. Ricordate che i 9 milioni di voti presi dal M5S sono stati guadagnati sul "campo" e NON in Televisione, non mi interessa ottenere voti da persone che si "formano" le opinioni mediante la TV, poichè è la forma mentale quello che conta ossia il ragionare con il proprio cervello e non con quello di Santoro, Vespa, Di Maio, Di Matteo... Alla via così aye aye mon capitain PS Con questo sostengo fortemente che i nostri "Rappresentanti Cittadini" NON VADANO più in televisione ai TALK SHOW del C@220! Poi fate quello che volete ma verrà il giorno in cui dovro' scrivere AMARAMENTE "IO VE L'HO AVEVO DETTO" e ne sarete INFASTIDITI!
    • nessun copy 3 anni fa
      se si fosse tutti i giorni in tv come Renzi o altri ti posso dare ragione ma ogni tanto una difesa dell'operato del M***** ci sta se no la verità la stragrande maggioranza degli italiani non sapranno mai nulla Io stesso se non fosse stato x i miei figli non avrei internet e nemmeno il computer. Ho cominciato a conoscere il M***** a febbraio 2013 se aspettavo la tv avrei conosciuto ora x esempio di Battista. Quindi niente trasmissioni pollaio ma apparizioni x far capire al cittadino cos'è il M***** quello credo sia indispensabile Un saluto da nessun copy prossimo elettore
    • cinzia biondi Utente certificato 3 anni fa
      non è il discorso ben impartito, è arrivare alle persone, al cuore ed alle menti di TUTTI e non solo di quelli che stanno tutto il giorno su internet...e se non te ne fossi accorto sono tanti!!!! si chiama coraggio dellle proprie idee
    • Marcello M. Utente certificato 3 anni fa
      La televisione ha dato visibilità al 5S solo per non sentirsi dire che non gli è stato dato. Seda una parte abbiamo avuto il piacere di sentire il "canto libero" di Di Battista, dall'altra resta la consapevolezza di avere un mezzo di regime che ci sta studiando per colpire meglio.
    • Monica R. Utente certificato 3 anni fa
      Scusa, devo scrivere un'altra volta che sono d'accordo con te, Alfonso. La gente deve essere disintossicata dalla televisione e imparare a riaccendere il cervello. Informarsi e dare sfogo al nostro senso critico è l'unica nostra difesa contro il grande fratello (...) Ciao
    • alfonso baroni (rrrbr) Utente certificato 3 anni fa
      Speravo di non essere solo e ringrazio dei commenti. Voglio pero' sottolineare un punto: Il consenso creato dal mezzo televisivo è basato sull'empatia telespettatore-oratore, questa empatia è di brevissima durata e volatile e non aiuta a far crescere la consapevolezza politica civile del telespettatore, ossia non genera quell'indispensabile senso critico e analitico, sui temi trattati, necessario alla formazione di una mentalità che abbia come valore principale il bene di una comunità! Sta qui la mia forte contrarietà al mezzo televisivo.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      Con prudenza si può fare.
    • Monica R. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Alfonso, sono d'accordo con te. Ho espresso anch'io i miei complimenti per un di Battista eccezionale, ma prudenza assoluta verso le "vecchie volpi" della televisione, che, non dimentichiamocelo, sono al soldo dei partiti. Almeno per ora è così...
    • io sapientino Utente certificato 3 anni fa
      Come in tutte le cose, ritengo che sia la misura la soluzione! Pochi interventi blitz mi sembrano essere una tattica vincente. Apparire, dire, e poi sparire! Si a me piace! Ciaoooo :-)
  • luciano c. Utente certificato 3 anni fa
    Sistema intermedio con preferenze e VOTO ELETTRONICO per evitare il voto di scambio.
  • gerardo g. Utente certificato 3 anni fa
    GRANDISSIMO DI BATTISTA, non esistono definizioni adeguate per come ti sei comportato e per cosa hai detto. Anche io concordo con l'andare in TV, in dosi giuste, ma andarci e, magari in orari giusti (ieri sera ti hanno fatto intervenire la 2^ volta alle 24.00, questo in modo che molti fossero andati a letto annoiati dai soliti fanfaroni. AVANTI TUTTA RAGAZZI
  • giuseppe sorce Utente certificato 3 anni fa
    cosi vogliono cambiare l'Italia! abbiamo dei giudici(comunisti?) che non hanno scorta e abbiamo prgiudicati che vanno in giro con macchine blu' ambulanza e un esercito di scorta:lItalia gira in un modo diverso dalle altre nazioni.
  • psichiatria. 1 3 anni fa
    .. Il collegio unico nazionale screma una classe politica di profilo più alto, ma nello stesso tempo più autonoma dall’elettorato, ... questa mi sembra la possibilità più in conflitto con lo spirito del M5S una classe politica di alto profilo, sono decenni che viene subita. la proposta 5S è di rimettere il cittadino. inoltre l'autonomia dall'elettorato è inconcepibile, quando invece l'impegno dei 5S è la partecipazione diretta. Buondi Blog
    • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
      il m5s non ha problemi di sorta, i portavoce il m5s li controlla, gli attivisti si consultano; anzi quello nazionale al m5s va benissimo
    • io sapientino Utente certificato 3 anni fa
      Soggettivamente: ritengo che alla parola Italia calzi perfettamente il proporzionale puro. Ci sono regioni che possono trovarsi un voto "corrotto"? E vabbuò, si aumenti il potere delle regioni ed ognuno avrà ciò che si merita! Penso infatt;i che da Vespa, l'aver attaccato il presidente dell'alto Adige per il fatto che riuscisse a garantire mille benefit ai suoi cittadini sia incredibile. Al posto di copiare si cerca sempre di distruggere le cose che funzionano.
    • Stefano P. Utente certificato 3 anni fa
      Concordo. Avere migliaia di candidati, inoltre, rende complicatissimo fare lo scrutinio, con ampia possibilità di errori in buona fede. Davvero, in parlamento con collegi troppo grandi ci finisce di tutto. Magari uno candida 2 o 3 grandi personalità, che prendono 100.000 voti ognuno e contribuiscono a portare con se' in parlamento degli ignoti lazzaroni. Solo collegi di modeste proporzioni consentono il controllo diretto degli elettori sui candidati, che è alla base delle democrazia.
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Sono ancora sotto shok. Ma una persona eccezionale e meravigliosa come il 5 Stelle di ieri sera a Servizio Pubblico, il fantastico Di Battista, dove l'avete trovato? AVETE GIA' VINTO! TUTTO! E non è solo opinione mia.
    • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
      Se ne devono ancora rendere conto...secondo me!
  • john f. Utente certificato 3 anni fa
    Come ho scritto in passato e come scrive qualche altro amico del Blog, bisognerebbere aggiungere alla legge elettorale una postilla, un comma o quant'altro, che impedisca ad eletti di un partito di fare il salto dello steccato ed aderire ad altri partiti durante la legislatura.O si rimane nello stesso partito o si va a casa.
    • emanuele romano 3 anni fa
      Io invece vorrei che scomparissero le coalizioni. Si presenta una forza: un partito, un movimento, un comitato, e voto quello e quello solo. Basta coalizioni che poi si modificano, si rincorrono... basta...
    • Stefano P. Utente certificato 3 anni fa
      Secondo me no. Se uno salta da un partito ad un altro, non fa niente di sbagliato. Chi ha sbagliato è l'elettore. Questa è un'altra questione importante: in democrazia il diritto di voto implica RESPONSABILITA'. Tutti si lamentano del pessimo governo. Ma intanto molti cittandini li hanno votati. E come si dice, errrare è umano, perseverare da vent'anni è diabolico. Davvero, se trovate un piddi+/-ellino che si lamenta, mandatelo a cagare nel modo più brutale possibile, e la democrazia in italia registrerà un piccolo progresso.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      il "non vincolo di mandato" è in costituzione.
  • Riccardo Del Furia (delfu74) Utente certificato 3 anni fa
    - uninominale - massimo 2 mandati - abolizione gruppo misto - sfiducia individuale da parte degli elettori Si potrebbe pensare a delle liste nazionali con voto di preferenza da cui recuperare i resti.
  • john f. Utente certificato 3 anni fa
    O.T. Grande Di Battista, dovrebbero essere tutti così, (a parte gli eletti 5Stelle). Questo sarebbe il vero miracolo, altro che sta classe politica che vede solo come meta il denaro ed il potere.
  • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
    vabbé Tigre o Panzern....ci siamo capiti
  • Italo Martegani Utente certificato 3 anni fa mostra
    Bruciò viva la fidanzatina: esce dal carcere. Per i giudici le sue condizioni di salute sono incompatibili con la detenzione.
    • Giuseppe V. Utente certificato 3 anni fa mostra
      Siamo in Italia!
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa mostra
      vedi, caro leghista (da un ex leghista) se aveste fatto delle leggi invece di rincorrere i capricci di Berlusconi, forse queste infamie non sarebbero permesse, ora. Ma avevate in testa i soldi. Solo i soldi. I soldi li avete avuti. Bravi. E chi se li è fatti è ancora con voi, ben saldo.
    • john f. Utente certificato 3 anni fa mostra
      Bruciate anche lui.
  • wiwa la parre 3 anni fa
    - iscritti al partito , identificabili , elenchi bloccati in uscita , chi si cancella non puo' iscriversi , in altro , per tot periodo o evento elett. -- lista proporzionale di partito con piu' ''vincitori''--(ad esempio il 5°eletto , nelle votazioni di partito , fara' parte della commissione (formata da tutti i 5° eletti,dei partiti ) che vigila sulle Regole condivise da Tutti i Partiti (Che Siamo Noi) . --------------si andrebbe,, anche a certificare il partito dei non votanti .che comunque richiede attenzione , dalle passate legislature aumenta corposamente , e chi di competenza fa' pollitica. rugurgitus: ? L'utilita' ? della raccolta firme (di candidato e/o lista ) effettuate sempre nell'imminenza dell'evento elettorale ; in modo collegiale e territoriale ma qnche quantitativo , ??? non sfasa i dati ???
  • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
    ma allora, se si vogliono giustamente fare le "Guerre Lampo" perché il tempo stringe, occorre puntare ai pozzi di petrolio per i rifornimenti dei Panzern, o no?
  • Procopio Bertolini (nuke' em all) Utente certificato 3 anni fa
    ...vengo qui ogni tanto ormai e scrivo pochissimo. E quel poco che cito è quasi sempre O.T. , ma secondo me non da sottovalutare...comunque ecco: http://www.repubblica.it/cronaca/2014/01/24/news/il_gran_menu_della_camorra_e_gli_occhi_chiusi_dello_stato-76786763/?ref=HREC1-1 E sempre secondo me Saviano è un grande. Buona giornata ( spero che Beppe legga ciò che ho linkato )
  • Italo Martegani Utente certificato 3 anni fa mostra
    Roma, scoppia un incendio nel residence per immigrati: un carbonizzato e tre feriti L'esplosione nella notta di una bombola di gas avrebbe causato l'incendio. Tra i feriti anche un poliziotto accorso per soccorrere gli stranieri scusate, ma come fa a scoppiare una bombola ? ad ogni cambio danno la guarnizione nuova, se esce del gas lo si sente al piano di sopra, mah!!! capito , capito : sono abituati al cuocere il bianco nel pentolone con la legna, e quindi non conoscono l'uso del gas. d'altronde anche questa tecnologia e' ricchezza!! ps: Residence occupato da stranieri? Ahhh, giusto, loro possono occupare quello che vogliono, qui è tutto loro.
  • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
    ora si va sul difficile.. Temo che il coll.uninominale secco comporti un altissimo rischio del cd. "voto di scambio"... quindi opterei per un intermedio, se non proprio coll. nazionale! ma come la mettiamo con le preferenze? Se vado a votare con il coll.nazionale o intermedio posso dare la preferenza ad uno specifico candidato o no?
  • mirco Tirocchi Utente certificato 3 anni fa
    Professore buongiorno, non sono mai stato uno studente modello e credo che come me ce ne siano tanti, però ho voglia di capire. Perchè esistono solo queste due / tre modalità, Perchè non inventarne una nuova. Stiamo rifacendo la legge elettorale facciamola secondo canoni nuovi con i mezzi nuovi o comunque facciamoci aiutare da essi. Sicuramente capisco che per ora sia necessaria una urna elettorale e un foglio di carta ma non capisco tutti questi termini collegi, seggi,resti, su lista. Se fosse possibile mi farebbero chiarezza degli schemi figurativi se qualcuno conosce un link o vuole indirizzarmi gli sarò grato infinitamente.
  • wiwa la parre 3 anni fa
    collegio intermedio e/o collegio unico nazionale :il primo , per dato di fatto , considerata la suddivisione politica del paese ,in comuni ,(exprovincie) , regioni ; quest'ultimo potrebbe essere presupposto di parametro , ma si andrebbe ad accavallare con le aspirazioni dei Gia' Governatori reg. , che tra l'altro ''sarebbe'' (gia') anello di ripsopsta politica alle istanze territoriali (!!!quelle leggittime !!! ). allora un colleggio intermedio piu grande ,delle regioni ( ex , nord,centr. sud, o livello nazionale , o 10ml.di abitanti ecc.. ) creerebbe e crea, lo sdoppiamento : in considerazione della Vicinanza dell'eletto agli elettori ed alle istanze territoriali . Chi diNoi non ha (s)gustato (direttamente o indirettamente) il PALLA -RIMPALLA . virus politicus tipucus in ''scudo'' alle Istanze di chi (cmq) (aveva) ha dato Fiducia . Considerevole l'evidenziazione , sulla scelta , che una dimensione od organizzazione collegiale ''sforna'' tipologia di huomines interessus pèoliticus piuttosto che un'altra'. ----il bruciore ,,ci fa' sentire che ''L'attaccamento''(o meno ) della fauna gia' in mentiones ,alle istanze di chi con una ( o piu') votazioni , ha preferito una Persona piuttosto che un'Altra ,anche in deroga ,!!! come negli ultimi ... anni!!! e' Direttamente Proporzionale all''Autonomia Autistica Politica dei PREscelti ''??? Il tutto perche'??? ::::::::::::La competizione elettorale si svolge tra atleti di discipline diverse ,in un'unica ''partita'' .come ad esemp. atleti di Footbal Americano ,contro giocatori di Bocce professionisti , effettuassero una partita di Beach Wolley.
  • Aurelio D. Utente certificato 3 anni fa
    Ieri sera, a Servizio pubblico, ho potuto ammirare Di Battista che le suonava a tutto campo a Fassina, a Santoro, a feltri. Ciao a tutti i 5S
  • paoloest21 3 anni fa
    o.t. da corrier.it ""Sanzioni ridotte per il rientro dei capitali"" c.v.d.
  • Gabriele B. Utente certificato 3 anni fa
    Sto riscoprendo di essere un cittadino che può decidere...a cui vengono poste domande sul proprio futuro ed è un meraviglioso risveglio...grazie Beppe grazie Movimento 5 Stelle....siamo il fiore che sta nascendo nel mare di letame. Quello che sentiamo è la realtà. ..l'offuscamento mediatico va sparendo quando i raggi di luce riescono a passare...Grandi cittadini a 5 stelle...questa è rivoluzione questa è l'Italia nuova e il momento è propizio...uniti vinceremo....grandiiiii ci siamo...
  • Alfredo E. Utente certificato 3 anni fa
    Da: ESSAIS di Michel de Montaigne "Il marinaio antico diceva così a Nettuno in una gran tempesta: O Dio tu mi salverai, se vuoi; mi perderai se vuoi; ma in ogni modo io terrò il timone sempre dritto" Ho visto al tempo mille uomini duttili, doppi e ambigui, e di cui nessuno dubitava che fossero più di me esperti del mondo, perdersi dove io mi sono salvato: DEDIT HOC PROVIDENTIA HOMINIBUS MUNUS, UT HONESTA MAGIS IUVARENT (La provvidenza ha fatto agli uomini questo dono, che le cose oneste sono anche le più giovevoli. INSTITUTO ORATORIA - Quintiliano - Ora, se ci fosse qualcuno che volesse attualizzare questo pensiero, scelga i nomi dei personaggi che possono corrispondere a questa morale. Buon giorno a tutto il blog www.beppe.siempre
    • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
      Certo! chi vuole intendere intenda...gli altri in roulotte! eh eh eh
    • Alfredo E. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao bela tusa io so che tutto è già stato scritto, lo sò perchè l'ho letto. Certo non basta leggerlo, bisogna anche capirlo. Sto cercando di metterlo a disposizione di tutti voi. E chi vuol capire, capisca... Buona giornata Antonella :))
    • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
      eh eh eh Alfredo! Ti piace vincere facile?
  • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
    ... e se Beppe Grillo molla, questo Movimento si frantuma in pochi mesi
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      ho 67 anni e sono in pensione da poco. Riesco a pagare le bollette, mangiare e fare qualche partita a poker e cose simili. Mi basta per considerarmi fuori dai problemi, egoisticamente. Però cerco di contribuire al cambiamento. Dubito (spero) che riuscirò a vederlo ma provo.
    • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
      io ho atteso per 60 anni, invece, che tu sia fuori dai problemi se vivi in Italia permettimi di dubitarne
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      sì, non mi costa nulla sperare in lui visto che per 50 anni ho atteso di sentire quanto sostiene. Io sono fuori dai problemi ormai.
    • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
      :), hai molta fiducia in questo Movimento vedo.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      forse anche in pochi minuti. Aspettiamo che molli, poi si vedrà.
  • maurizio terenziani 3 anni fa
    segue 2 Per ilM5S Oltre la presentazione video dei candidati vorrei che ogni candidato M5S compilasse una scheda con un si o no per esporre il suo pensiero su temi di attualità. Esempio. 1 )——— Se questo candidato è favorevole all’abolizione del reato di clandestinità. 2 ) ——— Se questo candidato è favorevole ha una coalizione col PD 3 ) ——— Se questo candidato è favorevole ha una coalizione col PDL 4 ) ——— Se questo candidato è favorevole ha una coalizione con MONTI. 5 ) ——— Se questo candidato è favorevole allo Jus Soli 6 ) ——— Se questo candidato è favorevole alla depenalizzazione delle droghe leggere 7 ) ——— Se questo candidato é favorevole all’eutanasia assistita 8 ) ——— Se questo candidato è favorevole allo svuota carceri 9 ) ——— Se questo candidato è favorevole alla carcerazione nei paesi di origine 10) ———Se questo candidato è favorevole al taglio della spesa pubblica per 400 MLD e tassazione al 20% max per le aziende private 11) ———Se questo candidato è favorevole al fallimento di INPS ed INPDAP e la nascita di un nuovo ente con le pensioni minime di 800 euro dopo i 62 anni di età aumentandole di importo in base ai contributi versati e al reddito familiare. 12) ———Se questo candidato é favorevole di imporre > sopra i 3.000 euro mensili di reddito familiare. 13 ) ———Se questo candidato è favorevole ad una sola pensione per tutti 14) ——— Se questo candidato è favorevole ad uscire dall’euro e rimanere in europa. 15) ——— Se questo candidato è favorevole ad uscire dall’europa. 16) ——— Se questo candidato pensa > 17) ——— Se questo candidato pensa > 18)——— Se questo candidato è favorevole alla sovranità monetaria Su questa scheda pubblicata all’atto di presentazione in PDF io voto le persone che mi soddisfano. Vorrei anche il diritto di un (1) approfondimento su una argomento specifico via mail (es. il 10 sia sul si che sul no) via mail.
  • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
    tanto non passerà il proporzionale, vi siete solo incartati sulla proposta e sulla comunicazione credibile della proposta
  • Italo Martegani Utente certificato 3 anni fa mostra
    Il sindaco di sinistra paga le bollette ai rom Il Comune di Vicenza paga le bollette insolute di famiglie nomadi. Piccola inesattezza: NOI paghiamo le bollette ai Rom. Questo sindaco, come molti altri del suo stampo, gestisce in modo del tutto arbitrario il denaro pubblico. Se è tanto generoso, lo faccia di tasca sua o con i soldi del suo partito. ******************* Roma: OPERAZIONE DELLE FIAMME GIALLE Il «tesoretto» dei falsi poveri rom Sequestrati beni e gioielli per 2 milioni Grazie alle false attestazioni di indigenza, fruivano di alloggi e utenze a carico del Comune, senza dover pagare nulla ******************* Italiani : pppppppppppppppppppppppppprrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr somari italiani!!!! lavorate pagate e muti!!! che paes de ciula che siamo diventati per la presenza di idioti sinistri onlus finte e buonistume ideologico cretino!!! Avete odiato così tanto la Lega ed ecco i primi risultati!!!!
    • Emilio Risari Utente certificato 3 anni fa mostra
      Paes de ciula siamo diventati anche grazie alla lega: non da i soldi ai rom, li investe in africa direttamente, acquista diamanti, lauree e mutande verdi. Hai presente il cerchio magico, Cota e le spese in Piemonte, il trota? Anche questi sono soldi nostri e molti di più di quelli regalati ai rom. Sveglia!
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa mostra
      non è che abbiamo odiato la lega (almeno io no). Io votavo lega, per l'Italia federale. Poi, un mese dopo l'inizio del governo con Bossi ministro capii che non ve ne fregava niente. Soldi, quello volevate.
  • maurizio terenziani 3 anni fa
    Sono per il Collegio nazionale Con alcuni chiarimenti di base che ritengo fondamentali oltre la scelta del collegio e dei candidati. 1) Eliminazione del gruppo misto. Chi tradisce il programma elettorale per cui è stato eletto si deve dimettere e va al suo posto il secondo eletto della lista. 2) Reato di truffa sul programma elettorale: es. (Togliamo l’IMU dalla prima casa) poi mette una tassa più alta con nome diverso. Si deve fare un processo pubblico in diretta televisiva, una piazza nazionale. Il vero ruolo televisivo pubblico e del canone che paghiamo Tre giorni dopo (tutti quelli che vogliono votare) si certificano con cod fiscale e tesserino sanitario e votano via web. 3) Fallimento di obiettivi. (Verifica alla fine di ogni anno della legislatura) È facile dichiarare la ripresa economica entro il 2014 senza poi non ottenere nulla o non essere capaci di fare nulla. Diminuizione del debito pubblico? Creazione lavoro? Ripresa economica? Si deve fare un processo pubblico in diretta televisiva, una piazza nazionale. Tre giorni dopo (tutti quelli che vogliono votare) si certificano con cod fiscale e tesserino sanitario e votano via web. Cosa comporta la votazione negativa? In attesa di verifica parlamentare 1200 euro di stipendio. segue 2
  • franco graziani 3 anni fa
    Di Battista..un grande ( e anche bello )..Fassina un microorganismo (e anche brutto)..Feltri..l'ala destra del M5S ..Santoro l'ala...di un pollo ( polli stronzi non so se esistano,ma lui lo e').. M.Travaglio....quanto prendevo io al liceo in matematica..6+.. f.g-torino.
  • Nico Albanese Utente certificato 3 anni fa
    ..temo che il coll.uninominale secco comporti un altissimo rischio del cd. "voto di scambio"... quindi opterei per un intermedio, se non proprio coll. nazionale! ma come la mettiamo con le preferenze? Se vado a votare con il coll.nazionale o intermedio posso dare la preferenza ad uno specifico candidato o no?
  • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
    avete sbagliato a scegliere il proporzionale
  • Paolo Zurlo Utente certificato 3 anni fa
    Ragazzi scusatemi se ho latitato in queste consultazioni ma devo dire di essere stato preso alla sprovvista dai tempi troppo stretti. Anche ora sto troppo impegnato nella battaglia quotidiana per la sopravvivenza, per potermi impegnare attivamente a livello politico, ho la consapevolezza di essere stato stretto in un ingranaggio,ma anche la CERTEZZA di far parte del movimento che farà tornare l'italia IL BELPAESE. Vi supporterò con tutti i mezzi possibili, e per quanto riguarda la legge elettorale,vorrei esprimere solo la mia idealità,forse utopica non so. Vorrei entrare in cabina,trovare una PENNA indelebile, e una lista di PERSONE,fra le quali poterne votare una. Le persone sono tutte quelle che si candidano a entrare al governo, quelle col maggior numero di voti lo faranno, gli altri fuori. Il resto devono essere dettagli.
  • Mattia Oliva 3 anni fa mostra
    nel 1995 alle elezioni regionali ha espresso una preferenza il 25% degli elettori. Nel 2000 il 45%. Nel 2005 il 51%. Nel 2010 il 50%. Al nord la media è circa del 30%, al sud circa del 70%! Io io ELIMINEREI LE PREFERENZE! Le preferenze creano le lobby dei territori che pongono veti, tanti piccoli orticelli da difendere e da "pagare" con i soldi pubblici, mentre dobbiamo difendere e far sviluppare l'intero campo Italia!!! Ed è il Leader del partito nazionale che è orientato all'intera Italia, purtroppo i vari deputati spesso sono solo espressione di interessi particolari... nelle elezioni regionali del 1995 solo il 25% degli elettori hanno espresso una preferenza (e quasi tutti al sud)! Mattia
  • M L Utente certificato 3 anni fa
    VOTATE IL COLLEGIO UNINOMINALE, SENZA IL RECUPERO DEI RESTI DAL COLLEGIO NAZIONALE. E' L'UNICO MODO PER RISOLVERE IL PROBLEMA DELLE PREFERENZE O DELLE LISTE BLOCCATE. INOLTRE SI VERREBBE A CREARE UNA SOGLIA SI SBARRAMENTO ALTA ED IMPLICITA CHE FAREBBE FUORI DAL PARLAMENTO TUTTI I PARTITINI MINORI COME SEL, UDC, SC, LEGA, NCD, FDI, ECC.
  • Laura V. Utente certificato 3 anni fa
    FERMI TUTTI....... DOBBIAMO PRIMA STABILIRE ASSOLUTAMENTE SE ABOLIRE O MENO 1 CAMERA O SE DIMEZZARE IL NUMERO DEI PARLAMENTARI PERCHE'??: Il collegio unico nazionale così come stanno le cose è improponibile!! toccherebbe andare a visionare migliaia di nominativi , occorrerebbe introdurre l'obbligo di primarie LOCALI ma non troppo circoscritte, almeno su base regionale (?)o circoscrizioni molto grandi (2-3 milioni di aventi diritto). In tal modo si passerebbero al vaglio poche centinaia di candidati. SE PERO' IL NUMERO DEI PARLAMENTARI DA ELEGGERE FOSSE MINORE.....AD EX 500-400 ALLORA LE COSE CAMBIEREBBERO!! INOLTRE: EVENTUALE CAPO DEL GOVERNO METTIAMO CHE ABBIAMO ESPRESSO LE PREFERENZE SU BASE REGIONALE, VOGLIAMO DECIDERE SE ESPRIMERE UNA PREFERENZA PER SCEGLIERE CHI TRA I PORTAVOCE NAZIONALI ELETTI DEBBA RIVESTIRE LA FIGURA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO QUALORA SI RAGGIUNGESSE LA MAGGIORNAZA, OPPURE QUESTA COSA LA SI DECIDERA' FACENDO RIFERIMENTO ALLA RETE? COME SI ORGANIZZERANNO GLI ALTRI PARTITI?
  • Gigliotti Mirco Utente certificato 3 anni fa
    Io ho perso la speranza per questo paese, però sentire Di Maio e Di Battista mi ha emozionato, era tempo che non mi scendeva qualche lacrima riguardo alla politica. chissà.
  • Monica R. Utente certificato 3 anni fa
    Ho faticato ad addormentarmi per l'entusiasmo scatenato ieri sera da Alessandro di Battista, al quale rinnovo i miei complimenti. Faccio una piccola analisi di quanto è successo da Santoro: all'apparizione di Alessandro si è scatenato un lungo applauso da parte del pubblico presente e in diversi momenti dallo stesso pubblico si è sollevato un brusio di dissenso contro gli attacchi o le ironie degli altri ospiti nei confronti dei 5 Stelle. Questo mi conferma che la gente non è completamente teledipendente (...). Ci conoscono e sanno di cosa parliamo. Ma non solo: ci approvano. L'apparizione di ieri è comunque servita per rincuorare tutti e confermare la "qualità" del Movimento 5 Stelle. Attenzione però a non cadere in facili tranelli mediatici. Per ora Vespa e Santoro si sono dimostrati ospitali e "corretti", ma stiamo attenti a non scivolare nel pantano delle furberie televisive.
    • Marcello M. Utente certificato 3 anni fa
      Certo, la TV ha mille riorse per trarre in tranelli perfidi anche chi è in buona fede. La prerogativa della visibilità sul mezzo nasconde il modo di far travisare la coscienza pulita del MoVimento. Hai pienamente ragione. :)
    • Monica R. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Marcello! di Battista si è meritato tutti i complimenti che si è preso qui sopra. Resto comunque della mia opinione che evitare i talkshow e i programmi-spazzatura in genere, sia una precauzione necessaria. Farsi vedere di tanto in tanto fa sicuramente bene, ma ATTENZIONE...
    • Marcello M. Utente certificato 3 anni fa
      La cosa più importante e lampante è la pulizia e la sincerità di Di Battista. Io credo che se il MoVimento si presentasse sempre con questi visi puliti e onesti... e appassionati d'amore per l'Italia, la gente non potrà che accorgersene, finalmente. Mi fa bene sentire il vostro consapevole e composto entusiasmo per quanto apparso una volta tanto in TV. Grazie Monica. Un saluto anche ad Anna e Attilio.
    • Monica R. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Anna! Ciao Attilio! Entusiasta è dire poco, sento una gran puzza di VITTORIA!!! :)))
    • Attilio Disario Utente certificato 3 anni fa
      Vero sono canne al vento hanno annusato come tira l'aria e si adeguano. Buondi' Monica ti leggo entusisata.
    • Anna Fideli Utente certificato 3 anni fa
      Ciao, Monica! Che spettacolo, ieri, Di Battista! MERAVIGLIOSO!
  • Monica R. Utente certificato 3 anni fa
    Buongiorno a tutti, sto cercando di capire se optando per un collegio unico nazionale si riuscisse davvero ad evitare quei fenomeni di particolarismo territoriale, che purtroppo favoriscono frequenti episodi di tangenti, ricatti di stampo mafioso, ecc ecc. Un candidato ha comunque una zona di origine, e anche se eletto su scala nazionale, potrebbe comunque tendere ad agevolare (o essere costretto a farlo...) le esigenze di quel suo territorio di partenza. Cerco di capire questo perchè vorrei scegliere il sistema che più ci metta al riparo dalla politica corrotta. Mi aiutata a capirlo?
    • Monica R. Utente certificato 3 anni fa
      Ragionando in termini di precauzione verso i fenomeni che cito nel post, sarei portata ad orientarmi al sistema unico nazionale (l'intermedio non l'ho ancora compreso molto bene), ma come scrivi tu, Marcello, anche questo non è garanzia di "onestà". Capisco che questa risposta non ce la possiamo dare, amenochè non si possano istituire mezzi di trasparenza e di controllo sull'operato degli eletti. Siamo sempre alle solite: la differenza la fanno le persone, ma queste non possiamo conoscerle a priori...
    • Marcello M. Utente certificato 3 anni fa
      Non posso aiutarti, purtroppo, perché anche se si presume un migliore assetto democratico con il collegio unico nazionale piuttosto che gli altri due, ciò non esclude intrusioni da parte di settori potentati, sia a livello locale che nazionale. Non resta che sperare nella "GLASNOST" (trasparenza) nella gestione pubblica (soprattutto negli eletti), cosa che in U.R.R.S. ha causato il crollo del regime sovietico. Posso solo aiutarti a sperare nella buona fede dei nostri eletti, ed Alessandro ne è un lampante, meraviglioso esempio. :)
  • vittorio spera Utente certificato 3 anni fa
    molto chiaro!-dico sul serio,non è ironia-Complimenti a Giannulli
  • ***** Stefano Pedrollo Utente certificato 3 anni fa
    io dico uninominale intermedio, identificando i collegi con macro-regioni: nord - centro- sud. Lo so sembra un po' sulla falsa riga leghista ma permetterebbe sia una sorta di attaccamento territoriale, con le sue peculiarità, sia dei territori molto ampi, in cui è difficile avere "propri" feudi elettorali in stile mafioso. cosa ne pensate?
    • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
      Camnbia che qualche parlamentare passato in tv potrebbe rivendicare migliaia di preferenze, questo è vero
    • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
      cambierebbe poco da quel punto di vista, se danno 3 preferenze vanno ai volti noti della tv, le altre ai localismi. Vero è che l'Emilia Romagna rischia di avere tutti i parlamentari se non si fanno prima le primarie con selezioni in base al numero di abitanti. Non cambia molto fidati
    • Stefano P. Utente certificato 3 anni fa
      Secondo me il sistema intermedio va bene, ma al massimo con circoscrizioni da 1-2milioni di elettori. Come dici tu per ogni collegio ci sarebbero comunque centinaia di candidati per ogni lista, magari 10.000 candidati in totale. Come orientarsi? Lo ripeto, la democrazia dal basso impone che io possa vedere e sentire parlare dal vivo il candidato, per cui le circoscrizioni per me non devono essere enormi.
    • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
      che l'Italia non è l'Europa e che il collegio unico nazionale rappresenterebbe anche la riunificazione
  • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
    Ad argorà...Mieli....-B. se ne deve andare perchè è finito il berlusconismo e deve uscire con tutti gli onori- povero Mieli si è bevuto il cervello. Ma quali "onori". Ho capito il denaro ha cambiato nome. Merdaset in due anni ha fatto una barcata di soldi e ne ha fatti di più quando il Nano è uscito dal governo(dati visti alla gabbia),mentre fuori da merdaset la gente si suicida,disoccupazione a gogo,fabbriche che chiudono giovani senza futuro ecc.ecc. Ieri sera la lillona con Letta,Renzi in TV all'unisono con Letta ...evvai la campagna di rincoglonimento degli Italiani sulla legge mini-porcellum è già iniziata! Vai Beppe...presentati e sputtanali ancora una volta: la verità è una sola quella del m5* non possono esserci più verità! *.^
    • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Oreste! Che bello svegliarsi dopo lo spettacolo di ieri sera! Sì sì! adesso vogliono salire sul carro! c'è la corsa! Lo sto sperimentando in loco per le prossime comunali!
    • Younes . Utente certificato 3 anni fa
      A parte associarsi a uno stato razzista e coloniale come Israele non è appropriato. Il M5S è coi giusti
    • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
      l'alberello nel viale dei giusti ce lo meritiamo
    • Younes . Utente certificato 3 anni fa
      A parte associarsi a uno stato razzista e coloniale con Israele non è appropriato. Il M5S è coi giusti
  • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
    hai visto mai dopo il Battista arrivi il Messia
  • * peppone* Utente certificato 3 anni fa
    ...GRANDISSIMO Di Battista !!!!! EMOZIONANTE, ......certo, devo un attimo verificare la bontà delle parole spese da mia moglie nei tuoi confronti, sono alquanto dubbioso, trattasi di attrazione fisica ? mah! sia chiaro, lei è una santa donna, ma devo ammettere che Di Battista è un bel ragazzo.
  • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
    non saprei cosa commentare, questo resta un popolo di peccatori, reo confesso
  • carlo 3 anni fa
    vendere le poste per tirare su due-tre miliardi, poi, e' uan stronzata pazzesca. dicono che servira' per calare ild ebito pubbliuco, ma quei sold sono un niente e non spostano niente, mentre invece e' solo per il loro insano progetto, che sono anni che stanno portando avanti, di privatizzare lo stato. e' vero che il servizio di distribuzione e' in perdita, ma considerando il ramo finanziario le poste sono in utile di centinaia di milardi l'anno, e si sorreggono a vicenda, il ramo finanziario non potrebbe avere quei risultati senza il ramo distribuzione. senza cosniderare che la cassa depositi e prestiti, che ha al suo itnerno 300 miliardi di euro, e' foraggiata proprio dalle poste. privatizzano anche quelli? stanno facendo una cagata assurda, ma lo sanno, solo che vogliono privatrizzare, quello e' il loro progetto.
  • Diego C. Utente certificato 3 anni fa
    Intanto pensiamo ad andare alle elezioni. :-) Comunque l'uninominale secondo me è migliore.. Il problema principale è che secondo me bisogna studiare un altra strategia per far si che saliamo al potere. Non basta una buona legge elettorale per cambiare le cose. Forza e continuiamo così!
    • Stefano P. Utente certificato 3 anni fa
      Mah! Questo è il primo commento inerente il post ho letto dopo almeno 6 sfoghi dei soliti mezzi idioti che sparano le loro sentenze inutili su argomenti del tutto estranei alla legge elettorale. Quando vi deciderete a fare un minimo di pulizia? Saluti Stefano P
  • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
    Stiamo andando in TV e li stiamo ….sputtanando! Stiamo andando in TV e li stiamo ….sputtanando! Stiamo andando in TV e li stiamo ….sputtanando! Stiamo andando in TV e li stiamo ….sputtanando! Stiamo andando in TV e li stiamo ….sputtanando! Stiamo andando in TV e li stiamo ….sputtanando! Ora gli Italiani hanno capito? Ora gli Italiani hanno capito? Ora gli Italiani hanno capito? Ora gli Italiani hanno capito? Ora gli Italiani hanno capito? Ora gli Italiani hanno capito? Grazie Beppe, ora tocca a te Grazie Beppe, ora tocca a te Grazie Beppe, ora tocca a te Grazie Beppe, ora tocca a te …dadaumpa..dadaumpa…dà ^.^
    • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
      Hai visto Oreste che bello spettacolo? certo costa tempo e preparazione ma vale la pena! Che soddisfazione!
  • Ottaviano Augusto Utente certificato 3 anni fa
    sfassina lo sfessato ha fatto una brutta figura. feltri , alla fine, ha detto che avrebbe votato 5 stelle Di Battista e' stato straordinario, beppe con portavoce come Di Battista, Morra , di maio , possiamo afrronatre qualunque professionista della politica. E gli applausi a Di Battista erano sinceri ed immensi. staimo per costruire uomini e donne che possono guidare il paese e la democrazia. grazie Beppe, grazie Gianroberto. P.S. orellana e' un coglione.
  • Ottaviano Augusto Utente certificato 3 anni fa
    collegio uninominale.......e forza beppe
  • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
    Buon giorno Blog e buon giorno alle mie stelline. Oggi giornata soleggiata,finalmente dopo giorni e giorni di pioggia. Ieri sera c'è stato il successo di Di Battista. Santoro non sapeva più come arginare le verità. Forse si sta ricredendo ,ma solo per lo share. Noi andiamo avanti siamo nel giusto,nessun accordo con i delinquenti! ^.^
    • nessun copy 3 anni fa
      Oreste il dadaumpa ha funzionato in due giorni due apparizioni speriamo continui così un saluto da nessun copy
  • paoloest21 3 anni fa
    o.t. buondì! "una volta votavo piddi, poi mi sono disintossicato!"" :))) non ho visto la faccia di fassina, l'avrà nascosta nella sabbia?
    • paoloest21 3 anni fa
      ciao oreste!
    • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
      Pà,quello non è uno struzzo...è uno stro...! Buona giornata...tutta barra a est...dove nasce il sole!
    • paoloest21 3 anni fa
      può essere:) ciao!
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      Credo che semplicemente non abbia capito la battuta....
  • Ottaviano Augusto Utente certificato 3 anni fa
    MESSAGGIO PER IL CITTADINI DI BATTISTA sig Di Battista, ieri sera a servizio pubblico Lei e' stato straordinario. Semplice ma intenso, duro ma convincente, a volte simpatico ma serio sempre. I miei figli maggiori , nicola 13 e antonio 11 , stavano giocando con il tablet, li ho invitati a smettere e gli ho chiesto di guardare il suo intervento. Lei sig di Battista e' uan persona perbene a cui affiderei la cura dei miei tre figli. Ai porci e ladri piddini non affiderei neppure la cura della talpa che vive nel mio limoneto. Complineti sig Di Battista , sono orgoglòioso di averla fatta eleggere con il mio voto. E' piaciuto anche ai miei figli. Stamattina Nicola mi ha chiesto di poter andare a scuola con il berretto del movimento 5 stelle , che prendemmo a febbraio a Potenza, durante lo tsunami tour. Siamo noi l'uica speranza per questo bellissimo paese devastato e spolpato dai parassiti ingordi del Pd.
    • cinzia biondi Utente certificato 3 anni fa
      ho dato il massimo dei voti ma è apparso diversamente, mi dispiace
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      Grazie Ottaviano, hai espresso anche il mio pensiero.
  • Stefano P. Utente certificato 3 anni fa
    In italia viene eletto (più o meno) un deputato ogni 100mila abitanti, cioè ogni 80mila elettori. I collegi su base nazionale a mio avviso sono da escludere perchè impongono liste con migliaia di candidati, che sono ingestibili per l'elettore, che rimane disorientato. Un altro problema sono gli uomini bandiera, che prendono centinaia di migliaia di preferenze e intanto magari Mimmo 'o Colluso con 200 voti dei suopi amici arriva 230esimo del suo partito ed entra in parlamento. Per me bisogna avere dei collegi con 1-20 candidati, perchè in questo modo, con candidati del territorio, diventa possibile conoscerli tutti, vederli in faccia, sentirli parlare dal vivo. Che poi sarebbe uno degli aspetti chiave della democrazioa dal basso... Io insisto per tornare all'antico: collegi uninominali per i senatori e collegi intermedi, di circa 1milione di abitanti (10 eletti) per la camera. Poi, io sono di parte, perchè sono di Torino, e più o meno la Città potrebbe rappresentare un unico collegio. Ci sarebbe la possibilità di conoscere tutti i candidati, e questo per me è importante. Saluti Stefano P
    • Tristan Saul 3 anni fa
      Ciao! Questo sì che è un bel quesito! Per quanto riguarda il sistema uninominale mi sembra poco adeguato al nostro paese. Inoltre credo che se un candidato locale mi piace, debba restare a livello locale. Per quant riguarda le liste nazionali si pone un problema credo tecnico! Io devo infatti avere il diritto di scegliere che debba stare all'interno di quella lista (mettiamo del movimento 5S) però allora dovrei conoscere centinaia di persone, vanificando forse la qualità della mia scelta. E se a livello nazionale fossimo obbligati a considerare e scegliere i candidati di altre circoscrizioni? Mettiamo che ci sono 20 circoscrizioni (corrispondenti alle regioni) Per ogni circoscrizione una lista presenta 10 (i numeri sono ad esempio)candidati. Bene io faccio parte della circoscrzione Veneto che porta 10 candidati, ma mettiamo che non sia io a votarli ma i cittadini della circoscrizione Campania. E viceversa i cittadini veneti votano i candidati campani. Innanzitutto non ci sarebbero o verrebbero diminuiti i problemi di pressioni mafiose e/o locali. Inoltre si avrebbero comunque liste di una misura più umana, non dover scegliere fra migliaia di candidati ma magari solo qualche decina. Infine penso come altri che per scegliere rappresentanti locali bisogna affidarsi a elezioni comunali e regionali. Non siamo gli stati uniti d'Italia, e siamo ancora poco uniti sotto molti aspetti. Scegliendo i candidati di un'altra circoscrizione (dove possibilmente gli abbinamenti siano nord-sud e diversi ad ogni elezione), mi interesso di più a livello nazionale e mi interesso di più alla virtù del candidato, senza cadere in facili campanilisimi o votare uno del mio paesino perchè farà qualcosa per il mio paesino. Credo che ci sia bisogno di una maturazione a livello nazionale e una maggiore fratellanza.
    • Stefano P. Utente certificato 3 anni fa
      E' vero che non sarebbe male ridurre il numero degli eletti, ma l'attuale proposta del senato regionale è ignobile. Secondo i fini strateghi del PD+/-L infatti: 1.Le province rimarranno, ma il consiglio provinciale sarà composto da sindaci non retribuiti, che eleggeranno anche il presidente della Provincia. 2.Il senato verrà composto da eletti nelle Regioni e nei Comuni. 3. Nasceranno le Città Metropolitane Quindi, vediamo il caso di Torino. Fassino, non pago di brillare di luce propria come meraviglioso sindaco, dovrà anche sedere nel consiglio provinciale, e anche in parlamento e anche fare il Gran Metropolita? Ecchè, diventa ubiquo come Renzie che fa il sindaco e il deputato (non eletto) e il segretario e il governo a anche l'opposizione, secondo la convenienza? Se ci pensabe bene, questi ci pigliano per i fondelli. Ogni cambiamento prodotto da questa genete è peggiorativo, per cui spero tanto che non tocchino nulla... Stefano P
    • Laura V. Utente certificato 3 anni fa
      Fermi tutti.......SECONDO ME DOBBIAMO PRIMA STABILIRE SE ABOLIRE O MENO 1 CAMERA, E SE NEL CASO SI VOLESSERO TENERE ENTRAMBI, SE DIMEZZARE O MENO IL NUMERO DEI PARLAMENTARI PERCHE'??: Il collegio unico nazionale cos ì come stanno le cose è improponibile!! toccherebbe andare a visionare migliaia di nominativi per la scelta, occorrerebbe introdurre assolutamente l'obbligo di primarie almeno per scremarne una parte.
  • Alessandro Dazzi 3 anni fa
    Ho ascoltato la rassegna stampa di radio parlamento: in 1 ora hanno parlato anche della destra di Storace e sono riusciti a non nominare MAI il mov 5 stelle...chissà perché ?
  • luis p. Utente certificato 3 anni fa
    bongiorno blogghe....che tempo piddino!
    • Attilio Disario Utente certificato 3 anni fa
      Forte Paolo ..
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      Sono felice anche con la pioggia! Felice felice! Ciao amici (ma si esageriamo! )
    • paoloest21 3 anni fa
      il tempo: "guardi che la denuncio per diffamzione!"" :)) ciao!
  • Gian Carlo Emiliani Cavina 3 anni fa
    Collegio unico nazionale, grazie al quale potremmo avere dei rappresentanti con un profilo alto, di cui abbiamo bisogno. Gian Carlo BRISIGHELLA
  • Isidoro De Rosa Utente certificato 3 anni fa
    ....quale forma di collegio scegliere,.....mi verrebbe da dire: sicuramente non quella che hanno pensato nella loro legge elettorale i due "compari" Berlusconi e Renzi, perché anche senza sapere quale hanno proposto, sicuramente sarà una scelta fatta solo a salvaguardia dei loro partiti e della classe politica, e contro il potere decisionale degli elettori.
  • Giampaolo Segatel 3 anni fa
    #M5S RIDEFINIAMO LA CARTOGRAFIA DEI COLLEGI UNINOMINALI SUL TIPO DI QUELLO DELLE ATTUALI PROVINCE.ABOLIAMO REGIONI E PROVINCE QUALI ENTI PUBBLICI PASSANDO LE LORO COMPETENZE ALLE NUOVE GIUNTE AFFERENTI AI 3 ELETTI DI OGNI NUOVO COLLEGIO.DOPO 5 ANNI VERICA ELETTORALE SEMPRE CON PREFERENZE E FUORI DALLE PALLE CHI SARA' INCONCLUDENTE,2 LEGISLATURE E POI BASTA PARLAMENTO NAZIONALE SENZA ESCLUDERE PERO' L'ACCESSO AD ALTRE CARICHE ELETTIVE LOCALI PER ALTRI 2 MANDATI
  • francesco palummo (ing.palummo) Utente certificato 3 anni fa
    Grande Di Battista .... Anche Santoro si è accorto che aria tira con estremo stupore ...ma non ha potuto fermare la gente che lo applaudiva a scena aperta! Forza M5S la gente sta incominciando a capire..
  • Rosella A. Utente certificato 3 anni fa
    Stamani voglio ringraziare Grillo per aver creato questo Movimento e dato modo alle persone "normali" di essere "lì" al mio posto e dare voce ai miei pensieri! Grande Di Battista!! Commovente il suo fervore!!!
    • Rosella A. Utente certificato 3 anni fa
      Hai ragione....da noi si dice.... .. daje e daje se piega anche l'acciaje!! -:)
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      :o) Io invece oggi vorrei sgridarlo Beppe e ricordargli quanta resistenza ha fatto prima di accettare la nostra insistenza sul desiderio di entrare nelle istituzioni, vorrei dirgli: "hai visto che potevi fidarti di noi ?". Scherzi a parte, mi associo volentieri al tuo ringraziamento.
  • Alessandro Dazzi 3 anni fa
    Vendono le poste a un prezzo stracciato!!!! Sono la prima azienda italiana, una delle poche che ha ingenti guadagni...vogliono farci guadagnare gli altri !!! Fermateli in tutti i modi !!!!
  • Cosimo 3 anni fa
    E ora la legge sul conflitto d'interesse! ... minchia che tempestività, appena una ventina d'anni di ritardo.
  • Attilio Disario Utente certificato 3 anni fa
    Sarei piu' portato per un collegio intermedio ma non abitando in Italia penso che sia piu' giusto che siate voi a decidere quindi mi astengo per stavolta. Ieri gran giornata: mi ero perso la puntata con Di Maio rimediando ieri mattina poi Grillo e ierisera Di Battista col suo inno alla Patria . La riflessione d'obbligo e' stata che abbiamo avuto un gran c..... a eleggere questi rappresentanti e tutti gli altri meglio non ci poteva andare. Un complimento a Di Battista per la definizione di Renzi "Intellettualmente timido" molto molto diplomatica ma che ha reso molto bene l'idea . Saluti.
  • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
    Buon giorno blog! dopo una serata fantastica come quella di ieri anche la nebbia delle mie parti sembra risplendere! GRAZIE Beppe e GRAZIE ragazzi per la soddisfazione impagabile che ci avete regalato! Finalmente si ritorna a parlare di politica in tv costruttivamente! Dobbiamo riportare l'etica e la correttezza là dove è stata calpestata da tempo, volutamente! Stiamo arrivando e vinceremo noi!
    • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
      Ciaoooo Anto, anche per me ottimo inizio di giornata(ricordando ieri sera). Forse che stanno capendo che è finita? Forse che vorrebbero salite sul carro? Prima di hanno ignorato,poi ti hanno combattuto,oggi si sono arresi? Sto ancora godendo come un riccio!
  • antonio d. Utente certificato 3 anni fa
    Oggi il governo affronterà del rientro di capitali dall'estero. Discutendone con il Frodatore Impunito. Ma non scappa da ridere anche a voi? Ah dimenticavo, qualcuno avverta Dalema.
  • antonio d. Utente certificato 3 anni fa
    Il Nipote, vuole affrontare il conflitto di interessi, si riferisce a quello che ha lui co Renzi o con Alfano?
  • samuele abbate Utente certificato 3 anni fa
    Salve ragazzi, oggi mi sono iscritto al blog e questo è il mio primo commento.Data la mia ignoranza in materia mi affido a voi per una legge elettorale giusta,avete tutta la mia stima e piena fiducia. Ho cercato di capirci qualcosa ma trovo delle difficoltà. Cercate sempre per favore, a nome di tutti coloro che cercano di partecipare attivamente alla vita politica del proprio paese,ma che non hanno un livello culturale adeguato o che s'interessano da poco alla vita politica, di essere, dove è possibile, sempre più facilmente accessibili dalla comunità.Questo non riguarda solo il lessico degli articoli, ma anche la loro struttura grafica e la loro ottimizzazione.Per essere esplicito e concreto il più possibile, forse, oltre alla spiegazione delle tre formule da voi proposte,di cui io povero diplomato ho capito poco, sarebbe stato bello poter interagire con una piccolissima applicazione per poter velocizzare e magari aumentare il numero dei votanti, realizzare un semplice e breve video dimostrativo per i più "pigri".... Il 25% degli italiani o + è con voi, questa dovrebbe essere la loro casa... cerchiamola di renderla il più accogliente possibile e sopratutto il più accessibile possibile. Spero di non esser stato troppo arrogante, non sono qui per cercare un lavoro, ho solo cercato di rendermi utile nel mio piccolo alla causa. Siete la speranza di molte persone e ora che il momento si fa più difficile e importante, non tralasciate nulla al caso e curate molto i dettagli nel limite del possibile.Dai che c'è la possiamo fare ! Condividete e rendete sempre più accessibile la vostra cultura e le vostre idee! parlate con i vostri vecchi e con coloro che non usano la rete ! attiviamoci politicamente !
  • Annamaria De Bellis 3 anni fa
    Collegio uninominale. Se il pericolo, reale per alcuni Partiti, è di essere espressione di mafie varie, si introducano il voto palese sempre e il vincolo di mandato. Importantissimo poi è il recall. Cioè bisognerebbe trovare un sistema in cui garantire rappresentività (proporzionale), espressione del territorio (collegi uninominali), controllo degli elettori sulla fedeltà al programma con cui il parlamentare è stato eletto. 2 mandati, poi tutto il resto già contenuto nel nostro programma. Grazie a tutti
  • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
    Camminerò con te quando ti sentirai solo e dell’oscurità avrai paura. Camminerò con te quando crederai di non aver speranza alcuna e se la strada si farà impervia, asciugherò le tue lacrime! Ma quando all’orizzonte un’alba chiara nascerà e sul tuo volto un sorriso splenderà… ti lascerò andare! Non sarò più con te poiché, camminare potrai solo e senza me.
  • vitantonio c. Utente certificato 3 anni fa
    Secondo me il sistema migliore e uninominale a doppio turno
  • Alessia T. Utente certificato 3 anni fa
    Perché le preferenze funzionino bisogna ridurre la possibilità di controllo sulle liste degli elettori, che vengono parcellizzate in tante micro sezioni nei seggi elettorali.
  • Raffaele Panariello (geryhoops) Utente certificato 3 anni fa
    Ci sono persone talmente abituate a camuffarsi di fronte agli altri che finiscono per farlo anche di fronte a loro stessi.
  • Marco Corti 3 anni fa
    Bravi siete i migliori! Fate vedere a questa massa di politicanti quali siano i veri principi democratici in cui credere e sperare per un futuro migliore. Viva Beppe non mollare mai! Solo tu puoi cambiare tutto!
  • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
    Ho letto molti commenti che possono riassumersi in queste frasi: --------------- Perché solo Giannuli? Servirebbe anche qualche altra fonte di formazione-informazione. Comunque stando a quanto ho capito (che non è molto) propenderei per il collegio unico nazionale. Tuttavia per una materia così delicata, complicata e decisiva, ci si sarebbe dovuti dedicare già da tempo senza arrivare a dover decidere all'ultimo momento e impreparati. Ma tant'è: nei minuti che ci restano i cittadini si impegneranno a capire e a far capire. Alfonso Moretto 24.01.14 05:12| ------------------ Naturalmente a lui e a tutti gli altri che la pensano nello stesso modo vorrei dire che il professor Giannuli presenta le diverse opzioni in modo professionale e non di parte, ciò di cui parla sono notizie tecniche e, se si ascoltano con attenzione le sue lezioni, non tende mai a giudicare un sistema come migliore o peggiore rispetto ad un altro. Quanto alla critica del "troppo tardi" mi verrebbe da chiedere, con una punta d'ironia ma sempre con il massimo rispetto: " E voi dov'eravate ? Perché non siete stati voi i primi a cercare informazioni per poi metterle a disposizione del Blog ?" Ad ogni modo non siamo in ritardo, pensate sempre che milioni di italiani, tutti coloro che seguono giornalmente il Blog, oggi conoscono la materia elettorale in modo abbastanza approfondito da poterne discutere e scegliere la modalità più idonea al nostro paese, mentre centinaia di deputati e senatori, che dovranno decidere per 60 milioni di italiani, non sanno proprio nulla ! In alto i cuori.
    • Antonella Laricchia Utente certificato 3 anni fa
      Voglio sinceramente rassicurare chi teme il ritardo. Chi fa le cose bene, riflettendo e progredendo gradualmente, ha sempre la sensazione di essere in ritardo o viene sempre accusato di esserlo. Però, sempre chi fa le cose bene, sa che questa sensazione di ritardo che ha provato tante volte va presa in considerazione solo al fine di non fermarsi. Ma non al fine di fare più in fretta o di saltare qualche passaggio. Dobbiamo smettere di preoccuparci del tempo ma del risultato. Il tempo si può sempre piegare alla nostra voglia di eccellenza, se però, naturalmente, non ci fermiamo. Questo vale per tutto, non solo per la legge elettorale ma per un progetto per un architetto assillato dalle consegne, per un piatto per un cuoco assediato dai commensali affamati, per lo studio per uno studente terrorizzato da una data di esame.
  • Maurizio Dati Utente certificato 3 anni fa
    COLLEGIO UNICO NAZIONALE Legare l'eletto ai suoi elettori ma allo stesso tempo non portare in Parlamento gente impreparata o, peggio ancora, espressione delle grandi e potenti famiglie locali che lo condizionerebbero ad ogni mossa. VOLONTA' POPOLARE ed EFFICIENZA CULTURALE del portavoce.
  • aldo nanni 3 anni fa
    Questa proposta di legge elettorale non va bene, bisogna che ogni cittadino abbia la possibilità di scegliersi i propri candidati!
  • luca cappilli Utente certificato 3 anni fa
    Si deve denunziare berlusconi si deve andare in procura a denunziare pure i giudici che fino adesso non lo hanno arrestato se unisci tutte le condanne date+quelle che arriveranno siamo a 20ANNI DI GALERA MENTRE LUI va fuori italia con elicotterii privati e libero si diverte e tromba E SE LA RIDE ALLA FACCIA NOSTRA
  • marco staccioli 3 anni fa
    Io preferirei collegio intermedio
  • antonio l. Utente certificato 3 anni fa
    personalmente sarei a favore del collegio uninominale, dimenticando che alle periferie non ci siano persone eccellenti. ostacoliamo i listoni di accorpamento, sono una truffa. ognuno corra per conto proprio. giù le mani dalle poste italiane - scendiamo in piazza. abbiamo mai visto una vendita che abbia portato dei benefici alla collettività?
  • napoleone . Utente certificato 3 anni fa
    giusto per rinfrescare la memoria "a tutti", abbiamo detto in tempi non sospetti che i rappresentanti politici dovevano essere espressione del territorio, e che il criterio di scelta doveva essere la "preferenza"..senza farci "infinocchiare" dalla tesi, per la quale si creava il così detto "clientelarismo", tra l'altro pratica mai sopita... mai come oggi-la vicinanza dell'elettore al proprio rappresentante politico,avrebbe avuto effetti diversi nei rapporti-magari offrendo la possibilità di prendere per "il collo" questi personaggi che oggi rimangano sfuggenti-rispondere in faccia agli elettori in modo diretto e personale sarebbe diventato pericoloso-quinndi ben vengano i collegi uninominali-sul principio base del ti conosco e ti vengo a cercare a casa!-. Niente liste corte bloccate che diventerebbero soltanto "riserve di caccia-per ficcarci i soliti zombie.. "2 mandati e via"..e la norma deve essere intesa, come assoluta, e deve comprendere qualsiasi mandato elettivo anche parziale svolto-sia come Sindaco-sia come C.C-ecc....2 jolly, quando l'hai finiti vai a casa..!! Invito lo staff a darsi una mossa per dare le "certificazioni" per le liste-datile a chi vi pare-ma consentite di far votare i cittadini-ci sarà tempo e luogo per valutare l'operato di chi si propone-ma fateci votare...!
    • Emanuele Romano 3 anni fa
      Riflettevo proprio su questo, bravo. La conclusione a cui sono giunto è che a livello nazionale il territorio è l'Italia; questo deve essere il legame con il territorio. Ci sono poi le elezioni regionali, dove i candidati devono essere espressione del territorio regionale, e comunali. Non vedo contraddizione quindi nel collegio unico. Mi sono perso invece le preferenze. La scelta del collegio come influisce sulle preferenze?
  • Rosario Contarino 3 anni fa
    OT - ma non troppo... Segnalo a voi tutti l'ultimo rapporto trimestrale 2013 della Comunità Europea sull'area Euro, accessibile al seguente link: http://ec.europa.eu/economy_finance/publications/qr_euro_area/2013/pdf/qrea4_en.pdf Continuando di questo passo, tra dieci anni (2024), la qualità della vita in Europa sarà confrontabile con la qualità della vita degli USA negli anni 60 (è scritto nel rapporto) o, se preferite, ci vorranno 50 anni (2064) per tornare alla qualità della vita in Europa del 2000. Detto in altri termini, se per uscire dalla crisi si intende tornare ai livelli di vita del 2000, il tunnel è lungo altri 50 anni (10 anni per arrivare al livello degli anni 60 e poi 40 anni, dagli anni 60 al 2000). Il problema è che molti di voi negli anni 60 non c'erano e la memoria è corta.
    • Rosario Contarino 3 anni fa
      ... il link è stato tagliato, bisogna aggiungere dopo "_" anche "en.pdf"
  • franco graziani 3 anni fa
    Collegio Unico Nazionale,senza ombra di dubbio,il M5S e' aperto alle istanze locali,ma si batte per fare dell'Italia una grande Comunita'condivisa ove chi rimane indietro possa trovare solidarieta' e sostegno anche a 1000 Km.di distanza...no ai localismi egoistici,si al rilancio delle specificita'di ogni dove,ma uniti su un'unica strategia ed obiettivo.Dopodiche'..fa bene BEPPE a denunciare il Pregiudicatellum come un sistema elettorale che svantaggia il M5S (e il diritto di rappresentanza per tutti)..ma se sciaguratamente dovesse passare..avanti a tutta forza.. "La sfida per il titolo e'contro l'avversario piu' scorretto e pieno di trucchi di sempre e l'arbitro guardera'da un'altra parte,ma tu devi fare quel match,combatti e soprattutto preparati a fondo con l'unico scopo di FARGLI DAVVERO MALE.."--Jack Johnson il piu'grande pugile della storia. day 5 Stelle a tutti f.g-torino.
  • antony gentile (antonelli) Utente certificato 3 anni fa
    ancora una volta Berlusconi ha il vizietto di non dare diritto di voto e scelta preferenze a italiani il pregiudicato Berlusconi ancora ricatta gli italiani col suo scudiere ruffiano renzi il conflitto di interessi di Berlusconi va messo letta hai una possibilità di cacciare il ricattatore che ferma questa italia distrutta da leggi berlusconiane di blocco da anni effettuato dal sistema Berlusconi..va cacciato per conflitto di interesse e compravendita di escort e deputati inquina il sistema politico il berlusconismo...è palese volete capirlo cari ebeti della politica che non capite un cazzo........
  • Rosario S. Utente certificato 3 anni fa
    Una scheda per votare la formazione politica in cui do 3 preferenze ordinate. Prima preferenza, la formazione politica preferita Seconda preferenza, la formazione politica che preferisco dopo la preferenza 1 Terza preferenza la formazione politica che preferisco dopo la preferenza 1 e la 2 Come conteggio i voti Faccio la classifica delle formazioni politiche in base alla preferenza 1. Elimino l'ultima formazione politica o tutte quelle che non superano uno sbarramento, per es. 3%. Conteggio le seconde preferenze di tutte le schede che come prima preferenza avevano le formazioni politiche eliminate e le assegno alle formazioni politiche rimnenti. Nella nuova classifica elimino l'ultima formazione politicha e quelle schede vengono riconteggiate tenendo conto della seconda o terza preferenza. Si va avanti così fino a che o una formazione politica raggiunge il 50%+1 o si esauriscono le preferenze. Mi pare bello. Un po complicato il conteggio però val la pena Conteggio delle preferenze nel Sistema descritto prima. Collegio Unico all'australiana. I seggi in parlamento vanno assegnati in base a quanto descritto prima assegnazione delle preferenze su più collegi (grandi piccoli, fate un po voi): Come si vota: Si usa una scheda differente in cui posso anche votare per una candidato di una diversa formazione politica (un solo candidato come da Referendum 1993) eventualmente si può anche dare una preferenza negativa. Stabilito che in un determinato collegio vengono eletti X parlamentari, e stabilito quanti di questi vanno a ciascuna formazione politica le preferenze stabiliscono chi sale per ciascuna formazione politica. Vantaggi del sistema Se l'elettorato non è troppo frazionato si dovrebbe avere un vincitore con il 50% +1 dei seggi (o anche i 55% da stabilire). Se l'elettorato è molto frazionato nessuno si pappa la torta e mi pare giusto così.
  • luc_nava 3 anni fa
    scritto e riscritto anni fa.. il miglior sistema e che il popolo elegge i presidenti di regione, (come i sindaci) i presidenti di regione sono anche parlamentari che legiferano e conducono la camera,, le leggi vanno messe ad un referendum popolare prima di essere approvate, ogni presidente gestisce la sua regione in base alle necessita', il tutto controllato dal presidente della repubblica (tutore della costituzione ) eletto dal popolo e non dai partiti. ELIMINAZIONE e divieto di qualsiasi "partito" con relativi finanziamenti di qualsiasi tipo. Le regioni si devono autofinanziare e possono regolare le tasse comunali a secondo .Eliminazione completa delle provincie e del senato. Solo il popolo puo' eleggere Manager delle istituzioni statali sotto concorso, Merito ed eliminazione, vinca il migliore . Direttori di asl, Assessori, ecc. devono passare un concorso pubblico ed essere selezionati in base ai meriti, dopo ,( i migliori devono essere votati dal popolo. La formazione di qualsiasi partito,lobby, dovra' essere punita come tradimento alla patria. Impiccagione immediata in una pubblica piazza di qualsiasi criminale, condannato, mafioso, ndrangheta, camorra, ergastolo e sequestro dei beni per chi evade volontariamente le tasse oltre i centomila euro, reclusione per evasioni minori. Le tasse devono essere eque e ragionavoli. Eliminazione di tutto il sistema giuridico e leggi, rifacendole nuove aggiornate ai tempi. Eliminazione di tutto il sistema burocratico contruito negli anni, sostituito da regole nuove semplici e chiare. Questa e la vera democrazia dal basso.
  • Rosario S. Utente certificato 3 anni fa
    Vantaggi del sistema Se l'elettorato non è troppo frazionato si dovrebbe avere un vincitore con il 50% +1 dei seggi (o anche i 55% da stabilire). Se l'elettorato è molto frazionato nessuno si pappa la torta e mi pare giusto così. I seggi vengono comunque dati secondo la scelta dei cittadini (1 scelta, 2 scelta e 3 scelta) che possono liberamente scegliere fra tutte le formazioni politiche in gioco. Non solo le prime due in un eventuale doppio turno. Vi sono le preferenze per i singoli candidati e sono molto libere. Per esempio: Del M5S mi fido e per me un candidato vale l'altro. Quindi lui sarà la mia prima scelta nella scheda che assegna i seggi alle formazioni politiche. Del PD mi piace Giacchetti (è solo un esempio!!!!) e gli do il voto anche se il PD non l'ho scelto proprio. Se in molti la pensano come me allora del PD saliranno pochi deputati, ma probabilmente salirà Giacchetti. E se magari Renzi mi piace poco (questo è vero) gli do la preferenza negativa tie!
  • Viviana Vi Utente certificato 3 anni fa
    Anche per Paolo Ferrero (RC) la legge proposta da Renzi/Berlusconi è peggio del Porcellum e anche più incostituzionale, è addirittura peggio della Legge Acerbo voluta dal fascismo. Intanto non è proporzionale ma ipermaggioritaria e non ha alcuna soglia minima per far scattare il premio. Inoltre toglie all’elettore le preferenze. Le liste sono più corte ma coi soliti nominati dalla segreterie. Ma c’è di peggio: mentre il porcellum premiava esageratamente chi vince, qui si penalizza esageratamente chi perde. Con la soglia dell’8% i piccoli partiti sparirebbero cancellando il voto di milioni di elettori oppure dovrebbero mettersi a servizio dei partiti maggiori. Renzi vuol fare una semplificazione autoritaria del sistema politico, che diventa simile ad un consiglio di amministrazione di una azienda, in cui il “parco buoi” dei piccoli azionisti non ha mai voce in capitolo. Per la governabilità assoluta si aumenta il potere oligarchico di pochi e si riduce al silenzio la maggioranza non inquadrata della popolazione. Chi ha i soldi per restare in lizza rimane e non rischia mai di entrare in concorrenza con chi è escluso dal campionato. Ovviamente questo non ha nulla a che vedere con la democrazia e la rappresentanza del popolo sovrano. L’idea base è ridurre alla miseria il popolo con l’austerità e poi cambiare la leggi per impedire al popolo di organizzarsi per costruire una alternativa. Il nodo fondamentale non è più la governabilità ma l’espulsione dalla scena di tutte le alternative al sistema. E questo è la distruzione della democrazia! La legge Renzi/Berlusconi è molto peggio della famigerata Legge Acerbo voluta da Mussolini nel '24 dopo la marcia su Roma. Con Renzi, Matteotti probabilmente non sarebbe mai stato assassinato, per il semplice motivo che non sarebbe stato eletto in Parlamento e non avrebbe mai potuto denunciare là le malefatte del regime.
    • Viviana Vi Utente certificato 3 anni fa
      quanti fanatici di Renzi ci sono! tutti che adorano il nuovo fascismo che avanza Complimenti!!
  • jb Mirabile-caruso Utente certificato 3 anni fa
    Simone B.: "A dire il vero il M5S al Governo ci poteva anche andare ..................o comunque poteva determinare le sorti ed imporre ..................l'AGENDA. ..................Purtroppo, il Purismo dei DURI e PURI ci ha regalato e ..................consegnato lo SPETTACOLO DI QUESTI MESI E DEL ..................GOVERNO BUR-LETTA con tanto di RESURREZIONE DEL ..................NS. SALVATORE BERLUSCONI"...................................... Signor Simone B., mi sto domandando con che cosa Lei stia mai comparando - nella Sua testa - "lo spettacolo di questi mesi" regalatoci dal "Purismo dei DURI e PURI". Certamente, suppongo, noi avremmo oggi - almeno nella Sua immaginazione - uno scenario completamente diverso da quello presente, SE il "Purismo dei duri e puri" non si fosse messo di traverso a vietarne la realizzazione. Cosí Lei ragiona. Ora, a me non interessa tanto conoscere la descrizione di questo Suo ipotetico scenario, quanto, invece, comprendere se Lei creda, DAVVERO come REALE, questo ipotetico scenario, oppure se Lei sia pienamente cosciente di trattarsi di una pura Sua "immaginazione" senza alcun fondamento di realtà. Perché, in quest'ultimo caso, che io considero senz'altro il più auspicabile e felice per Lei e tutti quanti, Lei dovrebbe provare un salutare grande imbarazzo per aver giudicato sarcasticamente i Suoi compagni di Movimento senza avere nelle Sue mani alcunché di concreto, ma solo una "supposizione"; mentre, nel primo caso, l'aver confuso "immaginazione" per "realtà" dovrebbe indurLa ad una lunga riflessione. Se necessario, anche ad una consulta specialistica. In funzione del "SE" ipotetico, egregio Signor Simone B., tutto è pensabile, immaginabile, fantasticabile, sognabile, concepibile e - perché no? - persino possibile in virtù di un miracolo in cui nemmeno crediamo, ma finire veramente col crederci, è cosa GRAVE assai!!! Avremmo un caso parallelo a quello del Pregiudicato che crede veramente di essere innocente!!!
  • Rosario S. Utente certificato 3 anni fa
    Conteggio delle preferenze nel Sistema descritto prima. Collegio Unico all'australiana. I seggi in parlamento vanno assegnati in base a quanto descritto prima assegnazione delle preferenze su più collegi (grandi piccoli, fate un po voi): Come si vota: Si usa una scheda differente in cui posso anche votare per una candidato di una diversa formazione politica (un solo candidato come da Referendum 1993) eventualmente si può anche dare una preferenza negativa. Stabilito che in un determinato collegio vengono eletti X parlamentari, e stabilito quanti di questi vanno a ciascuna formazione politica le preferenze stabiliscono chi sale per ciascuna formazione politica.
  • antonello c. Utente certificato 3 anni fa
    .. coerenza di intenti del nostro movimento , dar modo ai cittadini di partecipare e decidere insieme ..
  • Antonio* °Cataldi (capisc'a me) Utente certificato 3 anni fa
    Per chi si fosse perso un grande Di Battista, ieri a Servizio Pubblico i suoi due interventi. http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/01/24/servizio-pubblico-di-battista-non-siamo-diretti-da-grillo-o-casaleggio/262379/ Capisc'a me
  • M. Mazzini 3 anni fa
    Non a caso Israele ha scelto il collegio uninominale nazionale perchè è il sistema che difende al meglio l'integrità nazionale. L'Italia, paese attaccato su tutti i fronti (sia esterni che interni) avrebbe proprio bisogno di una classe politica al di sopra dei particolarismi territoriali e più rispondente agli interessi nazionali. Purtroppo si va verso la disgregazione dell'Italia come sistema-paese (la proposta del duo B.R. sul Senato come camera delle autonomie) va in tal senso.
  • Viviana Vi Utente certificato 3 anni fa
    SERGIO DI CORI MODIGLIANI Qualcuno si lamenta che faccio propaganda.Vero Perché vivo la realtà con passione e non con interesse cinico.Nessuno mi paga.E cerco di instillare in chiunque la passione Lo faccio da sempre.Se vedo un film o leggo un libro,scoccio tutti perché vadano a vederlo o leggerlo.Come fa ogni innamorato.Senza Passione non esiste Politica E andando solo contro,non esiste né Passione né Politica.L’insulto e l’odio producono solo sfogo di rabbia,ma non porteranno mai alla passione che è agli antipodi Seguiterò a far propaganda sempre a tutto quello che mi appassiona.Quando non mi appassiona più,smetto.Se poi si smascherano altarini,scatta la funzione critica.I tifosi,invece,non fanno propaganda perché sono innamorati.Fanno propaganda perché sono tifosi(cioè accecati).Sono acritici Noi,in Italia,viviamo in un tifo da stadio.E’ il trionfo del berlusconismo,che ha applicato la pubblicità marketing per imbavagliare la nazione Tra propagandista e tifoso c’è una differenza abissale Politicamente non faccio il tifo per nessuno Faccio propaganda a ciò che ritengo utile per migliorare la situazione collettiva della Nazione.Se non è più utile,scatta la funzione critica Ho fatto propaganda per Grillo e il M5S,perché pensavo servisse un grande scossone per la Nazione.Ingenuamente pensavo che sarebbe stato per la sx come una sveglia per il cambiamento.Non è stato così.Seguiterò a fare propaganda per lui se la situazione dovesse rimanere così com’è,dato lo stato immondo della classe politica attuale.Nel frattempo,mi riservo il diritto alla critica,perché il M5S lo trovo fantasticamente presente nel picconaggio di un sistema marcio, latitante nella fase costruttiva del progetto culturale.C’è una costante ricerca di informazioni.Ma che ci facciamo con le informazioni se non siamo in grado di elaborarle? Non è mai accaduto che un post abbia dato inizio a una qualche battaglia politica ideale che si diffonde. Voteremo per voi,ma lo faremo per disperazione.
  • Rosario S. Utente certificato 3 anni fa
    Collegio Unico all'Australiana. Si vota così: Una scheda per votare la formazione politica in cui do 3 preferenze ordinate. Prima preferenza, la formazione politica preferita Seconda preferenza, la formazione politica che preferisco dopo la preferenza 1 Terza preferenza la formazione politica che preferisco dopo la preferenza 1 e la 2 Come conteggio i voti Faccio la classifica delle formazioni politiche in base alla preferenza 1. Elimino l'ultima formazione politica o tutte quelle che non superano uno sbarramento, per es. 3%. Conteggio le seconde preferenze di tutte le schede che come prima preferenza avevano le formazioni politiche eliminate e le assegno alle formazioni politiche rimnenti. Nella nuova classifica elimino l'ultima formazione politicha e quelle schede vengono riconteggiate tenendo conto della seconda o terza preferenza. Si va avanti così fino a che o una formazione politica raggiunge il 50%+1 o si esauriscono le preferenze. Mi pare bello. Un po complicato il conteggio però val la pena
  • orlando g. Utente certificato 3 anni fa
    grandissima Ciprini nel suo intervento in parlamento contro i 173 parlamentari che hanno votato pro fiscal compact e mes. ORA LEGGETE PERCHè MAI NESSUNO DEI NS PARLAMENTARI SI RIBELLA A QUESTE LEGGI E TRATTATI CRIMINALI CONTRO IL POPOLO Accanto all’oscuro Carlo Bozotti, re della micro-elettronica che controlla l’infrastruttura web, siedono Paolo Scaroni dell’Eni e rampolli delle più importanti dinastie dell’élite italiana, da John Elkann del gruppo Fiat a Rodolfo De Benedetti della Cir. Sono gli onnipotenti signori della Ert, European Round Table of Industrialists, la super-lobby più potente della Terra. Fondata trent’anni fa su iniziativa di Reagan per controllare l’Europa, con la partecipazione di italiani come Umberto Agnelli e Carlo De Benedetti, la Ert è oggi la vera struttura di comando dell’Unione Europea, quella che “detta” le direttive ai vari Barroso e Van Rompuy, i quali poi – a catena – le passano agli ultimi esecutori periferici, che in Italia si chiamano Berlusconi e D’Alema, Letta e Monti. La notizia? «Ormai, convinti di aver vinto, si sono aperti il loro bravo sito dove si presentano per ciò che sono, suddivisi per settori di competenze e segmenti di mercato». Ora prova a smascherarli un documentario dirompente, “The Brussels Business”, diretto da Friedrich Moser e Mathieu Lieuthert, che verrà proiettato nelle principali città europee.
  • ruggiero carpagnano 3 anni fa
    Di Battista ,fassina,ferrara!!!!!ma li avete ascoltati da Santoro? un gigante e 2 pigmei!!!il continuiamo ad andare in tv in questo modo: anche l'italiota più duro di comprendonio capisce le differenze!!! li distruggiamo! fassina!!sei odioso, spocchioso e parli del nulla! ferrara! per favore..........
  • Rosario S. Utente certificato 3 anni fa
    Sono per il collegio Unico all'Australiana
    • Io  (casa mia) Utente certificato 3 anni fa
      Sì, anche io. Si discute tanto su leggi elettorali fondamentalmente antidemocratiche o che non garantiscono la governabilità, ma la legge australiana ha nessuno di questi difetti. Solo che è difficile far informare la gente a riguardo.
  • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
    Italicum, peggio della Legge Acerbo voluta dal fascismo di Paolo Ferrero La proposta di legge elettorale avanzata da Renzi, Berlusconi e Alfano è peggio del Porcellum ed è più incostituzionale del Porcellum. Questo per due semplici motivi. Innanzitutto, come il Porcellum la proposta Pd/Pdl è ipermaggioritaria e nei fatti non ha alcuna soglia minima per far scattare il premio. Semplicemente se il primo partito raggiunge il 35% il premio scatta automaticamente, se questa soglia non viene raggiunta il premio scatta dopo un ballottaggio. Quindi la distorsione della rappresentanza che la Corte Costituzionale ha ravvisato nel Porcellum è pienamente confermata dalla proposta Renzi. Parimenti la possibilità dell’elettore di scegliere il proprio candidato continua a non esistere in quanto le liste elettorali, per quanto più corte, sono fisse ed insindacabili. Quindi anche il secondo rilievo di incostituzionalità sollevato dalla Corte non viene risolto dalla proposta Renzi. Sin qui ci troviamo quindi di fronte ad una proposta che riproduce gli effetti del Porcellum e i vizi di costituzionalità dello stesso. Esiste però un motivo preciso per cui il sistema elettorale proposto da Renzi e Berlusconi è peggiorativo del Porcellum. Nel caso del Porcellum la distorsione della rappresentanza riguardava nella sostanza il premio di maggioranza, cioè chi vinceva. Nella nuova legge elettorale proposta la distorsione si concentra invece anche – per certi versi soprattutto – su chi perde. La scelta di fare sbarramenti che partono dall’8%, ma che in realtà sono molto più alti, riduce nei fatti a 2 o 3 grandi partiti la possibilità di accedere alla rappresentanza istituzionale, mettendo fuori dal Parlamento tutti gli altri. La cosa che salta agli occhi è che questa esclusione non ha alcuna giustificazione: se il premio di maggioranza viene giustificato in nome della governabilità, che cosa giustifica il fatto che solo minoranze sopra l’8% possano entrare in Parlamento? Il punto allora
    • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
      Il buon Ferrero, finto comunista alla Bertinotti, arriva con una settimana di ritardo, Toninelli ha detto le stesse cose portando anche validi esempi delle storture che produce questa legge
    • ETTORE L. Utente certificato 3 anni fa
      Il grave, nella vecchia legge elettorale e nella nuova proposta, e' che il premio viene dato alle coalizioni, per cui un partito del 20%, nella sostanza puo' ricevere il premio e guidare la Nazione!
    • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
      http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/23/italicum-peggio-della-legge-acerbo-voluta-dal-fascismo/854837/#.UuHfft9DSQN.facebook
  • ETTORE L. Utente certificato 3 anni fa
    Collegio unico nazionale. Per i localismi ci sono i comuni e le regioni e si spera non piu' le provincie. Il controllo degli eletti si potra' ottenere con l'introduzione del voto palese.
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      Concordo con te. Aggiungerei inoltre una modifica alla Costituzione introducendo la possibilità di consultazione online degli aventi diritto al voto, attraverso un sistema di identificazione univoco del votante oppure attraverso l'immissione del voto presso terminali appositamente cablati in una sorta di "Intranet di Stato" da posizionare fisicamente in ogni ufficio postale ( Poste che non dovranno più essere Banche e soprattutto non dovranno essere aziende private ). Ciao.
  • marino marquardt Utente certificato 3 anni fa
    CONFLITTO D'INTERESSI, "HENRY PALLE D'ACCIAIO" LANCIA LA BUCCIA DI BANANA. Vogliono infilzarlo delicatamente, quasi senza farsene accorgere, a "sua insaputa" per dirla con una espressione corrente. E, all'uopo, il fondoschiena del pischello fiorentino è già invaso da copiosa e invisibile vasellina. Ma lui - il Pischello - non si è ancora avveduto del pericolo che corre... Alla più recente spalmata ha provveduto l'apparentemente mite e dimesso "Henry palle d'acciaio".lanciando sul tavolo delle riiforme la sempre promessa e mai varata legge sul conflitto di interessi. Una buccia di banana che potrebbe finire col mandare a buone donne l'accordo Pischello-Gangster e col precipitare entrambi nel letame.
  • Bruno floris 3 anni fa
    A mio parere andrebbe bene un collegio intermedio con il recupero in un collegio unico nazionale, ma con un criterio aggiuntivo: le regioni che faranno parte dello stesso collegio dovranno avere un numero di cittadini elettori confrontabile, per non privilegiare troppo una regione su l'altra. Grazie per l'ottimo lavoro che state facendo!
    • Bruno Floris 3 anni fa
      Aggiungo che i collegi dovrebbero essere tre o quattro o al massimo cinque, per avvicinarsi il più possibile al nazionale.
  • Stefano A. Utente certificato 3 anni fa
    Secondo me dipende dalla natura del sistema parlamentare. In un parlamento bicamerale (come auspico) penso sia importante una sccentuata differenziazione elettorale. Uninominale per in ramo e a collegio unico per l'altro, in modo da bilanciare gli interessi e sterilizzare gli effetti negativi dell'uno e dell'altro metodo. In un sistema monocamerale il male minore è dato dal sistema intermedio
  • Viviana Vi Utente certificato 3 anni fa
    SERGIO DI CORI MODIGLIANI (sunto) Negli ultimi 800 anni di Storia non è mai accaduto che i detentori del potere abbiano riformato il Potere.Tranne 2 volte.Nel 1789,in Francia, quando Desmoulins,Robespierre, Danton e Marat vararono la nuova costituzione e cambiarono completamente la struttura dello stato.E nel 1933,in Usa,quando Roosevelt,Truman e Keynes, invece di arricchirsi foraggiati dal sistema banditesco della finanza internazionale,scelsero di imbavagliarla mettendola al servizio della comunità,col più vasto piano socio-economico di sviluppo mai fatto Chi ha il potere e ne gode con ampi spazi di privilegio,è difficile che vi rinunci per consentire agli altri di avere accesso ai beni materiali Gli antichi echi dell'inconscio collettivo scimmiesco permangono ancora,determinando l'ipnosi bulimica dell'arroganza del più forte, come i gorilla Non ci siamo ancora completamente evoluti Raramente chi gestisce il potere,un mattino si sveglia e,rendendosi conto che ha 10 mele mentre milioni di persone non ne hanno neppure una, decida di distribuirne 9 per venire incontro ai più deboli Alla narcolessia serve in Italia la televisione, la stampa,i giochetti su face book… così che la gente si addormenti sempre più e si allontani dalla possibilità di una rivolta In Italia siamo testimoni di un Grande Paradosso L'attuale classe dirigente lavora per impedire che si verifichi e si manifesti una possibilità pacifica e armonica di cambiamento.Fa di tutto per evitare ogni forma di modificazione dinamica del tessuto sociale,pensando se stessa come eterna,caratteristica di tutti i sistemi di potere chiusi,miopi,dittatoriali.Sa di essere inseriti in un meccanismo marcio,che non funziona più,ma non sa optare per la soluzione armonica perché ha la vista vista corta Il Grande Paradosso consiste nel fatto che l'unica formazione politica moderata,perché riformatrice,sia quella di M5s. segue sotto
    • Viviana Vi Utente certificato 3 anni fa
      Ascoltare in tv l'on.Di Maio è come ascoltare un solido liberale come Baslini (per chi è di dx) o un socialista come Nenni (per chi è di sx) 40 anni fa.Quando ascolto,invece,la controparte -Letta, Berlusconi o Renzi-ho la sensazione allarmante che si vuole rimandare qualsiasi cambiamento strutturale per mantenere la situazione esattamente com'è,avendo cura di non intaccare nessun interesse economico costituito Così l'Italia seguiterà a degradare, giorno dopo giorno e a nulla serviranno i roboanti annunci di ripresa all'orizzonte.Non c’è nessun cambiamento, nessuna riforma,se non si intaccano gli interessi costituiti. “Riforme strutturali" non vuol dire chiacchierare sulla legge elettorale,ma "intaccare interessi esistenti e modificare il tessuto produttivo della nazione", per es. imporre con forza il pagamento della tassa al gioco d'azzardo, arrestare i grandi evasori,abbattere i costi esorbitanti dei vari funzionari con i multipli incarichi o le multiple superpensioni Paradossalmente si ostacola l'affermazione di una linea moderata e riformatrice,quella che porterebbe verso la soluzione armonica e pacifica,quella delle riforme strutturali reali "Lo Stato si abbatte non si cambia",dicevano le Br.E' questo fanno. Dopo aver depauperato e spolpato lo Stato,ne stanno abbattendo l'ossatura: un piano strategico da autentici terroristi. Noi modesti cittadini siamo gli unici rimasti a combattere per la legalità,la tenuta dello Stato, le riforme strutturali,il pagamento dei debiti e dei crediti,la richiesta di investimenti,la salvaguardia del territorio, la lotta alla criminalità organizzata,il ripristino del rispetto delle regole. Negli anni'80 abbiamo sconfitto le Br, riusciremo a battere anche questi. I conservatori dello Stato sono diventati dei terroristi. Così come i cittadini rivoluzionari del M5S si sono trasformati in moderati per il cambiamento.
  • Luca 3 anni fa
    Ogni giorno una vittoria a 5 Stelle. Ogni giorno un colpo di spugna alla sporcizia del Pd. Lobbisti smascherati. La battaglia contro le lobby collegate alla politica continua.... Bisogna essere davvero ciechi per non accorgersene. W M5S
  • Claudio Solarino Utente certificato 3 anni fa
    Nella precedente puntata mi ero già espresso convintamente (letta la nostra Costituzione - art. 1; art. 48. c.2; art. 3 c. 2) per un sistema elettorale di tipo PROPRZIONALE PURO. Oggi mi esprimo altrettanto convintamente a favore di un COLLEGIO UNICO NAZIONALE, che è quello che garantisce la più ampia libertà di scelta all'elettore e, corrispettivamente la più ricca offerta di candidati, cioè in definitiva risulta il più competitivo. Inoltre tale collegio mi pare meglio incarnare il legame di rappresentanza degli interessi nazionali del singolo parlamentare in oseequi all'art. 67 Cost. (divieto di mandato imperativo).
  • Alfonso Moretto 3 anni fa
    Perché solo Giannulli? Servirebbe anche qualche altra fonte di formazione-informazione. Comunque stando a quanto ho capito (che non è molto) propenderei per il collegio unico nazionale. Tuttavia per una materia così delicata, complicata e decisiva, ci si sarebbe dovuti dedicare già da tempo senza arrivare a dover decidere all'ultimo momento e impreparati. Ma tant'è: nei minuti che ci restano i cittadini si impegneranno a capire e a far capire.
    • Corrado Allegro Utente certificato 3 anni fa
      Buongiorno Alfonso, Giannuli presenta le diverse opzioni in modo professionale e non di parte, ciò di cui parla sono notizie tecniche e, se ascolti bene le lezioni, non tende mai a giudicare un sistema migliore o peggiore di un altro. Quanto alla critica del "troppo tardi" mi verrebbe da chiedere, con una punta d'ironia ma sempre con il massimo rispetto: " E tu dov'eri ? Perché non sei stato tu il primo a cercare informazioni per poi metterle a disposizione del Blog ?" Ad ogni modo non siamo in ritardo, pensa sempre che milioni di italiani, tutti coloro che seguono giornalmente il Blog, oggi conoscono la materia elettorale in modo abbastanza approfondito da poterne discutere e scegliere, mentre centinaia di deputati e senatori, che dovranno decidere per 60 milioni di italiani, non sanno nulla ! In alto i cuori.
  • vincenzo matteucci 3 anni fa
    Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista e TUTTE le altre ( ed altri) PORTAVOCE del M5S, Beppe Grillo e Casaleggio, TUTTI gli iscritti e simpatizzanti del MoVimento 5 Stelle, siete sempre più.........STREPITOSI !!!! Sentiamo sempre di più un'aria di vittoria !! Potranno fare le leggi elettorali che vogliono, ma NON SFUGGIRANNO alla loro SCONFITTA !! L'Italia sta veramente CAMBIANDO e la "partitocrazia" dovrà "andarsene via", con le buone ( possono ancora "arrendersi" !), o con le cattive ( con una "batosta elettorale" !). Dovranno RESTITUIRE tutto il "mal tolto", RESTITUIREMO ai Cittadini i 98 MILIARDI delle slot-machine, ecc...ecc.... e finalmente l'ONESTA' tornerà di moda !!! Poi toccherà all'Europa ed...al mondo !!!! FORZA, FORZA, FORZA, FORZA, FORZA, FORZA, FORZA, MoVimento 5 Stelle !!!!!!!!
  • Simone B. Utente certificato 3 anni fa
    Della Serie: COGLIONI , COGLIONI COGLIONI!!!! Ma Come ! Adesso abbiamo paura della Legge Elettorale di Renzi+B ? Avevo forse capito male, ma non si doveva raggiungere il 51%..? Riavvolgiamo il film. Un anno fa di questi giorni, stava per esserci un governo VENDOLA + BERSANI, ma grazie alle rivelazioni “fondamentali” sul Monte Paschi di Siena (affaires noto del 2007) ci siamo trovati con il più dei clamorosi (e non previsto) PAREGGIO A TRE!!! A dire il vero il M5S al Governo ci poteva anche andare o comunque poteva determinarne le sorti ed imporne l’AGENDA (Allora si che il voto al M5S sarebbe servito a qualcosa). Purtroppo, il Purismo dei DURI e PURI ci ha regalato e consegnato (al paese) lo SPETTACOLO DI QUESTI MESI E DEL GOVERNO BUR-LETTA con tanto di RESUREZIONE DEL NS. SALVATORE BERLUSCONE. Oggi mi viene in mente solo una cosa. Italiano e' un popolo che non si merita niente di più che quello che ha .....(ovvero sempre meno) Abbiamo risparmiato 42 milioni , possiamo accontentarci CI ASPETTANO GIORNI FANTASTICI…… GODIAMOCI RENZIE+B!! COGLIONI , COGLIONI COGLIONI!!!! Cerchiamo di capire chi comanda davvero, GUARDATEVI il VIDEO del Link . http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpageoccorre togliere le concessioni TV a Berlusconi ! Sarebbe MOLTO PIU’ IMPORTANTE che togliere i finanziamento ai PARTITI (visto i danni che provoca un informazione truccata), FORZA M5S FATELO!!!! Tuttavia, credo che se si vuole essere SIMBOLI DI COERENZA : la prima cosa da fare è quella di dire ben chiaro a tutti CHE SE SI VUOLE CAMBIARE IL PAESE (in meglio) lo si può fare solo se SONO DISPOSTI A CAMBIARE GLI ITALIANI………… (Guarda caso, Chi non vuole cambiare sono proprio coloro che OGGI chiedono la morte dell’EURO)
    • Michele M. Utente certificato 3 anni fa
      Ma chi ti dà il diritto di giudicare l'operato delle persone, non ti piacciono più ... torna a votare uno dei due condannati e togliti dalle scatole... grazie.
  • jb Mirabile-caruso Utente certificato 3 anni fa
    ======================================== Il mio voto è per il Collegio Unico Nazionale. ======================================== Non senza, tuttavia, condividere con il Blog - non escludendo dal Blog né Beppe, né Gianroberto, né i nostri Parlamentari - una mia vecchia, inquietante perplessità. Ognuno di noi - leggendo prima l'articolo di Giannuli, e poi i moltissimi commenti in tema - si sarà certamente reso conto che questa specifica tematica relativa alla Legge elettorale - così come tutte le molte altre specifiche tematiche - NON è per nulla semplice come appare in superficie, ma, al contrario, diventa sempre più complessa man mano che procediamo nel suo approfondimento. Al punto che ci è spontaneo domandarci se sia mai possibile che ogni singolo Cittadino possa REALISTICAMENTE conseguire una tale piena conoscenza della tematica in questione da essere considerato oggettivamente qualificato ad esprimere un voto di VERA COMPETENZA. Non dimentichiamoci che di tematiche se ne contano a centinaia: tutte complesse, tutte richiedenti lunghissimi studi di approfondimento, tutte altamente specialistiche, tutte cruciali nel determinare il corso ed il futuro di una Nazione. Nel contesto della Democrazia Diretta - mi domando - è concepibile che TUTTI i Cittadini abbiano una perfetta conoscenza di TUTTO, così da prendere la corretta decisione per il bene supremo della Nazione? Oppure, siamo spinti di forza alla conclusione che la realizzazione della Democrazia Diretta deve giocoforza percorrere la strada del "voto competente", il voto, cioè, esclusivamente legato alla competenza di una - o più di una - specifica tematica? Al momento - vorrei osservare - noi abbiamo una visione decisamente astratta - persino fiabesca - della Democrazia che il Movimento vuole realizzare. Penso sia il caso ed il tempo di entrate nel concreto della sua realizzazione, se non altro, per non farci ridere addosso da quanti la Democrazia la usano come maschera del loro regime oligarchico.
    • rita marotta 3 anni fa
      la sfida è anche con noi stessi cittadini....dobbiamo impegnarci di più e quindi approfondire - direi anche studiare - gli argomenti per poter decidere e votare poi.....è finita la pacchia di delegare a scatola chiusa e sempre poi pronti a criticare in quanto delusi dalle aspettative..........forza e coraggio, impegniamoci e studiamo l'argomento!!
  • Robb Stark Utente certificato 3 anni fa
    Scelto il proporzionale scarterei l'uninominale per un po' di coerenza della legge che dovrete scegliere! Personalmente supportando il proporzionale puro non posso che spingere per gli altri due! Rispetto al primo quesito non spingo per uno particolare; anzi capirei benissimo in Italia di un collegio intermedio dove premiare anche le formazioni concentrate su livello interregionali; non pensate a quello che conviene a voi o altri, ad esempio la Lega preferirebbe intermedio, i centristi raccoglierebbero a Sud, voi nelle regioni adriatiche e un paio di boom, Il Pd la "zona rossa", ma tutto è relativo, forse le liste localiste -sarde, trentine, valdostane- preferirebbero l'uninominale PS: Suggerisco intermedio se poi nel concreto del territorio s'intende da una dimensione minima interprovinciale fino a interregionale! Perchè tra uninominale e nazionale, l'intermedio può prendere tante pieghe, quello "spagnolo" è molto più vicino all'uninominale, criticatissimo dagli spagnoli che stabilisce un bipolarismo che non esiste nemmeno da loro in realtà http://www.lavoce.info/come-funziona-il-sistema-elettorale-spagnolo/
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    https://www.youtube.com/watch?v=ybAjoakKHSk#t=2782 conferenzaa stampa di beppe con la stampa estera.integrale!
  • Francesca B. Utente certificato 3 anni fa
    Quando si tratta di ragionare su argomenti complessi come anche questo, dove c’è da immaginare le conseguenze, abbastanza imprevedibili, delle scelte di un gran numero di persone, per cercare di vederci più chiaro, immagino sempre di restringere il problema alla cerchia di una piccola tribù di indiani. Una cinquantina, al massimo un centinaio di irochesi che devono eleggere il capotribù e il consiglio dei saggi. La mia tribù sarebbe per il proporzionale, ma anche per i collegi uninominali: così se Orso Pescatore viene eletto nel collegio delle Cascate, o Mustango Volante nella circoscrizione delle Praterie, l’intera tribù si potrà fidare di loro dal momento che sono ben conosciuti nelle loro rispettive frazioni. Essere troppo radicati nel territorio comporta dei rischi? Potrebbe essere che Volpe Bianca si riveli peggio di Lupo Piddino dei Visi Pallidi? Per non avere di questi problemi, lo dicono pure gli sciamani, basta che gli elettori della tribù tengano gli occhi aperti e più che eleggere dei savi, cerchino di essere saggi loro stessi.
  • mister x Utente certificato 3 anni fa
    in vendita il tablet che si pilota con lo sguardo. Gasparri ne ha già rotti tre
  • Gaetano Cervino 3 anni fa
    Ma per collegio intermedio cosa si intende? Non è spiegato! Può essere un colleggio grande o invece un sistema che preveda una parte eletta col sistema uninominale e l'altro col colleggio nazionale. Se fosse l'ultima ipotesi preferirei questo sistema con i giusti pesi in modo da ridurre difetti Di entrambi gli estremi ed enfatizzarne invece I vantaggi. Se qualcuno lo sa potrebbe rispondermi per favore, grazie.
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    mi dicono che anche Di Battista grandissimooooo da sant'oro!!!si va in tv e si vince infretta!!!!!!olèèèèèèèèèèèèè
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      morena e giorgiooooo sììììììììììììì!!!!
    • Pavia 3 anni fa
      Complimenti per la coerenza.
    • Morena . Utente certificato 3 anni fa
      Siiiiiiiii Luca! Di Battista è un Grande!!!! Tutti i 5 Stelle!!! Ce la faremo,Vinciamo Noi!!!!!!!! Buonanotte
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
      Il pubblico in studio sta applaudendo ancora adesso... ;)
    • SPONSOR 3 anni fa
      TV estere oppure nazionali pagate da cairo compresi sponsor? Servizio pubblico?
  • cromwell nel suo pugno la forza del popolo Utente certificato 3 anni fa
    DICHIARAZIONE DEL «TRENDS RESEARCH INSTITUTE» Indipendentemente da come i politici di professione lo deridono, o da come i media tradizionali lo descrivono, il "populismo" è un mega-trend che sta spazzando l'Europa, e presto si diffonderà in tutto il mondo.Con i paesi impantanati in una lunga recessione e costretti a seguire le misure di austerità del trio UE-BCE-FMI, con le popolazioni disgustate dalla corruzione dei partiti politici, i MOVIMENTI POPULISTI cercheranno senz’altro di riconquistare l'identità nazionale, e di liberarsi dalla dominazione dell’euro e di Bruxelles. Questi movimenti abbatteranno i partiti di governo e costruirne di nuovi.Ragazzi, il M5S è un movimento Populista? W il 5 stelle, movimento populista che spazzerà via tutta l'immondizia del parlamento corrotto. Perchè ho questo nick? Perchè Cromwell ripulì il parlamento inglese di tutti i corrotti, e fece decapitare il re Carlo Stuart, traditore del popolo e corruttore.Per me Beppe è un nuovo Cromwell, eliminatore dei corrotti, e alfiere di un parlamento pulito.Purtroppo il parlamento pulito, creato da Cromwell, durò solo 5 anni durante la sua assenza, dopo la sua morte tutto ricominciò come prima.Scaricatevi il film "Cromwell nel suo pugno la forza di un popolo" e vedrete se non evoca Le battaglie di Beppe.Parafrasando, io dico "Beppe Grillo, nel suo coraggio il nostro destino"
  • walter messa 3 anni fa
    continuo ad elogiare i meravigliosi,sublimi,soldati che combattono come leoni ,contro gli squallidi partiti mafiosi,nostri assassini,al governo dittatoriale ottenuto con un vero colpo di stato,da 4 pagliacci mafiosi ,manovrati da lobby criminali.ancor prima ,con morra,taverna,sibilla,fico,lombardi,crimi,ruocco,e tutti dico tutti poi, ieri con di maio , stamane in conferenza stampa ai giornali europei ,poco fa di battista , ma proprio tutti,che con la loro eccellente preparazione,mi riempiono di fierezza di essere parte del m5s, orgoglioso nell'ascoltarli,non posso nascondere che mi commuovo ,piangendo di felicita',nel vederli mi si apre una gioia immensa , a dimostrazione che l'utopica ambizione del m5s di cui tutti ,sino a un anno fa',sostenevano impossibile, grazie ai nostri onesti e coerenti ragazzi,dimostra invece di averla gia' realizzata,trasformando sogni ambiziosi ,in semplici e giuste realta',sono fiero di tutti voi e con piena soddisfazione,io e i miei figli non ci stancheremo mai di ringraziare grillo,casaleggio,i 157 ragazzi e tutti noi del m5s.VINCIAMO NOI................................. senza se e senza ma.
    • Morena . Utente certificato 3 anni fa
      Si,possiamo sognare.... Buonanotte
  • john buatti 3 anni fa
    L'Economia Italiana dopo l'introduzione dell'€uro in 2002 inizia a calare (vedere grafico) mentre la Svezia che non usa l'€uro moneta cioè fuori dall'Euro continua a salire! spiegatemi perché la Svezia sale e l'Italia scende! A quelli che dicono che tornare alla lira sarebbe un disastro dico che i dati indicano il contrario ! Svezia http://scenarieconomici.it/leconomia-reale-della-svezia-negli-ultimi-20-anni/ Italia http://scenarieconomici.it/leconomia-reale-dellitalia-negli-ultimi-20-anni/ quando e chi è entrato nell'€uro http://it.wikipedia.org/wiki/Storia_dell%27introduzione_dell%27euro
  • Salvo E. Utente certificato 3 anni fa
    La 1a SINTONIA di Renzius Van Silvius!!! https://www.youtube.com/watch?v=Uji-XUz1_Aw
  • Giorgio Fiandrino Utente certificato 3 anni fa
    Salve professor Aldo Giannulli, è molto bravo a spiegare sinteticamente e in modo mentalmente ordinato l'argomento, però, se fossi possibile accompagnato ciò che lei dice da degli schemini potrebbe essere ancor più chiaro ciò che lei dice. Sono convinto che ci sia la possibilità che alcune persone non abbiano la conoscenza di che cosa sia una circoscrizione, e maggiormente di che cosa siano i resti. E qui un semplice esempietto matematico sarebbe utile. Lo so non è difficile informarsi per altre vie, so anche che il m5s tende a far si che le persone abbiano voglia di sbattersi per informarsi, però: visto che a votare potenzialmente possono esserci persone scarsamente acculturate, e che tutti devono poter capire al meglio ciò di cui si sta trattando, mi sembrerebbe una cosa utile, ove possibile. Grazie per il suo contributo.
    • Leonida 3 anni fa
      Si capisce benissimo, a parte l'ora che offusca le idee e i concetti. Che diceva l'appunto?
    • Giorgio Fiandrino Utente certificato 3 anni fa
      Devo aver le dita spastiche! scusate gli errori, forse pensavo ad una cosa e nel frattempo ne scrivevo un altra. Non vi capita mai?
  • Emilio Risari Utente certificato 3 anni fa
    Tendenzialmente opterei per un collegio unico nazionale, per allontanare le tendenze di priorità per i collegi di appartenenza. Il difetto è che, non conoscendo il rappresentante( magari di zone lontane), debbo sperare comunque di trovare una persona onesta a rappresentarmi/ci. Questa sera Di Battista da Santoro: applausi ad ogni suo intervento, forse il vento cambia direzione? Basiti Feltri e Marchini(?), distrutto Fassina e il conduttore(sono uno dei centomila, ma ho aperto gli occhi) non sapeva cosa dire! Geniale il finale: Ale che spiega di aver avuto la forza di disintossicarsi dal votare pd. Grande.
  • Un fiorentino 3 anni fa
    Sono un ex compagno di scuola di renzi, se lui legge questo blog e si ricorda mi chiamo franceschino, nel lontano 1983 mi rubò e mangiò la mia merenda, lo dissi alla maestra Paolini che saluto ma non leggerà per forza di cose, a sua volta la signora maestra disse con renzino di non farlo piu, ma lui continuò ancora fino a quando non decisi di andare a scuola senza biscotti, da quella volta lui cominciò a rubare quelli degli altri, ma io avevo fame lo stesso.
  • maria . Utente certificato 3 anni fa
    Letta rilancia e propone: 1- No a liste bloccate, ma PrefeRENZiE, 2- Una legge sul CONFLITTO d'interessi! CHI OFFRE di PIU'???? Sicuramente Alessandro Di Battista del M5S: Un vero BOOMERANG a SERVIZIO PUBBLICO!
  • Michele P. Utente certificato 3 anni fa
    Si prenda tutti atto che ci sono dei miglioramenti anche sulle modalità di consultazione! Ora c'è già l'avviso che la SETTIMANA PROSSIMA CI SARA' LA VOTAZIONE ONLINE!
  • Salvo E. Utente certificato 3 anni fa
    Ho visto l'intervento di Alessandro Di Battista a Servizio Pubblico. Ecco, quando vedo e SENTO un mio interlocutore parlare così.. il mio convincimento di aver votato bene aumenta a dismisura.. pari al mio orgoglio per averli votati!! Forza MoVimento, siamo/siete sulla buona strada!!
  • Paola L. Utente certificato 3 anni fa
    DI BATTISTA-RENZI: A PARITA' DI APPARIZIONI TELEVISIVE,QUEST'ULTIMO NON ESISTEREBBE GIA' PIU'.
    • Mauro T. Utente certificato 3 anni fa
      STAVO PER SCRIVERLO IO ED OVVIAMENTE TI QUOTO!!!!!!
  • simone t. Utente certificato 3 anni fa
    "State rubando il futuro dei nostri figli ed il presente dei nostri vecchi" grande Ale, sei stato strepitoso. Grinta da vendere e affilato come un rasoio. M5***** inside
  • Rino piras 3 anni fa
    Sto sentendo alla 7, l'onorevole del PD Ernesto Carbone, grande testa di c...o, falso e bugiardo come tutti i suoi compagni di partito.
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
      Bene, vuol dire che li stiamo colpendo dove fa male.
    • Nico P. Utente certificato 3 anni fa
      Come tutto il resto dei presenti in studio che hanno solo sputato gratuitamente fango sul movimento nel dire che comanda Grillo e che i nostri referenti non fanno nulla. Sono tutti delle merde!!!
  • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
    MA COSA FACCIAMO? UN GRANDE GRAZIE PER L'INTERVENTO DEL GRANDE BEPPE NON LO SCRIVIAMO? GRAAZZZIIEEEE BEEEPPPPEEEEE !!!! W IL M5S
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
      fassina non l'ha presa tanto bene... :)
    • Paola L. Utente certificato 3 anni fa
      ciao!!hai ragione,gravissima omissione!!!Ma in fondo BEPPE SA' QUANTO L'AMIAMO!!!
  • Gab Riele Utente certificato 3 anni fa
    sentite il piddino renziano su la7 adesso... ma proprio non hanno un minimo di pudore!
  • RICCARDO M. Utente certificato 3 anni fa
    Per me la legge elettorale proposta da Renzi è quella che ci dà più possibilità di vittoria: possiamo andare al ballottaggio e giocarcela con il PD, col proporzionale se non arriviamo al 51% non contiamo nulla.
    • Gab Riele Utente certificato 3 anni fa
      non l'ho studiata bene ma lo sai che anche a me gia' da ieri pensavo che al ballottaggio potremmo vincerlo.. anche da Santoro stasera lo hanno detto! l'unica cosa che non ci sono preferenze proporzionali e liste bloccate. abitiam vicino sono piastrino..ciao
  • Alfredo O. Utente certificato 3 anni fa
    Io la prossima settimana voterò per il Collegio Unico Nazionale. ( è quello che mi ha convinto di più)
  • nessun copy 3 anni fa
    lascio la buonanotte a tutte le stelle del movimento (*****grande*il*M5S*****grande*il*M5S*****grande) (*il*M5S*****grande*il*M5S*****grande*il*M5S****) (*granda*il*M5S*****grande*il*M5S*****grande*il*)(M5S*****grande*il*M5S*****grande*il*M5S*****gra)(nde*il*M5S*****grande*il*M5S*****grande*il*M5S*) (****grande*il*M5S*****grande*il*M5S*****grande*) (il*M5S*****grande*il*M5S*****grande*il*M5S*****) siete grandi ragazzi di nuovo buona notte da nessun copy prossimo elettore
  • Francscofol fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
    A volte lasciamo i sogni a Dormire dentro una parte Del nostro cuore Non pensando che loro potrebbero Farci cambiare la vita E il nostro umore Apriti Abbandonati e nutriti di Quella voglia repressa Che cerchia i tuoi occhi pieni di tristezza Apri le tue mani e falli volare Solo così potrai cambiare la tua vita e tornare ad amarti e ad amare
  • fernando d'angelo 3 anni fa
    vorrei chiedere se è possibile avere più tempo per votare visto che non tutti controllano le email tutti i giorni.Per esempio nelle ultime votazioni ho visto il messaggio che mi invitava a votare alle 20 de giorno stesso ed ormai era troppo tardi.Grazie
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Ma anche un neuropsichiatra....
    • Spyder 3 anni fa
      SAMSUNG GT-I8260 ti avvisa se sei ritardato.
  • WMV5* 3 anni fa
    Scontro Materia Vs Antimateria!!! ************************************************** Legge elettorale, Letta: no a liste bloccate. Pd, Renzi avverte i "franchi tiratori" "Se Italicum fallisce il governo rischia" ************************************************** P.S. Decreto Imu-Bankitalia, il governo pone la fiducia
  • giorgio 3 anni fa mostra
    Caro Grillo e no, questa non ce la puoi fare. Il M5S non può presentarsi alle prossime elezioni europee come una candida verginella. Davvero non puoi prenderci per il culo fino a questo punto, non te lo permetteremo. Il M5S nasce cone forza di opposizione al sistema, come movimento di lotta alla partitocrazia corrotta che ha razziato e dilaniato questo paese. Il M5S nasce come forza politica antagonista al disastro provocato dell'Euro. Le questioni Europa ed euro rappresentano e hanno rappresentato l'essenza stessa dell'essere di questo movimento, la condicio sine qua non di tutta la sua credibilità e azione politica. Ricordati caro Grillo, che il M5S rappresenta l'ultimo baluardo alla rivolta civile in questo paese. Non tradire in modo così vigliacco il tuo popolo. Ci sarà tempo per mediare e ricucire. Ma oggi, il distacco dall'arroganza e dalla cecità dell'Europa deve essere netto,chiaro,eclatante. Il popolo rivoluzionario, non ti seguirà su questo terreno, il voto Europeo sarà una colossale caporetto per il M5S se vi partecipa, e la fine di tutti i partiti filoeuperisti. Il popolo rivoluzionario per questi motivi si asterrà dal voto. Indici subito un referundum sul blog pro o contro lista movimento 5 stelle alle prossime elezioni Europee e toccherai con mano le ragioni di quanto esposto. Viva l'Italia libera viva la rivoluzione.
    • w 3 anni fa mostra
      ma che dici , vai a dormire va,forse sei troppo assonnato per esprimere un concetto,riprovaci domani mattina,vedrai ti riuscira'meglio.pero' ricordati che Grillo e'un grand'uomo e tutto quello che fa,ce lo dona gratuitamente,ed ha sempre dimostrato,in 30 anni,coerenza,onesta,chiarezza,senza mai sbagliarsi,su tutto e su tutti,quindi per ora cieca fiducia,nei suoi confronti,se lo merita veramente,oltre all'infinita stima e considerazione.quindi il tuo scetticismo incompreso,dovresti spiegare da dove arriva e perche',visto che nel tuo scritto non si comprende un cazzo.
    • nessun copy 3 anni fa mostra
      Harry haller ???+ gab riele ?+ nessun copy ??= --------------------- ?????? saluti
    • Gab Riele Utente certificato 3 anni fa mostra
      prima parli che siamo nati contro l'europa e l'euro...hummm non mi pare, siamo nati sicuramente per la malapolitica corrotta e collusa del trentennio! poi dici che non dobbiamo fare le elezioni europee... e come facciamo secondo te a contare qualcosa se non facciamo le europee e cambiamo dal dentro il sistema... se hai letto i 7punti c'e' anche il referendum sull'euro.. dobbiamo essere come un virus un troyan, entrare nel sistema,distruggerlo e prendere il possesso della guida...quello che ho scritto e' in base al tuo commento che ti ripeto non l'ho caputo del tutto
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa mostra
      "troika", pardon.
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa mostra
      No non è per niente chiaro: vuole o no che il Movimento si presenti alle Europee?? E se sì, teme forse che vada là a fare un cazzo od a subìre le imposizioni della trika???
    • Beppe A. Utente certificato 3 anni fa mostra
      a me sembra abbastanza limpido..o il movimento prende una posizione netta sul tema europeo (senza il quale tema NULLA potra' cambiare in italia come in europa) oppure soccombera' rispetto ad altre forze (che necessariamente sorgeranno nell'evolversi degli eventi futuri che solo chi e' miope - come i piddini - non possono vedere). Fantasie? vedremo..
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa mostra
      ..meno male, non sono il solo a non aver capito dove cazzo vuoi parare....
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa mostra
      ???
    • Gab Riele Utente certificato 3 anni fa mostra
      un cio' capito nulla... me lo rispieghi?
  • Emma G. Utente certificato 3 anni fa
    Ma se ci pensiamo bene i tre minuti di applausi sono MOLTO importanti. Erano proprio applausi a lui e allora vuol dire che gli spettatori avevano già ascoltato i suoi discorsi alla Camera, come me per esempio, e certamente qui sul blog. Quindi, e lo sappiamo e lo verifichiamo, NON è più la televisione, con tutte le sue omertà, a dettare legge sulla informazione. Chi ha applaudito, e così a lungo, conosce bene quello che loro stanno facendo. Questa partecipazione è il grande successo. W M5S :)
  • angelod 3 anni fa
    Amici cittadini di forza Italia ex pdl, e Renziani pd , i vostri leader giustificano le loro malefatte dicendo che sono appoggiati uno da 7 milioni di cittadini e l’altro da3 milioni delle primarie, quindi non sono loro che fanno qualcosa di “sbagliato” ma voi che gli avete dato mandato di fare tutto ciò che vogliono anche contro i vostri ideali, il proprio popolo e la legge. Li amate e li appoggiate comunque, nonostante, abbiano affamato insieme il popolo, tolto le pensioni ai vostri vecchi , il futuro ai vostri figli, volevano dare miliardi alle macchinette mentre la gente muore di fame e le fabbriche chiudono, altri 7 miliardi alle banche mentre i vostri figli muoiono nelle scuole fatiscenti, non si tolgono i miliardi di finanziamento e ogni giorno continuano a svuotarvi le tasche, , anzi si aumentano le paghe. Per non perdere il potere hanno creato un partito unico, eliminando l’appartenenza, con la scusa delle larghe intese potrebbero tirarlo fuori ogni volta all’occorrenza per non perdere la poltrona. Tenteranno di ottenere il potere assoluto per togliervi anche quel poco che vi è rimasto compreso la libertà. Dicono che tutto va bene in tv, ma tutto va male nella vita reale, dicono che il lavoro è aumentato, ma aumentano i disoccupati e chiudono le aziende, succede da decenni, bugie e bugie sempre e potrei continuare per molte righe, ma finisco dicendovi, amici siate coerenti, perché se questo è il loro metro di misura 7 milioni di elettori e 3 milioni di primarie e continuano a regalarci scandali su scandali, come giudicate altri 9 milioni d’italiani che , dimostrano il meglio del meglio ogni giorno, immaginate cosa potrebbero regalarci, se tutti insieme noi e voi gli dessimo fiducia per governare. Saremo sempre in tempo a cambiarli, avete dato fiducia per decenni a gente che veramente non la meritava, e diamola, per una volta, una sola volta a chi ci sta offrendo una speranza di trasparenza e onestà. Un abbraccio a tutti voi, da tutti noi.
  • Paola L. Utente certificato 3 anni fa
    *****ALESSANDRO IL GRANDE!!!*****
    • Paola L. Utente certificato 3 anni fa
      Ciao Morena!!!!Che serata stellata!!!!!!!!!
    • Morena . Utente certificato 3 anni fa
      Ma Ciao Paola!!!!! Di Battista è più di quanto che si possa esprimere a parole,è di più; eh! è "Oltre"!!!!!
  • enri 3 anni fa
    mi dispiace solo che l'odienz di quel pezzo di m....a di santoro stasera è schizzato alle stelle...e stasera a dimostrato ancora una volta di esserlo davvero un servo fetente e interessato alla sua tasca ..........granDIIIISSSSIMO DI BATTISTA....
  • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
    23 Gennaio 2014 Mèga Alexandros ALESSANDRO MAGNO GRAZIE BEPPE
  • UN PARTITO SERIO 3 anni fa mostra
    PERCHE' VOI GRILLUZZI QUANDO PARLATE DI POLITICA PARETE TUTTI AMBRIACHI?
  • Beppe Da Monaco (odio la mafia) Utente certificato 3 anni fa
    Belin Beppe, Diba ha asfaltato tutti. Proponigli di fare lui il capo politico, così non ci capiranno più un caxxo, Santoro per primo.
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Ma ve ne state accorgendo? il paese sta cambiando.Sento qualcosa di inspiegabile che non so dire, Pero c'è
  • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
    @ Mariuccia Rollo RENZI E' INTELLETTUALMENTE TIMIDO .. ED ETICAMENTE INTROVERSO GRANDE ALESSANDRO W IL M5S Coraggio Ragazzi/e GRAZIE BEPPE
    • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
      anche a te ciao
    • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
      e noi ci saremo Mariuccia! Felice Notte
    • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
      Un grande. Stasera una grande emozione Ho avuto netta la senzazione che qualcosa di molto forte sta accadendo
  • Eposmail Utente certificato 3 anni fa
    ...sembra quasi che l'italiano voglia avere a che fare con politici che si sporcano le mani...mentre lui se le tiene.... in tasca. Ma che bell'immagine ....veroooo????????? *****
  • Morena . Utente certificato 3 anni fa
    La forza dello spirito battagliero non abbandona mai la battaglia,....muore in campo... Di Battista Sei una Forza!! la nostra Forza!TUTTI 5S!! Competenti!!!
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Adesso consiglio ad Alessandro di aspettare un po' prima di ritornare in televisione La botta stasera è stata fortissima, un boooom.
  • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
    Bene, Il Movimento 5 Stelle è sbarcato in TV. La cosa interessante è che il Movimento sta dettando l'agenda dei programmi. Per due serate si è potuto assistere ad un dibattito POLITICO pacato senza interruzioni. E questa è stata una specifica richiesta del MOVIMENTO 5 STELLE affinché i CITTADINI a 5 STELLE partecipino ai programmi. Non solo stile nel palazzo ... riportiamo etica e stile anche in TV. Cortesemente, bisogna avere fiducia nel Movimento, Beppe, Casaleggio. Ma cos'altro debbono farvi vedere per convincervi che stanno lavorando ad altissimo livello per riportare ETICA - GIUSTIZIA - EQUITA' - LIBERTA' in questo paese? Le prove ci sono ... solo i ciechi non vogliono vederle. Buona serata a tutti.
  • ema dell (ema dell) Utente certificato 3 anni fa
    E anche Alessandro Di Battista ha fatto una splendida figura , gli altri sono niente davvero e parlano a vanvera. Bravissimo! continuiamo cosi e vinciamo senza dubbio! Buonanotte Blog! A domani
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      buonanotte stella!!smak
    • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
      Buonanotte Ema
    • Paola L. Utente certificato 3 anni fa
      Emaaaaaaaaa grandioso,semplicemente grandioso!!! Nottestellata!!
  • nessun copy 3 anni fa
    OT E finalmente un po' di tv, vedi Oreste a suon di suonare il "dadaumpa" stasera secondo me il M***** ha acquisito degli altri voti proprio perché in questo modo di fare la trasmissione si riesce a capire cosa vuole il movimento. questa e una soddisfazione x te e quelli che hanno insistito su questo punto, cioè andare in tv Grande di Battista semplice e chiaro. il sig Fassina ha tentato di dire che Grillo è un calunniatore e poi ha confessato il reato amministrativo di Renzi minimizzandolo Fassina capisco che vuoi difendere l'indifendibile ma una condanna è una condanna saluto tutte le stelle del blog da nessun copy prossimo elettore
  • Michele Giaculli Utente certificato 3 anni fa
    Parliamo di collegi. Non sarebbe male il prossimo giro sostenere l'uninominale, così (insieme al proporzionale) andremmo verso la vecchia legge del senato pre-1994.
  • Claudio C. Utente certificato 3 anni fa
    Alessandro Di Battista ... STANDING OVATION ... ... Prima di parlare ... ... durante ... ... dopo ... ... Come si può ancora insistere con la necessità di star fuori dalla TV ??? Se gestita in una certa giusta maniera la presenza di persone "autentiche" come Alessandro (e non solo lui) in TV può solo farci bene ...(farCI ... a noi M5* ed a noi Italiani ...) Una sola parola ? ... FANTASTICO !!!! (^_^)
  • Michele Giaculli Utente certificato 3 anni fa
    La prossima volta spieghiamo il signoraggio, la gente non sa neanche che COMPRIAMO I SOLDI DA UNA BANCA PRIVATA
  • ilda i. Utente certificato 3 anni fa
    ..è questa la rivoluzione!!!...Alessandro sei stato IMMENSO...
  • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
    Ehhhh! sò soddisfazioni! Vedete che a farvi studiare!... Di Battista è stato eccellente come ieri Di Maio sono riuscita a resistere al sonno e li ho visti entrambi e...non ci sono parole, hanno parlato gli applausi! Buona notte blog! questa notte sarà veramente piena di stelle!
  • Renzo B. Utente certificato 3 anni fa
    Se volete commentare su Servizio Pubblico andate sul forum. Qui si parla di collegi. Grazie.
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      niente di personale, eh; ma è come se alla mezzanotte in punto del 31 Dicembre, qualcuno mi dicesse che ci sono i piatti da lavare .....
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Me ne fotto, scusa.
    • Renzo B. Utente certificato 3 anni fa
      C'è un forum per questo. Grazie.
    • emanuele c. Utente certificato 3 anni fa
      Vero dai, ci sta. Alla grande.
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Mi sembri il "compagno" che alle assemblee d'Istituto, gridava nel casino generale "mozione d'ordine!!!" ( e lasciaci gioire un po', vìa.....)
    • Francesco M. Utente certificato 3 anni fa
      Hai ragione ma la contentezza è troppa.
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    CARO SANTORO ANCHE IO MI POSSO GLORIARE PIÚ DI LEI DEL MIO BISNONNO FERROVIERE SOCIALISTA NELLA SLOVENIA AUSTRO -UNGARICA UNO DEI PRIMI SINDACALISTI DEI FERROVIERI D'EUROPA E CREATORE DI ALMENO TRE GIORNALI SOCIALISTI SOTTO RE FRANCESCO GIUSEPPE 1 D'AUSTRIA, NON SOTTO I SAVOIA, NELLA REPUBBLICA DELLE BANANE ITALIOTA! MA IL FATTO CHE LEI SIA ANCORA LI AL LUMICINO DI ASCOLTI, CON ANCHE 100 DEI MIEI SUDATI EURO, NON LA RENDE MIGLIORE, NE VINCENTE, NELLA REPUBBLICA DELLE BANANE GRAZIE ANCHE A LEI ALL'80ESIMO POSTO PER LIBERTÁ DI STAMPA? MIO NONNO COPPA VALEVA 1000 VOLTE DI PIU IL SUO MISERABILE PADRE FERROVIERE, 1000 VOLTE IL SUO "GIGGIONISMO" RIDICOLO E FAZIOSO, ORAMAI INSOPPORTABILE. LEI PARLANDO DI COMPROMESSI, SI DIMOSTRA PER LO ZOZZO MANIPOLATORE CHE AHIMÉ, GIUSTAMENTE IL NANO DENUNCIAVA, COME FASSINA, QUINDI CON UN'ENORME SENSO DI RIDICOLO MI VERGOGNO DI AVERLA SOSTENUTA, GARANTENDOLE LA SUA SBANDIERATA PRESUNZIONE E BORIA CHE NONOSTANTE TUTTO LA FA "STARE ANCORA LI"? VAFFANCULOOOOOOOOOOOO
  • Monica R. Utente certificato 3 anni fa
    Finalmente un Politico Umano!!! Grandissimo Alessandro!!!
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    "renzi è intellettualmente timido"
    • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
      ...ed eticamente introverso ciao Stella
  • Maria P. Utente certificato 3 anni fa
    Perché non si può fare? Sarebbe auspicabile una legge elettorale funzionale agli elettori e non agli eletti: in parlamento, nelle istituzioni dovrebbero essere rappresentate tutte le anime del popolo italiano e per avere la governabilità non servono coalizioni fra gli interessati ma rappresentanti dei deleganti. In Italia NON esistono due poli, ragion per cui si è costretti aa assistere ad inciuci ed inciucini, ma se si votasse in due turni in cui al primo si assegnano i seggi in base ai voti nominali ed al secondo turno, ove concorrono i primi due partiti con maggiori voti, si assegnano i resti così facendo' è l'elettore che decide a chi dare mandato a governare si toglierebbe spazio a chi corrompe, compra o vende favori e impone compromessi. Non una legge elettorale all’americana, alla tedesca, alla spagnola o alla francese ma all’italiana, per gli italiani : chiara, semplice con tutti i paletti ben esplicitati tipo due soli mandati e poi fuori per almeno 5 anni! Perché non si può fare?
  • harry haller Utente certificato 3 anni fa
    Beh, vedete che, alla fine, ho investito bene i dieci Euro che ho allungato a Santoro? Solo l'applauso a Di Battista, li valeva tutti.....
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      'Azz Francesco, vuoi forse dire che sono tirchio??...
    • emanuele c. Utente certificato 3 anni fa
      Se solo avessi saputo, li avrei dati anche io.
    • Francesco M. Utente certificato 3 anni fa
      Io gliene ho allungati 20 e devo dire che hai ragione, non ci avevo pensato. Li valevano tutti, eccccccoooooome!!!!, per quel solo applauso
  • Paola L. Utente certificato 3 anni fa
    Grazie Diba !!!! Grazie ,grazie e ancora grazie. Orgogliosa di essere rappresentata da persone come te ,di un inconfutabile spessore!
  • Michele Giaculli Utente certificato 3 anni fa
    Bisogna stanare il PD. Non è un partito, è una cupola di interessi privati come il PDL. E smascherarlo è facilissimo. Di Battista ha fatto cappotto. Audaces fortuna iuvat.
  • giuseppe sorce Utente certificato 3 anni fa
    Battista, saluti dalla Germania sei stato grande!!!!!
  • Francesco M. Utente certificato 3 anni fa
    Di Battista stasera a Servizio Pubblico è stato grande!!!!!!!! Visto? Se si scelgono le persone giuste? Secondo me la partecipazione è stata un successo. Avete notato come tutti gli ospiti erano praticamente annichiliti durante gli interventi del 5S? Naturalmente rimango anche del parere che bisogna centellinare gli interventi Di nuovo Bravo Di Battista..... Bravi M5S!!!!!
  • gennaro fu 3 anni fa
    Vauro non ti smentire, pronunciati come sempre.
  • Eposmail Utente certificato 3 anni fa
    ..che dire Di Battista, ..le parole che hai a modo pronunciato...sono state dei macigni per gli altri...travaglio compreso. *****
    • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
      bravissimo! hai colto qualcosa di importante che è sfuggito a molti buonanotte fratello
  • Michele Giaculli Utente certificato 3 anni fa
    Avete visto che succede se uno dei nostri va in tv? Li distrugge. Fassina era un pigmeo rispetto a Di Battista. Avanti così...
  • ChiaraLuce C. Utente certificato 3 anni fa
    Di Battista a Servizio pubblico lo splendore nel buio più fondo
  • Mauro T. Utente certificato 3 anni fa
    Non so se ve ne siete accorti ma.... DI BATTISTA BUCA LO SCHERMO. Questo è l'anti Renzi e ce lo dobbiamo tenere stretto. Spero in altre ottime apparizioni ma non per me che lo conosco ma per tutti quelli che conoscendolo ed apprezzandolo, potranno cambiare idea e voto. Idem per DI MAIO...
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Aspettare ore per sentire parlare un politico in televisione . Non mi è mai successo Qualcosa di molto importante sta cambiando
  • simone calligaris Utente certificato 3 anni fa
    E' come poco prima di un temporale... Si sente sul viso che il vento sta cambiando... A mio parere con qualsiasi legge elettorale spazziamo tutto... Il problema è che non ci faranno votare...
  • dario a. Utente certificato 3 anni fa
    O.T. complimenti a di Battista che a servizio pubblico è stato preciso , pacato , chiaro e coinvolgente . GRAZIE . ci ha fatto prendere 300k voti stasera ^^ solo per questa volta........... italia quasi senza speranza .
    • Renzo B. Utente certificato 3 anni fa
      Il 90% è OT (almeno tu lo segnali). Per questi commenti c'è un forum.
  • vito asaro 3 anni fa
    chissà se santoro ha capito che,di battista,ha tirato fuori la sua trasmissione dalla miseria in cui stava cadendo.quanta differenza tra di battista e quei miseri personaggi ospiti di santoro.
  • emanuele c. Utente certificato 3 anni fa
    "Darei la vita per questo Paese". Chiunque pronunciasse questa frase mi farebbe vomitare. Sulla bocca di Di Battista ha riacquistato il suo grande valore. Da semplice cittadino che vuole cambiare il suo Paese. Tranquilli tutti. Non si tornerà più indietro. Sono orgoglioso di essere concittadino di Di Battista. PS: pensano che parlando di più, più saranno ascoltati. FALSO: Quando c'è una voce vera, il resto è solo rumore di fondo.
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Il nano avrebbe detto: "darei la vita dei miei figli, per questo Paese"......
  • Gab Riele Utente certificato 3 anni fa
    mai visto in una trasmissione prendere tanti applausi da un politico... ops da un cittadino un grande cittadino! Grazie Alessandro siete le nostre speranze.. non c'e'tempo ma teniamo duro perche' ci date fiducia in un vero cambiamento! ps come ieri con Di Maio mettere a confronto un Pd con noi e' come sparare sulla croce rossa in questo momento..(Fassina imbarazzante..)
  • ciro r. Utente certificato 3 anni fa
    a Santoro, se non lo schifassi tanto , un po di maalox non glielo negherei. Penso che ne avrà bisogno in quantità industriale per arrivare all'alba senza che gli si buchi lo stomaco.
    • LEGA NORD 3 anni fa
      napoli????? AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHIUUUUUUUUUUUUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • uno qualsiasi 3 anni fa
    Siete troppo sprovveduti, un movimento col 24% dei cosensi a livello amatoriale come formulano i sondaggi non dovrebbe nemmeno preoccuparsi di quando fassina o renzi e company esprimono opinioni non condivise ma accordate prima come con cuperlo e compagni democristiani per sondare l'elettorato!! Ma lo avete capito o no che è tutta strategia di comunicazione impostata per confondere le idee di chi è già lobotomizzato da un pezzo!!
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    APPLAUSI APPLAUSI APPLAUSI
  • Paviotti Maurizio 3 anni fa
    Ma... questa sera a servizio pubblico ...a parte Di Battista e Grillo che hanno acceso le lampadine spero a molti italiani....c'e' il nulla, 4 comari che parlano della solita minestra. grazie M5S
  • Francesco Zaffuto 3 anni fa
    2/3 dei parlamentari eletti con il collegio uninominale (anche con l'uso del ballottaggio per ogni collegio ove il candidato non supera il 50 dei voti espressi). 1/3 dei parlamentari con il collegio unico nazionale. Questo permetterebbe un buon equilibrio tra rappresentanze territoriali e movimenti culturali di livello nazionale. Si può in tal modo assicurare rappresentatività proporzionale e governabilità.
  • pasquale ciuccio Utente certificato 3 anni fa
    sulla pagina di servizio pubblico mi sono disiscritto immediatamente 2 minuti fà c'erano 1500 mi piace sul post dell'intervento di Di Battista e adesso ce ne sono 68 faccio un appello ai controllori di servizio pubblico così morirete anche voi insiame al sistema
  • Pippo Depapero Utente certificato 3 anni fa
    Povero Fassina, proprio nun gna fa! Il pubblico fa 3 minuti di applausi a di Battista, Santoro imbarazzato.
    • Daniele . Utente certificato 3 anni fa
      fassina è uno dei primi che dovrebbe andare a casa,non sa manco lui quello che sta dicendo,dice che è facile andare in giro a dire tutto va male ma fare cose è complicato,si è già scordato che il 5 stelle è riuscito a fare cose che il PD si è sognato?.
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Durante l'intervento di Travaglio, si guardava intorno smarrito, quasi come se volesse nascondersi: devo dire che mi ha fatto pena.....
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Fassina: nel 2011 la piazza era piena di gente ahahahahahah
    • dario a. Utente certificato 3 anni fa
      è andato nel pallone più cpmpleto hahahaha
  • Angelo D'Ambrosio Utente certificato 3 anni fa
    Fassina sei un poveruomo mi fai pena. Cambia mestiere.
  • Franz Ventura 3 anni fa mostra
    Il M5S sta diventando la fotocopia di SEL , PD ...la prossima volta vi contenderete i voti con i suoi militanti, sicuramente chi non vive di dogmi di sinistra non vi voterà più. Dite le stesse cose !
  • maria s. Utente certificato 3 anni fa
    Fassina mi preoccupa. Ci sarà qualcuno che lo accompagna a casa?
  • roberta mevi 3 anni fa
    Mi scusi professore può fare qualche esempio pratico, questo giro non ciò capito un'acca!!!
  • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
    caro fassina, non dobbiamo parlare male dei nostri governanti? non si sentono altro che notizie su corruzione in parlamento, nelle regioni, nelle province, spartizioni di soldi, tangenti, mafia, raccomandati, nomine senza concorso... BASTA, VERGOGNATI!
  • ilda i. Utente certificato 3 anni fa
    Fassina si è rianimato...sembra un cadavere all'ultimo respiro...voce tremolante...penoso...
  • Eposmail Utente certificato 3 anni fa
    Beppe....hai fatto perdere il buon umore a fassina. ...come faccio a prender sonno stasera? *****
  • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
    FASSINA: "Grillo deve collaborare per il cambiamento ..." Fassina dati i vostri trascorsi, dati i vostri sodalizi .... SIETE VOI CHE CON UMILTA' DOVETE COLLABORARE CON IL MOVIMENTO 5 STELLE!!!! mettitelo arind' e cervell'!!!!
  • maria s. Utente certificato 3 anni fa
    Ho l'impressione che quando in Tv appare un 5stelle, l'apparecchio si animi. : ))
  • Angelo D'Ambrosio Utente certificato 3 anni fa
    Di Battista 3000 euro al mese, Fassina 20.000 euro. Fassì si nù parl è meglio, nù vai manc nu centesimo.
  • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
    Beppe, mi hai fatto incazzare fassina... Sei il solito! ahahahaah
  • maria t. Utente certificato 3 anni fa
    OT Grande Alrssandro di Battista SEI UN LEONE !!!! Grazie grazie grazie
  • D. Pavan Utente certificato 3 anni fa
    L'ultima volta che ho goduto così è stata quando ho comprato Penthouse N° 312 nel '91. 'O sò, macheccevoletefà? Pe 'na vorta che posso dà 'na mano.. ma anche due..
  • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
    STAFF. Che Harry Haller, un valido blogger che partecipa costruttivamente, non possa stare qui in santa pace non è bene!!! Per favore, BEPPE, proteggete i vostri GRILLOBALDINI!!! PERFAVORE!! ^ ^ ^ ^ ^ nel frattempo, a tutti i VERI GRILLOBALDINI, FACCIAMO QUADRATO, AIUTIAMOCI A VICENDA! KLIKKIAMO I KLONI! GRILLOBALDINI CARICAAAAA!!!!! (HARRY INDICACI I POST DA KLIKKARE PER FAVORE!). ;)
    • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
      Si mi sono fatto tutti i post e non c'è il clone ... meglio così. Ciao.
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      eppure, stasera, niente cannonau....
    • Danila R. Utente certificato 3 anni fa
      Non hai sognato harry, l'avevo visto anche io, ma non lo vedo più..
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Macchè, non lo trovo più: avrò sognato?.....
    • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
      ;) Il siluro punta il culo ..... Ripeto ..... Il siluro punta il culo col KLIKK li siluriamo noi!!!!
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Dunque: poco fa, scorrendo i sottocommenti, ne vedo uno (pure condivisibile, in verità, e che parlava di Casini) firmato col mio nick, (col pallino verde e senza mongolfiera); sto cercando di rintracciarlo...
  • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
    Non posso starmene zitto. Di Battista; Di Maio ... ed è solo l'inizio! Ale 69 ho letto un tuo post dove non ti stava bene qualcos'altro. Ora è il caso che te la smetti, perché il tuo gioco oramai è evidente. Tu col movimento hai povco a che fare! Finalmente siamo sbarcati in TV ED ALLE NOSTRE CONDIZIONI! Ne è valsa la pena dare suggerimenti tempo fa e CON FIDUCIA attendere che il GRANDE BEPPE ed il GRANDE CASALEGGIO, lavorassero per il NOSTRO D-DAY!!!! MOVIMENTO 5 STELLE ... CARICAAAAA!!!!!! i siluri puntano il culo .... RIPETO i siluri puntano il culo ....
  • Alfredo E. Utente certificato 3 anni fa
    Mi è stara richiesta una poesia, la anticipo perchè non voglio perdere il cazzutissimo Cittadino Di battista. Per tutti voi e per una bela tusa (smack) :)) Compagni dei tempi duri Vi auguro la buona notte E tanti saluti Gli incassi sono sparuti E' tutta colpa mia Tutti i torti sono miei Avrei dovuto dar retta a voi Esibirmi come un cagnolino E' una musica che piace Ma ho voluto seguire il mio destino E po mi son scocciato Se si fa il cane dal pelo duro Bisogna andarci piano con l'archetto La gente non viene al concerto Per sentire ululati di morte E la canzone del canile Ci ha procurato grossi danni Compagni dei tempi difficili Vi auguro la buona notte Dormite Sognate Io prendo il mio berretto Due o tre sigarette nel pacchetto E me ne vado lesto Compagni dei tempi duri Pensate a me di tanto in tanto Più tardi... Quando vi sarete svegliati Pensate a chi fa la foca e il salmone affumicato Da qualche parte... La sera In riva al mare E poi fai la questua Per comprarsi da mangiare E qualche liquido da trangugiare... Compagni dei tempi duri Vi auguro la buona notte Dormite e così sia Sognate Io me ne vado via IL CONCERTO NON RIUSCITO - Jacques Prévert - Buona notte e sogni stellati a tutti voi www.beppe.siempre
    • Claudio C. Utente certificato 3 anni fa
      La tua è stata una scelta azzeccatissima ... Ale ... sarebbe stato un delitto perderselo ... Che serata memorabile ... Ciao Alfredo (^_^) ... buona notte ...
    • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
      *****grazie!
    • Francesco fol (*5) Utente certificato 3 anni fa
      Ciao, sei grande ....... Bene!
  • Giacomo I. Utente certificato 3 anni fa
    L'argomento è complesso, ma credo che la mediazione tra i due estremi forse è la meno pericolosa. NOn mi è chiaro come il tutto si leghi alle preferenze.
  • armando r. Utente certificato 3 anni fa
    grande di battista grandi tutti grande m5s m5s orgoglio italia for ever
  • harry haller Utente certificato 3 anni fa
    Staff, auff, ma non si può far niente per annientare i cloni? (compreso il mio...)
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Avrò avuto le traveggole, ma poco fa, in un sottocommento che non riesco più a rintracciare, , c'era il mio nick (solo col pallino verde e senza la mongolfiera)....
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      c'è un tuo clone? non l'ho visto! è un altro intellettualmente timido?
  • simone calligaris Utente certificato 3 anni fa
    Se non vinciamo le elezioni, l'itaglia e gli itaglioti semplicemente non ci meritano. Che paese di merda.
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Fassina parla come Conte, pare che pianga
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    TRA POCO GRILLOOOOOO Stasera il MoV è al 75 %
  • PAOLA M. Utente certificato 3 anni fa
    GRANDISSIMO DI BATTISTA...FINALMENTE QUALCUNO CHE PARLA COL CUORE E TRASMETTE ONESTA', SINCERITA', COMPETENZA E AMORE PER LA NOSTRA MARTORIATA PATRIA CHE FINO AD ORA ABBIAMO LASCIATO IN MANO A INCOMPETENTI E CRIMINALI...MIRACOLOSO CHE SANTORO GLI ABBIA PERMESSO DI INTERVENIRE, ANCHE SE IL SERVIZIO ERA INIZIATO MALE CON INTERVISTE IMPOSTATE PER SCREDITARE IL MOVIMENTO...GRANDISSIMA PADRONANZA DELLA COMUNICAZIONE...E' EVIDENTE CHE QUANDO SI E' PULITI DENTRO, TRASPARE ANCHE FUORI E SONO QUESTI I POLITICI CHE DA ORA IN POI VORREI NEL NOSTRO PARLAMENTO...
  • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
    santoro leggi qui: non fai ridere.
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Ale, si' nu' babba co liquore rumm
  • maria s. Utente certificato 3 anni fa
    Previsto il 50% di donne nelle liste de l'Italicum. Poco democratico, mancano le "misure".
  • Anna Fideli Utente certificato 3 anni fa
    Renzi chi? W Di Battista, M5S sempre!
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Sei GRANDE GRANDE GRANDE come te , sei grande solamente Tu
    • pasquale s. Utente certificato 3 anni fa
      noi del blog lo dicevamo da sempre cmq meglio tardi che mai grande di battista e vai che adesso inizia il bello sai domani i colleghi "o pero'avevi ragione"
  • ilda i. Utente certificato 3 anni fa
    Fassina scusa...ma ...è ora...di andare a nanna...
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Fassina pare l'era antidiluviana Di battista è una forza prorompente eccezionale, parola nuove parole che non si sono mai sentite , parole rivoluzionarie L'Italia cambiera' stasera lo sto credendo fortemente
  • Maurizio Giannattasio Utente certificato 3 anni fa
    Ora dopo l'intervento di Di Battista posso solo sperare che il PD la smetta di dire bugie agli Italiani.
  • Alessandro L. 3 anni fa
    Di Battista si distingue per la coerenza e la chiarezza degli obiettivi. Non si scende a patti con chi ha rubato, ruba e ruberà. FORZA M5S facciamo pulizia !
  • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
    fassina è emozionato o parla sempre così?
  • paola m. Utente certificato 3 anni fa
    ale sei immenso grazie di esistere grezie ragazzi orgogliosa di voi ....italiani svegliateviiii!!!!
  • Massimo Lafranconi Utente certificato 3 anni fa
    Santoro indispettito dagli applausi a Di Battista che sembra un marziano catapultato in quello studio di zombie. Le cose stanno cambiando, le parole di verità lasciano il segno, cambiare l'Italia si può
  • Alfio antico 3 anni fa
    Di Battista ECCEZZIONALE!!!! Certo che dopo l'estasi nel'averlo ascoltato,passare a Giuliano Ferrara.....
  • Angelo D'Ambrosio Utente certificato 3 anni fa
    Alessandro...si nù babbà. 5stelle x la vita.
  • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
    dopo le parole di Di Battista, gli applausi, le battute scialbe di santoro, sono convinta che ce la faremo! il popolo si sta svegliando! mi vien da piangere... anzi piango...
    • Sara Taddei Utente certificato 3 anni fa
      Chi, Marchini? non ho mai avuto fiducia in questa persona e i fatti mi hanno dato ragione. Tutti i giorni mi sgolo per far conoscere il movimento e anche se convinco una sola persona, beh, sono felice.
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      son felice! pensavo di essere matta! stai sentendo il nostro ex pretendente sindaco? ho l'orticaria. e con l'attuale ho l'orticaria. nulla sarebbe cambiato.
    • Sara Taddei Utente certificato 3 anni fa
      Nike, non ci crederai ma, sto piangendo anch'io. C'è bisogno di questo.
  • adriano 3 anni fa
    DiBattista STREPITOSO!! Sei un grande, perchè parli con il cuore in mano.
  • ciro r. Utente certificato 3 anni fa
    normalmente si dice ha bucato il video . Di Battista il video non solo lo ha bucato ma lo ha letteralmente sfasciato .
  • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
    L'applauso iniziale a Di Battista dice tutto...
  • gennaro fu 3 anni fa
    Alessandro in alto i cuori. Siamo tutti con voi!
  • Lorenzo Di Discordia 3 anni fa
    Di Battista Premier subito!!!!!!!!
  • fabio martello Utente certificato 3 anni fa
    Esprimere un governo è come fare la cacca. Prima devi mangiare. REDDITO DI CITTADINANZA
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    E non è finita ancora C'é BEPPEEEEEEEE ora
  • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
    DI BATTISTA meraviglioso! quanti applausi! non hanno selezionato il pubblico all'ingresso od ormai la maggioranza è a 5 stelle?
  • massimiliano g. Utente certificato 3 anni fa
    Di Battista immenso!Standing ovation!
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    IMMENSO IMMENSO IMMENSO DA BRIVIDI
  • enrico cagnati 3 anni fa
    grande DI BATTISTA!!!!!!
  • Pippo Depapero Utente certificato 3 anni fa
    Di battista a servizio pubblico, superlativo !
  • Emma G. Utente certificato 3 anni fa
    Di Battistaaaa GRANDEEEEEEEEEEE Ti voglio beneeee :)
  • maria s. Utente certificato 3 anni fa
    Renzi non ha capito, o finge di non capire, che al M5S non interessa cambiare per cambiare. Il M5S vuole IL CAMBIAMENTO tutto maiuscolo e mentalità politiche come la sua sono fuori.
    • maria s. Utente certificato 3 anni fa
      dall'intelletto ...introverso, ritroso dall'intelligenza...non espressa : ))
    • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
      di Battista: Renzi è una persona intellettualmente timida!
  • francesco m. Utente certificato 3 anni fa
    Nessun dubbio. Collegi uninominali di uguale "dimensione". Non è stato detto ma, se si introducono le preferenze, ogni formazione politica ha la sua lista a livello locale, all'interno del quale l'elettore sceglie scrivendo il nome del candidato preferito. Ci saranno i riporti. Ma la domanda era chiara. O carne o pesce. E si metteva anche il né carne né pesce che alcuni voterebbero per non sbilanciarsi. Meglio sbilanciarsi. O locale o nazionale. Saluti.
  • Sara Taddei Utente certificato 3 anni fa
    Alessandro di Battista: Renzi è una persona intellettualmente timida! Grandeeeeeeeeeeeeeee
  • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
    come svia dalla porcata di domani dei 7, 5 miliardi alle banche!!!
  • Wiu@m@o - Utente certificato 3 anni fa
    Grande clape x DiBattista da Santoro!!!!!!!!!!!!
  • ciro r. Utente certificato 3 anni fa
    Travaglio ha smerdato in diretta Fassina ricordandogli tutte le sue contraddizioni , così come fa giustamente con tutti senza guardare in faccia nessuno . Se questo è il suo metro di misura , allora perchè in diretta non ricorda a Santoro che :Nel 2011 in un’intervista alla zanzara , quando D’Alema e Bersani comandavano nel PD , disse : “ Renzi può essere il leader di centro destra che è già un bel passo avanti rispetto a quello attuale”. E ancora poco prima delle primarie del PD a settembre 2013 ,Santoro affermò: "IL rottamatore cerca il sostegno della gente puntando sulle capacità di comunicatore, vere o gonfiate che siano. Si torna quindi alla logica talent: il sindaco di Firenze è come il vincitore di X-Factor e non importa che si confronti o meno con gli elettori" Oggi che è Renzi il nuovo segretario PD , non perde occasione per appoggiare Renzi , facendo intere trasmissione in suo onore , e questo lo potete vedere con i vostri stessi occhi. Travaglio , travaglio , anche il tuo giornale sono alcune settimane che non attacca più l'Ebetino !
  • ema dell (ema dell) Utente certificato 3 anni fa
    finora una noia mortale,ora dopo la pubblicta' ci siamo!!!
  • gennaro fu 3 anni fa
    Santoro disgustoso, Vauro fa pena.
  • A L. Utente certificato 3 anni fa
    ITALICUM-ITALICUS C’è una tragica analogia tra il nome dell’ennesima legge elettorale e quel treno, troppo dimenticato, su cui viaggiava una bomba che 40 anni or sono distrusse molte vite. Un tragico aggettivo che dal latino rimanda a quegli anni 70, quando la cd. “Strategia della tensione”, usava portare il terrore nel quotidiano di tutti, rendendo palpabile e pericolosamente concreto il pericolo sulle esistenze dei cittadini, già provati dalla crisi economica che bruciava allora, esattamente come oggi. Nessuno pagò mai per quella strage. Anni di processi che non portarono a nessuna conclusione certa, solo ipotesi sulla bomba che distrusse la vettura n. 5 e che avrebbe procurato molti altri morti e feriti di quelli che causò, se fosse esplosa nella galleria che passa a San Benedetto Val di Sambro. La P2, Gelli, i neofascisti, nessuna certezza sui mandanti e i veri motivi di una delle tante stragi che incendiarono l’Italia. Il bersaglio sull’Italicus sarebbe stato Aldo Moro. Ipotesi avanzata dalla figlia, Maria Fida Moro, la quale raccontò che il 4 agosto del 1974 il padre salì su quel treno a Roma ,ma all'ultimo minuto un collaboratore,avendo dimenticato di fargli firmare alcuni documenti,lo fece scendere. Aldo Moro perse quel treno. Il segreto di Stato ancora ricopre tanti e troppi fatti criminosi della nostra storia recente, ma una legge elettorale riesuma il nome di quel treno. Oggi, siam più fortunati, infatti la “politica” ha cambiato sistema; ci sono modi più incisivi e “puliti”per distruggere l’avversario, bastano le stragi silenziose della giustizia e del diritto.Basta legalizzare l’illegale, l’ingiusto, la menzogna. Basta farsi una legge elettorale ad hoc per eliminare scomode presenze, senza morti ne’ feriti. Dall’Italicus, vettura n. 5, all’ Italicum, un golpe elettorale per azzerare un altro n. 5.. Stelle, con milioni di cittadini, mettendoli definitivamente a tacere. Cafiero Pasquale
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Di Battista tra pochissimo
  • fabio martello Utente certificato 3 anni fa
    Al Giamburrasca renzi più della pappa al pomodoro...intanto gli garba il pappone.
  • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
    Di Battista in arrivo!
  • Pierluigi Pirotta 3 anni fa
    Oggi in Parlamento siete l'unica formazione che non ha dato segnali negativi di monopolio della politica, le altre forze presenti nel Parlamento in qualsiasi maniera e sistema elettorale candiderebbe comunque persone da "CASTA". Importante sarebbe, che i regolamenti delle candidature, le regole elettorali medesime anziché essere messe in Legge, divenissero Regolamento allegato alla Costituzione, possibilmente da far redigere alla Corte Costituzionale, perché è vero che le Leggi devono nascere nel Parlamento ma è altrettanto vero che in Italia, per ora, è insano pensare che coloro che potrebbero domani essere controllati (potere esecutivo) o controllori (potere legislativo) scrivano oggi, le regole ad personam.
  • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
    aahahahah santoro: renzi crea "movimento". Cazzo santoro, sei veramente disgustoso.
  • Primo Rossi Utente certificato 3 anni fa
    Secondo appuntamento sulla legge elettorale, dopo il sistema elettorale (maggioritario o proporzionale) si discute del corpo elettorale. Il corpo elettorale (o elettori) può essere così suddiviso sul territorio nazionale: 1) in collegi uninominali (un candidato per partito per ciascun collegio, il numero dei collegi in questo caso è pari al numero delle poltrone in parlamento), 2) in collegi plurinominali ( o sistema su lista, nella sua eccezione più ampia, avere un unico collegio nazionale e quindi ciascun partito presenta una lista di candidati pari al numero delle poltrone), 3) in ultimo in collegi intermedi (in questo caso la lista dei candidati per ciascun partito aumenta o diminuisce a seconda del numero dei collegi minore o maggiore). Spero di essere stato chiaro nella sintesi. Azzardo... scommettete che la scelta cadrà sul collegio intermedio? Quindi proporzionale + collegio intermedio, per ora siamo ancora al porcellum.... vediamo!
  • fabio martello Utente certificato 3 anni fa
    Letta stasera ha detto che: è stato abolito il finanziamento pubblico ai partiti, il Pil aumenterà dell'uno per cento e calerà il debito Poste sarà privatizzata ma le azioni saranno dei dipendenti diminuirà la disoccupazione e verranno dall'estero ad investire rientreranno i capitali dalla svizzera e tutti saranno felici di pagare delle penali... poi il suo naso ha bucato il labbro superiore della Gruber e lo studio è stato sommerso da un blob violaceo...
  • gennaro fu 3 anni fa
    Mi sto assorbendo il metafisico Santoro, ma Alessandro ha sbagliato strada?
  • achille d. Utente certificato 3 anni fa
    non ce di battista su la 7?
  • t.o. 3 anni fa
    E' un seminario qualitativamente accettabile; una linea compilativa davvero buona. Per ipotesi. La butto così, come viene. Si potrebbe tenere un bicameralismo separato. Mi sembra d'aver letto qualcosa in proposito, ma non ricordo la fonte. Mi dispiace. Una camera con le sue legiferazioni ordinarie(cioè le funzioni che finora hanno confuso la parte sofferente della popolazione),con la legge elettorale che pare a loro. Una costituente composta su media demografico territoriale, eletta con proporzionale puro, oppure sorteggiata( modalità di sorteggio atte a rappresentare tutti gli strati sociali soprattutto quelli 'scollegati'). La durata del mandato sarebbe vincolata all'inizio alla determinazione delle precondizioni di stesura(penso ad un triennio). Solo precondizioni. Il ruolo dei poteri consolidati(partiti, magistratura, governo) tramite corte costituzionale ed ufficio presidenziale sulla legislazione potrebbe essere quello di vigilare solo sulla impossibilità costituzionale delle dette precondizioni, rimandando ad ulteriore esame le bozze. Non è ovvio ribadire che i convitati a questa specie di costituente dovrebbero avere un trattamento da caserma, assicurando solo alle eventuali famiglie uno stipendio di Euro 1200. Ecco, un tentativo come questo riavvicinerebbe la parola nazione alla cosa. Saluti.
  • Simone Calligaris 3 anni fa
    Ma non ci doveva essere Di Battista a servizio pubblico? Mi sono perso qualcosa?
  • Federico C. Utente certificato 3 anni fa
    Due osservazioni: 1) la sintesi informativa di giannuli non è neutrale. è evidente che giannuli è per un collegio unico nazionale 2) il collegio unico nazionale non finirebbe per favorire candidati votati da piu elettori, ossia, per ragioni puramente demografiche, quelli provenienti dalle grandi città? Non rischieremmo di avere un parlamento pieno di romani milanesi e napoletani, senza valdostani, molisani, liguri?
  • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
    Travaglio: Renziano lo dice a sua sorella!!!!
    • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
      Di Battista? No perchè per lui mi sto sorbendo un'ora della salma di santhorror...
  • Paolo Rivera Utente certificato 3 anni fa
    VOGLIO IL NOME DEL CANDIDATO (per mettergli una croce sopra) . . . Questo post dice una cosa molto semplice: STUDIATE IL SISTEMA (andiamo tutti a studiare.) ^_^ p.s.: Secondo il politologo italiano Giovanni Sartori, il sistema uninominale secco può contribuire all'instabilità del sistema politico. In collegi dove lo scarto tra i principali partiti è ridotto, i partiti piccoli possono risultare decisivi e possono quindi acquisire un ruolo sproporzionato grazie ai cosiddetti accordi di desistenza[4]. wiki Aloha!
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    "Questo del tipo di collegio da scegliere e votare la prossima settimana è un vero rompicapo. Credo che si debba forse ragionare partendo dall'esperienza concreta. Il localismo favorisce il clientelismo e il voto di scambio. Tutta l'abilità di un parlamentare si gioca nello spuntare qualche vantaggio sia pur minimo per il territorio da cui proviene e verrà giudicato solo per questa sua capacità, costi quel che costi. Ciò rende il parlamentare insensibile a questioni di interesse generale, o che non tocchino il suo territorio, anche se le ricadute degli interessi generali toccano poi tutti, inclusi quelli del territorio di provenienza. Nell'epoca della globalizzazione le difese non possono essere organizzate sul piano locale. So di una persona eroica che in un piccolo paese della Calabria ha saputo dire no a potentissimi produttori di rifiuti industriali... Era ed è rimasto solo, ed io stesso ne so poco, pur avendo intuito il problema, per la sua tipicità più che per il caso cocnreto, di cui non ho avuto modo di seguire genesi e sviluppi. Non è poi detto che i deputati locali siano necessariamente competenti sulle problematiche territoriali. Agiscono su sollecitazioni poco preoccupandosi che dopo segua un disastro ambientale che magari pagherà la generazione successiva, cui sfuggirà la responsabilità degli uomini e attribuirà la tragegia al fato maligno. Non sempre il parlamentare locale farà il bene del territorio dove è stato eletto. Per altro verso, non abbiamo poi avuto una Bindi messa a Reggio Calabria? Da calabrese mi son chiesto cosa ci azzeccasse... I collegi "sicuri” non erano quelli con un elettorato fedele dove si potevano collocare deputati che si volevano far eleggere, anche se in quel territorio non avevano mai messo piede? Ho sentito anche di collegi controllati da poteri malavitosi. No! Per quel poco che so non direi che il "localismo” dia grandi garanzie al territorio, anche se il legame con il territorio è FONDAMENTALE.
  • Giovanni Giummarra 3 anni fa
    Per conciliare questi sistemi un metodo c'è ed è questo qui : http://www.file-pdf.it/2014/01/15/proposta-legge-elettorale/proposta-legge-elettorale.pdf
  • marco r. Utente certificato 3 anni fa
    Scusate, ma se si fa un listone unico nazionale, quanti nomi contiene ? Se un partito pensa di prendere 100 parlamentari , ci dovranno essere almeno una decina di candidati tra cui scegliere per ogni seggio; se no torniamo ai nominati dai capi e buona notte alle preferenze. Allo stato attuale per esempio nel M5S ci sono più di 200 eletti. Il listone sarà di 2-3000 nomi ? E come si fa a valutali ? O sono io che non ho capito ?
    • marco r. Utente certificato 3 anni fa
      Grazie della risposta. Allora non penso che vada bene il collegio unico. Se discutiamo seriamente, non possiamo pensare solo a come si organizzerebbe il M5S: non è certo qui il problema. Nel filmato si dice che il sistema con collegio unico è quello israeliano; probabilmente è perchè hanno un parlamento monocamerale con 120 seggi in un paese di meno di 8 milioni di abitanti . Una Lombardia e mezza in pratica. http://it.wikipedia.org/wiki/Knesset
    • Primo Rossi Utente certificato 3 anni fa
      Hai capito bene, infatti se si salvano le preferenze il collegio unico nazionale non è molto praticabile, una lista bloccata con il collegio unico sarebbe formata da 630 candidati solo per la camera. Anche se, e come poi è stato fatto con lo scorso porcellum il numero dei candidati verrebbe (almeno per il m5s) "scremato" on-line! :-)
  • Lino Viotti Utente certificato 3 anni fa
    Risposta per Paolo C. : Che c'entra il Tuo ultimo ragionamento della Giustizia con quello che voglio dire io sulla N/S. proposta per la Legge Elettorale . Comunque , A me non risulta Che la Giustizia sgomini i delinquenti che si annidano tra la Casta ( specialmete in ItaGlia ). .......CIAO !!.
  • giampaolo gottardo 3 anni fa
    per il movimento 5 stello se ho capito bene chi decide e' la rete e quindi per il movimento 5 stelle i pseudo politici eletti in un modo o nell'altro non centrano inquanto si abbisogna di persone colte pazienti in grado di veicolare e convicere nelle aule quanto la rete decide: quindi per il nostro movimento quanto esposto non mi pare centri molto, bensi e' di interesse per i Partiti che come fatto fino ad oggi si basano sul concetto che chi decide sono gli eletti; ora se 5 stelle ha cambiato filosofia conviene venga chiarito con franchezza ed immediatamente. saluti
  • Giuseppe . Utente certificato 3 anni fa
    Ritengo che un colleggio intermedio sia un giusto compromesso. Allo stesso modo auspico che in un sistema proporzionale corretto, sempre per equilibrarne gli aspetti negativi.
  • eliseo marconatti 3 anni fa mostra
    Il movimento 5 stelle è ormai diviso.La notizia di prossime inchieste da parte della Magistratura per quanto riguarda i comportamenti poco puliti di alcuni suoi sindaci(i nomi li si conosce) ha portato una parte dello Staff a minacciare-se non verranno regolizzarizzati con contratti a tempo indeterminato-a fare nomi e vuotare il fatidico sacco.Attualmente il m5s è diviso in 5 correnti. Corrente integralista (o talebana).Rappresenta il 25% circa degli iscritti e tiene per le palle alcuni loschi figuri del movimento che,a loro volta, minacciano di svelare molto sulla vita privata del Capo.La corrente del fondatore è forte ma resisterà alle inchieste giudiziarie ? Corrente Casaleggio (18%).Non è un segreto per nessuno che l'"uomo del web" vuole rompere con Grillo.Per ora non può farlo perchè una sua "amica" ha dei fondi segreti-non meglio identificati e fa comodo la copertura pentastelluta.Che Casaleggio sia sempre più vicino alle posizioni leghiste è ormai storia. Corrente neofascista (17%). E' vistosamente calata nell'ultimo semestre ma conserva ancora la maggioranza relativa all'interno dello Staff, dove certi nomi si sussurrano solo sottovoce,per paura di ritorsioni. Corrente indipendentista (15%).Conta più tra il gruppo dirigente (quello che si spartisce le entrate sugli appalti) che tra gli iscritti.Chiede un ritorno alle origini.Crimi ne è stato a lungo il leader ma ora,mincacciato dai casaleggiani, si è praticamente messo da parte. Corrente renziana(13%). E' una delle due fazioni filo piddine- che,inevitabilmente, porteranno nel giro di un biennio alla scissione e alla confluenza del grosso del Movimento nel Pd.Grillo sa chi sono ma non può ancora espellerli perchè sanno troppo. Gruppo dissidenti(12%) : guidato da Lombardi e Taverna,livorose da quando non contano più nulla nel Movimento 5s.Si servono di "serpente" Morra come pedina per ricattare i casaleggiani.L'attaccco al capo avverrà sotto elezioni.In attesa di racimolare una candidatura con il Pd.
  • harry haller Utente certificato 3 anni fa
    Non vorrei sembrare un disfattista, e si continui pure a discutere sul migliore sistema elettorale possibile, ma temo che infine, il nobile intento si riveli uno sforzo inutile: il nano ed il di lui illegittimo figlio, hanno la forza per portare a termine qualunque porcata possa tagliar fuori il M5S e, soprattutto, nessuna intenzione di mollare la poltrona sino alla fine della legislatura.....
  • Renato M 3 anni fa
    Cavoli, allora il lobbista parlamentare ora ha un nome e cognome, Luigi Tivelli. Cosi' mi piace perchè quel video con la testa ombrata mi pareva una balla come tanti video del cazz delle iene o youtube tanto per far odiens ma valgono quanto una sigaretta fumata. Dobbiamo avere il nome cognome e responsabili di ogni cosa, poi voglio vedere chi avrà il coraggio di camminare per strada anche per una boccata d'aria. Saluti a tutti.
  • 3mendo 3 anni fa
    Super notizia (anche se non ha a che vedere con l'articolo) Beppe torna allo spettacolo! "Te la do io l'Europa" http://www.adnkronos.com/IGN/News/Spettacolo/Grillo-torna-nei-teatri-con-Te-la-do-io-lEuropa-otto-date-in-Italia-ad-aprile_321145132033.html Sicuramente porterà altro allo scoperto...
  • paraguru 3 anni fa mostra
    servizio recupero post bannati... gratis "Eugene Tolcheir Utente certificato Vado sintetico. 1)Altroché resterete solo voi; alla prossima legislatura non conterete più nulla; 2) non date la colpa ai vostri avversari; sono appunto, vostri avversari e quindi cercano, direi legittimamente, di "farvi fuori"; non era la stessa cosa che pensava di fare loro il vostro capetto quando diceva che sareste rimasti solo voi? 3) il problema é che avete certo ragione sulla criminalità politica, sull'incapacità dei politici, sul modo di lavorare (pardon... di non lavorare) dei politici, ecc., ma siete privi di qualsiasi idea economica CONCRETAMENTE APPLICABILE, e quando ce l'avete é di una banalità sconcertante 4) I due uomini di marketing che vi guidano devono "vendere" un'idea per prendere il consenso e quindi razzolano a destra ed a sinistra e devono dire qualcosa che piace all'elettore di destra (per esempio no ai pagamenti con moneta elettronica)e qualcosa che piace a quello di sinistra (antiTAV) 5) il problema è, per chi conosce la storia, che a cambiarla sono i Gracchi, non i Clodio o i Saturnino e purtroppo mi sono ricreduto; il vostro capetto è del tipo di questi ultimi. Grazie per l'ospitalità." auguri
  • davide squitieri Utente certificato 3 anni fa
    Inoltre è un sistema rotativo, come la leva svizzera, perchè dopo due legislature te ne vai a casa o ti rimetti in fila allo sportello della disoccupazione ma questo permette ad un gran numero di cittadini di entrare in parlamento e di conserva si restringe la delega, si aumenta la responsabilità dei singoli e si evita la critica interessata o spuria perchè il concetto è "vediamo cosa sai fare tu al posto di quello". Infine evita la rendita parassitaria perchè mi freghi due legislature ma non vivrai sulle mie spalle per sempre. Col tempo si ingenererà nel nostro popolo un maggiore consapevolezza politica che trascendendo il singolo diverà patrimonio collettivo, almeno finchè dura la corrente elettrica. Infine vien da sè che è un sistema selettivo per sua stessa natura e non è detto che chi abbia dimostrato alti meriti debba per forza non essere opiù utile con altri incarichi . la perfezione è solo di Dio e nulla di umano è perfetto dunque anche questo è un sistema perfettibile ma attualmente lo vedo più che attuabile. Ciao
  • nessun copy 3 anni fa
    volevo sapere se nella legge elettorale esiste il divieto x i condannati e gli indagati che prima dovrebbero fare i conti con la giustizia e poi se mai presentarsi candidati avendone xò i requisiti? volevo sapere se c'è la regola che chi è eletto con un partito/movimento, se vuol cambiare casacca se la va ha cambiare a casa? saluti a tutti da nessun copy prossimo elettore
  • davide squitieri Utente certificato 3 anni fa
    A proposito di riforma non solo elettorale ma più in generale del sistema politico, uno dei crucci o nodi difficilissimi da sciogliere è che il politico non paga mai i suoi errori. Certo non dobbiamo cedere a tentazioni giacobine ma questo è il punto? Come perseguire il politico che sbaglia in maniera democratica e legale? Non è un problema da poco. Qualcuno mi obbietterà che se paga il politico deve pagare civilmente anche il magistrato. Certo, non è che io sia lontano da quanto dichiarano i radicali non liquidi ma solidi cioè quelli di Pannella. Pensa solo ai magistrati dei tribunali fallimentari Se conciliamo le due cose questo potrebbe essere attuabile. . Il problema è che il politico non può permettersi di dire " Sono umano e posso anche sbagliare o aver sbagliato, scusatemi". Scusatemi un par de ministri! perché l'errore di un politico o più politici lo pagano migliaia di famiglie vedi gli esodati od i malati di sla. Guardandomi attorno , studiando, analizzando trovo che il sistema della rete di Grillo che non è una novità come crediamo ma è la trasposizione informatica dell'idea di rete a suo tempo di Leoluca Orlando che però era terribilmente carente di un sistema di informazione e ricezione domanda risposta adeguato anzi inesistente. con questo sistema informatico anche le Primarie diventano inutili. I candidati li sceglie la rete e guarda che è un sistema ipersistemico perché si adegua a tutti i sistemi. Mi fai le liste bloccate? e io la faccio con il consenso popolare? della rete. Vuoi solo 3 candidati? E io li scelgo sulla rete Ne vuoi sei ? idem. Il tal dei tali non sta alla disciplina di rete ? non assolve alla volontà degli elettori? al limite sfranga una legislazione e poi va a casa con ignominia possibilmente senza vitalizi o riconoscimenti vari per il servizio svolto, anzi compariamo una legislatura al volontariato puro
  • Daniele Carmignan 3 anni fa
    Basta che vi diate tutti una mossa senza fare troppi discorsi inutili!!
  • Robespierre 3 anni fa
    HENRY PALLE DI PEZZA E FACCIA DI BRONZO. La Gruber lo ha fatto a pezzi con domande imbarazzanti? Sembrava la sua governante. Henry ha continuato a raccontare un mare di cazzate come "L'ELIMINAZIONE DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI". Il dramma è che mente sapendo di mentire. Vada avanti così e lo spieghi ai dipendenti dell'Electrolux che c'è la crescita. E meglio che Henry assieme ai suoi ministri cominci a cercare una mansarda dove trasferirsi con la famiglia ,perchè i cittadini incazzati come lupi lo andranno a stanare come fecero i nazisti con Anna Franck.
  • Er Caciara ....... Utente certificato 3 anni fa
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=815288595163679
  • Riccardo R. Utente certificato 3 anni fa
    Grazie per la spiegazione Aldo. La invito però a considerare quello che è l'effettivo livello generale di cultura di molti di noi. Parlo per me ma suppongo di non essere il solo. Solitamente accade che chi spiega qualcosa di tecnico a chi conosce solo superficialmente la materia non si renda conto di commettere un errore, che è quello di presupporre che chi legge conosca l'esatto significato dei termini e dei concetti citati. Se un insegnante di informatica si rivolge ad una platea di pseudo studenti tra i quali molti non hanno mai utilizzato un computer, non si dovrebbero utilizzare termini quali "hard disk", "modem" o "password" senza spiegarne il significato e dando per scontato che chi ascolta o legge ne conosca l'esatto significato. Infatti, tornando al nostro caso specifico, stiamo dicendo che un manipolo di pionieri della democrazia diretta on-line stanno cercando di capire come orientarsi per esprimere una preferenza su argomenti di cui molti non si sono mai interessati. Quindi, ribadendo il ringraziamento per quanto lei sta facendo, la inviterei a dare una mano maggiore a chi tra noi non è ferrato in materia. Qualunque termine usi, consideri che chi legge potrebbe aver bisogno di una spiegazione preliminare del termine stesso. Saluti
  • gerardo g. Utente certificato 3 anni fa
    Qualcuno mi sa dire dove trovare il video della conferenza di stamani? Grazie
  • harry haller Utente certificato 3 anni fa
    OT: "Silvio Berlusconi e' indagato dalla procura di Milano per corruzione in atti giudiziari". Lo so, non fa più notizia, è come dire che la merda puzza; dispiace solo che ci sia ancora qualche coglione disposto a tenerlo politicamente in vita...
  • fabiola rossi 3 anni fa
    Le cose che sta dicendo Letta dalla Gruber sono veramente allucinanti! Questo sceglie per noi? Questo è veramente un grandissimo parac..., una chiappa a destra e una a sinistra e una cena dalla zio! Ma penserà che siamo davvero cosi deficienti? Poveri italiani!
  • Giorgio Cigolotti Utente certificato 3 anni fa
    Eh si, siamo in caduta libera... "Caro Silvio, usciamo di qua con un accordo. E cerchiamo un modo per contenere Grillo". "Caro Matteo, sono con te. Mi fido di te. Andiamo avanti". Affaritaliani.it è in grado di rivelare come sono andate veramente le cose nel faccia a faccia al Nazareno tra il leader del Pd e il Cavaliere. http://www.affaritaliani.it/politica/berlusconi-renzi-esclusivo-segreti-patto2301.html
    • harry haller Utente certificato 3 anni fa
      Renzi sembra un giocatore di poker novellino che pensa di essere all'altezza di un "gambler", di un professionista del gioco d'azzardo, un baro pronto a tutto......
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      Berlusconi voleva fregare Renzi, non noi. E ce la farà, l'altro non può competere in astuzia
  • nessun copy 3 anni fa
    Letta su la7 mi piacerebbe fare una legge x regolamentare le lobbyes ahahahahahahahahahah ma lettino è un po' che il M***** lo chiede. sempre in ritardo eh? Abbiamo cancellato il finanziamento ai partiti e ma allora continui a fare il bugiardino subito dietro alla lavagna in castigo. saluti al blog da nessun copy prossimo elettore
  • supercarlo S. Utente certificato 3 anni fa
    Per me il migliore è il collegio unico nazionale..... grazie! P.S. mi piacerebbe vedere commenti inerenti ai post, non di tutto e di più. Grazie ancora e buona serata.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      Perchè? Si vota, non c'è da convincere nessuno. Se vuoi ne parli altrimenti cosa devi fare? Io, per esempio, devo documentarmi, non ho capito bene la spiegazione.
  • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
    Letta: vendiamo le Poste per raccogliere 6/7/8 miliardi. Cioè non lo sa. Per RIDURRE IL DEBITO. E' come se a uno strozzino cui devo mille euro gli proponessi di accettarne 10 come acconto e il resto tra 10 anni. Una legnata sarebbe il meno. Però favorirà i dipendenti delle Poste che potranno entrare come azionisti. Mamma mia, mio Dio, santo cielo. Ma come un pd può seguire uno così? COMEEE??????
  • calvi lucia 3 anni fa
    scusate se, vado fuori tema ma voglio segnalarvi una notizia clamorosa digitate conti scudati fuori anagrafe e verra fuori un articolo su italiaggi rivista dei commercialisti vedrete che i conti degli scudi iscali sempre secretati continueranno ad esserlo anche con la nuova anagrafe tributaria. vendono poste italiane eni ha emesso un bond di un miliardo a 15 anni noi dobbiamo richiedere lo scontrino per un caffe e con questa norma verranno eluse con l'approvazione dell'agenzia delle entrate almeno 50 miliardi di tasse passate parola
  • paolo a. Utente certificato 3 anni fa
    scrivo qui visto che da contattaci in tutti i vari casi provati è sempre accesso negato. Prima di tutto trovo schifoso che uno iscritto dal 2007 non possa nemmo scrivere a contattaci figuriamoci a votare. Quello che volevo dire è che 24mila persone NON possono decidere per 8milini di votanti questa non è democrazia... e se qualcuno iscritto dal 2007 e non da ieri vuole votare non gli viene permesso.. prima quando potevo scrivere a contattaci ho provato e non mi hanno nemmeno risposto questa non è democrazia... poi continuate a fare quello che vi pare. grazie
  • ema dell (ema dell) Utente certificato 3 anni fa
    Buona serata Blog e buona visione di Servizio Pubblico a dopo per i commenti
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      chiaraluce :))))) se mai dovessero trovare la chiave troveranno la dispensa vuota (burp)
    • ChiaraLuce C. Utente certificato 3 anni fa
      ahahah Nike... Fai sparire le cibarie e avrai tutte le attenzioni per te... Ti palpeggeranno, ti abbracceranno, ti stringeranno al cuore... e tutto per scovare dove nascondi la chiave della dispensa...
    • nike di samotracia. . Utente certificato 3 anni fa
      mio marito mi ha tolto il lucchetto alla tv, solo che ora ci sono i miei figli. conterò qualcosa in questa casa? :))))))
    • Anna Fideli Utente certificato 3 anni fa
      Ciao, Ema, non vedo l'ora! Baci ;)))
  • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
    Come parla calmo Letta. Il governo funziona bene ... sono molto contento .... mi piacerebbe che si facesse la legge sul conflitto di interessi. Forse aspetta che la faccia io.
  • gennaro fu 3 anni fa
    Non riesco a capire, non me la sento votare questo quesito. Mi piacerebbe capire la proposta Toninelli, ed una altra in alternativa, sviluppata sempre dai nostri ragazzi. Grazie professore Giannulli. W Grillo siempre.
  • Antonio Giliberti 3 anni fa
    visto che la perfezione a quanto pare non ce l'hanno ne uno nell'altro io a questo punto la direi come gli antichi romani: "IN MEDIO STAT VIRTUS". non posso votare ma se votassi sceglierei il sistema intermedio.
    • Giuseppe . Utente certificato 3 anni fa
      Pensavo esattamente la stessa cosa!
  • giorgio 3 anni fa
    Caro Grillo e no, questa non ce la puoi fare. Il M5S non può presentarsi alle prossime elezioni europee come una candida verginella. Davvero non puoi prenderci per il culo fino a questo punto, non te lo permetteremo. Il M5S nasce cone forza di opposizione al sistema, come movimento di lotta alla partitocrazia corrotta che ha raziato e dilaniato questo paese. Il M5S nasce come forza politica antagonista al disastro provocato dell'Euro. La questione Europa ed euro rappresentano e hanno rappresentato l'essenza stessa dell'essere di questo movimento, la condicio sine qua non di tutta la sua credibilità e azione politica. Ricordati caro Grillo, che il M5S rappresenta l'ultimo baluardo alla rivolta civile in questo paese. Non tradire in modo così vigliacco il tuo popolo. Ci sarà tempo per mediare e ricucire. Ma oggi, il distacco dall'arroganza e dalla cecità dell'Europa deve essere netto,chiaro,eclatante. Il popolo rivoluzionario, non ti seguirà su questo terreno, il voto Europeo sarà una colossale caporetto per il M5S se vi partecipa e per tutti i partiti filoeuperisti. Il popolo rivoluzionario per questi motivi si asterrà dal voto. Indici subito un referundum sul blog pro o contro lista movimento 5 stelle alle prossime elezioni Europee e toccherai con mano. Viva l'Italia viva la rivoluzione.
  • fulvio pedroni 3 anni fa
    Posso anche capire ke sia bello e giusto informarsi e votare sul blog.. però una volta tanto anke sedersi ad un tavolo con altre forze politiche per proporre ed ascoltare non farebbe poi tanto male..
  • maurizio tesei Utente certificato 3 anni fa
    ...Mi chiedo quando potremo vedere la registrazione della conferenza che oggi Beppe Grillo ha organizza= to per la Stampa Estera ???? Maurizio Tesei
    • maurizio tesei Utente certificato 3 anni fa
      ...Grazie sia a Silvanetta che a Giuseppe, per la cortese risposta. Ciao. Maurizio Tesei
    • Giuseppe z. Utente certificato 3 anni fa
      News scusa!
    • Giuseppe z. Utente certificato 3 anni fa
      M5S New+ su play store scarica l'ap trovi tutto!
    • silvanetta* . Utente certificato 3 anni fa
      https://www.youtube.com/watch?v=ybAjoakKHSk
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Ora ci vediamo Servizio Pubblico.Poi ritorneremo qui per i commenti Buona visione
    • ChiaraLuce C. Utente certificato 3 anni fa
      Ok Mariuccia... Di Battista è meglio di Garko ah ah ah...
  • patrizia de rosa 3 anni fa
    io direi: Proporzionali Collegio Unico Nazionale Uninominale. Per le proporzionali, è già assodato. Per il collegio unico nazionale, non c'è rischio di allontanamento dell'eletto perchè il M5S è sempre presente tra e per i cittadini, ed è di livello culturale superiore a molti altri candidati di partito. Per l'Uninominale, non ci sarà più nessun tipo di condizionamento delle forze presenti in loco, perchè con la sorveglianza ormai costante del M5S, organizzazioni criminali sarà presto debellata.
  • antonella b. Utente certificato 3 anni fa
    spesso e volentieri le mezze misure raggiungono le esigenze di più persone, quindi a mio parere il collegio intermedio dovrebbe essere quello più consono, ma non me ne intendo molto, però trovo che il suggerimento che ho letto più sotto di 5 collegi che raggruppano 5 macro realtà sia molto interessante. Buona sera a tutti!
  • Maury 3 anni fa
    Ho sempre pensato che chi entra in politica lo fa per 2 motivi: 1) Per denaro e interessi personali. 2) Non è in grado di concludere niente nella vita.
  • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
    Ciao Blog e 'notte stelline ...a domani ,mi ritiro voglio vedermi Di battista con una tazza di caffè 5 stelle,mica in polvere..in grana...grossa dove si gusta il sapore di libertà e onestà! Aooo...mica corretto...altrimenti perdi il gusto del nuovo! Smackkkkkk....anche ad Alnair *.^
  • Patty Ghera Utente certificato 3 anni fa
    RIASSUNTO Qualsiasi cosa facciano i politici di turno a Roma, a me fanno proprio cacare.
  • eliseo marconatti 3 anni fa
    Il movimento 5 stelle è ormai diviso.La notizia di prossime inchieste da parte della Magistratura per quanto riguarda i comportamenti poco puliti di alcuni suoi sindaci(i nomi li si conosce) ha portato una parte dello Staff a minacciare-se non verranno regolizzarizzati con contratti a tempo indeterminato-a fare nomi e vuotare il fatidico sacco.Attualmente il m5s è diviso in 5 correnti. Corrente integralista (o talebana).Rappresenta il 25% circa degli iscritti e tiene per le palle alcuni loschi figuri del movimento che,a loro volta, minacciano di svelare molto sulla vita privata del Capo.La corrente del fondatore è forte ma resisterà alle inchieste giudiziarie ? Corrente Casaleggio (18%).Non è un segreto per nessuno che l'"uomo del web" vuole rompere con Grillo.Per ora non può farlo perchè una sua "amica" ha dei fondi segreti-non meglio identificati e fa comodo la copertura pentastelluta.Che Casaleggio sia sempre più vicino alle posizioni leghiste è ormai storia. Corrente neofascista (17%). E' vistosamente calata nell'ultimo semestre ma conserva ancora la maggioranza relativa all'interno dello Staff, dove certi nomi si sussurrano solo sottovoce,per paura di ritorsioni. Corrente indipendentista (15%).Conta più tra il gruppo dirigente (quello che si spartisce le entrate sugli appalti) che tra gli iscritti.Chiede un ritorno alle origini.Crimi ne è stato a lungo il leader ma ora,mincacciato dai casaleggiani, si è praticamente messo da parte. Corrente renziana(13%). E' una delle due fazioni filo piddine- che,inevitabilmente, porteranno nel giro di un biennio alla scissione e alla confluenza del grosso del Movimento nel Pd.Grillo sa chi sono ma non può ancora espellerli perchè sanno troppo. Gruppo dissidenti(12%) : guidato da Lombardi e Taverna,livorose da quando non contano più nulla nel Movimento 5s.Si servono di "serpente" Morra come pedina per ricattare i casaleggiani.L'attaccco al capo avverrà sotto elezioni.In attesa di racimolare una candidatura con il Pd.
    • Tommy 3 anni fa
      Per curiosita, nelle 2 ore circa che hai impiegato a scrivere questo commento cosa hai fumato? Cerca di riprenderti, se rimani cosi sei rovinato.
    • adriano 3 anni fa
      Hai dei problemi? Ci sono degli ottimi pschiatri
    • ChiaraLuce C. Utente certificato 3 anni fa
      Tutte queate 'correnti' ti faranno venire la sciatica. Riguardati!
    • Fabio Bottaliguori () Utente certificato 3 anni fa
      Eliseo ma chi te le passa tutte queste informazioni il tuo esorcista? Secondo me devi prendere seriamente in considerazione la possibilità di un percorso psicoanalitico di media-lunga durata. Trovo di cattivo gusto entrare in un sito e infangare una comunità. Immagino, comunque, dato che sei così informato sulle vicende politiche che tu abbia maturato da tempo la convinzione/certezza che non esiste in Italia alcun partito che merita di stare al governo. Pertanto immagino anche che tu non sarai andato a votare alle precedenti elezioni perché non ti identifichi in nessun partito.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      bromazepan, fa miracoli
  • davide lak (davlak) Utente certificato 3 anni fa
    per adesso direi il collegio unico nazionale. poi quando avremo la maggioranza assoluta proporremo una modifica che renda più ancorato al territorio il candidato. se facciamo adesso il collegio uninominale gli elettori penalizzerebbero i nostri candidati perché non facciamo il voto di scambio. io dico COLLEGIO UNICO NAZIONALE.
  • donato p. Utente certificato 3 anni fa
    OPINIONE all'attenzione di tutti: Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio sono decisamente due figure capaci, coerenti e degne di merito nonché rispetto; per questo sarebbe interessante, per tutti, affidare loro la guida dell'Italia; e mi dispiace che di Presidente del Consiglio ce ne possa essere sono uno! Auguro loro di essere uno vice dell'altro. Buon lavoro
  • Michele Rinella 3 anni fa
    Molto bene ! Articolo chiaro ed esaustivo. Personalmente sono per il COLLEGIO UNICO NAZIONALE CON VINCOLO DI MANDATO: nel caso il parlamentare decidesse che non fa più parte della fazione politica che lo ha eletto deve lasciare l'incarico di parlamentare.Sono per il collegio unico nazionale perchè i localismi hanno paradossalmente aumentato la corruzione politica italiana già elevata perchè , fondamentalmente, l'taliano medio e marcio nel midollo!
  • Maurizio Serafini 3 anni fa
    Mi fregano sempre, vorrei mettere a conoscenza del Movimento 5 Stelle che molti dei simpatizzanti e aderenti come il sottoscritto, LAVORANO. In particolare dalle 10 di mattina alle 19 del pomeriggio. Guarda caso queste votazioni vengono sistematicamente emanate a sorpresa, senza preavviso e sempre in questi orari impossibili per chi lavora. Proprio dal Movimento 5 Stelle vorrei più rispetto per chi lavora, senza che questo signore sia silurato a priori proprio perchè lavora. Il lavoro è scarso in Italia, ma chi lavora è spesso soggetto ad uno stress che è sempre andato aumentando in questi anni, a discapito di chi non riesce a trovare un lavoro. Siamo in un paese allucinante, non riusciamo assolutamente a rispettarci reciprocamente, neanche da parte di chi ha fatto del rispetto degli altri e degli ultimi la sua bandiera come il M5S, spero che per il futuro venga aggiustato il tiro e si consenta veramente di votare a tutti gli iscritti. Saluti e sempre grazie per il lavoro svolto Maurizio Serafini Città di Castello
  • Alfredo E. Utente certificato 3 anni fa
    Ogni persona è unica, dotata di intrinseco valore e responsabile per le scelte coscienti, che compie nel proprio ambito esistenziale. In altre parole, la politica personale determina la politica della società. UN UOMO UN ANIMA - Kenneth J. Gergen - Quindi, preoccupiamoci di scegliere, con attenzione, le persone che ci devono rappresentare e il sistema migliore che ci permetta di mandarli in Parlamento. Ma su questo ho la massima fiducia in Beppe Co., che avranno,altresì,fatto tesoro di alcune "superficialità" del passato. Buona serata a tutti www.beppe.siempre
  • Paolo Ciavarelli Utente certificato 3 anni fa
    Ritengo quello dei collegi uno dei punti fondamentali! Se vogliamo dare a TUTTI i cittadini Italiani la possibilità dei essere rappresentati credo che i collegi debbano essere UNINOMINALI! Il problema "Influenza della Criminalità e degli interessi locali" (neo di questa scelta!): 1° vale per tutte le regioni; 2° può estendersi anche ai collegi nazionali; 3° ci riporterà al problema che affligge la nostra attuale politica: IL COMPLETO DISTACCO DAGLI INTERESSI DELLA POPOLAZIONE; 4° non è detto che una classe dirigente più colta e preparata possa essere rappresentativa e RETTA più di un'altra. Ora la parola alla Democrazia!
  • manuela bellandi Utente certificato 3 anni fa
    Onestamente questa spiegazione non mi ha chiarito del tutto le idee, ma non certo per responsabilità dell'ottimo Giannuli... Cercherò quindi di leggermi tutti i vostri commenti per chiarirmi ulteriormente e se non bastasse porrò ulteriori domande sul blog di Giannuli ( http://www.aldogiannuli.it/ ) che aiutino la mia logica a darsi risposte. Al momento attuale, il mio meccanismo mentale mi porta a pensare che se i nostri rappresentanti devono essere eletti per svolgere funzioni di interesse NAZIONALE è bene che siano selezionati da un collegio unico. Premesso che la legge elettorale non la stiamo scrivendo in funzione della politica attuale, ma in previsione di ciò che dovrebbe essere in futuro una volta disinfettato il paese, ritengo che in questo modo ci sia la possibiltà di selezionare le migliori competenze in tutto il paese
    • Max Stirner Utente certificato 3 anni fa
      Anche io sono per il collegio unico. Da almeno 30 anni lamentiamo lo scarsissimo valore dei nostri uomini politici e se è vero, come è vero, che il M5S è un movimento che non ha ideologie ma idee, non è mosso per interessi personali, visto la ineleggibilità dopo due legislature, ma il bene comnune, se tutto questo è vero, meglio puntare su una classe politica, anche quella avversaria, che sia la più elevata e preparata possibile. Quando si incapperà in un delinquente, almeno sarà preparato, non come ora che sono dei delinquenti.... ebeti!
  • Renzo Grillo 3 anni fa
    Io sono convinto che Renzi e B. stiano facendo il possibile per tagliare fuori il M5S perché diamo troppo fastidio in ogni situazione perché siamo molto più preparati degli altri, vedi Di Maio, essendo partiti da zero mentre gli altri hanno il pelo lungo un metro avendo navigato a lungo all'interno delle stanze del Palazzo quindi M5S datevi una mossa prima di essere fregati il 29 Gennaio. Il fuoco incrociato del nemico si fa pesante e ci potranno essere dei risvolti negativi nei nostri confronti. Occhio B. e Renzi sono due volponi.
  • Oilitta 3 anni fa
    Sanatoria equitalia 28 febbraio Non s’era mai vista tanta vigliaccheria dal dopoguerra ad oggi. Questa gentaglia finge di non sapere che i veri debitori di equitalia, vessati da strumenti e norme che ne triplicano gli oneri per rendere felice gabellieri ipocriti e malvagi, sono povera gente senza un centesimo che non potrà mai pagare i debiti in un’unica soluzione, conseguentemente questa sanatoria è stata congegnata per chi i soldi li tiene, li ruba, evade ancorchè dagli amici degli amici che si fanno fare leggi su misure del tipo sloot machine. Ma quand’è che proverete un po’ di vergogna !!!
  • Franco Losini 3 anni fa
    Il M5S deve indicare una legge elettorale innovativa, anzichè sceglierne una. Bisogna eliminare la competizione, non è una partita di calcio. In rete si discutono prima i progetti da portare in parlamento, e gli eletti svolgono una funzione di rappresentanza operativa. Non si vota più il partito, ma si votano i progetti.
  • Angelo P. Utente certificato 3 anni fa
    OT PASSA PAROLA: Questa sera: 21:15/23:30 - La7 - Servizio Pubblico con Alessandro Di Battista Manda sms...
  • Tms S. Utente certificato 3 anni fa
    x quelli che scrivono che il movimento non fa nulla , bla,bla ... e che doveva perdere tempo con il supercazzola Renzi .. e simil-vaccate . è per colpa di gente come voi che hanno distrutto il paese e portato il popolo alla fame. Va bene TUTTO per arrivare allo scopo , anche discutere con pregiudicati e topo gigio o rinnegare il nostro programma ma quando avete votato , ci avete pensato su o avete tirato ad indovinare ? eppure non è difficile .. , è scritto nero su bianco Dovranno togliersi TUTTI dai coglioni. e lo faranno Sono stati la causa e saranno il rimedio. Se essere COERENTI significa deludere quelli che votano alla cazzo ( senza neppure sappere chi votano), allora DELUDETEVI PURE , siete solo zavorra in eccesso ,e l'Italia ne è piena. IO invece penso che se non siamo al governo a ricostruire un futuro , LA COLPA E' SOLO di chi ha rivotato questi parassiti al servizio del privilegio personale e del soldo facile ( non di certo degli elettori allocchi , che sono considerati solo un trofeo ed una percentuale da esporre in campagna elettorale ) ecco di chi è la colpa , di nessun altro. Che pensavate , che con il 25% avremmo cambiato tutto ? Non ci basta Il sistema lo hanno creato LORO proprio per rendersi inamovibili ( lunghi passaggi parlamentari ,iter burocratici infiniti ) se abbiamo avuto il 25% è per la ragione scritta sopra , evidentemente l'ottusità ( o il pens ai cazzi propri )di gran parte dei votanti , ha evidenziato la voglia di NON cambiare una classe politica ridicola che ,nonostante abbia SVENDUTO il paese alle banche internazionali, e nonostante gli scandali ed i disastri fatti è stata rimessa a governarci dagli " elettori" davvero bravi Intanto Saccomanni ha annunciato la privatizzazione del 40% di poste per ricavare 4 miliardi questi falsi incompetenti , VI STANNO FACENDO CREDERE CHE SU UNA SPESA CORRENTE DI 800 Mld .... NON RIESCONO A TAGLIARE NULLA .. e vendono le poste .. dal morire dal ridere se non ci fosse da piangere
  • mobertos m. Utente certificato 3 anni fa
    Ma sto blog farlo come DISQUS no?
  • Daniela M. Utente certificato 3 anni fa
    Scusate ma quando si va sul tecnico mi si annoda il cervello. Non riesco a decifrare quale sia, fra le opzioni possibili illustrate da Giannulli, quella "tecnicamente" più consona all'obiettivo del m5s di ridare potere ai cittadini. Quella cioè che in pratica più si avvicina al metodo che gia stiamo usando qui sul blog, dove una comunità si confronta su una tematica, la discute e infine vota per decidere qual'è la volontà del gruppo. Dopodichè i Portavoce della comunità riportano fedelmente in Parlamento questa decisione, perchè sia confrontata, discussa e votata con i portavoce degli altri gruppi lì presenti. Qualcuno mi può aiutare a comprendere meglio? Grazie, ^__^
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      non sbagli Daniela, è così come dici. Ma il programma è per lo Stato intero. Da Vipiteno a Lampedusa
    • Daniela M. Utente certificato 3 anni fa
      Antonio, preferirei arrivare a capire con la mia testa quello che va, o non va, bene. Grazie comunque del suggerimento. ^__^
    • antonio d. Utente certificato 3 anni fa
      Daniela, tu guarda quello che vuole Berlusconi. Il contrario, è quello che fa per noi.
    • Daniela M. Utente certificato 3 anni fa
      Giorgio, secondo me, e mi pare anche secondo la volontà del m5s, gli eletti in Parlamento hanno la funzione di fedeli Portavoce della comunità, in questo caso quella a 5*, che li ha appunto eletti e mandati in Parlamento con questo unico scopo. Sbaglio? ^__^
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      secondo me gli eletti al Parlamento dovrebbero dimenticarsi da dove provengono e non aver promesso vantaggi locali. Un fvg dovrebbe interessarsi tanto di Trieste quanto di Sassari
    • Daniela M. Utente certificato 3 anni fa
      mobertos, alla prima domanda ho risposto proporzionale perchè il maggioritario sembra essere più consono al mantenimento di una "stabilità" che se deve essere fine a se stessa, non mi interessa. Mentre, come puoi desumere da questo mio post, mi interessa che i Parlamentari siano Portavoce delle esigenze delle comunità di cui sono espressione, e che le riportino fedelmente in Parlamento. Ciao, ^__^
    • mobertos m. Utente certificato 3 anni fa
      Io rispetto il voto ma il PROPORZIONALE mi sembra una pazzia... l'avete atto solo per far dispetto a Renzi? Io ho votato il maggioritario perchè punto sull'uomo e non sulla lsta di artito. Sono accettate critiche...
  • mobertos m. Utente certificato 3 anni fa
    Mi spiegate perchè devo perdere tutto sto tempo per arrivare in fondo per il commento? Non sarebbe più semplice mettere i "invia un commento" in testa? Saluti
    • manuela bellandi Utente certificato 3 anni fa
      clicca su " Scrivi " scritto in rosso in alto... e prima di inalberarti osserva meglio ^_^ nessuno nasce imparato... ^_^
  • carlo montesano Utente certificato 3 anni fa
    collegio intermedio...ciao Beppe !!
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    " Io non sono leader di nessuno.Se fossi un leader avrei fatto la mia lista in Sardegna e via...."
  • Lino Viotti Utente certificato 3 anni fa
    Prima cosa : Ringraziamo Aldo Giannulli per la sua cortesia e pazienza . Da quello che ho capito , mi sembra che il Collegio Intermedio sia la scelta migliore . Una cosa è certa ::: Come i politici ( Berlusconi , Renzi , ecc. ) faranno di tutto per far approvare una legge elettorale Che avvantaggi i Loro partiti e emargini il più possibile il Mov 5 Stelle ,... ... Così NOI : Dobbiamo scegliere il modello di Legge Elettorale Che avvantaggi il Movimento 5 Stelle .punto . ( Se credete ancora Che i politici che Ci governano faranno una legge elettorale per rappresentare e risolvere meglio i bisogni di Noi cittadini ... allora siete proprio scemi !!!).
    • Paolo Ciavarelli Utente certificato 3 anni fa
      Sicuramente Rfaranno quello che hai detto, ma il Movimento non può permettersi di TRAVIARE i propri ideali per un'assurda brama di protezionismo. La legge elettorale deve essere il motivo che indurrà il popolo degli scettici a votarci, di conseguenza non deve avvantaggiare noi e svantaggiare gli altri. Deve essere, semplice, equa, inequivocabile. Deve garantire la partecipazione di TUTTI COLORO CHE PENSANO DI POTER FARE IL BENE DEL PAESE! Per sgominare i delinquenti c'è la Giustizia, non la legge elettorale!
  • Alessandro Doimo Utente certificato 3 anni fa
    Personalmente sono per il collegio intermedio. Abbastanza piccolo da conoscere almeno di vista il proprio rappresentante, abbastanza grande per vedere emergere qualche nuova formazione che magari a livello nazionale ha il suo 4-5% di rappresentanza distribuito nel Paese. A mio avviso la grandezza dei seggi andrebbe individuata in funzione seggi totali del senato distribuiti con metodo proporzionale e della soglia di sbarramento che si intende imporre. Le regioni sono troppo grandi (per le più grandi grandi entrerebbero forze politiche che hanno anche l'1-2% delle preferenze) e le attuali province sono troppo piccole (la soglia di sbarramento sarebbe molto alta). CONSIGLIEREI per la prossima votazione di dare la possibilità di assegnare due preferenze (la seconda di valore minore). Potrebbe succedere ad esempio che chi sceglie l'uninominale potrebbe preferire il collegio intermedio al nazionale o magari pensa che la cosa peggiore stia nel mezzo tra le varie opzioni. Sarebbe bene tener conto anche delle seconde scelte.
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    A QUEL CEREBROLESO DI GIOVANARDI PERCHE I GAY "NON DEMENTI" NON LO VOTEREBBERO MANCO DI STRISCIO MA ANZI, SE LO INCONTRASSERO, COME FAREI GLI SCARICHEREI ADDOSSO TUTTA LA MIA "ABNORMALITA"DEVIANZA"DIVERSITA"FROCIAGGINE"CONTRO-NATURA"ETC.ETC....: GEORGE CARLIN:http://www.youtube.com/watch?v=AvF1Q3UidWM
  • marco 3 anni fa
    Ragazzi, ottimo lavoro, ma non sono riuscito a votare. Non ho ricevuto il messaggio di preavviso, vivo all'estero, non vado sul blog tutti i giorni. Potete lasciare un po' piu' di tempo per il voto?
  • Paolo C. Utente certificato 3 anni fa
    Poiché è stato scelto il sistema proporzionale, direi che le prossime votazioni dovrebbero essere solo su specifiche che attengono a questo sistema. Per quanto riguarda il timore di condizionamenti di lobby , criminali e no , mi pare che queste agiscano comunque da sempre, sia con collegi piccoli che con il collegio unico nazionale. Sono infatti in grado di spostare voti non solo tra candidati ma anche tra partiti. Quindi non ne farei una questione dirimente per la scelta dell'ampiezza dei collegi.
  • Ayn Rand Utente certificato 3 anni fa
    è fondamentale chiarire se dovesse vincere intermedio ci fate scegliere la grandezza dei collegi, perchè io non sono d'accordo con la grandezza provinciale come indicato nella proposta dei parlamentari perchè troppo piccola e abbassa troppo la qualità degli eletti.. preferisco collegi regionali ps. se non si può scegliere nello step successivo la dimensione adesso voterei per la lista nazionale
    • Alessandro Mauriello Utente certificato 3 anni fa
      concordo, la grandezza intermedia è fondamentale, e ci vuole un aggiustamento, magari maggioritario in base nazionale. In modo che tutti i partiti siano rappresentato ma il più grande abbia un piccolo vantaggio, non di 170 poltrone come oggi.
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    AI PROLIFE DEL PROSSIMO 24 A TORINO ECCO CHI SIETE: http://www.youtube.com/watch?v=AvF1Q3UidWM
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    A Roma in mezzo alle strada https://www.youtube.com/watch?v=OU1Ojy56fPE Mi commuovo sempre quando lo ascolto, mi fa venire i brividi sulla pelle. Ditemi voi cos'è
  • Ivan Bentivegna Utente certificato 3 anni fa
    perché non velocizziamo le consultazioni? non é che ci fregano questi cialtroni ??
  • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
    sono completamente pazzi, vendono il 40% delle Poste. Per racimolare miliardi da mangiare, non può esserci altro motivo.
    • mobertos m. Utente certificato 3 anni fa
      Io ho messo in mora Letta e Saccomanni senza dimenticare Renzi... perchè non lo facciamo tutti?
    • Beppe A. Utente certificato 3 anni fa
      Secondo me invece sono per ripagare banche tedesche http://www.vincitorievinti.com/2013/03/litalia-ha-versato-oltre-40-miliardi-di.html
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    PERSONALMENTE SONO PER IL COLLEGIO NAZIONALE, ABBIAMO VISTO I RISULTATI CHE SI SONO AVUTI A RIEMPIRE IL PARLAMENTO DI ANALFABETI ALLA RAZZI E BOSSI E CALDEROLI ETC.ETC. LE ISTANZE "LOCALISTICHE" IN ITAGLIA SONO UNA VERA E PROPRIA PIAGA, LE MIGLIAIA DI "OPERE INCOMPIUTE" CONTINUEREBBERO A PRODURSI IMMANCABILMENTE, LASCIANDO SFUGGIRE I COLPEVOLI NEI MEANDRI DEI RIVOLI E RIVOLETTI DEL SOLITO SCARICABARILE, CHE INCOLPEREBBERO ALLA FINE SOLO, I SOLITI ASSESSORI COMPIACENTI, NON "POSSIAMO PIÚ PERMETTERCI" QUESTI SPRECHI? SECONDO ME BASTANO E AVANZANO GIA LE TROPPE REGIONI? CHE UN LONTANO DOMANI SI POSSA ARRIVARE AD UNA CAMERA DELLE REGIONI IN SOSTITUZIONE AL SENATO BEN VENGA, MA MAI CON QUESTA CASTA POLITICA E CON L'ATTUALE MENTALITA E CULTURA POLITICA! BIMBOMINCHIA SI DIMENTICHI LA SCOMPARSA DEL SENATO, MAGARI FRA UN PAIO DI GENERAZIONI, CON UN PAESE POSSIBILMENTE AD UN 1% DI ANALFABETISMO E NON CON UN 25% PER DI PIÚ IN AUMENTO? IL RISCHIO DI UN PROSEGUO DI DITTATURA DELLA CASTA ANCOR PIÚ AUTORITARIA É DAVANTI AGLI OCCHI DI TUTTI, DUE CONDANNATI CHE SI INCONTRANO NELLE SEGRETE STANZE PER IMPORRE UNA LEGGE ELETTORALE A SOLO ED ESCLUSIVO LORO USO E CONSUMO, MA CHE ALTRO VI SERVE DI PIÚ PER APRIRE GLI OCCHI, PROPRIO MENTRE UNICO IN EUROPA IL M5S CONSULTA PER LA STESSA COSA PUBBLICAMENTE I SUOI ISCRITTI? RIMANE DUNQUE IMPORTANTE VALUTARE ANCORA PER BENE LA QUESTIONE SUL "VINCOLO DI MANDATO"? NON DEVE ESSERE PIÚ "TOLLERATA" LA FUORIUSCITA IN NESSUN GRUPPO MISTO O ALTROVE, NON CONCORDI CON LA LINEA DEL MOVIMENTO, "TI DIMETTI" PUNTO! BASTA "FURBETTI DELLA POLITICA" E "CAMBIA POLTRONE" A GIORNATA, A LUNA PIENA, A PIACIMENTO! MA QUALE ABOLIZIONE DEL SENATO, PARTIAMO DALLA RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI E DAL DIMEZZAMENTO DEGLI STIPENDI COME FANNO I 5STELLE!
  • filippo t. Utente certificato 3 anni fa
    Per le regioni che sono notoriamente infestate dalle attività mafiose collegio unico nazionale. Per gli altri sistema uninominale proporzionale.
    • Ayn Rand Utente certificato 3 anni fa
      secondo me si abbassa troppo la qualità degli eletti, in alcune province meno attive/interessate ai principi veri del m5s pensa quanti mastrangeli avremmo se prendiamo sopra tanti voti.. tieni conto che per adesso ci sono ancora i soldi che attirano tanti
    • Stefano M. Utente certificato 3 anni fa
      Non penso che le attività criminose (MAFIE) siano localizzate in una zona precisa, tipo sud Italia, ma sono ramificate in quasi tutte le regioni del nord e del centro.
  • paraguru 3 anni fa
    alla faccia della democrazia del web, se non riuscite a digerire neanche una critica un po' dura come quella che segue siete proprio messi male. "Oliviero Santagata Utente certificato Molti protestano, gridano allo scandalo e se la prendono con Renzi per il suo recente incontro col caimano, ma pochi se la prendono con Grillo, il vero responsabile di quel che sta succedendo. Perché, a ben pensarci, la colpa è proprio di Grillo e della sua schiera di incapaci. Sono il “terzo polo”, una forza politica importante, sono stati eletti per fare qualcosa per questo povero paese, non per non far nulla. Non possono pretendere di far sempre i “puri” e di rifare il mondo restando ignavi alla finestra, fuori dalla mischia: in politica purtroppo a volte bisogna sporcarsi le mani, la democrazia è partecipazione! Se anche in passato è riuscito a rottamare Bersani (che voleva smacchiare il giaguaro ma poi è stato smacchiato lui) Grillo dovrebbe ora capire che sta giocando col fuoco, e con la pelle degli Italiani. Renzi non è il tipo che si lascia mettere sotto i piedi, e pur di ottenere quel che ha in mente tratta con chiunque, anche col diavolo, fregandosene di lui e del suo 5 Stelle. Poteva essere lui l’interlocutore privilegiato di Renzi, ha preferito che fosse il Berlusca! Bella mossa, intelligente e ...... lungimirante? Non credo proprio: col tenere ibernati in freezer tutti i suoi grillini, rifiutando il dialogo anche sui temi che costituiscono le “regole del gioco” (con le quali alla fin fine anche lui deve fare i conti) ha solo deluso quei milioni di Italiani che in buona fede l’hanno votato. E che, credo, non saranno più disposti a perseverare nell’errore." auguri
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      Caro para, nin ha deluso nessuno. Ha fatto quanto aveva detto. Avrà deluso te, abituato a questi lazzaroni.
    • Rita L. Utente certificato 3 anni fa
      ahahaha questa non è una critica dura , è un'accozzaglia di scemenze!
    • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
      caro paraculo....è scoppiata la guerra,quale disastro è avvenuto,mi sono perso qualcosa? Belin...alle prossime elezioni te ne accorgerai! Mi raccomando dopo l'esito ritorna, ti aspettiamo!
  • giuseppe1 3 anni fa
    Scusate, ma perché il territorio dovrebbe essere rappresentato a livello nazionale? Servono politici in grado di ragionare sulle grandi tematiche economiche o sociali, o il solito individuo che vive sul clientelismo e sul campanilismo, promettendo l'aereoporto dove decollano tre aerei al mese? Per la rappresentazione delle istanze locali, non bastano le Elezioni Regionali e quelle Comunali?
  • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
    Forse l'intermedio è il meno male,ma se ci vanno sti maiali....non serve a nulla.! °°°°°°°°° E' vero, si,si, è vero la sinistra vuole fare il ribaltone,i comunisti lo vogliono vedere distrutto,sia lui che il suo partito. Belin... Scilvio ma con chi ti sei messo? Ma l'inciucio non lo hai fatto con i comunisti? Ma allora sei masochista! Ma il PD non è di sinistra? Renzi disse:" faremo cose di sinistra"....birbaccione...quando ti trovano con le mani sporche di marmellata la colpa è delle toghe rosse,quando ti danno la prescrizione( innocente 30 volte) la legge va bene è di destra? *.^
  • marino marquardt Utente certificato 3 anni fa
    MINORANZA PD ADOTTA "STRATEGIA DELLA VASELLINA". Probabilmente è la "strategia della vasellina" quella che hanno deciso di adottare i componenti della minoranza Pd. Niente sciabolate, niente attacchi frontali al giovanotto fiorentino - è questo l'ordine di scuderia - soltanto vasellina al posto giusto per colpire in maniera indolore, quasi impalpabile, e non generare allarme nell'avversario infilzato a sua insaputa. Pare che lo stratega sia il Lider Maximo.
  • alberto arnoldi 3 anni fa
    Ora è necessario fare votazioni on line per chiedere: 1) Circoscrizioni grandi o piccole? 2) Ballottaggio o no? 3) Premio di maggioranza sì o no? Se sì, quanto grande? 4) Quale soglia minima di voti per poter entrare in Parlamento? E' urgente per capire cosa vogliano gli iscritti e per dare supporto ai rappresentanti.
  • lucifero 3 anni fa
    Io rimango dell'idea che, in ogni caso, cmq vada, bisogna scoraggiare le coalizioni. Lo sbarramento dovrebbe essere invertito, ovvero chi entra in coalizione deve avere lo sbarramento all'8% chi va da solo al 4%. Cosi evitiamo le solite furbate, con i contenitori prendi tutto. La coalizione che ha dentro un partitino che non raggiungerà la soglia di sbarramento, pagherà con un malus di seggi.
  • giuseppe1 3 anni fa
    Purtroppo avete imboccato una strada senza uscita. In ventimila avete democraticamente votato per il maggioritario, ma adesso, altrettanto democraticamente, potete anche aspettarvi che i dieci milioni che vi hanno votato non siano d'accordo coi ventimila che hanno voce in capitolo. Un concetto di democrazia che lascia un pò dubbiosi.
    • Fabrizio Valenti Utente certificato 3 anni fa
      Be insomma se i 10.000.000 (mè compreso) non hanno ancora voluto "togliersi la paglia dal culo" è solo colpa loro(mia)non dei 20.000 che l'hanno fatto e adesso possono votare,Grillo lo diceva sempre che votare il m5s voleva anche dire partecipare direttamente proprio su quete cose non comprese nel programma e la storia del "tengo famiglia" doveva finire,per cui (noi 10.000.000) abbiamo poco da lamentarci,personalmente non mi lamento anzi apprezzo moltissimo che agli elettori sia data la possibilità di "dire" ai propri eletti cosa fare e presto lo farò anch'io,certamente c'è da migliorare qualcosa ma questo è un grande inizio altro che strada senza uscita!
    • cesare muneghina (golpe) Utente certificato 3 anni fa
      No affatto in più di 20000 abbiamo votato per il proporzionale! leggi bene e informati. a meno che tu non sappia leggere?
    • giuseppe 3 anni fa
      Volevo dire proporzionale, ma mi è scappato maggioritario. Vedo comunque che la cultura del sospetto è ben radicata tra le comari del blog. Chi non è d'accordo è troll, ebreo, negro... cos'altro?
    • Claudio S. Utente certificato 3 anni fa
      forse non lo sai, ma abbiamo votato il proporzionale informati prima di parlare se non sei d'accordo con la scelta, potevi iscriverti, mandare il documento e votare, ed invece ti lamenti solo mi sai tanto di troll
  • paraguru 3 anni fa mostra
    servizio recupero post bannati... gratis "Eugene Tolcheir Utente certificato Vado sintetico. 1)Altroché resterete solo voi; alla prossima legislatura non conterete più nulla; 2) non date la colpa ai vostri avversari; sono appunto, vostri avversari e quindi cercano, direi legittimamente, di "farvi fuori"; non era la stessa cosa che pensava di fare loro il vostro capetto quando diceva che sareste rimasti solo voi? 3) il problema é che avete certo ragione sulla criminalità politica, sull'incapacità dei politici, sul modo di lavorare (pardon... di non lavorare) dei politici, ecc., ma siete privi di qualsiasi idea economica CONCRETAMENTE APPLICABILE, e quando ce l'avete é di una banalità sconcertante 4) I due uomini di marketing che vi guidano devono "vendere" un'idea per prendere il consenso e quindi razzolano a destra ed a sinistra e devono dire qualcosa che piace all'elettore di destra (per esempio no ai pagamenti con moneta elettronica)e qualcosa che piace a quello di sinistra (antiTAV) 5) il problema è, per chi conosce la storia, che a cambiarla sono i Gracchi, non i Clodio o i Saturnino e purtroppo mi sono ricreduto; il vostro capetto è del tipo di questi ultimi. Grazie per l'ospitalità." auguri
    • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa mostra
      grazie abbiamo bisogno di tale conforto! Postaci più spesso i censurati,c'è anche noncensura,vedi te di collaboraci,pagano bene! Ma la legge elettorale non ti interessa vero!
  • Endo Giarin 3 anni fa
    Un appunto sulle votazioni. non vi sembra che ci sia qualcosa che non va nelle votazioni, se tra milioni di votanti il movimento, ce ne siano soltanto poche migliaia ad effettuare la scelta su argomenti di tale importanza? Alle dieci di mattina arriva un email, oggi pomeriggio, per tre ore, sono aperte le votazioni.... Ma che siamo, a giochi senza frontiere?? Mi auguro che vi venga la voglia di far partecipare tutti, e di fare le cose con maggior serietà, la prossima volta, voglio sentirmi parte del movimento, non ai margini, soltanto perchè sono obbligato a lavorare. non mi piace, non mi è piaciuto e, se continuerà così non mi piacerà più, se il movimento vuole discutere con i cittadini, deve dare ai cittadini la possibilità di partecipare.
  • Armando . Utente certificato 3 anni fa
    Complimenti per l'ottima spiegazione. Questo fatto di dover dividere l'Italia non mi è mai piaciuto. Se ci si vuole affermare a livello regionale, locale ecc, ci sono le Regioni, le Provincie e i Comuni finché esistono. E poi a livello regionale è più che ci sia clientelismo ed intrusioni mafiose. Quindi senza indugi sarei per un Collegio Nazionale Unico.
  • antonio d. Utente certificato 3 anni fa
    Per chi non sa decidere: Guarda quello che vuole 1816; E certamente quello che non va bene per te.
  • patrizia passante Utente certificato 3 anni fa
    quello che non riesco proprio a capire è perchè vi deve essere una proporzione tra numero di abitanti e regione. Tutte le regioni, anche se di piccole o di grandi dimensioni, nella vita quotidiana affrontano gli stessi problemi e quindi vi deve essere equità.Inoltre facciamo in modo che tutte le regioni siano uguali. TOGLIAMO LA LEGGE SULLE REGIONI A STATUTO AUTONOMO e BASTA CON LA PROTEZIONE DELLE MINORANZE. tutte le regioni devono partire insieme, anche se lo sviluppo storico ha creato un abisso tra Nord e Sud. Anzi per il Sud è arrivato il momento di chiedere il risarcimento per lo sfruttamento subito nei secoli :DITELO A MARONI... che ha rotto i c........licenza poetica)
  • antonio l. Utente certificato 3 anni fa
    io ho votato maggioritario, ma il movimento ha preferito proporzionale e quindi amen. PROPORZIONALE significa che ognuno prende la rappresentanza in proporzione ai voti ricevuti. NON credo che ci siano tanti giochetti da fare. E comunque io mi atterro a quanto democraticamente deciso dal movimento e quindi non votero nessuna cosa che non sia STRETTAMENTE PROPORZIONALE. Il sistema è il collaudatissimo sistema che vigeva fino al 1991, con il correttivo di una sola preferenza, per evitare la tracciabilita DEL VOTO e con le quote rosa rappresentate dal fatto che dovrebbe essere obbligatorio mettere nelle liste in alternanza un uomo e una donna. Le altre cose le facciano gli altri e se ne assumano la responsabilità. franco rosso
    • Ayn Rand Utente certificato 3 anni fa
      scusa fammi capire te passi dal preferire un estemo all'altro? prima maggioritario e adesso proporzionale puro.. nel mezzo sta la saggezza e il compromesso fra rappresentanza e governabilità
  • Arnaldo . Utente certificato 3 anni fa
    Sembrerebbe che il collegio unico nazionale, sia la soluzione migliore perché svincola il candidato dal territorio ecc. ecc. Una domanda: ma il candidato svincolato dal territorio non risulterebbe troppo vincolato al segretario? O a chi gli paga la campagna elettorale? E poi, non corro il rischio di trovarmi, comunque e sempre i soliti tromboni? Ponte sullo stretto, F35, TAV....... Ti dicono una cosa e poi..... Scusate, ma di un sistema mi aspetto solo che venga usato al peggio. Meglio che il rappresentante sia strettamente legato ai rappresentati. Ultima cosa: sarebbe meglio dotare le schede elettorali e il seggio di un sistema anti taccheggio: così da rendere difficile il loro spostamento. La fiducia è una grande cosa, però....
  • Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi) Utente certificato 3 anni fa
    Io penso che chiunque debba avere i mezzi per in una breve tempo della sua vita portare qualcosa di buono in parlamento e darla alla collettività. Un giovane ha il tempo, la forza per lavorare sul territorio, rappresentarlo: anche con i suoi limiti. Ma non subito: forgiandosi in attività locali per arrivare a una visibilità tale da consentigli di anche arrivare in parlamento. Quindi preferirei un sistema "dal basso". In un territorio corrotto c'è poco da fare, un estraneo calato da una legge elettorale senza rapporto con il territorio neanche ci mette piede (ed è quello che accade oggi no?) Propendo quindi per un COLLEGIO UNINOMINALE
  • Rosa Anna 3 anni fa
    Botte piena o moglie ubriaca ? Comunque la metti sono sempre le persone che fanno la differenza. Metti la differenza fra un Mirko Busto e una Nunzia De Girolamo """" ABISSALE """"
  • antony gentile (antonelli) Utente certificato 3 anni fa
    è in atto tra il nano Berlusconi e arlecchino di firenze tante parole tutta cacca toscana ne veddremo delle belle aspetteremo che si fottono insieme tra nani e cantastorie del renzi fa ridere questo pagliaccio che quando parla schiuma cazzate a valanghe lo credevo sincero ma il pagliaccio vuol fare il bunga bunga alloscuro vedremo chi dei due lo prenderà li.......
  • psichiatria. 1 3 anni fa
    mmmm non saprei il collegio meno corruttibile mi vien da dire...
  • Giuseppe Maiello () Utente certificato 3 anni fa
    Intermedio (5 circoscrizioni): Napolitania, Padania, Centro Italia, Sicilia e Sardegna.
  • Edoardo Martino Utente certificato 3 anni fa
    Certamente l'opzione preferibile è il Collegio Unico Nazionale. Garantisce qualità della classe politica e rifugge dal particolarismo territoriale, spesso foriero di clientelismo, corruzione, interventi legislativi superflui.
  • Cesare Cesari 3 anni fa
    Mi piace
  • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
    ex sindaco di arezzo querela copnsigliere comunale del M5S Il potere non capisce l’italiano http://www.informarezzo.com/permalink/13528.html Bentornati a una puntata di: . Cioè di tutte quelle persone che borbottano critiche e poi chinano la testa e lasciano che tutto vada avanti alla stessa maniera (abbondantemente dimostrato da PDmenoL e PDL all’ultimo Consiglio Comunale). Ricorderete bene che il maggio scorso il M5S di Arezzo ha richiesto a Nuove Acque spa di conoscere il contenuto del verbale del 28 marzo 2012 dove si parlava della Campagna Obbedienza Civile e di tutti i problemi legali che la società ha. Nella richiesta specificavamo che il verbale era anche stato pubblicato in ritardo. Ricorderete che ci elencarono perché fu pubblicato in ritardo ma del verbale e del suo contenuto non se ne poteva sapere nulla. A luglio 2012 facciamo un’altra richiesta dove chiediamo, parole testuali: “istanza di accesso al verbale (…) nonché di estrarne copia”. Sia la prima che la seconda volta ci rispondono dopo i 30 giorni di tempo massimo che la legge prevede per la fornitura di tali documenti. Questa seconda volta, nella lettera di risposta c’è scritto che il diritto che io, Consigliere Comunale, voglio esercitare, parole testuali, è “legato alla pubblicazione tardiva del documento”. Poiché tale lettera è firmata dal Dott. Paolo Ricci, protettore della parte pubblica, mi domando se Dottore lo sia davvero visto che non riesce nemmeno a capire un italiano basilare come quello da me usato. Mi viene altrettanto in mente che forse non è il caso di dare in mano un servizio pubblico come quello della gestione idrica a delle persone che non sanno neppure capire la propria lingua madre. M’indispone essere preso in giro come un povero stupido e mi auguro che al più presto ci siano dei risvolti positivi di questa faccenda poiché il, direi, Sig. Ricci sta andando incontro a “omissione di atti d’ufficio” punibile fino a un anno
    • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
      M’indispone essere preso in giro come un povero stupido e mi auguro che al più presto ci siano dei risvolti positivi di questa faccenda poiché il, direi, Sig. Ricci sta andando incontro a “omissione di atti d’ufficio” punibile fino a un anno di reclusione. Nel frattempo anche a Berlino hanno ripubblicizzato il servizio idrico. Leggetela e ditemi voi se questa storia non la conoscete già... Hanno ripubblicizzato a seguito di un referendum popolare (come in Italia). La società privata francese Veolia entra in gioco in un secondo momento, dal 1999 (Suez ad Arezzo). Vengono lamentati accordi tra le parti poco trasparenti, che presentavano numerosi omissis (come ad Arezzo). Come ad Arezzo le tariffe sono andate in costante aumento senza significativi benefici per la rete idrica. Cittadini indignatevi, vi stanno rubando i soldi in tasca e prendendo allegramente per i fondelli. Lucio Bianchi capogruppo Movimento 5 Stelle Arezzo
  • giacomo . Utente certificato 3 anni fa
    Non opportuno dare spunti concreti ( cui prodest ) per indirizzare gli interpellandi al voto ad una scelta ragionata ? Vale marco porcio catone
  • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
    Vi invito tutti a leggere e divulgare questo articolo sulla #TRUFFA e la MANIPOLAZIONE circa l' #evasione fiscale; non hanno voluto recuperare 150 miliardi che potevano incassare in 2 sole situazioni, agevolano le grandi evasioni di #vip e #lobby e poi fanno l'inquisizione per i commercianti al limite del fallimento che evadono poche decine di euro (che comunque vengono spesi e restano nell'economia) ARTICOLO DA FARE LEGGERE ALLE PERSONE MANIPOLATE DAI MASS MEDIA.... MENTRE *NON* HANNO RECUPERATO I 98 MILIARDI DELLE SLOT ED I 50 MILIARDI CHE SI POTEVANO RECUPERARE IN SVIZZERA (come hanno fatto Germania, Inghilterra, Austria e altri) CONTINUA L'INQUISIZIONE CONTRO I PICCOLI COMMERCIANTI GRAVEMENTE COLPITI DALLA CRISI... http://www.nocensura.com/2014/01/il-grande-inganno-dellevasione-fiscale.html
    • Gian A Utente certificato 3 anni fa
      Continuo a sostenere tale tesi. il problema non è lo scontrino fiscale emesso. E ho avuto discussioni anche con funzionari dell'ADE.
  • Paci Marco (mawashi) Utente certificato 3 anni fa
    non trovo traccia nella costituzione di esiti elettorali che sanciscano vincitori e/o vinti! Oggi manca di fondo una profonda convinzione che non si vince una elezione ma si elegge una rappresentanza tenuta a portare e mettere in relazione alla costituzione i voleri, pareri e necessità del popolo. Non si va in parlamento per fare ciò che dice questo o ciò che dice quello e se non comprendiamo questo siamo completamente alla deriva e gli effetti li vediamo da decenni e ci porteranno ad una catastrofe! Art. 56: "La Camera dei deputati è eletta a suffragio universale e diretto. Il numero dei deputati è di seicentotrenta, dodici dei quali eletti nella circoscrizione Estero. Sono eleggibili a deputati tutti gli elettori che nel giorno della elezione hanno compiuto i venticinque anni di età. La ripartizione dei seggi tra le circoscrizioni, fatto salvo il numero dei seggi assegnati alla circoscrizione Estero, si effettua dividendo il numero degli abitanti della Repubblica, quale risulta dall'ultimo censimento generale della popolazione, per seicentodiciotto e distribuendo i seggi in proporzione alla popolazione di ogni circoscrizione, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti." Non riesco a vedere tutta questa necessità di complicare le regole del 'gioco' tranne che nel caso in cui il 'gioco' diventi truccato!!! L'equilibrio dei poteri come quello che si determina quando come si sente dire 'non c'è una maggioranza' garantisce i diritti del cittadino ed evita che vengano attuati provvedimenti incostituzionali come quelli che da decenni subiamo! Vogliamo continuare così?
    • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
      Scusa doveva andare in chiaro.
    • oreste m****** Utente certificato 3 anni fa
      E' vero, si,si, è vero la sinistra vuole fare il ribaltone,i comunisti lo vogliono vedere distrutto,sia lui che il suo partito. Belin... Scilvio ma con chi ti sei messo? Ma l'inciucio non lo hai fatto con i comunisti? Ma allora sei masochista! Ma il PD non è di sinistra? Renzi disse:" faremo cose di sinistra"....birbaccione...quando ti trovano con le mani sporche di marmellata la colpa è delle toghe rosse,quando ti danno la prescrizione( innocente 30 volte) la legge va bene è di destra? *.^
  • Maurizio R. 3 anni fa
    Io non so nulla di sistemi elettorali e devo dire che a me questo intervento di Giannuli ha chiarito poco o nulla. Spero che il professore almeno sul suo blog fornisca corpose integrazioni a questo video. Servirebbero almeno tre esempi teorici ben commentati e argomentati delle tre possibili opzioni, soprattutto quali conseguenze hanno le tre scelte in un sistema proporzionale. Per esempio sulla pagina di wikipedia dedicata all'uninominale in sistemi proporzionali si legge: "è possibile che in un collegio non vi siano eletti, oppure che ve ne siano più d'uno, e non necessariamente i più votati all'interno del collegio". Non mi sembra un dato trascurabile. Comunque, va bene essere sintetici, ma trattare l'argomento dei collegi in meno di 8 minuti mi sembra davvero follia, non serve praticamente a nulla.
  • GIOVANNI I. Utente certificato 3 anni fa
    Scusate se prendo questo spazio ma sento ogni 5 minuti i telegiornali che dovrebbero essere denunciati per divulgazione di SCEMENZA. Berlusconi hai rotto i maroni , ma chi ti crede che possa esserci un disegno comunista nel impedirti di fare riforme che in 20 anni non hai fatto. Ormai l'Italiano lo hai dissanguato e te la farà pagare. I comunisti non esistono più come il lupo di cappuccetto rosso. Tu hai voluto comprarti la testimonianza di tante ragazze , che hai fatto prostituire e regalato ai vigliacchi tuoi amici parlamentari per soddisfare le vostre pedofile voglie. Un harem a cosa ti serviva ?? Solo per fare gli affari tuoi e mettere sotto ricatto chi voleva spassarsela con giovani donne. Se sarebbe capitata mia figlia , in qualche modo avrei trovato il modo di fartela pagare. Adesso paga , caccia i milioni per le ragazze dato che sono dovute andare con tanti vecchi e gli avrai rovinato la vita . Ma a te non interessa un c......., dato che tu hai rovinato 60 milioni di Italiani .
  • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
    SCUSATE NE SAPETE NIENTE???? Ultimo, piccolo, particolare, se per caso l'Italia dovesse un giorno decidere di uscire dall'euro (non è qui in discussione la fattibilità o il favore per tale scelta), lo Stato dovrebbe andare a comprare dai privati oggi gratificati le quote della propria banca centrale, a prezzi di mercato che sconteranno la nuova redditività dei soci. Stamane ho provato a gridare tutto questo in Aula, mentre il ministro Franceschini poneva la questione di fiducia, di fatto silenziando il Parlamento ed impedendo la discussione sul provvedimento. Il Presidente di turno, con rara solerzia ed in totale assenza di mie frasi ingiuriose, ha deciso di espellermi dall'Aula e di garantire al Governo un silente iter approvativo. La cosa curiosa è che il Presidente di turno fosse un grillino: si, proprio uno di quelli che asseriscono di voler combattere il sistema. C'è voluto veramente poco perché si omologassero anche loro. http://www.fratelli-italia.it/attualita/editoriali/2048-banca-d-italia-furto-senza-destrezze.html
    • EDI C. Utente certificato 3 anni fa
      Non è che perchè Il presidente è del M5S ed allora tutto è permesso. Evidentemente aveva le sue ragioni.
    • Gian A Utente certificato 3 anni fa
      Non dice chi è il Presidente. Non fa il nome.
    • Umberto Fiordispino Utente certificato 3 anni fa
      Si "sente" che c'è qualcos che non va. Si "sente"!
  • girolamo virgadamo 3 anni fa
    per favore se ci sarà la scelta fra 3 opzioni, ci vuole il metodo che fa dare i voti 1,2 e 3; altrimenti, per ipotesi, puo' vincere l'uninominale col 40%, quando il 60% (es 30+30)avrebbero chiesto uno degli altri due, piuttosto che l'uninominale
  • Gian A Utente certificato 3 anni fa
    Sinceramente non vedo tutto questo particolarismo nei piccoli collegi. Ma come?! Parliamo di un Movimento che parte dal basso, e ci preoccupiamo di parole tipo "scremature..." o "...livello alto..." o cose di questo tipo??? E' l'elettore che decide la persona che lo rappresenterà. Fine. E a lui dovrà rendere conto. Propongo anzi di introdurre la meritocrazia: in seconda mandato, il candidato dovrà raccogliere un percentuale di consensi maggiore della consultazione precedente (significa che ha lavorato bene). Sulla fedina penale, o vicinanza a criminalità organizzata, ci saranno gli organi preposti. Per quanto riguarda invece gli aereoporti inutili, direi che se sono le Segreterie di partito a decidere chi entra in Parlamento, è presto detto il perchè ci sono opere inutili. Le spese e le opere sono decise da una legge approvata dal parlamento, non da una singola persona, o da persone che approvano secondo gli ordini del partito (o del suo segretario magari anche Presidente del Consiglio). Ripeto. Ha fallito il sistema dei designati, non il sistema bicamerale, o delle circoscrizioni ampie.
    • Ayn Rand Utente certificato 3 anni fa
      concordo pienamente con te.. ora io sceglierei intermedio solo se poi posso scegliere collegi ampi. altrimenti andrei per il nazionale
  • luciano d'errico 3 anni fa
    Tempo fa un parlamentare pugliese si "vantava" di trascorrere i suoi fine settimana a ricevere suoi concittadini (300 a settimana, forse esagerava) per ascoltare i loro problemi e cercare di risolverli. Ecco questo è quello che io VOGLIO che un parlamentare non faccia, cieè CLIENTELISMO. Un parlamentare (che fa leggi) deve senz'altro conoscere la realtà ma per risolvere problemi generali e se fosse anche una persona di cultura non guasterebbe. Quindi non ritengo che deve essere una persona da me "raggiungibile" fisicamente ma conoscerla in trasparenza senz'altro.
  • Jan Niedzielski Utente certificato 3 anni fa
    Beppe lo sai, ti voglio bene, credo sia ora che ti metta a lavorare su di un nuovo spettacolo, il ruolo di "leader" ti sta troppo stretto, stai snaturando te stesso, rinunciando a far ridere, facendo pensare! Abbiamo tutti bisogno di poter riascoltarti nei tuoi favolosi monologhi di sempre, sei stratosferico, ci saranno sicuramente temi nuovi che ti appassionino da poter porgere in un nuovo spettacolo che ci faccia scompisciare, basta con questa tua serietà asfissiante! Io non mi vergognerei mai se dovessero "apostrofarci" di ridicolo ad avere un comico bravo come te che da "leader" politico, facesse propaganda CIVILE, come erano tutti i tuoi spettacoli degli ultimi 20anni! Non intrappolarti in una maschera di autorevolezza e "serietà" che nessuno ti ha mai chiesto! Un'esempio potresti prenderlo da Al Gore, che gira il mondo per fare conferenze sul riscaldamento globale, questa era la sua "vocazione" il suo talento, quindi perché, tu te ne dovresti vergognare? Le tue sono sempre state "conferenze" di satira politica, ben più difficili e dignitose! Desidererei che ritrovassi il "distacco" necessario per fare satira politica, e questi ultimi mesi ed anni ti avranno fornito tanto di quel materiale, TI PREGO USALO COME SAI FARE SOLO TU! Lo sai di quanto sei ancora più esplosivo e dirompente attraverso la tua innegabile comicità ritorna ad usarla, gli italiani ne hanno bisogno! Magari collabora con Daniele Luttazzi! Crozza per quanto divertente rimane sempre e solo sulla superficie, con Dario Fó e Daniele Luttazzi, sareste ULTRASTRARIVOLUZIONARI, riguardati Adenoidi di Daniele, questo serve ancora moltissimo agli italiani. Non ti sopporto più così SERIOSO, qualche post divertente può andare bene, ma sono sempre meno divertenti ed al vetriolo! Con questo non voglio dire di dimetterti da "leader", GUAI A TE! Andando all'incontro con la stampa estera secondo me hai dato troppo per scontato che conoscessero i tuoi spettacoli? FANNE UNO NUOVO E VEDRAI SE NON SE LO GUARDERANNO
    • Umberto Fiordispino Utente certificato 3 anni fa
      Concordo con il desiderio di rivedere il Grillo satiro, profondo ed incisivo. Il Grillo ridens, ma penso che proprio in questo momento ci sia bisogno della sicurezza che lo stesso Grillo infonde, non tanto per una "presenza pesante", quanto per la dose di sicurezza che infonde nei rappresentanti del MoVimento.
  • Maurizio Panerati Utente certificato 3 anni fa
    Collegio unico nazionale per la camera, uninominale per il senato. Speriamo si chiarisca, prima di votare in rete, se il senato rimane e, se si, si dovrebbe poter votare due sistemi diversi per ogni ala del parlamento.
  • Umberto Fiordispino Utente certificato 3 anni fa
    Secondo me Giannuli risulta un attimo tendenzioso. Più incline, cioè, alla soluzione mediana. Io sono dell'idea che se sei onesto lo sarai per tutta la vita. Pertanto, visto che la possibilità di rappresentare il territorio c'è, opterei per il collegio uninominale. Il territorio va rappresentato e nessuno può farlo meglio di un rappresentante che provenga dal territorio. E' vero che ci sono i rischi descritti da Giannuli, ma se il MoVimento rimane sugli standard attuali, le eventuali défaillance dovrebbero rimanere ben sotto la soglia sopportabile.
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Ehi avete visto ieri sera come Vespa era accondiscendente con Di Maio?Sta fiutando aria nuova, vorra' fare il nuovo libro con l'intervento degli stellati.
    • ChiaraLuce C. Utente certificato 3 anni fa
      Porta a Porta è ormai un'istituzione governata da Vespa: lì comanda lui!Non è mai stato viscidamente servile come Fazio e Floris e sa riconoscere il valore di una persona anche se di parte avversa...
    • EDI C. Utente certificato 3 anni fa
      Devo ammettere che anch'io ho notato questa capacità di non interrompere che mi sembrava alquanto strana, e ti dirò di più : mi è piaciuta l'aria quasi complice nell'ascoltare Di Maio mentre sbugiardava la malcapitata. Beh! Ogni tanto qualcosa a nostro favore, ci sta!!
    • Umberto Fiordispino Utente certificato 3 anni fa
      E' un "cane da compagnia".
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      me ne sono meravigliato anch'io.
  • Gennaro Giugliano Utente certificato 3 anni fa
    Grazie Aldo chiarissimo nella esposizione,a mio parere la soluzione intermedia sarebbe quella ottimale.....
  • Davide Rossetti (blasfemo) Utente certificato 3 anni fa
    Direi che il sistema è un po'.....fallace http://www.youtube.com/watch?v=2ivBwtAJIUM
  • napoleone . Utente certificato 3 anni fa
    collegio uninominale-il candidato deve essere espressione del territorio-conoscerlo e rapportarsi con esso e assumersi la responsabilità del proprio ruolo. Abbiamo visto candidati paracadutati dall'alto-in regioni-dove il "seggio sicuro" garantiva la poltrona al trombato..! Comunque ill vero "giro di boa" sta nel riformare l'assetto dello stato trasformandolo in "stato federale",lasciando autonomia alle Regioni, in primis sul fisco...come sul modello Svizzero..vedrete che nel giro di breve tempo chi amministra male verrà "rincorso" con il falcetto...!troppo comodo scaricare le proprie incapacità o mal costumi, tanto poi paga gli altri fessi...tiè..!
    • Enrico Richetti Utente certificato 3 anni fa
      Gia'! Ma non mi sembra di aver visto molti forconi inseguire il ladri dei consigli regionali! E neppure si e' saputo nulla finche' non e' intervenuta la magistratura. Quasi quasi alla fine e' meglio abolire tutti i "quadri intermedi" e lasciare solo piu' Stato e Comuni.
  • marino marquardt Utente certificato 3 anni fa
    LEGGE ELETTORALE, SI PROFILA IL VIETNAM PARLAMENTARE. Il giovanotto fiorentino continua a confondere il Parlamento col Consiglio comunale di Firenze. E non si accorge che se non cambierà il testo della nuova legge elettorale concordato col Gangster, se non ritirerà l'imperativo categorico "prendere o lasciare" pronunciato nella Direzione Pd, per lui si profila una sorta di Vietnam parlamentare. . E in questo scenario va a nozze Massimo D'Alema. Il Lìder Maximo può rivelarsi come il vero rottamatore: dalle dimissioni di Cuperlo alla legge elettorale il giovane segretario Pd ha perso definitivamente il controllo della sinistra del partito e il suo incubo peggiore è che quella corrente non abbia un leader con cui interloquire. Vietnam, appunto
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Stato e malavita sono soci col patto del sangue
  • Maria P. Utente certificato 3 anni fa
    Il collegio nazionale sarebbe con le preferenze o bloccato??
    • Alberto C. Utente certificato 3 anni fa
      Le preferenze ci saranno indipendentemente dalla scelta del collegio!
  • paese di merde 3 anni fa
    Barnard, ecco il documento shock della Commissione Europea (22/01/2014). http://www.youtube.com/watch?v=00bYsjjHqwk#t=10 http://ec.europa.eu/economy_finance/publications/qr_euro_area/2013/pdf/qrea4_en.pdf E qualche emerito sinistronzo vuole anche fare Prodi presidente della Repubblica.
  • Italo Martegani Utente certificato 3 anni fa mostra
    adesso tutti i grillini parlano bene di giannuli..ma basta che il loro capo dica che e' un fesso e tutti i topigrilli diranno che e' un fesso!!!
    • Claudio S. Utente certificato 3 anni fa mostra
      senti un po', invece di rompere le scatole su questo blog, vai dai tuoi parlamentari (PD-L e PDL o altro) a farti spiegare le cose. Noi abbiamo Giannulli e tu chi hai che ti spiega le cose, ahhhh scusa che te le spiegano a fare le cose, tanto non puoi scegliere :)
  • Giuseppe Candido 3 anni fa
    Io ho votato per l'uninominale però la maggioranza pare voglia il proporzionale. E proporzionale sia! Ma se è vero che i piccoli collegi, col proporzionale, aumentano l'interdipemdenza con le esigenze e le istanze del territorio, questo mi sembra un fatto assai positivo. Finora se ne sono infischiati del territorio e se lo facessero di più non sarebbe certo un male. Il piccolo collegio ha il vantaggio, inoltre, di non rendere necessari enormi investimenti personali per la campagna elettorale e farebbe diventare perdente qualunque candidato "impresentabile" che invece potrebbe sbucare dal recupero dei resti. Per il movimento, però, potrebbe convenire un collegio più grande e sperare nella qualità dei candidati!
    • Maria P. Utente certificato 3 anni fa
      Sì. Almeno dovrebbero rispondere a qualcuno di preciso.
  • Marini davide 3 anni fa
    Allora direi nazionale! Il problema di candidare gente onesta penso non dia nostra e a questo punto è migliorare scrematura di mafiosi su gli altri almeno ne avremo meno in parlamento e forse anche a comprar voti a livello di territorio! Ricordiamoci anche che a livello locale in alcuni posti non sentiamo neanche o meno degli altri
  • Eliseo Marconatti 3 anni fa mostra
    l movimento 5 stelle è ormai diviso.La notizia di prossime inchieste da parte della Magistratura per quanto riguarda i comportamenti poco puliti di alcuni suoi sindaci(i nomi li si conosce) ha portato una parte dello Staff a minacciare-se non verranno regolizzarizzati con contratti a tempo indeterminato-a fare nomi e vuotare il fatidico sacco.Attualmente il m5s è diviso in 5 correnti. Corrente integralista (o talebana).Rappresenta il 25% circa degli iscritti e tiene per le palle alcuni loschi figuri del movimento che,a loro volta, minacciano di svelare molto sulla vita privata del Capo.La corrente del fondatore è forte ma resisterà alle inchieste giudiziarie ? Corrente Casaleggio (18%).Non è un segreto per nessuno che l'"uomo del web" vuole rompere con Grillo.Per ora non può farlo perchè una sua "amica" ha dei fondi segreti-non meglio identificati e fa comodo la copertura pentastelluta.Che Casaleggio sia sempre più vicino alle posizioni leghiste è ormai storia. Corrente neofascista (17%). E' vistosamente calata nell'ultimo semestre ma conserva ancora la maggioranza relativa all'interno dello Staff, dove certi nomi si sussurrano solo sottovoce,per paura di ritorsioni. Corrente indipendentista (15%).Conta più tra il gruppo dirigente (quello che si spartisce le entrate sugli appalti) che tra gli iscritti.Chiede un ritorno alle origini.Crimi ne è stato a lungo il leader ma ora,mincacciato dai casaleggiani, si è praticamente messo da parte. Corrente renziana(13%). E' una delle due fazioni filo piddine- che,inevitabilmente, porteranno nel giro di un biennio alla scissione e alla confluenza del grosso del Movimento nel Pd.Grillo sa chi sono ma non può ancora espellerli perchè sanno troppo. Gruppo dissidenti(12%) : guidato da Lombardi e Taverna,livorose da quando non contano più nulla nel Movimento 5s.Si servono di "serpente" Morra come pedina per ricattare i casaleggiani.L'attaccco al capo avverrà sotto elezioni.In attesa di racimolare una candidatura con il Pd.
  • walter marchegiano (donwaltero) Utente certificato 3 anni fa
    mentre parliamo di legge elettorale ( importantissimo...certo)...chi sa quando si farà.... Sacchetta sta privatizzando le ultime eccellenze italiane...eni enav e poste... ...e vai con la distruzione totale dell'italia.... il Sacc...heggio continua
  • Italo Martegani Utente certificato 3 anni fa
    Il giallo della grillina e della foto col Cav Sarà l'onorevole Nesci?
  • PAOLO COGORNO Utente certificato 3 anni fa
    Nota bene: Quando parla di regioni in cui con il sistema uninominale le organizzazioni criminali avrebbero più facilmente gioco parla della Lombardia.
  • Ale 69 Utente certificato 3 anni fa
    VINCOLO DI MANDATO PUNTO PRIMO! Il resto dopo!
    • Morena . Utente certificato 3 anni fa
      art.67 della Costituzione della Repubblica Italiana recita: "Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato" AZZZZZ......... ciao
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      mi sa che sia in Costituzione
  • Italo Martegani Utente certificato 3 anni fa mostra
    hi,hi,hi, io e la mia amica kyenge , supportati da sinistri grilli francesco e boldrini ..stiamo inculando gli italiani, ma il bello che per quella loro idiota ideologia buonista, manco se ne accorgono!!! somari italiani: lavorate e mantenteci!!!! Chaouki (Pd): "Abrogazione reato di clandestinità, prima battaglia vinta" "Con questo atto importante si abbatte uno dei pilastri dell'ideologia securitaria che ha per troppo tempo criminalizzato gli immigrati" ''Finalmente abbiamo vinto la prima battaglia con il voto che sancisce l'abrogazione dell'odioso reato di immigrazione clandestina al Senato. E' caduta la prima bandierina ideologica piantata dalla Lega Nord negli anni bui della gestione cattivista dell'immigrazione''. Cosi' il deputato Pd Khalid Chaouki dopo il voto del Senato di ieri. Secondo Chaouki ''con questo atto importante si abbatte uno dei pilastri dell'ideologia securitaria che ha per troppo tempo criminalizzato gli immigrati e reso un cattivo servizio all'immagine dell'Italia in Europa e nel mondo. Lavoriamo ora - conclude il parlamentare - per una nuova legge sull'immigrazione che tenga insieme il principio di legalita' e di rispetto del diritto internazionale con quello dei diritti umani''. a adesso che per oggi ho fatto il mio dovere per 20000 euro al mese pagati dai quei ciula degli italiani, me ne vado a divertirmi alla loro facciaccia!!!
  • Walter D., New York Utente certificato 3 anni fa
    Una informazione chiara e corretta che illustra molto bene la difficoltà di scegliere un sistema elettorale e l'impatto notevole che può' avere sulla classe politica. Negli USA non c'e' distinzione tra amministrative e politiche, tutte le elezioni comportano entrambi i ruoli: politici ed amministrativi. I collegi sono sempre uninominali, 1 solo vince e la dimensione dipende dal tipo di elezione. Inoltre un importante fattore sono le primarie e la capacita' personale dei candidati di attrarre finanziamenti privati (quelli pubblici non esistono). Insomma e' un tema complesso, non so se in Italia abbiamo il tempo di interrogarci su tutte queste questioni. Avremmo dovuto farlo negli anni passati invece di dormire sonni tranquilli sul porcellum. Ora ci sono solo due strade, o votare una legge che non sara' ottimale sicuramente, cercando di modificarne gli aspetti che non piacciono (le preferenze per esempio), oppure presentare un progetto e trovare maggioranze in grado di supportarlo.
  • Marco P. Utente certificato 3 anni fa
    Nell'ottica dell'M5S, dove si eleggono portavoce che sono li' per applicare il programma nazionale, controllare, e preparare i quesiti da sottoporre a noi, opterei per il collegio unico. Per gli interessi locali ci sono gia' comuni e regioni. Quindi, la scelta piu' logica e' collegio unico secondo me. Saluti.
    • Claudio S. Utente certificato 3 anni fa
      Quando dicevo collegio unico, intendevo l'uninominale (ho fatto confusione con i nomi). Quindi riassumo l'uninominale va piu' verso il territorio, il collegio unico nazionale invece segue piu' il programma discostandosi dal territorio.
    • Claudio S. Utente certificato 3 anni fa
      scusami ma il collegio unico fa proprio il contrario di quello che vorresti, collegio unico, un solo rappresentante scelto tra quelli che ha preso la % piu', che quindi fara' gli interessi della Regione/Comune dove e' stato eletto, forse devi riascoltare il video. Nazionale si distacca dagli elettori (ma potrebbe portare avanti il programma gia deciso), l'intermedio e' una via di mezzo.
  • Paolo Potorti Utente certificato 3 anni fa
    Collegio intermedio
  • Ius Gravitas () Utente certificato 3 anni fa
    Colleggio intermedio. Quello uninominale creerebbe individualismi locali, quello nazionale rischia di non rappresentare per niente i territori.
  • Emidio flamini 3 anni fa
    Dal momento che i nostri cittadini hanno il "fisico" e si spostano senza problemi su tutto il territorio nazionale l'ideale sarebbe il COLLEGIO UNICO NAZIONALE per i motivi illustrati da Giannuli ma alla fine affinchè si mandi a casa un'altra bella fetta di questa banda di delinquenti e parassiti che si annida in questo sistema marcio purchè si voti va bene tutto scelgano campo arbitro e pallone non avranno scampo gli facciamo la"manita a 5 stelle".
  • ANTONIO ABBAGNANO 3 anni fa
    Mi fate capire perché non ho il diritto di esprimere il mio voto sul blog ed invece quando invio il mio contributo lo accettate senza indugi. Grazie
    • PAOLO COGORNO Utente certificato 3 anni fa
      arriverà anche il tuo turno, se ti sei registrato con documento.
  • Lady Dodi 3 anni fa
    Non m'intendo e lascio fare a voi. Però io NON voglio le preferenze. Si, lo so, sono l'unica in Italia. Che ci volete fare, da quando ho saputo che Fioriti ne ha avute ben trentunmila.... Giacchè ci siamo, non si potrebbero abolire anche per le Regioni , Comuni e Circoscrizioni? Visto cosa succede... In fondo, a suo tempo, erano state abolite proprio a causa di clientelismo e turpitudini varie.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      io non ho mai scritto un nome sulla scheda. Mi fido di chi compila le liste, altrimenti cosa lo voto a fare? Però mi è indifferente. Aspettiamo il quesito.
  • mister x Utente certificato 3 anni fa
    giannulli ha l'innegabile capacità di spiegare in 100 righe un concetto a cui ne servirebbero 10, ripetendosi e rimarcando. essendo uno scritto e non un comizio, non se non ho capito rileggo!
  • Ivan I. Utente certificato 3 anni fa
    O.T. Riporto da Affaritaliani.it. Ma ne vogliamo parlare di queste cose? Carta Roma? No semmai ‘Carta Rom’. Nei Municipi di Roma ci sono file interminabili di Rom per presentare la domanda ed ottenere il contributo di circa 500 euro mensili da parte di Roma Capitale. E’ una vergogna: la giunta capitolina riveda immediatamente i criteri per l’assegnazione del contributo 'Carta Roma' e si salvaguardino le migliaia di famiglie romane in difficoltà”. Lo dichiarano, in una nota, Pietro Di Paolo, capogruppo Nuovo Centrodestra della Regione Lazio e Andrea Baccarelli, consigliere NCD in VIII Municipio. “La 'carta Rom' è l’ennesimo schiaffo di Marino alle migliaia di famiglie di romani in crisi che non sanno come arrivare a fine mese – aggiungono – e la beffa è arrivata pochi giorni fa quando sono stati scoperti a Roma nomadi finti poveri ai quali sono stati confiscati beni per 2 milioni di euro. E Marino cosa fa? La Carta Roma sembra un vestito cucito su misura per i Rom della città, gli stessi che otto mesi fa si sono messi in fila per eleggere nelle primarie del centro-sinistra Ignazio Marino come candidato sindaco di Roma ed oggi raccolgono una lauta ricompensa. Marino aveva promesso in campagna elettorale 700 euro per ogni sfrattato e 500 euro per ogni giovane disoccupato, una volta eletto ha perso la memoria e, come se non bastasse ha cancellato il bando per il buono casa con cui oltre 10.000 famiglie di romani ricevevano negli anni passati un contributo per pagare il canone di affitto. Le famiglie romane non meritano di essere lo sberleffo dell’inadeguatezza e incapacità di un Sindaco ed una Giunta che odiano la città”.
  • Eugene Tolcheir Utente certificato 3 anni fa mostra
    Vado sintetico. 1)Altroché resterete solo voi; alla prossima legislatura non conterete più nulla; 2) non date la colpa ai vostri avversari; sono appunto, vostri avversari e quindi cercano, direi legittimamente, di "farvi fuori"; non era la stessa cosa che pensava di fare loro il vostro capetto quando diceva che sareste rimasti solo voi? 3) il problema é che avete certo ragione sulla criminalità politica, sull'incapacità dei politici, sul modo di lavorare (pardon... di non lavorare) dei politici, ecc., ma siete privi di qualsiasi idea economica CONCRETAMENTE APPLICABILE, e quando ce l'avete é di una banalità sconcertante 4) I due uomini di marketing che vi guidano devono "vendere" un'idea per prendere il consenso e quindi razzolano a destra ed a sinistra e devono dire qualcosa che piace all'elettore di destra (per esempio no ai pagamenti con moneta elettronica)e qualcosa che piace a quello di sinistra (antiTAV) 5) il problema è, per chi conosce la storia, che a cambiarla sono i Gracchi, non i Clodio o i Saturnino e purtroppo mi sono ricreduto; il vostro capetto è del tipo di questi ultimi. Grazie per l'ospitalità.
  • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
    COLLEGIO INTERMEDIO (grande ma intermedio), non c'è storia! Assolutamente DA ESCLUDERE l'UNINOMINALE. Non so nel resto d'Italia ma qui nel sud sarebbe impossibile competere con l'oliata macchina del potere locale, del controllo del voto. Ed anticipo anche sulle preferenze: UNA SOLA PREFERENZA (per gli stessi motivi) W IL M5S Coraggio Ragazzi/e GRAZIE BEPPE
    • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
      1) noi 5S il legame con il territorio lo teniamo sempre e comunque; 2) Camera e Senato con lo stesso sistema. Al Senato circoscrizioni solo più grandi. Un solo voto di preferenza per tutto.
  • mariangela g. Utente certificato 3 anni fa
    Ma non l'avete capito che ci stanno preparando la fossa!!! Dentro ci sotterreranno l'ultima speranza delle persone perbene, quelle che hanno portato in Parlamento delle persone pulite a cui non si richiedeva una competenza filosofica o economica no!, si richiedeva solo la non corruttubilità. Così è stato, complimenti e onore al movimento e ai portavoce. Ma adesso occorre un colpo di reni, con la riforma elettorale (sogni a parte) saremo la terza forza, non conteremo un cazzo. Se non dobbiamo contare un cazzo facciamolo da subito. Disertiamo il lavoro delle commissioni, il Parlamento. ANDIAMO ALL'AVENTINO!!!... Beppe non mollare! Esigiamo votazioni subito con la legge elettorale esistente così come modificata dalla consulta, non aiutiamo questi corrotti e corruttori lobbisti a scavarci la fossa!
  • mariuccia rollo Utente certificato 3 anni fa
    Gli altri indirizzano ,il M5S informa, in- forma
  • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
    bellissimo aiutarci tutti a capire come funziona la legge elettorale!!grazie!!!
  • Fabio A. Utente certificato 3 anni fa
    Mi permetto di suggerire un miglioramento del sistema di votazione sin qui utilizzato. Quando si hanno più di due scelte possibili, una decisione a maggioranza non è l'ideale. In questi casi sarebbe meglio utilizzare sistemi di voto che consentano all'elettore di poter esprimere una preferenza in qualche modo pesata. Alcuni, come il Borda, consentono di dare dei punteggi alle singole opzioni, altri, come quelli Condorcet, consentono di mettere in ordine di preferenza le singole opzioni. Questo sarebbe un caso ideale d'uso per uno dei metodi Condorcet più utilizzati e scientificamente testati: lo Schultze method, utilizzato da LiquidFeedback, Parlamento Elettronico Online ed Airesis - Scegli di partecipare. Online esiste anche un sito che consente di testare la versione proporzionale del methodo di Schultze: www.modernoballots.com
    • Fabio A. Utente certificato 3 anni fa
      Pardon, il sito è: www.modernballots.com
  • roberto m. Utente certificato 3 anni fa
    Direi che il collegio unico nazionale spezza quel legame che fa fare al deputato una serie di favori per garantirsi i voti locali. Ognuno non deve coltivare il proprio orticello ma l'interesse del paese intero. COLLEGIO UNICO NAZIONALE. Bella questa iniziativa! Un passo alla volta ci capisco qualcosa anch'io e pian piano salta fuori la legge elettorale. Una figata!
  • Stefano P. Utente certificato 3 anni fa
    Un paio di osservazioni, ma innanzitutto grazie all'ottimo Aldo Giannuli La prima è questa: Come ha evidenziato bene Aldo, a prescindere dal fatto che il Movimento viene esclusivamente avvantaggiato dagli sbarramenti che sono a scapito solo dei piccoli partiti, la dimensione del collegio definisce in automatico una soglia di sbarramento. Mettere una soglia di sbarramento è pertanto inutile e antidemocratico, metterne 3 significa essere dei mafiosi che truccano il gioco sondaggi alla mano per vincere ad ogni costo (E qui il costo è rappresentato dalla svendita della nostra democrazia). Se io eleggo nel mio collegio, per ipotesi, 10 deputati, è ovvio che per essere eletto dovrai avere più del 5% dei voti, indicativamente almeno il 7,5%. Quindi lo sbarramento non serve. Seconda osservazione: Nei collegi uninominali, se io candido una personalità importante, ad esempio Rodotà, sostenuto dalla lista, per dire "diritto civile". Rodotà può entrare in parlamento anche se non ha nessuna tessera di partito (e non a derisce nemmeno al M5stelle). Quindi il collegio uninominale non serve solo ad eleggere mafiosi o criminali, ma anche personalità di spicco estranee ai partiti. Uno dei difetti della proposta Renzie è proprio questo: se, per ipotesi, in Friuli la Lega (che il diavolo se la porti..) prendesse il 40% dei voti, ma solo il 4,9% a livello nazionale, nessuno dei deputati preferiti dai friulani andrebbe in parlamento. Vi sembra democratico? Per me la soluzione migliore è fare collegi da circa 800.000 elettori che eleggano una decina di deputati, e fare invece i collegi uninominali al senato (ammesso che esista ancora) per esaltarne la funzione di camera a rappresentanza locale. Ciauciau grazie a chi legge Stefano P
  • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
    Pensate anche a come giustifichereste le vostre scelte agli elettori. Giocate al candidato. Provateci.Io mi sentirei di proporre il collegio nazionale perchè di questioni nazionali si tratta. Rientra nel progetto organico di aggregazione dei comuni e di trasferimento di poteri a livello locale. Collegi territoriali, anche se regionali, sono solo dei doppioni o triploni buoni solo per fare posto ai trombati delle precedenti elezioni.
    • Stefano P. Utente certificato 3 anni fa
      I collegi nazionali non hanno molto senso, a mio avviso, perchè potenzialmente un partito può eleggere 630 deputati che significa liste con almeno altrettanti nomi!!! Con 30 partiti, per dire, si tratta di non meno di 18.000 candidati. Un po' troppi... o no? L'elettore non ci capirebbe nulla
  • Adolfo Sehnert (uncletoma) Utente certificato 3 anni fa
    Per quanto riguarda, invece, la tipologia di collegio io sono per l'uninominale, a condizione inderogabile che il candidato sia ivi nato e/o residente da almeno 5/10 anni, in modo tale che non vi siano i cd "paracadutati".
  • Giorgio Colombi 3 anni fa
    A me piace uninoninale a collegio piccolo al senato delle regioni e nazionale al parlamento con divisione di responsabilita tre le due camere
  • Ben Monaco 3 anni fa
    Piccolo O.T. da Daniele Martini FattoQuotidiano ..."tartufismo italiano" Splendido!
  • Andreina Priano 3 anni fa
    Collegio unico nazionale assolutamente!!!!
  • Ivan Solinas Utente certificato 3 anni fa
    Personalmente non vedo la necessità di legare il parlamento nazionale agli interessi locali (per questi credo che le sedi opportune siano comuni e regioni). Il parlamento (da ignorante della materia) credo dovrebbe comporre gli interessi non dei territori ma degli Italiani, in tutte quelle "classi sociali" di cui si compone il paese, riuscendo a decidere non sulla base di una appartenenza territoriale del parlamentare, quanto su un più alto interesse generale. Oggi questo è ancora più vero vista la situazione in cui versa il paese, in cui le risorse sono scarsissime e soldi da spendere per far fare qualche inaugurazione al parlamentare di turno proprio non ce ne sono. Per cui a mio avviso "Collegio nazionale" senza indugi!!
  • Adolfo Sehnert (uncletoma) Utente certificato 3 anni fa
    Chi ha avuto la malsana idea di far fare divulgazione elettorale al comunque ottimo Aldo Giannulli, ma che, purtroppo, di sistemi elettorali ne sa quanto io di fissione nucleare? Già nel video (e nel post) tra maggioritario e proporzionale ci sono errori tali da far ricrescere i capelli a un calvo (e che se portati a un esame di Scienze Politiche, quando l'Università era una cosa seria, si veniva bocciati ad vitam) che questo non voglio proprio vederlo. Per me (ma non sono il solo, qui dentro al M5S, tra coloro che hanno passione per le Scienze Politiche ed i sistemi elettorali, a pensarla così) il sistema migliore è quello svizzero: tra i recall (sfiducia del collegio verso l'eletto), i referendum senza quorum (gli svizzeri votano, mediamente, una decina di volte all'anno), la possibilità di presentarsi senza avere alle spalle un partito e molto altro fanno di quel sistema quanto di più vicino ci sia al sistema perfetto. Che, però, trovo di difficile implementazione all'interno di un sistema basato su un elettorato sostanzialmente menefreghista (Quell'atavica voglia di Duce). Per chi desidera approfondire senza limitarsi al sior Aldo: http://mmoaddict.altervista.org/tag/sistema-elettorale/
  • Gian Carlo Dalto 3 anni fa
    sempre i privilegiati iscritti entro il marzo 2013 o anche i "paria" possono sperare?
    • Rita L. Utente certificato 3 anni fa
      iscriviti almeno...se no che protesti a fare?
  • Maria P. Utente certificato 3 anni fa
    Il collegio intermedio cerca di salvare capra e cavoli ma non ha nè i vantaggi dell'uninominale nè quelli del listone - (ricordandoci che nel sud esprimono le preferenze MOLTO più che al nord- Anche per questo preferirei il collegio uninominale).
  • Raffaele Vanacore 3 anni fa
    Il collegio intermedio, su base regionale, sembra la soluzione migliore
  • Frediano L. Utente certificato 3 anni fa
    prima di tutte le leggi elettorali serve una legge efficace sul conflitto di interessi, poi, solo poi, ricominciamo a parlare del POPOLO SOVRANO!!!
  • bonus m. Utente certificato 3 anni fa
    Sono più orientato per il nazionale.
  • Oreste Martinelli 3 anni fa mostra
    "Mentre a Roma si discute, Sagunto cade" Riportata al presente, la frase potrebbe suonare così: Su questo blog si dicono molte belle cose riguardo alla legge elettorale e intanto gli altri ne fanno una su misura per loro. (Ma faceva proprio così schifo al M5S l'idea di poter partecipare direttamente alla messa a punto di quella legge?)
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa mostra
      sì, e se non ne hai capito ancora il perchè è inutile spiegartelo
    • Johnny Gaspari Utente certificato 3 anni fa mostra
      Si, perchè i deputati non sono i padroni che decidono per noi. Quindi noi decidiamo e loro porteranno la nostra decisione. Sai, da noi funziona che il deputato è un nostro dipendente non il nostro padrone
  • marco b. Utente certificato 3 anni fa
    Collegio intermedio?non l'ho ben capito. Di sicuro in italia no assolutamente all'uninominale con le solite foglie di fico o clientelarismi vari. Sono orientato per il collegio unico nazionale,nel quale contano di più delle persone candidate le proposte, le idee del partito e la sua credibilità. Evitiamo ulteriori particolarismi. E inseriamo però le preferenze.che ne pensate?
  • Ale 69 Utente certificato 3 anni fa
    Scusate, scusate. Sento parlare di tutto e di più su questa cazzo di legge elettorale. O mi sono perso io, oppure non ho sentinto nessuno, ripeto, NESSUNO, proporre anche un sistema per evitare il cambio di casacca. Nessuno Allora io dico che in tal caso me ne sbatto i coglioni di qualsiasi legge venga proposta, anche da parte nostra!
    • Alessandro Boggian 3 anni fa
      E' materia di regolamento delle Camere. Ad ogni modo cio' inficia l'indipendenza del candidato e il problema potrebbe diventare un altro: il partito potrebbe "costringere" un deputato alle dimissioni pur di far entrare qualcuno piu' gradito. Una via di mezzo potrebbe essere che un dinissionario non potra' piu' far parte di alcun gruppo, ma non puo' se non per motivi gravi e motivati, lasciare il parlamento. Funziona cosi' in Svizzera e finora non ha dato problemi gravi. Cio' lo protegge da pressioni esterne e al tempo stesso blocca la compra-vendita di dputati.
    • Luca M. Utente certificato 3 anni fa
      no!nn puoi dire così ale!no!la proposta del vincolo di mandato è un punto del nostro programma dall'inizio!!e quindi farà parte delle modifiche di legge costituzionale che il M5S ha già presentato e ripresenterà!!!dovevi saperlo già però!!ora si stanno discutendo i passi per capire come presentare la legge.capere bene e poi votare!!
  • Ugo Scognamiglio Utente certificato 3 anni fa mostra
    Il golpe del governo sull'immigrazione: clandestini legalizzati Blitz del governo nel ddl svuota carceri: entrare in Italia abusivamente non è più reato. Il sì al Senato da Pd e Ncd. Pessimo ed eloquente segnale di disponibilità all'invasione da parte di tutta la feccia mondiale. Questa destra, una volta di più, si dimostra incapace di contrastare le idee di chi vuole affondare questa sciagurata nazione Una intera nazione ed un intero popoli stuprati da una nera clandestina cui si sono genuflessi i vermi della sinistra e le vendute distratte sentinelle del ncd (tucc terun) Svuotacarceri, depenalizzazione del reato di immigrazione clandestina, canne per tutti...le carceri, si sa, sono piene...Manca solo lo ius soli e poi lo sfascio sarà completo. Tutti gli uteri gravidi del terzomondo si precipiteranno a partorire sulla nostra battigia. E, corollario conseguente, i genitori del "nuovo italiano" non potranno più essere espulsi Urge far convergere il massimo dei consensi verso movimenti più orientati a salvare l'Italia dall'autodistruzione. Forza Lega: siete gli unici a cui interessa l'italia!!! alla peggio votate per qualcosa di più a destra.
  • Giorgio J. Utente certificato 3 anni fa
    collegio unico nazionale, più scelta, persone mediamente più preparate, svincolate dai localismi, candidati più rappresentativi. Altrimenti, in alternativa, aboliamo comuni, province e sopratutto REGIONI !
  • Chip En Sai Utente certificato 3 anni fa
    INTERMEDIO STAT INTERVIRTUS! .-)))
  • Ugo Scognamiglio Utente certificato 3 anni fa mostra
    Molti protestano, gridano allo scandalo e se la prendono con Renzi per il suo recente incontro col caimano, ma pochi se la prendono con Grillo, il vero responsabile di quel che sta succedendo. Perché, a ben pensarci, la colpa è proprio di Grillo e della sua schiera di incapaci. Sono il “terzo polo”, una forza politica importante, sono stati eletti per fare qualcosa per questo povero paese, non per non far nulla. Non possono pretendere di far sempre i “puri” e di rifare il mondo restando ignavi alla finestra, fuori dalla mischia: in politica purtroppo a volte bisogna sporcarsi le mani, la democrazia è partecipazione! Se anche in passato è riuscito a rottamare Bersani (che voleva smacchiare il giaguaro ma poi è stato smacchiato lui) Grillo dovrebbe ora capire che sta giocando col fuoco, e con la pelle degli Italiani. Renzi non è il tipo che si lascia mettere sotto i piedi, e pur di ottenere quel che ha in mente tratta con chiunque, anche col diavolo, fregandosene di lui e del suo 5 Stelle. Poteva essere lui l’interlocutore privilegiato di Renzi, ha preferito che fosse il Berlusca! Bella mossa, intelligente e ...... lungimirante? Non credo proprio: col tenere ibernati in freezer tutti i suoi grillini, rifiutando il dialogo anche sui temi che costituiscono le “regole del gioco” (con le quali alla fin fine anche lui deve fare i conti) ha solo deluso quei milioni di Italiani che in buona fede l’hanno votato. E che, credo, non saranno più disposti a perseverare nell’errore.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa mostra
      ugo, lasciaci perdere.
    • Giacomo Lodger Utente certificato 3 anni fa mostra
      http://www3.varesenews.it/comunita/lettere_al_direttore/articolo.php?id_articolo=280439
    • Ugo Scognamiglio Utente certificato 3 anni fa mostra
      Tenendo in conserva i suoi parlamentari Grillo sta facendo quello che per 20 anni ha fatto la Sinistra, cioè dire solo tanti blà blà senza far nulla di concreto per contrastare il “ciclone Berlusconi” (con i bei risultati elettorali che tutti sappiamo!). Ora è arrivato il “ciclone Renzi”: Grillo forse non ha capito che sta facendo sul serio, e che per cambiare l’Italia è necessario cominciare a cambiare certe regole, e invece di dargli una mano continua a fare lo schifato e a tenere le sue truppe isolate sull’Aventino a far niente. E’ così che vuole cambiare l’Italia? E così pensa di aumentare i suoi voti? Credo che si stia sbagliando di grosso, del resto anche i sondaggi lo dimostrano. Era partito bene, molti Italiani gli hanno dato fiducia, ma continuando così, senza mai passare “dalla protesta alla proposta”, rifiutando il dialogo con gli altri (anche su questioni così importanti come quelle di cui oggi si sta discutendo) ha deluso un po’ tutti. E lui, il grande stratega che pensava di poter fare tutto da solo, che voleva “asfaltare” gli altri alla fine sarà lui ad essere asfaltato !
  • alessandro fanelli 3 anni fa
    Grillo - orgoglioso come solo i vecchi sanno essere - continua a ripetere che se non vincerà le prossime elezioni smetterà di giocare e si porterà via il pallone. Va bene Grillo, ma ti ho già detto che se vuoi vincerle le elezioni devi andare in televisione tu, non solo gli eletti. Il modo migliore sarebbe quello di andare come ospite nei telegiornali: i tg hanno ascolti enormi, durano poco, non hanno pubblico in studio che applaude e rumoreggia e come contraddittorio hanno solo il conduttore. Lì sei praticamente solo a fare monologhi con dieci milioni di persone che ti ascoltano. Da lì, invece di parlare dei "cattivi" come fai sempre potresti spiegare bene, nei dettagli, il reddito di cittadinanza. Un argomento del genere (te l'ho già detto altre volte, ma sei sordo) porterebbe milioni di voti in più a qualunque partito. E' indispensabile però che sia il leader in persona (o il capo politico) a dirlo, e deve dirlo in televisione.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      mi sono immischiato in una discussione trollina. Divertente. Zerbino sarai tu e scendiletti chi so io. La testa per pensare ce l'ho e penso che sia meglio lasciar decidere chi ci sa fare. Voi siete tutti comandanti, allenatori e direttori d'orchestra. Bravi. Io sono un modesto lavoratore, mi adeguo a ciò che reputo ben fatto.
    • GIORGIO S. Utente certificato 3 anni fa
      niente bau bau. Una cosa è dare suggerimenti, altra è usare l'imperativo. Questione di educazione.
    • Ben Grimm 3 anni fa
      @ alessandro. Hai ragione, condivido in pieno la tua Lucida analisi. Lascia perdere giorgio, è uno degli zerbini-fanatici privo di sue idee che scrive in questo blog. Solo i poveretti rispondono in questo modo, quando il m5s prenderà la batosta che si merita (se non cambia linea politica), Beppe se ne andrà e questi zerbini stolti apriranno finalmente gli occhi. Ma sarà troppo tardi, rimarranno da soli in mezzo alla strada e Beppe sarà chissà dove, fregandosene dei disperati che ha abbandonato.
    • Tantalo 3 anni fa