La disoccupazione aumenta, le balle pure

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
ballepoletti.jpg

La tecnica è collaudata. Affogare la realtà in un mare di balle. Bugie scientifiche: l'esatto contrario di quello che accade. La produzione industriale precipita? Dicono che la ripresa è iniziata. La disoccupazione aumenta? Dicono che diminuisce. Non c'è lavoro? Poletti promette un milione di posti di lavoro che fa impallidire Berlusconi. Lo scopo è convincerti che tutto va bene, sei solo tu che sei uno sfigato perché non hai lavoro, solo tu ricevi le cartelle di Equitalia, solo tu paghi tasse folli, solo tuo figlio va in una scuola che cade a pezzi, solo tua moglie ha un contratto che non le dà alcuna garanzia, solo la tua banca non ti da prestito. "Zitto gufo!"
No, tranquillo, sei in buona compagnia. La disoccupazione giovanile sale dal 42% di dicembre al 42,6% di febbraio. I dati sul credito alle famiglie dimostrano la truffa dei nuovi contratti a tempo indeterminato. Ma dal governo twittano che ci sono 79 mila nuovi contratti a gennaio-febbraio 2015 rispetto allo stesso periodo del 2014. Un trucchetto da baro di strada: non ci sono più occupati, ma nuovi contratti per chi già era occupato. Fenomeno! Le imprese si prendono gli incentivi sui contratti a tempo indeterminato predisposti in legge di stabilità (fino a 24.000 euro in 3 anni) fingendo di stabilizzare 79 mila lavoratori già occupati in previsione dei decreti attuativi del Jobs Act, che consentiranno ai datori di lavoro di licenziare senza fatica anche gli indeterminati fino al terzo anno di contratto. La disoccupazione complessiva passa dal 12,6% di gennaio al 12,7% di febbraio, lo stesso livello di dicembre, in aumento dello 0,2% rispetto ad un anno fa. Se si aggiunge che nei dati Istat non risultano gli inattivi, persone in età lavorativa, ma non più in cerca di occupazione, si arriva a 6,6 milioni di disoccupati reali e un tasso di disoccupazione intorno al 23%. Siamo come la Grecia, ma raccontano che siamo la Germania. Il risveglio sarà brusco e gli italiani non perdoneranno (speriamo...).

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Stefano 2 anni fa
    Chi ci s-governa sa bene che gli italiani sono dei collaudati inghiotti-balle, - a quei tempi c'era molta ignoranza ma oggi a che servono i diplomi e le lauree? - basti ricordare gli anni '50, al tempo della potentissima democrazia cristiana (era tutt'altro da quella sognata da don Sturzo) quando l'onorevole Fanfani, ha affermato e propagandato per tutta l'Italia, che i comunisti mangiano i bambini. Così avvenne che la stragrande maggioranza degli elettori, terrorizzata da una simile notizia, nei decenni successivi, si sono stretti a sostegno della D.C., poi c'erano le madonne che diffondevano lacrime e segreti che portavano tanta angoscia - Oggi si prosegue su questa falsariga anche per demonizzare in M5S. Si fa credere che la luna è dentro al pozzo, così tutti abbassano la testa invece che alzarla per vedere la verità: la luna sta in cielo! L'accidia è ormai la qualità dominante degli italiani. Poi non parliamo dei telegiornali che arrivano in ogni casa col loro preteso potere di portatori di verità accettate acriticamente. Il resto ne è la conseguenza di tutto ciò.
  • GIANCARLO O. Utente certificato 2 anni fa
    DOBBIAMO CREARE IL VIRUS DELL'ONESTA' E INOCULARLO A TUTTI I 600 E ROTTI PARLAMENTARI. CHIEDIAMO ALLE INDUSTRIE FARMACEUTICHE DI PRODURLO... IN FRETTA
    • Boris 2 anni fa
      Purtroppo loro hanno l'antidoto sempre pronto !
  • Mario Pellerey Utente certificato 2 anni fa
    tecnica alla Orwell George, di 1984, il nostro boyscout si dichiara anche un ammiratore di blair, l'infausto blair, del quale ha copiato la tecnica, migliorandola all'italiana, ma senza meno il "nostro" non conosce che il vero nome di George Orwell era Eric Blair........no pasaran
  • Luca Luongo 2 anni fa
    Noto intorno a me molte persone sorprese del dato sulla disoccupazione. Ma di cosa ci sorprendiamo? E' normale che nel mese di gennaio la disoccupazione calasse, tutti i lavoretti che spuntano sotto le ferie, per esempio i cassieri nei grandi supermercati. Ricordatevi perciò sotto le festività o durante le ferie estive è normale che la disoccupazione cali!
  • Alfonso Mancini 2 anni fa
    La situazione attuale, che si trascina ormai da diversi decenni, ha logorato lentamente l'Italia. Personalmente la vedo durissima per invertire la rotta, almeno con i mezzi democratici, ma pensare ad una rivoluzione è pura utopia, c'è troppa gente che gode dei privilegi della politica (se politica si può chiamare). Abbiamo dato un ampio consenso al M5 stelle ma non si può pretendere che il Movimento possa ribaltare una situazione incancrenita per tantissimo tempo in una tornata elettorale. Ci sono troppi volponi, troppi corrotti, ma soprattutto moltissimi incompetenti nel campo dell'economia, che al posto di incentivare il lavoro fanno esattamente l'opposto. Chissà perché moltissime aziende emigrano all'estero. Oltre alla tassazione assurda - che favorisce il proliferare del nero - c'è la burocrazia che annienta lo sviluppo. Un esempio fra tutti: stanno realizzando un tratto di ferrovia per collegare l'Italia e la Svizzera per favorire un collegamento più rapido per l'EXPO, durante i lavori in un tratto è stato rinvenuto del materiale da smaltire (amianto o casa del genere): mentre sul versante svizzero è arrivata l'autorizzazione a procedere per lo smaltimento nel giro di poche ore, dal versante italiano stanno ancora aspettando una risposta, perché nel frattempo si sono alternati diversi assessori regionali compreso le dimissioni del ministro Lupi. Purtroppo viviamo in Paese paralizzato dall'inefficienza e dalla burocrazia e con questi elementi che si alternano al Governo sarà durissima cambiare le cose. La cosa peggiore è che nel nostro Paese non c'è certezza sia nella giustizia che nell'amministrativo. Infine è normale che il prezzo del petrolio si è dimezzato mentre alla pompa è sceso a malapena del 13%? Non mi raccontassero che l'Euro ha raggiunto la parità con il Dollaro, perché, prima, non è mai stata considerata la differenza del 40% a favore dell'Euro. È un schifo.
  • Paolo M5S Utente certificato 2 anni fa
    E QUI AL SUD LA DISOCCUPAZIONE E' ANCORA PIU' ALTA. GOVERNO LADRO E ABUSIVO
  • alberto 2 anni fa
    Imboniscono anche sulle tasse, che dicono di aver abbasstato. Dati Istat: pressione fiscale aumentata al 43,50% nel 2014 (E probabilmente non sono conteggiati gli aumenti degli Enti locali)
  • Marco P. Utente certificato 2 anni fa
    Come ho scritto sotto un altro post, D-E-N-U-N-C-I-A-T-E-L-I per le balle che raccontano in conferenza stampa. Non e' possibile continuare cosi'. Escono, sparano la cazzata per farsi belli coi titoli di giornali, e quando l'ISTAT o altri smentiscono, fanno finta di nulla. Peró ormai hanno avuto i titoli in prima pagina e tweet a tappeto...Devono essere forzati a smentire, spiegare e chiedere scusa in pubblico!
  • francesco repetti 2 anni fa
    Purtroppo, il sunto di tutto il discorso, è nell'ultima parolina in fondo..........(speriamo).alle ultime elezioni, nove milioni di voti, non sono bastati. Con la nuova legge elettorale, probabilmente andrà peggio.
  • Paola O. Utente certificato 2 anni fa
    Alle loro balle non ci crediamo piu',questi non sanno neanche piu' che cazzate dicono, farebbero meglio a starsene zitti ma ci credono proprio un popolo di fessi, tirino su il culo da quelle sedie escano e vadano a vedere cosa c'e' in giro quante aziende chiudono al giorno e quanta gente disperata c'e' in giro .ALTRO CHE RIPRESA !!!!
  • Andrea F. Utente certificato 2 anni fa
    State pur tranquilli che non è così. A parte la % di corrotti e corruttori e troppo ottusi per capire/voler capire, tutti gli altri vedono lo sfacelo. Si vede benissimo che il paese è fermo, e retto esclusivamente dal "risparmio" dei decenni passati. Ma attenzione, il "risparmio" per quelli che si trovano nella posizione di non dover più di tanto al fisco italiano, che perdona meno del tipico imperatore romano dei film in tv che ha sempre il pollice verso nei giochi gladiatori. Gli imprenditori sono al collasso: se hai capannoni che non usi e hai i soldi, ti conviene demolirli perché l'IMU non perdona; se hai pannelli fotovoltaici, è un doppio tetto e paghi IMU; se sei un privato cittadino e hai proprietà in più oltre casa tua, paghi IMU e tasse su tasse se è affittato, e il tuo investimento magari di una decina di anni fa, se vendi l'immobile, vale meno di quanto l'hai pagato. Sì perché basterebbe poco per raggiungere il nirvana della "inculazione all'italiana". I bocconiani e i boccaloni dell'economia possono dire quello che vogliono, ma la piramide predatoria, che si sta assottigliando sempre di più e presto sembrerà un palo infisso su un disco rotondo è questo: il predatore principale è lo Stato italiano, che ti spolpa come e quando vuole, senza un paracadute se le tasse DAVVERO non riesci a pagarle. Sotto c'è il costruttore che spesso vende un po' in nero, un po' in bianco. Sotto c'è la banca, che ti fa un finanziamento capestro e spesso su cifre anche relativamente basse di 70 o 80 mila euro, in 10 anni, se hai culo, alla fine ne hai pagati 100, e qualcosa in più. Sotto ci sei tu, il cretino che fa girare l'economia. Sei spolpato nel corso del tempo dalle tasse, dagli interessi e dal nero. Ma tu continui a pagare, perché l'alternativa è il cappio al collo. E attenzione che qui nessuno parla di non volere uno Stato. Vorrei uno Stato migliore, con i miei servizi. Senza che dei ladri e dei corrotti rubassero quello che la catena sotto di loro produce. Bah!
    • Andrea F. Utente certificato 2 anni fa
      Sì dopo un po' che guardo verso l'alto non riesco più a distinguere la taglia dei predatori.
    • Francesco Ragazzi Utente certificato 2 anni fa
      ricordati che sopra lo stato ci sono le banche e sopra le banche la BCE. Il flusso del denaro parte dalla banca centrale che presta denaro alle banche a tassi modesti le quali prestano il denaro agli stati a tassi più o meno elevati. Gli stati a loro volta sono costretti al pareggio del bilancio per cui non immettono liquidità nell'ultimo gradino della piramide che sono i cittadini.
  • Giovanni Greco 2 anni fa
    Ma come può ripartire una Italia così castigata ed incatenata alle regole della troica,e che purtroppo non si può rompere perché nel nostro paese due milioni di famiglie campano solo con la politica , e se si moltiplica per il numero medio di 4 componenti arriviamo facilmente ad otto milioni, solidali che votano, per il loro interesse e non certo per quello dello Stato sociale. I privilegi si mantengono così, considerando poi anche il fatto di una astensione del 45-50 % dal voto , il gioco è fatto.
  • Bruno Sordini Utente certificato 2 anni fa
    E si continua a trattare l'Italiano come se fosse un popolo e non una massa di pecore e ipocriti. Ci fanno sapere che un dirigente qualsiasi di una qualsiasi struttura pubblica ha uno stipendio triplo del presidente USA e all'I-ano non glie ne frega niente! Ai tempi della FIAT-Valletta il dirigente incamerava venti volte lo stipendio di un operaio e quest'ultimo si incazz.... Oggi alla FIAT-Marchionne il dirigente incamera trecento volte lo stipendio di un operaio e quest'ultimo va a piangere dal papa. E si potrebbe continuare all'infinito.... E ALLORA CHE CAMBIAMENTO VUOI SPERARE? SE GLI OPERAI SI FANNO PECORA I LUPI SE LI MAGNANO! (I LUPI, SI,sI. I LUPI.....) Ad majora!!
  • rosanna galluzzi 2 anni fa
    Salve a tutti. oggi sono stata alla coldiretti di morciano di romagna per assumere un dipendente a tempo indeterminato, nell'azienda agricola che ho appena avviato, tramite lo strumento del famoso job act. Ebbene mi hanno detto che hanno già bloccato fino a fine maggio le assunzioni con contribuzione agevolata per le imprese perché l'inps ha finito i fondi. Avete qualche notizia in più? Rosanna Galluzzi Misano A.
  • Francesco Ragazzi Utente certificato 2 anni fa
    L'unica soluzione possibile per invertire i trend è di incrementare la spesa pubblica. Purtroppo è impraticabile per via del fiscal compact quindi non ci resta che subire...
    • Beppe A. Utente certificato 2 anni fa
      vedi che comunque la soluzione c'e'..ed e' anche l'unica. Si subisce fino al punto di rottura - come la storia insegna (non necessariamente made in italy)
  • Francesco Ragazzi Utente certificato 2 anni fa
    La disoccupazione è molto più alta di quanto calcolato anche perchè bisognerebbe conteggiare anche i sottopagati, tutte quelle persone che pur facendosi le loro 40 e più ore a settimana non arrivano a percepire 1000 €. Se una ditta licenzia un lavoratore pagato 2000€ e ne assume 4 a 500€ non si sta riducendo la disoccupazione se non nelle statistiche farlocche fatte da qualche governo in malafede.
  • Carlo B. Utente certificato 2 anni fa
    E' molto semplice: se vuoi sapere come stiano le cose, prendi quello che dice un politico, fanne il contrario, e lì troverai la risposta alla tua domanda, oggi più che mai, essendo la menzogna ci sistemicamente spacciata per verità. Ma l'uomo avveduto capisce, e quello stolto fa finta di non capire o non capisce proprio.
  • Beppe A. Utente certificato 2 anni fa
    Sarebbe bello pero' vedere anche le soluzioni che potrebbero invertire il trend Il taglio degli stipendi e il dichiararsi onesti mi sembrano un po' pochino
    • - Giuseppe - Utente certificato 2 anni fa
      Concordo!! (e ti ho quotato....) E' esattamente quello che penso anche io. Ammiro sinceramente il movimento per l'onestà e per il ruolo di denuncia che si è dato... ma bisognerebbe essere anche decisamente più ... propositivi.
  • Agostino Nigretti 2 anni fa
    "LA POLITICA SERVE SOLO PER FARE GLI AFFARI DI FAMIGLIA DOPO AVER ESEGUITO GLI ORDINI RICEVUTI DAI PADRONI DEL MONDO"!Cari amici,non rovinatevi il fegato per tifare per un politico che si schiera-sostiene-tradisce chi lo ha innalzato,perché il tutto fa parte del grande Teatrino politico,dove in base alle situazioni di turno i Grandi maestri burattinai fanno recitare le loro Marionette per distogliere l'attenzione dalla grave realtà sociale e dal ladrocinio della Malapolitica con lo scopo di mantenere incollati agli scranni Istituzionali i fidati manovratori.Basta vedere come si è comportato Renzi,innalzato a suon di Trombe con un governo imposto,non ha rottamato nessuno,anzi ha fatto di tutto per sistemare negli alti scranni del potere chi aveva promesso di rottamare e peggio ha scaricato tutte le colpe della Malapolitica cancro maligno mondiale,sull'Art. 18 e sul Terrorismo che non è altro che la conseguenza delle guerre Mascherate in Missioni di Pace,volute per nascondere il saccheggio della Nazione e per realizzare la Globalizzazione.
  • sidonie fogato Utente certificato 2 anni fa
    XXXXXXXXXXXX NOi vogliamo un referendum che abroghi la legge che permette ai parlamentari di aggidicarsi il orostipendio, di aumentare il loro stipendio, di decidere quanto devono guadagnare. Sono soldi nostri e dobbiamo essere noi a decidere come usarli. XXXXXXXXXXXXXX
    • - Giuseppe - Utente certificato 2 anni fa
      Spero che il tuo sia un paradosso. Ma lo sai quanto ci costa un referendum? Su posizioni così ideologiche non è proprio il caso di farlo....
  • fran Utente certificato 2 anni fa
    Questi non se ne andranno mai, soprattutto con le buone maniere. Ma i cittadini possono almeno boicottare le loro creature, facendo tanto male ai loro portafoglio. Boicottare le coop, anche nel proprio piccolo, significa alleggerire il salvadanaio dei Poletti, e pure dei Padoan.
    • - Giuseppe - Utente certificato 2 anni fa
      Su qureto sono molto d'accordo. visto che dobbiamo fare dei sacrifici, almeno facciamoli nella direzione giusta :)
  • Stefano 2 anni fa
    E'lo stesso indecente spettacolo già visto.I personaggi che ci governano,continuano a propinare balle e chiacchiere a non finire;votati da nessuno ( il 41% alle europee con il 50% dei votanti? Buffonate!! ),a braccetto con questa strmaledettissima europa,ci stanno portando verso la fine.Signori,svegliamoci ora o sarà veramente la fine.
    • - Giuseppe - Utente certificato 2 anni fa
      Certo. Ma sveglirsi aprendo gli occhi non basta. Bisogna cercare delle soluzioni.
  • daniele gulizia 2 anni fa
    in realta faremo la guerra tra poveri, gli italiani non si sveglieranno! daranno la colpa a chi sta ancora peggio di noi, gli stranieri per cominciare, i terroristi, ecc ecc.
  • Paolo C. Utente certificato 2 anni fa
    Riformare e conquistare ( lo Stato) non sono sinonimi, ma li stanno facendo apparire tali ai cittadini. I passi sono pochi, semplici, concatenati e decisivi : 80 euro per assicurarsi l'appoggio di un'ampia massa d'urto di elettori, Jobs Act per ottenere l'assenso di banche e grande industria che vogliono alleggerire i costi del personale, conquista della RAI affinché cooperi all'enfatizzazione del piano, frazionamento ed oscuramento dei corpi intermedi che potrebbero costituire l'ultimo ostacolo organizzato, eliminazione del bicameralismo e legge elettorale ultra maggioritaria per insediarsi definitivamente in tutte le restanti Istituzioni. Vengono in mente le parole che Tacito fa pronunciare al del re dei Caledoni : " hanno fatto il deserto, lo hanno chiamato pace ".
  • andrea tenuti 2 anni fa
    Quando riusciamo a mandar fuori dalle palle Renzi e le loro coop del pd. Ladri solo parole fatte Servono fatti
  • Gianfranco volpicelli 2 anni fa
    Oltre alle bufale che ogni giono ci propinano, stiamo rischiando-anche- di non vedere proprio nessuna ripresina ripresa, ripresuccia o come dir si voglia, perché c'è il rischio di una nuova bolla finanziaria che si sta ricostruendo in America! Che fine che stiamo facendo! Italia sana dove stai? Svegliti! Gianfranco Volpicelli
  • maurizio b. Utente certificato 2 anni fa
    ITALIANI OA CON ILSEXACT CI ROMPERANNO IL HULO A TUTTI, A MENO CHE INVECE DI APRIRE IL HULO APRIAMO IL CERVELLO
  • vaffan.... 2 anni fa
    Siamo governati da un branco di bugiardi, ladri, corrotti e mafiosi. A sentire loro sembra che abbiano fatto miracoli e invece la realtà è che siamo sempre più nel baratro. Ma la cosa che più mi fa incazzare è che danno la colpa a quei poveri cittadini che già sono allo stremo e vengono chiamati evasori. INVECE SONO LORO IL GUASTO DEL SISTEMA, loro con gli sprechi politici, i vitalizi e le paghe da nababbo che si prendono. L'Italia è un paese fondato da politici, statali ed enti pubblici praticamente inutili e per mantenersi succhiano il sangue ad un popolo che oramai è dissanguato da ogni dignità e da ogni libertà. Questa è pura dittatura per tenere saldo il sedere sulla poltrona. Italioti : Aprite gli occhi e le orecchie. Ma non vi accorgete di quanto questi politici ci stanno prendendo per i fondelli. Ma vi rendete conto di quante balle raccontano in Tv. Eppure se si va a votare sono certo che le cose non cambieranno. Ma certo, l'Italia e fatta da politici, dipendenti statali e dipendenti pubblici e questi hanno la poltrona assicurata. Signori miei : fermate renzi e le sue bugie. Le sue innovazioni sono più dannose che utili. Dove sono le promesse che ha fatto per salire sul trono. Riduzione dei politici, abolimento del senato abolimento delle provincie, riduzione delle tasse e tanto altro. Ha dato 80 euro ai ricchi prendendoli dai poveri. È chiaro che chi aveva un lavoro era da considerarsi fortunato e gli 80 euro erano più utili a chi un lavoro non c'e la. Signori miei vi rendete conto che da una parte vi ha dato uno e dall'altra vi ha tolto tre. Ma sapete fare i conti ????. I conti sono questi : con i soldi di un politico si potrebbero pagare dieci poliziotti per salvaguardare il cittadino italiano e invece c'e ne uno solo nascosto dietro la siepe pronto a multarti per un nulla, solamente per fare cassa. Non ho niente contro di loro, purtroppo il sistema italiano funziona cosi. Fermate Renzi. FERMATELOOOOO. Solo e sempre M5*
  • carimini francesca 2 anni fa
    Anche io sono stata licenziata dall'oggi al domani .Avevo contratto a tempo indeterminato,ed era tanto che lavoravo.Ora chiedo: avendo superato da un po'i 50anni.quando lo trovo piu'un lavoro????
  • harry haller Utente certificato 2 anni fa
    Regà, sara 'a esperienza, l'età, ma che a governà ce fosse 'na manica de cazzari, l'ho capito da quer dì.... (poi se capisce, che er Nano, quann'era Presidente der Bordello, dopo avè 'ncontrato er Bischero a casa sua, je brillavano l'occhietti suini pè l'emozzione de avè trovato er successore suo, e, addirittura, dentro ar Piddì).....
  • FABIO B. Utente certificato 2 anni fa
    POLETTI E PADOàN DEBBONO DIMETTERSI -DOBBIAMO RIUSCIRE A CACCIARLI VIA
  • Rex Olly 2 anni fa
    Poletti sta mettendo in atto una burla pazzesca dinnanzi a noi cittadini, nessuno se ne accorge perché i tg pensano dicono la verità ma sono tutti d'accordo. Lavoro ormai qui non ce ne più inutile cercarlo siamo disperati tutti. Lavoro in italia è come cercare il santo graal nel mondo questa è la verità.
  • Luigi C 2 anni fa
    L'unico modo sarebbe mobilitarsi la gran parte di disoccupati e andare a Roma pacificamente. Organizzare un evento bloccando la città. Dobbiamo costringerli ad andarsene in modo che i diritti che abbiamo acquisito anche con il sangue, non vengano calpestati da questi condannati.
  • alvise fossa 2 anni fa
    SARA' DAVVERO UN BRUTTIO RUISVEGLIO,RISVERGLIARSI DALLE BALLE DI RENZI E POLETTI
  • ambara bacci (lamandero) Utente certificato 2 anni fa
    Quando la gente capirà questa grande truffa la quale stiamo vivendo è provocata ad hoc, bè non so dove questa gente potrà scappare.... Nel frattempo continuate pure....E noi Italiani? Continuiamo a dormire
  • Gian A Utente certificato 2 anni fa
    Esempio concreto. Una famosissima industria dolciaria (cioccolato) è stata acquistata dai turchi nel 2013. I sindacati in primis plaudivano l'arrivo del "capitale straniero", avrebbero investito, e chissacosa. Oggi, a poco più di un anno, il risultato è: sede portata a Milano, investimento meno di zero, la logistica/trasporti chiuderà a breve, probabile produzione portata in Turchia, qualche centinaio di lavoratori a casa (oltre l'indotto). Ma ci sono i sindacati. "vedremo... faremo un incontro... la trattativa... aspettiamo risposte..." tutti sapevano cosa sarebbe successo: avrebbero preso marchio, know how, fetta di mercato e avrebbero portato via la manifatturiera. E questo succede e succederà per tutta la "liquidazione" della aziende italiane. La propaganda di questa gente è davvero arrogante e pericolosa.
    • Gian A Utente certificato 2 anni fa
      Tutti i sindacati che rappresentano i lavoratori all'interno della società. Tutti. Non si tratta di generalizzare, ma di dire le cose come sono. Con questi risultati.
    • Luigi Moretti 2 anni fa
      Impariamo a NON generalizzare. I Sindacati quali??? CGIL,CISL,UIL,UGL vero!!!! Esistono i Sindacati di base conflittuali perchè non li chiamate quando prendete o prenderete le decisioni in Assemblea.Scusa la precisazione,avanti con la lotta.
  • Dario Genovese Utente certificato 2 anni fa
    Ma la prossima volta che qualcuno dei nostri va in tv, non può portarsi alcuni articoli di giornale (uno per anno a partire dal 2009) in cui si titola "L'Italia sta uscendo dalla crisi"? E magari chiedere, retoricamente, quanti anni di uscita dalla crisi ci aspettano ancora?
  • Roberto Locatelli 2 anni fa
    Purtroppo è sempre peggio, e sarà sempre peggio... A volte mi chiedo ma perchè la gente non riesce a capire, perchè non vuole provare a cambiare, perchè non riesce a capire che lasceranno ai propri figli una nazione devastata, buona solo per i furbi e mafiosi.... quante domande mi pongo senza riuscire a darmi risposta.... Quante volte mi guardo intorno pieno di rimpianti, ricordo ancora i racconti di mio nonno di com'era l'Italia, com'erano le persone, ora piano piano, giorno per giorno, vedi sgretolarsi un pezzettino di quella bellezza raccontata.... Si vedono soprattutto aziende sgretolarsi, negozi, artigiani, quelli che si pensavano essere i furbi, gli evasori da stanare ed ora stretti in un angolo con mille richieste di denaro da parte di Equitalia, colpevoli solo di essere Italiani..... Hanno dato vita ad una legge sul lavoro solo per precarizzare i precari, ma la domanda che mi pongo e che si pongono tutti gli imprenditori non è mai stata come l'assumo, ma cosa gli faccio fare? questa sarebbe la domanda giusta da porsi.... Concludo con delle scuse: Scusami nonno, lo so hai anche combattuto per questa nazione, per la sua libertà e la sua costituzione ed ora noi l'abbiamo lasciata in mano a persone avide solo di figa e denaro, Non ti affliggere guardandomi da lassù, io cercherò sempre di essere onesto come tu mi hai insegnato, cercherò con questo gruppo di amici del M5S di ricordare agli Italiani che non tutto è perduto (quasi), che si può ancora lottare per una vita migliore, non con le armi come feci tu nel 1915, ma con l'informazione, un informazione limpida e trasparente, che metta realmente in luce chi ci governa e cosa fa... ......
  • Maurizio Lobbia Utente certificato 2 anni fa
    Se vogliamo ricostruire un paese onesto è necessario usare strumenti e mezzi di comunicazione diversi da quelli usati oggi. Televisione e stampa sono corrotti. Andare in televisione, partecipare a questi finti talk show e parlare con questi servi giornalisti, rischiamo di dare loro merce per fare propaganda contro di noi. Le interviste, i servizi televisivi vengono "aggiustati" per farci sembrare un popolo contro corrente e senza futuro. Capisco che la maggior parte della popolazione ancora crede in questi mezzi, però il tempo ci darà ragione. Quando le balle raccontate nei TG o scritte sui giornali non corrispondono alla realtà...allora qualcuno comincerà ad aprire gli occhi...fino a prova contraria la rete si dimostra il mezzo di comunicazione più democratico...oltre alle piazze ovviamente!!
  • Giovanni Donadoni 2 anni fa
    Cosa ci potevamo aspettare, un perito agrario a capo delle coop rosse, ministro del lavoro... Se non usciamo da questa renzopoli l'Italia finirà male.
  • ARDITO ROCCO 2 anni fa
    P. A. R. A. S. S. I. T. I. ! ! ! ! ! ......
  • GABRIELE TINELLI () Utente certificato 2 anni fa
    Renzie: " che bella l'Italia che riparte". Matteo aspetta. Abbiano grippato!
  • Cristian Mazzoccolo 2 anni fa
    Ha detto proprio bene... (speriamo). Chissà perché ho sempre l'impressione che all'italiano medio scivoli sempre tutto sopra e nn se la prende mai. Lamentarsi sempre, ma poi si danno le martellate sulle palle da soli. Chi è sveglio deve svegliare gli altri e... in Fretta!!!
  • andreaB B. Utente certificato 2 anni fa
    mi pare che neu proclami del governo (si fa per dire) si dimentichino anche i cassaintegrati che (mi sembra di capire) sono oltre un milione i quali, per buona parte, non avrà la possibilità di rientrare al lavoro e quando frottolo darà il "chi ha dato a dato e chi ha avuto ha avuto" ingrosseranno le file dei disoccupati ...magari si farà tutto dopo le elezioni regionali...chissà perchè me lo sento...
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus