Diretta: Decadenza di Berlusconi, il discorso di Paola Taverna

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
Guarda il video
(10:00)
taverna_decadenza.jpg

"Si chiude, oggi, impietosamente, una "storia italiana": segnata dal fallimento politico, dall'imbarbarimento morale, etico e civile della Nazione e da una pesantissima storia criminale. Storie che si intrecciano, maledettamente, ai danni di un Paese sfinito e che riconducono ad un preciso soggetto, con un preciso nome e cognome: Silvio Berlusconi. La sua lunga e folgorante carriera l'abbiamo già ricordata in passato: un percorso umano e politico costellato di contatti e rapporti mai veramente chiariti con la Mafia, passando per società occulte, P2, corruzione in atti giudiziari, corruzione semplice, concussione, falsa testimonianza, finanziamento illecito, falso in bilancio, frode fiscale, corruzione di senatori, induzione alla prostituzione, sfruttamento della prostituzione e prostituzione minorile. Insomma un delinquente abituale, recidivo e dedito al crimine, anche organizzato, visti i suoi sodali. Forse alcuni hanno dimenticato che la sua "discesa in campo" ha avuto soprattutto, per non dire esclusivamente, ragioni imprenditoriali: la situazione della Fininvest nei primi anni novanta, con più di 5 mila miliardi di debiti, parlava fin troppo chiaro. Le elezioni politiche del 1994 hanno segnato l'inizio di una carriera parlamentare ILLEGITTIMA, sulla base della violazione di una legge vigente sin dal '57, la 361, secondo la quale Silvio Berlusconi era ed è palesemente ineleggibile. Quella legge che non è mai stata applicata, benché fosse chiarissima, grazie alla complicità del Centro-Sinistra di D'Alemiana e Violantiana memoria. Per non parlare dell'eterna promessa, mai mantenuta, di risolvere il conflitto di interessi. Questa è storia.
Due mesi fa abbiamo visto diversi Ministri, in suo nome, presentare le dimissioni, dando inizio al siparietto della prima crisi di un Governo nato precario. Per non parlare della legge di Stabilità che giaceva ormai da settimane nella V Commissione, in totale spregio di quanto previsto dalla procedura. Ieri ne abbiamo visto la triste conclusione: fiducia... fiducia verso chi e verso cosa? Lo vogliamo dire agli italiani che la legge che dovrebbe assicurare i conti, ma soprattutto garantire la ripartenza economica del nostro paese, la sua "stabilità" appunto, è stata svilita e degradata a semplice espediente dilatorio per farle guadagnare qualche altro giorno in carica? Vogliamo ricordar loro, inoltre, i due bei regali che riceverà a spese di tutti noi contribuenti? Assegno di "solidarietà" pari a circa 180.000 euro. Assegno vitalizio, circa a 8.000 euro al mese. C'è bisogno poi di ricordare perché ancora oggi qualcuno, nonostante l'evidenza dei fatti, nonostante una sentenza passata in giudicato, voglia un voto, uno stramaledetto voto, per applicare una legge?
Questo Senato, poi, sentirà una enorme mancanza dell'operato parlamentare del Signor Berlusconi. Dall'inizio della legislatura, i dati dimostrano la sua dedizione al lavoro in questa istituzione; dimostrano la passione con cui ha interpretato il proprio mandato nell'interesse del Paese.
Disegni di legge presentati: zero! Emendamenti presentati: zero! Ordini del giorno presentati: zero! Interrogazioni: zero! Interpellanze: zero! Mozioni: zero! Risoluzioni: zero! Interventi in Aula: uno, il 2 ottobre, per annunciare la fiducia al Governo! Interventi in Commissione: zero! Presenze in Aula: 0,01%!
Di cosa stiamo discutendo quindi? Della decadenza dalla carica di Senatore di un personaggio che il suo mandato non lo ha mai, neppur lontanamente, svolto. Di un signore che però ha puntualmente portato a Palazzo Grazioli e ad Arcore ben 16 mila euro al mese! Per non fare assolutamente nulla, se non godere dell'immunità parlamentare. Lei è stato il Presidente del Consiglio che ha mantenuto per più tempo la carica di Governo e che ha disposto della più ampia maggioranza parlamentare della storia. Un immenso potere, svilito e addomesticato esclusivamente ai propri fini, cioè architettare reati e incrementare il suo personale patrimonio economico.
Quante cose avrebbe potuto fare per questo nostro Paese, se solo avesse anteposto il bene comune ai suoi interessi personali? Dopo tutto questo tempo ci ritroviamo con la disoccupazione giovanile al 40%, pensionati a 400 euro mensili, nessun diritto alla salute, nessun diritto all'istruzione, un territorio devastato dalle Alpi alla Sicilia, le nostre città sommerse dalle piogge e le nostre campagne avvelenate... era il 1997 quando Schiavone veniva a denunciare dove erano stati riversati quintali di rifiuti tossici... lo stesso anno in cui questo Stato decise di segretare tali informazioni. E tutto ciò con l'Iva al 22 % e un carico fiscale che si conferma il più alto d'Europa, pari al 65,8% dei profitti commerciali... e gli imprenditori che si suicidano per disperazione. Spesso nemmeno per i debiti... ma per i crediti non pagati dalla pubblica amministrazione, cioè dallo STATO stesso! Speravate che ci saremmo arresi. Che, per l'ennesima volta, ci saremmo abbandonati ai due mali più terribili dell'Italia. La rassegnazione e il fatalismo. Beh, vi sbagliavate. Ci avete costretti ad entrare nelle istituzioni per combattere quella che non è solo la nostra battaglia, ma è la battaglia di tutti i cittadini onesti. Una battaglia che prima di essere politica è soprattutto ETICA.
Stiamo cominciando a raggiungere il nostro scopo: riportare nella politica trasparenza e legalità. La classe partitica italiana è stata costretta a votare la legge Severino, ponendo qualche “paletto” alla candidabilità degli improponibili: si poteva e si doveva fare meglio. Ma è già un segnale. Si è tentato di dichiararla anticostituzionale per non applicarla a una persona che si ritiene al di sopra della giustizia. Ma il MoVimento 5 Stelle ha tenuto altissima l'attenzione dell'opinione pubblica, spingendo anche le altre forze politiche a reagire per non essere travolte dall'indignazione popolare.
La nostra presenza in quest'aula, oggi, rappresenta un solo, semplice concetto: non vogliamo chiamarci politici ma restituire il potere ai cittadini. Signor Berlusconi accetti la decadenza o rassegni le sue dimissioni! Questa non è una vendetta. Qui non c'è nessuna ingiustizia o persecuzione. La sua immagine per noi è già piccola, sfuocata e lontana. È già passato. E qui ci sono solo cittadini italiani che vogliono riprendersi il proprio presente. Perché altrimenti non avranno più un futuro." Paola Taverna

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • claudio casalini 4 anni fa mostra
    PAOLO BARNARD COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE? Siamo in pieno Fascismo Finanziario UE. Paradigma 1): I Trattati ‘sociopatici’ UE esautorano Stati, Costituzioni e Parlamenti, quindi i cittadini sovrani. Non furono mai votati dal popolo. Paradigma 2): Non è dato modo ai cittadini UE di esprimersi democraticamente per difendersi o per modificare il Fascismo Finanziario UE. Paradigma 3): l'aumento dell'imposizione fiscale e il taglio dei deficit (Austerità imposte da Bruxelles) sono strumenti del Fascismo Finanziario UE per l'impoverimento delle masse e conseguente scadimento della democrazia. Paradigma 4): L’attuale governo italiano è illegittimo, l’attuale presidente della Repubblica, che l’ha avallato, è un traditore della Costituzione, ed è anch’egli illegittimo. Il potere deve tornare ai cittadini con un COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE dal Fascismo Finanziario UE per il ritorno alla democrazia e sovranità in Italia. Azione numero 1: Il reato di evasione fiscale è abolito. Lo decidono gli italiani per legittima difesa. Evaderemo tasse fino al raggiungimento del 9% di deficit, poiché le identità macroeconomiche dimostrano oltre ogni dubbio che il deficit dello Stato è la ricchezza di cittadini/aziende per la salvezza nazionale. O l'alza il governo (unitamente a un taglio delle tasse), o l'alziamo noi con l’evasione. Vita o morte dell'Italia è in gioco. Ma siccome il governo non lo farà mai, lo dobbiamo fare noi con l'evasione. Nel nome della patria e della Costituzione italiana, oggi la salvezza del Paese passa per l'evasione fiscale delle tasse dell'Economicidio impostoci dal fascismo tecnocaratico europeo.
    • vito asaro 4 anni fa mostra
      non sò a cosa possa servire scrivere queste cose.purtroppo,il m5s,lotta ma,non pianifica e,cosa più grave,non si chiede chi è il vero nemico.risultato:grande spreco di energie e benefici quasi zero.mah.staremo a vedere.
  • antonio ancora-buenos aires 4 anni fa mostra
    Ho trovato indegno,squallido,vigliacco ed odioso l´intervento della tricoteuse talebana taverna,un esempio eclatante di come e quanto la politica italica sia caduta in basso,inqualificabile e forse pari solo alle scempiaggini giustizialiste di un altro figuro squallido che risponde al nome di senatore(sic!))Iarruso.
  • Lucio P. Utente certificato 4 anni fa mostra
    Come mai nessun commento sul vergognoso post dell’ “Onorevole” Ivan Catalano, il deputato del M5S che si tiene i soldi della Diaria? Ecco il post che ha pubblicato sulla sua pagina facebook: “Innanzi tutto Grillo abbi rispetto delle persone, in quanto Baudo è un conduttore, un signor conduttore. È vergognoso che tu l'abbia definito quasi vivente. Baudo non ha attaccato il movimento 5 stelle, ha detto semplicemente quello che pensa. non vorrai diventare ora tu il censore?!” E’ evidente che questo bizzarro personaggio, forse l’unico in Italia a non sapere che Baudo è l’Andreotti del mondo dello spettacolo, è un impostore che ha rubato il posto a un cittadino onesto. Catalano puoi scrivere quello che vuoi ma non ti permetteremo mai di farlo a nostro nome e con i nostri soldi! Dimettiti, restituisci il malloppo e poi potrai dire qualsiasi cosa, tanto nessuno ti starà più a sentire! Ora però mi chiedo perché Catalano sia stato protetto dai nostri portavoce che ci hanno impedito di votare per la sua espulsione quando si era rifiutato di dare indietro i soldi della Diaria. Incominciamo con la difesa corporativa dei propri “colleghi”? Cosi non va proprio. Attendiamo di poter votare, subito, sulla sua espulsione.
  • Franz M. Utente certificato 4 anni fa
    A PORTA A PORTA GELMINI (PDL) HA PARLATO PER IL 70% DEL TEMPO MARIO GIARRUSSO (M5S) HA PARLATO IL 5% DEL TEMPO VESPA : PERCHE FAI PARLARE LA GELMINI COSI TANTO?
    • Franz M. Utente certificato 4 anni fa
      APRI IL CERVELLO E FORSE TU CI PUOI SPIEGARE COSA C`È DA CAPIRE. IO CAPISCO SOLO CHE L`ITALIA E OSTAGGIO DEI MAFIOSI. please explain this, amoeba
    • GIULIO A. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Beh forse perchè non riesce a capire quello che dice ?
  • vincenzo nesci 4 anni fa mostra
    CARA SIGNORA TAVERNA IL SUO DISCORSO SEMBRA USCITO DA UNA SEZIONE DEL PCI DELLA GARBATELLA LEI SI SACRIFICA SCUDO UMANO A PRENDERE UNO STIPENDIO DECURTATO (BE COME COMUNISTA VA BENE) I SUOI AMICI ZANDA COMPANI SI ACCONTENTANO DI 20000 EURO AL MESE E DI RACCOMANDARE LA GENTE ALL'ATAC CARA SIGNORA SAVONAROLA ATTACCA BERLUSCONI MA I COMUNISTI RICCHI E PRIVILEGIATI NO QUELLI COME IL DIRETTORE DEL SETTORE DEI BENI IMMOBILIARI E TERRENI CHE SI BECCA 500000 EURO GRAZIE ALLA POLITICA CLIENTELARE DEL PD NO SIGNORA TAVERNA LEI MI SEMBRA TANTO DEL PD TANTO TANTO VINCENZO NESCI
  • Luca Sardarulo Utente certificato 4 anni fa mostra
    Berlusconi 2: l'ossessione!!! ps: per i grulli!!!
  • Luca Sardarulo Utente certificato 4 anni fa mostra
    boss dato in pasto ai maiali Il killer al telefono: «Che gioia sentirlo strillare» mah!! Eppure laggiu' nel tacco dicono che sono acculturati e buoni...chissa' dove e' l'inghippo!! Caro Umberto, purtroppo non ci siamo riusciti a regalare il sud all'africa...
  • Luca Sardarulo Utente certificato 4 anni fa mostra
    occhio che berlusconi sta diventando un'ossessione per voi grilli : non mi morite di depressione che poi bisogna pure curarvi!!
    • antonella b. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Ossessione per noi? questo sì che si chiama girare la frittata! ah ah ah ah
  • gyro gearloose 4 anni fa mostra
    Ma Taverna chi? Quella che crede che nazista sia il femminile di nazisto? http://www.youtube.com/watch?v=Hb6pUqc7utI
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus