Per risolvere il problema dei rifiuti dobbiamo risolvere il problema della politica

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Beppe Grillo​

Per risolvere il problema dei rifiuti dobbiamo risolvere il problema della politica, che sui rifiuti ci ha vissuto per cinquant’anni. Discariche e inceneritori sono la manna della politica di oggi, e noi abbiamo interrotto questo corto circuito. La produzione dei rifiuti va ridotta, e lo faremo. Ma esistono già delle tecnologie che possono aiutarci.
A Barcellona c’è uno dei più grandi separatori di immondizia, non brucia niente, separa le materie prime dalle secondarie e poi vende alluminio, carta, vetro, plastica. L’immondizia diventa un risorsa. E questa potrebbe essere un’ipotesi. Ne mettiamo uno a Roma Nord e uno a Roma Sud. Fanno circa 2mila tonnellate a testa e risolviamo finalmente il problema dei rifiuti di Roma.

Andare avanti con discariche e inceneritori vuol dire sotterrare e bruciare i rifiuti. Sotterrare e bruciare vuol dire respirare e mangiare i rifiuti per vent’anni.
Allora basta! Affrontiamo la politica sul suo core business: la spazzatura. Del resto, è noto: mafia e politica vanno d’accordo e si uniscono sul rifiuto. E questa sarà la nostra battaglia.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • FRANCESCO DE GIORGIO 8 mesi fa
    Ho seguito l' intervista di Vespa alla Raggi. Non ho votato per M5S, ma da padre e nonno mi è dispiaciuto il modo con cui è stata denigrata. Mi domando, ma non sarebbe il caso che un gruppo di vostri aderenti - capaci e intelligenti - formi un "Organo di consulto" per aiutare una ragazza nelle bolge di politici volponi e scaltri per non dire interessati? Mi sembra di capire che non reagiate alle provocazioni, che non diffondiate a dovere cosa fate. Cacciate fuori quella che De Laurentis - sono napoletano ma vivo a Rho da 35 anni - a proposito del calciatore Insigne ha definito "Cazzimma". Attaccate, documentandovi, i peccati degli altri, gli intrallazzi, le corruzioni. Gli anziani, i vecchi, non leggono sui blog e loro derivati, leggono i giornali e sentono la televisione, luoghi dove siete quasi assenti. Tassate i Vostri parlamentari è costituite un giornale, diffondete opuscoli, Berlusconi insegna. Ma Berlusconi veniva dal mondo della pubblicità, parte del marketing. Perfino a Rho "circola" un giornalino dove si spiega cosa ha fatto il Comune e, cosa intelligente, danno voce anche alla concorrenza per "dire la sua" che è poi poca cosa. La pubblicità....comparativa non è più reato! Un investimento in comunicazione vi permetterebbe la certezza di maggiori consensi. Create un gruppo come fece Di Pietro, sputtanateli tutti, dimostrate che i topi di Roma sono niente di fronte alle pandagane che circola nei salotti e negli uffici pubblici della Capitale. FORZA
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus