Una proposta contro i furbetti del voto all'estero

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Vito Crimi

Tutti sanno e nessuno parla.

Che il voto all'estero sia stata una grande abbuffata per qualcuno, che qualche organizzazione si sia prodigata per "aiutare" i nostri connazionali a esprimere il proprio voto "liberamente".... è voce che gira da un decennio.

Tutte bocche cucite, pubblicamente, tutti a condannare pubblicamente, ma dietro le quinte, nel silenzio dei corridoi, le voci corrono.

Cosa fare?

Beh, è un pò tardi adesso, i buoi sono già scappati, ma forse una soluzione c'è, semplice a costo zero, che potrebbe servire sia da deterrente ai furbetti del voto all'estero ma utile a scoprire eventuali scorrettezze.

Basterebbe annunciare una verifica a campione di un certo numero di votanti all'estero, ad esempio il 3%.
Come effettuare questa verifica?

Il Ministero dell'interno sarà in possesso degli elenchi di coloro che avranno votato al referendum del 4 dicembre, basterebbe mandare ad una piccola quantità scelta casualmente, una comunicazione in cui si chiede la conferma che abbiano effettivamente espresso il loro voto, che lo abbiano espresso liberamente e senza avvalersi della "collaborazione" di nessuno, di averlo fatto segretamente e provveduto all'invio del plico al consolato, avvisandoli che una dichiarazione mendace potrebbe essere penalmente punibile.

Questo scoraggerebbe sicuramente i furbetti... se non c'è nulla da nascondere, e se il ministro Alfano è sicuro della correttezza delle operazioni di voto all'estero, non avrà alcun problema a mettere in atto questa operazione di trasparenza e verifica.

Ministro Alfano... che ne dici?

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • harry haller Utente certificato 1 anno fa
    Non sono mai stato d'accordo sul voto ai residenti all'estero, sorry (purchè non si tratti di residenze temporanee per studio, lavoro o cure mediche); penso che se non si vivano e si provino sulla propria pelle le politiche sociali ed economiche governative, non si abbia alcun diritto di pesare sulle scelte dei cittadini residenti e contribuenti, punto. Questa specie di "diritto di sangue" concesso anche ad emigrati da generazioni, mi sembra una cazzata bestiale, ecco.......
    • Massi Far 1 anno fa
      Ma cosa dici? Io vivo all'estero perché mi fa schifo essere governato da questi mafiosi e non ho il diritto di contribuire col mio voto a cambiare la situazione del mio paese? Noi espatriati siamo più informati di voi che vivete in Italia e subite costantemente le menzogne dei corrotti media italiani.
  • emanuele meli Utente certificato 1 anno fa
    e in Italia proporrei delle cabine elettorali che permettano di vedere a mezzo busto l'elettore,in modo da evitare foto e cambi di scheda. Ma ora cercate di affrontare con durezza il problema delle firme copiate e contraffatte, che tanto ci stanno sconfortando.I rei confessi non vanno solo sospesi,ma espulsi per manifesta imbecillità, per tradimento dei nostri valori.I tempi e le modalità saranno a nostro favore;non possiamo accettare soggetti che praticano azioni illegali come gli altri partiti.Dopo Palermo,ora Bologna !!!!e mi auguro che finisca qui.
  • antonio cuofano Utente certificato 1 anno fa
    salve italiano all estero sono ben contento di poter partecipare al voto mi auguro che non ci siano truffe e imbrogli confido che il mio voto sia rispettato forse sono ingenuo ma ci voglio credere certo non me lo potra confermare mai nessuno è vero comunque che sarebbe meglio votare in una sede messa a disposizione ma se vogliono imbrogliare lo faronno ugualmente io e le mie figlie abbiamo votato e gia spedite al consolato e forza M5S
  • Salvatore Z. Utente certificato 1 anno fa
    Se il SI vince all'estero é chiaro che che avranno fatto brogli; solo a sentire le testimonianze e le tendenze non vi é dubbio che il NO é scelta coerente e obiettiva per tutti. Anche i cittadini all'estero sono informati e sempre collegati alle vicende dell'Italia, un risultato diverso dagli umori e dalle tendenze della gente farebbe nascere dei veri sospetti... Alle ultime amministrative insabbiarono ma il voto degli italiani oltre confine non era in fedeltà con la scelta degli elettori, fú un dato certo.. Ormai l'esperienza dovrebbe insegnare che i plichi elettorali recapitati agli elettori per posta non dovrebbero tornare piú in Consolato di riferimento: in venti venticinque giorni in loco potrebbe avvenire di tutto, anche sostituire le buste con un'altra scheda precompilata e fare sparire l'originale nei bruciatori degli impianti di riscaldamento ( il tempo non manca di certo ) Il personale del Consolato é sempre allineato quindi non é difficile che si prestino a operazioni del genere (con questo sistema l'hanno già fatto e lo possono rifare in futuro; nessuno gli controlla ) L'indirizzo di ritorno dovrebbe essere direttamente per Roma, magari presso una caserma delle forze dell'ordine o delle forze armate, per essere custodite nelle apposite urne in sicurezza fino al giorno dello spoglio...
  • ANGELO DELLA VOLPE Utente certificato 1 anno fa
    Fate delle denunce in procura..questi possono sostituire tutte le schede di chi ha votato NO.
  • franck dupuis Utente certificato 1 anno fa
    Buongiorno Fatto più lo erreure di cintacter il privato per la vostra domanda di prestito, fatta il vostro delmande direttamente ha la banca. Ho ricevuto un prestito di 150.000 euro nella banca CPL. Potete fare la vostra domanda direttamente sui siti web. Vi occorre soltanto premere sul collegamento e fare la vostra domanda di prestito senza pagamento anticipato prima della ricezione di prestito. Ecco il sito: http://www.cplbank.com/
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa
      Oh la-la, le truffateur.....
  • Caterina D'ambrosio 1 anno fa
    Ho inviato al comune di Roma la domanda di partecipazione al voto del referendum per conto di mio figlio che si trova per lavoro ad Amsterdam ma non è iscritto all'aire. A tutt'oggi non è pervenuta alcuna comunicazione e risposta. Ho provato inutilmente a mettermi in contatto con uffici aire di roma ma i telefoni squillano a vuoto. Come posso fare per avere delle risposte e per essere sicura che il voto di mio figlio che a questo punto deduco che non potra' votare venga usato impropriamente. Per favore mi dica cosa devo fare. Grazie di cuore.
  • marco ferro Utente certificato 1 anno fa
    anche a me in costarica è arrivato il plico per votere. ho votato NO con una bella x con penna nera e ho imbustato il tutto. il problema è che come hanno detto in tanti come facciamo a sapere che quando arriverà all'ambasciata non verrà sostituita con un altra che dica SI ? oppure sarà buttata ?
  • Franco B. Utente certificato 1 anno fa
    Sono residente all'estero, con mia moglie. In data 26/10/2016 comunico alla ambasciata d'Italia a Panama la variazione di recapito domiciliare (da Panama a Rep. Dominicana), per ricevere in tempo utile i plichi elettorali. In data 28/10/2018 su invito dell'ambasciata invio moduli di richiesta con allegate copie passaporti. Il 29/10/2016 rispondono confermando di avere ottemperato all'invio. in data 18 e 21 novembre invio reclamo per mancato recapito plichi. Non mi hanno piu degnato di una risposta.. Ho il sospetto che non ci faranno votare.
  • Fabrizio Villotts 1 anno fa
    Un mio amico in America e già arrivata la scheda per il voto referendum da parte del consolato. Mi ha fotografato il foglio informativo su come votare,e incredibile in una nota si legge votare con una penna blu o nera. Mi chiedo allora perché in Italia siamo obbligati a votare con la matita copiativa. Ma,la legge non è valida anche per i cittadini residenti all'estero
  • tiziano pecorella 1 anno fa
    ho avuto modo di toccare con mano, l'ho anche fotografata, una scheda per il voto dei residenti all'estero, piccolo particolare, chi doveva ricevere il plico per il voto è morto, non controllano se chi deve riceverlo è ancora in vita?
  • pilo mmilo 1 anno fa
    Sono 10 anni in Romania i primi anni arrivavano le cartelle per votare, e ci sono andato una volta e o votato MV5S, da allora non mi sono arrivate piu cartelle, nemmeno adesso il 21-9-16, mistero?
  • Luigi De Simone 1 anno fa
    Io ho votato, qui in Germania, regolarmente spedita la scheda al consolato, speriamo che non ci siano maneggi.
  • Lino Viotti Utente certificato 1 anno fa
    Poche chiacchiere !! Ormai lo sanno tutti che i voti degli Italiani all'estero sono e saranno sempre brogliati dai Consolati che sono Filo-Governativi per paura di perdere la poltrona . L'unico modo per non far vincere Chi ha il potere di brogliare i risultati degli Italiani all'estero è: ABOLIRE IL VOTO DEGLI ITALIANI CHE SONO ALL'ESTERO .Punto. Tutto il resto sono solo chiacchiere da BAR !!!
    • Lino Viotti Utente certificato 1 anno fa
      Con i brogli dei voti dall'estero si possono ribaltare il risultato del Referendum e forse anche delle Elezioni . Non è giusto che : un Italiano "vero" che lavora e paga le tasse in Italia veda sovvertito il risultato dei Referendum da degli Italiani che vivono distanti dalla REALTA' Italiana e che NON sanno NULLA dell'Italia di quello che succede e che cosa fa il Governo , ma solo qualcosa di quello che riescono a capire tramite il "Mainstream" in mano ai Poteri Forti che Ci governano . Non sappiamo quasi niente NOI figuriamoci Voi !! Oltre tutto ci sono SEMPRE palesi BROGLI (altro che "odore " , non c'è nessun odore ). La verità è un'altra : Il voto degli Italiani all'estero serve SOLO a Chi detiene in mano i computer/software del Ministero degli Interni e comunica i risultati !! Chi dice che è giusto far votare gli Italiani all'estero è perchè fa affidamento ai BROGLI ELETTORALI ; questo è poco ma sicuro .
    • rodolfo massimi Utente certificato 1 anno fa
      TUTTI gli italiani hanno il diritto di votare, se ogni qual volta c'e' odore di brogli si inibisce di votare al popolo voterebbe solo il 10 % della popolazione , le soluzioni sono altre , es. si potrebbe utilizzare un sistema come home banking dove i dati sono sicuri e privati per far votare i cittadini in qualsiasi parte del mondo senza privarli di questo diritto.
  • monno michele 1 anno fa
    ho letto il suo post nel blog, volevo avvisarla che io ho parecchi nipoti nel Tennesse con doppia residenza, anche in Italia, e nessuno ha ricevuto scheda elettorale, se vuole approfondire mi contatti...
  • Attilio Disario R dam Utente certificato 1 anno fa
    E mo' basta che noi all'estero non siamo informati di cio' che succede in Italia e' na grandissima bufala , se siamo all'estero non e' per turismo ve lo volete ficcare in testa. Ma vi pare che noi lasciamo il piu' bel paese al mondo cosi' per andare raminghi? Sta cosa mi lascia perplesso: Vi vorrei suggerire na cosetta cosi' tanto per parlare: le rimesse mie in Italia, solo mie equivalgono non solo a pareggiare il PIL ma a farlo risalire a livelli vertiginosi e quello solo mio per non parlare di milioni di altri come me. Se voi state bene e in salute e' grazie a milioni come me che portano alto il senso di Patria perche' ci sentiamo piu' Italiani di voi in patria, che si sono non dico sacrificati ma sono stati costretti a lasciare la loro casa e famiglia per cercare un futuro migliore e facendo questo hanno fatto in modo che il loro paese crescesse . Faccio il solo esempio del 5 stelle : penso che nel corso degli anni mi sia costato sui duemila euro soldi benedetti e tanti come me hanno fatto donazaioni dall'estero. Ho avuto e Ho fiducia in Beppe come l'ho avuta in Casaleggio, sono sempre stati un passo avanti , credo nel movimento ma non rompete sul fatto che noi all'estero non capiamo o non siamo informati , lo siamo eccome anche e piu' di voi. E per favore eliminate sto MAE che non ci rappresenta per niente ma e' solo un M A L E per noi all'estero.
    • ANTONINO VERSACI 1 anno fa
      Bravo. Quello che dici è vero. E' talmente vero che gli analisti contabili hanno preferito non mettere mai in conto le rimesse che i nostri familiari dall'estero hanno e continua a mandare in Italia. Non hanno mai detto che "noi" in Europa ci siamo entrati dagli anni 60 ed abbiamo imparato la lingua. Noi sappiamo come funzionano le leggi in Europa e purtroppo sappiamo come funzionano in Italia. Grazie per il tuo commento.
  • Francesco Lunetta 1 anno fa
    Volevo chiedere dove trovare su internet o sul vostro blog il programma del m5s se si andasse al voto e soprattutto cosa fareste voi del senato. Grazie.
  • Franco Fontana 1 anno fa
    Sono circa 30 anni che manco dall´Italia e che mi incazzo ogni volta che ricevo il famoso set elettorale. Mi incazzo perché prima di tutto se si vuol dare il voto agli italiani all estero dovrebbe essere direttamente in consolato (per risparmiare qualche liretta). Mi incazzo perché penso si diritto di votare solo agli italiani che vivono lavorano e pagano tasse in italia e poi uno come me, dopo tanti anni fuori si trova un po spaesato a dover processare tanta (dis)informazione tutta d un botto, e poi cosa che mi fa assolutamente girare i cosidetti, come si puó dar il voto ai discendenti di italiani che in molti casi non sono mai stati in Italia o che non parlano manco una parola d italiano. Non sono rari i casi in cui appaiono "pensanti politici" da queste parti e cercano di far convergere i voti verso determinati candidati o verso il SI o verso il NO. Franco, Lima - Perú
  • Giovanni Giurlanda 1 anno fa
    Io sono un residente in Thaylandia, ed ho gia' ricevuto il plico elettorale il giorno 18/11/2016 come piu' di qualche altro conoscente/amico. Io ho gia' rispedito ieri la scheda al consolato di Bangkok.Unico episodio anomalo, e' stato che un conoscente/amico si e' offerto di impostare per tutti (circa 8/9 persone) le buste contenenti le schede. Io e un amico non abbiamo aderito, io non consegno la mia scheda in mano ad estranei. Un saluto a Tutti.
  • Auro P. Utente certificato 1 anno fa
    Se noi tutti non votiamo per posta è perchè il sistema postale non garantisce la necessaria sicurezza e quant'altro del voto. Allora se è così perchè si permette questa deroga per l'estero? Trattasi di 4 milioni di voti "ballerini" che possono determinare l'esito di una votazione.la ratio della legge potrebbe anche essere giusta, ma sapendo come avremmo organizzato , anzi come non avremmo saputo organizzare , le elezioni all'estero non si doveva consentire questa possibilità. Il controllo proposto non è praticabile oltre ad essere inutile .
  • PROSPERO LO VAGLIO 1 anno fa
    BASTA UN SÌ e i ciechi vedranno e gli storpi cammineranno dritti! Ma perché tutti i quesiti su un'unica scheda? e non invece ogni singolo quesito su una singola scheda? È evidente che è una colossale truffa. Molti italiani non sanno che per questo referendum non occorre il quorum, cosa che dovrebbe valere per tutti i referendum che ci saranno. E gli avviliti, gli arrabbiati, gli sconfitti e i perseguitati non andranno a votare, determinando, questa volta, proprio il contrario di ciò che pensano di ottenere, dando un premio a chi vorrebbero punire. Ditele queste cose agli italiani, tutte le volte che parlate, tutti coloro che vogliono il NO. Insistete su questo punto, è fondamentale.- Prospero Lo Vaglio
    • Carlo A. Utente certificato 1 anno fa
      mentre i sordi gia' lo fanno...................
  • valerioCardinale 1 anno fa
    Io voto a Francoforte, dove e´ prevedibile una prevalenza del NO per l´attivività di varie associazioni. Naturalmente il mio timore è che trucchino a Roma i dati provenienti dall´estero. I parlamentari 5 Stelle non possono prendere iniziative contro una tale possibilità o almeno darci indicazioni a noi che votiamo all´estero? Inoltre sto spedendo al PD romano il loro fogliaccio spudorato a favore del governo scrivendoci sopra un bel NO!
  • Franz M. Utente certificato 1 anno fa
    I brogli vengono fatti tra il consolato e l Italia. Purtroppo non c é modo di controllare...
  • Antonella Matarazzo 1 anno fa
    Prego? Ho capito bene? Insinuate che io in tutti questi anni sono stata plagiata ed ho votato per chi mi ha promesso un qualcosa in cambio ? E cosa? Soldi, favori ? No, ditemelo per favore o ditelo a chi di dovere se sapete qualcosa più di me. Sono veramente sconcertata, anche dalla ingenua proposta di fare verifiche. A parte che il consolato non può fornire le liste di chi vota , ma poi dove sta scritto che io debba rivelare se ho votato o no? E i disonesti sono tutti impauriti dalla minaccia che saranno puniti se non dicono la verità...ma fatemi il favore !
    • Vladimiro de Blasio 1 anno fa
      Antonella, non sostengo che tu o altri siano plagiati o comprati, ma rifletto su alcune cose che dovresi riflettere anche tu, affinchè il tuo voto sia esattamente quello che hai espresso. Avevo già fatto alcune considerazioni tempo fa. 1) Non è sicuro chi effettua il voto. 2) Non è sicuro che la scheda che viene aperta ai centri di raccolta,sia effettivamente quella spedita. 3) La scheda può essere fotografata dopo averla votata. Cosa questa illegale. 4) La scheda può essere venduta a terzi, in quanto viene spedita e non consegnata personalmente dall'avente diritto L'UNICO MODO PER RENDERLO VALIDO : L'Italiano all'estero, si deve recare in Ambasciata o Consolato, dove viene seguito lo stesso procedimento di voto. Cabina elettorale,spoglio dei voti, ed infine viene inviato il risultato al Viminale. Ci sono in ballo 4 milioni di voti, che possono essere facilmente manomessi. UN INVITO AGLI UFFICI LEGALI DI AMBEDUE GLI SCHIERAMENTI A FARSI CARICO DEL PROBLEMA. C'è ancora tutto il tempo per ovviare ad un eventuale ricorso dopo il voto. 20 Novembre 2016 Vladimiro de Blasio
  • gian piero sciarrone 1 anno fa
    Vito, in aggiunta a quanto prima commentato, dopo riflessione propongo di far pagare al PD, dai loro rimborsi, tutte le spese sostenute per l'invio delle comunicazioni all'estero.
  • Mirca Sorgato 1 anno fa
    Anch'io ho la stessa perplessita' espressa in un altro commento. Come puo' essere legale una scheda che non presenta ne firme ne timbro, come effettivamente sarebbe previsto? Praticamente e' una scheda in bianco, ancora piu' facilmente sostituibile. Come posso essere sicura che questa scheda, in transito, non venga rimpiazzata? E poi chi presenzia allo spoglio alla farnesina? Capirei se la scheda venisse inviata e scrutinata nelle ambasciate alla presenza dei rappresentanti di lista che certificano lo spoglio e i numeri delle schede arrivate e scrutinate per quel paese....ma cosi'?????? Mi piacerebbe avere una risposta in merito. Grazie
  • gian piero sciarrone 1 anno fa
    Purtroppo questa situazione è scappata di mano a tutti i cittadini Italiani ed anche a chi si occupa di altre priorità, compreso il GdLMdAEU. Questa poteva essere valutata anticipatamente, ma parlare oggi di quello che si sarebbe potuto fare ieri, non aiuta. Unica considerazione che ritengo di poter esprimere -con tutta l'umiltà costruttiva possibile- è la richiesta di cancellazione dei voti pervenuti dall'estero. Le motivazioni possono essere ben sostenute dal vergognoso inquinamento dell'informazione, molto simile a quella parola che viene utilizzata spesso nel penale, anche se credo che il NO non potrà altro che prevalere soprattutto per gli ultimi segnali derivati dalla Migrazione Economica. Questa è stata -volutamente portata fuori controllo- per spostare l'attenzione del Popolo sui veri problemi che rimangono senza soluzione GIUSTIZIA ed ECONOMIA.
  • Salvatore catrambone 1 anno fa
    Proponete che sia le richieste, sia le risposte, possano essere vagliate dall'opposizione e dalla maggioranza, insieme.
  • flavio guglielmetto mugion Utente certificato 1 anno fa
    bUONAdOMENICA A TUTTI.
  • Luigi Rusconi 1 anno fa
    Certi articoli di stampa, e anche una parte dei commenti, mi lasciano molto perplesso: noi Italiani residenti all'estero non siamo proprio dei "boccaloni" che si lasciano condizionare facilmente; se poi gli organi consolari che spediscono e ricevono le schede ci mettono del loro....questo rientra nel rischio di scorrettezza da cui non sono esenti nemmeno i seggi ordinari. SOno stato diverse volte presente sia a votazioni che scrutini nei seggi in Italia come rappresentante di lista e, vi assicuro, ne ho viste delle belle!
    • franco monaldi Utente certificato 1 anno fa
      Ti assicuro Luigi che all'estero ci sono anche i "boccaloni": non tutti sanno usare l'intelletto e/o non tutti sono onesti..
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Fate una interrogazione urgente a Gentiloni e fatelo venire in Parlamento. Lui non può' non sapere cosa succede nel suo Ministero ed è' li' che si cucinano i pasticci sul voto all'estero. Gia' ci hanno fregati alle scorse politiche, perseverare diabolicum. Preparatevi a fare ricorso per annullare il referendum, se necessario. Con la magistratura di mezzo qualcuno parlerà'..
  • Fasog Gi 1 anno fa
    Alfano che rischia di lasciare la sedia per una decisione propria di concedere elenchi? Fantascienza! Bisognerà arrangiarsi sperando che il Renzusconi non diventi anche Renzuscherdogan.
  • Antonio Munforte 1 anno fa
    massimo controllo a campione
  • Dolce Vito Utente certificato 1 anno fa
    A quando il voto On-line? Se le mie transazioni bancarie sono sicure lo può essere anche il voto. Qui in Australia stiamo cominciando. https://www.ivote.nsw.gov.au/
  • Dolce Vito Utente certificato 1 anno fa
    A quando il voto On-line? Se le mie transazioni bancarie sono sicure lo pu` essere anche il voto. Qui in Australia stimao cominciando. https://www.ivote.nsw.gov.au/
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Non bisogna andare lontano per trovare "i furbetti", basta andare alla Farnesina. Certo nessuno vi dirà' niente perché' quell'ambiente funziona come una grande loggia massonica. Ma tutti sanno che le collettivita' italiane all'estero, quelle ancora minimamente interessate all'Italia, fanno capo ai Consolati e alle Ambasciate che sono uffici periferici del Ministero Affari Esteri e da essi prendono piccoli favori e privilegi e anche ordini. Bisognerebbe interrogare il Ministro Gentiloni. Più' in generale è' necessaria una profonda riforma del MAE e delle sedi all'estero perché queste diventino rappresentanze di tutto il Paese.
  • Attilio Disario R dam Utente certificato 1 anno fa
    Buondi' visto che si parla di voto all'estero eccomi a disposizione. Ho avuto il piacere di imbucare stamattina le buste conteneti il voto mio e dei miei familiari in tutto 4. Per chi non lo sapesse quando noi votiamo le nostre schede votate vengono immesse in una busta sigillata senza alcuna intestazione , la qual busta viene imbustata in una piu' grande con un tagliando contenente i dati del votante che viene di nuovo sigillata e quindi spedita al consolato generale, dell'Aja nel nostro caso. Sono a disposizione per eventuali verifiche. Se dovesse risultare vincente il si nel nord Europa mi insospettiterei molto e chiederei si delle verifiche.
  • sergio sergi 1 anno fa
    per il voto di tutti si dovrebbe usare la tessera sanitaria o qualcosa di simile in quanto abbiamo tutti i dati scritti sopra e se non avremmo firmato la clausola della privacy non ce l'avrebbero data si striscia e si vota no senza tende intorno ............si risparmia carta e i voti vengono fuori all'istante io non mi vergogno di votare no e di votare m5s ......sarebbe come vergognarsi di essere onesti
  • rosanna galluzzi 1 anno fa
    Ragazzi ho sentito che qualche cittadino residente all'estero voti sia all'estero utilizzando la scheda inviata dallo stato italiano che in Italia con la normale scheda elettorale. E' possibile? Potete darmi una risposta?
    • Mauro Heimann Utente certificato 1 anno fa
      Se sei all'estero devi essere iscritto all'AIRE per poter votare. Se sei iscritto all'AIRE sei come "cancellato" dal tuo comune di residenza, che quindi non ha nemmeno il tuo racapito.
  • pietro denisi Utente certificato 1 anno fa
    Gli imbroglioni lavorano di notte e nelle segrete stanze. Dobbiamo avvalerci di pentiti del sistema, come DAlema, per capire in tempo e prevenire le magagne di questo manipolo di imbroglioni al governo. Altrimenti dovremo ingiare altri rospi indigeribili.
  • Fiammetta Spera 1 anno fa
    Più buona informazione mediatica si fa e più vantaggi ci sono di vincere!! Però è facile anche corrompere...Quindi si cerca anche di stare nella speranza che tutto vada x il meglio ... Siamo umani non Santi!
    • antonio 1 anno fa
      io non riesco a capi a cap a cap mia nun e bon possibile mai che gli italiani credono ancora a questa faccia di bronzo si permette di mandare 4 milioni di lettere a gli italiani a l estero comprandoseli a quegli stessi italiani che anno lasciato l italia perche non ce futuro non ce lavoro non ce assistenza nulla e anno lasciato a malincuore la loro terra ma quanto mai se ne importato dei nostri connazionali non sapeva nemmeno che esistessero il paradosso che questo governo di merda a lui e permesso tutto a gli altri no vi dico solo una cosa votate si e stiamo rovinati dopo non lamentatevi che non potete arrivare a fine mese che non ce lavoro non ce assistenza la sanita sta in ginocchio non ce un rendito minimo nulla di tutto questo dopo sara troppo tardi e a quel punto quanto vi lamenterete perche vi lamenterete io godoooo perche siamo un popolo di codardi A CAP A CAP MIA NUN E BON IO NUN RIESCO A CAPI
  • Francesco Marini 1 anno fa
    l'idea non è male ma quando mai e col beneficio dell'inventario si darebbero contro ?
  • Carla Brucato 1 anno fa
    Basterebbe che tutti quelli che hanno parenti all'estero si mettano in contatto con loro e li informi su cosa significa questo referendum. Come ho fatto io tra l'altro portando così una decina di voti per il NO. Comunque, pensiamo veramente che Alfano sia disponibile nonostante la proposta di Vito sia buona?
  • ferdinando martino Utente certificato 1 anno fa
    il problema non è se abbiano votato o meno, ma che le schede arrivano senza timbro, cosi tutti possono sostituirle con schede timbrate e voto diverso
  • sebastiano b. Utente certificato 1 anno fa
    Buonasera CAMPA CAVALLO chiedere ai lupi di fare i guardiani...
  • Paola Zito 1 anno fa
    X questo Referendum, tante concessioni, tante tolleranze, tante omissini e... nessuna par condicio. Sembra che per alcuni tutto sia concesso e che valga la gestualità delle 3 scimmiette. Allora, io penso che, poichè la "rete" è sovrana x il M5S, e tutti gli appartenenti al Movimento hanno familiari all'estero, basta contattarli e invitarli a un passaparola circa la tendenza di voto da esprimere ed è fatta ( almeno in parte) È utopia? Forse, ma volere è potere! Paola
    • i 1 anno fa
      io già fatto
  • eugenio rega 1 anno fa
    Una volta questo privilegio non esisteva ... se volevano votare era l'occasione per riabbracciare parenti e amici! Ricordo in un film, Bianco rosso e Verdone, il ritorno di Pasquale dalla Germania!
  • Enzo Fiore Utente certificato 1 anno fa
    Il Movimento Cinque Stelle, attraverso l'autorevolezza di alcuni parlamentari, può fare questi controlli a campione?
  • Enzo Fiore Utente certificato 1 anno fa
    Queste verifiche a campione non le può fare il Movimento Cinque Stelle? Attraverso l'autorevolezza di alcuni parlamentari?
  • Ingrid Pezzoni 1 anno fa
    Non esiste segretezza nel voto all'estero dal momento che le buste arrivano a casa. Bisognerebbe poter andare nei Consolati ad esprimerlo. Poi certi Consolati non mandano proprio le buste come a Melbourne (Australia) dove ancora stiamo aspettando. P.S. Per l'ultimo referendum sulle trivelle non ci è pervenuto nulla.
    • Attilio Disario R dam Utente certificato 1 anno fa
      Se ci sono dei brogli quelli avvengono dopo il nostro voto.
    • Maria D'Amico 1 anno fa
      Ma siete iscritti all'A.I.R.E. ( Anagrafe Italiani Residenti all'Estero ) ?
  • giampaolo gottardo Utente certificato 1 anno fa
    la gente che ha la testa sulle spalle si cautela di far pervenire il voto integro a destinazione; utile sarebbe poter sapere il perche' i siciliani 5 stelle sembra abbiano fatto quanto in questo momento a due passi dal referendum suona cosi' negativo per il movimento 5 stelle: e sapere in fretta cosa e' veramente avvenuto possibilmente con una pre pubblicazione in un senso o l'altro. saluti gottardo
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus