No alle privatizzazioni!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

vendesi_italia

Lo schema è noto. Un'azienda pubblica comunale viene usata, spremuta, per fini elettorali con assunzioni di utili idioti nei posti dirigenziali e un organico gonfiato a fini elettorali. L'azienda va in rosso, entra in crisi. A quel punto gli stessi politici che l'hanno fatta fallire invocano le privatizzazioni. Invece di porre mano ai guasti prodotti mettono all'asta un bene pubblico che non è loro, ma della comunità. L'acquirente privato è di solito contiguo al politico. Dopo la privatizzazione avvengono regolarmente due fenomeni: licenziamenti e aumenti delle tariffe. L'azienda da pubblica è ora privata, ma non recupera un solo grammo di efficienza e i cittadini hanno in compenso un disservizio peggiore di prima. Invocare la privatizzazione per incapacità manifesta nella gestione della cosa pubblica è spacciato da questi cialtroni con la complicità dei media come un segno di progresso. Distruggono un bene pubblico sotto la loro responsabilità e invece di togliersi dai coglioni lo vendono agli amici degli amici. C'è una variante allo schema a livello nazionale, la vendita di aziende pubbliche in utile fatta dai partiti. In questo caso la vendita serve a coprire temporaneamente i buchi del bilancio causati dagli stessi partiti che quindi, come soluzione, bruciano i mobili di casa per scaldarsi. Capitan Findus Letta vuole vendere le ultime aziende nazionali per guadagnare tempo, l'unica cosa che gli interessa. Il ricavato del "primo (?) pacchetto di quote di società pubbliche" dovrà fruttare 10/12 miliardi con la vendita di quote Stm, Enav, Eni, Fincantieri, Cdp Reti, Cdp Tag, Grandi stazioni, Sace per, così dice il Nipote, una "riduzione immediata del debito nel 2014". Il debito pubblico è cresciuto allegramente durante il governo dello Stoccafisso Congelato a 2.068,5 miliardi. Cosa si vuole ridurre? Invece di tagliare le spese inutili e i privilegi con la cessione delle aziende si rinuncia alle quote future di dividendi e si cede il controllo di pezzi dello Stato al mercato. Chi ha dato il permesso a Capitan Findus Letta di dismettere dei beni che appartengono ai cittadini? Questo personaggio non è stato eletto da nessuno. Non ha neppure partecipato alle primarie del suo partito. Non ha legittimità popolare. Se ne deve andare. No alle privatizzazioni. Lo Stato e i suoi beni sono dei cittadini, non dei politicanti. In alto i cuori!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • claudio casalini 4 anni fa mostra
    COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE? Siamo in pieno Fascismo Finanziario UE. Paradigma 1): I Trattati ‘sociopatici’ UE esautorano Stati, Costituzioni e Parlamenti, quindi i cittadini sovrani. Non furono mai votati dal popolo. Paradigma 2): Non è dato modo ai cittadini UE di esprimersi democraticamente per difendersi o per modificare il Fascismo Finanziario UE. Paradigma 3): l'aumento dell'imposizione fiscale e il taglio dei deficit (Austerità imposte da Bruxelles) sono strumenti del Fascismo Finanziario UE per l'impoverimento delle masse e conseguente scadimento della democrazia. Paradigma 4): L’attuale governo italiano è illegittimo, l’attuale presidente della Repubblica, che l’ha avallato, è un traditore della Costituzione, ed è anch’egli illegittimo. Il potere deve tornare ai cittadini con un COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE dal Fascismo Finanziario UE per il ritorno alla democrazia e sovranità in Italia. Azione numero 1: Il reato di evasione fiscale è abolito. Lo decidono gli italiani per legittima difesa. Evaderemo tasse fino al raggiungimento del 9% di deficit, poiché le identità macroeconomiche dimostrano oltre ogni dubbio che il deficit dello Stato è la ricchezza di cittadini/aziende per la salvezza nazionale. O l'alza il governo (unitamente a un taglio delle tasse), o l'alziamo noi con l’evasione. Vita o morte dell'Italia è in gioco. PAOLO BARNARD
  • stefano cavallo 4 anni fa mostra
    grillo vaffanculo questi sono i risultati fin dal 2004 che ti seguo e credevo che fossi pulito ma fregassi le persone sfruttando lo stesso sistema e proprio schifoso si dice che l"acqua che non viene giù rimane in cielo e ricade tutta improvvisamente ciao grillo a tè e madetta e giglione teste di cazzo qule siete voi ed il blogggg. ,
  • Michele Cocozza Utente certificato 4 anni fa mostra
    Sono due i casi di violenza sessuale del 15enne marocchino fermato dai carabinieri di Chiari. Il primo caso risale a domenica sera quando il ragazzo ha aspettato che una donna di 40 anni uscisse di casa per minacciarla con una pistola, farla salire in automobile e costringerla a guidare per ore fino a condurla in una strada di campagna di Trenzano e abusare sessualmente di lei. Il 15enne però non si è fermato alla prima violenza e il martedì successivo ha tentato di ripetersi. Non prima di essersi vantato della prima violenza con i compagni di scuola, a cui ha raccontato i dettagli dell'aggressione e il terrore visto negli occhi della donna violentata. Senza pentimento il giovane ha replicato, con lo stesso modus operandi, il martedì notte successivo. La sua vittima, una giovane donna di 24 anni, aveva finito il turno di lavoro . Anche in questo caso il 15enne, sempre armato di pistola, ha costretto la giovane donna a mettersi al volante per poi iniziare a palpeggiarla e abusare sessualmente di lei. A quel punto il ragazzino ha rubato l'auto della donna e ha guidato fino a Berlingo, dove ha abbandonato l'automobile. ****************** Ha aggredito e violentato una vicina di casa di 78 anni e le ha provocato gravi lesioni: un romeno di 33 anni è stato arrestato a Bellusco dai carabinieri. La donna ha riportato una prognosi di 90 giorni per trauma cranico, frattura vertebrale e policontusioni agli arti. Tutto è successo alle sette del pomeriggio: l'anziana è scesa nel cortile per gettare la spazzatura: ha incontrato I.R., il suo vicino . L'ha aggredita e l'ha costretta a inginocchiarsi, poi l'ha trascinata nel locale dei contatori e l'ha violentata. Durante l'abuso, la donna ha cercato in ogni modo di divincolarsi e ha anche gridato per attirare l'attenzione di qualcuno. E' stata sbattuta con violenza contro il muro varie volte fino a perdere i sensi. mha!! ci son dei grulli matti e la kyenge che dicono che sono portatori di cultura
    • rocco m. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Caro Michele, ti sono sfuggiti purtroppo altri 3 stupi accaduti in un sol giorno ddi questa settimana nel lazio. In uno, presso una piazza di Roma, 7 arabi hanno violentato una americana; in un altro 3 moldavi hanno violentato una rumena; ed in un terzo un altro africano ha violentato una nigeriana. Quanti begli ospiti abbiamo in circolazione senza che nessuno si cura di far conoscere questi misfatti dei cari ospiti( nascondendoli)alla popolazione!
    • oreste m****** Utente certificato 4 anni fa mostra
      Buona sera Ivanona: va a cagare!
  • salvo 4 anni fa mostra
    E voi grillini cosa fate per contrastare questa politica economica oltre a dettare i bei compitini in classe nel parlatoio?
  • Adesso che la puzza di merda arriva da "loro" allora: "Rivoluzione!". 4 anni fa mostra
    “Lo schema è noto. Un'azienda pubblica comunale viene usata, spremuta, per fini elettorali con assunzioni di utili idioti nei posti dirigenziali e un organico gonfiato a fini elettorali.” E quindi?...Bisognerebbe fare la rivoluzione per garantire il solito posto al sole pubblico ai dirigenti idioti, ai raccomandati di ferro e ai compagni votoscambisti con la tessera di partito in tasca e la lingua in culo a chi hanno votato?... Tutte queste merde, che dovremmo proteggere, dove erano quando, con la legge del compagno Treu, centinaia di migliaia di lavoratori privati perdevano ogni diritto finendo in mano del caporalato legalizzato dal PCI-PDS-DS-PD? Erano tutti a fregarsi le mani e a dire: “meglio a te privato che a me intoccabile statale”, “Eeehhh bisogna che questa gente si ricicli e sia più flessibile per affrontare le sfide della globalizzazione! ”. Tutti questi stronzi che ora ragliano a Roma e a Genova dove sono quando una PMI fallisce e i suoi 5 dipendenti finiscono per strada senza uno straccio di ammortizzatore sociale? Sono tutti li a dire: “Cina, India? Io compro cinese e indiano perché costa meno! Che si adeguino gli italiani e costino meno anche loro! E' IL MERCATO!” Ma vaffanculo Grillo, va! E fatti votare dai “portoghesi", dai compagni col culo degli altri e da altri stronzi come te!Crepa Merda!
  • Concetta Maronnaimmacolata 4 anni fa mostra
    devono andarsene tutti COSA CREDETE CHE DURI QUESTO EFFETTO SULLA GENTE? SE QUESTO CONTINUERA' AD ESSERE IL VOSTRO MOTTO SARETE SEMRE MESSI NELL'ANGOLINO, E ALLA LUNGA SAREBBE PEGGIO PER VOI! HO ASCOLTATO IL VOSTRO "DI MAIO" A VIRUS E ANCHE VOI FATE DEI BEI COMPROMESSI NEL VOSTRO MISERO CERVELLO. SIETE CONTRO LE SLOT E NE PROPONETE UNA DIVERSA TASSAZIONE NEL VOSTRO PIANO DI COPERTURA PER IL VOSTRO "REDDITO DI CITTADINANZA" (PROPOSTA DI LEGGE).
  • Concetta Maronnaimmacolata 4 anni fa mostra
    Letta ammette il fallimento delle sue larghe intese: "Grillo può arrivare al 51%" PER ME CON QUEL RIFERIMENTO AL 51% LETTA VI HA VOLUTO PRENDERE PER IL CULO UFFICIOSAMENTE AH AH AH AH AH AH!
    • marco s. Utente certificato 4 anni fa mostra
      ..a te ti ha preso per il culo la vita...meglio Letta no? Meno impattante se non altro.
  • Concetta Maronnaimmacolata 4 anni fa mostra
    "E' L'EUROPA CHE CE LO CHIEDE" SEMBRA NON PIACERVI QUESTA FRASE, OPPURE SBAGLIO? PERO' LA "LETTERINA DELLA U.E." CHE AVEVA PRATICAMENTE CHIESTO ("ORDINATO SAREBBE MEGLIO DIRE") A BERLUSCONI DI DIMETTERSI, VI AVEVA FATTO TANTO PIACERE, O MI SBAGLIO? """"Chi è causa del suo mal pianga se stesso"""""
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus