Renzi, #BastaFossili!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Gianni Girotto, M5S Senato

Da molto tempo denunciamo i chiari legami tra la politica del Governo e le lobby dell'energia fossile. Abbiamo chiamato senza fortuna a "Chi l'ha visto" per avere notizie del cosiddetto "Green Act" annunciato da Renzi con il primo tweet del 2015. La verità è che il Governo, attraverso severe restrizioni al settore della generazione distribuita di energia elettrica, continua a favorire un sistema basato sulla generazione centralizzata, con grandi impianti che utilizzano come combustibili il carbone, il petrolio e il gas. Questo indirizzo obsoleto è il frutto di una struttura lobbistica potente, che rappresenta scelte tecnologiche del passato e cerca di difendere gli spazi di mercato dall'avanzare dell'innovazione impiegata sul territorio nazionale con gli interventi per la riduzione del consumo di energia, l'autoconsumo e la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Il M5S ha in mente un modello decentralizzato di conversione energetica, con ricadute positive in termini economici ed occupazionali, ambientali e sanitari con la riduzione dell'emissioni in atmosfera.

Dopo le numerose iniziative del M5S a favore della generazione distribuita, arriva in nostro supporto anche la segnalazione all’Autorità per la Concorrenza e il Mercato (AGCM), che risponde alle nostre denunce finalizzate alla rimozione degli ostacoli per la realizzazione delle reti elettriche private (sistemi di distribuzione chiusi-SDC), presentate con altri colleghi nel dicembre 2015. Ma che cosa sono i SDC? In breve, sistemi di distribuzione elettrica per tutti gli utenti di un particolare sito industriale, commerciale o di servizi. Per esempio si potrebbe dare la possibilità a tutti i negozi di uno stesso centro commerciale, oppure a tutti gli uffici pubblici (scuole, palestre, musei) o privati dislocati attorno ad un impianto rinnovabile, di consumare l’energia prodotta sul posto, anziché prelevarla dalla rete elettrica nazionale come le regole di oggi impongono.

Ed ecco che finalmente l'AGCM ci sostiene bacchettando Parlamento, Governo e Autorità per l’Energia. Afferma infatti che gli "ostacoli all'esistenza di reti private definiscono una discriminazione a favore del modello dominante di organizzazione del sistema elettrico, basato sulla centralizzazione della generazione di energia elettrica in impianti di grandi dimensioni e sulla trasmissione e distribuzione attraverso reti pubbliche dell'elettricità e dell'unità di consumo, che riflette per lo più le scelte tecnologiche compiute nel passato e non favorisce l'evoluzioni delle reti verso nuovi modelli di organizzazione del sistema elettrico che possono utilmente contribuire al raggiungimento degli obbiettivi generali di convenienza dell'energia per gli utenti, innovazione, sicurezza e sostenibilità finanziaria del sistema elettrico nazionale, oltre che di tutela della concorrenza".

Ma non è tutto: nelle conclusioni l’AGCM chiede al Presidente della Commissione Industria del Senato Mucchetti, al Presidente del Consiglio Renzi, al Ministro per lo Sviluppo economico Calenda, e all'Autorità per l’Energia di rivedere al più presto la normativa riguardante gli SDCvolta a consentire la realizzazione di nuovi reti elettriche private diverse dalla Riu e ad eliminare ingiustificate limitazioni alla concorrenza tra differenti modalità organizzative delle reti elettriche e tra differenti tecnologie di generazione”.

Se accolta, la modifica richiesta non solo rimuoverebbe l'ostacolo per lo sviluppo di un modello energetico decentrato ma determinerebbe effetti positivi che sarebbero diversi e immediati per i consumatori e le imprese. Riduzione dell’inquinamento, abbattimento dei costi della bolletta elettrica, risparmio di energia e maggiore concorrenza tra i piccoli produttori e i giganti energetici.

Su questo argomento, su proposta anche delle Associazioni ambientaliste, dei consumatori e delle attività produttive nel settore green, avevamo chiesto in commissione Industria al Senato di intervenire con le modifiche presentando un emendamento nell'esame del ddl concorrenza. Dopo una lunga resistenza, finalmente lunedì pomeriggio l'emendamento sarà votato in commissione. Vedremo se il Governo Renzi e la maggioranza parlamentare, anche davanti all'evidenza del "favore al modello dominante di organizzazione del sistema elettrico" segnalato dall'AGCM, avrà il "buon senso" di cambiare.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • MNDOC 1 anno fa mostra
    oreste ★★★★★ °.°, sp QUESTO E' QUEL SIGNORE DEL POST DI ALCUNI GIORNI FA, DOVE SI RECO' IL VITO CRIMI? ME LA DEVO BERE PER LEGGE?
  • MNDOC 1 anno fa mostra
    Papa: 'Non è giusto né vero parlare di Islam violento' MA DAI, NON GLI HANNO MICA DETTO "MUORI MILANISTA DI MERDA"!
  • MNDOC 1 anno fa mostra
    ERAVAMO 4 EVASORI AL BAR CHE VOLEVANO CAMBIARE IL MONDO I due milioni in nero in Svizzera: reato prescritto a Gino Paoli CHISSSA' COSA SI DICEVANO AL BAR "GLI ARTISTI" PASSATI PER QUELLO STESSO "SISTEMA DIFFUSO"! MA IN QUESTO CASO, COME SI POTEVA CONCEDERE LA PRESCRIZIONE? NON HA NEMMENO ADERITO ALL'ULTERIORE "CONCESSIONE" DI POTERLI SCUDARE AD UN COSTO RIDICOLO E IN COMPLETO ANONIMATO? DA LI NON LI SPOSTO NEMMENO MI COSTASSSE LA FACCIA? GRILLO, AMICI AVARI COME QUESTO IO NON NE HO!
    • mario45 massini Utente certificato 1 anno fa mostra
      Se il Gino ha fatto il furbo anche questo è colpa dio Grillo e del M5S? "Non basteranno le ambulanze, ci vorranno treni da cento vagoni l'uno. E bisognerà - purtroppo - riaprire un bel po' di manicomi".
  • senza capi Utente certificato 1 anno fa mostra
    Ho piacere che finalmente oggi pomeriggio “l'emendamento sarà votato in commissione”. Avrò piacere se finalmente oggi pomeriggio leggeremo anche il Post che illustra - le proposte di modifica al Non Statuto e per le nuove Regole del M5S - il nome degli iscritti, o dell’iscritto che propone le modifiche al voto dell Assemblea, - il numero degli iscritti abilitati al voto, - la percentuale di voti favorevoli necessaria per approvare tali modifiche, - quale metodo o ente terzo garantisce un risultato della votazione valido legalmente, - quale procedura consente agli iscritti di sottoporre al voto dell Assemblea eventuali modifiche alternative. Non so se il ritardo del Post dipende dal fatto che c’è qualche divergenza fra le proposte, nel caso non mi pare un problema, anzi, credo che l’Assemblea degli iscritti sarebbe lieta di valutare fra più opzioni ed elaborarne una a compendio. Se poi qualcuno gentilmente, mi fa sapere come sottoporla all Assemblea, avrei anche io una proposta, che ho già illustrato sul Blog. Buongiorno
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa mostra
      http://www.beppegrillo.it/2009/12/grillo168_il_no.html
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa mostra
      ti consiglio questa lettura è del 2009 prima delle elezioni politiche in cui il Movimento si è presentato Leggilo bene e vedrai che ci sono contraddizioni con il tuo commento. Il 75% te lo sei sognato,come dire faremo il referendum con il quorum...hahahha!
    • rete permaflex 1 anno fa mostra
      ormai hai scassato le m@@lle!
    • senza capi Utente certificato 1 anno fa mostra
      Assemblea : riunione degli appartenenti a una collettività per discutere problemi di interesse comune e assumere decisioni ad essi inerenti. L’ Assemblea degli iscritti certificati (quindi accettati nella comunità M5S) si riunisce in Rete. Le modifiche della Carta Costituzionale (nel M5S denominata Non Statuto) richiede una maggioranza qualificata del 75% Dicendo La Rete, non indichi quale procedura consente agli iscritti di sottoporre al voto dell Assemblea eventuali modifiche alternative. Se la trasparenza è il primo dovere, la fretta di rendere -trasparente- il motivo del ritardo, dovrebbe averla chi vuole che la propria parola sia credibile.
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 1 anno fa mostra
      "Assemblea"...un vocabolo che mi ricorda la vecchia partitocrazia! Forse intendevi la "Rete"... "Gli Iscritti" intendi i certificati con documento o tutti? Perchè c'è un pericolo,già verificatosi a Milano alle prime politiche,...gli infiltrati! "La percentuale dei voti"??? Sarà la maggioranza di chi vuol votare e che ne ha diritto! "Quale procedura per eventuali modifiche" certamente la rete! Ma non capisco queste raffinatezze...tanto più che non conosciamo ancora il post su cui intervenire...porta pazienza,stai tranquilla! La mi gatta nella fretta fece tutti i attini senza oda! ps: sai poi quante critiche! Immagino l'intervento degli infiltrati e dei troll:i commenti aumenteranno! Sai quanti Gne,gne,gne,gne.... "non avrete più il mio voto",credevo.... ecc..ecc
  • Decide LaRete Utente certificato 1 anno fa mostra
    Ho piacere che “ finalmente lunedì pomeriggio l'emendamento sarà votato in commissione ” Avrò piacere se finalmente lunedì leggeremo anche il Post che illustra - le proposte per le nuove regole di modifica al Non Statuto, - il nome degli iscritti, o dell’iscritto che propone le modifiche al voto dell Assemblea, - il numero degli iscritti abilitati al voto, - la percentuale di voti favorevoli necessaria per approvare tali modifiche, - quale metodo o ente terzo garantisce un risultato della votazione valido legalmente, - quale procedura consente agli iscritti di sottoporre al voto dell Assemblea eventuali modifiche alternative. Nel caso il ritardo del Post dipenda dal fatto che c’è qualche divergenza fra le proposte, a me non pare un problema, anzi, credo che l’Assemblea degli iscritti sarebbe ben lieta di valutare fra più opzioni ed elaborarne una a compendio. Se poi qualcuno mi fa sapere come sottoporla all Assemblea, avrei anche io una proposta, che ho già illustrato sul Blog. Buonasera.
    • Decide LaRete Utente certificato 1 anno fa mostra
      :DD
    • Celestino Nardi Utente certificato 1 anno fa mostra
      Tranquilla,la votazione è cristallina Il Garante Beppe Grillo vigilerà affinchè l'Assemblea degli iscritti segua la procedura indicata dal Non-Statuto Il Garante garantirà per le modifiche al Non Statuto garantendo la continuità della linea impressa dal Garante.Non di meno la decisione di inserire nel Non-Statuto le modifiche apportate sotto la supervisione del Garante spetterà sempre al Garante che a sua volta garantirà per il Garante stesso Come vedi La tua esagerata diffidenza è davvero fuori luogo
    • Tony 1 anno fa mostra
      AriOK,
  • Patty Ghera Utente certificato 1 anno fa
    Più sono ricchi più sono ingordi Gino Paoli e soldi in nero "Era un sistema diffuso" Indagato per evasione: il reato va in prescrizione ************ I debiti dei poveri cristi vessati da Equitalia, non vanno mai in prescrizione.
    • Celestino Nardi Utente certificato 1 anno fa mostra
      che senso ha cancellare un commento e lasciare la risposta?
    • anto tsis Utente certificato 1 anno fa
      Purtroppo e cosi'
    • Patty Ghera Utente certificato 1 anno fa
      Non ho il piacere di avere il telefono di Grillo ma, anche se lo avessi, non lo chiamerei per questa cazzata. Se uno è amico di un evasore, che vuol dire?
    • MNDOC 1 anno fa mostra
      TELEFONA A GRILLO E DIGLI DI FARCI UN POST SULL'AMICONE PAOLI!! BUAAAH AH AH AH AH AH AH AH P.S. GLI ARTISTI SI SONO SEMPRE FATTI I CAZZI PROPRI ANCHE SE A VOLTE SEMBRA SI FACCIANO IN 4 PER FARSI I CAZZI NOSTRI!
  • silvana rocca Utente certificato 1 anno fa
    INTANTO (lunedi) VOTERANNO TUTTI CONTRO (tranne il m5s e spiccioli)!
    • Celestino Nardi Utente certificato 1 anno fa mostra
      perchè?
  • MNDOC 1 anno fa mostra
    Luttwak detta le condizioni ​agli imam e ai musulmani Luttwak: "La prima cosa da fare è obbligare gli imam a tenere i loro sermoni nella lingua del Paese che li ospita" ++++++++++++++++++++++ SIGNOR LUTTWAK, MA SE NON LI HAI ANCORA OBBLIGATI A PARLARE IN ITALIANO NEI LUOGHI PUBBLICI, AL TAVOLO DI UN BAR, NELLA SALETTA D'ATTESA DAL MEDICO ECC....... IL 95% DI LORO CAPISCONO QUELLO CHE NOI CI DICIAMO E IL 100% DI NOI NON CAPISCE QUELLO CHE LORO SI STANNO DICENDO O CHE STANNO DICENDO DI NOI. AH AH AH AH AH AH SE POI CI FOSSERO ANCHE NEMICI, SAI CHE VANTAGGIO?
  • Carlo Zaccaria Utente certificato 1 anno fa
    BUONGIORNO.. ehmm..ehmm... parola d'ordine: tacere su Roma.
    • maidomo 1 Utente certificato 1 anno fa
      non si parla nemmeno di Torino e di alte città. Che i sindaci lavorino, contano i risultati e per vederne ci vuole tempo. Il gossip lasciatelo al pd.
    • Celestino Nardi Utente certificato 1 anno fa mostra
      Marcello De Vito:"Siamo trasparenti" Si..come acqua di torrente
  • Decide LaRete Utente certificato 1 anno fa mostra
    Mi fa piacere che “finalmente lunedì pomeriggio l'emendamento sarà votato in commissione.” Non so se Lunedì leggeremo anche il Post che illustra - le proposte per la modifica al Non Statuto e per le nuove Regole, - il nome degli iscritti, o dell’iscritto che propone le modifiche al voto dell’ Assemblea, - il numero degli iscritti abilitati al voto, - la percentuale di voti favorevoli necessaria per approvare tali modifiche - quale metodo o ente terzo garantisce un risultato della votazione legalmente valido, - quale procedura consente agli iscritti di sottoporre al voto dell’ Assemblea eventuali modifiche alternative; Forse il ritardo del Post dipende dal fatto che c’è più di un iscritto proponente e c’è qualche divergenza fra le loro proposte? Nel caso, a me non pare un problema, anzi! Credo che l’Assemblea degli iscritti sarebbe ben lieta di valutare fra più opzioni ed elaborarne una di compendio. p.s. Se magari mi fate sapere come sottoporla all’ Assemblea, avrei anche io una proposta, che ho già illustrato qui sul Blog. Buona Domenica!
    • Decide LaRete Utente certificato 1 anno fa mostra
      Celestino, mi sono iscritta al M5S condividendone la Finalità riportata nel Patto associativo “Non Statuto” . Se la Finalità di Testimoniare la e-democracy unovaleuno, viene stravolta da Regole verticistiche, voterò No. Se non c’è un ente terzo che garantisca il risultato della votazione mi asterrò. Chiunque apponga la propria firma come proponente.
    • Celestino Nardi Utente certificato 1 anno fa mostra
      Se le nuove regole del Non Statuto le propone direttamente il Garante del M5S, cioè Beppe Grillo, tu che fai?
  • MNDOC 1 anno fa mostra
    ESPROPRIO PROLETARIO? AH AH AH AH AH AH AH Livorno, esproprio M5s. "Agli sfrattati le case sfitte dei privati" Passa mozione a maggioranza. Il sindaco Nogarin requisirà in situazioni gravi
    • GIORGIO S. Utente certificato 1 anno fa mostra
      Informatevi bene, il troll la racconta come vuole.
    • tomi sonvene Utente certificato 1 anno fa mostra
      Se e' vero, non sono assolutamente d'accordo. Casomai, le case del Clero, o di qualche entucolo pubblico
    • Celestino Nardi Utente certificato 1 anno fa mostra
      Grande Nogarin. Quando il Comune legalizzerà anche la Spesa Proletaria mi trasferisco a Livorno
  • MNDOC 1 anno fa mostra
    E' l'ex fidanzato della figlia Donna sgozzata nel Catanese confessa 28enne di Taranto NON C'ERA BISOGO DI IMPORTARE TAGLIAGOLE ISLAMISTI.
    • Zampano . Utente certificato 1 anno fa mostra
      Beh, considerato che oltre il 50% dei reati in Italia è commesso da stranieri, forse importandone di meno ci sarebbero meno spese per lo Stato e meno problemi per la gente...
  • Noè SulVortice Utente certificato 1 anno fa
    Un po' di pannelli in più sui tetti delle case non guasterebbe. I prezzi comunque si devono abbassare.
    • Celestino Nardi Utente certificato 1 anno fa mostra
      BASTA MONNEZZA! mi sembra più attuale
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus