#SalviniIpocrita cambia voto per compiacere a Merkel e Berlusconi

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Laura Ferrara, Efdd - MoVimento 5 Stelle Europa

Salvini prima sbraita contro i migranti economici poi accetta le riforme della Merkel. Aspettiamo ancora di sapere perché ha cambiato il voto sulla riforma "tedesca" del Regolamento di Dublino. Non può cavarsela con mezzucci da bar dello sport per cercare di nascondere la verità. Con la sua astensione si è persa l'occasione di cambiare una riforma che fa solo gli interessi della Germania. La Merkel lo aveva detto lo scorso 28 agosto: non voleva i migranti economici e così è stato. Nel mandato negoziale approvato dal Parlamento europeo c'è un silenzio tombale sugli irregolari che vengono abbandonati in Italia. Ecco le prove delle giravolte leghiste:

19 ottobre 2017: la Lega Nord vota in Commissione Libertà civili del Parlamento europeo contro la riforma perché "non migliorerà la situazione dell'Italia", perché "Bruxelles ha reso ancora più debole il nostro Paese", perché "dispiaciuto che il Parlamento europeo abbia perso l'occasione di accogliere i nostri emendamenti migliorativi, volti a cambiare la politica sui rifugiati".

17 novembre 2017: la Lega Nord si astiene durante il voto finale. Se il Parlamento europeo avesse bocciato il mandato negoziale sulla riforma del Regolamento di Dublino (anziché con l'ipocrita astensione della Lega) si sarebbe potuto lavorare per migliorare il testo.


PERCHÈ QUESTA RIFORMA PEGGIORA SOLO LE COSE
Abbiamo sempre lottato al Parlamento europeo per una reale, forte e autentica solidarietà europea. I migranti che arrivano nel nostro Paese vogliono andare in Europa, quindi devono essere i Paesi membri a condividere equamente le responsabilità dell'accoglienza. La riforma del Regolamento di Dublino votata da Pd e Forza Italia non dice questo: c'è scritto che tutti i migranti economici devono restare in Italia. Stiamo parlando oltre 70.000 persone che devono essere rimpatriate, ma i rimpatri sono molto difficili visto che mancano gli accordi con la maggior parte dei Paesi di provenienza. Inoltre, ci sono troppi filtri che appesantiscono la procedura e mettono un peso eccessivo sugli Stati membri di primo arrivo. Questi sono i punti che di fatto vanificano la cancellazione del principio del Paese di primo ingresso:

1) PRIMO FILTRO. Il primo filtro stabilisce che i migranti economici, a differenza dei rifugiati, rimarranno nel Paese di arrivo. Sarà solo l'Italia a farsene carico e saranno difficili i rimpatri visto che mancano gli accordi con la maggior parte dei Paesi di provenienza.

2) SECONDO FILTRO. Viene introdotto il filtro della sicurezza: anche in questo caso tutte le persone potenzialmente pericolose per la sicurezza pubblica restano nel Paese di primo ingresso. Non siamo contrari alle verifiche sulla sicurezza, ma siamo contrari al fatto che i Paesi di primo ingresso vengono lasciati da soli a gestire questi soggetti potenzialmente pericolosi.

3) PRIMO PAESE DI APPRODO SEMPRE RESPONSABILE. Nasce il criterio della responsabilità permanente. Con le vecchie regole uno Stato membro diventava competente se il richiedente vi aveva soggiornato per 1 anno anche se era sbarcato in un altro Paese, con la nuova revisione non sarà più così. L'Italia come Paese di primo approdo sarà permanentemente responsabile dei migranti arrivati. Altro che solidarietà!

4) RICOLLOCAMENTO SOLO DOPO LE VERIFICHE DEI DUE FILTRI.
Il meccanismo di ricollocamento non è affatto automatico: scatterà dopo le procedure dei filtri sulla sicurezza e sulla domanda. Un richiedente asilo potrà, dunque, essere trasferito in un altro Paese dopo molti mesi dal suo arrivo e nel frattempo sarà sempre l'Italia a farsene carico.

5) PAESI POVERI PENALIZZATI. Fra i criteri per redistribuire i richiedenti asilo non c'è il tasso di disoccupazione: restano solo quelli del PIL e della popolazione. Questo significa che non si terrà conto delle difficoltà che hanno i Paesi con i livelli di disoccupazione più alti, come l'Italia e la Grecia. Così c'è il rischio di una "guerra fra poveri": da una parte i rifugiati che hanno riconosciuto il diritto a restare in Italia e dall'altra i disoccupati italiani che non trovano lavoro.

6) TEMPI LUNGHI PER I PAESI IN RITARDO.
È concesso un periodo di 3 anni di transizione per gli Stati che sono in ritardo con l'applicazione delle procedure di accoglienza. Questi Paesi sono di fatto esonerati dal meccanismo della redistribuzione. Così facendo si legittima l'egoismo di alcuni Stati membri che si rifiutano di applicare norme comuni per il diritto di asilo e l'Italia continuerà in questi tre anni ad avere più migranti degli altri Paesi europei.

Siamo stati i primi a denunciare il Regolamento di Dublino che ha trasformato l'Italia nel campo profughi d'Europa. E non saranno le promesse di qualche ricollocamento a farci cambiare idea. I dati parlano chiaro: il 71% dei migranti che dovevano lasciare l'Italia, secondo le promesse dell'Europa fatte due anni, non lo ha fatto.

Continueremo a lottare per una riforma vera e non ipocrita del Regolamento di Dublino. Sull'immigrazione abbiamo già dato. Non possiamo accettare compromessi a trazione tedesca. Forza Italia, Pd e Lega-cagnolino stanno abbassandola la testa ai diktat della Merkel. A pagare non devono essere sempre e solo i cittadini italiani!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Vasco Piacentini 1 mese fa mostra
    Di certo in tanti voteremo il Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni politiche, anche se la famosa, infallibile (come il Papa?), sacra e onnisciente (come Dio?), "Rete" ha scelto come candidato Premier l'improbabile "Luigino" Di Maio (mai nomignolo fu più azzeccato). Chi mai, se necessitante di un difficile intervento chirurgico, affiderbbe la propria vita a un simile dottorino? Credo nessuno. Tantomeno la conduzione di una Nazione in condizioni critiche come l'Italia. Un uomo solido e affidabile come Nicola Morra otterrebbe di certo almeno il doppio dei consensi. Mi sa tanto che il Movimento sia un po' rimasto impigliato nella Rete ...
  • buaaahahahaha 1 mese fa mostra
    C'E' PIU' MERITOCRAZIA IN Tú sí que vales CHE NEL MOVIMENTO 5 STELLE!
  • buaaahahahaha 1 mese fa mostra
    Sicilia/ Sgarbi: “Geometra Cancelleri, tu non sei un mafioso, sei solo un ignorante” https://www.youtube.com/watch?v=MAjrr3RweLU
  • buaaahahahaha 1 mese fa mostra
    QUALCUNO SI PERMETTE DI SCREDITARE GIGGINO DI MAIL SULLA GEOGRAFIA? E DIAMOCI UN TAGLIO UNA VOLTA PER TUTTE PUBBLICANDO QUALCOSA DI PIU' UTILE SU GIGGINO, VISTO CHE PER LA SUA ETA' E' STATO PIU' UN MANTENUTO CHE UN UOMO CAPACE DI GUADAGNARSI DA VIVERE. INVECE INTORNO A DI MAIO, E' SCOMPARSO TUTTO, COME SE FOSSE NATO E QUINDI PARTORITO GIA' TRENTENNE. INIZIAMO INVECE COL PUBBLICARE AD ESEMPIO IL SUO DIPLOMA DA LICEO CLASSICO, L'UNICO CHE E' STATO IN GRADO DI CONSEGUIRE. INTERVISTIAMO I SUOI AMICI, QUELLI CON I QUALI E' CRESCIUTO, SEMPRE CHE NON SIA NATO TRENTENNE. INTERVISTIAMO I SUOI PROFESSORI, I SUOI COMPAGNI DI SCUOLA. INTERVISTIAMO I SUOI VICINI DI CASA. ++++++++++++++++++ CARTA GENTE ARRIVATA IN POLITICA SEMBRA ESERSI MATERIALIZZATA COL TELETRASPORTO DI STAR TREK.
  • Luigia 1 mese fa mostra
    Il viaggio a Washington di un rivoluzionario, partito per incontrare chi ha le chiavi di Palazzo Chigi, per compiacere i vertici della piramide con un progetto di governo gradito al potere. “Ve lo racconterò, di giorno in giorno”, disse il Portavoce che... “non so dove possiamo incontrarci ma nel Non Statuto ci sono tutte le risposte ed io lo condivido.” Ecco, non so dove, a chi e come, Di Maio ha raccontato il progetto politico del M5S per rivoluzionare la piramide e consegnare ai cittadini il potere di auto governarsi Direttamente. Non so cosa ha raccontato del Non Statuto, della Finalità, del Ruolo di governo ed indirizzo attribuito alla Rete, del Ruolo attribuito ai Portavoce, del principio Orizzontale anti delega “Ognuno conta uno”, della Democrazia Diretta e Trasparenza che contraddistinguono il Movimento 5 Stelle.
  • cleto cazzulani 1 mese fa mostra
    la mussolini durante il programma della panella su la7 sosteneva che siete stati voi a volere he i migranti economici restino in italglia.
  • guardacomecresce 1 mese fa mostra
    NE' DESTRA, NE' SINISTRA. SEMPLICEMENTE PARACULI NEL MEZZO!
  • guardacomecresce 1 mese fa mostra
    Giovani medici pagati a pizza e birra: follia dello sfruttamento made in Italy VI STA BENE, SPECIALMENTEE SE VOTATE 5 STELLE E LORO PALADINI COME TRABAGLIO DELLO STRAFATTO QUOTIDIANO, DEL QUALE ORMAI CONOSCIAMO IL SUO """GENUINO""" PENSIERO. Al figlio che gli dice di aver ricevuto l’offerta di tremila euro per partecipare al Grande Fratello Vip lui risponde: 'Tremila euro per un mese è una roba che non danno nemmeno a una colf. Con il nome che porti tremila euro è una cosa offensiva'. NON DICO A TRABAGLIO COSA FAREI DEL SUO COGNOME SE NON DELLA SUA STESSA PERSONA, NONOSTANTE NON CREDA NEMMENO ALL' 1% CHE LO SCHERZO MESSO IN PIEDI SIA STATO ""NOSTRANO E GENUNO"". TI FAREI PRENDERE DA DIETRO DA MANGIOLIO, ALTRO CHE CONFRONTO.
  • guardacomecresce 1 mese fa mostra
    Ernesto Tinazzi Leone Non ci si capisce piu' un caxxo come vi dicevo L'M5S fa una cosa giusta e gli altri una stronzata ; forza italia e pd Viceversa si DIFENDE IL COMMISSARIO ONU scafista e si attacca il piano minniti unico argine.... da parte dell'M5S Poi si vota Dublino e gli alfieri di dublino M5S votano contro( ??) , lega si astiene e forza itlalia invece col pd vota a favore Poi redistribuzione migranti , si astiene la lega , vota a favore il PD e MS5 e forza italia non ricordo Oppure ho sbagliato qualcosa.... ***** una cosa e' certa : il cittadino italiano l'ha sempre nel kulo ! ++++++++++++++++++++ NEL KULO PIACE. L'IMPORTANTE E' NON TOGLIERE FESSOBOOK A CERTA GENTE SE NON SI VUOLE SCATENARE LA TERZA GUERRA MONDIALE.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus