Etichette più dettagliate sui prodotti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Stefano Lucidi, M5s Senato

Quando acquistiamo un prodotto vogliamo sapere cosa c’è dentro, da cosa è composto, il Paese di provenienza. Ma per essere consumatori davvero consapevoli, ci sono tante altre informazioni utili che potremmo voler leggere. Con questa proposta di legge introduciamo etichette che contengono informazioni preziose in un’ottica di sostenibilità ambientale ed economia circolare delle risorse, obiettivi che da sempre il M5S persegue nelle sue politiche energetiche ed ambientali. La nuova etichettatura dei prodotti dovrà contenere informazioni sulle materie prime impiegate, sull’energia e le risorse idriche utilizzate e sulle caratteristiche finali per il riciclo e il riuso del prodotto che i consumatori si accingono a comprare. L’obiettivo è incentivare l’acquisto di prodotti che possano essere riciclati e riutilizzati e la cui produzione è sostenibile dal punto di vista ambientale.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • molizio rolando Utente certificato 1 anno fa
    Buongiorno Ho trovato il sorriso è grazie a questa signora JOSIANA GOMEZ, è grazie ad essa che ho ricevuto un prestito di 100.000€ nel mio conto il venerdì a 16:30 min e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di questa signora senza alcuna difficoltà. Li consiglio più voi non fuorviate persone se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro o per iniziare le vostre attività. Pubblico questo messaggio con ciò che questa signora mi ha fatto un bene con questo prestito. È tramite un amico che ho incontrato questa signora onesta e generosa che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Allora vi consiglio di contattarla e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete, che quello sia in Italia o in Spagna, la Francia anche. Ecco il suo indirizzo elettronico: gordonpascal04@gmail.com
  • Giovanni Balzi 1 anno fa
    Ottima iniziativa mettere le informazioni complete sulle etichette.Potremo sapere da dove viene il latte straniero e sopratutto dove e come viene utilizzato. con l'importazione impostaci dall'Europa molti nostri contadini hanno chiuso le stalle e altri hanno pagato multe incredibili.Anche questo è stato un grave errore fatto da un'Europa costruita male.Cerchiamo noi di costruire una buona Europa cambiando in meglio le cose. Grazie di cuore, buon lavoro,ciao Giovanni Balzi
  • marcello giappichelli 1 anno fa
    ELEMENTARE!
  • Giuseppe Flavio Utente certificato 1 anno fa
    Si dovrebbe sapere da dove viene la materia prima, chi la fabbrica e dove. Ora quasi sempre per gli alimentari c'è scritto il contenuto energetico (di cui non me ne frega nulla), ma spesso non sai chi fabbrica il tal prodotto: ti dicono solo chi è che lo distribuisce. Per quanto poi riguarda i detersivi è il casino più completo : Tensioattivi ionici e/o non. E' ben vero che quando è scritto p. es. lauril solfonato ecc. non capisci niente, ma se poi c'è un'altra sostanza che costa meno tivendono lucciole per lanterne.
  • bracicchi Ovaldo Utente certificato 1 anno fa
    Prova di prestiti tra privati sono alla ricerca di prestito da oltre 3 mesi. sono stato spesso avere da parte di prestatori falsi. Ma un giorno sono fortunatamente caduto su un uomo cristiano semplice ed onesto che lo ha aiutato assegnandomi un prestito di 125.000€ ad una percentuale del 3% che ho ricevuto il prestito sul mio conto il sabato passato senza protocollo Allora se avete bisogno di un prestito necessità di credito personale per realizzare i vostri progetti o rimborsare i vostri debiti e le vostre banche rifiutano di concedervi un prestito, non esitate a contattarlo. Per favore parlate ad essa e stringete soddisfa, ma attenzione a voi che non rimborsa i prestiti. Ecco il suo indirizzo e-mail: iserphilippe4@gmail.com
    • Carlo A. Utente certificato 1 anno fa
      BANDITI, STROZZINI E TRUFFATORI SONO PREGATI DI ANDARE A ROMPERE LE PALLE IN ALTRI SITI. GRAZIE
  • franck dumatcher Utente certificato 1 anno fa
    Buongiorno Aiutare è il migliore modo di condividere il suo amore eterno, è ciò che li spinge a mettere a vostra disposizione prestiti rimborsabile da 500 a 1.000.000 EURO ed anche più; a condizioni molto semplici ad ogni persona che può rimborsare senza distinzione di razza. Facciamo anche investimenti e prestiti tra privati di qualsiasi tipo. I trasferimenti sono garantiti da una banca per la sicurezza della traslazione. Per tutte le vostre domande, fatte le vostre proposte rispetto ai tassi ed alle procedure di pagamenti. Per ulteriori informazioni volete contatto per e-mail: gordonpascal04@gmail.com
    • Carlo A. Utente certificato 1 anno fa
      Mi servirebbero 3/4 milioni di euro per le piccole spese , li posso rimborsare a 20/30 euro al mese , garantisco che pago tutte le rate..........
  • Clesippo Geganio Utente certificato 1 anno fa
    solo il bomba ha l'etichetta scritta a lettere maiuscole dello sparamimkiate, adesso ha aggiunto un nuovo ingrediente al suo piatto di strakazzate, il ponte sullo stretto di Messina!!!
  • Clesippo Geganio Utente certificato 1 anno fa
    non le faranno mai, attualmente le scrivono in caratteri minuscoli illeggibili per diverse categorie di consumatori. Se le facessero complete e leggibili si scoprirebbero le furbate, in alcuni casi le truffe.
  • federico tarditi 1 anno fa
    Bella idea ma: 1) molto probabilmente, almeno per la parte energetica, si lavorerebbe su fasce o comunque indicando un coefficiente, quindi un valore poco esplicativo e forse dispersivo 2) come produttore di un prodotto con packaging limitato trovo che le cose da scrivere sulle etichette siano già tante e spesso mal organizzate. Invece di comunicare al cliente finale, quasi a tutelarci, cosa inseriamo nel prodotto, la provenienza, la tracciabilità e le possibilità di reciclo. Perchè non tentare di rendere certe queste cose? Impedendo di avvelenare il consumatore e obbligando i produttori ad utilizzare materiali ecosostenibili. Questo sarebbe forse la svolta, un prodotto sicuramente non dannoso, non troppo dispendioso sul piano energetico e ecosostenibile.
  • Rosa Angela Romeo Utente certificato 1 anno fa
    Credo che ci abbiano fatto ingerire veleno da sempre e continuano a farlo con altre cose. Altrimenti come si spiega che praticamente di morte naturale non muore quasi più nessuno? La maggior parte ormai passa a miglior vita per tumori o cose del genere!! Personalmente cerco di mangiare prodotti freschi o fatti in casa da me per quanto possibile, controllo sempre le etichette; se ci sono troppi ingredienti li scarto; sperando in bene. Magari muoio domani comunque, però....!
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 1 anno fa
    DOVREMMO mettere delle etichette anche sui prodotti finanziari !
  • italo libero 1 anno fa
    Qualcuno ci capisce qualcosa ???. Adesso tutte le pubblicità indicano prodotti senza l'olio di palma. Ma quindi fino ad ora abbiamo ingerito veleno, oppure si tratta di salvare le palme ???.
  • Mauro La Perna 1 anno fa
    Idea molto valida ma , nella speranza , che l'eventuale introduzione di questi prodotti non si traduca in negozi straspecializzati e di nicchia con prezzi al dettaglo molto alti e fruibili solo da pochi. Un po come i prodotti della macrobiotica da biobottega che saranno genuini ma devi pur permetterteli
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus