Libero accesso alla ricerca scientifica!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Luigi Gallo

Una società che consenta l’accesso libero e gratuito alle ricerche scientifiche attraverso internet e le riviste elettroniche. Una rivoluzione culturale che darebbe agli stessi scienziati la possibilità di condividere le proprie informazioni e di accedere alla letteratura scientifica in modo semplice ed economico.

Una rivoluzione che in Germania, ad esempio, è già realtà grazie all’applicazione degli obiettivi fissati dal programma europeoHorizon 2020tra quali c’è, appunto, l’accesso libero alla ricerca scientifica a 12 mesi dalla pubblicazione degli studi su riviste scientifiche a pagamento. A tutela dei ricercatori resta fermo il mantenimento della paternità sul brevetto e sulla proprietà intellettuale.

L’Italia non si è ancora allineata agli obiettivi di Horizon 2020 ed è questo che chiediamo attraverso la proposta di legge a prima firma Luigi Gallo, che in questo momento è sottoposta a consigli e suggerimenti della rete su Lex, applicazione di Rousseau.

Questa misura guarda al futuro e può rappresentare una vera rivoluzione: oggi infatti il mercato dell’editoria scientifica è dominato da poche case editrici che detengono rilevanti quote di mercato. In sostanza, si tratta di un oligopolio. Quello che noi vogliamo è l’esatto contrario: maggiore fruibilità e facilità di accesso al sapere scientifico.

La proposta M5S prevede anche il coinvolgimento della Rai attraverso l’istituzione di una Commissione per la divulgazione dei prodotti scientifici di maggiore interesse attraverso i canali della tv pubblica. Leggete la proposta e commentatela su Lex!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus