Passaparola: I super poteri del presidente della Repubblica, di Aldo Giannuli

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
I super poteri presidenziali
09:19
HD con sottotitoli
supernapo.jpg

Il Passaparola di Aldo Giannuli sui super poteri del presidente della Repubblica

Perché la distinzione tra Capo dello Stato e Capo del Governo
L’Assemblea Costituente discusse a lungo se mantenere la figura del Capo dello Stato distinta da quella del Capo del Governo, a molti sembrava soltanto una riedizione inutile della figura del Re. Alla fine prevalse l’idea di mantenere la carica di Capo dello Stato per non concentrare troppi poteri nelle mani del Capo del Governo e il Capo dello Stato fu pensato essenzialmente come un organo neutro, un potere di arbitrato con funzioni di mediazione e garanzia. Al Presidente della Repubblica sarebbe spettato fare due cose: mediare tra le forze politiche per assicurare il buon funzionamento delle istituzioni e garantire la Costituzione. Per questa ragione l’Assemblea Costituente pensò a alcune misure che evitassero un Capo dello Stato troppo influente, ma nello stesso tempo capace di intervenire nel momento in cui il sistema si fosse bloccato.

7 anni di mandato: un’esagerazione
Quindi il primo luogo il Presidente della Repubblica avrebbe dovuto avere un’età piuttosto avanzata. Infatti è la carica che richiede l’età più alta, 50 anni, e per i motivi di cui sopra, avrebbe avuto una durata, il mandato, molto lunga, 7 anni. Ad oggi sono poche le costituzioni che assegnano 7 anni al Capo dello Stato, la nostra, quella francese e qualche altra, a parte ovviamente le monarchie, in modo da ottenere un’elezione alla carica di Presidente della Repubblica, come coronamento della vita politica di un esponente e in qualche modo sottrarlo alla pressione del Parlamento e di altre forze politiche. Quindi si immagina che il Presidente della Repubblica dopo avere svolto la sua funzione, abbia un processo di notabilizzazione, ovvero sia un notabile. Allora al Presidente vennero dati tutta una serie di poteri, dei quali alcuni ordinari, altri invece destinati a essere usati solo in determinate circostanze, cosiddetti poteri silenti (in condizioni normali).

Superpoteri del Presidente della Repubblica
Al Presidente vennero attribuiti una ventina dei poteri dei quali voglio ricordare i più importanti:
1. rappresentanza della Nazione,
2. facoltà di indire elezioni e referendum,
3. sciogliemento delle Camere quando queste risultino prive di una maggioranza o incapaci di svolgere le proprie funzioni.
4. nomina del Presidente del Consiglio e dei Ministri,
5. nomina di 5 membri della Corte Costituzionale e di 5 senatori a vita,
6. firma di leggi e decreti e può rinviarli, qualora ritenga che non abbiano la copertura di spesa o rappresentino violazioni costituzionali, alla Camera per una nuova deliberazione
7. rivolge messaggi alle Camere sollecitando un certo intervento, un certa posizione, fa parte dei suoi poteri di persuasione, la cosiddetta moral suasion
8. concede la grazia eventualmente,
9. presiede il Consiglio Superiore nella Magistratura,
10. presiede il Consiglio Superiore della Difesa
11. garantisce la Costituzione.

Praticamente al di sopra della legge
Il Presidente della Repubblica dura 7 anni proprio per essere in qualche modo emancipato dal Parlamento che lo ha eletto. Il Parlamento dura 5 anni, quindi in qualche modo la carica del Presidente della Repubblica è pensata per sopravvivere al Parlamento che l’ha espresso. Pensate che qualche volta addirittura può avere tre diversi Parlamenti, quello dell’elezione, poi uno successivo poco dopo e quello in cui finisce il suo mandato. Non può esercitare alcuni dei suoi poteri come lo scioglimento delle Camere negli ultimi 6 mesi del suo mandato, il cosiddetto “semestre bianco”. Dunque a garanzia del Presidente ci sono una serie di misure, la prima l’abbiamo detta, la lunghezza del mandato, il Presidente poi gode dell’irresponsabilità di fronte a qualsiasi altro organo costituzionale, per esempio il Parlamento non può votare mozioni di censura sul Presidente o richieste di dimissioni In poche parole gode dell’immunità penale.
Può essere processato solo per due reati: attentato alla Costituzione e alto tradimento, nel qual caso è messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune, poi giudicato dall’Alta Corte di giustizia che comprende 16 giudici eletti dal Parlamento in seduta comune e i 15 giudici costituzionali, dei quali ricordo, 5 nominati da lui. Quindi in qualche modo il Presidente della Repubblica ha scarsissimi controlli, esercita una grande quantità di poteri ma non ha controlli su eventuali abusi. Eventuali abusi a meno di non configurare un attentato alla Costituzione non sono perseguibili.

Da garante a ingombrante
Questo è uno degli aspetti più delicati che pian piano ha prodotto una trasformazione della carica. In un primo momento il Presidente della Repubblica ha accentuato una sua funzione notarile, non di intervento politico, in qualche modo c’era una sorta di fair play istituzionale che portava il Presidente a guardare con grande attenzione al suo ruolo di arbitro neutrale. Questo fair play però a cominciare dagli anni 70 è andato via, via declinando e abbiamo avuto Presidenti che hanno usato i loro poteri per diventare un vero e proprio organo di indirizzo politico in qualche caso concorrente o addirittura prevalente sul governo. Non introduco altri argomenti perché… questo beve dipinto dei poteri del Presidente e delle immunità che lo assistono già dà l’idea dell’importanza della carica. Per concludere sottolinerei proprio quest’ultimo aspetto: nel tempo la carica è stata esercitata in modi molto diversi, molti poteri che sulla carta sono scritti in modo estremamente generico poi hanno avuto una loro funzione un loro modo di essere esercitati in base alla personalità del singolo Presidente.
Quindi determinante per capire la funzione nel sistema politico del Presidente non è solo quello che c’è scritto nella Costituzione, ma anche le caratteristiche personali del Presidente e soprattutto la situazione particolare in cui si trova storicamente a esercitare il suo mandato, di questo magari parleremo in prossime occasioni. Passateparola!" Aldo Giannuli

Cerca il banchetto per firmare contro l'euro più vicino a te cliccando su questa mappa:
banchettieuro_d.jpg

PS: Il tuo contributo per il referendum sull'uscita dall'euro è importante:
- organizza il tuo banchetto e segnalalo su questa mappa (che sarà in continuo aggiornamento)
- scarica, stampa e diffondi i volantini informativi (1. Motivi per uscire dall’euro 2. Domande Frequenti sull’euro)
- fai conoscere a tutti i tuoi contatti questo nuovo sito sul referendum http://www.beppegrillo.it/fuoridalleuro

cale_altavor.jpg

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • davide lak (davlak) Utente certificato 2 anni fa
    PORTAVOCE DEL M5S in PARLAMENTO. vi supplichiamo!! vi chiediamo!! vi ORDINIAMO!!! di mandare a cagare quella puzzapiedi con l'alitosi! la FREGNACCHIANI!!!
  • Max Stirner Utente certificato 2 anni fa
    ---NON RIESCO A CAPIRE CHI PUO' RICHIEDERE COSA...----- Continuo a leggere di persone, cittadini italiani, ed è bene sottolineare questa "qualifica", perché preoccupate per le richieste più astruse e bizzare da parte dei praticanti la religione dell'Islama; dei musulmani. Sapendo come funzionano le cose in Italia e soprattutto conoscendo gran parte dei "ceffi" politici italiani, fanno bene a preoccuparsi, ma vediamo come dovrebbero andare le cose. Se un cittadino italiano, indipendentemente dalla fede praticata, ha delle richieste da fare alla comunità italiana, deve formare una forza politica che lo rappresenti, oppure appoggiarsi ad una forza politica esistente che s'impegni a suo favore e che presenti le dovute richieste nelle modalità richieste per ogni cittadino italiano. PUNTO! Il fatto che noi cittadini italiani accettiamo di sottostare alle continue ed invadenti richieste e pressioni del Vaticano, pone anche altre religioni nelle condizioni di agire nello stesso modo. SE VOGLIAMO IMPEDIRE CHE L'ISLAM ESCA DAL PERCORSO CHE DOVREBBE ESSERE OBBLIGATORIO PER OGNI CITTADINO ITALIANO O ASSOCIAZIONE CHE LI RAPPRESENTI, SI DOVREBBE APPLICARE LA STESSA REGOLA A TUTTI, COMPRESO IL VATICANO! Ciò che diventa intollerabile, in uno stato laico, è l'avvertire continuamente che per difendersi dall'invasione molesta e infausta di una religione che non è mai appartenuta alla maggioranza degli italiani poi, però, si continua a accettare lo stesso comportamento da parte di un'altra religione, Cristiano Cattolica, senza neppure avvedersene; tutto in uno Stato che si dice laico. Intollerabile, poi, è l'accettazione di atti, da parte di immigrati, neppure cittadini italiani, che in nome di una fede, assumono comportamenti che per le nostre leggi sono reati (sgozzamento di animali ecc.) e le nostre leggi fingono di non vedere. Capannoni cinesi di migliaia di lavoranti che le autorità non vedono: I CRIMINALI SONO LE NOSTRE AUTORITA', NON CHI CERCA I VANTAGGI! SVEGLIA!
    • Rio Savè Utente certificato 2 anni fa
      "AH, BEH; ALLORA.. E' TUTTA UN'ALTRA COSA!" ---------------------------------------------------------------------------- Dopo la strage di Parigi, far intendere (non mi riferisco a te) che i musulmani "cattivi" ora pretendono di "bruciare" la divina commedia, è gettare volontariamente benzina sul fuoco. PER ME è tutta un'altra cosa rispetto al fatto che la richiesta non provenga dai musulmani e che si riferisca al razzismo in generale che, a parer loro, vi si trova.
    • Rio Savè Utente certificato 2 anni fa
      Dovresti specificare che la frase del napalm è tratta dal tuo film preferito, altrimenti in molti, qui nel blog, penserebbero che sia di Gherush92. Io ho scritto : "giusta o sbagliata che sia". Il titolo "No allo studio di Dante nelle scuole. È islamofobo" è di Libero o Il giornale; probabilmente chi l'ha postato nel blog si vergognava di citarne la fonte. Se leggi i relativi commenti di quel commento, capirai che effetto disinformante ha su chi legge. Ci lamentiamo della disinformazione dei media sul M5S.... e poi "noi" facciamo lo stesso su altro? Le notizie devono essere riportate correttamente, poi chi legge è libero di pensarla come vuole.
    • Max Stirner Utente certificato 2 anni fa
      "Gherush92 è un’organizzazione consulente per il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite. Non è un'associazione musulmana, e la sua proposta (giusta o sbagliata che sia) riguarda tutte le frasi che ritiene razziste(non SOLO per i musulmani "OSPITI" di Ghera) che si trovano nei testi SCOLASTICI." -------------------------- AH, BEH; ALLORA.. E' TUTTA UN'ALTRA COSA! PARLI DI QUELLA ORGANIZZAZIONE FINANZIATA SOPRATTUTTO DAGLI USA E DA QUESTI UTILIZZATA A LORO USO E CONSUMO? STAI PARLANDO DI QUELLI CHE... " Noi addestriamo dei giovani a scaricare Napalm sulla gente, ma i loro comandanti non gli permettono di scrivere "cazzo" sui loro aerei perché è... osceno. " Se sì, allora è tutta un'altra cosa! A parte ciò, io sto parlando di ciò che concretamente avviene in Itaglia ogni giorno e tutti possiamo vedere e constatare, se solo lo vogliamo. Nel finale ho tratto anche le conclusioni che non si scagliano contro gli apparenti colpevoli.
    • Rosa Anna 2 anni fa
      Dimenticavo Vuoi mettere In bilancio i profitti ? Aumenteranno il PIL Gli scambi di esport import Esportazione di democrazia Importazione di demografia
    • Rio Savè Utente certificato 2 anni fa
      se ti riferisci a questo: ""No allo studio di Dante nelle scuole. È islamofobo" ....... Eliminiamo Dante, eliminiamo i crocifissi e il Presepe, sennò gli ospiti si offendono." Patty Ghera 20:13 è DISINFORMAZIONE pura. Gherush92 è un’organizzazione consulente per il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite. Non è un'associazione musulmana, e la sua proposta (giusta o sbagliata che sia) riguarda tutte le frasi che ritiene razziste(non SOLO per i musulmani "OSPITI" di Ghera) che si trovano nei testi SCOLASTICI. Nel caso della divina commedia: SESSISMO, OMOFOBIA, ANTISEMITISMO E ISLAMOFOBIA. Dante era cristiano, e quindi non ci sono frasi offensive, o presunte tali, verso il cristianesimo.
    • Max Stirner Utente certificato 2 anni fa
      "Forse intendevi lo stesso concetto ? " Esatto! Io veramente avrei fatto anche un passo, oltre questo e avrei individuato anche i veri responsabili del nostro attuale disagio. Ciao
    • Rosa Anna 2 anni fa
      Forse la si può dire in questo modo, ingerenze vaticane a parte, discusse anche da veri cristiani non clericali La differenza di cultura sostanziale sta nella intolleranza da parte loro di un crocifisso appeso cosa che nemmeno un ateo a mai preteso di levare Se poi qualche ben pensante italiano per eccesso di zelo pensa di farlo è un coglione Forse intendevi lo stesso concetto ?
    • Max Stirner Utente certificato 2 anni fa
      Ciao Rosa Forse non hai letto attentamente. Ti prego di rileggere Ciao
    • Rosa Anna 2 anni fa
      Non condivido Poiché sebbene lo stato è laico La cultura generale occidentale ha indiscutibili radici di una certa matrice religiosa cristiana o illuministica Ed è sempre stata tollerante di tutte le altre confessioni o principi Ora ciò che infastidisce è la intolleranza di una religione che non accetta la cultura del paese in cui ha chiesto ospitalità e pretende che gli altri vi si adeguino Dove anche reminiscenze storiche e fatti attuali generano qualche disagio Parità di diritti non significa adeguamento di usanze
  • marioz o. Utente certificato 2 anni fa
    attentato alla costituzione: partendo dal porcellum per arrivare alla riforma costituzionale scaturita dal nazareno ? alto tradimento : trattativa stato-mafia ?
  • roberto f. Utente certificato 2 anni fa
    La maggioranza di quanti elogiano la candidatura di Emma Bonino al Colle parrebbero male informati. Legato alla ministra si ricordando “strane cose” (diciamo così) fatte durante la sua carriera politica. Sapevate che… Sapevate che Emma Bonino nel 1994 si è candidata con Berlusconi? Che la Bonino è rimasta alleata di Berlusconi fino al 2006? Sapevate che Emma Bonino, sempre nel 1994, partecipò ad una manifestazione a Palermo contro l’antimafia? Sapevate che la “pacifista” Emma Bonino definì “guerra giusta” quella in Jugoslavia nel 1999? Sapevate che la Bonino era già stata candidata al Colle nel 1999 da Berlusconi? Sapevate che la Bonino, nel 2005, dichiarò che, nonostante tutte le leggi ad personam, “il lavoro di Berlusconi va apprezzato”? Sapevate che la Bonino ha permesso la chiusura di Annozero nel 2010? EVITIAMO DI PROPAGANDARE “donne di buone maniere e di cattive abitudini”: i famosi “sepolcri imbiancati viventi” di cui parla il Vangelo. Ossia tutte quelle persone che con una buona dose di ipocrisia nascondono quello che sono diventate: donne piene di enfasi sterile per la loro incoerenza, tant’è che le trovi sempre sedute dalla parte dei più “forti” mentre si presentano compassionevoli per il debole: proprio come la sig.ra Bonino, scesa in politica per farsi lustro, ma battaglie contro la corruzione: meno di meno di ZERO, anzi è sempre stata seduta accanto a chi la rappresentava (Berlusconi).
    • Enzo Chiesino Utente certificato 2 anni fa
      Cavolo, per non dire c. . . o, ci vuole sempre un esperto che ti tenga rinfrescata la memoria, anche io non avrei disdegnato la Bonino, avevo dimenticato tutti questi fatti, la mente umana archivia ciò che non gli piace, è per questo che gli Italiani votano sempre PD, si dimenticano il passato (memoria del pesce rosso, 3 secondi), è per questo che bisogna andare costantemente , continuamente in TV per tenere le menti aggiornate, per non dimenticare. W M 5 * * * * *
    • viviana vivarelli Utente certificato 2 anni fa
      -nel 94 si mise con Berlusconi, Dell’Utri e Previti ed è rimasta alleata del cdx fino al 2006 quando è passata al csx e ha smesso di elogiare i programmi di Berlusconi (e dunque le varie leggi ad personam, la Gsparri, la Frattini, il lodo Schifani, il falso in bilancio, la Cirami e le rogatorie alla Cirielli). Nel 2006 passò dalla parte di quelli che schifava come ‘cattocomunisti’. -vuole l’abolizione di regole sul lavoro e l’abolizione dell’articolo 18 -è contro le trattenute sindacali in busta paga ed è nemica dei sindacati in genere -ha approvato tutte le ‘missioni di pace’, dunque le guerre italiani in Kossovo, Irak e Afghanistan -chiede per la magistratura la responsabilità civile dei giudici, la separazione delle carriere, l’abolizione della legge penale obbligatoria e varie amnistie -nel 94 assieme alla Parenti partecipò a un comizio ‘contro’ le indagini sui rapporti tra mafia e politica (!) -prese sempre un sacco di soldi da dx a sx -nel 2010 appoggiò B nel suo editto contro Annozero e il voto dei radicali fu decisivo in Rai per cacciare Santoro e abolire l’informazione tv prima delle elezioni – (aggiungo io che vuole la quasi totale abolizione dello stato sociale e la pensione a 75 anni) Magari a queste cose pensateci!
    • viviana vivarelli Utente certificato 2 anni fa
      Travaglio: E’ stata vicina a B dal 1994 (quando fu eletta con FI) senza mai dire una parola contro le violenze alla Giustizia e alla Costituzione) fino al 2006… mentre Berlusconi ne combinava di tutti i colori,nel silenzio-assenso della Bonino, che nel 2005 dichiarava: “Con Berlusconi abbiamo iniziato un lavoro molto serio… apprezziamo ciò che sta facendo come premier” , poi lui la scaricò per non inimicarsi “gli alleati” e il Vaticano ed Emma passò armi e bagagli nel csx. Un po’ tardi a mio modesto avviso. Ma neppure in seguito, sulle questioni cruciali del berlusconismo (leggi vergogna, rapporti con la mafia, corruzione, attacchi ai magistrati e alla Costituzione, conflitti d’interessi, editti bulgari), c’è mai stato un solo monosillabo contro della Bonino. A favore invece è sempre stata su leggi di penalizzazione della Magistratura, come la separazione delle carriere, l’abolizione dell’azione penale obbligatoria, la responsabilità civile dei magistrati che non esiste in nessuna democrazia, e ci aggiungiamo la difesa del camorrista Cosentino, l’odio eterno ai sindacati, definiti in blocco “barbari, oscurantisti e retrogradi”, la valutazione di Mani Pulite come operazione politica filocomunista, la difesa di Craxi, l’attacco alle toghe rosse che soprattutto nel ’92 secondo lei avrebbero cercato di risolvere alcuni problemi politici per vie giudiziarie, per non parlare dello scandalo delle frequenze negate per 10 anni mentre l’abusiva rete4 stava in piedi e noi ci pagavamo pure le multe. Su questo nemmeno una parola!”.
    • viviana vivarelli Utente certificato 2 anni fa
      Ha detto le donne non vogliono lavorare. Probabilmente bisognerebbe iniziare ad educare le bambine perché si chiedano cosa vogliono da loro stesse ed aiutarle ad ottenerlo anziché spingerle a ottemperare gli obblighi che la società impone loro.” . “Mi vanto di essere stata fra i primi radicali a cercare di abolire l’articolo 18, che esiste solo in Italia”. . “Propongo di dividere gli occupati per generazioni con diritti diversi: agli attuali occupati l’articolo 18 così come è, ai nuovi assunti una versione con tutele più deboli e licenziamenti più facili.” .
    • viviana vivarelli Utente certificato 2 anni fa
      Nel 1997 la Bonino, commissario dell’Ue chiese di visitare l’Afghanistan.I Talebani non avevano alcun obbligo di farla entrare poiché la Ue non riconosceva il loro governo.Ma la trattarono con gentilezza come han sempre fatto con gli ospiti, anche durante il periodo drammatico dell’aggressione Usa dell’ottobre 2001,e com’è nella tradizione afgana. Emma poté visitare l’Afghanistan e vedere tutto quello che voleva. Il 28 settembre, seguita da un codazzo di 19 persone, fra delegati Ue, giornalisti, fotografi e cameramen, entrò in un ospedale di Kabul e si diresse dritta e di filato nel reparto femminile dove i fotografi cominciarono a fare i loro scatti e i cameramen a filmare. Un atteggiamento molto sciocco perché nella cultura islamica la riproduzione della figura umana è vietata. Basta guardare un tappeto persiano; è ornato con elementi vegetali, con animali, con pesci, ma non ci sono figure umane. E questo valeva di più nell’Afghanistan talebano. Del resto anche da noi non si possono fotografare o filmare i degenti senza il loro consenso o l’autorizzazione dei dirigenti dell’ospedale. Arrivò il “Corpo per la promozione della virtù e la punizione del vizio”, acchiappò la Bonino e gli altri e li portò al primo posto di polizia. Per un reato del genere era prevista la fustigazione con “le verghe sacre”. Alla Bonino fu spiegato come andavano le cose da quelle parti e poi fu rilasciata dai funzionari, perplessi e un poco disgustati. Avrebbero fatto meglio a fustigarla. Con le “verghe sacre”, naturalmente. Forse avrebbe capito ciò che, da buona radicale occidentale, non ha mai capito: che anche la sensibilità e i costumi degli altri meritano rispetto. Lei invece ne volle fare un caso internazionale e, tornata a Bruxelles, ottenne che la Ue tagliasse i fondi umanitari per l’Afghanistan.
    • Zampano . Utente certificato 2 anni fa
      Hai dimenticato che ha appoggiato il PD in piu' occasioni, fatto propaganda allo spinello che le ha procurato cio' che sappiamo e che era vicino ai banchieri, all'UE e al Bilderberg...
  • Nando Meliconi (in arte "l'americano") Utente certificato 2 anni fa
    I SUPER POTERI DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Sapere ruoli e competenze del Presidente della Repubblica è doveroso, grazie Prof. Capire come il M5S potrà incidere sull'elezione del prossimo Presidente, è però per me di assoluta importanza. Come si porrà il M5S nella corsa al Quirinale? S'è detto che siamo disponibili qualora venga presentato un nome di assoluto rilievo, ma come ci comporteremo in caso differente? Fino ad ora non s'è saputo nulla, speriamo in una tattica sensata e in una parte da protagonisti, vedremo. Arrivederci e grazie. Nando da Roma.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus