Gaza o mai più! - diretta dalla Camera

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
distefano_Gaza.jpg

"A Gaza nelle ultime ore il bilancio è salito ad oltre 1.000 vittime, di cui 150 bambini. Circa 17 mila gli sfollati, mentre i raid dell'esercito israeliano continuano a piovere sulla Striscia colpendo indiscriminatamente scuole, ospedali e ambulanze. La Croce rossa palestinese ha parlato di gravi violazioni del diritto internazionale umanitario. E la realtà è che l’Operazione Margine protettivo si sta presentando come la replica dell’Operazione Piombo Fuso, ma la supererà presto in termini di orrore. Genocidio.
Non è un caso che il Consiglio Onu per i diritti umani abbia deciso di avviare un'inchiesta per accertare eventuali violazioni che potrebbero essere state compiute dall'inizio della crisi. Un’inchiesta che lo stesso premier Netanyahu non ha esitato a definire una parodia, delegittimando così l’autorità della più importante ed estesa organizzazione intergovernativa preposta al mantenimento della pace e della sicurezza internazionale.
La nuova escalation di violenze ci ha spinto dunque a sollecitare l’azione del governo affinchè richiami il nostro ambasciatore a Tel Aviv Francesco Maria Talò, come gesto formale per esprimere la condanna dell’Italia all’uso sproporzionato della forza da parte dello Stato d’Israele. #PerCessareIlFuoco.
Abbiamo formulato 7 proposte, tra cui il blocco immediato di tutte le commesse di armi italiane nei confronti di Israele, lo stop immediato degli accordi commerciali con le aziende israeliane che operano nei territori occupati e l’obbligo per l’Ue di identificare l’origine di ogni prodotto importato dallo Stato israeliano con lo scopo di bloccare le merci fabbricate nei territori confiscati illegalmente. Infine abbiamo chiesto al governo italiano di trovare il modo di essere risarcito quando Hamas o Israele si appropriano indebitamente o distruggono aiuti e sostegni umanitari rivolti alla popolazione, com’è accaduto la scorsa settimana con il Centro per l’infanzia di Um al Nasser “La terra dei Bambini”, struttura finanziata dalla Cooperazione italiana e rasa al suolo dall’esercito israeliano.
Ciò non giustifica in alcun modo gli atti efferati portati avanti da Hamas nella Striscia e il lancio (altrettanto) indiscriminato di razzi su Israele, che deploriamo con fermezza. Ma i raid scanditi a Gaza, per il MoVimento 5 Stelle, rappresentano oggi una chiara vendetta del governo Netanyahu al sacrosanto rifiuto dei palestinesi di accettare di vivere in un Paese militarmente occupato.
Mentre in questi giorni si rincorrono le voci per l'estensione di una tregua umanitaria nella Striscia, dobbiamo infatti ricordarci che, seppur si arrivasse ad un cessate il fuoco permanente, per Gaza un ritorno alla "calma" significherebbe un ritorno all'ottavo anno di embargo, un ritorno a un tasso di disoccupazione oltre il 50 per cento, un ritorno alla chiusura dei mercati esteri, all'occupazione, alla mancanza di un sistema sanitario efficiente. Prigionia.
Israele può continuare a distruggere i razzi di Hamas, ma Hamas finirà per ricostruire le proprie basi di lancio trovando tra i parenti e gli amici dei palestinesi uccisi nuove reclute disposte al martirio. Israele può rovesciare Hamas ed occupare anche la Striscia, ma si ritroverà a combattere uno scenario ostile nel proprio territorio. Può rovesciare Hamas e provare ad interloquire con Al-Fatah, ma non otterrà alcunché, perché ogni fazione che cavalcherà verso Gaza in cima a un carro armato israeliano perderà per sempre la sua legittimità tra il popolo arabo. Israele può.
Può, se vuole, lei stessa limitare la corsa di Hamas, ad esempio revocando l'inumano blocco delle esportazioni da Gaza verso la regione, dando così nuova linfa all'economia della Striscia. L'unico modo per impedire che vi siano ulteriori vittime è aprire i confini e lasciare che i palestinesi riprendano i contatti con il mondo. Liberarli dalla dolorosa scelta di dover lavorare con Hamas per sopravvivere, o sperare al massimo nell'arrivo di un nuovo cargo di aiuti umanitari, è il primo passo da compiere per giungere a una soluzione pacifica del conflitto. La migliore strategia a lungo termine dello Stato ebraico è riservare speranza nel popolo palestinese, non annientarlo come sta facendo dall'8 luglio scorso.
Il nostro governo, che di fronte alla richiesta del Consiglio Onu per i diritti umani di aprire una commissione d'inchiesta sulle violenze ha deciso di astenersi, si faccia dunque un profondo esame di coscienza. Perché di fronte alle vittime, invece, noi ci siamo assunti oggi la responsabilità di prendere una posizione chiara a favore della pace. In attesa che il ministro Mogherini svolgesse la sua informativa urgente. Così urgente da essere presentata ben 21 giorno dopo la ripresa delle ostilità. Che tempismo".
M5S Camera

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 3 anni fa
    E' vergognoso farsi scudo dell'olocausto per commettere gli stessi crimini e forse anche peggiori di quelli compiuti dai nazisti. E' osceno che chi ha preteso pietà dal mondo intero, ora sia lui a dare la morte a migliaia di indifesi esseri umani. Netanyahu andrebbero impiccato per crimini contro l'umanità esattamente come si sarebbe fatto con Hitler se catturato vivo. Non esiste differenza fra la Germania nazista e Israele, anzi sono ancora più colpevoli avendo rubato la Terra a quel popolo e ora lo stanno cancellando. Il comportamento delle altre nazioni è vergognoso, osano criticare Hamas paragonando i missili giocattolo con le bombe al nepal e distruttive come quelle atomiche di una potenza come Israele. Vorrei vedere cosa farebbero loro se dopo aver disintegrato la Palestina, questi assassini facessero la stessa cosa con una nazione europea o americana, se si difenderebbero come belve oppure si lascerebbero sterminare come pretendono facciano i palestinesi. L’uomo dovrebbe scomparire dalla faccia della terra perché non è degno di abitarla!
    • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 3 anni fa
      ahahah! Quattro miliardi di anni, chissà se ci saremo anche noi e magari crescere insieme?
    • Beppe C. Utente certificato 3 anni fa
      Sono d'accordo con te, gli uomini non sono degni di abitare questo pianeta e meriterebbero scomparire,ma ciò sicuramente avverrà se, come dicono gli scienziati, la nostra stella che ci tiene in vita giunta al termine del suo ciclo di vita alla fine manderà tutto in fumo, ma, magra consolazione, tra quattro miliardi di anni!!
  • antonello usai 3 anni fa
    Ebbene siamo giunti ai "bombardamenti umanitari" da parte della potentissima aviazione israeliana contro centri abitati: infatti secondo la stampa e la TV "bene orientati" basta avvertire per telefono gli abitanti "dieci minuti prima" dell' arrivo di una bomba per cui possano allontanarsi ( e se vi è un paralitico, dei vecchi, una donna in stato interessante, dei bambini? in questi casi pare che vadano bene i volantini come dicono soddisfatte "la Repubblica" e "la Stampa"). La "guerra giusta"del governo e delle forze armate israeliani contro la striscia di Gaza fa il paio con altre guerre dell' occidente: ricordiamoci che la prima guerra contro l' Irak fece 42 morti (spesso da fuoco amico") nelle forze occidentali e 120.000 morti tra i militari irakeni (che guerra è una con tali proporzioni?)e ad essa seguirono oltre 700.000 morti tra i civili. Adesso l' operazione Gaza ha fatto 43 morti tra i militari israeliani e oltre 1000 morti tra i civili di Gaza tra cui ci sarebbero "terroristi di Hamas". La giustificazione? prima hanno parlato di "razzi" lanciati da Gaza che "piovevano" su tutto il territorio israeliano (razzi eccezionali superiori a qualsiasi missile esistente); poi li hanno traformati in "missili"( non vi è alcuna prova di rampe di lancio, sistemi di guida radar, etc.); poi si è ricorsi alla "ricerca di bunker e tunnel sotterranei" per giustificare l' uso di artiglierie e carri armati.Ricordiamoci che in occasione della crisi del Kossovo vennero bombardati dagli USA/NATO uffici postali, pompe di benzina e impianti di potabilizzazione di Belgrado definiti come "strutture strategiche" dell' esercito serbo e in Afghanistan bombardamenti furono giustificati come fatti su "centri di guerra elettronica"(sic!) e "accademie militari"(sic!) dei Talebani. Insomma la menzogna elevata a sistema per mascherare azioni aggressive indiscriminate, di vera natura terroristica secondo la definizione ONU, che non potranno che produrre odio e altro terrorismo.
  • Fabrizio M. Utente certificato 3 anni fa
    Quello che si sta verificando in Palestina da oltre 60 anni é un genocidio organizzato che viene perpetrato dallo Stato di Israele nei confronti del Popolo Palestinese. Ciò é sotto gli occhi di tutti ma, grazie alla propaganda (ed alla protezione) USA e dei suoi sodali europei (Italia inclusa) la verità non viene mai detta o, quando emerge evidente, viene mistificata da balle tipo "Hamas usa scudi umani" per giustificare la strage di civili.... ma, non era la stessa cosa che gli USA dicevano di Milosevich in Serbia o di Saddam in Irak, quando, secondo la migliore tradizione USA venivano uccisi civili inermi? Smettiamola anche con questa favola dell'"antisemitismo", nessuno sano di mente ce l'ha con il Popolo Ebraico, io ce l'ho con il Governo estremista di Israele ("antisionismo", quindi) che, protetto ed armato dagli USA, porta avanti questa politica di sterminio. Basta con l'Olocausto Palestinese e bravo il 5Stelle a sollevare la questione.
  • emanuele b. Utente certificato 3 anni fa
    Ok.....ma se piovessero missili da una nazione vicina, dalla Svizzera ad esempio, e uccidessero i nostri parenti....che diremmo? Peace and love?
    • Maria Pia Caporuscio Utente certificato 3 anni fa
      Se domani venissero a casa tua e ti cacciassero per farti vivere in una tendopoli peggio dei zingari li ringrazieresti o ti difenderesti come puoi? Peccato solo che non possono non avendo armi altrimenti sarebbe sacrosantamente giusto radere al suolo Israele come stanno facendo alla Palestina
    • Antonio 3 anni fa
      Ma se Roma fosse oggi nelle condizioni di Gaza ritorneremmo tutti a vivere dentro le Catacombe? E dovremmo sentirci in colpa se ci servissimo di ogni arma utile per rispondere a chi ci massacra dal cielo, dalla terra, dal mare? Ma vaffanculo tu e il Mossad che ti ha mandato! E ti paga!
  • Federico C. Utente certificato 3 anni fa
    Mmm. Vedo che i sionisti sono in gran spolvero, e si danno man forte mentre vomitano stupidaggini e odio sul blog. Cari i miei sionisti, avete le mani sporche del sangue di centinaia di bambini innocenti. Il mondo ha visto l'immondizia morale di cui siete capaci. Voi lobbisti del progetto sionista, voi alfieri della violenza, dell'ignoranza, del genocidio, dell'etnocidio, del razzismo più becero, della paura e del pregiudizio, siete quanto di peggio l'occidente abbia prodotto. Che Israele si pieghi all'imperativo morale, di non tenere in un GHETTO un intero popolo. È IMMORALE uccidere civili. D'altronde, la resistenza palestinese ha finora ucciso 53 soldati, un volontario che lavorava con le truppe, e due civili. I militari sono obiettivi legittimi per un popolo sotto occupazione, vittima di incarcerazioni arbitrarie, tortura, affamato e umiliato. Avanti cosí, M5S, ignorate questi troll sionisti, prezzolati o sempliciotti, che si stracciano le vesti per chi semplicemente osa giudicare Israele, mentre i palestinesi, chiuso in un ghetto, possono essere sterminati bellamente. Andate avanti, nel senso del progresso, dell'umanità, della storia.
    • F. Bettini Utente certificato 3 anni fa
      Bravo! anch'io ho notato che si danno un gran dafare a difendere i macellai sionisti....
  • Antonio 3 anni fa
    Plaudo finalmente a una presa di posizione forte da parte dei Portavoce sul genocidio di Gaza. Ho difficoltà di connessioni alla rete e non posso articolare questo mio intervento, ma non condivido per nulla la condanna di Hamas, al cui eroismo va reso onore. È l’unica forza politica che difende il popolo palestinese mentre Abu Mazen ha già da anni venduto il suo popolo a Israele. Non si può ingannare l’aggredito per il fatto che si difende eroicamente da un avversario che di dispone di equipapaggiamento, armi e coperture diplomatiche infinitamente superiore… Il nostro governo è colpevole del genocidio che si compie non meno dello stesso governi israeliano… Anziché mandare armi ad Israele noi dovremmo mandarle ad Hamas, oppure in alternativa giungere alla rottura di ogni relazione diplomatica con Israele e ogni minimo sostegno alla politica israeliana...
    • stefania romero Utente certificato 3 anni fa
      Buonasera antonio, di tutti i post che ho letto il tuo mi sembra il più lucido. È importante che altri scrivano e parlino di una resistenza-minima e forse male organizzata- che in questo momento ha a disposizione il popolo palestinese. Può non piacerci, ma non siamo certo noi a dover pontificare su questo. l'ANP è già finito da tempo forse dagli accordi di Oslo, cioè da quando è nata.
    • Antonio 3 anni fa
      sei tu che stai rompendo i maroni e non capisci un c... se sei in buona fede, cosa di cui dubito... Ho infatti motivo di ritenere che Israele e il suo Mossad abbiano sguinzagliato tutti i loro uomini che operano nella rete...
    • aa 3 anni fa
      Visto che sei così informato su Hamas. Mi sai rispondere a questa domanda? Secondo te una volta ristabilito lo stato palestinese, Hamas non avrà più rivendicazioni nei confronti dell' occidente oppure inizierà a rompere i maroni dalla mattina alla sera con un altro obiettivo un altro sgarro insanabile? Le ingiustizie sono infinite e pure noi in Italia ne siamo vittime.
  • Vittorio Feltrin 3 anni fa
    Ora vorrei che i molti nazi-sionisti che difendono il governo israeliano in questa mattanza dicessero cosa pensano dei 200 e più bambini palestinesi massacrati in questi giorni.
  • Paleye 3 anni fa
    Noi palestinese non abbiamo occupato nessun popolo , noi stati invasi e occupati abbiamo il diritto di ribellarci e lottare per l'indipendenza , Israele l'unico popolo che si da il diritto di difendersi dalle sue vittime , una assurdità perchè sono loro gli occupanti sono loro i colonizzatori , dalla fondazione dello stato di Israele nel 1948 hanno conseguito 3 obbiettivi quali ;occidente i palestinesi demolire le case con e senza i loro abitanti e costruire le colonie , e il mondo occidentale gli giustifica e gli arma e gli finanzia senza vergogniamo . Un giorno sarà fatta giustizia e Palestina tornerà ai legittimi proprietari cioè i Palestinesi perchè Israele uno uno stato artificiale come una pianta senza radice destinata a morire
  • Antonio 3 anni fa
    Dal “Corriere di Sion”: Il pentastellato Manlio Di Stefano attacca Israele: «A Gaza è in atto un genocidio». Immediata la replica dalla sede diplomatica dello Stato ebraico: «Siamo di fronte a un pericoloso antisemitismo contemporaneo». Fonte: http://www.informazionecorretta.it/main.php?mediaId=2faccia! Occorre cacciare a pedate l’ambasciatore israeliano. Occorre derubricare da ogni valenza penale l’accusa di "antisemitismo”. Sono più che mai convinto che il sionismo è una forma di psicopatia. Gli psicopatici uccidono le loro vittime, ma si sentono loro stessi vittime perseguitate. Hanno una capacità infinita di inganno e autoinganno. Non hanno nessuna empatia con le loro vittime... Stanno massacrando davanti agli occhi del mondo intero donne, bambini, uomini, un’intera popolazione chiusa in un lager senza uscita e si permettono di dare dell’«antisemita» perfino a un parlamento di questo paese di merda, senza più dignità e onore, che è l’Italia, così ridotta da un ceto politico ogni giorno più infame e impunito. Un paese istupidito da giornali sotto pieno controllo di Israele stesso. Occorre abrogare la Legge Mancino-Taradash-Modigliani concepita per impedire qualsiasi critica più che fondata e legittima contro lo stato “ebraico” di Israele, il sionismo, l’ebraismo, la religione ebraica, la cultura ebraica, il potere ebraico… Mi è capitato di inorridire sentendo in una delle solite solenni cerimonie trasmesse dalla RAI che ci dobbiamo “inginocchiare davanti agli ebrei”… È ora di finirla, di alzarci in piedi e di recuperare tutta la nostra dignità, la dignità perduta, la dignità incatenata per colpa di politici venduti, corrotti, traditori... Basta! È ora di ribellarsi e insorgere! Ora o mai più!
    • Carlo B. Utente certificato 3 anni fa
      Il giorno della memoria dello sterminio palestinese ad opera di israele quando? Voi sionisti, con la vostra scandalosa disumanità e ferocia, avete infangato la memoria degli ebrei periti sotto il nazismo. Da nuovi nazisti, quali siete, non avete più alcun diritto di celebrare alcuna memoria perchè coloro che ipocritamente ricordate li state infangando con una violenza anche superiore a quella usata dal terzo reich. Vergognatevi, farisei ipocriti!
  • ziomax 3 anni fa
    NON ESISTONO PROVE DELL' COSIDETTO OLOCAUSTO, GUARDATE L'INTERVISTA DELL' EBREO DAVID COLE, FATTA AD AUSCHVITZ, MENTRE CI SONO PROVE VERE E SPAVENTOSE DI QUELLO CHE STANNO COMBINANDO GLI EBREI CON LA LORO MACELLERIA ETNICA CONTRO I PALESTINESI
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus