Pd e Zingaretti denunciati dalla Corte dei conti per finanziamento illecito ai partiti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

zingarettidenunciato.jpg

Intervento di Roberta Lombardi

"Non ha neppure finito di raccogliere l’ultima banconota da 500 euro lanciata come sfregio dal M5S in aula dopo l’approvazione della leggina truffa Boccadutri sul finanziamento pubblico ai partiti (che consente di incassare milioni di euro senza controlli sull'esercizio precedente, che il Pd viene segnalato dalla Corte dei conti per un presunto finanziamento illecito ai partiti. E' la loro vera linea politica.

VIDEO Il M5S lancia banconote da 500 euro ai deputati Pd, che non la prendono bene

Scrive il Collegio di controllo sulle spese elettorali per le elezioni regionali nel Lazio del febbraio 2013: “Il Collegio intende segnalare che per una lista (Lista Zingaretti) e un partito (Partito Democratico) vi è stata, dopo l’attività istruttoria di quest’Organo di controllo, la restituzione ai finanziatori, mediante storni dei bonifici bancari, di quanto avevano versato a titolo di finanziamento, con ciò creando inevitabilmente un’errata rendicontazione finale e, almeno per quanto attiene al Partito Democratico, una presunta alterazione dei dati economici di partenza su cui è stato successivamente calcolato il c.d. ‘cofinanziamento’, regolarmente erogato ma calcolato, in misura maggiore a quello dovuto, su percentuali di sovvenzioni private non coerenti con la realtà effettiva”. Lo Stato partecipa versando il 50% dei fondi erogati dai privati ai partiti. In pratica il Pd avrebbe incassato più di quanto dovuto dallo Stato in quanto i rendiconti erano ingrossati da cifre di finanziamenti privati che sono stati poi restituiti ai mittenti. In particolare, poi, sia il Pd che la Lista Zingaretti, non sono riusciti a fornire alla Corte dei Conti tutte i documenti richiesti.
Sono stati diversi i richiami della Corte ai rappresentati delle due liste (Lista Zingaretti e Pd) con richiesta di integrare la documentazione ma, invece delle carte mancanti, alla Corte sono giunte lettere con cui il Pd e la Lista Zingaretti chiedevano alle banche di restituire le somme ricevute a titolo di contributo ad alcune società. Quindi contributi iscritti, ma mai rendicontati. Mala tempora currunt per il Pd. Meglio di Totòtruffa. La parola ora passa alla procura di Roma." Roberta Lombardi

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • punireilnuovo 2 anni fa mostra
    PERSINO REPUBBLICA VI VUOLE FAR DIGERIRE IL DI MAIO! Cresce la febbre della successione in vista della festa di Imola: è Luigi Di Maio a spopolare nei sondaggi Cresce la febbre della successione in vista della festa di Imola: è Luigi Di Maio a spopolare nei sondaggi Cresce la febbre della successione in vista della festa di Imola: è Luigi Di Maio a spopolare nei sondaggi Cresce la febbre della successione in vista della festa di Imola: è Luigi Di Maio a spopolare nei sondaggi Cresce la febbre della successione in vista della festa di Imola: è Luigi Di Maio a spopolare nei sondaggi
  • punireilnuovo 2 anni fa mostra
    Pd e Zingaretti denunciati dalla Corte dei conti per finanziamento illecito ai partiti ++++++++++++++++++ DAI GRILLINI, CONSOLATE I VOSTRI "CUGINI DI SANGUE"!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus