Petrolio ai minimi, benzina alle stelle

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

prezzobenzina.jpg

"Sebbene il prezzo del petrolio sia più basso del valore registrato nel dicembre del 2008 (41 dollari al barile), al distributore, invece, il pieno di benzina costa agli automobilisti italiani il 30 per cento in più. Se, infatti, 7 anni fa un litro di benzina costava mediamente 1,115 euro al litro, in questi giorni il prezzo alla pompa tocca 1,451 euro al litro (+ 0,337 euro). A darne notizia è l’Ufficio studi della CGIA che ha individuato anche le ragioni di questo incremento.
"Ancora una volta - sottolinea il coordinatore dell’Ufficio studi Paolo Zabeo - a spingere all’insù il prezzo del carburante è stata, in particolar modo, la componente fiscale. Se verso la fine del 2008 il peso dell’Iva e delle accise su un litro di benzina sfiorava i 75 centesimi, attualmente è pari a 0,99 euro al litro. In termini percentuali l’aumento della tassazione è stato del 32 per cento." Tuttavia l’incremento non ha interessato solo l’Iva (passata dal 20 al 22 per cento) e le accise, ma anche il prezzo industriale.

VIDEO Costo benzina in Venezuela

Se verso la fine del 2008 quest’ultima voce era pari a 0,365 euro al litro, in questi giorni il prezzo è salito a 0,461 euro (+ 26,4 per cento). Dai confronti con gli altri paesi europei emerge puntualmente come sui carburanti paghiamo troppe tasse. Se su un litro di benzina acquistato in Italia il nostro prezzo industriale è pari a 0,461 euro, solo il 3 per cento in più rispetto alla media dei paesi dell’Area euro, l’Iva e le accise, invece, ci costano 0,99 euro al litro, ben 14,2 punti percentuali sopra la media.
Tra i paesi che utilizzano la moneta unica – conclude Paolo Zabeo – solo i Paesi Bassi, con il 70,3 per cento, hanno un’incidenza percentuale della tassazione sul prezzo alla pompa superiore alla nostra che ha raggiunto il 68,2 per cento. Rispetto ai paesi che confinano con noi, invece, paghiamo la benzina il 14,4 per cento più dei francesi, il 18,9 per cento più degli sloveni e addirittura il 30,7 per cento più degli austriaci" CGIA Mestre

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Alessandro Contillo 2 anni fa
    A Foggia la benzina è arrivata a1,3 e qualcosa ma cmq nn ricordo esattamente il prezzo del 2008 ma ricordo benissimo invece che fino a 3/4 anni fa il prezzo della benzina alla pompa era ad 1,8 davvero allucinante. Come dicevo il prezzo della benzina è calato come è altrettanto calato il prezzo del gpl infatti attualmente il pieno mi costa 20€ tondi mentre fino a 5/6 mesi fa mi costava 23€
  • Giovanni palmisano 2 anni fa
    Qui in svizzera il prezzo della benzina e'sceso di molto . 1.14 franchi al litro qui a Bienne bel cantone di Berna..a 30 km dalla capitale.. lo stato italuano ruba kegalmente miliardi al giorno agli italiani..ma non c'e per caso un buco nero li a Roma..????. Io sono italiano .di taranto ma lavoro da molti anni qui . Un salario medio in italia 1500 euros. Prezzo benzina : 1.30 euro . Salario nedio svizzero 4500 fr. Prezzo benzina .. 1.14 franchi. Pazzesco. Bella differenza.
  • william cardone 2 anni fa
    Per fortuna che il governo del cazzaro ha abbassato le tasse.
  • Giuseppe Imbalzano 2 anni fa
    Il rapporto medio euro dollaro era 1,34 nel dicembre 2008 oggi è al di sotto di 1,10 la debolezza dell'euro è concausa della differenza di costo della benzina i 24 cent di differenza fanno poco meno del 20 di svalutazione tra le due monete nel frattempo sono aumentate le accise e i costi di produzione la differenza, se potessimo scontare la svalutazione, è di circa 10 centesimi o poco meno il costo effettivo alla pompa, nella maggior parte dei distributori, è comunque inferiore a 1,45 euro al litro
  • loris cusano 2 anni fa
    E di cosa ci meravigliamo? dell'eterno comparaggio tra i petrolieri ed i vari governi. Più aumenta la benzina e più si carica di tasse. Più si incassa e più si "fanno" opere pubbliche. Più si "fanno" opere pubbliche e più si ruba. Facile, no?
  • franco de vincentis Utente certificato 2 anni fa
    non x niente si dice governo ladro,questa frase e' sempre valida da 60 anni fino a oggi,quindi la benzina sara' sempre la nostra croce.
  • antonio censori Utente certificato 2 anni fa
    lasciateli mangiare questi zozzoni...tanto pure a loro tocca vedersela con la morte...ed allora li sono cazzi per questi infami....
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 2 anni fa
    Evidentemente la detassazione della benzina non rientra nel piano di "abbattimento" delle tasse del governo. E poi vogliamo far morire di fame i poveri petrolieri?
  • Noè SulVortice Utente certificato 2 anni fa
    La benzina costa ancora troppo poco, troppo poco. Aumentiamo il prezzo della benzina così la smettiamo di girare a vanvera. Sgravi per chi ci lavora e bastonate a chi fa il furbo truffando.
    • Luca P. Utente certificato 2 anni fa
      Quoto, il gasolio dovrebbe avere 2 prezzi: uno più alto per le persone fisiche e l'altro molto più basso per le società, aziende e professionisti che lavorano sul campo.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus