Onestà per il Veneto con Jacopo Berti Presidente

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.



"Il MoVimento 5 Stelle sbarca al Mose. L'opera che avrebbe dovuto salvare Venezia dalle acque (alte) è diventata invece per tutto il mondo simbolo della corruzione italica. Con più di un miliardo di euro in tangenti, 35 arresti, più di 100 indagati, questa opera costa 6 miliardi e molti sono ancora i dubbi sulla sua utilità e reale efficacia. Il Mose è l'esempio massimo della corruzione bipartisan, il "delitto perfetto" ai danni dei cittadini, architettato da destra e sinistra tutti insieme appassionatamente: il sindaco Orsoni a braccetto con il governatore Galan, l'Assessore Chisso con il consigliere regionale capogruppo PD Marchese. E Zaia a fare il pesce in barile.

VIDEO La posizione del M5S sul Mose

18 parlamentari, insieme al candidato Presidente della Regione Veneto Jacopo Berti e il candidato sindaco di Venezia Davide Scano, arrivano per pretendere quello che ormai da troppi anni non si trova nella politica veneta e veneziana: L'ONESTA'." Jacopo Berti, candidato Presidente M5S Veneto

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • ernesto ercoli 2 anni fa
    ... non vi ho votato perché pensavo foste come la Lega nord. Alle prossime elezioni 1 voto lo avrete ad occhi chiusi. Con l'augurio che non ci sia solo il mio
  • Gori Insinga Massimo 2 anni fa
    sono un vostro sostenitore,vorrei chiedervi se potete promettere a noi cittadini ,se alle elezioni future riuscireste ad avere la maggioranza assoluta,fare una legge che toglie vitalizzi e privilegi ai politici in carica e non,ma retroattiva di 10 anni come fanno con noi cittadini quando si inventano leggi a loro favore che ci tassano con nuove e patetiche manovre fiscali massacrandoci e impoverendoci sempre di più.....grazie
    • lepor 2 anni fa
      io i vitalizi non li toglierei, però farei pagare una tassa a chi li percepisce pari al doppio del vitalizio.
  • alvise fossa 2 anni fa
    AVANTI COSI' 5 STELLE VENETO
  • Anna Rita Gentilin 2 anni fa
    Sul sito donnamanagerdinapoli.com ho visto una notizia che non ho molto apprezzato. Spero non sia vera. Potete farmi chiarezza per favore? Sembra che stia passando una legge sulla formazione politica dei partiti per la quale il M5S non potrebbe più candidarsi alle prossime elezioni.
  • leopoldo cerantola 2 anni fa
    Voglio segnalare che mancano manifesti elettorali di Jacopo Berti in diversi comuni veneti naturalmente,la mia cassetta delle lettere sta letteralmente vomitando pubblicità di partiti e liste civetta,aiutooo......WM5*****
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 2 anni fa
    perché in germania il costo chilometrico delle autostrade è un quinto rispetto a quello italiano ? Perché la sanità in veneto costa la metà ed è molto più efficiente di quella del sud e perché il materiale di consumo sanitario al sud costa alle strutture sanitarie il triplo che al nord ? Ma si fanno indagini in Italia o no ? La magistratura in 30 anni cosa ha fatto se non dormire ? E' utile o dannosa l'autonomia locale sfociata in anarchia e fucina di corruttele e tangenti ?
    • Felicia Sannazzaro 2 anni fa
      Oltre al Veneto c'è il Sud, ovvio! Ma provo a risponderti... Che la sanità in Veneto costi la metà rispetto al Sud non saprei dirlo, quanto all'efficienza si muore di "sanità" in tutto il mondo, ma secondo i dati.istat.it in Puglia si muore molto meno che in Veneto. Il materiale di consumo sanitario al Sud costa alle strutture sanitarie il triplo che al Nord (fonte?)forse perchè il Sud compra il materiale alle fabbriche del Nord? Quindi paga le tasse al Nord che a sua volta offre agevolazioni alle aziende sanitarie italiane, ma per motivi sconosciuti vanno sempre a quelle del Nord?
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 2 anni fa
    occorre ricostruire il tessuto politico economico del paese eliminando i partiti e le imprese che vivono con la politica. Ridare rappresentanza al popolo e non alle sole lobbies. Una volta la concorrenza premiava le imprese serie e innovative che crescevano e diventavano grandi. La corruttela ed il clientelismo ha eliminato questa crescita naturale che eliminava quelle inefficienti e criminali a vantaggio delle altre. Con l'attuale sistema è successo l'esatto contrario: sono uscite dal mercato le imprese sane e sono andate avanti, grazie alla corruzione ed alle banche quelle criminali e che corrompono.
  • franco maltese 2 anni fa
    Io non ho capito la notizia di assumere 2.500 nuove leve delle forze dell'ordine senza includere neanche poche decine di unità da destinare alla Polizia Penitenziaria. Perchè affidare i carabinieri nei tribunali quando potrebbe andare la Polizia penitenziaria. Vogliamo trovare i fondi o le risorse? 1)Videoconferenza estesa a tutti i detenuti. L'effetto sarebbe di un risparmio di benzina, uomini e mezzi. Stessa modalità per chi si trova agli aa.dd. con o senza braccialetto elettronico. 2)Contrastare la vera criminalità .Oggi arrestano per reati che forse potremmo depenalizzare visto che c'e' gente libera ha rubato milioni di euro. Ma non voglio andare oltre perché non basterebbe un giorno.
  • ROBERTO SCANNAPIECO Utente certificato 2 anni fa
    PARLIAMO DI TANGENTI MA IL DANNO MAGGIORE E' IL MAGGIOR GUADAGNO DELLE IMPRESE CHE CORROMPONO. Sicuramente chi paga un miliardo di euro di tangenti ne vuole guadagnare almeno tre volte di più di quello che paga come tangente. Le tangenti eliminano le imprese sane dal mercato ed eliminano la concorrenza che promuove le aziende più efficienti favorendo invece quelle criminali, lasciando solo queste ultime sul mercato. La politica italiana è stata la nostra rovina. E' quella che assieme ai banchieri ha sempre sostenuto che per una maggior garanzia ed un risparmio dei costi dovuti alle maggiori dimensioni ed anche per un maggior controllo sull'economia era meglio avere poche e grandi imprese che tante e medio piccole. La verità nascosta era un'altra. Le piccole e medie imprese non pagano come le grandi e non è possibile ficcarci amici e parenti dentro. Si fanno maggiori affari con le grandi. Il problema poi è che non si rinnova più il mercato ristretto a poche imprese, sempre le stesse, appoggiate dalla politica, anche se non sono efficienti. SENZA CONCORRENZA E SENZA OPPORTUNIT' DI CRESCITA L'ECONOMIA MUORE ED INOLTRE LA RICCHEZZA SI DISTRIBUISCE MALE CONCENTRATA NELLE MANI DI SEMPRE MENO PERSONE.
  • anna luisa di profio 2 anni fa
    cresce ogni giorno la mia ammirazione per i parlamentari del M5S in particolare Di Maio e Di Battista. auguro con tutto il cuore che tantisima gente impari a fare altrettanto perchè il lavoro e l'impegno di queste persone non si era mai visto prima in Italia! Ho 64 anni e sicuramente molti ricordi poco piacevoli della politica tutta!
  • il grillino 2 anni fa
    i miliardi della TAV? meglio impiegarli in piste ciclabili.
  • Pimazzoni Mario 2 anni fa
    BRAVI BERTI E DI MAIO IERI SERA A BALLARÒ,SEMPRE CONCRETI E PRECISI NELLE RISPOSTE.IN ALTO I CUORIIIII
  • Gian A Utente certificato 2 anni fa
    Mi chiedo come mai tutte queste grandi opere, mose expo tav terzovalico ecc., sono state spacciate per strategiche e per indispensabili al rilancio dell'economia, all'occupazione, per il futuro del paese, e invece i dati economici, tutti, smentiscono le "goffe" scuse per defraudare soldi e territorio agli italiani. L'occupazione è ormai nell'oblio, altro che grandi opere che avrebbero visto assunzioni a gogo. Rilancio dell'economia, forse degli appaltatori e di chi ha voluto queste porcate, ma a noi... Futuro, lo hanno cancellato...
  • bruna pornaro Utente certificato 2 anni fa
    lo schifo di politici che negli anni ci hanno governato qui a Venezia hanno ridotto la mia bellissima città in un ammasso di immondizia, sprechi e cemento, io il mose l'ho visto abbastanza da vicino (ero in barca) e fa paura e rabbia, l'unica cosa che sanno fare compreso il commissario Zappalorto è aumentare le tariffe e tassarci sempre di più, loro hanno mangiato, mangiano e forse continueranno a mangiare perché la stragrande maggioranza dei veneziani non capisce un c...o
  • Giusy Romano Utente certificato 2 anni fa
    Ieri sera a “dimartedì” ho sentito la De Micheli dire un sacco di bugie, ricordo che la malafede è una delle due possibilità che ci sono date dal libero arbitrio. Questi mentitori se la cavano perché i conduttori televisivi sono ignoranti e spesso ruffiani. Ho segnalato sulla pagina FB della De Micheli questo commento e ho visto il messaggio cancellato, oltre che essere stata sospesa da FB per spam.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus