Oxfam: ricchi sempre più ricchi, poveri sempre più poveri

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


articolo tratto da Radio24

La ricchezza paga, il lavoro no. È la conclusione alla quale arrivano i dati raccolti dalla ong Oxfam che, in occasione di Davos, presenta ai grandi della terra il suo rapporto sulle diseguglianze. Nel 2017 a livello globale è stato un forte incremento della ricchezza prodotta, il pil mondiale è salito. Tuttavia non stiamo tutti un po' meglio perché la ricchezza prodotta non è stata distribuita equamente.

L'1% più ricco della popolazione mondiale continua a possedere quando il restante 99%. Nemmeno un centesimo, invece, è finito alla metà più povera del pianeta, che conta 3,7 miliardi di persone ''Ricompensare il lavoro, non la ricchezza'', è il titolo del report che utilizza i dati elaborati dal Credit Suisse tenendo conto di nuove informazioni che arrivano sui nuovi ricchi di Russia, Cina e India. Anche in Italia la ricchezza è sempre piu' concentrata in poche mani. A metà 2017 il 20% più ricco degli italiani deteneva oltre il 66% della ricchezza nazionale netta. Così nel 2016 - gli ultimi dati confrontabili disponibili - l'Italia occupava la ventesima posizione su 28 paesi Ue per la disuguaglianza di reddito disponibile.

Ma è il lavoro a non rendere più. Secondo il rapporto i salari non hanno mantenuto il passo con la produttività e il lavoro vale sempre meno: con il rischio di un avvitamento dovuto al ricorso al credito non garantito, come è accaduto nella crisi del 2008. Ma il divario è anche tra manager e dipendenti: basta un giorno da amministratore delegato in Usa per guadagnare quanto un lavoratore della stessa compagnia in un solo anno. In Bangladesh dove il top manager di una delle prime cinque compagnie dell'abbigliamento guadagna in 4 giorni quanto una sua lavoratrice in una intera vita. Proprio per questo, tra le proposte di Oxfam, c'è quella di porre un tetto ai superstipendi dei top manager per impedire che il divario superi il rapporto 20 a 1.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • luigi dentico ieri
    Dire che è una cosa vergognosa è certo un semplice eufemismo. Ma si può fare qualcosa? Purtroppo no, perché chi ha "paga" chi dovrebbe costringerlo a ragionare. Quindi nulla si può fare. Se DIO esistesse dovrebbe essere Lui a provvedere ma questo non succede. E allora? Rassegnarci? No cerchiamo di far capire a questi presuntuosi che se loro sono ricchi e solo perché "gli schiavi" glielo consentono e non perché loro sono dei superMAN. Provate ad assaggiare cosè la "VERGOGNA"
  • Patrizio 2 giorni fa
    Contraltare a Davos/Oxfam: Oxfam, Soros e le ONG https://www.rischiocalcolato.it/2016/05/la-farsa- senza-fine-ovvero-leuropa-finanzia-insieme-soros- linvasione-atto.html
  • fabio S. Utente certificato 2 giorni fa
    che la ricchezza aumenti e vada verso solo i già ricchi, è normale....è da sempre che è cosi'.... è il vero grande peccato originale dell'essere umano...il più feroce e devastante dei difetti dell'uomo...."l'avidità"....come sinonimo di benessere...... in realtà, nel corso delle vite di tutti, ti imbatti in famiglie ricchissime, con gli stessi problemi di quelle più povere......segno che i soldi , nella vita, servono, ma non ha tutto...... ci sono cose più importanti del danaro.... ma la mente umana, per la percentuale di cervello che riesce a sfruttare, non riesce a comprenderne le differenze..... li vedi arricchirsi, anno dopo anno, nuovi terreni, nuove macchine, nuove fabbriche, e gli stessi problemi di tutti...... li vedi ostentare i valori ottenuti, ma molto spesso, a discapito di altri, e in malomodo...... diceva bene Fiorello in una trasmissione di qualche anno fa...... "ci sono i ricchi veri, e poi ci sono gli arricchiti".......e molto spesso, quest'ultimi, sono persone ben peggiori di quelle più povere..... i soldi , nella maggior parte dei casi, non significano nulla....non possono determinare un giudizio su una persona, le ricchezze c'e' modo e modo di accumularle...... un Mondo senza i soldi è impensabile.....ma un Mondo più equo ed accessibile a tutti, è quello che mi piacerebbe vedere......
  • Sito 2 giorni fa
    LA CINA COME L'INDIA E TANTI ALTRI PAESI ANNO INCREMENTATO IL PIL PRODOTTO INTERNO LORDO PERCHE ESPORTANO PIU'DELL'IMPORTAZIONE E NEGLI ULTIMI 30 ANNI SONO DIVENTATI I PAESI PIU' PROLIFERI A DIFFERENZA DI NOI ITALIA EUROPA AMERICA CHE NEGLI ULTIMI 30 ANNI SIAMO ANDATI SEMPRE CINA.....DIPENDENDENTE IMPORTIOAMO ESAGGERATAMENTE TUTTO VESTITI SCARPE TESSUTI GENERI ALIMENTARI CHIUDENDO DI CONSEGUENZA SOCIETA' IMPRESE CON TANTI POSTI DI LAVORO ANDATI ALL'ARIA E POI SENTO LE OFFERTE PER LA VENDITA DI ALITALIA DI 300 MILIONI MA ALLORA PERCHE NON LA ACQUISISCE LO STATO ITALIANO???.....
  • bruno fiocca 2 giorni fa
    Ormai sono preoccupati anche i ricchi. Non riescono più a controllare questa situazione, è un problema di fondazioni e gruppi di investimento basati sul profitto a ogni costo. Il mondo deve istituire un reddito di esistenza prima che sia troppo tardi.
  • max 2 giorni fa
    Ridurre il divario mostruoso tra ricchi e poveri è cosa buona e giusta. Forza 5stelle, unica speranza in questo paese.
  • Giampaolo M5S Utente certificato 2 giorni fa
    Tra tasse, disoccupazione, lavori precari e pagati poco la classe media è scomparsa, il mondo è composto dai ricchi e da quelli che si arrangiano e tirano la cinghia per risparmiare, bello schifo.
  • Testa Florinda 2 giorni fa
    La mia opinione contro quella di gentiloni:Lui dice che il M5S non vincerà! Invece io penso e ne sono certa che VINCERA'!
  • Roberto Caforio 2 giorni fa
    Fintanto che il danaro in qualunque forma non sarà abolito assieme al concetto di lucro e profitto le diseguaglianze e l'ingiustizia saranno sempre più marcate, poiché chi crea dal nulla, gestisce o lucra sul danaro avrà nelle sue MANI il potere.... la gente proprio non vuole capirlo !!!
  • mario genovesi 3 giorni fa
    Senza una classe media affluente non esiste mercato interno, inoltre la mancanza di mezzi impedisce alla forza lavoro di qualificarsi ed avere le risorse materiali per produrre. La casse dello stato restano vuote e gli investimenti scompaiono. Inoltre la democrazia parlamentare perde significato sostituita da conflitti tra bande di clientes dei potentati. A questo punto per evitare allo stato di soccombere sotto le minacce esterne si deve riconfigurare come un regime autoritario, militarista, razzista e giustizialista.
    • Anna M. 2 giorni fa
      È già così, ma alla rovescia di come lo vorresti tu. dammi retta, la democrazia ci conviene. Lascia perdere le dittature, che stanno fottendo bellamente tutti i nostri diritti. Chi dispoticamente comanda, non è detto che poi faccia il tuo interesse... come sta avvenendo ora, per altro!
  • Danilo Ragonesi 3 giorni fa
    Tutto ok, i 20 punti sono un grande obbiettivo !! Un punto non è stato evidenziato : il problema dei vaccini, Di Maio ha detto che saranno obbligatori 5 vaccini e altri facoltativi,e renderli eventualmente obbligatori in caso di epidemie, ma è come mettere la cintura di di sicurezza dopo aver avuto un incidente stradale! con queste posizioni , penso, che si perderanno voti importanti, ..che ne dite di ripensarci a riguardo? Grazie per la discussione Cordialmente Danilo Ragonesi
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus