Quando l'acqua torna nelle mani dei cittadini

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


di Andrea Liberati, portavoce M5S Umbria

Dopo decenni, le aree umbre da cui sgorga la nota acqua Rocchetta tornano giudizialmente alle comunità locali. Finora quei terreni infatti erano abusivamente nelle mani del Comune di Gualdo Tadino, appezzamenti svenduti agli imbottigliatori in cambio di niente, mentre i nostri giovani emigrano: infatti, in quattro lustri di canoni, Gualdo Tadino ha incassato nemmeno 1.000 euro/anno contro i circa 50.000.000 di euro/anno che il gruppo Rocchetta spende in pubblicità. Ora, spazzato via il Comune e tornati proprietari i cittadini attraverso la Comunanza Agraria, sarà la multinazionale a fare tanta 'plin plin'. Ma proprio tanta!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus