Un'onesta in Regione ha illuminato i ladri

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


Quando illumini un ladro, quel ladro non ruba più.

di Stefano Buffagni e Dario Violi, M5S Lombardia

"Regione Lombardia è di nuovo avvolta dagli scandali, dopo Formigoni anche Maroni si fa trovare con le mani nella marmellata.
Questo scandalo è nato grazie a una persona onesta all’interno delle istituzioni che facendo il suo lavoro ha verificato le irregolarità, ha approfondito, ed ha fatto le dovute denunce; la stessa situazione che avevamo già raccontato all’interno di Ferrovie Nord Milano, società quotata nella quale un dipendente onesto aveva denunciato le irregolarità.

Giovanna Ceribelli, il Dottore Commercialista, Revisore dei conti e membro del Collegio Sindacale dell’Azienda Ospedaliera che ha scoperchiato l’ultimo scandalo in sanità ci racconta come sono andate le cose:
"Tutto è partito da verifiche fatte all’interno dell’Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate in qualità di membro del collegio sindacale: essendo esperta di gare d’appalto ho verificato alcune criticità che hanno poi portato alle segnalazioni all’autorità giudiziaria
Il sistema pubblico è ormai asservito al sistema privato. Questo è uno dei casi emblematici del sistema e del servizio sanitario nazionale.
Per evitare che in futuro si verifichino casi arbitrari occorre che nei collegi sindacali si svolgano controlli approfonditi, in particolar modo sulle gare d’appalto perché è lì che il sistema sanitario perde, lungo il percorso, sia in qualità che in mezzi.
Avevo verificato questa gara in un’altra azienda ospedaliera dove però ero ormai a scadenza di mandato, per cui non ho potuto approfondire immediatamente.
Arrivata nel nuovo Ospedale ho riscontrato alcune criticità riconducibili a due società che partecipavano alle gare ma non erano estranee tra loro. Una si ritirava appositamente lasciando vincere le gare all’altra. Era un sistema che avevo già visto e segnalato. Con vari approfondimenti ho scoperto che queste due ditte non solo lavoravano insieme, in associazione, ma addirittura avevano quote di partecipazione nelle medesime società.
Da ulteriori approfondimenti mancava addirittura mezzo milione di Euro mai pagato dalla società aggiudicatrice degli appalti all’Azienda Ospedaliera: è partito quindi il controllo a tappeto su tutta la gara e lo sbocco naturale non poteva che essere la Corte dei Conti e la Procura. “

Dalla testimonianza di Giovanna abbiamo visto cosa vuole dire avere delle persone che controllano all’interno delle strutture pubbliche, che garantiscano legalità in modo che i soldi dei cittadini siano spesi bene. E' dovere della politica nominare persone oneste che possano evitare questi scandali, anticiparli e controllare nel modo corretto; è altrettanto dovere della politica proteggere queste persone da un sistema che cercherà in tutti i modi di escluderli dopo che grazie al loro lavoro è stata fatta luce su scandali e tangenti a cui i partiti oramai ci hanno abituati."

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • FABRIZIO P. Utente certificato 1 anno fa
    franzoso ..messo all angolo dala lega nord ...la signora con le palle d acciaio !!!!
  • Aldo Masotti Utente certificato 1 anno fa
    Abolire le regioni come centri di gestione e spesa potrebbe non essere la soluzione: potremmo avere una media fra la sanita' del nord e quella del sud . Io abito al nord e il ssn funziona accettabilmente . Il problema e imporre regole di controllo ( con leggi dello stato ) che funzionino e centri di acquisto integrati .
  • Roberto . Utente certificato 1 anno fa
    Basta aprire qualsiasi giornale per renderci conto che il sistema politico,giudiziario ed economico non funziona. Ho definito che "il pesce puzza dalla testa alla coda a tutti i livelli". La stessa unione europea è una burla sopratutto con la sceneggiata posta in essere da Cameron.
  • Pietro Rotai 1 anno fa
    Ringrazio Giovanna Ciribelli che ha svolto il suo incarico con onestà e competenza. Chiedo: e gli altri Revisori dei Conti dov'erano? Attenti a non capire ed a non vedere niente di anomalo? Nel 1994 ero membro di Commissione in una gara d'appalto per l'esecuzione di lavori per una importante azienda del Paese. L'impresa che offrì il 60% (sessanta/00) di ribasso sul prezzo posto a base di gara si aggiudicò l'appalto. Protestai trovando l'offerta anomala per eccesso di ribasso ma, sia il Presidente che gli altri membri della Commissione, dissero che l'offerta era congrua e non contraria alla normativa. Certo, potevo andare contro il parere della Commissione apponendo nota a verbale, ma non avrei certo potuto cambiare alcunché. Quei lavori non furono mai portati a termine e il contratto fu risolto.
  • come al solito 1 anno fa
    se la sanità in lombardia va bene e rubano mentre in altre regioni va male e non rubano tutto fa pensare alla pagliuzza e la trave... roba da comunisti insomma!
  • antonio 1 anno fa
    Fa piacere leggere che qualche persona onesta esiste ancora sulla terra. Mi auguro che altri seguano l'esempio. Grazie a tutti gli onesti che si metteranno in gioco per amore della legalità,della giustizia e della correttezza politica.
  • antonio 1 anno fa
    Quanti scandali dovremo leggere prima che si prendano provvedimenti seri,uno tra tutti: ABOLIZIONE DELLE REGIONI.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Gli scandali nella sanita', da nord a sud, non si contano piu', quelli scoperti da magistratura e polizia, al netto di quelli ancora coperti. Cosa si aspetta a sottrarre la competenza per la sanita' alle regioni? Si e' visto che il decentramento serve solo ad aumentare i centri di spesa, quindi i costi e le possibilita' di ruberie. Meglio fare marcia indietro e riportare la sanita' all'interno dell'apposito Ministero. Piu' in generale il funzionamento delle regioni da quando sono state riformate dimostra il fallimento di quella riforma costituzionale voluta dal centrosinistra. E' urgente una profonda riflessione sull'intera materia degli enti locali. Non sarebbe male potenziare le competenze dei Comuni, abolire sul serio le Province e passare le loro competenze alle Regioni che diverrebbero semplici organi di coordinamento con limitatisime capacita' di spesa. E pazienza se bisognera' abolire il pomposo e costoso titolo di governatore. Giacche' ci si mette, andranno riesaminati, sfoltiti o abrogati i privilegi di cui godono le regioni a statuto speciale qualora siano venute meno le esigenze per cui furono istituite.
  • barlafuss 1 anno fa
    Bene benissimo, questa figura merita rispetto e anche un riconoscimento magari economico. Nel far west mettevano le taglie sui farabutti delinquenziali, dead or alive. Mettiamo le taglie anche su questi odierni farabutti e vediamo l'effetto che fa. Intanto però anche i capi, governatori, ministri o sindaci che siano devono essere licenziati perché se non sanno cosa gli succede intorno o sono collusi o sono idioti. Perlopiù sono anch'essi farabutti. Forza, stato inefficace, applica le leggi che hai nel cassetto ! ! !
  • Alessandro P. Utente certificato 1 anno fa
    In Italia ci sono 150000 revisori contabili eppure a fronte di parecchie denunce e numerosi arresti finisce sempre a tarallucci e vino nel giro di due mesi. Quando illumini un ladro, quel ladro ci vede meglio: finché non lo catturi o lo sopprimi egli continua a seguire la sua natura di ladro e ruba. Finché le condanne rimangono simboliche non esiste alcun motivo razionale per smettere di rubare anche se esistono cittadini onesti che denunciano: forse dopo la democrazia diretta ci vorrebbe più giustizia diretta perché torce e forconi spaventano i criminali più di tutti i magistrati e militari messi insieme.
    • paolo c. Utente certificato 1 anno fa
      Beh che ci siano ladri è davvero un bel problema.. ma spesso quei ladri non lo sono diventati dalla sera alla mattina..... proveri a vedere il problema da un altro punto di vista.... si perchè spesso in certi incarichi dove si decide..... vengono messi proprio i ladri ben sapendo che sono ladri..., compiacenti..., adattabili a qualsiasi compromesso....., quindi spesso i ladri sono solo i pesci piccoli..., pagati con la refurtiva.... per coprire i pesci grossi...., sono quelli i nemici del paese..., dei cittadini... dei lavoratori...., dei pensionati... ecc. ecc........
    • mic. 1 anno fa
      infatti quando il M5S sarà al governo, non sarebbe male inasprire le pene per la corruzione. Ma inasprirle sul serio
  • umb.vas 1 anno fa
    e la agenda l onesto deel giorno? questa signora la merita tutta come quella del pd che l hanno cacciata perché voleva tagliare i compensi grazie signore noi 5s vi amiamo perché noi si e cosi
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus