Aerei da guerra italiani per Israele

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
aereiguerra.jpg

“È inconcepibile che l’Italia sia il primo paese dell’Unione Europea esportatore di armi da guerra verso i paesi attualmente in conflitto in Medio Oriente. Ho presentato un’interrogazione di estrema importanza, per sottolineare la reiterata e perseguita violazione dell’articolo 11 della Costituzione. Nei giorni scorsi, nel pieno del conflitto armato israelo-palestinese, è avvenuta la consegna ad Israele di due aerei da guerra Aermacchi M-346. Oltretutto l’azienda italiana ha, con una nota, subito espresso la propria soddisfazione per l’avvenuta consegna dei jet in tempi record. Attendiamo ancora dei chiarimenti dal Ministro della Difesa, e dagli altri ministri competenti, che hanno permesso la consegna di aerei da guerra a paesi attualmente in aperto conflitto armato. Il bollettino di guerra, con più di 600 morti ha ormai raggiunto soglie paragonabili a quelle dei grandi conflitti della storia. I bombardamenti, provenienti prevalentemente da e verso la Striscia di Gaza, si susseguono, in modo praticamente ininterrotto, da più di due settimane e la situazione ha già raggiunto dimensioni sociali insostenibili”.
Vincenzo Maurizio Santangelo, M5S Senato

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus