Il Pd ha votato per mantenere i vitalizi ai politici

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.



"Il Governo Pd ha dichiarato in televisione che i vitalizi sono un privilegio insopportabile. Le bugie vanno smascherate pubblicamente: appena due mesi fa il Pd ha votato contro la proposta del M5S di abolire i vitalizi! Ogni volta che si tratta di vessare i cittadini non si fanno scrupoli, se invece si parla di toccare i loro privilegi parlano di diritti acquisiti: allora abbiamo presentato delle proposte emendative contro i vitalizi nel ddl di riforma della Costituzione, la sede legislativa idonea ad adottare una soluzione definitiva ed efficace per cancellare questo scandalo. Il Pd ha respinto i nostri emendamenti perché tutela la casta. Le bugie hanno le gambe corte!" Riccardo Fraccaro, portavoce M5S Camera

Scarica, stampa e diffondi la lettera da mandare all'INPS per chiedere il rimborso integrale della tua pensione
rimborso_integrale.jpg

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • NICOLA CATONE 2 anni fa
    Ma tanto ne parliamo ma niente facciamo. Non è possibile raccogliere firme per indire un referendum per l'abolizione dei Vitalizi e per fissare un tetto alle spettanze dei politi, a tutti i livelli? Sono sicuro che queste firme verranno raccolte nel giro di qualche ora.
  • mario posadinu 2 anni fa
    Siamo il paese più corrotto d'Europa,con la classe politica più corrotta d'Europa e con la burocrazia che blocca tutto.Io sono SARDO, e la Sardegna è storicamente una regione di migranti.Negli ultimi due anni una intera generazione ha abbandonato il mio paese per cercare fortuna all'estero,ragazzi che avrebbero potuto campare a casa loro,vicini alle proprie famiglie e ai loro cari.Ma in questo paese di merda le nuove generazioni non anno futuro.
  • giovanni de simone 2 anni fa
    Spero che i cittadini abbiano finalmente capito quando si parla di vitalizzi. Non esiste al mondo, credo, una casta di politici parassitaria come la nostra. Pensano a difendere solo i loro privilegi. Questo è un furto legalizzato ai cittadini italiani.
  • PAOLO F. Utente certificato 2 anni fa
    chiedo se non sia possibile organizzare un referendum abrogativo dei vitalizi
  • patrizia bigliotto 2 anni fa
    Perché non indire un referendum per abrogare TUTTI I VITALIZI ESISTENTI? Patrizia
  • Gian A Utente certificato 2 anni fa
    Ribadisco chi è l'elettore del pd: uno che non paga tasse o ha un interesse particolare da difendere.
  • Amedeo 2 anni fa
    I fannulloni e gli arroganti, escono tutti da quel partito e in futuro sarà sempre peggio.
  • Carlo B. Utente certificato 2 anni fa
    Non mi stupisce che questi cialtroni abbiano ancora una volta mentito, mi stupisce piuttosto che c'è gente che abbia creduto alle loro menzogne.
  • floriana 2 anni fa
    come al solito predica bene e razzola male! V E R G O G N A PD!
  • alvise fossa 2 anni fa
    IL PD DEVE ANDARE TUTTO A CASA
  • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
    succedeva forse ancora oggi accade anche nell'Esercito Italiano i graduati andavano in pensione pochi giorni dopo esser stati promossi di grado per ottenere più denaro. Di privilegi e furbate l'Italia è strapiena tanto da scoppiare.
    • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
      quindi necessita l'applicazione della Carta Costituzionale in tutto e per tutto per riportare alla vita normale l'Italia e gli italiani.
    • Tiziano M. Utente certificato 2 anni fa
      E fino qui niente di nuovo. Quindi?
  • antonello c. Utente certificato 2 anni fa
    Il vitalizio che affama il popolo é una piaga ItaGliana Ogni giudice, oltre ai 416mila euro di stipendio, ha diritto a una segreteria di tre persone oltre a tre assistenti di studio, in gran parte affermati professori universitari o magistrati esperti di diritto incaricati di allestire i fascicoli o delle ricerche d'archivio, che, oltre allo stipendio che continuano a percepire dall'amministrazione di provenienza, riscuotono un'indennità di 33mila 690 euro all'anno. Ma oltre allo staff, il giudice può contare sull'alloggio (2-3 stanze con bagno e angolo cottura) al quinto piano del palazzo della Consulta o nel vicino palazzo di via della Cordonata. E poi carta di libera circolazione sulle ferrovie, rimborso dei viaggi aerei e dei taxi, una tessera Viacard e un telepass per circolare in autostrada. E poi cellulare, computer, telefax e telefono gratis anche nell'abitazione privata. Ha diritto a tutti gli spostamenti con l'auto di servizio e due autisti sempre a disposizione. Privilegi che in gran parte vengono conservati anche dopo il pensionamento, vita natural durante. Il meccanismo è molto semplice e ben collaudato. Infatti una volta nominato giudice della Consulta, non rimane altro che aspettare il proprio turno di presidenza per fare il "gran botto". Prima di raggiungere il limite di età, ogni giudice che approda alla Consulta ha circa nove anni di tempo per essere nominato presidente; e, a giudicare dal ritmo con cui si susseguono i presidenti dell'Alta corte è scontato che prima o poi per tutti i 15 membri arrivi la tanto agognata poltrona dorata. La "promozione" a presidente infatti non avviene per particolari meriti. Ma solo ed esclusivamente sulla base dell'anzianità anagrafica. Ecco perché il presidente della Consulta rimane in carica solo poche settimane, qualche mese o un anno al massimo; giusto il tempo per maturare gli ambitissimi privilegi e poi lascia il posto al collega che lo segue.
  • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
    ovvio che son contrari! Perchè un ladro approverebbe mai una legge per finire in galera?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus