Il falso mito della vivisezione utile alla scienza

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

vivisezione_mito.jpg

>>> Il messaggio di fine anno 2013 di Beppe Grillo sarà trasmesso sul blog alle ore 20.30 di martedì 31 dicembre. Non perdere questo appuntamento! Iscriviti all'evento Facebook e invita parenti e amici.

"Il Comitato Scientifico Equivita esprime profondo rammarico per gli insulti giunti alla studentessa Caterina, che aveva difeso i test su animali, da parte di persone inqualificabili, che sono state definite “animaliste” ma di certo non lo erano, in quanto prive di rispetto per il prossimo e per la sofferenza altrui. Equivita esprime inoltre uguale rammarico e stupore nel constatare che decine di anni da noi impiegati nell’informazione dell’opinione pubblica sembrerebbero non avere lasciato traccia, a giudicare dai commenti dei quotidiani, che scrivono “si deve trovare un compromesso tra i due fronti opposti degli animalisti e degli scienziati”.
L’errore più grave che si possa fare è quello di parlare di un conflitto tra i diritti della scienza e quelli degli animali. L’unico conflitto esistente è quello tra una ricerca non-scientifica perché basata su di un presupposto errato (che vede nelle prove su di una specie indicazioni utili per un’altra specie) e una ricerca ben più aggiornata e avanzata, che le straordinarie nuove conquiste della scienza (nella genetica, nella biologia, nell’informatica, nella chimica, ecc) ci permettono di utilizzare. E' necessario capire che siamo fortunati perché sia il rispetto dei diritti degli animali, sia il progresso scientifico, tanto necessario per sconfiggere le gravi patologie come quella di Caterina, vanno nella stessa direzione: il superamento dei test su animali.
Il cambiamento epocale annunciato negli USA dall’Accademia Nazionale delle Scienze con il documento “Toxicity testing in the 21st Century” (i test di tossicologia rappresentano, ricordiamo, il 75% delle prove su animali) metterà da parte, in quanto non predittivi per la nostra specie, gli animali da laboratorio, sostituendoli con la ricerca in vitro su cellule e tessuti umani. Infatti ogni specie può essere modello soltanto di se stessa. Tale ricerca oltre a ridurre i costi, fornisce risposte assai più predittive, complete e veloci.
La rivoluzione annunciata nella ricerca tossicologica è già in corso negli USA dal 2007, con un importante programma federale di tossicologia cellulare… Questo avviene mentre l’Europa continua ad abbarbicarsi ai vecchi e inutili test su animali, non tutelando a dovere la nostra salute e tanto meno l’ambiente (che urge invece tutelare perchè l’inquinamento chimico è causa del pauroso aumento di tumori, in particolare nei bambini, di malattie neurodegenerative, di malformazioni, sterilità, e altro ancora). Herman Koeter, già direttore dell’EFSA ha scritto: “Le nuove tecnologie generano una mole di conoscenza mai raggiunta né individuata. L’uso degli animali diverrà obsoleto in un futuro assai vicino” (comunicato stampa conclusivo, 7° Congresso mondiale sulla Sperimentazione animale, Roma 01.09.2009). Usare le prove su animali, disponendo oggi di metodi di valutazione di gran lunga più affidabili, significa sperperare immense risorse, causare sofferenze inutili e un ritardo irrecuperabile nella ricerca.
Quanto abbiamo qui riportato è stato comprovato da studi sempre più numerosi pubblicati dalle massime riviste scientifiche del mondo (Nature, Science, Scientific American, Lancet, British Medical Journal, ecc.). Uno per tutti, ecco un recente articolo del New York Times che riporta un estratto degli atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze(PNAS). Il pezzo riguarda uno studio, durato 10 anni, con il quale gli scienziati hanno dimostrato che l’avere usato i topi per la ricerca su tre patologie molto diffuse: sepsi, traumi e ustioni, li ha portati del tutto fuori strada nelle conclusioni raggiunte ... e ha fatto produrre 150 farmaci inutili." Fabrizia Pratesi de Ferrariis, Equivita

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Francesco G 4 anni fa mostra
    Quello che viene scritto nell'articolo è menzognero e frutto solo di sentimenti scevri di qualsiasi razionalità. (L'autore dovrebbe sapere che l'uomo ha sviluppato una corteccia cerebrale preposta al ragionamento molto più estesa rispetto a quella degli animali che, al contrario, possiedono un cervello molto più 'emotivo'; ciò è stato base per il successo evolutivo dell'essere umano anche se molti sembrano dimenticarlo, e di conseguenza, non sfruttano questa capacità durante la loro vita preferendo sopravvivere utilizzando scorciatoie quali sono, per l'appunto, i sentimenti). Detto questo, commento solo una parte dell'articolo: "ogni specie può essere modello soltanto di se stessa". Bugia bella e buona!!! Se ciò fosse vero tutta la ricerca effettuata fino ad ora, passata dalla sperimentazione animale, sarebbe stata completamente inutile e un sacco di soldi (miliardi) buttati. Sarebbero completamente inutili anche parte dei farmaci destinati agli animali, che spessissimo vengono utilizzati con scarsa/nulla sperimentazione sulla specie di destinazione proprio perchè l'analogia metabolica esiste ed è innegabile. Sicuramente un topo è diverso da un essere umano (che scopertona eh!!!) e lo scambio di farmaci tra le specie non è privo di rischi, ma negare la presenza di analogie significa negare le evidenze ed agire solo in base ai propri sentimenti. (PS: per seguire il suo ragionamento, ora che mi viene in mente, bisognerebbe allora dire anche che la sperimentazione all'interno della stessa specie potrebbe essere inutile: ci sono tantissimi fattori che disciplinano il metabolismo di un farmaco come ad esempio il sesso, l'età, l'ambiente in cui si vive ecc... lo sa che la nimesulide può uccidere se viene somministrata ad un bambino? quindi, secondo lei, ogni farmaco andrebbe sperimentato su ogni individuo prima di usarlo? assurdo!!!)
    • Francesco Tommaso Russo 4 anni fa mostra
      Credo che la sua osservazione pecchi per miopia: il progresso, in quanto tale è basato sulle nuove sperimentazioni! Quello che è stato fatto in passato sugli animali (considerati esseri inferiori e quindi torturabili) ha avuto forse un senso quando non si disponeva di strumenti come quelli di cui si dispone oggi. Abbia cortesemente la modestia di informarsi meglio, se crede!
  • Marco 4 anni fa mostra
    Ma quante fesserie. Il comitato scientifico equiviva, le previsioni del direttore dell'efsa. E stigazzi?? Se siete scienziati e conoscete un metodo migliore prescrivetelo al paziente. Se siete creduloni che "siccome l'ha predetto il direttore dell'efsa allora si può fare", fate una cosa: acchiappate una zappa e sfogatevi in un lavoro più consono piuttosto che sparare cose di cui non sapete nulla. P.s. Leggere cazzate scritte da altri millantatori o interpretarle a nostro piacere non cambia il succo: restano sempre cazzate
  • Read This 4 anni fa mostra
    Quale è la differnza tra il mangiare un panino con il prochiutto e il vivisezionare? Che nel primo caso puoi farne a meno e mangiare i frutti caduti dalle piante, nel secondo se non ti operi muori.
  • Maurilio Calleri 4 anni fa
    Ineccepibile e preciso questo blog che condivido totalmente. Oltre al rispetto per tutte le forme di vita, la sperimentazione animale è un metodo fallimentare dal punto di vista scientifico: è stato già dimostrato da molto tempo che è un metodo inutile alla ricerca scientifica e dannoso per la salute umana. Per un vero sviluppo della scienza bisogna indirizzarsi verso metodi sostitutivi che sono molto più attendibili rispetto alla sperimentazione sugli animali. Maurilio Calleri, medico veterinario
    • Andrew Puddu Utente certificato 4 anni fa mostra
      Se si abolisse la sperimentazione animale in Italia si bloccherebbe TUTTA la ricerca, perchè per ora non ci sono metodi alternativi abbastanza efficaci. Si dice che la SA non sia predittiva per l'uomo perché i topi sono troppo diversi, in realtà il 98/99% del DNA è uguale. Inoltre tu e io senza la SA non staremo a discutere qui perché saremo già morti di un raffreddore, di malaria o chissà che cosa se non avessero creato delle medicine efficaci. Chi parla contro la SA evidentemente non conosce nulla della ricerca e della biologia, e l'etica impone ai ricercatori di fare un uso molto moderato degli animali, sia perché costano e le case farmaceutiche ne farebbero volentieri a meno, sia perché è solo la seconda fase delle 3 totali, cioè sperimentazione in vitro, sugli animali e infine sull'uomo
  • bruno bassi ex iscritto dissidente 4 anni fa mostra
    questo argomento è il migliore per perdere voti! se volevi perdere ancora voti hai trovato il sistema più adatto!
    • Andrea B. Utente certificato 4 anni fa mostra
      non sarà una gran perdita....................
    • antonella b. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Egr.Sig.Bassi se lei avesse una qualche ambizione politica che presupponesse dei voti, non avrebbe certo il mio!
    • Nicolas G. Utente certificato 4 anni fa mostra
      vedi perdere voti è fisiologico quando si delinea un certa linea di pensiero da seguire... ovviamente sarebbe ben facile non esprimersi mai e cercar di accontentare tutti su tutto... infondo il PD e il PDL lo han fatto per 20 anni ... e si son visti i risultati importanti conseguiti .... In ogni caso sta alla gente giudicare nel complesso l'operato di un movimento/partito e valutarlo... se a te basta un unico tema su cui sei in disaccordo per negare la "bontà" di un movimento... bhè forse non era quel che faceva per te fin dall'inizio. Buone Feste
    • Rudy Baiocchi Utente certificato 4 anni fa mostra
      ragioni male. malissimo. magari qualcuno al mondo esprime il proprio pensiero semplicemente perchè quello E' il proprio pensiero. Senza stare a calcolare i voti in più o in meno.
    • gian f. Utente certificato 4 anni fa mostra
      bhè potresti argomentare...io la penso come beppe, come la stragrande maggioranza degli italiani. ps: se vuoi continuare a fare ingrassare le cause farmaceutiche continua su questa tua posizione. pps: spiegami perchè invece si ostacola in tutti i modi il progetto stamina (che ha fatto più risultati lui in pochi mesi che progetti su sperimentazioni animali in anni e anni)
  • Simone Conti 4 anni fa mostra
    Se questo è il pensiere del movimento 5 stelle allora ha perso il mio voto. Il 95% della sperimentazione è effettuata su topi, chiamarla vivisezione per fare effette è un mezzuccio pessimo. La vivisezione non è più usata dalla ricerca da almeno 100 anni. Non esistono cure alternative, ma complementari. La ricerca in vitro non sostituisce la complessità di un organismo.
    • giovanni fusco 4 anni fa mostra
      Attieniti al contenuto ed esprimi un tuo (serio) giudizio in merito. Fai una analisi di quanto scritto e sopratutto di chiaramente come la pensi sul problema di cui sopra...L'articolo come vedi non parla di "vivisezione" (Certo il titolo non piace neanche a me) ma il contenuto parla in modo chiaro. In quanto al tuo voto dubito che lo abbia dato al M5S perchè se cambi idea solo per un articolo e/o un pensiero da te poco condiviso beh non oso immaginare come sia tormentata la tua vita ogni volta che al lavoro o nella vita privata le idee degli altri siano diverse dalle tue. Cos'è ti licenzi ogni volta che uno non la pensa come a te? O divorzi (se sei sposato) ogni volta che tua moglie dice una cosa diversa dalla quella tua?...Suvvia facciamo le persone mature...
    • Lorenzo Breda Utente certificato 4 anni fa mostra
      Pure io, dopo tutte queste uscite irrazionaliste sul tema valuto attentamente se dare o no il mio voto al M5S.
    • Ottaviano Augusto Utente certificato 4 anni fa mostra
      HAI MAI VISTO CHE FANNO CON LE POVERE BESTIOLE? SE LI VEDESSI CAPIRESTI. AD OGNI MODO VOTA PER CHI VUOI......ANCHE SE PENSO CHE TU HAI SEMPRE VOTATO PD
    • Nicolas G. Utente certificato 4 anni fa mostra
      se basta questo per perdere il tuo voto... bhè meglio così... di certo non ci mancherai Buone Feste
  • Francesca Mursia 4 anni fa mostra
    "Non facciamo confusione. Esistono altri metodi di sperimentazione, ma chiamarli alternativi è del tutto sbaglio: se si sta studiando gli effetti di un farmaco sulla pressione sanguigna, ad esempio, solo un organismo complesso come quello di un animale può darci delle risposte valide! Ahimè ad oggi non si sono ancora trovate delle soluzioni alternative a questo, ma vi assicuro che si stanno cercando! Smettetela di dipingere i ricercatori come persone sadiche che torturano animali, perché non è così! Ormai i test sono condotti pensando a far soffrire il meno possibile l'animale. Si tratta, tra l'altro, quasi sempre di topi e il loro numero è molto inferiore a quelli uccisi in una derattizzazione di una qualsiasi delle nostre città
    • alnair g. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Francesca condivido totalmente ^:^ ma è anche vero che se non ci fossero "gli animalisti", probabilmente (come qualcuno ha già scritto), non si accelererebbero processi di ricerca alternativi.....
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus