Salviamo l'Istituto di Neuropsichiatria Infantile di Giovanni Bollea

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

salviamo_bollea.jpg
"Sono Marika Bollea, moglie del Professor Giovanni Bollea, ormai vedova da 2 anni. Giovanni è stato il padre fondatore della Neuropshichiatria infantile italiana. Ha scritto 270 opere scientifiche e fondato 350 centri di Neuropsichiatria Infantile e Neuropsicopedagogia in giro per l’Italia che portano il suo nome. Ora che è defunto vogliono chiudere l’Istituto che versa in condizioni finanziarie disastrose, senza denaro neppure per per gli inservienti delle pulizie, figurarsi per le borse di studio dei medici specializzati. Hanno ridotto gradatamente i posti letto e non sostituiscono i medici che vanno in Pensione per diminuire di fatto l’organico e portarlo gradatamente alla chiusura. La Polverini prima di andarsene ha dato circa 10 miliardi di vecchie lire al Bambin Gesù, Ospedale Neuropsichiatrico vaticanista che rifiuta l’Istituto laico fondato da Giovanni e dato all’Università e alla città di Roma. Non si può lasciar morire (per poi chiuderlo) l’Istituto di Neuropsichiatria Infantile fondato da Giovanni Bollea, mentre le madri aspettano anche 6 mesi una visita, pur di essere aiutate dai suoi validissimi allievi." Marika Bollea

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • SALVATORE ACCA Utente certificato 4 anni fa
    ciao a tutti.sono una persona che fa parte di una associazione di volontariato che combatte gli abusi e le bugie psichiatriche,e mi dispiace per le persone che ancora credono che le cure psichiatriche funzionino,ed è un vero peccato che non conoscano i dati di fatto del tradimento della psichiatri nei confronti del genere umano,e non conoscano i profitti che ogni anno arrivano a centinaia,dico centinaia di "miliardi di dollari,senza dare nessun tipo di guarigione,se non qualcuna casuale che ci sarebbe lo stesso con normali cure.informatevi vi prego.prendete informazioni su chi vi cura e sull'efficacia o meno dello psicofarmaco(o droga) di turno.prendetevi questa responsabilità.non permettete che la vita del vostro caro non venga vissuta con integrità solo perchè lui non può decidere per se.certo all'interno di questi "cliniche"ci sono pure brave persone che forse non sanno loro stesse del danno causato,ma questo non giustifica il danno subito da persone deboli e malate.buona sera a tutti
  • maurizio m. Utente certificato 4 anni fa
    sono sicuramente d'accordo nel salvataggio di questo istituto prestigioso. Inoltre, come medico ospedaliero, propongo di abolire la possibilità per i medici ospedalieri di poter svolgere attività privata in qualsiasi modo. Da medico ormai sessantunenne, penso che l'intramoenia sia un danno enorme per la sanità pubblica. Diamo spazio negli ospedali ai giovani medici che vogliono lavorare e non ne hanno la possibilità
  • Mariagrazia T. Utente certificato 4 anni fa
    ...
  • manuela fragalà 4 anni fa
    Leggete i libri di Giovanni Bollea...
  • Nicola M. Utente certificato 4 anni fa
    Sono nuovo del Blog, solo adesso lo sto frequentando, colpito da questa nuova appassionata ventata di freschezza politica. Vorrei però sottolineare la mia precedente proposta di proporre una legge che preveda l'obbligatorietà dell'assunzione dei vaccini ai bambini con alta tolleranza al mercurio. Ne scaturirebbe si una guerra alle lobby farmaceutiche che certo si opporranno, ma ne deriverebbe l'unica ricerca mondiale da qui a 10 anni, che permetterebbe di stabilire l'incidenza dei vaccini nello spettro autistico.
  • Alessandro Bienati 4 anni fa
    Al solito...le strutture che funzionano le chiudono per favorire gli amici ma questi politici il ministro della Sanità cosa fa? dove sono questi professoroni......
  • daniela 4 anni fa
    Ha ragione chi diece che prima di parlare va ! attaccato il cervello, 2. usato per informarsi e comprendere invece che diventare sciocchi bracci armati di chi parla alla pancia per obnubilare la mente. anni di esperienza. chiedete a chi ha provato il doman! Viaggi della speranza per poi sentirsi dire che il figlio non camminava perchè non faceva la capriola!! Antiepilettici tolti all'improvviso e bambini in coma per stato di male epilettico. Mai visto nessun bambino migliorare con il doman. diverso i delacato. E poi basta con questa storia degli psicofarmaci. Tutti i farmaci sono psicofarmaci, vanno in circolo, passano la barriera encefalica. Anche l'aspirina, la tachipirina, per non parlare del clenil e di tutti i cortisonici che diamo a cuor leggero...ma lo sapete che sono più "psico" di tutti. Continuo a dire quello che ho detto a Satta. Lasciate lavorare i sanitari che sono gli unici che ci danno una mano!!soprattutto chi si occupa di bambini. Perchè è vero che dopo, quando compiono i fatidici 18 anni..c'è il vuoto,non solo sanitario, ma soprattutto sociale!!
    • Giorgio A., Borghi Utente certificato 4 anni fa
      Il mio Cervello è ben attaccato e connesso con la realtà e son ben informato e non sono nessun braccio armato di nessuno e contro nessuno. Evidente come tu scioccamente e istintivamente hai dimostrato di non essere ben informato e con poca capacità di sintesi tipico di chi non ha nessuna capacità di dialogo e di un centimetro in più di vedute. e ne sei totalmente disconnesso dalla realtà. La tua e di altri, che hanno risposto all'appello con quella arroganza fastidiosa e inopportuna, giusto per autoaffermarti della propria presunzione escludendo un fattore importantissimo. Il fattore importantissimo e che sia il Dott. Bollea e sia il Dott. Domann hanno, assieme ad altri, duramente lavorato e dato se stessi per tutta la vita affinché certe condizioni di sofferenza potessero essere più lievi, pur commettendo entrambi alcuni errori. Non si tratta di capriole e neppure su cure farmaceutiche ma si tratta che entrambi hanno messo in primo piano quel bambino che per fatalità o per destino soffre ingiustamente. Certamente, anche se ho le mie riserve (date per esperienza di anni su bambini) alla metodologia del Dott. Giovanni Bollea è indiscutibile che un tale Istituto di Neuropsichiatria Infantile deve continuare ad essere operativo.
  • Giorgio A., Borghi Utente certificato 4 anni fa
    E' vero: Il problema non è il numero di cliniche da tenere aperte ma la loro utilità. Tutta la Psichiatria va rimessa in discussione. Iniziamo con quello che ha sostituito la famosa "Camicia di Forza"... I Farmaci. So di malati mentali che per anni prendono farmaci psichiatrici che, oltre a causare effetti collaterali fisici, (scritto sul "bugiardino") hanno effetti di dipendenza come un grande fumatore, ma le sigarette si comprano a spese del consumatore mentre i farmaci psichiatrici gli fornisce il Centro di Salute Mentale, (lo Stato, noi contribuenti). Statisticamente le cure "eterne" rivolte ai disabili mentali, di qualsiasi fascia d'età, costano molto di più che curare qualsiasi altra malattia. Al disabile mentale ogni Regione stabilisce una forma di copertura economica di circa 3.000 euro al mese, in più il disabile percepisce una minima pensione di invalidità che da lo Stato. Tutto per essere inseriti in strutture d'accoglienza sotto forma di Gruppi Appartamento, Comunità, Diurni e altre forme affinché il Privato, sotto forma di Cooperativa Sociale, possa accedere (rapinare col beneplacito di qualche funzionario del Centro di Salute Mentale C.S.M.) alle 3.000 euro mensili che la Regione ha destinato per il disabile mentale. Per farla breve, tutto il mondo che ruota attorno alla Psichiatria è un "business" dove il disabile mentale è visto volta per volta "Ospite" "Utente" "Paziente" "Cliente". Così, con una sicura retribuzione mensile, schiere di Psicologi, Educatori, Psichiatri, affollano questo mondo strano del lavoro all'interno di si fatte Cooperative Sociali spesse volte gestite da un prete dove si fa fatica a capire chi è il "Matto", o il "Prete". Parlare o Scrivere sui Disabili Mentali o sulla "Follia" e su tutto ciò che "Economicamente Conveniente" ruota attorno e soprattutto come vengono trattati e presuntuosamente curati senza cura e vengono "Legalmente" resi Tossici Dipendenti" di farmaci E' IL PIU' GRANDE TABU' DELLA NOSTRA SOCIETÀ' ..
    • Salvatore acca 4 anni fa
      sono completamente d'accordo con te.la psichiatria e le teorie psichiatriche non sono di alcuna utilita'....magari lo fossero davvero.e come dici tu il businnes dei medicinali "curativi" creano solo dipendenza e ulteriore peggioramento della salute dei poveri bambini e malcapitati,e' un vero peccato che ancora oggi ci sia in questo triste ambito, tanta disinformazione.la psichiatria tradisce chi le si affida...e una volta "in cura" la trappola e'scattata....PURTROPPO
    • daniela 4 anni fa
      Quando dico che ho esperienza è che HO esperienza. Perchè ho un figlio disabile. Quando dico di attaccare il cervello, è perchè sarebbe utile leggere bene le cose. E saperle, ripeto. La neuropsichiatria deve essere aperta e potenziata. I medici devono poter fare i medici, perchè solo loro, alla fine, hanno la competenze e gli studi per aiutare chi soffre. E se tra loro ci sono degli imbroglioni, questo è possibile, ma la maggior parte di chi lavora in neuropsichiatria non lo fa certo per arricchirsi. Quando dico che ho visto vendere il metodo doman come una televendita di vanna marchi, è perchè c'ero e sono amica di madri imbrogliate e disperate. E quando dico che le case farmaceutiche si fanno la guerra anche attraverso i creduloni è perchè ci ho fatto la tesi. Invece di prendervela con i medici, perchè non guardate come spendono i soldi i comuni, chi dovrebbe "integrare" il disabile, il sofferente mentale offrendogli occasione di socializzare, un lavoro a sua portata, supportando la sua famiglia ecc? O dovrebbe fare tutto la sanità??
  • Nicola M. Utente certificato 4 anni fa
    Il problema non è il numero di cliniche da tenere aperto, ma la loro utilità. Sono un papà di un uomo adulto con autismo, per mia esperienza, vi assicuro che i centri di neuropsichiatria infantile sono tanti e molti di loro addirittura dannosi ai ragazzi, con direttori sanitari che imbottiscono bambini autistici con risperidone o altri neurolettici per pura sperimentazione epidemiologica. C'è invece totale assenza di strutture che si prendano carico dei malati adulti. In Italia poi a mio parere c'è una censura sulla ampia letteratura medica estera teorizzante i danni da mercurio contenente nei vaccini obbligatori per legge (trivalente)che causerebbero l'autismo infantile. A tale proposito vorrei proporre un progetto di legge che preveda l'assunzione dei vaccini ai soli bambini che abbiano una alta tolleranza al mercurio. Chiedo però a chi ha le competenze (neuropsichiatra)di aprire una discussione in merito
  • Guido Lucente 4 anni fa
    Cosa si puo' fare per salvare l'istituto? ci sono raccolte di firme in atto o altro?
  • Giorgio A., Borghi Utente certificato 4 anni fa
    Vi inviterei ad andare su Wikipedia ( http://it.wikipedia.org/wiki/Glenn_Doman#Gli_istituti_per_il_raggiungimento_del_potenziale_umano. ) Glenn Doman non ha fondato 350 centri per bambini cerebrolesi e tanto meno non ha scritto 270 opere scientifiche, ha scritto solo un libro "Che cosa fare per il vostro bambino cerebroleso" il libro si legge in una giornata, semplice e per gli addetti hai lavori che sono i genitori del bambino cerebrolesi o down. Se al mondo (parlo del mondo no soltanto dell'Italia) trovate istituti per il raggiungimento del potenziale umano è perché alcuni genitori si sono associati tra di loro, raccolto fondi privati per aprire un istituto nella loro nazione che sia Giappone, Italia, Russia. Il Dott. Giovanni Bollea ha sempre messo in discussione il metodo Doman-Delacato, è ha sempre contestato i viaggi della speranza di questi genitori Italiani che ogni tre, sei o nove mesi andavano, a spese loro, negli Stati Uniti a Philadelphia. Trovo anche molto interessante che nel metodo Doman Delacato non si usano psicofarmaci (quando dai un farmaco per l'epilessia stai somministrando uno psicofarmaco e così raggiri la legge che vieta la somministrazione di psicofarmaci a giovani minorenni) Glenn Doman l'epilessia la "controlla" con la somministrazione "dosata" e "programmata" dell'Acido Ascorbico, e l'uso di una mascherina oltre ad una adeguata alimentazione. Posso accertare che "funzione" Non ho molto spazio per continuare ma mi piacerebbe cogliere l'occasione, data dal legittimo appello della moglie del Dott. Bollea, per chiarire meglio sul mondo "economico" "protezionistico" e "fallimentare" su l'intervento dei bambini cerebrolesi, o chiamati genericamente handicappati o neuropsichiatria. Di certo il metodo Domann-Delacato ha meno costi sociali e farmaceutici, anche se lo Stato rimborsa le spese di viaggio della speranza, oltre a far causare una forma strana, ormai quasi dimenticata in questa società.... La Solidarietà.
  • ALICE T. Utente certificato 4 anni fa
    La salute e la prevenzione é un bene pubblico e va tutelato. La politica deve uscire dalla sanità e vanno fatte valutazioni con i comitati dei cittadini per incrementare la prevenzione e dare al cittadino servizi efficienti ed attenti ai suoi bisogni
  • Adele Romano 4 anni fa
    premetto che condivido la maggior parte delle idee del mov.5 stelle e votero'm5s,pero'non sono daccordo con chi nn conoscendo i fatti esprime giudizi!le persone che nel bene o nel male hanno sperimentato sulla propria pelle le cure dell'istituto in questione hanno il diritto di parlarne,gli altri,me compresa,si informino prima bene e da piu' fronti!la moglie del dottore e' di parte andrebbe ascoltato anche il ministro per capire il perche' della sua decisione!non spariamo a vuoto!e nn sono daccordo nemmeno sui commanti sul vaticano,sanno di sciocco anticlericalismo,anche qui prima di parlare bisognerebbe informarsi da fonti attendibili e nn di parte!tante cose positive vengono fatte dal vaticano,ma si fa pubblicita' solo a quelle negative!e'vero,fa piu'rumore un albero che cade che cento alberi che crescono! adele
  • christian cimatti 4 anni fa
    Questa deve essere una chiamata per i Romani, vi siete svenduti alla Polverini ed Alemanno? Prendetevi le Vostre responsabilità, io ho votato alle regionali Movimento 5 stelle, voi Polverini? VI STA BENE! SIETE STATI DELLE CAPRE! Avete toccato il fondo con i Barbari, provate a rialzarvi.
  • giorgio bevilacqua 4 anni fa
    hanno tolto le commissioni di massimo scoperto, però ti fanno pagare la messa adisposizione del denaro anche se non viene utilizzato.un pò come il finanziamento dei partiti,povere banche......! ciò che esce dalla porta rientra dalla finestra.
  • Andrea Satta 4 anni fa
    cara signora, LEI è una vergogna. Questi istituti sono lesivi e vergognosi per la libertà e l'integrità delle persone. Lei sostiene un gruppo di medici delinquenti che fa ingoiare psicofarmaci (leggi DROGHE PESANTI) a dei bambini. La voglio incontrare cara signora, per sputarle in faccia. E da questo blog bisogna smetterla di dare libertà a certi pseudo medici che sono uguali nei modi e nei fatti ai nazisti. E mo' basta.
    • Johnny Gaspari Utente certificato 4 anni fa
      Senta caro se c'è qualcuno che non è informato è proprio lei, si vede che per sua fortuna non ha un famigliare malato. Le dico solo che i miei genitori trenta anni fa hanno girato l'italia intera prima di conoscere Bollea, spero sappia chi é , è stato grazie alla sua cura che mia sorella e tutti noi abbiamo finalmente potuto cominciare a vivere decentemente. Le consiglio di moderare il suo linguaggio, soprattutto se non Assolutamente di cosa parla, di quali patologie si occupa questo istituto e di cosa significa trovare persone qualificate quando tutto il resto del mondo medico ti dice non so. Se proprio vuole spaccare la faccia a qualcuno la aspetto qui a cepagatti, pe, in via duca degli abruzzi e vediamo chi tra di noi ci rimette...la gente come lei fa vergognare tutta l'umanità.
    • daniela 4 anni fa
      Ma Lei sig Satta, chi è? come si permette di sparare a zero, di insultare senza conoscere?. Dal suo commento si capisce la sua disinformazione e la sua voglia di offendere senza sapere e senza capire. sono una mamma di un bambino malato. Mi scusi ma mi viene da dire a voi che pontificate dall'alto della vostra arroganza: provate cosa significa, venite voi a dare una mano, tenete i nostri poveri figli una settimana e poi ne riparliamo. Ma quali farmaci ai bambini!!Ma vada a vedere quanti farmaci sono stati dati ai bambini iperattivi. C'è un registro nazionale: nonostante il casino fatto dalla pseudo-informazione, sono pochissimi. Lasciate lavorare i medici che sono al fronte con noi, almeno loro. Voi siete lì a giudicare e scrivere nei blog.
  • chantal personè 4 anni fa
    Cara Marika, mi commuovo al ricordo del tuo grande marito e mi auguro che i nuovi governanti ti ascoltino.
  • Alfredo Tramutoli 4 anni fa
    Ma questo è proprio il paese delle più assurde mostruosità. Ne scopriamo una al giorno! E se Grillo lanciasse una sottoscrizione per salvare con l'istituto di Bollea anche la speranza di chi è piccolo e sfortunato?!!!
  • melusina cosmo 4 anni fa
    x la sanità e quant'altro facciamoci restituire i 3,9 miliardi dai paschi di siena e che le banche possano fallire come fabbriche e piccoli negozi che chiudono e non li aiuta nessuno
  • mauro 4 anni fa
    Gentile Signora Bollea La prego di avere fiducia ,poiche, fra qualche giorno, il senso delle cose comincerà a prendere la direzione giusta,per poter, onorare e continuare l'insostituibile missione di suo marito e dei suoi collaboratori. i soldi ci sono!!! e quindi basta umiliazioni. Cordiali Saluti Mauro Sivelli
  • Roberto S. 4 anni fa
    A proposito di Giovanni Bollea, voglio rivelare un fatto che a sua volta mi è stato raccontato da mia madre ... 40 anni fa, quando avevo pochi mesi e cominciavo ad evidenziare i primi disturbi motori, i miei genitori mi portarono da lui, egli avanzò l'ipotesi di un tumore al cervello e predispose uno strano trattamento con dei tubi che mi sarebbero stati infilati in testa. All'ultimo momento, un operatore del Bambin Gesù disse chiaramente a mia madre quello che mi avrebbero fatto, e mia madre e mio nonno mi portarono via di corsa. Ebbero ragione, perchè nel giro di poco tempo la diagnosi si rivelò comunque abbastanza grave (tetraparesi spastica) ma non così tragica. Adesso, sia pure con qualche problema legato all' handicap, godo di una buona salute generale, lavoro, viaggio e parlo tre lingue. Chissà che sarebbe successo se fossi stato sottoposto a quell'inutile trattamento. Non sapendo altro dell'opera di Bollea, non azzardo altri giudizi, può darsi che si sia trattato dell'unico errore in tutta la sua carriera, però anche in questa sede leggo delle critiche abbastanza accese. Preciso che quest'intervento non ha nulla a che fare con la mia opinione sul Movimento 5 Stelle, per il quale probabilmente voterò.
  • Lidia Beduschi 4 anni fa
    Il cambiamento è cominciato. Lo dice il suo stesso intervento, gentile Signora. Dobbiamo proseguire con tenacia. E l'Istituto non chiuderà!!
  • Andrea Nicoletti 4 anni fa
    Premesso che non sono credente eviterei di prendercela con il bambin gesu il fatto che questa clinica chiuda non e certo colpa del bambini gesu. Volevo solo ricodarvi che in questo ospedale vengono salvate in continuazione vite di bambini che vengono da tutta Italia e anche dall'estero questo grazie alle donazioni che il bambin gesu riceve dando la possibilita di acquistare i migliori macchinari all'avanguardia. Capisco che l'ospesdale sia in mano a "Vaticano" ma non ci dimentichiamo delle migliaia di vite che vengono salvate in questo ospedale.
    • Alfredo Di Santo Utente certificato 4 anni fa
      E, contestualmente non ci dimentichiamo dei milioni di Euro che grazie a questo ospedale, ogni anno,confluiscono nelle casse dello IOR. Togliti il prosciutto dagli occhi! Di Santo Alfredo.
    • domenico v. Utente certificato 4 anni fa
      Noto che nel tuo commento manca il finale: cioè il pieno sostegno all "Istituto di Neuropsichiatria Infantile di Giovanni Bollea". Bisogna cambiare ! AVANTI! M5 Stelle!
  • Salvo Salerno 4 anni fa
    Tutta la Sanità è in disarmo in Italia, una cosa voluta per consegnare la Sanità "all'aiuto Esterno" come aveva dichiarato Mario Monti, quell'aiuto che avrebbe consegnato la Sanità alle Società Assicuratrici, tanto per mettere a segno il secondo colpo dopo le Banche. Il M5S dovrà, una volta in Parlamento, intervenire a favore del ripristino dell'erogazione della salute ai cittadini migliorando e riportando la Sanità all'assistenza ospedaliera ed alla loro funzionalità, compreso l'Istituto di Neuropsichiatria Infantile di Giovanni Bollea, un baluardo sanitario per i nostri piccoli figli.
  • Marco Di Domenico Utente certificato 4 anni fa
    Vai Beppe vai avanti a testa bassa, tu ci hai ridonato speranza ed enrusiasmo siamo uniti entusiati e compatti per riportare in evidenza le cose belle e intelligenti di questo paese di questo popolo Italiano unico al mondo e chi lo avrebbe mai detto che un comico avrebbe fatto le riforme in Italia?? Eccellente, sei un grande siamo tutti con te uniti e remiamo nella stessa direzione per un'Italia unica al mondo e da prendere come modello dal mondo occidentale, ciao..
  • franco g. Utente certificato 4 anni fa
    MA VI RENDETE CONTO CHE IN QUESTI GIORNI TUTTI I VECCHI AMMINISTRATORI POLITICI CHE FREQUENTANO GLI STUDI TELEVISIVI CON L'ASPETTO DI MAMMOLETTE CI SPIEGANO COME DEVE ESSERE AMMINISTRATO QUESTO PESE? E IERI LA GOVERNATICE DEL LAZIO CI HA DATO LA BUONA NUOVA CHE SI PRESENTA PER ESSERE ELETTA IN PARLAMENTO! FACCIO MIO L'URLO DI BEPPE GRILLO: IN NOME DI DIO ANDATEVENE!
  • franco g. Utente certificato 4 anni fa
    condivido lamarezza della signora marika anche perchè per sventua di mio figlio abbiamo frequentato sia l'ospedale che in via privata che lo studio medico del prof. Bollea per diversi anni. Apprendere ciò mi fa veramente male pensando all'aiuto ricevuto e con questa politica che dice di trovarci in un tunnel; io però trovo più appropiato parlare di un pozzo, di un pozzo nero!tutta la mia solidarietà alla sg.ra Marika e che Grillo ci aiuti!
  • vito festa 4 anni fa
    Si e' al dir poco sconcertati,questa classe politica non trova un minimo di umanita,difronte a casi che gia' di suo ,devastano di dolore famiglie che ogni giorno speramo un rimedio per i propri figli,ma che devo lottare anche per un posto fatto di burograzia e clientelismo.
  • Rosalia Paoletti 4 anni fa
    Se va perduta una esperienza di questa qualità é veramente grave per le generazioni future
  • Emil Sinclair Utente certificato 4 anni fa
    Apprendo con molto dispiacere della probabile chiusura e disfacimento del reparto di NPI di Via dei Sabelli a Roma. NPI andrebbe riformato completamente su basi di intervento completamente diverse. Ricordo che dal quel reparto è uscito uno dei fondatori della Terapia Familiare a livello nazionale, Maurizio Andolfi che poi si è formato in America nel Bronx. Il commento della vedova di Bollea mi fa venire in mente che il tema della salute mentale (a 360°, non solo per i bambini) va riformato completamente perché, per chi lavora in questo settore, sa che il potere della psichiatria organicista è forte ed ha costituito una vera e propria lobby con le case farmaceutiche. Io ho sempre sposato le idee di Ronald Laing (antipsichiatria inglese) idee che poi sono confuite in Franco Basaglia nella legge 180. Neuropsichiatria Infantile di Via dei Sabelli a Roma non va chiuso, ma riformato ponendo al centro del tema la SALUTE MENTALE. E' per questo motivo che nella Regione Lazio bisogna portare avanti le idee del M5S con Davide Barillari. Perdonate il mio endorsement!
  • Bruno . Utente certificato 4 anni fa
    Buongiorno,chiedo scusa a tutti i commentatori che hanno espresso pareri diversi dal mio,ma voglio spiegare che la mia solidarietà nei confronti di coloro che si "danno" per aiutare i pazienti affetti da malattie ,spesso,incurabili è lineare ed ugualmente distribuita a tutti.Purtroppo non sempre si possono conoscere gli aspetti grigi di certe situazioni e,naturalmente,se scoprissi di avere riposto la mia fiducia e stima nei confronti di chi non la merita sarei immediatamente pronto a ritirarla!Per questo motivo se c'è qualcuno che sa cose che io non conosco fa benissimo a denunciarle ed il sottoscritto è pronto a cambiare le sue opinioni da subito.Grazie a tutti e ricordiamocelo:quel grande che è stato Giorgio Gaber rinveniva nella "partecipazione" una immensa manifestazione di libertà.Per il resto :chi non suona non stona!B.
  • gaspare mannone 4 anni fa
    premetto che sono un' accanito sostenitore di m5s, e per questo voglio commentare l' articolo della signora moglie di pschiatra .Ho letto sbalordito di questa signora che vorrebbe ricreare il macello dei bambini dove si riducono i bambini stessi a zombie. Le atrocità indotte dagli psichiatri ai bambini sono ben note. Sono indotte tramite l'assunzione di queste potentissime droghe in modo coatto , e giustificato da malattie inventate. E' sbalorditivo come cerchino i signori spacciatori di droghe psichiatriche di infilarsi in movimenti etici e puliti come questo. Beppe se entra questa gente quà si mangeranno il movimento, stai attento!
    • Andrea Satta 4 anni fa
      Aiuti ai bambini? Ma dove... ma dove vivete? Ma come fate a dire cose di così inaudita gravità? Questi istituti VANNO CHIUSI. Punto e basta. Eh, a proposito, non si può esprimere un'opinione diversa dalle altre SENZA ricevere insulti? Grazie
    • Gioia Trentadue 4 anni fa
      Signor Mannone, vede, lei è un esempio di persona che avrebbero dovuto curare da piccolo, almeno oggi non direbbe delle boiate degne di un film dell'orrore da 4 soldi. Quando non sapete di cosa si parla abbiate la decenza di tacere!!! Signora Bollea, forza, le persone serie sono con lei!!
    • Cristian Rossi 4 anni fa
      Dici: "E' sbalorditivo come cerchino i signori spacciatori di droghe psichiatriche di infilarsi in movimenti etici e puliti come questo." Ma cosa ti sei fumato??? Ma che minchiate scrivi??? La NPI aiuta i bambini mica non li droga... ma purtroppo mi sa che è il tuo di spacciatore che ha tagliato male la roba stò giro!!! Ma dimmi te... Ma se proprio volevi scrivere una cosa intelligente bastava che chiedessi 1) perchè un medico specializzando (che va a scuola/reparto per imparare e, quindi, non per sostituire il personale assunto) deve essere pagato cifre assurde con tanto di TFR... oppure 2) perchè un medico assunto da una asl può prendersi uno stipendio niente male ed esercitare privatamente dentro un ospedale pubblico! Dico io assumiti la segretaria e affittati lo studio e pagati pure le penne e i la carta che usi... non farti sempre regalati tutto dalla case farmaceutiche!!!
  • fiorella lancia 4 anni fa
    Signora Marika carissima, sono la mamma di un bimbo adottivo. Ho letto i libri di Suo marito e ne ho tratto molto aiuto perchè, purtroppo, sempre più si è costretti a cavarsela da soli per sostenere i propri figli. Colgo questa occasione quindi, ed in primo luogo, per un ringraziamento. Aggiungo che ho costituito una associazione che, proprio in ricordo di Suo marito, porta "GIO" nel nome. L'associazione è costituita da mamme che condividono le stesse esigenze per i propri figli. Ho imparato a cavarmela da sola ed a non attendere qualche figura salvifica (pronta comunque a riconoscere i meriti di chi concretamente faccia, ma DOPO; basta atti di fede, siamo laici). Propongo quindi di seguire l'esempio di Suo marito e di mettere insieme, in primo luogo, le forze delle persone che del servizio beneficiano ed a cui serve che continui a vivere. Lei gentilissima sig.ra Marika può essere la portavoce ed il collante di questa iniziativa. Ritengo vi siano molte persone disponibili a dare un contributo volontario e gratuito; io sono a Roma. Un cordiale saluto.
  • bruno marzi 4 anni fa
    Fa bene la signora bollea a rivendicare l'opera del povero marito e,ancor meglio ,a denunciare questa disparità (se non peggio)di trattamento a favore del clero che non ha certo bisogno dei sussidi laici.La cosa è ancor più grave se si pensa che il fiume di denaro che la P.A.gestisce e sperpera ogni anno "distraendo"le risorse nei numerosi rigagnoli che,spesso,si rivelano dei colossali sprechi,è enorme.Avete fatto caso quando i nostri politici all'unisono denunciano l'eccessivo spreco di denaro pubblico?Ebbene!....sono anni che lo dicono ma si guardano bene dal porre rimedio a questo malcostume,anzi,è sempre peggio.
  • Fabio Felicetti 4 anni fa
    Signora Bollea, vorrei esprimerle il mio parere in contrasto con i commenti solidali degli altri utenti. Purtroppo ho dovuto subire sia suo marito che il reparto menzionato, ed oltre a non conservare un buon ricordo di entrambi sono in procinto di adire alle vie legali contro il suddetto reparto. Suo marito e suo reparto sono stati solo fonte di tormento per il sottoscritto. Quindi non posso che essere appagato dalla sua chiusura. Capisco che molti abbiano trovato supporto nella figura di suo marito. Purtroppo il parere che si ha sulle istituzioni e/o sulle persone dipende da che parte li si è conosciuti. SOPRATUTTO SE SI E' TRATTATO DEL LATO MENO EROICO DI QUELLE ISTITUZIONI E DI QUELLE PERSONE. Per quanto riguarda il "Bambin Gesù", con cui non ho avuto il dispiacere di avere a che fare, non vedo l'ora che chiuda anch'esso. INDIPENDENTEMENTE DALLA GESTIONE. Distinti saluti.
  • anib roma Utente certificato 4 anni fa
    Cara Signora Bollea, vedrà che le cose tra non molto cambieranno, il tempo che Questi Ragazzi entrano in Parlamento e cominceranno subito a lavorare veramente per il bene del Nostro Paese, cosa che mai hanno fatto questa masnada di lazzaroni impegnati non solo ad arricchirsi in modo indegno, senza scrupoli per nessuno e, perdipiù anche totalmente incapaci. Ormai è solo questione di tempo e, tutte quelle che sono sempre state le Eccellenze che Grandi Uomini come Suo marito hanno costruito, saranno le prime ad essere salvate, vedrà, finalmente ritorneremo un Paese Degno di dirsi Civile.
  • Marco Duz Utente certificato 4 anni fa
    Ma si', l'importante e' che compriamo gli F-35 o che costruiamo la TAV no!? I soldi da spendere per salute e ricerca sono ovviamente buttati secondo la casta! Dai portiamo pazienza ancora una settimana, poi finalmente riusciremo a infiltrare le nostre sentinelle in parlamento e finalmente si riuscira' a fare sapere a tutti gli italiano che razza di manigoldi ci ha governato fino ad oggi! Una settimana!!!!
  • Johnny Gaspari Utente certificato 4 anni fa
    Era il Dottore di mia cognata che è affetta da sindrome di down. Gli aveva risolto il problema dell'epilessia con una cura studiata da lui. Poi le farmaceutica che produceva un farmaco che l'aveva aiutata ha deciso di non produrre più quella medicina salvavita perchè era usata da poche persone quindi non faceva profitti. Lo staff di Bollea ha risolto nuovamente il problema con una nuova cura e ora cosa vogliono fare? Chiuderla? ASSASSINI...LA CLINICA VA AIUTATA NON LE BANCHE VERGOGNATEVI!!!!
  • Gianluigi M. Utente certificato 4 anni fa
    Dovunque ti giri, nella disfatta politico-economica-sociale-sanitaria del nostro paese, c'è sempre di mezzo un colpevole che si chiama VATICANO. La politica è soltanto il monopattino utilizzato da questi miscredenti deviati che fingendosi cristiani hanno portato l'umanità a sbranarsi tra guerre fame e carestie.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus