Renzi e De Luca, tarantella e legalità. Non guardarmi, non ti sento.

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle

La sanità, la salute, in Campania sono un cosa seria. Soprattutto in terre di discariche, sversamenti, camorra, connivenze, aree contaminate. Ammalati. Nel frattempo in Campania la sanità è commissariata perché in deficit. Cosa significa? Tagli ai servizi e blocco del personale sanitario da anni (come nel resto del Paese).

In una realtà che versa in queste condizioni, il presidente della Regione, il piddino Vincenzo del Luca, si fa fare dai partiti che lo sostengono una legge con la quale si può eleggere a piacimento i dirigenti delle Aziende sanitarie locali. In buona sostanza, chi gestisce la sanità sul territorio. Mica poca cosa, soprattutto in Campania.

Via meritocrazia e trasparenza e scavalcamento di quei confini che in democrazia non dovrebbero mai essere superatiUn colpo basso inaccettabile che abbiamo contrastato in Parlamento e in Consiglio Regionale chiedendo conto in tutti i modi, dal primo momento e fino alla fine, di questa “posizione di dominanza” che diventa uso di quella posizione a fini di parte. Calcolate voi la distanza che ci separa dall'abuso.

Mentre in Campania le cose vanno così, da Roma non arriva una parola, né dal presidente del Consiglio né dal suo segretario di partito. Cioè Renzi. Al ministero della Salute, invece, gli riusciamo a estrarre con le pinze l'ammissione che in quella legge di De Luca si potrebbero riscontrare irregolarità.

Passano due mesi e il governo dà via libera definitivo al provvedimento che contiene anche le nuove norme per la nomina dei direttori delle Asl. E, pur non essendo il massimo (la politica lo zampino nelle nomine continua a mettercelo) la nuova legge nazionale introduce maggiori elementi di trasparenza e collegialità. Quello che nella legge campana manca.

Palazzo Chigi però potrebbe ribaltare la situazione, impugnando la legge di De Luca, ma continua a rimanere in silenzio mentre noi lo incalziamo: Renzi deve di dire ai cittadini campani cosa intende fare. La risposta ce la fa dare dal ministero della Salute: De Luca adeguerà la sua legge quella nazionale. Peccato che nel frattempo le nomine le abbia già fatte. Troppo tardi.

Possono fare tutti i rimpalli e le furberie che vogliono, ma non ci schiodano dal punto. Il governo e De Luca hanno una sola via d'uscita accettabile: azzerare le nomine fatte nelle Asl e ripartire con le regole fissate dalla legge nazionale

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • soltanto parole Utente certificato 1 anno fa mostra
    x Movimento 5 Stelle Anche se qualche troll-picchiatore non gradisce il mio contributo a quanto da Voi scritto nel Post, ripeto che di regole fissate ce ne sono tante: le leggi quadro, fissate dalla Costituzione e poi le leggi ordinarie ed i regolamenti. Importante credo sia comprendere obiettivo e finalità di ognuna. Così, per fare un esempio esplicativo, prendo spunto dalla regola fissata dal Non Statuto, in cui si dice che il MoVimento 5 Stelle non è un partito politico, né si intende lo diventi in futuro L’ -Obiettivo- per cui il M5S non vuole darsi una struttura tipica di partito, basata su vertici e organismi direttivi o rappresentativi, si capisce andando avanti con la lettura dell'articolo 4, dove in sostanza si dice che la -Finalità- del M5S è : - Testimoniare - come il ruolo di governo ed indirizzo si può attribuire all' intelligenza collettiva, condivisa in rete e non a pochi, leader, capi o rappresentanti che siano. - Testimoniare - come l' intelligenza collettiva può autogovernarsi tramite la Piattaforma di rete, con un confronto democratico, efficiente ed efficace , senza alcuna mediazione di organismi direttivi o rappresentativi. Organismi tipici della struttura di un partito ma non del M5S dove ognuno conta uno e non ci sono vertici, capi, padroni o rappresentanti, bensì semplici Portavoce di ciò che l’intelligenza collettiva, condivisa in rete, ha deciso. Ora non so se, come Voi dite, è troppo tardi e se possono fare tutti i rimpalli e le furberie che vogliono, comunque sia : non ci schiodiamo dal punto ! Grazie!
  • soltanto parole Utente certificato 1 anno fa mostra
    X MoVimento5Stelle, pare che qualche troll non gradisca il mio punto di vista, come contributo a quanto da Voi scritto nel Post, dico ugualmente che di regole fissate ce ne sono tante, alcune fissate dalla Costituzione, altre dalle leggi e dai regolamenti, per ognuna delle quali occorrerebbe comprendere obiettivo e finalità. Per fare un esempio esplicativo, in una regola fissata dal Non Statuto si dice che Il MoVimento 5 Stelle non è un partito politico nè si intende lo diventi in futuro. L’ Obiettivo per cui il M5S non vuole darsi una struttura tipica di partito, basata su vertici e organismi direttivi o rappresentativi, si capisce andando avanti con la lettura dell'articolo 4 dove in sostanza si dice che Finalità del M5S è: -Testimoniare- come il ruolo di governo ed indirizzo si può attribuire all'intelligenza collettiva, condivisa in Rete e non a pochi, leader, capi o rappresentanti che siano. -Testimoniare- come l'intelligenza collettiva può autogovernarsi tramite la Piattaforma di rete, con un confronto democratico, efficiente ed efficace, senza alcuna mediazione di organismi direttivi o rappresentativi. Organismi tipici della struttura partitica, però non del M5S dove ognuno conta uno e non ci sono vertici, capi, padroni o rappresentanti, ma semplici Portavoce di ciò che l’intelligenza collettiva, condivisa in rete, ha deciso. Ora, non so se, come Voi dite, è troppo tardi e se possono fare tutti i rimpalli e le furberie che vogliono, comunque sia: non ci schiodiamo dal punto !!! Cordialità!
  • parole parole Utente certificato 1 anno fa mostra
    @ Movimento 5 Stelle volendo offrire il mio punto di vista come contributo a quanto da Voi scritto nel Post, direi che di “regole fissate” ce ne sono tante, alcune dalla Costituzione, altre dalle leggi o dai regolamenti, per ognuna delle quali occorre però comprendere l’obiettivo o la finalità. Così, ad esempio, in una Regola fissata dal Non Statuto si dice che Il MoVimento 5 Stelle non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. L’Obiettivo per cui il M5S non vuole darsi la struttura tipica di un partito, basata su vertici di partito e organismi direttivi o rappresentativi, si capisce andando avanti con la lettura dell'art.4 dove in sostanza si dice che la Finalità del M5S è quella di TESTIMONIARE come il ruolo di governo ed indirizzo si può attribuire all'intelligenza collettiva, condivisa in Rete e non a pochi, leader, capi o rappresentanti che siano. TESTIMONIARE come l'intelligenza collettiva può autogovernarsi tramite la Piattaforma di Rete, con un confronto democratico, efficiente ed efficace, senza alcuna mediazione di organismi direttivi o rappresentativi. Organismi tipici della struttura partitica ma non del MoVimento 5 Stelle dove ognuno conta uno e non ci sono vertici, capi, padroni o rappresentanti, bensì semplici PortaVoce di ciò che l’intelligenza collettiva, condivisa in Rete, ha deciso. Tornando al punto, non so se, come Voi dite, è “Troppo tardi” e se “Possono fare tutti i rimpalli e le furberie che vogliono”, comunque sia, Voi non schiodatevi dal punto ! Auguri :-)
    • Toto A. Utente certificato 1 anno fa mostra
      Mascherina Ti conosco !!!! diceva il Tuo amico gargamella !!! Cordialità
  • parole parole Utente certificato 1 anno fa mostra
    @ Movimento 5 Stelle Direi che di “regole fissate” ce ne sono tante, alcune dalla Costituzione, altre dalle leggi o dai regolamenti; per ognuna delle quali occorre comprendere l’obiettivo o la finalità. Così, ad esempio, in una Regola fissata dal Non Statuto si dice che Il MoVimento 5 Stelle non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. L’Obiettivo per cui il M5S non vuole darsi la struttura tipica di un partito, basata su vertici di partito e organismi direttivi o rappresentativi, si capisce andando avanti con la lettura dell'art.4 dove in sostanza si afferma che la Finalità del M5S è quella di - TESTIMONIARE come il ruolo di governo ed indirizzo si può attribuire all'intelligenza collettiva, condivisa in Rete e non a pochi, leader, capi o rappresentanti che siano. - TESTIMONIARE come l'intelligenza collettiva può autogovernarsi tramite la Piattaforma di Rete, con un confronto democratico, efficiente ed efficace, senza alcuna mediazione di organismi direttivi o rappresentativi. Organismi tipici della struttura partitica ma non del MoVimento 5 Stelle dove ognuno conta uno e non ci sono vertici, capi, padroni o rappresentanti, bensì semplici PortaVoce di ciò che l’intelligenza collettiva, condivisa in Rete, ha deciso. Tornando al punto, non so se, come Voi dite è “Troppo tardi” e se “Possono fare tutti i rimpalli e le furberie che vogliono”, comunque sia, Voi non schiodatevi dal punto! Auguri :)
  • emile zola 1 anno fa mostra
    A proposito di legalità: occorre essere consapevoli che il contratto alla Raineri è illegittimo. Secondo l'art. 110 del TUEL (Testo Unico degli Enti Locali) gli incarichi a contratto sono conferiti previa selezione pubblica. Doveva essere messo in un bando pubblico e poi selezionato, questo la Raggi non lo ha fatto e sta mettendo a repentaglio se stessa e tutta la giunta perché passibile di abuso d'ufficio.
    • Dario M. Utente certificato 1 anno fa mostra
      meno male che ci sono questi guardiani della legalità, ci si sente più tranquilli. Condivido Toto in toto.
    • Toto A. Utente certificato 1 anno fa mostra
      Uhe poeta, lo hai sempre preso nel culo lungo e duro per decenni, e ti è sempre andato bene, adesso non ti piace che ti sfiorano lo sfintere con una piuma ??? VAI A CAGARE !!!! Cordialità
    • emile zola 1 anno fa mostra
      Se è per 'consuetudine' di malaffare, mi sembra piuttosto coerente. Meno coerente, invece, rispetto allo slogan 'onestà' e 'trasparenza'. Scegli tu da quale parte collocartelo.
    • Giuseppe Flavio Utente certificato 1 anno fa mostra
      E Campo dall'Orto è stato assunto con bando e concorso pubblico?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus