Passaparola: Un popolo di analfabeti (funzionali), di Tullio De Mauro

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


La parte di popolazione italiana che è al di sotto di quelli che vengono ritenuti i livelli minimi di comprensione di un testo scritto, sono un po’ più del 70% della popolazione, se la domanda è un po’ più complessa e richiede una buona conoscenza, ma anche una buona capacità di utilizzazione della conoscenza, pieno esercizio dell’alfabetizzazione funzionale, della capacità di orientarsi di fronte al testo scritto e di produrlo, la percentuale addirittura degli inefficienti arriva all’80 %, 8 su 10 hanno difficoltà a utilizzare quello che ricavano da un testo scritto, 7 su 10 hanno difficoltà abbastanza gravi nella comprensione, i 5 milioni di italiani hanno completa incapacità di lettura. Tullio De Mauro

"Saluto tutti gli amici e anche i non amici magari del blog di Beppe Grillo.
I dati che abbiamo da 3 indagini internazionali, 3 indagini comparative e osservative, fondate non su autodichiarazioni come i dati Istat, ma attraverso questionari, cerca di capire cosa sa della lingua che dichiara di parlare la gente. Per quanto riguarda tutti i Paesi: dopo l’uscita dalle scuole ci sono fenomeni di regressione verso livelli più bassi di alfabetizzazione, si verificano anche a livelli molto alti, perfino tra laureati e anche tra i paesi più virtuosi con i sistemi scolastici che sembrano migliori, che garantiscono le competenze più alte in uscita.

Le scuole superiori sono l'anello debole
Corea, Giappone, Finlandia, Paesi Bassi hanno delle percentuali di regressione che sfiorano il 40% della popolazione. Queste indagini hanno riguardato non solo la competenza di un testo formulato in parole, ma anche la capacità di capire elementari operazioni aritmetiche. Un nostro diplomato nella scuola media superiore ha più o meno lo stesso livello di competenza di un ragazzino di 13 anni che esce dalla scuola media: i 5 anni di scuola media superiore girano a vuoto e questo determina un bassissimo livello di quelli che entrano all’università. Il risultato è che i diplomati di scuola media superiore in molti paesi hanno livelli di competenza linguistica, matematica, di comprensione, di calcolo ben superiori a quelli dei nostri laureati, probabilmente questa è una delle cause più dirette e più specifiche dei processi di dealfabetizzazione della popolazione adulta.

L'ignoranza genera povertà
Diversi economisti hanno individuato nei bassi livelli di effettiva capacità alfabetico – culturale della manodopera e dei quadri dirigenti, la causa di questa stagnazione produttiva, non solo economica, ma produttiva nella scarsa capacità di innovazione, nel ritardo dell’accorgimento di nuove tecnologie, nelle capacità di dominarlo.
Abbiamo bisogno di un buon livello di istruzione per poter trovare le fonti buone per informarci e per utilizzare bene queste informazioni, per utilizzarle criticamente! Questo sarebbe indispensabile per tutti, per un buon esercizio del voto.
Dal punto di vista dell’indice di scolarità l’Italia si è messa alla pari con altri paesi che consideriamo sviluppati del mondo, quindi superiore a 12 anni circa. Dal punto di vista della qualità della formazione invece il deficit è ancora fortissimo. La nostra scuola garantisce ai ragazzini, alle ragazzine livelli di istruzione più alti nel mondo, quello che non funziona bene è la scuola media superiore e anche l’università.

Investire sugli insegnanti!
La scuola media superiore è stata presa d'assalto da un grande afflusso di ragazze e ragazzi e non è stata ripensata per far crescere le capacità e le competenze. E' mancata questa riorganizzazione, questo ripensamento e riformazione dei docenti. Bisogna investire nella formazione degli attuali insegnanti e ragionare su come formare quelli futuri. I nostri laureati come i laureati degli Stati Uniti, hanno un basso livello di competenza rispetto a altri paesi come Gran Bretagna, Olanda, Germania, Finlandia, Svezia, Giappone, Corea.
Nel complesso della popolazione i laureati sono il 14%: il fanalino di coda per l’Unione Europea. I nostri laureati hanno un destino difficile: qui cominciano i deficit di altro tipo perché le aziende italiane tendono a non assumere personale laureato, rispetto agli altri paesi, tanto meno quelli con dottorati di ricerca e se assumono li pagano di meno o li adoperano per mansioni più basse della loro qualità e qualifica.

I precari della "buona" scuola
L’attuale Presidente del Consiglio ha capito che c’era un vuoto e ha promulgato l’editto buona scuola. Dal punto di vista della comunicazione dei media dei giornali e delle televisioni ha coperto questo vuoto, ma il vuoto rimane. 250 mila precari dovevano essere assunti, 60/70 mila sono stati assunti per effetto della buona scuola (a capocchia senza una chiara destinazione) ma tutto il resto è fuffa, è vuoto.

L'analfabetismo funzionale
Nel 1951 la distribuzione della scolarità nella popolazione italiana vedeva il 60% della popolazione privo di licenza elementare, questo 40% con licenza elementare, solo per il 10% prendeva licenza media e l’1% arrivava perfino alla laurea.
Il nostro paese ha fatto una cosa straordinaria nei primi 40 anni della vita repubblicana. Il numero di anni di scuola a testa degli italiani del 1950 era più o meno di 3 anni, questo si chiama indice di scolarità, la media degli anni di anni di scuola fatti, sommando tutti quelli fatti da tutti in un paese dividendo per il numero degli abitanti. Allora l’indice dei paesi sviluppati industrialmente, tecnologicamente, culturalmente, si aggirava intorno ai 6/7 anni. Nei 60 anni successivi è successo che questi indici sono cresciuti in tutto il mondo e i paesi sottosviluppati degli anni '50 hanno oggi l’indice di scolarità di 6/7 anni, i paesi sviluppati che avevano 6/7 anni hanno raggiunto un indice di 12/13 anni.
Corea e Italia hanno fatto una cosa straordinaria, hanno fatto il salto di categoria, vale a dire, hanno raggiunto i 12/13 anni di indice di scolarità: fin dagli anni '80 ci eravamo messi in regola con questa marcia dei paesi sviluppati, come dire che siamo quasi alla licenza liceale tutti quanti. Il contenuto di questa istruzione formale però è quello che ci è rivelato dalle indagini sulle competenze popolazioni adulte di oltre 14 anni in età di lavoro ed è un livello molto basso perché è l’80% della popolazione da 14 anni in su è al di sotto dei livelli minimi di pieno esercizio dell’alfabetizzazione funzionale, della capacità di orientarsi di fronte a un testo scritto e di produrlo. C’è un problema politico – culturale di ripensamento, ideazione, progettazione di una migliore scuola media superiore.

Gli italiani non si informano
Abbiamo imparato a parlare l’italiano abbastanza, ma i problemi sono il rapporto con l’italiano scritto e con la lettura, gli indici di diffusione dei giornali che sono molto bassi in confronto a quello europeo dove ogni 2 persone si compra un giornale, in Italia il rapporto è ogni 10 abitanti, una copia di giornale.
Per la televisione con la legittimazione di alcune reti commerciali si è scatenata la guerra della pubblicità, della raccolta pubblicitaria e questo ha determinato l’imbastardimento di tutta la produzione televisiva anche nelle reti pubbliche, è venuta meno l’efficacia di quella che per una trentina di anni è stata una grande agenzia formativa per le conoscenze, competenze e la vita politica, sociale. Non c’è un immediato riflesso, però da allora è partita una stagnazione economica.
Mi piacerebbe vedere la classedirigente italiana, imprenditoriale, intellettuale impegnata a ripensare in modo radicale il funzionamento di certi segmenti della scuola e dell’università e lo stato complessivo della nostra cultura, passate parola!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • mario45 massini Utente certificato 1 anno fa mostra
    La trascrizione dell'intervento del professor De Mauro è una cosa indegna, in molti passi lo rende incomprensibile. Spero che qualcuno si sia scusato cento volte con il professor De Mauro, che ha impreziosito con il suo messaggio il blog.
  • undefined 1 anno fa mostra
    Di strafalcioni in questo post ce ne sono diversi...ma un minimo di controllo?? Poi ti viene pure a parlare di analfabetismo....
  • antonella g. Utente certificato 1 anno fa mostra
    Se fossi il curatore del blog, a costo di farlo di notte avrei trascritto il discorso di De Mauro in modo che fosse comprensibile ad una prima lettura, magando mettendo un po' di punteggiatura... Con un titolo del genere sarebbe stato il minimo, se non altro per non offrire il fianco a facile sarcasmo.
  • Mater Srafottenti 1 anno fa mostra
    bonanotte Fo.rellino
    • tan ghera 1 anno fa mostra
      pussa via brutta bertuccia
    • Patty Ghera Utente certificato 1 anno fa mostra
      Sotto sotto sei una checca repressa.....
  • ilpiùscemoèunparaculo 1 anno fa mostra
    Ciao, visto che demolisci sempre, si può sapere per chi voti? Patty Ghera TI SEMBRA IL VOTO LA VIA D'USCITA? QUELLI CHE TI MANDANO A VOTARE SAREBBERO COSI' IMBECILLI DA LASCIARTI ALTERNATIVE VERE? E' PIU' FACILE STRAPPARE IL POTERE DA CHI LO DETIENE DA OLTRE 70 ANNI O E' PIU' FACILE CONDIVIDERLO?
    • Patty Ghera Utente certificato 1 anno fa mostra
      E allora cosa proponi? Non si può solo demolire e denigrare le idee altrui. Se tu hai di meglio, allora mettici la faccia e le idee, come hanno fatto Grillo e Casaleggio e, visti i risultati, non mi sembra cosa di poco conto.
    • Alessio . Utente certificato 1 anno fa mostra
      sei il nipote di Kim Jong-un ?
  • ilpiùscemoèunparaculo 1 anno fa mostra
    Ivan Della Valle, M5s e unioni civili: "Mi sarebbe piaciuto vedere la firma su quel post" La Repubblica‎ - 2 giorni fa +++++++++++++++++ DOPO CHE VI PARLO DA ANNI DI FIRME AI POST DOPO CHE VI PRENDO PER IL CULO AD OGNI "COMUNICATO" NON FIRMATO, QUANDO INVECE SI FIRMANO AUGURI DI NATALE E MESSAGGIO DI SOLIDARIETA' A FARAGE PER I BULLONI SVITATI MI SALTA FUORI IL FENOMENO CHE VA SU "LA REPUBBLICA" SOLO PERCHE' MI LEGGE E NON PERCHE' CI ABBIA FATTO UN RAGIONAMENTO! E' ANCORA FUMO! MANDATE LA REPUBBLICA O GIULIO GOLIA A CHIEDERE A BEPPE PERCHE' AD UN TRATTO E' SPARITA LA SUA FIRMA "postato da Beppe Grillo" AI POST, MA SONO SPARITE ANCHE LE INNUMEREVOLI FIRME A TUTTI I POST PRECEDENTI. NON SIETE CURIOSI?
    • gianfranco chiarello 1 anno fa mostra
      (A)rjцna , ℳ ɑ ɖ ɾ ɑ ʂ, poche parole, ma chiare e incontestabili.
    • Domande inutili 1 anno fa mostra
      Lo stai chiedendo a me? Domande inutili. Datti una risposta in libertà di coscienza alfabetizzata
    • ilpiùscemoèunparaculo 1 anno fa mostra
      DICI? E QUI IN TRIBUNALE PERCHE' CI E' ANDATO IL BOTTARO SE QUELLO CHE C'E' SCRITTO, DISEGNATO ECC....... GLI APPARTIENE? NON E' CHE SEI UN INUTILE ANALFABETA? Grillo: «Borghezio non è razzista» Pace a Modena con rettifica dopo querela per un post sul blog del leader M5S 13 marzo 2014 Grillo: «Borghezio non è razzista» MODENA. Borghezio non si era comportato da razzista. Pace fatta tra il gestore del blog di Beppe Grillo, il modenese Emanuele Bottaro (difeso dall’avvocato Enrico Grillo, nipote di Beppe), e l’europarlamentare leghista Mario Borghezio, parte civile.
    • Domande inutili 1 anno fa mostra
      Per me non cambia un cazzo, questa è casa di Beppe Grillo e per me ogni post gli appartiene, firmato o non firmato, lui ne è responsabile. Quando vai a casa di qualcuno stai lì a chiedere di ogni oggetto di chi sia la proprietà? Anche un quadro firmato e appeso alla parete è di proprietà del padrone di casa.
    • (A)rjцna Utente certificato 1 anno fa mostra
      La curiosità si può pagare cara: questo è un ricovero di struzzi!
  • ilpiùscemoèunparaculo 1 anno fa mostra
    MAX STIRNER, MA DOVE CAZZO VUOI ANDRE! L'IMPORTANTE E' CHE QUANDO FINIRA' IL PROSCIUTTO DA METTERE DAVANTI AGLI OCCHI SI CHIUDA SCHENGEN PER NON FAR SCAPPARE NESSUNO,DAI CAPI SINO ALL'ULTIMO PARACULO DEL SISTEMA!
    • Patty Ghera Utente certificato 1 anno fa mostra
      Ciao, visto che demolisci sempre, si può sapere per chi voti?
  • ilpiùscemoèunparaculo 1 anno fa mostra
    MOVIMENTO DEI CONDONATI! BUAAAH AH AH AH AH AH
  • ilpiùscemoèunparaculo 1 anno fa mostra
    HEIIIIII? VI E' ANDATO A ROTOLI IL MOVIMENTO, VI STA IMPLODENDO UN PARTITO NELLE MANI E ME LA MENATE CON UN POST SU UN POPOLO DI ANALFABETI? VI FATE PIGLIARE ANCHE PER IL CULO? GRILLO E CASALEGGIO (O CHI GLI E' SOPRA/FIANCO/SOTTO ECC.....) SONO "INCIAMPATI" QUASI "PER CASO" PRIMA NEL MOVIMENTO, POI NEL PARTITO? LO HANNO POTUTO FARE E CONTINUANO A FARLO GRAZIE AD UN POPOLO DI TROGLODITI ANALFABETI E TANTI TANTI OPPORTUNISTI PARACULI A CORTE! QUALE PARTITO "SI FA MANCARE" QUESTE SODDISFAZIONI? UN GIOVANE CERVELLO LAUREATO CON I CONTRO CAZZI DEVE PER FORZA FUGGIRE ALL'ESTERO SOLO A NOMINARGLI LUIGI DI MAIO! E A CERTA GENTE NON GLI DISPIACE CHE RIMANGANO QUASI ESCLUSIVAMENTE ANALFABETI IN PATRIA: I PARACULI SE SI ORGANIZZANO PROSPERERANNO ANNI E ANNI, COME HANNO FATTO SINO A IERI! NON BISOGNA ESSERE PER FORZA SU FACEBOOK CON UNO O PIU' BLOG (E DA ANNI), NON BISOGNA ESSERE PROFESSORE EX IDEOLOGO PER CAPIRE CHE IL SOGNO ERA UNA CORAZZATA POTEMKIM FIN DALL'INIZIO!
    • Terry E. () Utente certificato 1 anno fa mostra
      Si può dire:"vai a ca........re"? Se sì,vacci.
  • Treccani tascabile 1 anno fa
    Cioè fatemi capire: dovrei passare parola a uno e dirgli che è un analfabeta funzionale? Ma quello, giustamente, s'incazza
    • Treccani tascabile 1 anno fa
      Ecco, meglio, tanto sta fra parentesi. Giusto! ;)
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa
      Ma te, nun je devi dì "funzionale", così, sta tranquillo......
    • Fra. Fo. Utente certificato 1 anno fa mostra
      O ti autodefinisci un abile idiota oppure, se non lo sei, con tatto e con le parole giuste puoi aiutare qualcuno a capire tali concetti ... Vedi un po tu se vogliamo uscire da questo modo di pensare semplice e semplicistico ... Allarghiamo le vedute, vuoi? Ciao.
  • Tiziano Scovacricchi 1 anno fa mostra
    Visto che si parla fra le altre cose di comprensione e di produzione di testi sarebbe bello se tutto il servizio fosse scritto in un Italiano corretto, scorrevole e comprensibile. Purtroppo non è così e questo fa perdere al tema - o meglio a chi l'ha scritto - un po' di crediti. Peccato.
    • Fra. Fo. Utente certificato 1 anno fa mostra
      Se vuoi leggere qualcosa in italiano corretto, è preferibile che ti accatti un libro. Questo è un WEBLOG con tutti i suoi pro e contro ... Quà non stai dentro un testo da lettura. Questo è uno spunto per, eventualmente, allargare le tue conoscenze ... Compreso ora? Buonasera.
    • Andrea Marzulli () Utente certificato 1 anno fa mostra
      io l'ho capito benissimo.. è quello l'importante.
  • Paola 1 anno fa
    Concordo, e il M5S è un concentrato di tali qualità. Anzi, l'interesse storico e sociologico che suscita deriva proprio da questa trasformazione di un campo di concentramento morale in una concreta baraccopoli di dannati.
    • Fra. Fo. Utente certificato 1 anno fa mostra
      paola, se ci dici da dove provieni può essere che ti si mandi a quel paese con maggior cognizione di causa. In attesa di maggiori informazioni, e nel frattempo, vai a cagare ... Buonasera ^_^
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa
      ..sempre mejo de 'a vostra Chinatown....
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa
      Ma che cazzo stai a ddì....
  • old dog 1 anno fa
    Un popolo di analfabeti(funzionali) gli italiani non si informano ma anche quelli che si informano spesso sono informati male poi ci sono quelli che l'informazione la cercano nei mezzi che corrispondono alle loro idee vale a dire un piddino sen va al lavoro con l'Unità sotto braccio e via dicendo quindi lettore funzionale al suo giornale ed anche giornale funzionale al suo lettore x dirla come Grethe un popolo di trainatori di carri... saluti ai monelli del blog
    • Fra. Fo. Utente certificato 1 anno fa mostra
      Ecco Robè ... hai scritto il tuo sproloquio ... Ora, soddisfatto e felice, puoi anche andare a quel paese ... Buona camminata. Buonasera Robè ... ^_^ ***** Ciao old dog, buonasera.
    • Roberto Faccini Utente certificato 1 anno fa mostra
      Galline che si credono aquile Sul blog c'è anche questo
  • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
    "quello che non funziona bene è il scuola media superiore e anche l’università." 'Ammazza, è "il" scuola media, (e pure l'Università) che ce frega....
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
      Porella perchè je rompo 'e palle : sta' tranquillo, a vedella pare 'n gattino ma è 'na tigre.... (che però, sbaja 'e doppie : 'nvece de fa' "Grrrrr" farebbe "Gggggr".......)
    • Fra. Fo. Utente certificato 1 anno fa mostra
      harry ... Ciao, ciao fruttarolo ... harry, fa il coraggioso e fai leggere i due posticini riguardanti tua moglie a lei ... poi vediamo chi è il porello ... no? ^_^ Ciao nèh ...
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
      ...porella....
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
      Frù, nun me 'o dì, chè so' trent'anni che sto a corregge mì moje .....
    • er fruttarolo Utente certificato 1 anno fa mostra
      Pensa a me,che me dicevano che ero negato alli studi...i possino...mo',magari,si m'avessero dato fiducia parlavo come te... Dovevo mette "avrei parlato"...ma,a nun studia'...e cose nun se sanno...
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
      ...e comunque, er casino vero, sta ne 'a Scola Media inferiore, dateme retta.....
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
      Me 'o dicevano tutti, che dovevo fa' er Classico: ma è stato sempre er destino mio, quello de fa' sempre er contario de quello che me dicevano l'artri.......
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
      Er refuso, è stato corretto: lassù, quarcuno, ce ama.....
    • er fruttarolo Utente certificato 1 anno fa mostra
      'Azz,Herri,devo chiama' er traduttore?? Gugol nun m'o traduce...manco a parafrasi me fa,'tacci sua...
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
      Il problema dell'analfabetismo funzionale, per ciò che ho potuto osservare e verificare personalmente, è cresciuto di pari passo con l'introduzione delle tecnologìe informatiche e con la diffusione del PC; l'intrinseca "velocizzazione" della comunicazione scritta e verbale, sempre più slegata da vincoli orto-sintattici e dalle regole grammaticali della lingua scritta e parlata, ha causato il progressivo impoverimento dei mezzi espressivi, sempre più affidati a gergalismi e contrazioni fonètiche (l'aberrante "Prof", ad esempio)in una progressiva e prevedibile deriva verso il grugnìto animale: la correzione di compiti e relazioni tecniche, è diventata un tormentoso viaggio nell'orrido territorio delle frasi smozzicate, un periglioso avventurarsi nel deserto della punteggiatura, nel precipizio della sintassi zoppicante.....
    • er fruttarolo Utente certificato 1 anno fa mostra
      Sforzo pe' 'n professore universitario?? Annamo bene,annamo... Il:articolo determinativo di genere maschile e numero singolare...scuola è femminile...
    • itaglianeggiando 1 anno fa mostra
      Li casi sono due: o u sforz o fa chi scrive, o u sforz o fa chi legg. "I dati che abbiamo da 3 indagini internazionali, 3 indagini comparative e osservative, fondate non su autodichiarazioni come i dati Istat, attraverso questionari si cerca di capire cosa sa della lingua che dichiara di parlare la gente".
    • er fruttarolo Utente certificato 1 anno fa mostra
      E daje co' 'sto refuso... https://youtu.be/5Yyax37o62M
    • harry haller Utente certificato 1 anno fa mostra
      ...'o 'so, è 'n refuso....
  • Pierpaolo Moretti Utente certificato 1 anno fa mostra
    ancora una volta un articolo scritto con i piedi..
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus