La sicurezza dei cittadini non si taglia!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
casaleggio_polizia.jpg

"Mentre i tagli dissennati di un Governo che non governa numeri e risorse si abbattono sulle forze dell'ordine, continua il ciclo di incontri che permette ai cittadini e forze dell’ordine di confrontarsi sui temi della sicurezza. Dopo Milano, l’appuntamento è a Roma dove saranno presenti i portavoce Roberta Lombardi, Tiziana Ciprini e Alessandro Di Battista. Il ciclo di incontri è improntato alla trasparenza, alla possibilità di chiedere direttamente alle forze dell'ordine come si svolge il loro lavoro quotidiano e quali sono le difficoltà che incontrano, ma anche ascoltare le esigenze di protezione dei cittadini stessi.
Non si può parlare di sicurezza solo quando accadono eventi gravi, ma c’è bisogno di confronto continuo perché il comparto delle forze dell’ordine sta subendo tagli drastici. Questi tagli diventano un danno per gli stessi uomini che lavorano in strada e per il convivere civile, privando tutti di tranquillità e serenità. Abbiamo convocato in Commissione Affari Costituzionali Alfano per venirci a spiegare dati alla mano la logica di questa riorganizzazione attraverso un piano di riallocazione risorse ed una previsione investimenti/risparmi. Noi continuiamo a progettare un nuovo modello di sicurezza fatto di prevenzione e collaborazione anzichè repressione e manganello e lo facciamo in modo immediato con gli operatori del comparto e i cittadini.
L'evento di domani è realizzato con la collaborazione di Coisp, Sap, Rete Sicurezza Attiva, Anfp.
Scopri tutti i dettagli sull’incontro del 16 gennaio a Roma!" Roberta Lombardi

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus