5 giorni a 5 stelle: La terra non si tassa!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
renzi_imu_agricola.jpg

"E' stata anche la settimana dell'IMU agricola, la tassa di Renzi che distrugge le imprese contadine. In piazza a Montecitorio tanti lavoratori del comparto agricolo insieme ai nostri portavoce Paolo Parentela e Massimiliano Bernini. Mentre il giorno seguente Gianluca Vacca, Silvia Chimienti e Alessandro Di Battista si sono uniti ai docenti precari accorsi anche loro numerosi in piazza per protestare contro le mancate promesse del governo. La bufera che ha investito il Ministro delle Infrastrutture domina la scena della politica. Il nostro Carlo Sibilia ne chiede le dimissioni in aula, mentre Alessandro Di Battista ripercorre per noi la cronistoria delle intercettazioni fino alle dimissioni di Lupi.
Alla Camera comunque si lavora. Ecco il resoconto della presentazione a Montecitorio del Libro Bianco di Ecofuturo, ascoltiamo il portavoce Mirko Busto che ci parla di ecotecnologie insieme all'ospite Jacopo Fo. Al Senato, invece, si è tenuto un convegno sull'energia organizzato dal nostro Massimo Girotto, insieme ai leader dei movimenti dei consumatori. Il tema: il rischio di aumento dei costi fissi in bolletta che penalizzano chi consuma meno. L'ennesima batosta, insomma. Poi Roberta Lombardi, in studio, ci aggiorna circa l'indagine disposta dall'autorità nazionale anticorruzione sui piani di zona (ce ne sono 114 attivi solo a Roma), a seguito delle denunce del M5S. Per finire Andrea Cioffi, a Palazzo Madama, chiede di votare la legge anticorruzione anche sabato e domenica. Nulla da fare: il PD boccia, e rinvia ancora il voto su un provvedimento decisivo ma ormai fermo da due anni." M5S Parlamento
SCARICA IL PDF PER INFOPOINT E BANCHETTI

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus